Categorie
Daniel Saintcall Demone Demoni Dominatore di Poteri Inferno Kara King

Kara King

guerriera2oa7

Io e Kara eravamo in questa grande villa e prima di renderla un quartier generale dove fare piani e cercare di uccidere demoni che vogliono arrivare sulla Terra e cosi uccidere le persone che li hanno uccisi e fatti finire qui . Noi eravamo dentro e dovevamo esplorare il posto . Prima di andare in avanti io e Kara eravamo nella cucina – allora prima di iniziare a fare progetti dobbiamo vedere se qui dentro ci sono demoni . Se ci sono li uccidiamo e cosi il posto diventa definitivamente nostro . Kara era d’ accordo . Adesso non voleva più essere una vittima dei demoni ma voleva essere forte , dura e pronta a uccidere i demoni . Kara aveva visto che con i demoni non ci si poteva comportare in modo pacifico . Adesso che aveva questo costume e questa nuova forza decise di uccidere tutti i demoni . Kara era seduta su una sedia con le gambe uno sopra l’ altra – hai ragione . Questo posto deve essere vuoto e cosi solo possiamo dire che è nostro . Uscimmo dalla cucina ed esplorammo la villa da cima a fondo nel cercare demoni minori o demoni forti che hanno deciso di rendere questa casa un posto unico e diabolico per lui .

 

Categorie
Crinale Infernale Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Inferno Kara King

Aspetto della Villa abitata da me e da Kara

auvergne-francia

Io e Kara cercavamo un rifugio sicuro non per me ma per lei ma lo cercavamo anche per un altro motivo e sarebbe a dire farlo diventare casa sua . Kara aveva paura di non farcela contro questi demoni ma io so che poteva farcela . Lei ci doveva solo credere e aveva solo bisogno di aiuto e lei era capace di fare tutto anche uccidere demoni che la vogliono uccidere . Una volta arrivati in questo posto io guardai Kara era vedeva la casa stupita – questo sarà il nostro rifugio . Questo posto lo trasformeremo ma cima a fondo e cosi diventerà il tuo campo base . Qui sarà il posto in cui se hai bisogno di un arma per uccidere o per difenderti qui la puoi trovare . Kara inizio a vedere il posto – si mi piace e come dici tu voglio che sia il mio quartier generale – Questo è spaventoso e mette paura a tutti . Una volta saliti al terzo piano vedemmo da una finestra che da qui si poteva vedere tutto e anche il Crinale Infernale . Eravamo li vicini alle finestre – questo è il posto perfetto per vedere se dal Crinale Infernale si sta per aprire un portale oppure no . Io e Kara adesso lo dovevamo solo rendere utile ai nostri scopi . Avevamo molto lavoro da fare . Prima dovevamo vedere se li dentro c’ erano demoni e poi rendere questa casa abitabile e un quartier generale per Kara e anche per me .

 

 

Categorie
Daniel Saintcall Demone Demoni Dominatore di Poteri Il Seppellitore Inferno Kara King

Il Seppellitore

guerriera2oa7

Il Seppellitore aveva visto nella sua vita un sacco di persone e tutte erano inutili o delle persone che dovevano morire . Ma quando vide Kara King non lo pensava per lei . Quando la prese e la porto vicino alla sua tana decise di fare una cosa per lei . Si mise li a fare un costume per lei . Prese le sue misure e inizio a farlo . Kara era li a dormire e nessuno si mosse da li . Nessuno si mosse per uccidere Kara King quando era li . Tutti sapevano chi era il Seppellitore e non lo sfidarono perchè avevano paura della sua vendetta e della sua rabbia ma anche di quella del suo drago . Il Seppellitore vedeva che Kara aveva un aspetto orribile . Aveva la maglietta strappata e si fece il seno nudo . I pantaloni erano strappati e poi il suo viso era tutto sporco di sangue perchè un demone le aveva detto di fare sesso con lui , ma Kara si rifugio e questo gli spacco quasi la faccia e poi le scappo e li incontro quel demone contro cui uso la sfera di fuoco  . Il Seppellitore aveva toccato il nome di Kara sulla sua lista e da li aveva visto che il futuro di Kara sarebbe cambiato . Lei sarebbe divenuta il faro della speranza per le persone che si vogliono ribellare ai soprusi dei demoni . Il Seppellitore decise di aiutare Kara nel dare inizio a questo nuovo destino . Kara dormiva profondamente e lui la lascio dormire vicino a lui . Li distanziano sette metri e lui non fece nulla . Decise di stare li e fare il costume per lei . Prima di curare Kara e prendersi cura di lei prese la sua spada e fece una linea . Poi dissi a tutti i demoni – provate a toccare Kara con un solo dito e qui ci sarà la vostra testa mozzata . Kara fino a quando era li con lui era al sicuro da tutti i demoni . Nessun demone voleva avere la testa mozzata e non voleva nemmeno morire per mano di un drago che sputava fuoco e che sopratutto era agli ordini del Seppellitore .

 

Categorie
Daniel Saintcall Demone Dominatore di Poteri Inferno Kara King

Kara King

guerriera2oa7

Kara King prima di essere una grande guerriera pronta a battersi per i più deboli e per gli innocenti , lei era mezza nuda e a stento aveva una maglietta . Un giorno era in difficoltà con un demone e decise di combattere e riusci a lanciare una palla di fuoco contro di lui lo uccise in un sol colpo . Il Seppellitore vide la scena e prese Kara visto che era svenuta . Una volta presa vide la sua taglia e i suoi vestiti e decise di fargli quel costume rosso fuoco . Kara si sveglio dopo un ora e accanto a lei vide un costume rosso molto bello e li vicino c’ era una spada . Kara vide il Seppellitore – grazie amico mio . Ho ucciso un demone e poi sono svenuta . Il Seppellitore era li e vedeva chi doveva morire dalla sua lista e non era Kara – si l’ ho visto tesoro . Ti ho fatto un costume e ti ho dato una spada . Cerca di usarli al meglio . Servono a te visto che ho visto il tuo futuro . Io non ti posso dire quello che ho visto . Lo devi far avverare tu il tuo futuro . Ma ti posso dire che sarà un futuro felice se lo fai avverare . Kara entrò nella grotta e se lo mise e gli stava perfettamente . Il Seppellitore la vide con quel costume addosso e con quella spada – stai benissimo . Adesso però torna dal tuo amico . Per essere una grande guerriera e vivere qui dentro devi seguire le sue direttive . Lui sa cosa fare e sa come farti restare viva qui dentro . Kara torno e io la vidi con quel costume e con quella spada – stai benissimo . Adesso che hai un completo possiamo iniziare a fare tutto il tuo addestramento .

