Categorie
Carlotta Ferlito Foto Galleria Galleria Foto Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Sport nel Mondo Vanessa Ferrari

FOTO ESCLUSIVE – Le emozioni di un Grand Prix indimenticabile

Grandissime emozioni a Modena dove sabato si è disputato il XXII Grand Prix, la grande festa della ginnastica italiana.

Olimpiazzurra era presente a catturare i migliori momenti del pomeriggio. Vi proponiamo una serie spettacolare di scatti emozionanti. Rivivete con noi tutte le emozioni del Pala Panini.

 

Il bellissimo sorriso di Vanessa Ferrari. In questo 2013 i suoi trentadue denti sono brillati più che mai. Sabato era particolarmente radiosa. È stata lei la stella!

Non mancava l’incoraggiamento di chi purtroppo non ha potuto partecipare allo spettacolo. Qui Elisabetta Preziosa, in recupero da un infortunio e impegnata nel ruolo di promoter e commentatrice, fa un buffetto a Francesca Deagostini sotto lo sguardo di Elisa Meneghini.

5000 persone hanno inondato il Pala Panini per l’ennesimo sold out. Tra i vari striscioni ci ha colpito quello dedicato ad Andrea, giovane ginnasta scomparso nei mesi scorsi in un tragico incidente stradale.

Un veloce riscaldamento per prendere confidenza con gli attrezzi e definire gli esercizi. Ecco Francesca Deagostini che si cimenta con la sua originale entrata.

Lo show è di Vanessa Ferrari. La sua discesa in pedana con gonnellino (sì, me ne sono innamorato) e guanti ha scaldato l’ambiente. Si è esibita in un balletto sulle note di un tango sulla pedana del corpo libero per spostarsi poi alla trave, dove ha eseguito anche qui dei movimenti coreografici. Semplici ma d’effetto. E’ poi ritornata nuovamente al corpo libero dove si è preparata per la posa finale.

Qualche scatto tutto per lei.

Un boato ha travolto Carlotta Ferlito e la sua esibizione. Per la siciliana gli scatti della sua salita all’attrezzo, di un suo bellissimo montone e del sorrisone con cui ha salutato il pubblico prima di firmare autografi e libri.

I ginnasti e le ginnaste della società organizzatrice dell’evento si sono esibiti in un paio di coreografie a tema. Nella prima i più piccoli si sono cimentati in un balletto e nella seconda i più grandi hanno inscenato l’ultima cena di Gesù. Deliziosa questa bimba nei panni di una farfalla.

Chiara Gandolfi prepara le sue parallele…

E di chi sono questi polsi? Indovinate…

Tea Ugrin guarda con attenzione la sua trave, prima di esibire un esercizio molto interessante…

Con grande eleganza, Lara Mori saluta il pubblico. L’abbiamo vista bene dopo un 2013 difficile per infortuni.

E ora via con un po’ di azione! Nell’ordine: la concentrazione di Tea Ugrin alla trave, la caparbietà di Lara Mori alle parallele, l’emozione di Alessia Leolini sugli staggi, la forza di Chiara Gandolfialle asimmetriche, l’eleganza di Francesca Deagostini sui 10cm.

Come dimenticarci del nostro Matteo Morandi, bronzo olimpico a Londra e agli ultimi Europei. Sempre al top!

Alberto Busnari sarà caduto dal cavallo con maniglie, ma che Campione. Nemmeno il triplete della iella lo ferma.

Le nostre bellissime Farfalle nello show “scolastico”. La sexy prof Marta Pagnini cerca di istruire le sue alunne…

Non sono mancate le stelle straniere. Ecco le bellissime Giulia Steingruber e Vasiliki Millousi.

E chiudiamo questa lunga carrellata con la premiazione di Matteo Morandi (miglior esibizione).A consegnargli il premio oltre al Professor Riccardo Agabio, Presidente della Federazione Ginnastica d’Italia, anche Giovanni Rana in persona, che ringraziamo sempre per l’immensa fiducia che ha riposto nella ginnastica.

 

Categorie
Carlotta Ferlito Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Sport nel Mondo Vanessa Ferrari

Ginnastica, Grand Prix: i premi alle ginnaste…da Olimpiazzurra

Ieri è andato in scena il Grand Prix (clicca qui per la cronaca) che ha sostanzialmente chiuso la grande stagione italiana per la ginnastica artistica (mancano ormai solo la Serie C e i campionati di categoria).

