Maura vede la collana accendersi

Sins_of_NeonCity_by_OmeN2501

Maura era li ferma davanti al mercatino e vicino a mia madre Helena e si era fermata perché aveva visto la collana accendersi . Prima di andare via da li Maura si avvicino al mercatino e vicino a mia madre e con calma – prima ti ho sentito dire delle parole sussurrando .Voglio sapere cosa hai fatto ? . Helena decise di accontentare la curiosità di Maura – ho visto i tagli che hai il suo corpo e ti ho dato questa collana per un buon motivo e sarebbe a dire protezione . La prossima volta che qualcuno ti prova a toccare o farti male , tu non ti farai nulla ma saranno loro a farsi male . Non troppo male . Maura era forte per le strade ma quando era in casa lei era fragile come un fuscello e aveva bisogno di aiuto e sembrava che lo avesse trovato . Si mise a piangere davanti a mia madre e poi si asciugo le lacrime e prima di andare via da li di corsa – grazie per questa protezione . Prima di andare si mise dentro la maglietta la collana e uso i suoi capelli per nascondere il filo che teneva insieme la collana . Non voleva farla vedere ai suoi genitori e sopratutto a suo padre visto che gliela avrebbe strappata di dosso e poi l’ avrebbe venduta per della birra da quattro soldi . Maura la voleva avere sempre con se per vedere se quello che diceva la donna era vero oppure no ma anche per ricordarsi di Helena Saintcall . Maura si voleva ricordare di sua madre perché era l’ unica persona che si era importata di lei e di quelle sue ferite sul corpo . Maura aveva fatto di tutto per nasconderle e cosi non essere vista come una vittima . Per le strade poteva essere Maura la forte che non aveva paura di nessuno e non voleva essere la vittima . Maura non voleva essere una di quelle persone che stava li per le strade e le poteva accadere di tutto perché era stata vista come quella vera persona è sarebbe a dire una persona che ha sparato un sacco di stronzate e adesso lei è presa di mira da tutte le persone che sono per le strade .

Helena Saintcall da a Maura la collana

Sins_of_NeonCity_by_OmeN2501

Mia Madre Helena nell’ estate del 1987 per la precisione il 24 Dicembre del 1987 era sulla Terra per la precisione a Milano e stava li a fare un piccolo mercatino , un modo per vendere le sue collane pure sulla Terra . Helena era seduta li su una sedia e ogni tanto sistemava le sue collane per vedere se qualcuno di nascosto le toccava oppure no . Helena lo faceva perché aveva visto dietro a un muro una giovane signorina un po’ sporca e con dei vestiti non molto belli . Ma aveva un bel sorriso e aveva puntato gli occhi su una collana che aveva fatto mia madre . Era quella al centro e Maura che aveva 14 anni , capelli neri e molto carina ma sul viso e sul corpo aveva qualche livido sul corpo la voleva a tutti i costi . Helena si mise li a vedere se mancava qualcosa e poi vide Maura davanti al mercatino e fissava la collana al centro – se la vuoi avere devi darmi 19 lire . Se la vuoi . Maura era li ferma e guardava mia madre che era molto bella con quel vestito nero – la vorrei però non ho soldi . Helena vedeva i tagli che aveva la piccola Maura sul corpo , vedeva che alcuni erano recenti e altri meno recenti . Inizio a leggere la mente della piccola Maura e vide che la sua infanzia era stata distrutta da un padre alcolizzato e molto violento e spesso usava il coltellino contro di lei . Helena cercava una persona che aveva bisogno di protezione e sembrava che aveva trovato la persona perfetta . Helena prese la collana e passo attraverso la sedia e si avvicino alla piccola Maura – tieni e tua . Sei una ragazzina molto brava . Hai solo paura . Volevi rubarla ma non lo hai fatto . Tieni la collana e tua . Se mi lasci fare te la metto al collo . Maura non sapeva cosa dire . Maura resto ferma e si lascio mettere al collo la collana da mia madre . Poi prima di far scattare Maura a casa disse delle parole in latino e la collana si attivo . Helena aveva attivato il potere della collana e sapeva che l’ aveva data a una persona molto in gamba .