 

 

Categorie
Daniel Saintcall Demone Demoni Dominatore di Poteri Inferno Kara King

Aspetto di Kara King

guerriera2oa7

Kara King quando era arrivata qui all’ inferno era un gattino spaventato che non sapeva a chi chiedere aiuto per diventare una persona forte e cosi essere rispettata da tutti . Grazie a me e grazie al Seppellitore lei è divenuta una persona forte , in gamba . Cioè una vera guerriera che adesso sa sempre cosa fare e sa come cacciare una preda per giorni interi . Adesso lei sa usare i suoi poteri da demoni . Uno tra quali è il fuoco ma lo deve ancora imparare a usare molto bene . Una tra le varie cose che sa fare e rendere la sua spada calda come il fuoco che arde li dentro . L’ inferno è un posto molto caldo e bollente e solo le persone che sanno resistere a tali genere di temperature possono restare qui qua dentro . Kara adesso è una grande guerriera e non vede l’ ora di uscire dall’ inferno ma dopo una lunga decisione ha deciso di non farlo . Ha deciso di essere la persona che impedisce ai demoni di uscire da li dentro . Lei è un demone buono che cerca di fermare mostri che possono uccidere altre persone . Nel senso se devi uccidere qualcuno prima devi uccidere me e poi uccidi le persone della Terra .  Io sono Kara King la guerriera che del fuoco .

 

Categorie
Crinale Infernale Daniel Saintcall Demone Demoni Dominatore di Poteri Erin Stuart Foto Inferno Kara King Welma Stuart

Roak prende il corpo di Erin Stuart

fantasy_demone_di_fuoco

Roak ci aveva provato un sacco di volte di uscire dall’ inferno e se non ci era riuscito era opera mia e di Kara King . Io per molto tempo avevo allenato Kara King ed era divenuta molto brava e in gamba con qualunque arma . Il nostro prossimo obbiettivo era un demone di nome Roak . Era un demone di fuoco e abbastanza potente . Io e Kara eravamo vicino al Crinale Infernale e lo vedemmo fare la sua grande minaccia contro David Jacob Black . Io prima di andare all’ attacco guardai Kara – stiamo attenti lui è molto potente e quindi niente imprudenze . Kara lo sapeva che non doveva fare eroismi oppure sarebbe morta per sempre o se sarebbe stata presa quel demone si sarebbe divertita a ucciderla in un modo molto sadico . Cioè avrebbe preso la tua arma , l’ avrebbe resa incandescente e poi te la metteva su ogni parte del corpo e tutto per farti cantare un piccolo uccellino e solo se parlavi la tua tortura sarebbe finita . Molte persone sono andate sotto la tortura e tutti perché volevano uccidere per proprio conto o per vendetta . Ma nessuno ci riusci . Io presi la mia lunga spada dal fodero e andai contro di lui e Kara prese la sua spada e mi segui passo dopo passo . I nostri passi erano lenti , calmi e decisi e tutto per non fare rumore . Il minimo rumore e Roak si sarebbe accorto di noi . Roak era li e non vedeva l’ ora di uccidere con le sue mani David la guardia del Centro Commerciale di Milano . Lo voleva uccidere perché lui lo aveva fatto finire in quel modo e e li dentro . Io e Kara eravamo molto vicini a lui , mancavano pochi metri . Roak si giro e lancio una palla di fuoco contro di me . Io la presi la fermai tra le mie mani e la feci scomparire come se nulla . Roak non ci aveva messo troppa forza – la prossima sarà più forte e cosi me ne andrò da qui . Mi voglio vendicare e nessuno dei due mi fermerà . Roak sapeva che tra poco si sarebbe aperto un portale li al Crinale Infernale . Non aveva scelto il luogo per caso ma lo aveva scelto per andare via da quel luogo con il portale che era diretto verso Milano e si sarebbe aperto tra cinque minuti esatti . Roak lancio una sfera di fuoco molto forte contro Kara ma lei uso la sua spada per contenere le fiamme e poi la rimando a Roak . Io decisi di sfruttare la situazione per colpirlo con la mia spada . Roak vide i nostri colpi e fece un muro di fuoco e fiamme davanti a lui e lo fece diventare un vero muro contro i nostri attacchi . Io distrussi il muro con il potere dell’ acqua e si distrusse in molti pezzi e Roak non ci credeva . Alla fine decise di prendere Kara per i capelli in modo molto forte che lei emise un grido disumano che si senti in tutto l’ inferno e tutti i demone erano felici di sentire le grida di una vittima . Per tenermi occupato uso la mano che teneva i capelli di Kara per bruciarli e poi la butto verso di me con un calcio alla sua schiena . Io le spensi il fuoco che usciva dai suoi capelli e poi vedemmo che Roak creo un muro di fuoco che era più resistente del primo . Io e Kara lo avevamo sottovalutato e adesso era sulla Terra e noi non potevamo andare li perché il portale si era chiuso subito dopo . Roak adesso era sulla Terra e scelse un aspetto che non faceva capire alla sua vittima che era in pericolo . Prese l’ aspetto di Erin Stuart la sorellina di Welma . Roak da quando era all’ inferno aveva progettato questo piano dal suo primo modo di scappare dall’ inferno . Una volta entrato nel corpo di Erin lui inizio a capire come liberarsi di questa sorella maggiore che rompeva le scatole per ogni minima cosa . Doveva trovare un modo per andare a Milano e senza averle tra le scatole .