Non possiamo fare delle pagelle classiche visto che si trattava di una semplice esibizione, ma possiamo dare dei “premi” agli atleti scesi in pedana a Modena.

 

PREMIO ORIGINALITA’: Vanessa Ferrari. Alzi la mano chi pensava che avrebbe fatto uno show di questo tipo, da vero spettacolo. Entra con una minigonna (è un pareo alla fine, ma a occhio maschile sembrava altro) e con i guanti, esibisce una coreografia artistica anche abbastanza sensuale sulle note della colonna sonora che l’ha portata all’argento mondiale, si spogliata dei costumi di scena, corre alla trave e si fa un girettino sui 10cm. Sorridendo e ridendo tantissimo. Da amare.

 

STANDING OVATION: Carlotta Ferlito. Questo era da programma. Il pubblico attende la siciliana per quasi due ore, non fa in tempo a mettere piede dentro al Pala Panini che parte un boato. Urla e incitamenti che qui non si sentivano dai tempi dei grandi scudetti della pallavolo…

L’esercizio alla trave è di ottima fattura. Aveva un qualcosa in più del normale, una lucentezza diversa. Questi palcoscenici sono il suo pane e ha onorato alla grande il pomeriggio. Poi si veste e va ad autografare le copie del suo libro “Cosa penso mentre volo” ai fan occorsi a incitarla.

 

PREMIO PRESTAZIONE TECNICA: Tea Ugrin. La sua trave ha impressionato davvero in positivo.La campionessa italiana ha probabilmente fatto la sua ultima uscita da junior (a meno che non prenda parte al campionato di categoria) con un’esibizione di rilievo e parecchio interessante vista la circostanza. La sensazione è che la triestina si sia già messa sotto al termine degli EYOF e che abbia in serbo cose molto importanti per il 2014 che segnerà il suo passaggio tra le seniores.

 

PREMIO LUCI DELLA RIBALTA: Le Farfalle. Quattro esibizioni per la Grande Squadra di Emanuela Maccarani a cui viene data il maggior spazio del pomeriggio e l’occasione di onorare al meglio gli argenti conquistati ai Mondiali.

Non solo le sei titolari di Kiev, ma anche altre quattro ragazze nel giro della Nazionale che stanno cercando di difendere con i denti e con le unghie l’Accademia di Desio. Da un’uscita con i cerchi, a un’altra con le funi (effettivamente troppo spesso sacrificate in ambito internazionale), a uno show “scolastico”. Prima di avere l’onore di chiudere il Grand Prix con un’esibizione che mischia insieme tutti gli attrezzi della ritmica.

 

PREMIO RIENTRO: Andrea Cingolani e Lara Mori. Il marchigiano ha ormai rimesso in moto la macchina dopo l’infortunio patito ai Giochi del Mediterraneo e che ha rovinato la seconda parte di stagione. Lo aspetta un anno in cui dovrà confermare il fantastico bronzo europeo al corpo libero e far esplodere ancora di più il suo immenso talento.

La toscana saluta la categoria juniores dopo un 2013 abbastanza turbolento e in cui si è fatta parecchia fatica per riprendersi dagli infortuni e dalle operazioni. Un forte augurio per un 2014 molto radioso.

 

PREMIO “POLIVALENZA”: Elisabetta Preziosa. Non è scesa in pedana perché è in recupero da un infortunio, ma ha fatto di tutto. Prima la promoter per la sua ginnastica artistica, poi la commentatrice (e potrebbe avere un buon futuro…), poi supporta le compagne, poi pensa che in settimana la aspetta la palestra per ritornare in gara a inizio 2014 (Serie A, 8 febbraio).

 

PREMIO COMBATTIVITA’: Alberto Busnari. Cade dal cavallo con maniglie mentre esibisce il suo movimento. Risale subito sull’attrezzo per rispetto del pubblico che lo ripaga con uno scroscio di applausi. Il triplete della iella (quarto posto a Olimpiadi, Europei e Mondiali) è ormai entrato nella storia.

 

PREMIO SERIETA’: Matteo Morandi. Preciso, puntuale, sempre al top. Non fa differenze tra un’esibizione e una finale olimpica. E viene premiato dagli organizzatori come miglior esibizione 2013.

PREMIO SIMPATIA: Alessia Leolini. Non è facile trovare una ginnasta così pacata, ordinata, lineare e ben impostata. Il fair play è perché parla con i fatti e quando ce n’è bisogno. Anche se non inquadrata dalle telecamere della Rai… Per la toscana aspettiamo ulteriori miglioramenti nella prossima stagione.

