Categorie
Alieni Armi Armi Aliene Federica Arcieri Foto Hyde Italia Jessica Fermont Londra Spazio Surf Tavola da Surf Terra

Federica Arcieri dice addio a Jessica Fermont

CG-beautiful-girl-wallpaper-by-I-Chen-Lin-Taiwan-fantasy-13991666-1920-1200

Federica si era rimessa con calma il suo bellissimo vestito nero e poi si era diretta al garage e prese la tavola che aveva fatto preparare per la sua migliore amica e cosi la settimana prossima cioè quando sarebbero andate insieme al mare , li i tutta calma e senza distrazione potevano fare una gara e cosi vedere chi era la migliore . Ma adesso per colpa di un grande segreto che è stato svelato oggi a Federica , tutti i suoi piani futuri , tutte le sue amicizie future sulla terra adesso sono solo polvere al vento e adesso lei non potrà più fare nulla visto che lei dovrà andare nello spazio forse per anni o per giorni . Federica arrivo vicino casa di Jessica e prima di andarci disse tra se e se “ non le posso mentire , lei è la mia migliore amica . Se gli mento so già cosa fa , cioè mi guarda fisso negli occhi e cerca di capire quale sia la verità e non mi lascia uscire dalla stanza fino a quando non le dico la verità su perché me ne vado via dalla Terra . Le devo dire la verità e cosi lei potrà stare al sicuro e soprattutto non inizia una caccia a me e al motivo per cui me ne sono andata via “ . Federica fece un lungo respiro e poi con passo calmo e deciso andò alla porta , busso e fu Jessica ad aprire e abbraccio la sua migliore amica . Jessica era felicissima di vedere Federica , invece lei non lo era affatto e con calma alzo lo sguardo – possiamo parlare in privato . Cioè da soli e in camera tua . Ti devo dire una cosa molto importante ed è meglio se ti siedi perché è un grande segreto e per questo me ne devo andare via . Jessica fece entrare Federica in casa sua e andarono in camera di Jessica con la tavola da surf in mano e Jessica la mise vicino al suo armadio con calma e poi si mise seduta sul letto per ascoltare quello che aveva da dire la sua migliore amica . Federica ci inizio a pensare e poi disse a Jessica tutta la verità – la mia famiglia aveva un segreto cioè da la Caccia agli Alieni . Fino a stasera non né sapevo nulla e come te pensavo che fosse la stessa scemenza per non farmi crescere e non farmi diventare una donna e cosi potevo dare il mio primo bacio e fare tutte le altre cose che facevano le mie amiche . Ma poi un amico di famiglia ha chiamato e ha detto che un sacco di alieni vogliono distruggere casa nostra e la nostra famiglia e per questo me ne devo andare nello spazio forse per un giorno o per anni . Jessica vide la faccia della sua migliore amica e vide che non era felice e lo aveva capito che stava dicendo la verità perché lei se diceva la verità aveva un bellissimo sorriso in faccia . Invece quando era triste e diceva una cosa vera , lei cioè Federica aveva una faccia molto triste . Federica prima di andare in casa sua aveva preso la sua macchina fotografica e aveva fatto la foto a un arma aliena molto particolare cioè l’ Hyde e la mostro alla sua amica .  Jessica grazie al racconto della sua amica e quella foto capì che stava dicendo la verità su tale questione e andò ad abbracciare la sua migliore amica – non voglio che tu te ne vada da qui . Tu sei la migliore amica e grazie a questa tavola da surf e tra una settimana facciamo quella gara e vediamo chi è la migliore tra delle due . Federica abbraccio la sua amica – neppure io me ne voglio andare , ma se non me ne vado da qui entro sera sono morta e forse pure tu e pure le altre persone di questo quartiere . Quindi amica mia me ne devo andare e forse non ci vedremo . Oppure un giorno ci rivedremo e cosi potremo fare la nostra gara con il surf e cosi possiamo vedere se sono più brava io o se sei più brava tu . Jessica prima di lasciare andare Federica l’ abbraccio un’altra volta e lo fece per capire che questa era l’ ultima volta che la poteva abbracciare o fare qualcosa con lei qui sulla Terra . Visto che domani lei sarebbe stato nello spazio e avrebbe visto con i suoi occhi un sacco di cose incredibili e cose che nessuna persona ha mai visto perché noi siamo qui e nello spazio ci sono cose che devono essere ancora viste .

Categorie
2025 Ada Knight Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Governo Italia

Under the Series

Vi siete mai chiesti cosa succederebbe se non ci fosse il Governo ma solo le Forze Militari nel mondo . Cosa succederebbero . Be in questo universo il Governo non c’ e più . Adesso esiste un altra forza di giustizia e sarebbe a dire l’ Autorità Privita Militarizzata . Nell’ anno 2025 sono loro a fare la giustizia non solo in Italia ma anche nel mondo . Una persona nota sola come il Presidente ha preso le redini del mondo e tra poco lui si mostra al mondo intero per la prima volta . Secondo loro noi abbiamo un comportamento anti sociale e ancora secondo loro noi siamo stati a rendere il mondo un posto di guerra e odio . Per questo alcuni ragazzi sono stati rinchiusi dentro un posto . Non so quale è questo posto ma lo faranno per dare un esempio al paese intero . Voglio far vedere a tutti che quello che hanno fatto e giusto , che loro sono nel giusto e noi che abbiamo sbagliato . Io non credo che loro siano nel giusto ma credo solo che stanno facendo qualcosa di sbagliato . Ma io per il momento non posso fare niente visto che hanno loro il controllo non solo dell’ Italia ma anche degli altri posti . Loro sono l’ unica legge che c’ e nel paese e anche se tutti sanno che non è giusto , secondo tutti e meglio ubbidire e non dire niente . Solo cosi possono vivere dentro questa nuova Italia .