00214__47474_zoom__33895_zoom

Alice toglie l’ incantesimo a Jenna

 

Alice si mise subito a cercare il libro di incantesimi che era bello grosso e sopra era di colore nero . Se qualcuno lo avesse preso non ci avrebbe capito niente e avrebbe pensato che era una cosa stupida ed era una cosa scritta in latino . Ad alcuni il latino non piace e per questo lo avrebbe buttato in un lago o lo avrebbe bruciato . Mi puoi aiutare , tesoro . Quello che stiamo cercando e un libro nero e bello grosso – Alice visto che era l’ unico modo per ricordare quella notte , aiuto sua madre a trovarlo e inizio le ricerche prima in cucina e visto che li non c’ era niente , andò a vedere in camera di sua madre . Una volta entrata vide sotto il suo letto che era bello comodo e li sotto c’era un sacco di libri e decise di prenderli tutti quanti . Tutti i libri erano davvero molto grandi e neri e Jenna non sapeva se uno di quelli era il libro che stava cercando Alice . Torno di sotto con tutti i libri e lei era nascosta da dietro tutti quei libri . Alice vide che Jenna stava facendo crollare tutti i libri e andò a prendere alcuni dei suoi libri e li mise sul tavolo che erano molti . Una volta messi li sul tavolo e Alice chiese aiuto a sua figlia Jenna visto che era molto brava con il latino e in due facevano prima . I libri erano tanti e c’ erano un sacco di incantesimi e non solo quelli su quei libri ma anche informazioni su demoni e suoi loro punti deboli e anche i simboli druidici per proteggere una persona dalle forze del male . Jenna quando vide tutti quei incantesimi , si giro verso sua madre che era vicino a un libro e con un foglio e con una penna in mano – tu hai imparato tutti questi incantesimi . Allora sarai fortissima . Alice vide che Jenna era felice di sentire che sua madre era davvero una grande druida e sapeva davvero fare un sacco di incantesimi – si li so fare tutti quanti e una volta che avrai me come insegnante li saprai pure tu questi incantesimi e quello di far cadere le persone in un sonno profondo . Jenna vide che c’ erano molti demoni su quei libri e alcuni era molto potenti e forse più potenti di Destronema e da li capì che quello che aveva fatto Alice era per proteggerla – senti mamma mi dispiace per quello che ti ho detto prima , non volevo dirtelo e so che tu hai fatto questo . Nascondermi la verità e il fatto dei demoni per proteggermi ma adesso sono pronta a sapere la verità e grazie a te sarò pronta a saperla . Alice andò verso Jenna la abbraccio e poi dopo lungo cercare , trovo l’incantesimo giusto . Alice fece mettere Jenna al centro della stanza e poi pronuncio l’ incantesimo con una voce molto chiara e forte . Se avesse detto male le parole sarebbe successo una cosa davvero molto brutta e sarebbe a dire la memoria di Jenna sarebbe stata cancellata del tutto e non avrebbe riconosciuto Alice . Alice vide Jenna negli occhi e vide che era tutto apposta e dentro la sua mente stava per scomparire la nube che Alice aveva fatto mettere dentro la mente dentro la sua mente . Dentro la mente di Jenna , i ricordi stavano tornando con calma e vide lei che entrava in casa e metteva del sale vicino alle finestre dopo che Alice le aveva detto di entrare dentro casa . Jenna fece come le aveva detto Alice visto che si fidava ciecamente di sua madre e alla fine lei svenne a terra . Jenna guardo negli occhi Alice e le fece capire che tutto stava andando bene e che adesso lei ricordava tutto di quella sera . Jenna si mise seduta visto che le girava un po’ la testa e Alice le diede un po’ d’ acqua fresca visto che dopo ogni incantesimo c’ e sempre un effetto collaterale . Quell’ incantesimo aveva solo l’ effetto di far avere un mal di testa enorme sulla persona che lo utilizzava . Alice prima di dire a Jenna tutta la verità su quella sera e anche alcune domande che aveva sul conto del sale e di alcune cose . Alice porto Jenna in camera sua e la fece stendere e la fece dormire per un po’ visto che gli effetti duravano un ora e per tutto quel tempo Jenna aveva bisogno di dormire un po’ . Una volta che Jenna non aveva più quel mal di testa davvero molto doloroso , Alice le avrebbe detto tutto sulla morte di suo padre e delle sue domande sul sale .

 

Aspetto di Katrine Chandler durante l’ incantesimo

Katrine per colpa della sua ignoranza in latino ha sbagliato a tradurre le parole dell’ incantesimo che c’ era scritto dentro quel libro e cosi lei ha preso per tre settima e tre ore l’ aspetto di una ragazzina . Alice senza farsi vedere da Katrine ma le ha fatto una foto visto che era molto carina con l’ aspetto che aveva . Ecco l’ aspetto che aveva Katrine Chandler durante l’ incantesimo .

tVGG_12473

Katrine sapeva che con quell’ aspetto non poteva sconfiggere gli Zombie e cosi decise di assumere l’ identità di Kora per un pò e poi andare avanti cosi fino a quando non sarebbe tornata al suo vero aspetto .