 

PREMIO MIGLIOR BODY: Francesca Deagostini. Visto che Vanessa è hors categorie, il bianco blu con decoro della milanese mi ha convinto. Premettendo che ieri erano davvero tutte bellissime.

PREMIO BELLEZZA: Marta Pagnini. La Capitana delle Farfalle, vestita da Professoressa, ha fatto davvero la sua figura.

 

PREMIO NUMERI UNO: Ginnastica Italiana. Il 10 in pagella per una stagione magistrale. Ripasso velocemente, prima di tornarci su nelle prossime settimane. Tre argenti mondiali: Vanessa Ferrari al corpo libero, i due delle Farfalle della ritmica. Due bronzi europei: Andrea Cingolani al corpo libero, Matteo Morandi agli anelli. Dominio ai Giochi del Mediterraneo con una sfilza di medaglie.Ma giusto per fermarci ai podi. Se poi contiamo piazzamenti, furti e impressione internazionale allora davvero dobbiamo sganciare la lode.

 

PREMIO FAIR PLAY: Pala Panini. 5000 persone per un Grand Prix di ginnastica artistica. Nella tana della grande Modena, in uno dei grandi palazzetti del volley, dove si è fatta la storia della pallavolo. Questo è l’ottavo sold out consecutivo per lo show finale della Polvere di Magnesio, ma questo è anche il quinto pienone del 2013 per la ginnastica artistica dopo i due “tutto esaurito” in Serie A (Padova e Firenze) e le belle cornici di Jesolo (Trofeo Internazionale che ha preparato la Biles al trionfo mondiale) e di Vigevano (pre-mondiale per l’Italia femminile).

 

Categorie
2013 Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo

Ginnastica, EYOF 2013: tutte le qualificate per le finali

Ieri pomeriggio una super Russia (parallele escluse) vinceva il concorso a squadre agli EYOF 2013. A Utrecht (Paesi Bassi) la competizione valeva anche come qualificazione per le finali individuali.

Ecco il quadro completo delle ragazze che rivedremo oggi pomeriggio (all-around, in diretta streaming sul sito ufficiale della competizione a partire dalle ore 17.00) e venerdì (finali di specialità).

 

Per quanto riguarda l’Italia: Tea Ugrin e Lara Mori entrano col decimo e undicesimo posto nell’all-around; al corpo libero la campionessa italiana è in ottava posizione, mentre è quarta alle parallele asimmetriche dove parteciperà insieme a Martina Rizzelli (quinta). La comasca parteciperà anche all’atto conclusivo del volteggio. Lara seconda riserva alla trave.

 

CONCORSO GENERALE INDIVIDUALE:

1.         Tyesha Mattis (Gran Bretagna)          54.700

2.         Maria Kharenkova (Russia)                54.600

3.         Laura Jurca (Romania)                       54.400

4.         Elissa Downie (Gran Bretagna)         54.300

5.         Louise Vanhille (Francia)                   54.200

6.         Maria Bondareva (Russia)                  53.850

7.         Kim Janas (Germania)                       53.450

8.         Emma Larsson (Svezia)                     53.200

9.         Claire Martin (Francia)                      53.150

10.       Lara Mori (Italia)                            52.950

11.        Tea Ugrin (Italia)                            52.950

12.       Eythora Thorsdottir (Paesi Bassi)      52.350

13.       Kim Singmuang (Svezia)                    52.300

14.       Dayana Hryhoryeva (Bielorussia)       51.850

15.       Berengere Fransolet (Belgio)              51.650

16.       Cindy Vandenhole (Belgio)                51.200

17.       Argyro Afrati (Grecia)                          51.150

18.       Leah Griesser (Germania)                  51.100

19.       Tutya Yilmaz (Turchia)                      51.050

20.       Yana Fedorova (Ucraina)                   50.300

21.       Dana De Groot (Paesi Bassi)             49.750

22.       Natalia Ros (Spagna)                          49.300

23.       Laura Gamell Villa (Spagna)              49.050

 

Martina Rizzelli (12esima, 52.900), la britannica Amy Tinkler (13esima, 52.450), la belga Rune Hermans (50.65, 22esima), la francese Laura Longueville (50.500, 23esima), la tedesca Nadja Schulze (49.750, 26esima) non potranno partecipare alla finale per la regola dei passaporti.