Categorie
Detective Emily Brown Francesca Francesco Russo Kara King Laura Russo Mara Russo Marina Melissa Mcarthur Morgana Tamara

Melissa Mcarthur parte 6

Kara King si era svegliata verso le 6 , si fece una bella doccia calda e poi una volta vestita e fatta una buona colazione si mise subito al lavoro . Kara prese una borsa e ci mise tutto l’ occorrente che le poteva servire per quel lavoro , era davvero molto importante se gli Osservatori erano venuti da lei per fare questa cosa significava che era davvero molto importante e se mandava a monte questo lavoro gli Osservatori non si sarebbero più fidata di lei quindi se non avesse salvato Melissa Mcarthur non avrebbe perso solo il suo lavoro ma anche la sua vita . Usci da camera sua e poi si mise subito a cercare Melissa Mcarthur e la trovo nel suo appartamento e la prima cosa che fece fu fare una foto di lei e seguirla e cercare di capire la sua giornata quotidiana . Per Emily Brown e per il suo nuovo amico noto come Il Cavaliere Nero potevano attaccare in ogni momento della giornata e a loro non importava se era pronto o no .L’ unica cosa che Emily Brown voleva era vederla morta e questo per il Cavaliere Nero era l’ unica cosa importante , da lei traeva forza e rabbia e viceversa . Emily Brown era molto cambiata da quando lei era passata con il Cavaliere Nero , aveva tolto tutti dalla sua vita per fare spazio unicamente all’ eliminazione di Melissa Mcarthur . Kara inizio a seguire Melissa nel suo Dipartimento e li dovette fare finta di niente per quello che è successo a casa sua . Quello che era successo a casa sua era orribile e nessuno ci poteva fare niente e sopratutto lei non ne poteva parlare con nessuno perché quello che è successo li è orribile e se qualcuno lo sapesse lei non avrebbe più una vita e per questo non disse niente nemmeno a Laura la sua migliore amica e patologa forense . Poi si mise alla sua scrivania e penso alla visione che ieri aveva avuto e si stava chiedendo sarò uscita pazza oppure no , lo devo scoprire . Andò a scuola dove era stata rapita Francesca Russo questa piccola ragazzina di 9 anni , Melissa prese la foto dalla sua giacca rossa e disse – questo piccolo angioletto e stata rapita davanti a tutte le persone e sicuramente nessuno mi vorrà dire molto . Kara che era vicino a Melissa vide la foto e poi chiamo Settembre il capo degli Osservatori – Vorrei sapere informazioni su una ragazzina di 9 anni nota come Francesca Russo e non voglio altre domande o altro . Voglio tutte le informazioni oppure lascio il caso e questa cosa ve la dovete sbrigare voi sono stata chiara . Settembre alla fine decise di dire a Kara tutto quello che che sapeva su Francesca Russo e disse – grazie adesso so come procedere . Grazie alle informazioni e grazie a un piano ben congegnato Kara fece un piano per far sapere a Melissa Mcarthur l’ubicazione dei criminali e della ragazzina . Il piano di Kara era fare questo cioè andare li nel Dipartimento di Polizia dove lavorava Melissa , entrare li e dire che sapeva dove trovare i criminali che avevano portato Francesca Russo , quali armi avevano e chi erano le persone che avevano fatto tale cosa e sopratutto perché . Melissa era li nella scuola dove Francesca era stata rapita ma come sapeva prima di entrare li dentro e interrogare gli amici di Francesca nessuno aveva visto con certezza le due persone che si erano spacciate per amici di Francesco e Mara Russo . Come dare torto ai bambini loro volevano solo tornare a casa e l’ andata via di Francesca con i suoi rapitori è stata rapida e cosi nessuna li ha potuta vedere in volto e nessuno ha potuto dire qualche particolare . Melissa Mcarthur per quel caso era nel buoi più totale , era in un baratro vuoto senza avere niente . Kara invece era a casa sua e stava li a fare in modo che la sua storia fosse la più credibile possibile . Kara doveva dare tutte le risposte giuste e non doveva vacillare per nessun motivo , se falliva nel fare il finto testimone non era in gioco la sua vita ma quella di una ragazzina di 9 anni che era spaventata a morte e nessuno le diceva cosa succedeva e lei visto che è piccola non capisce ma non è colpa ma colpa di suo padre e di sua madre . Francesco e Mara erano due criminali che negli anni avevano fatto affari con gente molto pericolosa , negli anni avevano deciso di smettere di fare questa vita pericolosa sopratutto perché un giorno Mara diede la notizia più bella al mondo che lei era incinta . Francesco fu molto felice e alla fine smisero questa vita e iniziarono a vivere come delle normali persona . Francesco e Mara alla fine decisero di andare al Dipartimento di Polizia e disse a Melissa Mcarthur – ci arresti , noi due abbiamo fatto del male a moltissime persone e per colpa nostra che Francesca è in pericolo . Melissa prese le manette arresto Francesco e Mara e li separo , uno fu portato in una camera di interrogatorio e sua moglie in un altra . Confessarono tutto quello che avevano fatto , Melissa chiese molto cose a Francesco e poi fece una domande – Perché vi siete fatti arrestare ? . Francesco anche se le mani incatenate si mise la mano sul cuore e disse – io