Samuele parla con Cassandra e Dana

Samuele anche se aveva fatto il tatuaggio anti-possessione a Francesca Delgato e lei sapeva che quello non sarebbe bastato per sconfiggere dei demoni e cosi Samuele prese da parte Cassandra e Dana e le porto in cucina in modo che loro potessero parlare da soli e senza che nessuno li potesse interrompere . Cassandra quasi quanto Dana era curiosa di sapere perché li aveva portati in cucina senza dire niente a nessuno e di nascosto erano andati li . Samuele poteva vedere che Cassandra e Dana c’ era una domanda cioè per quale motivo erano li in cucina senza dire niente né a loro padre Roberto oppure a Francesca che era ancora nel letto e stava dormendo come un angelo . Samuele si mise seduto una sedia e poi fece sedere Cassandra e Dana al suo fianco e disse in maniera un po’ seria e davvero molto convincente per far capire a loro due che era una cosa molto importante non solo per la protezione di Francesca ma anche per la loro – Ogni giorno io verro qui e vi insegno il latino e poi vi insegno alcuni incantesimi di protezione non voglio sentire no , mai o altro . Queste cose vi servono e da quello che ho visto a Sefira voi il latino non siete molto ferrante ma adesso con voi lo sarete .

Cassandra e Dana non era molto felici e gli dissero con una faccia davvero molto triste – Se serve ad aiutarci contro i demoni allora lo faremo . Samuele era felice dentro , invece Cassandra e Dana non lo erano affatto , se fosse stato per loro se ne sarebbero volate via invece di studiare il latino . Dana anche se non era felice chiese in maniera da preparare sia lei e sia Cassandra a questa tortura dopo la scuola , anche se non la volevano fare Samuele aveva già detto a loro che era obbligatorio la casa e poi lui disse – Dopo che avete finito di mangiare io verro qui vi insegno il latino e se volete sopravvivere a questo mondo in cui ci sono demoni quasi ovunque , sarà meglio che lo imparate in fretta .

Cassandra e Dana alla fine decisero di fare questa cosa buona cosi si potevano togliere di mezzo Samuele come insegnante di latino e fare in modo che loro potessero imparare a salvare Francesca o le altre persone che erano in pericolo . Samuele si avvicino a loro e con molta gentilezza e con uno sguardo da duro – con me voi imparerete molte cose e non sarò molto gentile , io sarò duro come i vostri nemici perché loro non saranno molto gentili con voi .

Cassandra e Dana alla fine dissero a Samuele guardandolo negli occhi – quindi con noi tu sarai duro come i nostri nemici ? . Samuele le guardo e voleva essere chiaro con tutti e due – come avete visto i demoni non saranno molto gentile . Vi uccideranno e forse vi tortureranno alla grande e faranno tutto quello che gli passa per mente e quindi si sarò duro con voi ma so che se faccio questa cosa con voi due ne posso far uscire qualcosa di incredibile .

Cassandra e Dana erano felici di sapere che se avessero fatto tutto quello che diceva Samuele loro potevano diventare qualcosa di migliore e cosi essere delle persone speciali che aiutavano tutti quelli che volevano il loro aiuto o che loro volevano aiutare . Anche se quello significava correre qualche rischio ma almeno lo avrebbero fatto qualcosa per essere delle persone migliori . 

Valentina Richardson cambia aspetto

Valentina Richardson quando ebbe 15 anni divenne molto più sveglia e sopratutto molto curiosa ai dettagli e lei non voleva essere una persona normale senza poteri . Lei voleva avere un aspetto bello , sexy e sopratutto una persona con dei poteri , alla fine lei un giorno mi vide entrare dentro il T.A.R.D.I.S e voleva vedere cosa c’ era dentro forse grazie al contenuto li dentro lei poteva avere un aspetto diverso dagli altri e sopratutto voleva avere dei poteri incredibili . Aspetto che io me ne andai da li dentro e me ne andai a fare qualcosa sopra , entrò e si stupi moltissimo a vedere l’ interno e poi cerco una biblioteca e ci entrò e li vide che era enorme piena di libri grandi e altri piccoli . Tutti contenevano informnazioni su luoghi e incantesimo , alla fine lei prese un libro e lo inizio a sfogliare e li trovò un incantesimo che faceva caso a se cioè ” L’ Incatesimo della Volpe Rossa Umana ” . Nessuno aveva mai provato a fare l’ incatesimo , ma questo non spavento Valentina fece passo dopo passo quello che diceva il libro . Aveva delle forbici che prese in cucina e come diceva il libro si taglio una sua ciocca di capelli , poi dal libro prese una ciocca di capelli della Volpe Rossa Umana . Poi prese la sua ciocca di capelli e la uni con quella della Volpe Rossa Umana e poi inizio a dire l’ incantesimo che era in latino . Segretamente Valentina aveva preso lezioni di latino e sapeva tutto del latino sia di tutte le epoche e tutto quello che serviva .