 

TRAVE:

1.         Maria Kharenkova (Russia)    15.050

2.         Maria Bondareva (Russia)      14.850

3.         Andreea Iridon (Romania)      14.550

4.         Kim Janas (Germania)             14.450

5.         Eythora Thorsdottir (Paesi Bassi)      14.150

6.         Claire Martin (Francia)            13.950

7.         Louise Vanhille (Francia)       13.900

9.         Tyesha Mattis (Gran Bretagna)          13.850

Lara Mori seconda riserva (13.600)

 

CORPO LIBERO:

1.         Maria Kharenkova (Russia)    13.850

2.         Kim Janas (Germania)            13.700

3.         Silvia Zarzu (Romania)          13.600

4.         Andreea Iridon (Romania)      13.550

5.         Amy Tinkler (Gran Bretagna) 13.400

6.         Mara Titarsolej (Paesi Bassi)  13.350

7          Emma Larsson (Svezia)          13.300

8.         Maria Bondareva (Russia)      13.200

8.         Tea Ugrin (Italia)                13.200

Martina Rizzelli seconda riserva (13.100)

 

PARALLELE ASIMMETRICHE:

1.         Louise Vanhille (Francia)                 13.600

1.         Victoria Kuzmina (Russia)                13.600

3.         Tyesha Mattis (Gran Bretagna)        13.400

4.         Tea Ugrin (Italia)                          13.300

5.         Martina Rizzelli (Italia)              13.250

6.         Elissa Downie (Gran Bretagna)         13.100

6.         Emma Larsson (Svezia)                      13.100

6.         Dayana Hryhoryeva (Bielorussia)     13.100

 

VOLTEGGIO:

1.         Elissa Downie (Gran Bretagna)         14.500 (media: 14.800 e 14.200)

2.         Tyesha Mattis (Gran Bretagna)        14.375 (media: 14.750 e 14.000)

3.         Laura Jurca (Romania)                     14.225 (media: 14.500 e 13.950)

4.         Emma Larsson (Svezia)                     13.950 (media: 14.150 e 13.750)

5.         Ana Derek (Croazia)                          13.950 (media: 14.000 e 13.900)

6.         Kim Janas (Germania)                      13.925 (media: 14.000 e 13.850)

7.         Martina Rizzelli (Italia)              13.850 (media: 13.900 e 13.800)

8.         Yana Fedorova (Ucraina)                   13.800 (media: 14.050 e 13.550)

 

Categorie
2013 Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Sport nel Mondo

Ginnastica, EYOF 2013: Italia, ecco gli orari e l’ordine di rotazione

Il grande giorno è arrivato per le nostre juniores, attese dall’uscita più importante della loro carriera. A Utrecht (Paesi Bassi) la campionessa italiana Tea Ugrin, Lara Mori e Martina Rizzelli saranno impegnate nel concorso a squadre degli EYOF, il Festival Olimpico della Gioventù Europea.

 

L’Italia è stata inserita in terza suddivisione, la stessa della Gran Bretagna con cui ci giocheremo una posizione sul podio, e gireranno insieme a un gruppo misto.

Le azzurrine inizieranno il loro percorso dalla trave alle 14.40. Si trasferiranno poi al corpo libero (alle 15.10), prima di presentarsi ai venticinque metri dove correranno verso la tavola del volteggio (ore 15.40). Le nostre tre ragazze chiuderanno le loro fatiche agli staggi (ore 16.10).

 

A quel punto, però, per scoprire di che colore sarà l’eventuale medaglia dovremo aspettare le 19.00 quando si concluderà la quarta suddivisione in cui è stata inserita la Russia. La Romania è invece in seconda suddivisione insieme alla Germania (ore 11.30), Francia e Spagna aprono la giornata (ore 9.50).

 

Ricordiamo che non sono previste delle dirette né in televisione né in streaming.

Categorie
2013 Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Sport nel Mondo

Ginnastica, ecco le convocate per l’EYOF!

Enrico Casella ha diramato le convocazioni per gli EYOF, Il Festival Olimpico della Gioventù Europea, in programma a Utecht (Paesi Bassi) la prossima settimana.

Tea Ugrin,

Martina Rizelli,

Lara Mori

I tre nomi di spicco che erano presenti al collegiale di questa settimana sono stati convocati.Vedremo quindi in scena la Campionessa Italiana (Ugrin), una favolosa volteur (Rizzelli) e il graditissimo rientro sul palcoscenico internazionale della Mori dopo l’operazione al ginocchio di questo inverno.

 

Al maschile già tutto deciso da tempo:

Nicola Bartolini,

Marco Sarrugerio,

Carlo Macchini.