e mia moglie ci siamo costituiti per salvare nostra figlia . Noi due vi daremo i nomi di tutti i nostri nemici e insieme vi aiutiamo a cercare di capire chi ha preso nostra figlia . L’ elenco che Melissa fece insieme a Melissa era lunghissimo e quello era il numero dei nemici , controllarli tutti sarebbe stata un impresa e ci sarebbe voluto davvero molto tempo e il tempo era una cosa che Francesca non aveva . Se quelli che avevano preso Francesca erano loro nemici se non si muovevano in fretta chissà cosa avrebbero fatto a Francesca . Kara grazie all’ aiuto degli Osservatori che l’ avevano portata li e le facevano vedere tutta la scena e cosi capì chi erano i nemici , che armi avevano e dove erano e che Francesca era viva e vegeta . I tre uomini erano ben armati con Ak 47 ed erano pronti a utilizzarli contro chiunque si muovesse . Il loro capo era una donna ed era un ex militare il suo nome era Morgana , nessuno sapeva il suo cognome lo aveva perso e non se lo ricordava più e non lo voleva riavere . Le altre persone che erano con lei ed erano pure loro ex militari ben addestrate e pronte a uccidere Francesco e Mara per quello che gli avevano fatto . I loro nomi erano Marina e l’ altra era Tamara , solo con i nomi si chiamavano e non voleva essere chiamate per cognome in nessun modo , loro tre erano amiche da sempre e prima di andare nel servizio militare loro erano state in una casa famiglia con una madre che era un mostro e esigeva da loro il suo rispetto e se non lo facevano lei gli spezzava le mani . Il servizio militare per loro fu come un modo per fuggire da quell’ inferno noto come “ Casa “ . Durante i loro anni loro divennero delle mercenarie e fecero affari con Francesco e Mara Russo , fecero affari con loro per molto tempo ma un colpo fini male . Loro finirono dentro e Francesco e Mara Russo se ne andarono via come piccioni con 50 mila , quei soldi erano stati utilizzati per avere una nuova vita e fare in modo che Francesca non nascesse in queste cose bruttissime come avevano fatto loro . Stavano provando a cambiare i futuro questo caso era divenuto molto di più e Melissa non lo voleva abbandonare in nessun modo . Kara alla fine era pronta e decise di andare li e disse – Ho informazioni molto importanti nel caso di Francesca Russo . La poliziotta fece venire Melissa e cosi Kara inizio a dire a Melissa tutto quello che sapeva per intervenire li dentro e cosi sconfiggere Morgana , Martina e Tamara . Mandarono li tutte le unita disponibili e chiamarono le forze speciale e furono loro ad intervenire ed a mettere fuori gioco queste tre mercenarie che chissà cosa avevano fatto nella loro vita . Spesso chi decidi di essere dipende dai propri genitori e purtroppo in rari casi le persone che pensano di essere diverse da chi è stato violento con loro non è cosi e diventano esattamente come loro . Laura visito la bambina e vide che era sana e salva e non le avevano torto un capello e Morgana disse alla Dottoressa Laura – saremo pure delle criminali ma noi non avremo mai alzato le mani contro una bambina , noi volevamo solo uccidere i suoi genitori e non uccidere Francesca . Laura vide che la bambina aveva mangiato , bevuto e loro l’ aveva trattata con una umanità incredibile . Melissa era felice di sapere che Francesca era sana e salva e questo dovette ringraziare Kara King che non doveva intervenire in questo modo ma spesso ma uno pensa di sapere troppo l’ universo cambia e spesso quello che noi avevamo deciso di fare non lo possiamo più fare e noi dobbiamo cambiare i nostri piani . Ma anche se il piano di Kara non era questo lei in un modo o nell’ altro aveva salvato una ragazzina ma adesso doveva stare attenta perché Emily Brown e Il Cavaliere Nero avrebbero attaccato in ogni momento e ogni secondo e Kara non doveva perdere tempo e salvare subito Melissa da questa minaccia perché loro avrebbero utilizzato tutto per fare quello che avevano in mente e neanche se uno si metteva davanti a loro non si sarebbero fermati anzi uccidevano pure chi era davanti al loro obbiettivo . Francesca con calma e pazienza ci chiese se poteva vedere i suoi genitori , Melissa lo fece e tolse a loro le manette per fare in modo che Francesca non li vedesse cosi e poi loro due spiegarono la situazione cioè che lei non li avrebbe potuto vedere per molto tempo e poi Mara chiese a Melissa – devi trovare una famiglia per Francesca ,una buona e senza che come noi abbia una relazione con il crimine , lei deve essere al sicuro e noi l’ abbiamo messa solo in pericolo . Facci solo questo favore e la nostra ultima cosa che dobbiamo fare prima di andare in prigione e non poter mai più vedere il vostro della nostra amata Francesca .Melissa alla fine disse – certo , se questa è la vostra ultima richiesta allora provo a fare di tutto per Francesca e se non ci riesco la adotto io stesso e le cerco di dare un futuro io stesso . Sentire quelle parole fu un sollievo per Francesco e Mara Russo , ma adesso sapevano che sulla loro figlia c’ era una persona buona e gentile e sopratutto una persona che avrebbe dato a Francesca un nuovo futuro e senza essere legato al mondo del crimine .