Vulpes Humanum Do Spiritus vultu rubrum dedi sanguinem meum vobis capillos tibi cor super omnia. Me tibi, me decet. Et facies mihi peto Richardson Valentina opes. Accipe hanc rogamus. Lorem ipsum.

Dopo pochi minuti lei si trasformo ed ebbe i suoi poteri . Dopo aver fatto alcune cose vidi che Valentina non era li dove stava , ma nel T.A.R.D.I.S , entrai e la vidi in Biblioteca ed era molto cambiata e io stavo andando verso di lei e le dissi molto arrabbiato – nessuno ti aveva detto di leggere il libro e nessuno ti aveva detto di pronunciare e farlo . La presi per l’ orecchio e la scortai fuori con calma e la portai fuori e lei mi disse – mi dispiace . Rebecca Russo era tornata e vide questa persona con questo nuovo aspetto e Valentina disse – Rebecca sono io Valentina , ho fatto un incantesimo e adesso sono cosi . Rebecca mi guardò e disse – basta le stai facendo male l’ orecchio , io la lascai andare e poi dissi – Mi puoi dire perchè lo hai fatto ? . Valentina mi guardò e disse -L’ ho fatto perchè volevo fare qualcosa nel mondo , voglio aiutare la gente come hai fatto tu e poi se io te l’ avessi chiesto , tu non l’ avresti mai fatto . Alla fine mi calmai e dissi – Valentina Richardson anche se hai agito nel male nè è venuto fuori qualcosa di buono . Ma la prossima volta che vuoi fare una pazzia del genere dimmelo . La prossima volta un incantesimo può finire male e la prossima volta non ci sono io o Rebecca Russo ad aiutarti . Ero ancora un pò arrabbiato con lei ma poi con calma mi passo , lei era cambiata ma non potevo fare niente per lei . Sarebbe restata cosi per sempre dico nell’ aspetto e poi non è male . Alla fine io e lei ci abbracciammo stando attento alle sue code rosso fuoco .

Dico a Kratos , Pandora e Aqua cosa può fare il mio T.A.R.D.I.S

Prima che andassimo a fare il viaggio in Alessandria di Egitto nell’anno 67 a. C , io e gli altri entrammo nel mio T.A.R.D.I.S , iniziammo ad andare al quadro di comandi dove c’ erano le varie leve , i vari comandi e il quadro di comando dove posso vedere in che anno sono e in che tempo solo e poi dissi a loro – adesso vi dirò che cosa può fare il mio T.A.R.D.I.S e Aqua che inizio a girare per il quadro di comando curiosa disse – cosa può fare il tuo T.A.R.D.I.S e io dissi stavo vicino al computer dove si poteva vedere la televisione , i pianeti e le altre cose – il mio T.A.R.D.I.S , può viaggiare attraverso il Tempo , lo Spazio e i Mondi , poi in qualsiasi parte del mondo andiamo il T.A.R.D.I.S traduce tutto quello che dice quella persona , per esempio diciamo che andiamo in Giappone , noi andiamo li e il T.A.R.D.I.S ti entra dentro il cervello e traduce quello che dice una persona . Kratos disse – wow , quindi se andiamo in un posto dove c’ e un linguaggio sconosciuto o altro , il T.A.R.D.I.S lo traduce e io dissi – si , lo può tradurre ed è molto utile , quando per esempio se c’ e qualche problema nel futuro o nel passato oppure io voglio andare li ci posso andare e nessuno mi può dire niente e Kratos disse – quindi anche noi quando viaggeremo nel tempo , nello spazio e nei mondi , capiremo quello che dicono le altre persone e io dissi – si , capirete ogni singola parola , verbo e tutto quello dicono , anche lingue che adesso non si parlano più come il greco , il latino o la lingua egizia .

ioinviaggiodue

ci guadagno il colore del grano...

Mile Sweet Diary

diario semiserio di una aspirante pasticcera

Illustra.

magazine

ORME SVELATE

la condivisione del dolore è un dono di amore da parte di chi lo fa e di chi lo riceve

Wikinerd

NERD e dintorni ;)

ioinviaggio

Piego e ripiego la mappa del tuo Infinito in un origami d’amore

Evaporata

Non voglio sognare, voglio dormire.

Racconti ondivaghi che alla fine parlano sempre di amore

“Ships are safe in a harbour, but that’s not what ships are made for”

VOLO SOLO PER TE

Io e la mia vita...sul mio blog troverai parole che in questi angoli di paradiso potranno rasserenarti e regalarti se vorrai un momento di dolcezza..E se vorrai lasciarmi un commento sara' gradito da parte mia

Piccole Storie d'Amore

Vivo i giorni nella solitudine

NON SOLO MODA

La moda, uno strumento per essere positiva, negativa , simpatica, antipatica...semplicente TU

la musica è un luogo

Ogni pensiero risuona come una canzone.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: