Categorie
Cinema Film Foto Galleria Galleria Foto Mondo Mondo del Cinema Notizie Notizie dal Mondo

Pompeii: nuovo trailer e immagini per il film di Paul W.S. Anderson

TriStar Pictures ha reso disponibile un nuovo trailer per il Pompeii di Paul WS Anderson (Resident Evil). Il film vede Kit Harington (Game of Thrones) nei panni di un gladiatore e schiavo celtico di nome Milo che si innamora di una giovane nobile (Emily Browning) alla vigilia della massiccia eruzione vulcanica che distruggerà le città di Pompei ed Ercolano, un evento che lo porterà anche faccia a faccia con l’uomo (Kiefer Sutherland) che massacrò anni prima la sua famiglia.

Questo nuovo trailer mostra una società romana opulenta e corrotta, l’interazione amorosa tra i personaggi di Harington e la Browning, l’alleanza di Harrington con un altro gladiatore e nella seconda parte gli spettacolari elementi visivi da disaster-movie del film in stile “Dante’s Peak – La furia della montagna”.

Il cast include anche l’ex Trinity di Matrix Carrie-Anne Moss, l’ex Mr. Eko di Lost Adewale Akinnuoye-AgbajeJessica Lucas vista nel remake La casaJared Harris il Moriarty diSherlock Holmes – Gioco di ombre e Kiefer Sutherland della serie tv 24 qui nei panni del villain.

Ambientato nel 79 dC , Pompeii racconta la storia epica di Milo (Kit Harington), uno schiavo trasformato in invincibile gladiatore che si trova in una corsa contro il tempo per salvare il suo vero amore Cassia ( Emily Browning ), la bella figlia di un ricco mercante promessa sposa di un corrotto senatore romano. Quando il Vesuvio erutta in un torrente di fiamme e lava, Milo deve combattere per farsi strada fuori dall’arena al fine di salvare la sua amata mentre la magnifica Pompei crolla intorno a lui.

Categorie
Cinema Film Mondo Mondo del Cinema Notizie Notizie dal Mondo

Fantastici 4 – Kit Harington e Saoirse Ronan per il reboot?

Il tempo scorre inesorabilmente, con un’uscita in sala datata 6 marzo del 2015. La 20th Century Fox ha finalmente deciso di premere sull’acceleratore produttivo del reboot dei Fantastici 4, diretto da Josh Trank (Chronicle), prodotto da Matthew Vaughn e riscritto da Simon Kinberg. Ebbene dopo mesi di silenzio ed un solo nome del cast dato praticamente per certo, ovvero il lanciatissimo Michael B. Jordan nei panni di Johnny Storm alias la Torcia Umana, ecco oggi arrivare una serie di candidature ‘finali’ per gli altri importanti ruoli della pellicola.

Kit Harington (Game of Thrones), Jack O’Connell (300 : Rise of an Empire) e Miles Teller (The Spectacular Now) sarebbero gli ultimi nomi rimasti in corsa per la parte di Reed Richards aka Mr. fantastic, mentre Saoirse Ronan (Hanna), Kate Mara (House of Cards) e Margot Robbie (Il lupo di Wall Street) si starebbero sfidando per il ruolo di Sue Storm alias la Ragazza invisibile. Tutto tace, al momento, su chi potrebbe andare ad indossare il pesante costumone roccioso de la Cosa.

La Fox vorrebbe dare il via alla produzione di The Fantastic Four nel primo semestre del 2014, scomoda verità che potrebbe automaticamente far fuori O’Connell dalla corsa, perché da dicembre impegnato sul set di Unbroken, nuovo film della Jolie. Stessa sorte per la Ronan, che ha confessato di aver fatto un provino per Star Wars: Episodio VII, le cui riprese inizieranno proprio nel primo trimestre del 2014. Per quanto riguarda Harington, invece, il via alla 5° stagione di Game of Thrones dovrebbe andare in scena a luglio.

8 anni fa, come dimenticarlo, il primo fortunato capitolo del franchise, diretto da Tim Story e con protagonisti Ioan Gruffudd (Mister Fantastic), Jessica Alba (la Donna Invisibile), Chris Evans (la Torcia Umana) e Michael Chiklis (la Cosa), mentre nei panni del Dottor Destino aveva recitato Julian McMahon, a cui seguì lo sfortunato sequel I Fantastici Quattro e Silver Surfer.

 

Categorie
Cinema Film Mondo Mondo del Cinema Notizie Notizie dal Mondo

Pompeii: primo trailer e un’immagine ufficiale per il nuovo film di Paul W.S. Anderson

FilmDistrict ha rilasciato una prima immagine ufficiale e un primo teaser trailer per il nuovo film del regista Paul WS Anderson (Resident Evil, I tre moschettieri). Il film è interpretato da Kit Harington (Il trono di spade) nei panni di uno schiavo celtico di nome Milo che si innamora di una nobildonna (interpretata dalla Emily Browning di Sucker Punch) alla vigilia della massiccia eruzione vulcanica che distruggerà Pompei, un evento che lo porterà anche faccia a faccia con l’uomo che anni prima ha massacrato la sua famiglia.