Categorie
Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Sport nel Mondo

Ginnastica, Campionati di specialità: le ammesse. Ritorna la Gemme!

Ultimo weekend di gare per il 2013 della ginnastica artistica. A Glasgow si svolgerà la seconda tappa di Coppa del Mondo, ma in Italia è il tempo dei Campionati di Specialità.

Al Pala Massucchi d Mortara circa 350 ginnaste, divise tra juniores e seniores, si daranno battaglia sui quattro attrezzi.

Sabato 7 ottobre, dalle ore 10.00, spazio alle più piccole. Domenica 8 dicembre, dalle ore 9.30, toccherà alle seniores.

 

Proprio in questa categoria spicca il ritorno di Giulia Gemme che rivede le pedane nazionali dopo un lungo infortunio: la bionda piemontese ha già vinto il titolo regionale alle parallele due mesi fa e su questo esercizio c’è parecchia attesa. Gli staggi dovrebbero rappresentare la base di partenza per tornare ai livelli che le competono.

Spiccano anche i nomi della Scantamburlo e della Romanella.

 

Di seguito i nomi e i cognomi di tutte le ammesse alla competizione, in rigoroso ordine alfabetico.

 

SENIORES  
   
NOME COGNOME
Irina Adouchkina
Sara Albiero
Lavinia Alfini
Simona Amato
Greta Anderoli
Francesca Andrisani
Claudia Auricchio
Marta Avvisati
Naomi Barberi
Silvia Barbieri
Francesca Belli
Valentina Bellumori
Alessia Bencivenga
Giulia Bergantin
Silvia Bergonzoni
Valentina Betti
Maristella Bonafede
Georgia Bonanni
Mary Bonivento
Beatrica Botrugno
Rachele Burnato
Sofia Calò
Cristina Campi
Federica Camuncoli
Sara Cancian
Evelin Cappelletti
Chiara Carnevale
Claudia Ceccarelli
Bianca Cei
Noemi Cernicchi
Fabrizia Cerrito
Martina Cesaris
Greta Chemello
Vittoria Chiaruttini
Jenny Chistè
Camilla Cianfrini
Jennifer Ciaramitaro
Emma Cicolini
Elena Cioni
Chiara Colarossi
Martina Comanducci
Veronica Conti
Roberta Corradi
Erica Crisanti
Melanie Cristofolini
Elena Cusa
Giulia Dal Ri
Sara Dal Ri
Chiara Dalla Vecchia
Marzia D’Astolfo
Martina De Lucia
Ludovica De Stefano
Felicia Delle Donne
Federica Destino
Ilaria Di Carmine
Sara Di Nino
Aida Di Simone
Alice Di Stefano
Federica Donatelli
Jolanda Dono
Claudia Dutto
Elisa Fabbri
Francesca Facchinetti
Johara Faccone
Elena Favrin
Ksenia Ferrari
Lavinia Ferro
Giulia Fiore
Elisa Foglia
Giada Froiio
Clara Gabbrelli
Arianna Gadotti
Nina Gambetta
Amanda Ganzerla
Giulia Gemme
Sophie Ghetti
Giorgia Giani
Livia Giannelli
Ginevra Giorgetti
Silvia Giorgia
Gloria Giraudo
Arianna Gozzi
Cristina Granato
Giulia Grassi
Chiara Grazzini
Noemi Guarino
Eugenia Guccione
Leonora Kozi
Angjeliki Krasniqi
Roberta Langella
Brunella Lavieri
Martina Lazzari
Elena Levi
Isabella Maddalena
Valentina Malgieri
Lisa Malloggi
Sofia Manara
Letizia Marcon
Delia Marcotto
Anna Mariani
Rebecca Martinelli
Margherita Masala
Martina Masiniero
Ilaria Materassi
Irene Melocchi
Valentina Melocchi
Leire Mendizabal
Isabella Migliorati
Sofia Minisini
Valeria Mion
Martina Morelli
Francesca Moretti
Alessandra Namari
Martina Natale
Camilla Natali
Michela Pasian
Alessia Peli
Giorgia Perelli
Giulia Peruzzi
Marika Piffer
Viviana Pischetola
Silvia Pomponi
Chiara Provinciali
Alessia Raia
Giulia Ralli
Giada Regoli
Martina Riva
Alice Rizzardi
Alice Romanella
Chiara Romano
Francesca Sala
Eleonora Santarelli
Laura Santoriello
Chiara Sardu
Alessia Scantamburlo
Cecilia Scapoli
Giulia Sciamana
Aurora Sellone
Silvia Semeraro
Laura Semprini
Miriam Sibona
Jessica Sotti
Erica Squizzato
Giulia Suriani
Isabella Tacchino
Laura Terzo
Susanna Torta
Maria Trapanese
Silvia Tregnaghi
Alexia Varesio
Brunella Viziello
Alice Zampedri
Giada Zane
Virginia Zanini
Chiara Zorco

 

