Categorie
Ada Knight Dana Moretti Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Dominatrice di Poteri Gazzetta dell' Universo Melissa Mcarthur

Peter Stark parte 2

Peter Stark non era nervoso visto che sapeva mantere la calma anche nelle situazioni più brutte . Se non sapeva mantenere la calma in queste situazioni non sarebbe stato un fotografo . Peter sapeva che i fotografi professionisti devono stare li sul posto e vedere con i loro occhi cose orribili e spaventose e devono stare li e fotografare tali cose senza far vedere le loro emozioni . Peter era capace di farlo e quindi uscire fuori da Saloon e non far capire che era stato scoperto da Jack fu molto facile . Peter usci fuori dal Saloon senza nessuna ferita e con una faccia normale . Non fece nessuna risata ma solo uno sguardo serio che non faceva capire niente di lui . Peter andò da Nerissa che era dietro al Saloon . Era nel vicolo buoi del Saloon e prese per il braccio Peter . Nerissa lo guardo in modo molto serio e Peter fece lo stesso – dimmi che hai fatto le foto . Peter fece vedere le foto a Nerissa – li dentro ci sono cinque persone che hanno armi molto potenti e sono capaci di curvare il proiettile come fa Jack il Pistolero . Adesso Jack mi vuole rivedere perché vuole capire cosa io ci faccio in città e se sono una tua spia . Se non ci vado lui capisce che ho qualcosa da nascondere . Nerissa utilizzo la sua mano destra per metterlo contro la parete di legno del Saloon – a che ora ci devi andare ? . Nerissa allento un po’ la presa e fece parlare Peter dopo aver preso un po’ di fiato – al tramonto . Nerissa lascio la presa su di lui e poi lo prese per i suoi capelli neri – sia chiaro prova a fare il furbo con me e io non ti strappo solo il cuore ma mi prendo anche il resto del tuo corpo . Sono stata chiara . Ora vai da lui e cerca di guardati le spalle perché io sarò la tua ombra . Tu prova a fare una mossa contro di e nulla ti salverà . Peter aspetto il tramonto e poi andò da Jack dentro al Saloon . Peter vide che qualcuno stava parlando con Jack . Quella persona ero io . Jack sapeva che Nerissa era un demone molto potente e un po’ di aiuto non fa mai male . Peter si avvicino a noi due e io lo vidi . Una volta venuto verso il bancone io mi avvicinai a lui – vedo che ti sei messo in un bel casino . Nerissa è una persona molto pericolosa e anche se hai fatto quello che ti dice lei forse ti uccide lo stesso . Ma io sono qui per salvarti . Ada era li vicino a me e si inizio a bere due pinta di birra come se fosse acqua fresca . Poi scese dallo sgabello e venne verso di me – vuoi dire noi due siamo qui per aiutarlo . Noi mostrammo i nostri distintivi e Peter capì che forse aveva una possibilità di restare vivo e vegeto anche se cercava di uscire dalle grinfie di Nerissa . Peter si venne a sedere vicino a noi – cosa posso fare per uscire dalle grinfie di Nerissa . Quella già due volte ha provato a uccidermi e non voglio che mi uccida . Ci deve essere un modo . Ada sapeva che Nerissa amava i demoni in un certo modo e decise di sfruttare certi suoi agganci . Ada ci guardo tutti – io so che Nerissa è lesbica e che se la fa con un certo demone femmina . Nerissa sta provando a non far uscire fuori questa storia per salvarsi la faccia . Forse se tu la riesci a scattare delle foto mentre loro due fanno quelle cose e poi la mandai a Melissa Mcarthur magari lei ti lascia stare . Era un piano semplice ma doveva trovare un modo per far succedere una cosa del genere . Peter si fidava di noi e del nostro piano ma prima di farlo dovevamo vedere come procedere e cosi Peter Stark non sarebbe stato ucciso da Nerissa . Ma se il nostro piano sarebbe fallito Peter Stark sarebbe stato solo un vago ricordo dentro la mente di noi tutti . Lo dovevamo salvare visto che lui era una parte fondamentale dentro la storia di Dana Moretti . Grazie al suo aiuto Dana Moretti avrebbe avuto una nuova vita e un grande futuro . Ma per il momento tutto non poteva accadere perché Peter Stark era tra la vita e la morta e se il nostro piano non funzionava poteva morire in modo molto brutto e Dana Moretti sarebbe crollata dentro una crisi per non capire cosa fare nella sua vita futura .

Categorie
Demone Demoni Nerissa Peter Stark

Aspetto di Nerissa

images

Nerissa per andare nel bar come una normale persona e bere qualcosa per prendere la sua preda e cosi strapparle il cuore aveva assunto l’ aspetto di una donna di 22 anni . Era giovane , carina , pronta a fare tutto . Una volta in quel corpo le piaceva tutto e pensava di tenersi quel corpo bellissimo . Grazie a quel corpo si era avvicinato a Peter e aveva dato inizio alla sua truffa . Peter non sapeva che stava per essere complice dentro l’ omicidio di un grande uomo di legge noto come Jack Il Pistolero . Nerissa prima di entrare nel bar aveva preso questo aspetto cosi bello e seducente e disse tra se e se – se cosi non prendo nessuna vittima allora non me lo tengo . Ma se riesco a prendere qualche vittima me lo tengo eccome questo corpo . Adesso entriamo e prendiamo il cuore di un uomo di 25 anni . Mi voglio saziare di un corpo giovane perchè questo è quello che vuole questo corpo . Questo mio nuovo corpo sa cosa voglio e sa come lo voglio . Allora andiamo e fermiamo questa fame che è dentro di me e non vede l’ ora di uscire e prendere i cuori di un sacco di persone . Prima di entrare dentro al bar si diede un ultima occhiata – anche se fallisco dopo tutto questo corpo mi piace un sacco e me lo rimango per sempre . Con questo corpo non suscito e cosi nessuno sa che questa dolce 22 anni in realtà è Nerissa .

 

Categorie
Inferno Jack il Pistolero Peter Stark

Aspetto della Pistola di Jack

DoC-Cerberus

Jack il Pistolero era velocissimo con la pistola e sapeva curvare i proiettili . Era davvero molto veloce . Peter lo ha visto con i suoi occhi . Un attimo prima era li che stava provando a fermare l’ omicida di Jenny che era nella terza stanza a destra  e l’ attimo dopo vedeva Jack stava sparando da una parte e poi riusci a curvare il proiettile e l’ uomo cadde a terra e stava morendo dissanguato . Ma Jack fermo l’ emorragia e lo blocco li vicino all’ entrata del Saloon per poi portalo dentro la galera . Peter aveva visto che Jack era un grande con il pistola e se c’ era un uomo di legge come lui allora faceva bene ad essere vivo e vegeto . Jack aveva una pistola molto particolare e molto rara ed era bellissima . Anche senza quell’ arma lui riusciva a curvare . Curvare i proiettili era una mossa che puoi imparare e che puoi usare con qualunque arma . Jack sapeva che non era la pistola ma era lui . Grazie a questo lui sapeva usare la pistola al massimo . Peter sapeva che Nerissa voleva vedere dal vivo la pistola di Jack perchè voleva impugnarla lei . Peter fece una foto pure a quella e poi se ne andò da li .