 

Categorie
Angela Neri Daniel Saintcall Demoni Inferno Kira King Osservatore Osservatori Settembre

Kira King

Kara King 18 anni era morta pochi giorni dopo il suo compleanno per colpa di una sparatoria , lei non era una brava ragazza ,lei era cattiva e quando è morta perché è stata uccisa mentre stava facendo una rapina in un piccolo negozio . Come vi ho detto quando fino all’ inferno nessuno ci andò leggero con lei neanche Angela Neri , sopratutto lei l’ aveva trattata di merda come una puttana . Kira aveva fatto quella rapina ma non aveva ucciso nessuno , lei voleva solo rapinare il negozio e andarsene prendere i soldi e andarsene non pensava che lei sarebbe stata uccisa quel giorno . Lei quel giorno si era svegliata verso le 6 e poi faceva colazione e poi andò a scuola . Ma invece lei la scuola non ci andava da parecchi giorni e stava programmando quel colpo per molto tempo e alla fine decise di farlo . Entro li dentro un passamontagna e punto la pistola e arrabbia disse al cassiere – dammi tutti i soldi , muoviti . Il Cassiere gli diede tutti i soldi e li mise in una busta , proprio in quel momento entrò un poliziotto inesperto e sparò alla ragazza al cuore . Un minuto ii colpo andò dritto nel cuore e cinque secondi il suo cuore si era fermato di colpo . Il Poliziotto chiamo un ambulanza ma oramai non serviva più a niente , era morta e nessuno poteva farci niente e Kira per colpa di questa bravata andò a finire all’ inferno . Perché questo non era il suo primo colpo era il sesto negozio che aveva svaligiato e non ci poteva credere che a fare i furti era stata una ragazzina di 17 e aveva la stessa età di sua figlia . Kira ora mai era nell’ inferno e ci doveva restare e mentre cercava di capire come pensare come adattarsi a quella nuova vita infernale che da li a poco sarebbe iniziato . Io la guardavo da lontano e chiesi a Settembre – fammela aiutare sarà pure un demone ma per il momento non vuole far del male a nessuno . Se la aiuto la posso far diventare un angelo , fammi provare . Settembre mi guardo e disse – non se ne parla . Stai parlando di un demone e poi hai visto dove stiamo . All’ Inferno in un covo di demoni , qui ci sono demoni ovunque e tu vuoi aiutare uno di loro tu devi essere impazzito . Io dissi a lui – sarò pure pazzo come dici tu ma se ho una possibilità di aiutarla e trasformarla in qualcosa di buono , fammi provare . Settembre mi guardò e disse – no e fine della questione , solo perché Settembre mi aveva detto no io avrei aiutato quel demone in un modo o nell’ altro . Io guardai Settembre e gli dissi – se vuoi tu vattene , io rimango e la aiuto , poi lui mi disse – tu sei troppo testardo e troppo pazzo . Ci pensò un attimo e disse – va bene provaci ma al primo problema te ne vai . Sono stato chiaro , se vedi un problema te ne vai e non ci torni più ad aiutare quel demone – Settembre mi stava avvisando e poi mi diede il suo numero e disse – se ci sono problemi chiama e stai attento qui ci sono numerosi demoni .