JUNIORES  
   
NOME COGNOME
Caterina Acerbi
Chiara Agostinelli
Noemi Aime
Martina Aliventi
Gloria Allegro
Francesca Angeli
Laura Antoniotti
Alessia Appio
Martina Armenia
Cecilia Avesani
Valeria Bagnato
Erika Barani
Ester Barbieri
Giulia Barcella
Francesca Barzizza
Silvia Belliboni
Federica Benigni
Giulia Beretta
Marta Biagetti
Chiara Bilancia
Aurora Biondi
Ilaria Biondi
Manuela Biscardi
Ester Bogoni
Maria Bonada
Gaia Bonessa
Alessia Bonometti
Miriam Bordi
Alessia Branca
Lara Bressan
Alessia Broccoli
Giada Bruno
Lara Bucciarelli
Elena Bugli
Ambra Buglioni
Marcella Buzzolan
Anna Caccavalle
Camilla Calzoni
Chiara Caobelli
Chiara Carlucci
Camilla Carracoi
Sara Carraro
Nicole Cartella
Alessia Casale
Elisa Casali
Beatrice Chessa
Federica Ciampa
Lara Ciliberto
Olivia Cimpan
Alice Cipiciani
Giorgia Cividini
Vanessa Colantuoni
Sara Colombo
Sara Colombo
Viviana Colucci
Gloria Comunello
Sofia Conte
Martina Corn
Alessia Corrado
Vanessa Cristofani
Carola Cuccia
Giorgia Cuoco
Benedetta Dal Sasso
Sarah Dalla Mura
Sara De Fazio
Francesca De Iazzari
Erika De Mitro
Sofia De Sabbata
Fabrizia De Siano
Giuliana De Stefano
Nicole Del Greco
Annalisa Dellantonio
Martina Di Martino
Giorgia Dini
Aurora Disarò
Giorgia Domeniconi
Gioia Ecca
Lucia Evangelisti
Sara Facchetti
Viola Faltoni
Arianna Fantini
Martina Fattori
Aurora Faure
Giulia Fazzini
Nicole Felice
Erica Ferrero
Alessia Filippazzo
Samuela Filippazzo
Sara Filippi
Lara Fissneider
Chiara Fogli
Alice Fornaro
Zoe Fucito
Veronica Furegon
Alessandra Oggioni Gabrieli
Gaia Galli
Carola Gandolfo
Beatrie Gibellini
Danila Giovinazzo
Nicole Giusto
Giulia Gnudi
Tatiana Gobbi
Giulia Gonciarenco
Alessia Greco
Georgeana Grigore
Alexia Guerrini
Brisilda Hila
Paola Iannace
Katerina Konica
Angelina Laguardia
Laura Logiudice
Monica Londero
Giulia Longo
Camilla Loretucci
Fabiana Lovato
Francesca Manelli
Ilenia Manfredi
Giada Maraldi
Flavia Marcello
Erika Marchesi
Gaia Marchetiello
Chiara Mariotti
Agnese Maroni
Valentina Massone
Marta Melito
Maria Menghini
Valentina Messaggi
Selene Midulla
Francesca Monacelli
Camilla Montanarini
Carola Montefinese
Althea Montemurro
Veronica Morandi
Alessia Mustica
Alessandra Oggioni Napolitano
Simona Nappi
Lisa Nascimben
Roberta Oggiano
Alessandra Oggioni
Debora Ollari
Giulia Pantaleone
Marina Paolini
Federica Papalia
Chiara Parisi
Benedetta Parma
Giulia Pedico
Gaia Pellecchia
Martina Pensalfini
Sonia Perona
Alessia Piazza
Elena Pierini
Chiara Pistamiglio
Sara Pittalis
Dania Poggesi
Anna Pojer
Benedetta Potena
Irene Quattrini
Elisa Ricchiuti
Giulia Rismondo
Elena Rivaroli
Ilaria Roano
Giulia Rodeghiero
Miriam Romaniello
Camilla Romano
Alessia Roncalli
Francesca Ronci
Carolina Rossato
Asya Rosset
Sara Rossi
Chiara Salva
Valentina Scolastra
Eugenia Sella
Sofia Sginzo
Sara Sisani
Laura Soriani
Asia Spalice
Maria Splendiani
Amanda Stella
Giulia Tagliaferri
Maria Taloni
Rebecca Tarlazzi
Benedetta Tassi
Beatrice Tassi
Giulia Terbaldi
Sofia Terziari
Samuela Tonelli
Ludovica Tonin
Giorgia Torresan
Elisabetta Tosini
Clara Tosti
Lisa Uggeri
Aurora Ulivelli
Asia Vailati
Chiara Valente
Laura Vantini
Eirca Venturato
Eleonora Vergari
Samara Wierer
Alessia Zane
Lucia Zenere
Valentina Zeni
Categorie
Federica Pellegrini Nuoto Sport Sport nel Mondo

Nuoto: Italia con vista su Herning, Viareggio regala ottimismo

Sulla carta avrebbe dovuto avere poco da dire il Gran Premio Italia di Viareggio, ma i due giorni della kermesse toscana sono stati intensi e ricchi di sorprese ed emozioni. Ci si aspettava un super Matteo Rivolta, che macina record italiani sui 100 farfalla ormai da un mese, ma il milanese (anche a causa dell’aver gareggiato al mattino) si è ‘limitato’ a vincere senza primato nazionale.