 

Categorie
2013 Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Sport nel Mondo

Ginnastica, le convocate per il collegiale verso l’EYOF

Oltre ai Giochi del Mediterraneo che scatteranno venerdì per quanto riguarda la ginnastica artistica, è iniziato il conto alla rovescia anche per gli EYOF, il Festival Olimpico della Gioventù Europea, in programma a Utrech (Paesi Bassi) dal 14 al 19 luglio prossimi

La rassegna è riservata alle juniores, quindi classi ’98-’99 per quanto riguarda le ragazze. Competizioni completa: concorso a squadre, concorso generale individuale, finali di specialità. Per ogni Nazione possono partecipare tre atlete.

 

Per il settore femminile, il Direttore Enrico Casella ha indetto collegiale in programma a Brescia dal 4 al 12 luglio.

Queste le convocate (in rigoroso ordine alfabetico):

Sofia BONISTALLI (Polisportiva Casellina)

Chiara IMERAJ (Brixia Brescia)

Giorgia MORERA (Olos Gym 2000)

Lara MORI (Ginnastica Giglio Montevarchi)

Martina RIZZELLI (Brixia Brescia)

Nicole TERLENGHI (Estate ’83)

Tea UGRIN (Artistica ’81)

 

Come annunciato già da tempo manca Enus Mariani. La campionessa europea juniores è ancora alle prese con i problemi alla schiena che, però, sembra si stiano risolvendo.

 

Categorie
2013 Carlotta Ferlito Ginnastica Artistica Mondi Fantastici Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Sport nel Mondo Vanessa Ferrari

Ginnastica, Assoluti -3: presentiamo tutte le ginnaste/1

Tre giorni ai Campionati Assoluti di ginnastica artistica. Tutto pronto ad Ancona (cliccate qui per scoprire tutte le informazioni sull’evento) per ospitare l’appuntamento tricolore. Abbiamo già detto delle assenti: Vanessa Ferrari, Carlotta Ferlito, Enus Mariani, Francesca Deagostini, Lara Mori, Federica Macrì, Jessica Mattoni. Adesso, però, è arrivato il momento di presentare una a una tutte le partecipanti:oggi la prima parte con dodici ginnasteDomani le altre dodici. L’ordine è discrezionale.

 

Giorgia Campana (16 maggio 1995; Nuova Tor Sapienza). Indubbiamente una delle grandi stelle del weekend. La romana torna in pedana da maggiorenne dopo un avvio di stagione spettacolare e che ce l’ha restituita ancora più matura. Terzo posto finale con la Olos Gym 2000, eccellente prestazione a Jesolo, successo nell’individuale di Firenze, convocazione per gli Europei e finale continentale alle parallele. La diciottenne deve difendere il titolo conquistato sugli staggi la scorsa stagione e parte assolutamente con i favori del pronostico anche per vincere il concorso generalesarà un’occasione ghiottissima.

 

Adriana Crisci (24 luglio 1982; Victoria Torino). Trent’anni e non sentirli. L’olimpica di Sidney 2000 è tornata a tutti gli effetti in pista e le uscite degli ultimi mesi lo hanno provato con la promozione in A2 della sua società, la convocazione in azzurro per Jesolo e una voglia di fare che non crolla mai. Staremo a vedere come si presenterà ad Ancona e a cosa potrà ambire. Certamente proverà a conquistare il titolo al volteggio (rivaleggerà con la Rocca), a ben figurare al corpo libero e a ottenere un piazzamento importante nel generale. La torinese ritorna all’appuntamento tricolore dopo l’uscita di Catania del 2012 (che ne rivedeva il rientro nell’artistica che conta), ma questa volta con obiettivi ben più importanti.Ricordiamo che Adriana fu Campionessa d’Italia nel 1996 e nel 2000…

 

Erika Fasana (17 febbraio 1996; Brixia Brescia). Siamo curiosi di vedere lo stato di forma della comasca. Le uscite in serie A non sono state brillanti e hanno notevolmente risentito dell’infortunio alle tibie di questo inverno. Gli Assoluti saranno un buon metro per rivalutare il valore ginnico della diciassettenne dopo le Olimpiadi di Londra e per fare un punto della situazione su quanto potrà proporre nei prossimi mesi. L’anno scorso dovette rinunciare alla rassegna per un lieve infortunio a un dito.Questa volta vorrà sicuramente mettersi in luce e provare a fare buone cose al corpo libero e, perché no, anche al volteggio.