Categorie
Kara King Melissa Mcarthur Mondo Osservatore Osservatori Settembre

Melissa Mcarthur parte 5

Kara King era una donna normale come tutti , andava al lavoro e faceva tutto quello che le altre persone fanno in casa . Tutti vedevano Kara King per la sua vera natura sicuramente questo e poco ma sicuro che morirebbero di paura del suo vero aspetto . Il suo vero aspetto e veramente molto butto e terribile , ma per lo più lei preferisce stare con il suo corpo umano , per un motivo valido cioè se prima l’ avrebbero vista cosi e poi trasformarsi in un mostro pronta a uccidere nel modo più credule la sua vittima era per lei fonte di piacere e goduria . Quando stava per uccidere dentro di lei scattava quella adrenalina che gli permetteva di uccidere senza nessuna pietà . Kara aveva avuto nel moltissimo tempo che era stata nel nostro mondo parecchi corpi , ma non solo di donne molto sexy e belle ma anche di demoni . Alcune volte non uccideva ma altre volte invece non ce la faceva proprio e doveva fermare la fame che alcune volte gli veniva dentro il suo corpo . Se non la fermava lei poteva morire , il primo sintomo della fame era il sudore . Tutto il suo corpo iniziava a sudare come se fosse in una sauna , poi parte una cosa molto brutta ai suoi occhi cioè iniziano a piangere sangue e poi l’ ultimo stadio erano le dolore fitte allo stomaco ma non solo quello ma anche un dolore molto forte alla testa e poi con calma tutto il corpo . Questo evento può succedere tre mesi all’ anno ma in rari casi molto particolari può capitare in ogni momento , anche nei momenti più spiacevoli o delicati che siano . Kara King poteva cambiare aspetto perché lei è una muta-forme , ha cambiato talmente tanti corpi che non si ricorda neanche più quale è il suo vero aspetto . Il modo di uccidere di Kara era unico e molto particolare , come uccideva lei non lo faceva nessuno . Lei nel modo di uccidere voleva essere unica e non essere imitata da nessuna , ma sopratutto lei aveva un metodo per fare in modo che quando usciva da luogo , lei poteva uscire da luogo senza aver lasciato tracce di sangue né sul bel corpo né sulle pareti . A casa sua si era messa molto di impegno e molta concentrazione per trovare il modo giusto per essere bella e dimenticabile , non essere osservata da nessuna mentre usciva dal bagno , li dove uccideva le sue vittime . Le vittime che lei sceglieva erano tra i 18 e i 25 anni , molto carine e belle , prede facili per obbiettivi facili , invece quelle più giovani di 15 o 16 anni le lasciava stare erano piccole e avevano ancora tutta la vita davanti . Il metodo che aveva scelto per uccidere le sue vittime era cosi , prima aspettava che la vittima entrasse in bagno aspettava che erano da soli li . Poi chiudeva a chiave la porta del bagno e fare in modo che la sua vittima non usciva da li , fino a quando la vittima non usciva da li lei poteva ucciderla , se invece usciva da li lei aveva le mani legate . Una volta che lei aveva chiuso la porta del bagno , loro due erano in una dimensione infernale , Kara né aveva fatta una apposta per quando doveva uccidere , cosi anche se la vittima cercava di scappare oppure cercava di urlare , era totalmente inutile perché li nessuno l’ avrebbe aiutata visto che lei non c’ era nessuno che poteva farlo . Chiudeva la porta del bagno e poi faceva una cosa che la vittima si aspetta cioè la bacia e poi con quel bacio scatta una cosa , cioè una passione infrenabile . Questo bacio che lei da sia agli uomini più belli e alle donne più belle non è solo un modo per togliere a loro tutte le energia nel loro corpo e sopratutto quello è il modo giusto e senza essere troppo violenta per prendere l’ aspetto della persona che vuole . Prima il bacio che inizia provoca nella vittima una cosa che impedisce alla vittima di smettere di baciarla Kara . Poi dalle labbra carnose di Kara inizia a prendere tutta l’ energia della vittima , lei vuole che la persona che vuole uccidere sia inerme e senza difese e senza nessuna forza per poter reagire a tutto quello che Kara vuole fare . Dopo che lei chiudeva la porta a chiave quel posto si trasforma completamente e tra le varie cose c’ e un inceneritore , il modo giusto e più facile per uccidere le persone e senza lasciare tracce . Una volta che Kara aveva preso il suo aspetto e la loro energia del loro corpo , per completare il processo di possessione del loro corpo era mangiare il loro cuore quando lei era ancora viva . Se lo faceva quando la vittima era morta lei non poteva fare niente , il processo si nullificava e poi lei moriva ma in un modo normale cioè diventare in cenere , anzi tutto il corpo bruciava e poi lei diventava cenere e nessuno poteva fare niente . Mangiare il cuore della vittima era quello che doveva fare per sopravvivere e non morire .Per Kara mangiare il cuore della vittima non era un problema era una cosa normale visto che l’ aveva fatto per moltissimi anni , ma lei rispetto alle altre faceva una cosa molto più brutta rispetto alle altre muta-forme , cioè con un coltello che ficcava nei capelli della vittima per fare in modo che la vittima guardasse mentre lei prendeva il suo cuore e sopratutto voleva che lei guadasse mentre lo mangiava . Una volta che lei aveva mangiato il cuore della vittima mentre lei guardava questo evento molto brutto lei moriva davanti ai suoi occhi e come ho detto per sbarazzarsi del corpo lo buttava nell’ inceneritore e poi lei se ne andava da quel luogo con un nuovo aspetto e poi sopratutto nessuno si ricordava che lei era stata li in quel posto . Negli anni lei cambio aspetto molte volte e l’ ultimo corpo era una donna che Melissa Mcarthur conosceva molto bene , con lei aveva passato momenti bruttissimi . Negli anni aveva colpito Melissa Mcarthur una quindicina di volte , le stava sempre addosso era uno stalker femmina , era inarrestabile e anche se Melissa l’ aveva denunciata più volte lei non rispettava la legge . Secondo lei era il male , un male da distruggere e da togliere da questo mondo una volte per tutte , pensava cosi perché il Cavaliere Oscuro aveva avuto una visione molto particolare in cui vedeva che Melissa Mcarthur era un Osservatrice e aiutava tutti quanti a essere informati di eventi futuri e passati grazie alla Gazzetta dell’ Universo . Per questo il Cavaliere Oscuro la voleva morta e non dovevano esserci testimoni di nessun genere , lei doveva avere la testa tagliata e poi mettere la sua testa sul tavolo degli Osservatori per far capire a loro che dopo aver colpito lei , lui avrebbe colpito loro e non avrebbe perso tempo . Il nome della persona che dava fastidio a Melissa Mcarthur era una donna di 29 anni , molto bella e carina . Era donna molto forte che avrebbe fatto di tutto per ottenere quello che voleva anche stare con l’ oscurità , non gli importava se quello che faceva era male ma lei per ottenere tutto quello che voleva lo faceva senza dire o fare niente . Il nome di questa donna era Emily Brown , lei per il Cavaliere Oscuro era un’ assassina pronta a fare tutto . Gli Osservatori erano in gamba e sapevano cosa fare , decisero per molto tempo e alla fine