A rapire la scena, come molto spesso avvenuto nel nuoto italiano degli ultimi anni, ci ha però pensato Federica Pellegrini. Assente nei 200 sl, la Divina ha dominato i 400 sl ma soprattutto i 100 sl e i 200 dorso, competizioni nelle quali ha infranto i precedenti record italiani. In ottica 2014, ma soprattutto Rio 2016è iniziata una nuova carriera per la fuoriclasse veneta? Solo il tempo potrà rispondere, certo è che la cura Philippe Lucas pare regalare benefici incredibili e a tratti impensabili dopo l’estate londinese datata 2012.

La finalità del meeting viareggino, però, era quella di preparare ulteriormente gli atleti in vista del primo grande appuntamento della stagione, vale a dire gli Europei in vasca corta in programma a Herning (Danimarca) dal 12 al 15 dicembre. In palio anche gli ultimi pass qualificazione: li hanno ottenuti Federico Bocchia nei 50 stile libero (21”49) ed Alessia Polieri nei 200 farfalla (2’07”10). La squadra per la rassegna continentale, dunque, è ormai completata e all’Italia non mancano le stelle: Pellegrini, Bianchi, Rivolta, Dotto e Paltrinieri in primis, in attesa del rientro dell’infortunato Fabio Scozzoli. Ma non solo, perché infatti non vanno dimenticati i giovani promettenti come Diletta Carli, Luca Mencarini e Andrea Mitchell D’Arrigo (dal week-end primo nel ranking Ncaa). L’anno scorso a Chartes le medaglie furono nove, tra poco meno di un mese il numero potrebbe anche aumentare.

 

Categorie
Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Sport nel Mondo Vanessa Ferrari

Buon Compleanno Vanessa Ferrari

Diamo gli auguri di Compleanno alla nostra campionessa italiana Vanessa Ferrari nata a Orzinuovi il 10 Novembre del 1990 . Oggi compie 23 anni .

Categorie
Carlotta Ferlito Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Sport nel Mondo Vanessa Ferrari

Ginnastica, Anversa 2013: le pagelle di un’Italia magica e storica

Una magica Italia sta tornando dal Belgio dove ieri si sono conclusi i Mondiali di ginnastica artistica. Ecco le pagelle delle nostre magiche azzurre scese in pedana ad Anversa 2013.

 

VANESSA FERRARI: 10. Araba Fenice, continuerò a ripetere. Leggendaria e storica per la ginnastica artistica italiana. La migliore ginnasta azzurra di sempre. Nessuno la demolisce. Nessuno la abbatte. Giurie, infortuni, ingiustizie: niente scalfisce una Campionessa grande quanto tutto il movimento nazionale. Non ci sono intoppi che tengano: la Cannibale di Orzinuovi si mangia i furti, azzanna la Polvere di Magnesio come mai nessuna e si regala un nuovo incredibile, trionfo.

Medaglia d’argento al corpo libero. La bresciana torna su un podio iridato dopo il bronzo nel concorso generale conquistato a Stoccarda 2007. Sei anni dopo! Migliora il terzo posto ottenuto ad Aarhus al quadrato magico, due giorni dopo essere diventata reginetta per una notte e per tutta la vita; riscatta il quarto posto delle Olimpiadi, quando tra furti e regolamenti stupidi, scoppiò in un pianto a dirotto e meditò seriamente al ritiro.

Questa è la quinta medaglia mondiale per super Vany, la prima d’argento di una carriera dorata e sempre più irripetibile (è il 49esimo sigillo nella storia del nostro Paese, il sesto al femminile).

E poteva pure fare cinquanta ed entrare ancora di più nella leggenda se il ricorso degli Stati Uniti non le avesse tolto il bronzo alla trave che aveva già in tasca e che sarebbe stato sorprendente. Stava festeggiando, poi vede il tabellone segna punti che si muove, la Biles che la sopravanza e lei che finisce al quarto posto… Ma non torniamo sulle dolenti note. Il quarto posto finale, però, è il miglior piazzamento dell’Italia sui 10cm negli ultimi 63 anni (dal bronzo di Licia Macchini nel 1950).

Il sesto posto nel concorso generale consacra la sua interezza, la sua integrità, la sua immensa capacità.A quasi 23 anni è ancora qui, sulla cresta dell’onda contro ragazze che, quando lei trionfava ad Aarhus, andavano ancora alle elementari…

Mancano tre anni alle prossime Olimpiadi. Enrico Casella ha chiaramente detto: “Non abbiamo ancora finito…”. Il sogno a cinque cerchi è più vivo che mai.

 

CARLOTTA FERLITO: 8,5. Non voleva più fare l’all-around e arriva undicesima: dimostrazione che il lavoro, se ben mirato, paga sempre anche quando non si eccelle in un attrezzo (e le parallele non sono state un “disastro”). Nettamente migliorati i piazzamenti di Londra 2012 e di Tokyo 2011.

Temevamo che non si qualificasse per la finale alla trave (sottoscritto in testa, ma esclusivamente per il valore delle avversarie) e invece non solo è entrata tra le magnifiche otto per la prima volta in carrierama ha addirittura terminato al quinto posto. La siciliana, però, non è andata d’accordo con i giudici per tutta la settimana: sempre sottovalutata, spesso inspiegabilmente, fino al quinto posto finale alla trave. Non le viene riconosciuta un’importante combinazione, il D Score ne risente e il punteggio precipita.

L’esercizio di ieri è stato ottimo. Certo ci sono stati tre, quattro sbilanciamenti a cui i giudici si sono potuti attaccate, non neghiamolo. Ma l’esecuzione è stata eccessivamente penalizzata: le hanno tolto praticamente 1.8 punti, come la Biles che ha sbagliato cose clamorose!