 

Chiara Gandolfi (28 ottobre 1995; Olos Gym 2000). La romana, ormai abitualmente nel giro della Nazionale, ha coronato i primi quattro mesi del 2013 con il terzo posto finale conquistato con la Olos Gym 2000. Non l’abbiamo vista a Jesolo, ma potrebbe cogliere questa occasione per riscattarsi. Punto di forza alle parallele.

 

Serena Bugani (3 aprile 1997; Brixia Brescia). Di rientro da un 2012 difficilela bolognese si è ben comportata nelle tappe di serie A successive ad Ancona. Questa è l’occasione giusta per fare vedere il suo valore a livello individuale. Le sue possibilità le capiremo nella giornata di sabato: in base a quei punteggi capiremo a cosa potrà ambire nelle finali di specialità.

Tea Ugrin (12 giugno 1998; Artistica ’81). Lo scricciolo di Trieste dovrà mettere in mostra tutta la sua eleganza e bravura, dopo un campionato in cui ha fatto vedere eccellenti cose in due tappe. Se dovesse riuscire ad essere pulita e a presentare in modo ordinato tutta la sua routine, potrebbe essere da podio alla sua amata trave (nel 2012 quarta agli Eurojuniores) e potrebbe trovare un ottimo piazzamento nell’all-around.

 

Nicole Terlenghi (17 luglio 1998; Estate ’83). Reduce da un super campionato da neopromossa,sempre tra le migliori juniores del lotto come ha testimoniato a Jesolola quattordicenne potrebbe togliersi alcune soddisfazioni nelle varie specialità…

Martina Rizzelli (24 marzo 1998; Brixia Brescia). Specialistica del volteggio, è stata la migliore nella specialità a PadovaGinnasta promettente, capace di ben figurare su tutti gli attrezzi come ha dimostrato nel campionato a squadre.

 

Giorgia Morera (25 dicembre 1998; Olos Gym 2000). La sorpresa positiva della Serie A in cui ha agguantato, da protagonista, la terza posizione finale con la sua squadra. Molto abile su tutti gli attrezzi.

Giulia Paglia (8 settembre 1999; Coop Parma). Reduce da mesi assolutamente positivi nel primo vero anno importante: bel campionato di Serie A2 e grandi prestazioni a Jesolo. Punto di forza il volteggio.

Alice Linguerri (7 aprile 1999; Edera Forlì). Occasione per fare esperienza e provare a mettersi in luce. Quest’anno ha disputato la A2 col body della Renato Serra. Trova il picco alla trave.

Iosra Abdelaziz (7 dicembre 1999, ASA Cinisello). Di origini egiziane, è un eccellente prospetto che predilige il corpo libero. Gli Assoluti saranno un’occasione importante per fare esperienza.

 

Categorie
2013 Carlotta Ferlito Foto Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Sport nel Mondo Vanessa Ferrari

Ginnastica Artistica, tutte le partecipanti degli Assoluti

I campionati italiani Assoluti di ginnastica artistica si avvicinano sempre più. Mancano meno di tre settimane al weekend del 25-26 maggio che assegnerà i tricolori individuali, ed ecco che è uscita la lista con tutti i nomi delle partecipanti che vedremo al Pala Rossini di Ancona. Ovviamente in attesa della circolare della Federazione.

 

Iosra Abdelaziz (junior)

Sofia Bonistalli (junior)

Martine Buro (senior)

Sofia Busato (junior)

Giorgia Campana (senior)

Adriana Crisci (senior)

Erika Fasana (senior)

Joana Favaretto (junior)

Chiara Gandolfi (senior)

Giulia Leni (senior)

Alessia Leolini (senior)

Alice Linguerri (junior)

Federica Macrì (senior)

Enus Mariani (junior)

Elisa Meneghini (senior)

Giorgia Morera (junior)

Alessia Praz (senior)

Elisabetta Preziosa (senior)

Martina Rizzelli (junior)

Arianna Rocca (senior)

Pilar Rubagotti (junior)

Nicole Terlenghi (junior)

Tea Ugrin (junior)

 

Da annotare, ovviamente, delle assenze importanti. Su tutte spicca quella di Vanessa Ferrari, che ha preferito osservare un riposo dopo gli Europei per riprendersi al meglio dall’infortunio patito a Jesolo e che a Mosca è costato caro. Manca anche Carlotta Ferlito, che ha staccato un attimo per concentrarsi sui libri e prepararsi in vista degli Esami di Stato che la aspettano a giugno. Deve rinunciare anche LaraMori: dopo l’operazione di dicembre, l’abbiamo vista in A1 a Firenze ma gli esercizi sono ancora troppo facilitati per ambire a qualcosa di concreto agli Assoluti. Speravamo di ammirare anche Francesca Deagostini, ma il recupero dall’operazione di ottobre non è ancora completo. Perdura l’infortunio della Mattoni. Assente anche Serena Bugani.