decisero che uno di loro doveva agire , doveva uccidere questo nemico mortale . Dopo molto tempo la uccise e cosi Melissa Mcarthur era al sicuro ma poi successe una cosa molto brutta . Melissa Mcarthur era a casa sua da sola e si stava per andare a fare una bella doccia calda , per tutto il giorno era stata preoccupata per quella giovane bambina scomparsa e pensava che facendosi una bella doccia calda lei si poteva un attimo fermare per un secondo e lasciarsi andare al bel getto caldo della doccia calda e non pensare solo per un secondo alla bambina scomparsa . Emily entrò in casa di Melissa e mise la sua casa sotto sopra e po il pavimento del suo salotto ci mise la testa di un e con il sangue dell’ uomo ci scrisse “ Tu non sarai mai al sicuro , né ora né mai . Dovunque andrai io ti seguirò . Tutte le persone che conosci moriranno e tu non puoi fare niente .” Settembre vide la scena e dopo che Melissa si rivesti lui apparve e chiamò lei dal suo comunicatore . Chi è ? – lei chiese in modo calmo e Settembre – Ho visto quello che è successo al tuo appartamento , pensavo che la donna che ti faceva tutto questo era morta , mi dispiaciate tanto che tutto questo sta succedendo a te . Perché tutto questo sta succedendo a me , io non ho fatto niente male , sono stata buona e gentile con le altre persone , spiegami che cosa vuole da me ? . Melissa aveva fatto una domanda semplice a Settembre ma per lui era cosa molto difficile , doveva spiegare tutto quello che sapeva e aveva paura che lei non capiva e cosi disse senza nessuna emozione , freddo come il ghiaccio – te lo dirò a tempo debito , ora però ti consiglio ti pulire casa tua da cima a fondo e fare in modo che nessuno sappia quello che è successo dentro casa tua . Perché non posso dire al mio capo di questo , della minaccia che mi ha fatto e della morte dell’ uomo – Settembre vedeva che Melissa aveva un sacco di domande e lui le disse – ti posso dire questo , la persona con la quale devi combattere e ben lontana le persone normali contro cui combatti , non è una persona normale ha dei super-poteri . Quindi devi stare molto attenta a quello che ti succederà nelle prossime settimane , potresti essere attaccata in ogni momento della giornata . Adesso ti saluto e buona pulizia . Proprio quando Melissa gli stava per chiedere come faceva lui a sapere tutte queste cose e molto altro lui chiuse il telefono in faccia a Melissa e se ne andò . Che Maleducato – dopo aver rimesso il telefono sul suo comodino cioè dove lo teneva di solito , dopo prese straccio e vari detersivi a pulì casa sua da cima a fondo , ma prima di fare questo lei fece alcune foto e le mise nel suo nascondiglio segreto cioè dove teneva le cose più segrete e non le faceva vedere quasi a nessuno . Dopo lei andò a fare una doccia calda per cercare di togliersi dalla mente i due problemi che aveva cioè la bambina che era stata rapita e questo evento di oggi in casa sua . Dopo aver fatto una bella doccia calda lei vomito nel bagno per quel brutto spettacolo della testa mozzata nel suo salotto e poi si senti molto meglio e poi si riposo un po’ . Settembre e gli altri non potevano intervenire un’ altra volta , questa volta dovevano risolvere il problema una volta per tutte e anche se loro non erano molto contenti di questa cosa loro dovevano chiedere aiuto a una muta-forme . Nessuno voleva chiedere l’ aiuto di una muta-forme ma quando tu non puoi fare proprio niente per salvare una persona , cioè sai chi vuole uccidere Melissa e cosa le farà prima di ucciderla . Ma saperlo non serve a niente se non puoi intervenire , serve solo a rendere la cosa più difficile e molto brutto da vedere anche se in una visione e non davanti a te . Kara King non uccideva solo quando le serviva per sopravvivere e cosi cambiare aspetto , ma alcune volte lo faceva anche per denaro . Anche se faceva molti lavori non otteneva tutti i soldi necessari per tutte le belle cose che voleva comprare . Cosi andava da persone con dei super-poteri molto influenti nel loro ambito e diceva loro che tramite un sacco di soldi lei gli toglieva di mezzo la persona che dava loro fastidio . Settembre sapeva questo e sapeva anche molto cose su Kara , che lei anche se aveva un aspetto diverso andava a un bar di Milano sulla quinta strada . Cosi Settembre alle otto di mattina andò li e aspetto che arrivasse Kara King , lei prese un caffè e pure Settembre prese il caffè . Kara e Settembre dallo sguardo che si lanciarono si capì subito che tutti e due avevano capito chi era lui e chi era lei , quando Kara stava per pagare con i suoi soldi . Settembre aveva già pagato e poi le lancio uno sguardo che diceva andiamo in un posto dove nessuno può vedere quello che facciamo . Settembre aveva già visto tutto e aveva trovato un palazzo abbandonato e li disse a Kara – noi osservatori abbiamo bisogno del tuo aiuto per uccidere una persona . Kara guardò Settembre e capì subito che la questione di cui stava parlando con lui non era una questione normale come le altre , se gli Osservatori hanno chiesto l’ aiuto di una persona è una questione serie e delicata . Non è solo per uccidere una persona , ma anche per salvare una persona che fa parte del vostro gruppo o sta per iniziare a fare parte – poi Settembre prese due foto una di Melissa Mcarthur e l’ altra è quella di Emily Brown . Melissa Mcarthur è la persona che come dici tu farà pare del nostro gruppo e la devi proteggere e poi Emily Brown , quella è la persona che devi uccidere , ma sta attenta lei sta sotto il Cavaliere Oscuro . Quindi prima di accettare pensaci bene a fare questa cosa , con il Cavaliere Oscuro non si scherza e potresti morire . Kara ci penso un po’ di tempo e poi lei disse – accetto il lavoro , dopo che il lavoro sarà finita prenderò i miei soldi e non ci vedremo più . Lei non voleva utilizzare la carta di credito perché se avesse messo la cifra li sopra , persone come la polizia o altre forze dell’ ordine avrebbero subito pensato a qualcosa di illegale . Kara non versava quei soldi in banca , se li voleva tenere al sicuro in casa sua per non fare in modo che se fosse in qualche tipo di pericolo con la polizia o con altre forze dell’ ordine , vedevano i suoi conti e vedevano che lei aveva tutti quei soldi e come con la carta di credito pensavano che solo perché lei aveva tutti quei soldi , doveva essere per forza illegale . Cosi lei li teneva in un posto sicuro che conosceva solo lei , cosi se doveva fare qualcosa con quei soldi lei la poteva fare senza alcun problema con forze dell’ ordine o altre tipi di giustizia . Prima di mettersi al lavoro chiese a Settembre che voleva sapere tutto , ma prima che lei potesse chiedere tale cosa a lui se né era già andato , questo era tipico degli Osservatori . Quando gli vuoi chiedere una cosa anche la più semplice loro se ne vanno e tu rimani li imbambolato con la domanda che gli volevi fare . Kara capì che se voleva sapere tutto su Melissa Mcarthur e Emily Brown doveva fare tutto da sola , senza aiuti degli Osservatori o altre persone , Kara doveva fare come al solito , cioè il solito quando uccideva lo faceva da solo .