Ad ogni modo la 18enne deve tornare da Anversa contenta di se stessa, dei propri mezzi e pronta a provarci nelle prossime occasioni. Anche se certi treni passano solo una volta in carriera: li puoi prendere, ma se poi non ti obliterano il biglietto…

 

FRANCESCA DEAGOSTINI: 7,5. Primo Mondiale, prima vera uscita internazionale tra le grandi. La 17enne torna alla grande in pedana dopo 18 mesi tormentati: infortunio alla mano, operazione alle ginocchia, mancata convocazione alle Olimpiadi. La leoncina milanese risponde al meglio alle sollecitazioni e alle aspettative, guadagna addirittura un sorprendente undicesimo posto alla trave (sarebbe stata riserva se non ci fosse la stupida regola dei passaporti) grazie a un esercizio molto elegante e ben tenuto.

Si toglie la soddisfazione di entrare nel codice dei punteggi grazie alla sua fantasiosa entrata alla trave (è una semplice A, ma sarà per sempre nella Bibbia della Polvere di Magnesio). Un’ottima base su cui costruire il futuro e un’ottima medicina per riprendere convinzione nei propri mezzi.

 

ALESSIA LEOLINI: 7. Valutiamo positivamente la toscana perché era al primo anno da senior e ha subito vestito il body azzurro nell’appuntamento più importante. La sedicenne si è fatta prendere da una grandissima emozione che a tratti non ha gestito, commettendo diverse imperfezioni. L’importante, però, era fare esperienza, sentire il profumo che tira a un Mondiale, vedere le grandi, gareggiare in un contesto importante. Ne farà tesoro per un futuro in cui sarà un pezzo importante della Nazionale: proprio per questo motivo, valutiamo positivamente anche la sua convocazione.

 

ITALIA: 10 e lode. Cinque finali, una medaglia, un quarto posto, un quinto posto. Torniamo a casa con un podio come non succedeva dal 2010 (Matteo Morandi). Per la prima volta nella storia due azzurre nella finale alla trave. Non potevamo sperare in un bilancio migliore.

E non dimentichiamoci che avevamo a casa quattro infortunate di peso: Giorgia Campana, Elisabetta Preziosa, Erika Fasana (cioè tre olimpiche) più Adriana Crisci, convocata e poi infortunatasi a Vigevano, che avrebbe lottato fino all’ultimo per una finale al volteggio.

 

Categorie
Microsoft Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo Xbox 360

Xbox Live Gold gratuito per tutti nel fine settimana

Microsoft ha annunciato che durante il fine settimana tutti gli iscritti a Xbox Live potranno accedere gratuitamente alle funzionalità riservate di norma agli account Gold.

L’offerta sarà valida anche in Italia, tra gli altri paesi, dal 4 al 6 ottobre e consentirà di giocare in multiplayer senza dover ricorrere ad una sottoscrizione (almeno) mensile al servizio.

Potreste approfittarne per provare GTA Online!

 

Categorie
Carlotta Ferlito Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Sport nel Mondo Vanessa Ferrari

Anversa 2013: gli ordini di rotazione e gli orari (seconda giornata)

Seconda giornata di qualificazioni ai Mondiali di ginnastica artistica. Tre suddivisioni al femminile per decretare quali saranno le finaliste nel concorso generale e nelle quattro specialità.

Questi gli ordini di rotazioni in programma e i relativi orari: si parte alle 13.30 per finire addirittura alle 20.30, senza un attimo di sosta. Per l’Italia, Carlotta Ferlito e Vanessa Ferrari.

Terza suddivisione: 13.30-15.30

Seconda suddivisione: 16.00-18.00

Terza suddivisione: 18.30-20.30

 

TERZA SUDDIVISIONE – Prima rotazione (ore 13.30)

Volteggio:

Valentine Sabatou (Francia)

Paula Plichta (Polonia)

Noel Van Klaveren (Paesi Bassi)

Laura Svilpaite (Lituania)

 

Parallele asimmetriche:

Yu Chun Chen (Taipei)

Mariana Sanchez (Costa Rica)

Tatiana Nabieva (Russia)

Simone Biles (USA)

Yan Yin Ng (Hong Kong)

 

Trave:

Wei Heem Lim (Singapore)

Carlotta Ferlito (Italia)

Marisa Dick (Trinidad & Tobago)

Ivet Rojas (Venezuela)

Barbora Mokosova (Slovacchia)

Ekaterina Kislinskaya (Portogallo)

Ilaria Kaeslin (Svizzera)

 

Corpo libero:

Aruna Budda Reddy (India)

Chunsong Shang (Cina)

Norma Robertsdottir (Islanda)

Emma Lunn (Irlanda)

Kristyna Palesova (Repubblica Ceca)

 

TERZA SUDDIVISIONE – Seconda rotazione (ore 14.00)

Volteggio:

Thi Ha Thanh Phan (Vietnam)

Chunsong Shang (Cina)

Norma Robertsdottir (Islanda)

Oksana Chusovitina (Uzbekistan)

Kristyna Palesova (Repubblica Ceca)

Rucha Divekar (India)

 

Parallele asimmetriche:

Valentine Sabatou (Francia)

Noel Van Klaveren (Paesi Bassi)

Laura Svilpaite (Lituania)

Ginna Escobar (Colombia)

 

Trave:

Marlana Sanchez (Costa Rica)

Tatiana Nabieva (Russia)

Simone Biles (USA)

Yan Yin Ng (Hong Kong)

Krystyna Sankova (Ucraina)

Yu Chun Chen (Taipei)

 

Corpo libero:

Carlotta Ferlito (Italia)

Marisa Dick (Trinidad & Tobago)

Ivet Rojas (Venezuela)

Barbora Mokosova (Slovacchia)

Ilaria Kaeslin (Svizzera)

Heem Wei Lim (Singapore)

 

TERZA SUDDIVISIONE – Terza rotazione (ore 14.30)

Volteggio:

Marisa Dick (Trinidad & Tobago)

Ivet Rojas (Venezuela)

Barbora Mokosova (Slovacchia)

Ilaria Kaeslin (Svizzera)

Heem Wei Lim (Singapore)

Carlotta Ferlito (Italia)

 

Parallele asimmetriche:

Chunsong Shang (Cina)

Norma Robertsdottir (Islanda)

Kristyna Palesova (Repubblica Ceca)

Vandita Raval (India)

 

Trave:

Paula Plichta (Polonia)

Noel Van Klaveren (Paesi Bassi)

Laura Svilpaite (Lituania)

Ginna Escobar (Colombia)

Valentine Sabatou (Francia)

 

Corpo libero:

Tatiana Nabieva (Russia)

Simone Biles (USA)

Yan Yin Ng (Hong Kong)

Krystyna Sankova (Ucraina)

Yu Chun Chen (Taipei)

Marlana Sanchez (Costa Rica)

 

TERZA SUDDIVISIONE – Quarta rotazione (ore 15.00)

Volteggio:

Simone Biles (USA)

Yan Yin Ng (Hong Kong)

Yu Chun Chen (Taipei)

Marlana Sanchez (Costa Rica)

Tatiana Nabieva (Russia)

 

Parallele asimmetriche:

Ivet Rojas (Venezuela)

Barbora Mokosova (Slovacchia)

Ekaterina Kislinsaya (Portogallo)

Ilaria Kaeslin (Svizzera)

Heem Wei Lim (Singapore)

Carlotta Ferlito (Italia)

Marisa Dick (Trinidad & Tobago)

 

Trave:

Norma Robertsdottir (Islanda)

Kristyna Palesova (Repubblica Ceca)

Vandita Raval (India)

Chunsong Shang (Cina)

 

Corpo libero:

Noel Van Klaveren (Paesi Bassi)

Laura Svilpaite (Lituania)

Valentine Sabatou (Francia)

Paula Plichta (Polonia)

 

QUARTA SUDDIVISONE – Prima rotazione (ore 16.00):

Volteggio:

Teja Belak (Slovenia)

Aruna Budda (India)

Roxana Popa (Spagna)

Daria Matveieva (Ucraina)

Noemi Makra (Ungheria)

Pauline Schaefer (Germania)

 

Parallele asimmetriche:

Larisa Iordache (Romania)

Vanessa Ferrari (Italia)

Natsumi Sasada (Giappone)

Elisa Haemmerle (Austria)

Daniele Hypolito (Brasile)

 

Trave:

Toni Williams (Giamaica)

Aliya Mustafina (Russia)

Nancy Taman (Egitto)

Claudia Cummins (Sudafrica)

Elisabeth Black (Canada)

Nicole Mawhinney (Irlanda)

 

Corpo libero:

Nicolette Lim (Singapore)

Ruby Harrodl (Gran Bretagna)

Agnes Suto (Islanda)

Zhanerke Duisek (Kazakhstan)

Matte Hulgaard (Danimarca)

McKayla Maroney (USA)

 

QUARTA SUDDIVISIONE – Seconda rotazione (ore 16.30):

Volteggio:

Ruby Harrold (Gran Bretagna)

Agnes Suto (Islanda)

Zhanerke Duisek (Kazakhstan)

Matte Hulgaard (Danimarca)

McKayla Maroney (USA)

Nicolette Lim (Singapore)

 

Parallele asimmetriche:

Teja Belak (Slovenia)

Dipa Karmakar (India)

Roxana Popa (Spagna)

Daria Matveieva (Ucraina)

Noemi Makra (Ungheria)

Pauline Schaefer (Germania)

 

Trave:

Vanessa Ferrari (Italia)

Natsumi Sasada (Giappone)

Elisa Haemmerle (Austria)

Daniele Hypolito (Brasile)

Larisa Iordache (Romania)

 

Corpo libero:

Aliya Mustafina (Russia)

Claudia Cummins (Sudafrica)

Elisabeth Black (Canada)

Nicole Mawhinney (Irlanda)

Toni Williams (Giamaica)

 

QUARTA SUDDIVISIONE – Terza rotazione (ore 17.00):

Volteggio:

Claudia Cummins (Sudafrica)

Elisabeth Black (Canada)

Nicole Mawhinney (Irlanda)

Toni Williams (Giamaica)

Aliya Mustafina (Russia)

 

Parallele asimmetriche:

Agnes Suto (Islanda)

Zhanerke Duisek (Kazakhstan)

Matte Hulgaard (Danimarca)

McKayla Maroney (USA)

Nicolette Lim (Singapore)

Ruby Harrold (Gran Bretagna)

 

Trave:

Rucha Divekar (India)

Roxana Popa (Spagna)

Daria Matveieva (Ucraina)

Noemi Makra (Ungheria)

Cagla Akyol (Germania)

Teja Belak (Slovenia)

 

Corpo libero:

Vanessa Ferrari (Italia)

Natsumi Sasada (Giappone)

Elisa Haemmerle (Austria)

Larisa Iordache (Romania)

 

QUARTA SUDDIVISIONE – Quarta rotazione (ore 17.30):

Volteggio:
Natsumi Sasada (Giappone)

Elisa Haemmerle (Austria)

Larisa Iordache (Romania)

Vanessa Ferrari (Italia)

 

Parallele asimmetriche:

Claudia Cummins (Sudafrica)

Elisabeth Black (Canada)

Nicole Mawhinney (Irlanda)

Toni Williams (Giamaica)

Aliya Mustafina (Russia)

 

Trave:

Zhanerke Duisek (Kazakhstan)

Matte Hulgaard (Danimarca)

McKayla Maroney (USA)

Nicolette Lim (Singapore)

Ruby Harrold (Gran Bretagna)

Agnes Suto (Islanda)

 

Corpo libero:

Roxana Popa (Spagna)

Daria Matveieva (Ucraina)

Noemi Makra (Ungheria)

Cagla Akyol (Germania)

Teja Belak (Slovenia)

Rucha Divekar (India)

 

 

QUINTA SUDDIVISIONE – Prima rotazione (ore 18.00)

Volteggio:

Yamilet Pena Abreu (Repubblica Dominicana)

Kirsten Beckett (Sudafrca)

Hiu Wong (Hong Kong)

Valentina Rashkova (Bulgaria)

Silvia Colussi (Spagna)

Vasiliki Millousi (Grecia)

 

Parallele asimmetriche:

Giulia Steingruber (Svizzera)

Angelina Kysla (Ucraina)

Ana Martins (Portogallo)

Asuka Teramoto (Giappone)

Chantysha Netteb (Paesi Bassi)

 

Trave:

Jasmin Mader (Austria)

Mathilde Kirk (Danimarca)

Dinoza Abdusalimova (Uzbekistan)

Gaelle Mys (Belgio)

Marta Pihan-Kulesza (Polonia)

Fadwa Mahmoud (Egitto)

Tinna Odinsdottir (Islanda)

 

Corpo libero:

Shaden Wohdan (Qatar)

Sandra Izbasa (Romania)

Rosanna Ojala (Finlandia)

Catalina Escobar (Colombia)

Hannah Whelan (Gran Bretagna)

Victoria Moors (Canada)

Dipa Karmakar (India)

 

QUINTA SUDDIVISIONE – Seconda (rotazione, ore 19.00)

Volteggio.
Rosanna Ojala (Finlandia)

Catalina Escobar (Colombia)

Victoria Moors (Canada)

Dipa Karmakar (India)

Shaden Wohdan (Qatar)

 

Parallele asimmetriche:

Kirsten Beckett (Sudafrca)

Valentina Rashkova (Bulgaria)

Silvia Colussi (Spagna)

Vasiliki Millousi (Grecia)

Yamilet Pena Abreu (Repubblica Dominicana)

 

Trave:

Giulia Steingruber (Svizzera)

Angelina Kysla (Ucraina)

Ana Martins (Portogallo)

Asuka Teramoto (Giappone)

Chantysha Netteb (Paesi Bassi)

 

Corpo libero:

Mathilde Kirk (Danimarca)

Dinoza Abdusalimova (Uzbekistan)

Gaelle Mys (Belgio)

Marta Pihan-Kulesza (Polonia)

Jasmin Mader (Austria)

 

QUINTA SUDDIVISIONE – Terza rotazione (ore 19.30):

Volteggio:

Dinoza Abdusalimova (Uzbekistan)

Gaelle Mys (Belgio)

Marta Pihan-Kulesza (Polonia)

Jasmin Mader (Austria)

Mathilde Kirk (Danimarca)

 

Parallele asimmetriche:

Rosanna Ojala (Finlandia)

Catalina Escobar (Colombia)

Rebecca Downie (Gran Bretagna)

Victoria Moors (Canada)

 

Trave:

Valentina Rashkova (Bulgaria)

Silvia Colussi (Spagna)

Vasiliki Millousi (Grecia)

Yamilet Pena Abreu (Repubblica Dominicana)

Kirsten Beckett (Sudafrica)

 

Corpo libero:

Angelina Kysla (Ucraina)

Ana Martins (Portogallo)

Asuka Teramoto (Giappone)

Chantysha Netteb (Paesi Bassi)

Giulia Steingruber (Svizzera)

 

QUINTA SUDDIVISIONE – Quarta rotazione (ore 20.00).

Volteggio:
Ana Martins (Portogallo)

Asuka Teramoto (Giappone)

Chantysha Netteb (Paesi Bassi)

Giulia Steingruber (Svizzera)

Angelina Kysla (Ucraina)

 

Parallele asimmetriche:

Gaelle Mys (Belgio)

Marta Pihan-Kulesza (Polonia)

Mai Ahmes Saad (Egitto)

Tinna Odinsdottir (Islanda)

Jasmin Mader (Austria)

Mathilde Kirk (Danimarca)

Dinoza Abdusalimova (Uzbekistan)

 

Trave:

Catalina Escobar (Colombia)

Rebecca Downie (Gran Bretagna)

Victoria Moors (Canada)

Dipa Karmakar (India)

Shaden Wohdan (Qatar)

Rosanna Ojala (Finlandia)

 

Trave:

Valentina Rashkova (Bulgaria)

Silvia Colussi (Spagna)

Vasiliki Millousi (Grecia)

Yamilet Pena Abreu (Repubblica Dominicana)

Kirsten Beckett (Sudafrica)

Categorie
Cinema Film Mondo Mondo del Cinema Notizie Notizie dal Mondo

Luca Calvani villain in The Man From U.N.C.L.E. di Guy Ritchie

Dall’Isola dei Famosi ad Hollywood. Il Cinema sa fare anche questo. Luca Calvani, attore che in Italia ha sempre fatto poco o nulla sul grande schermo, sarà il villain di The Man From U.N.C.L.E., atteso nuovo film di Guy Ritchie.

