Categorie
Foto Galleria Galleria Foto Mondo Notizie Notizie dal Mondo Serie Tv

NCIS 11×03: anticipazioni, foto e video

Terzo appuntamento per l’undicesima stagione di NCIS, dopo l’addio di Ziva, i nostri continuano a indagare su omicidi che riguardano la marina militare statunitense. Il terzo episodio si intitola Under The Radar. Dopo il salto, anticipazioni, foto e video.

La squadra di Gibbs deve chiedere una mano a Twitter per risolvere il caso della scomparsa di un marine. Tutto ciò senza che Gibbs ( Di Nozzo, intanto, è tornato dall’Israele, ma non è riuscito a convincere Ziva a ritornare fra gli NCIS. Nel frattempo, McGee scambia il suo badge e trattiene alcune informazione a Gibbs e alle altre autorità.

 

Categorie
Foto Galleria Galleria Foto Mondo Notizie Notizie dal Mondo

NCIS 11×02: anticipazioni, foto e video

Il secondo episodio per l’undicesima stagione di NCIS andrà in onda martedì negli Stati Uniti e come viene preannunciato dal promo, che troverete alla fine di questo post, ci prepariamo a salutare Ziva, il personaggio interpretato da Cote De Pablo che lascia in questa stagione la serie TV ideata da Don Belisario. A giudicare dalla trama e dal titoloPast, Present and Future si preannuncia come un episodio imperdibile per tutti i fan diGibbs & co. Dopo il salto, foto, video e anticipazioni.

In Past, Present and FutureDi Nozzo (Michael Weatherly) andrà sulle tracce di Ziva, l’agente speciale che ha lasciato la squadra di Gibbs. Per scoprire come sta e se è intenzionata a tornare, Tony volerà fino in Israele. Intanto Gibbs e il suo team continuano a dare la caccia a Parsa e alla sua rete terroristica in costante crescita.

Dopo 189 episodi in NCISPast, Present and Future sarà l’ultimo di Cote De Pablo, l’attrice di origine cilena ha comunque tranquillizzato i fan e ha svelato che non è detto che non torni a indossare i panni di Ziva David.

 

Categorie
Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Sport nel Mondo

Ginnastica, un mese ai Mondiali! Sorteggiate le rotazioni

Manca un mese esatto ai Mondiali di ginnastica artistica! Nel frattempo sono stati sorteggiati gli ordini di rotazione per i turni di qualificazione, che ammetteranno 24 ginnaste alla finale del concorso generale e otto a ciascuna delle varie finali di specialità.

 

Al femminile sono previste quattro suddivisioni. Ricordiamo che su ciascun attrezzo potranno salire massimo tre ginnaste per ciascuna Nazione e che le più importanti (Romania esclusa) avranno quattro atlete a disposizione. Dunque, per permettere a tutte di gareggiare almeno in una specialità, solo due ragazze della stessa formazione potranno cimentarsi nell’all-around.

L’ordine della salita agli attrezzi è il consueto olimpico: volteggio – parallele – trave – corpo libero.

 

L’Italia sarà presente nella seconda suddivisione e inizierà il proprio percorso dalla trave. Gireremo insieme a Porto Rico, Israele e Corea del Sud, quindi senza sostanziali punti di riferimento. Nella stessa suddivisione, però, saranno presenti una cinese (parte dal volteggio) e una russa (incomincia al corpo libero).

 

Nella terza suddivisione un’azzurra incomincerà alla trave in un rotazione davvero pessima con Singapore, Venezuela, Slovacchia, Portogallo, Svizzera e Trinidad & Tobago. Nello stesso gruppo vedremo una cinese che partirà dal suo tallone d’Achille: il corpo libero. La Russia inizierà dalle amate parallele proprio insieme agli Stati Uniti d’America.

 

Nella quarta suddivisione, l’ultimo posto riservato al Bel Paese. Si comincerà dalle parallele e questa volta le compagne di avventura saranno di spessore: Romania, Australia, Giappone, Austria, Brasile e Malesia. La Russia salirà sulla trave, mentre una statunitense si esibirà al corpo libero.

 

Nella prima suddivisione, invece, romperà il ghiaccio una statunitense che si esibirà al volteggio. Insieme non girerà nessuna big, a meno che la Svizzera non decida subito di schierare la carta Steingruber. La Romania scalderà i motori al corpo libero, mentre la Cina lo farà dalla trave.

 

Categorie
2013 Carlotta Ferlito Foto Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Sport nel Mondo Storia

Ginnastica, Europei: tutti i podi e i medaglieri finali

Si è conclusa una grande settimana di ginnastica artistica a Mosca. Gli Europei di ginnastica artistica sono appena terminati. Di seguito tutti i podi della competizione, i piazzamenti degli italiani e i vari medaglieri finali. Mentre noi vi rimandiamo a domani e ai prossimi giorni per approfondire tutto quanto è emerso da questa rassegna continentale.

 

CONCORSO GENERALE INDIVIDUALE (femminile):

1.         Aliya Mustafina (Russia)

2.         Larisa Iordache (Romania)

3.         Anastasia Grishina (Russia)

7.         Elisa Meneghini (Italia)

11.        Giorgia Campana (Italia)

 

CONCORSO GENERALE INDIVIDUALE (maschile):

1.         David Belyavskiy (Russia)

2.         Max Whitlock (Gran Bretagna)

3.         Oleg Verniaiev (Ucraina)

13.       Ludovico Edalli (Italia)

17.       Paolo Principi (Italia)

 

CORPO LIBERO (femminile):

1.         Ksenia Afanaseva (Russia)

2.         Larisa Iordache (Romania)

3.         Diana Bulimar (Romania)

5.         Carlotta Ferlito (Italia)

 

TRAVE:

1.         Larisa Iordache (Romania)

2.         Diana Bulimar (Romania)

3.         Anastasia Grishina( Russia)

4.         Carlotta Ferlito (Italia)

7.         Elisa Meneghini (Italia)

 

VOLTEGGIO (femminile):

1.         Giulia Steingruber (Svizzera)

2.         Larisa Iordache (Romania)

2.         Noel Van Klaveren (Paesi Bassi)

 

PARALLELE ASIMMETRICHE:

1.         Aliya Mustafina (Russia)

2.         Jonna Adlerteg (Svezia)

3.         Maria Paseka (Russia)

5.         Giorgia Campana (Italia)

 

CORPO LIBERO (maschile):

1.         Max Whitlock (Gran Bretagna)

2.         Alexander Shatilov (Israele)

3.         Andrea Cingolani (Italia)

 

ANELLI:

1.         Samir Ait Said (Francia)

1.         Igor Radivilov (Ucraina)

3.         Matteo Morandi (Italia)

3.         Danny Pinheiro-Rodrigues (Francia)

 

CAVALLO CON MANIGLIE:

1.         Daniel Keatings (Gran Bretagna)

2.         Krisztian Berki (Ungheria)

3.         Max Whitlock (Gran Bretagna)

4.         Alberto Busnari (Italia)

 

VOLTEGGIO (maschile)

1.         Denis Ablyazin (Russia)

2.         Flavius Koczi (Romania)

3.         Artur Davtyan (Armenia)

 

SBARRA:

1.         Ermin Garibov (Russia)

2.         Sam Oldham (Gran Bretagna)

3.         Aliaksandr Tsarevich (Bielorussia)

 

PARALLELE PARI:

1.         Oleg Stepko (Ucraina)

2.         Lucas Fischer (Svizzera)

3.         David Belyavskiy (Russia)

 

MEDAGLIERE FEMMINILE:

1.         Russia             3 ori     0 argenti          3 bronzi           TOTALE: 6

2.         Romania          1 oro    4 argenti          1 bronzo          TOTALE: 6

3.         Svizzera          1 oro    0 argenti          0 bronzi           TOTALE: 1

4.         Paesi Bassi      0 ori     1 argento         0 bronzi           TOTALE: 1

4.         Svezia             0 ori     1 argento         0 bronzi           TOTALE: 1

 

MEDAGLIERE MASCHILE:

1.         Russia             3 ori     0 argenti          1 bronzo          TOTALE: 4

2.         Gran Bretagna 2 ori     2 argenti          1 bronzo          TOTALE: 5

3.         Ucraina           2 ori     0 argenti          1 bronzo          TOTALE: 3

4.         Francia            1 oro    0 argenti          1 bronzo          TOTALE: 2

5.         Israele             1 oro    0 argenti          0 bronzi           TOTALE: 1

6.         Ungheria         0 ori     1 argento         0 bronzi           TOTALE: 1

6.         Romania          0 ori     1 argento         0 bronzi           TOTALE: 1

6.         Svizzera          0 ori     1 argento         0 bronzi           TOTALE: 1

9.         Italia               0 ori    0 argenti        2 bronzi         TOTALE: 2

10.       Armenia          0 ori     0 argenti          1 bronzo          TOTALE: 1

10.       Bielorussia      0 ori     0 argenti          1 bronzo          TOTALE: 1

 

MEDAGLIERE COMPLESSIVO:

1.         Russia             6 oro    0 argenti          4 bronzi           TOTALE: 10

2.         Gran Bretagna 2 ori     2 argenti          1 bronzo          TOTALE: 5

3.         Ucraina           2 ori     0 argenti          1 bronzo          TOTALE: 3

4.         Romania         1 oro    5 argenti          1 bronzo          TOTALE: 7

5.         Svizzera          1 oro    1 argento         0 bronzi           TOTALE: 2

6.         Francia            1 oro    0 argenti          1 bronzo          TOTALE: 2

7.         Israele             1 oro    0 argenti          0 bronzi           TOTALE: 1

8.         Ungheria         0 ori     1 argento         0 bronzi           TOTALE: 1

8.         Paesi Bassi      0 ori     1 argento         0 bronzi           TOTALE: 1

8.         Svezia             0 ori     1 argento         0 bronzi           TOTALE: 1

11.        Italia               0 ori    0 argenti        2 bronzi         TOTALE: 2

12.       Armenia          0 ori     0 argenti          1 bronzo          TOTALE: 1

12.       Bielorussia      0 ori     0 argenti          1 bronzo          TOTALE: 1

 

PLURIMEDAGLIATE INDIVUALI (femminile):

1.         Aliya Mustafina (Russia)                    2 ori     0 argenti          0 bronzi           TOTALE: 2

2.         Larisa Iordache (Romania)                 1 oro    3 argenti          0 bronzi           TOTALE: 4

3.         Diana Bulimar (Romania)                   0 ori     1 argento         1 bronzo          TOTALE: 2

4.         Anastasia Grishina (Russia)                0 ori     0 argenti          2 bronzi           TOTALE: 2

 

PLURIMEDAGLIATI INDIVIDUALI (maschile):

1.         Max Whitlock (Gran Bretagna)          1 oro    1 argento         1 bronzo          TOTALE: 3

2.         David Belyavskyi (Russia)                  1 oro    0 argenti          1 bronzo          TOTALE: 2

 

Categorie
2013 Foto Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Sport nel Mondo Vanessa Ferrari

Ginnastica, Europei: sogno Cingolani! Che bronzo al corpo libero

Questo è un Cingolani spettacolare. Straordinario. Superlativo. E soprattutto sorprendente. Prevedere una medaglia al corpo libero una settimana fa non era certo una delle missioni più facili.Andrea, con una abnegazione totale, conquista un bronzo al quadrato magico toccando il punto più alto della sua giovanissima carriera alla prima vera finale importante.

 

Il ventiduenne si rende protagonista di una prestazione perfetta, senza delle sbavature di rilievo, con atterraggi dai salti stoppati nel migliore dei modi, mostrando una convinzione incredibile. L’emozione se l’è tenuta dentro di sé, e l’ha tirata fuori solo al termine dell’esercizio che gli ha consegnato 14.900 punti.

Due avvitamenti, poi flick più Thomas, due avvitamenti indietro e salto, avvitamento e mezzo indietro più un teso, poi ancora uno Tsukahara raccolto, una croce in verticale, e una chiusura con tre avvitamenti che ha messo la firma su una giornata di grazia.

Il marchigiano, fresco scudettato con Macerata e fidanzato con Vanessa Ferrari, è davvero maturato tantissimo, non solo dal punto di vista tecnico ma anche da quello mentale, il cui connubio è fondamentale per raggiungere grandi traguardi. Abbiamo trovato un giovane per il futuro, ne abbiamo avuto la conferma.

 

Certo si è sfruttata al meglio una giornata non eccellente degli avversari che hanno pasticciato parecchio e sono caduti. Il rumeno Koczi è caduto sul doppio carpio avanti, l’olandese Wammes ha sbagliato il Tabak Carpio, Oldham è finito pesantemente fuori pedana, Fahrig è caduto in prima diagonale. L’oro va parimerito al britannico Whitlock e all’israeliano Shatilov che si spingono fino a 15.333. Alexander è risultato migliore per esecuzione, ma non siamo all’Olimpiadi: qui le medaglie si possono giustamente condividere.

 

Questo il dettaglio di tutti i punteggi:

1.         Max Whitlock (Gran Bretagna)          15.333

2.         Alexander Shatilov (Israele)               15.333

3.         Andrea Cingolani (Italia)                    14.900

4.         Flavius Koczi (Romania)                   14.666

5.         David Belyavskiy (Russia)                 14.400

6.         Sam Oldham (Gran Bretagna)          14.400

7.         Matthias Fahrig (Germania)               13.733

8.         Jeffrey Wammes (Paesi Bassi)            13.666