Per delle analisi più approfondite rimandiamo all’articolo di domani e a quelli che pubblicheremo nell’imminenza dell’evento.

 

Categorie
2013 Carlotta Ferlito Foto Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Vanessa Ferrari

Ginnastica, Jesolo: abbiamo le Nazionali!

Nella mattinata di ieri (venerdì) si è svolto il primo allenamento a Jesolo. Giovedì il Direttore Tecnico Federale Enrico Casella aveva diramato le convocazioni per la classicissima che si disputerà nel weekend (quadrangolare con Stati Uniti d’America, Giappone e Svizzera).

E nella notte tra venerdì e sabato (ben oltre la mezzanotte) sono arrivati ufficialmente i nomi delle atlete che comporranno la Nazionale “ufficiale” e la Nazionale “sperimentale” (discorso valido sia per le juniores che per le seniores, quindi l’Italia schiererà ben quattro squadre). La prima gareggerà col body azzurro, nella seconda ogni singola ginnasta vestirà gli indumenti della rispettiva società di appartenenza. In questo modo si potranno valutare ben dodici atlete, praticamente tutte le migliori a livello italiano (escluse Carlotta Ferlito, impegnata a Los Angeles; Alessia Leolini e Lara Mori, infortunate; Chiara Gandolfi). Siamo al primo crocevia della stagione, quello che porta direttamente agli Europei di Mosca (17-21 aprile).

 

NAZIONALE UFFICIALE (seniores): Vanessa Ferrari, Giorgia Campana, Erika Fasana, Elisabetta Preziosa, Elisa Meneghini, Federica Macrì.

NAZIONALE SPERIMENTALE (seniores): Adriana Crisci, Giulia Paglia, Giulia Leni, Serena Bugani, Martine Buro, Arianna Rocca.

 

NAZIONALE UFFICIALE (juniores): Enus Mariani, Tea Ugrin, Martina Rizzelli, Lavinia Marongiu, Sofia Busato, Sofia Bonistalli.

NAZIONALE SPERIMENTALE (juniores): Joana Favaretto, Chiara Imeraj, Pilar Rubagotti, Alice Linguerri, Giorgia Morera, Nicole Terlenghi.

 

REGOLAMENTO. Nelle gare a squadre di sabato, tutte le ginnaste di una formazione possono salire su ogni attrezzo ma, ai fini della classifica, verranno considerati solo i quattro punteggi più alti. Si qualificano alle finali di specialità di domenica pomeriggio: la miglior ginnasta in assoluto ad ogni attrezzo più la miglior atleta di ciascuna squadra.

Categorie
2013 Foto Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Vanessa Ferrari

Ginnastica, Serie A1: i Top della prova di Ancona

Ieri pomeriggio è tornato il campionato italiano di ginnastica artistica. La prima tappa (delle quattro in programma) andava di scena ad Ancona. Cliccate qui per la cronaca, per i vari punteggi delle atlete e per la classifica. Nel day-after, com’è d’abitudine per tutti gli sport di squadra, stiliamo una pagella con promosse e “rimandate alla prova di Padova” (in questa sede mi limito al settore femminile). Per ulteriori approfondimenti sulle varie tematiche che sono sorte, per delle analisi più da vicino su ginnaste, esercizi e punteggi, rimandiamo ai consueti articoli della prossima settimana.

 

TOP:

Al primo posto la rimonta della Gal Lissone. Sotto praticamente di un punto e mezzo rispetto alla Brixia dopo la prima rotazione al volteggio, le brianzole faticavano anche alle parallele. Prive di Carlotta Ferlito, le campionesse in carica erano rimaste solo in tre. Il peso è passato a Elisabetta Preziosa che, dopo una tavola e degli staggi non stupendi (con note di partenza basse), si è davvero rinsavita alla trave, l’ha vinta e poi è riuscita ad aver la meglio addirittura al corpo libero. Una bella Elisa Meneghini si è comportata egregiamente, Alessia Praz svolgeva i suoi esercizi puliti e, sfruttando i tanti errori delle rivali, riuscivano a sopravanzarle e ad ottenere il primo successo stagionale.