 

Continua…

Categorie
Gabriele Ascione Kara King Melissa Mcarthur Racconto

Melissa Mcarthur parte 2

Melissa prese in mano il telefonino , appena lo apri vide delle cose completamente diversa dal suo telefonino . Il telefonino dell’ Osservatore era completamente diversa di quello che aveva lui , il suo era un Nokia Lumia 710 , molto bello e nero . Lo era riuscito ad ottenere da un suo amico che era molto bravo in queste cose ed era riuscito a creare un Nokia Lumia 710 prima degli altri . Non lo aveva detto a nessuno che era riuscito a crearlo , doveva essere un segreto e se lo sapeva lui poteva finire in grossi guai con la compagnia per cui lui lavora . Melissa per questo promise di non dirlo mai a nessuno , neanche ai suoi amici o ad altre persone . Melissa non capiva neanche un po’ come accendere , come funzionava o in quale lingua era scritto il telefonino . Prese il suo telefonino e chiama Gabriele Ascione , un uomo di 35 anni , capelli rossi , barba rossa ed era davvero molto intelligente e informatissimo su moltissimi argomenti da teorie del complotto e molto altro . Se dovevi sapere qualcosa su cose inspiegabili dovevi andare da lui , era il tipo giusto e lui aiutava tutti i suoi amici , sopratutto quelli più intimi . Melissa prima di chiamare il suo migliore amico che sapeva moltissime cose su tecnologie , lingue che nessuno sapeva parlare . Quando lo apri vide che era diviso in due parti , la prima era una fascia con tre verdi e uno rosso e l’ altra parte invece era con caratteri che Melissa non conosceva . Inizio a prendere un quaderno a righe , lei lo aveva in camera sua , visto che non lui non utilizzava dall’ università . Voleva provare da sola a risolvere tale mistero , il mistero più grande era nelle sue mani , li dentro c’ era la soluzione a tutti i misteri che gli erano capitati oggi oppure li dentro c’ erano dei nuovi misteri o domande a cui lei non sapeva rispondere . Come prima cosa Melissa inizio a segnare i simboli sul quaderno e poi inizio a capire come utilizzarlo , cioè inizio a cercare una determinata cifra o un determinato simboli da cliccare per fare qualcosa . Inizio con molta calma a cliccare tutti i vari simboli , ma niente non capiva niente . Come cavolo si fa questo maledetto telefonino – disse con molta furia , non sapeva proprio cosa fare . Alla fine per calmarsi si prese una tazza di tè e inizio a riflettere e alla fine dopo tanto pensare , disse – devo chiamare una persona che si intende di queste cose , cioè un vero esperto di simboli sconosciuti e di tecnologia . Prese il suo Nokia Lumia 710 e pensò che quel telefonino glielo aveva fatto il suo amico Gabriele Ascione . Alla fine lo chiamo e disse in maniera molto calma e senza perdere la calma – puoi venire da me , ho una cosa da mostrarti ? . Gabriele non ebbe nemmeno il tempo di dire “Salve Melissa è da un po’ che non ci sentiamo “ , comunque lui era interessato e disse – sto arrivando , aspettami . Gabriele capì dalla telefonata della amica che doveva essere qualcosa di molto importante , Melissa chiedeva aiuto solo quando non capiva qualcosa o in altre situazioni . Gabriele prese tutto quello gli serviva per studiare l’ oggetto in questione , li mise nella borsa a tracolla e con molta calma andò dalla sua amica Melissa . Gabriele arrivò a casa della sua amica entro un’ ora , Melissa sono io Gabriele – Melissa lo fece entrare e – Grazie per essere venuto Gabriele , cosi in fretta . Melissa fece accomodare Gabriele sul suo divano che era nero , vicino al divano c’ era un tavolino in cristallo . Proprio li Melissa si era messa per cercare di capire come funzionava , ma niente , aveva chiamato Gabriele perché sperava che almeno lui potesse almeno avere quale possibilità per scoprire come funzionare il telefonino . Gabriele si mise a studiare il telefonino cellulare di Kara King che era caduto dalla tasca dei suoi pantaloni quando le era caduto dopo che L’ Osservatore aveva preso il suo cadere per nasconderlo . La prima cosa che Gabriele vide che è il telefonino non era un telefonino normale , inoltre aveva simboli strani e questa striscia fatta di tre luci verde e una rossa . Ma la cosa che che suscitò più interessa a Gabriele era il fatto che ogni volta che provava a smontare un pezzo , non si toglieva niente , anzi i suoi attrezzi si rompevano , era come se quell’ oggetto cosi semplice e cosi normale fosse fatto di un materiale che non proveniva da questo pianeta . Gabriele aveva provato di tutto , ma niente , poi guardò Melissa e dispiaciuto disse – mi dispiace , non posso fare niente . C’ e una lingua strana che non capisco , mi dispiace tanto che non ti ho potuto aiutare . Melissa abbraccio Gabriele e disse – grazie per averci provato . Poi Gabriele se né andò e Melissa stava cercando di capire come funzionava , era rimasta alzata fino alle 23 . Poi porto il telefonino sul comodino che era vicino al letto , Melissa si mise a dormire e dormi profondamente . Mentre lei stava dormendo il telefonino che era accanto sul comodino , inizio a fare una cosa strana , cioè le luci verde e la luce rossa si accesero . Nessuno sapeva cosa significava , questo lo fece fino a quando Melissa lo prese per mano e inizio ad essere un po’ stordita , come se la testa le stesse per scoppiare . Poi inizio a reggersi a malapena e poi svenne sul letto . Dentro di noi c’ e il DNA , dentro il nostro DNA ci sono enormi possibilità , tra diventare un anormale a diventare un osservatore . Mentre il telefonino di Kara King era rimasto inattivo ma non lo era infatti lui stava facendo una cosa , cioè cercava di trovare un nuovo osservatore . Per fare questa cosa ci è voluto davvero molto tempo e molto energia e alla fine capì che Melissa la donna che aveva preso il cellulare di Kara aveva dentro di se il DNA di un Osservatore e quando la fece svenire e per farle risvegliare l’ Osservatore che è dentro di lei . Quelle luci che era tre verdi e una rossa erano li sia per un modo di comunicare tra osservatori e sopratutto un modo per scovare sia nuovi o vecchio osservatori . Melissa si risveglio ore dopo sul suo letto disfatto , appena alzata aveva la testa che gli scoppiava come se la sera precedente avesse bevuto moltissimo alcol , ma non era cosi , aveva il mano il cellulare di Kara . Alla fine con la testa che gli scoppiava decise di andare in bagno e vomito tantissimo . Alla fine prese il telefonino e chiamò Laura e disse – Ciao Laura , sono io Melissa , non vengo a lavorare oggi . Laura – che cosa hai ? , se non ti senti bene vengo li e ti visito e Melissa le disse – non venire sto bene , non ti devi preoccupare , di al capo che non vengo a lavorare . Laura sali con l’ ascensore e dal suo capo che era un tipo snello e molto atletico , calvo ed era nero . Il nome del capo di Laura e di Melissa era Lazarus Jones aveva 35 anni , era sposato con una bellissima moglie e aveva due bellissime figlie , una di nome Jane e l’ altra si chiama Kara .Jane aveva 17 anni e andava al liceo e Kara era più grande di Jane e andava all’ università . Laura busso alla porta – posso entrare ? , Lazarus chiese – chi è ? . Sono io Laura , posso entrare . Entra pure Laura – Lazarus chiese in modo molto gentile . Le volevo dire che Melissa non viene al lavoro oggi , si sente male . Lazarus era dispiaciuto che Melissa si sentiva male e disse – spero si rimetta presto qualunque cosa abbia . Pure io spero che si rimetta presto , comunque se vuole posso farle una visita anche se lei mi ha detto che non dovevo andare . Lazarus disse – si , fagli una visita per vedere come sta , vedi se puoi aiutarla in qualche modo .