Categorie
2015 2016 2017 Cinema Film Mondo Notizie Notizie dal Mondo

Alice in Wonderland 2 – Into the Looking Glass: James Bobin alla regia?

Per molti fan della prima ora di Tim Burton, Alice in Wonderland ha segnato la filmografia del regista. In negativo. Venduta l’anima alla Disney, Tim ha dato vita ad un film ancora oggi estremamente criticato, ma in grado di incassare 1,024,299,904 dollari in tutto il mondo. Una quantità impressionante di denaro, che ha lanciato il filone ‘fiabe live action al cinema’ e spinto la major ad ideare un clamoroso sequel.

Alice in Wonderland avrà infatti un capitolo 2, ma senza Burton al timone. Variety riporta infatti che James Bobin, regista del primo film dei Muppet e del sequel in arrivo, The Muppets… Again!, sarebbe in trattative per dirigere il ritorno di Alice in sala, attualmente intitolato Into the Looking Glass.

Ad occuparsi dello script, ancora una volta, Linda Woolverton, mentre in cabina di produzione ritroveranno spazio Joe Roth, Suzanne Todd e Jennifer Todd. Dopo Il Grande e Potente Oz, e in attesa di “Maleficent,” “Cinderella,” “Peter and the Starcatchers” e “Magic Kingdom”, la Disney torna così a toccare con mano l’Universo fiabesco, prendendo probabilmente a piene mani daAttraverso lo specchio e quel che Alice vi trovò, scritto da Lewis Carroll nel 1871 e già ‘fonte’ di materiale per l’Alice in Wonderland di Burton.

Per Bobin, in passato, c’è stato anche la serie televisiva dal taglio musicale Flight of the Conchords, prima di fare il suo esordio al cinema con i Muppet. Per quanto riguarda il cast della pellicola, ovviamente, nessuno sa chi tornerà, anche se tra Johnny Depp, Mia Wasikowska, Anne Hathaway, Helena Bonham Carter e Crispin Glover, la più scontata e portata al ritorno, quasi obbligatoriamente, sarà ovviamente Mia.

 

Categorie
2013 Cinema Film Foto Mondi Fantastici Mondo Notizie Notizie dal Mondo

Film 2013-2014: Tom Cruise nello sci-fi Yukikaze – David Koepp per Brilliance – American Hustle per David O. Russell

Yukikaze: prima Oblivion, poi All You Need Is Kill ed ora Yukikaze. Risorgere a 50 anni scoprendosi un divo della fantascienza. Momento d’oro per Tom Cruise, che a detta dell’Hollywood Reporter è stato appena imbarcato dalla Warner Bros. per prendere parte al progetto Yukikaze, libro di Chohei Kambayashi già diventato anime ed ora pronto a diventare cinema. Una sorta di Top Gun fantascientifico, con una forza aliena che attacca la Terra attraverso un passaggio passaggio iperdimensionale improvvisamente apparso sul continente Antartico. Alla FaF, neonata forza di combattimento creata per andare sul Pianeta alieno ed eliminare gli invasori una volta per tutte, il compito di terminare la battaglia. Rei Fukai, sottotenente chiamato a svolgere le sue missioni nei cieli sopra il Pianeta alieno chiamato ‘Fata’, deve raccogliere informazioni sul nemico continuamente. Il suo unico compagno di avventure è il suo aereo da caccia, chiamato Yukikaze.

– Brilliance: la Legendary Pictures ha incaricato David Koepp di sceneggiare Brilliance, romanzo sci-fi di Marcus Sakey. Ancora inedito, il libro supereroistico uscirà il 16 luglio. Joe Roth e Palak Patel, freschi del boom de Il Grande e Potente Oz, si occuperanno della produzione al fianco di Alex Hedlund. La trama? Questa: “Nel Wyoming una bambina legge i più oscuri segreti delle persone dal modo in cui incrociano le braccia; a New York un sensitivo rastrella 300 miliardi di dollari in borsa; a Chicago una donna può diventare invisibile. Si chiamano “brilliants” e dal 1980 l’1% delle persone sono nate con queste caratteristiche. Nick Cooper è uno di loro, è un agente federale. Il suo ultimo obiettivo? Catturare l’uomo più pericoloso al mondo, ovvero un ‘brilliant’ intriso di sangue e intento a provocare una guerra civile. Ma per prenderlo, Cooper dovrà violare tutto ciò in cui crede, e tradire la sua stessa specie“. Tra i tanti script partoriti da David Koepp spiccano Angeli e demoni, l’imminente Rush, Indiana Jones e il regno del teschio di cristallo, La Guerra dei Mondi, Spider-Man, Mission: Impossible, Panic Room, Jurassic Park, La Morte ti fa Bella e Carlito’s Way. Praticamente di tutto di più.

– Crash Bandits: finito in galera per un anno, John McTiernan ha perso un treno chiamato Crash Bandits. In sostituzione del regista la Nu Image/Millennium ha infatti ingaggiato Rob Cohen, regista di XXX, The Fast and the Furious e La Mummia: la Tomba dell’Imperatore Dragone. Inizialmente sceneggiato da Michael Stokes, il film verrà ora riscritto dallo stesso Cohen, mentre Hayden Christensen, inizialmente legato al progetto, si è dissolto nel momento stesso in cui McTiernan ha dovuto abbandonare il progetto per varcare le soglie della galera. Al centro della trama la rivalità tra due cacciatori di tesori, specializzati nel saccheggiare aerei precipitati chissà dove. Nel cercare uno di questi, in Amazzonia, si ritroveranno ovviamente l’uno contro l’altro.

– American Hustle: finalmente abbiamo un nome. Pronto a fare incetta di Premi Oscar anche il prossimo anno, è già tornato sul set della sua nuova fatica, che vede nel cast Christian Bale, Bradley Cooper, Jeremy Renner, Amy Adams, Louis C.K., Jennifer Lawrence, Alessandro Nivola, Elisabeth Rohm, Dawn Olivieri, Jack Huston, Michael Pena e Robert De Niro. Un tempo conosciuto come American Bullshit, il film ha finalmente trovato un titolo ufficiale, ovvero American Hustle. Ispirata a fatti realmente accaduti, la pellicola è stata sceneggiata dallo stesso Russell in coppia con Eric Warren Singer. Al centro della trama un’artista delle truffe costretto a lavorare con la sua amata e un agente federale, per vendicarsi di truffatori, politici e delinquenti. Tutto ciò nasce dalla cosiddetta ‘operazione Abscam’, condotta sotto copertura dall’United States Federal Bureau of Investigation (FBI) e portata avanti dalla sede dell’BI di Hauppauge, Long Island, tra la fine degli anni ‘70 e inizio anni ‘80. Un’operazione che inizialmente aveva come obiettivo il traffico di merce rubata, per poi trasformarsi in un’investigazione sulla corruzione pubblica. Un’investigazione che portò alla condanna di un senatore degli Stati Uniti, di 5 membri della Camera dei Rappresentanti, di un membro del Senato del New Jersey, di membri del consiglio cittadino di Philadelphia e di un ispettore del Servizio di Immigrazione e Naturalizzazione.