A riportare lo scoop Deadline, per una scelta da parte della Warner che vedrà il nostro Luca confrontarsi con stelle del calibro di Henry Cavill, Armie Hammer, Hugh Grant, Alicia Vikander, Elizabeth Debicki e Jared Harris. Tratto dalla popolare serie televisiva anni 60, Organizzazione UNCLE vedeva due spie, una russa ed una americana, interpretate da Robert Vaughn e David McCallum, far parte di un’organizzazione, la United Network Command for Law and Enforcement per l’appunto, chiamata a contrastare la temibile Technological Hierarchy for the Removal of Undesirables and the Subjugation of Humanity (T.H.R.U.S.H.). Napoleon Solo e Illya Kuryakin i nomi dei due, in lotta contro il male facendo leva sul fascino, l’intelletto e una gamma infinita di gadget.

La sceneggiatura è stata scritta da Ritchie e Wigram, che sono anche i produttori insieme a John Davis (Chronicle) e Steve Clark-Hall (RocknRolla, Sherlock Holmes), con David Dobkin produttore esecutivo. Via alle riprese imminente, con diversi set allestiti nel nostro Paese. Dal 23 al 30 settembre la produzione della pellicola sarà sul Molo Caligoliano, tra la spiaggia antistante ‘Villa Ferretti’, bene confiscato alla camorra, il Castello di Baia e il tunnel di Capo Miseno, tutte location nel territorio del comune di Bacoli. Ma non è finita qui, perché Ritchie si sposterà poi a Pozzuoli. E sarà proprio qui, molto probabilmente, che si farà strada il personaggio di Calvani, un anno fa ‘comparsa’ in To Rome with Love di Roberto Benigni ed ora pronto a sfidare The Lone Ranger e Superman al Cinema.

 

Categorie
Carlotta Ferlito Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Sport nel Mondo Vanessa Ferrari

Ginnastica: Italia, chi va al Mondiale? La squadra del Massucchi?

Sabato è in programma l’ottava edizione del Trofeo Andrea Massucchi, incontro internazionale tra Italia e Germania. A Vigevano, grazie all’evento organizzato da La Costanza, si decideranno le ragazze che vestiranno il body azzurro ai Mondiali di Anversa (30 settembre – 6 ottobre).

 

Ieri pomeriggio il Direttore Tecnico Enrico Casella ha diramato le convocazioni per il test pre-mondiale contro la squadra teutonica (cliccate qui per scoprire le partecipanti) e ha attuato un’operazione “avveniristica”: con sei ragazze ha formato una squadra vera e propria che sfiderà Seitz e compagne; mentre ha lasciato le altre sei libere di fare gara a sé e di competere da individualiste.

 

Dunque si è operata già una scelta netta tra Serie A e Serie B? La formazione iridata uscirà solo dalla squadra anti-tedesca oppure ci sono speranze per le individualiste?

 

Il fatto che Ferrari, Ferlito e Meneghini siano nel primo gruppo potrebbe lasciar pensare che i giochi siano ormai chiusi e che le magnifiche quattro usciranno da questa rosa ristrettissima.

In realtà, però, visto che questi Mondiali non prevedono un concorso a squadre, niente è già definito in partenza. Anzi, può essere che Casella voglia valutare il singolo esercizio di una individualista, magari senza metterle addosso una pressione eccessiva e la responsabilità di dover portare a casa punti per l’Italia (è un’amichevole ma perdere dalla Germania non fa mai bene…).

 

Soprattutto non bisogna mai dimenticarsi che al Mondiale solo tre connazionali potranno salire su un determinato attrezzo e che dunque solo in due potranno fare il concorso generale.

Ad Anversa, dunque, le due ginnaste che non faranno l’all-around non dovranno avere lo stesso attrezzo come cavallo di battaglia.

Sembra dunque palese che dal gruppo delle individualiste si possa pescare il completamento necessario alla formazione che volerà in Belgio. Pensiamo soprattutto ad Adriana Crisci e Arianna Rocca, super esperte del volteggio (e ricordiamoci che l’ingresso in finale, con due salti puliti, non è poi così impossibile…); a Giulia Leni che può giocarsi un po’ per il corpo libero; senza dimenticarci le potenzialità di Buro, Paglia e Praz.

Chiaro che stando così le cose, le specialiste alla trave si trovino un po’ chiusa la strada visto l’alto numero delle papabili, mentre si potrebbe provare a trovare una parallelista e qui gli occhi cadono sulla Gandolfi.

 

Dando dunque per scontata la partecipazione della Ferrari (sempre da valutare il suo stato di salute) tutte le altre si stanno giocando il body fino in fondo, anche se il collegiale ha chiaramente stilato delle gerarchie che il Direttore ha ben delineato nella propria mente.

Staremo a vedere le risposte che arriveranno da Vigevano…