Il primo trailer ci mostra qualche stralcio di Harrington e la Browning, alcune suggestioni action/epiche che ammiccano a Troy e 300 e qualche frame da disaster-movie alla Dante’s Peak. Conoscendo il precedente lavoro del regista, quello che di certo non mancherà a questo film sarà una corposa dose di azione (vedi I tre moschettieri).

Il film è interpretato anche da Kiefer Sutherland (in tv 24), Jared Harris (Sherlock Holmes – Gico di ombre), Carrie-Anne Moss (Matrix), Adewale Akinnuoye-Agbaje (in tv Lost), Jessica Lucas (Evil Dead) e Paz Vega (The Spirit).

Pompeii è ambientato nei giorni che precedono l’eruzione del Vesuvio e segue uno schiavo su una nave per Napoli che lotta per tornare a casa, salvare la donna che ama e il suo migliore amico, un gladiatore intrappolato all’interno del colosseo della città.

 

Categorie
2013 Cinema Comic-Con San Diego Film Mondo Mondo del Cinema Notizie Notizie dal Mondo

Comic-Con 2013: il panel di Seventh Son con Jeff Bridges

Iniziamo con la sinossi ufficiale:

In un lontano passato, il male sta per essere scatenato per riaccendere ancora una volta la guerra tra le forze del sovrannaturale e l’uomo. Il Maestro Gregory è il cavaliere che, secoli addietro, è riuscito ad imprigionare la cattivissima e potente strega Madre Malkin. Ora, però, la strega è fuggita ed è alla ricerca di vendetta. Richiamando a sè i seguaci di ogni sua incarnazione, Madre Malkin si prepara a scatenare la propria terribile ira su un mondo ignaro. Solo una cosa si frappone fra lei e la riuscita del suo malvagio piano: Master Gregory. In uno scontro mortale, Gregory si trova faccia a faccia con il male che aveva sempre temuto di veder tornare. Ha tempo solo fino alla prossima luna piena per fare quello che solito richiede interi anni: formare il proprio nuovo apprendista, Tom Ward per combattere una magia nera diversa da qualsiasi altra. L’unica speranza della razza umana ora risiede nel settimo figlio di un settimo figlio.

Sul palco troviamo Jeff Bridges, il regista Sergei Bodrov e i membri del cast Antje Traue, Ben Barnes, e Kit Harington.

Viene lanciato un nuovo trailer, nella clip una gigantesca creatura insegue Maestro Gregory (Bridges) e il suo apprendista Tom Ward (Ben Barnes) che scappano nascondendosi dietro ad un muro che porta ad un scogliera che si affaccia su un burrone. Sono costretti a saltare e mentre Gregory ritiene che la creatura odi l’acqua, la creatura invece salta e Tom deve combattere la bestia sul ciglio di una cascata. Dal trailer si apprende anche che Gregory è stato usato come amante dalla malvagia strega Madre Malkin (Julianne Moore) e che i suoi precedenti apprendisti sono tutti morti.

Passiamo alle domande:

A Bridges  è stato chiesto quanto fosse difficiel affrontare scene d’azione alla sua età. L’attore ha risposto che è stata dura, ma divertente: “in qualche modo ti riporta ad essere un bambino“. Aggiunge che un sacco di azione non l’ha visto coinvolto, ci sono stati meravigliosi stunt che lo hanno aiutato a interpretare le scene d’azione. Bridges ha detto che come la maggior parte dei film di effetti speciali che miscelano CGI con effetti pratici, c’è anche un po’ di questo in Seventh Son.

A proposito della sfida nel girare un film che miscela CG e live-action Bodrov dice che è la stessa sfida, ma quando si ha un buon cast, la cosa più importante sono le emozioni, e di dimenticare la CG. la CG è secondaria.

Al cast viene chiesto quale parte del film hanno apprezzato di più:

Traue: ha apprezzato molto le scene d’azione e come il suo personaggio può trasformarsi in un gufo.

Barnes: Mentre l’attore aveva una certa esperienza con il combattimento con la spada, qui si usavano anche bastoni e coltelli e c’era più diversità nelle scene di lotta, poi ricorda che alcune cose nello script come “Tom sale la catena di metallo fino al soffitto” che quando si leggono sembrano facili, quando le fai, ti rendi conto invece che è molto più difficile.

Harrington: il lato fisico del personaggio e gli aspetti personali. L’attore racconta di avere avuto a che fare per la prima volta con i cavi con un cablaggio per la schiena che lo ha fatto pensare “che fosse come il tiro alla fune…ma non è un tiro alla fune“. Harrington ha davvero apprezzato le scene d’azione, per cui la cosa più difficile da fare è anche la cosa migliore da fare.

Bridges: Tutti li sul palco sono cantastorie, così la più grande sfida per lui è stata raccontarel a storia. Bridges conclude leggendo una citazione di Solzhenitsyn sulla natura del bene contro il male.

Al regista viene chiesto se la storia ha cercato di rimanere fedele al mito del “Settimo figlio” nella cultura gaelica dove il settimo nato ha una sorta di “seconda vista”, Bodrov spiega: “E’ molto vicino, ma ci siamo presi qualche libertà“.