 

Al secondo posto Vanessa Ferrari. Indubbiamente la migliore di giornata, come (quasi) sempre. Il talento della grande campionessa si è visto particolarmente sulle asimmetriche (14.400); la sua grinta si è notata nel tentativo di trascinare le giovanissime compagne (la squadra paga troppo la trave della giovanissima Bugani da 10.250); la sua voglia si è vista per tutte le tre ore del concorso (individuale virtuale vinto come da pronostico). Peccato per gli errorini al corpo libero che non l’hanno fatta nemmeno andare oltre i 14 punti sul quadrato. La ventenne, però, ha ruggito ancora, anche se la forma è ancora parecchio migliorabile. Il clou sarà il debutto alla American Cup di inizio marzo.

 

Al terzo posto Enus Mariani. Non si smentisce mai. La nostra più fulgida promessa dà una ripassata alla sua classe alla prima uscita stagionale, dopo otto mesi in cui non l’abbiamo vista in campo gara (eccezion fatta per la sgambata del Grand Prix). Secondo posto nel concorso individuale virtuale. Ed è ancora juniores! E veniva dai noti problemi alla schiena dovuti alla crescita! Chissà dove può arrivare. Ieri il miglior punteggio è arrivato a sorpresa dal volteggio (14.200) e il peggiore proprio dalle sue amate asimmetriche (13.350) ma dobbiamo ricordare che ha commesso un errore quando era sullo staggio basso. Ad ogni modo è bastato per trascinare la sua Pro Lissone a un altro stupendo terzo posto.

 

Al quarto posto la Olos Gym 2000. A soli 2 decimi dal terzo gradino del podio (il sottoscritto ci aveva visto giusto ad accreditarle come possibile sorpresa, con gli scongiuri del quartetto). Sfortunatissime e ad un passo dall’entrare nella storia: dopo una perentoria scalata dalla B alla A1 mancava proprio questa ciliegina sulla torta. Le romane pagano tantissime le cadute di Giorgia Campana alla trave, uscita poi visibilmente delusa. Non ci volevano proprio. Le ragazze di Ilaria Bombelli, capitana non scesa in pedana ma che si è fatta pesantemente sentire da “bordcampo”, hanno sfiorato l’impresa (brava la solita Gandolfi alle asimmetriche e la giovanissima Morera che si è fatta tutta la gara!).

 

Una menzione particolare per Martine Buro. La giovane della Pro Lissone è risultata, a sorpresa, la migliore al volteggio: 14.250!

Premio sorpresa va allora alla Forza e Virtù di Novi Ligure: da neopromossa si classifica al quinto posto. Giulia Gemme non gareggia; Arianna Rocca, campionessa italiana al volteggio, si fa valere sul suo attrezzo (14.000); Cintia Rodriguez, prestito spagnolo, va oltre le aspettative (52.750 nel generale); Carlotta Necchi e Marta Novello completano l’opera.

 

FLOP:

Non ci stancheremo mai di dirlo. È la prima gara di un anno che si prospetta molto intenso, ma anche di transizione dopo la stagione olimpica. Non era lecito aspettarsi esercizi magistrali, difficoltà enormi, prestazioni perfette: non sono delle marziane! È anche per questo motivo che non ha senso andare a fare le pulci a diverse prestazioni, perché dobbiamo assolutamente tenere conto di questi fattori.

Al primo posto le assenze dell’ultimo minuto. Di Lara Mori, Erika Fasana, Jessica Mattoni, Emily Armi già sapevamo. Oggi, però, si sono aggiunte anche le defezioni di Carlotta Ferlito, colpita dall’influenza ma presentatasi comunque al palazzetto per incoraggiare le compagne e rendere omaggio al pubblico del Pala Rossini, e di Anna Pavlova. La russa doveva essere la stella straniera dell’evento, ingaggiata a sorpresa dalla World Sport, ma ha avuto alcuni problemi con i voli aerei e non è riuscita a presentarsi. Un vero peccato perché l’evento sarebbe stato di maggior livello.

Al secondo posto le tante cadute. Giustificate, sia chiaro. Tante sono arrivate per inesperienza (e incoraggiamo la Bugani, non si faccia intimidire: sono cose che capitano e ha migliaia di occasioni per dimostrare il suo valore), altre per sfortuna (Giorgia Campana), altre per emozione (Alessia Leolini, alla prima uscita da seniores).