Categorie
Ada Knight Alice Olivieri Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Roberta Olivieri

Trovo Roberta Olivieri

 

Quando devo trovare una persona , io non lo faccio nel modo normale e sarebbe a dire che io utilizzo i miei poteri per farlo . Dovevo usare i miei poteri per cercare Roberta visto che li sulla scena del crimine non c’era . Ada era nella mia macchina e poi vide fuori dal suo finestrino che più in la c’ era del sangue che non era fresco ma c’ era del sangue . Ada mi mise la mano sulla spalla destra , io la inizia a vedere e sapevo che se faceva cosi poteva aver scoperto qualcosa di importante – cosa hai scoperto Ada ? . Ada mi fece cenno con il dito del sangue , mi affaccia un po’ dal suo lato e vidi del sangue che era li . Scendemmo dalla macchina e andammo verso il sangue , c’ erano piccolo gocce di sangue e tutte andavano verso la strada . Le seguimmo fino a quando non finirono e ci dovemmo fermare – le trecce di sangue di fermano qui . Adesso che facciamo . Io sapevo cosa fare e le dissi ad Ada guardandola in faccia – torniamo dentro casa e cerchiamo un ritratto di Roberta . Sappiamo che la sua stanza non è bruciata e questo gioca a nostro vantaggio . Ada sapeva che avevo ragione e li dentro avremo sicuramente trovato un ritratto della ragazzina . Andai prima io e poi entro Ada e chiuse la porta , andammo con calma in camera di Roberta , Dovevamo andare con calma visto che se toccavamo qualcosa poteva diventare polvere e noi in quel caso potevamo dire che avevamo contaminato la scena del crimine . La stanza da letto di Roberta era molto carina , visto che sulle pareti c’erano delle rose di colore molto rosse e molto belle . Furono Alice e Roberta a dipingerle , si divertirono moltissimo a farlo . Alice sapeva che a sua figlia piacevano le rose e cosi senza dirle niente fece delle lenzuola con ago e filo e li sopra c’ erano delle rose rosse . Roberta quando le vide si innamoro di quelle lenzuola fatte da sua madre . Roberta sulla sua scrivania aveva una foto di lei con i capelli raccolti a forma di cyghon e accanto a lei c’ era sua madre Alice . In pochi minuti avevamo trovato quello che cercavamo e adesso dovevamo trovarla . Arya non aveva più detto niente a Carlos visto che non si fidava di lui . Arya non gli poteva dire che lei era una invocatrice o che vicino al letto di Roberta c’ era un demone che era anche sua sorella maggiore . Arya non sapeva come poteva reagire a quelle informazioni e cosi decise di non dire più niente a lui . Arya fece finta di non sapere nemmeno chi fosse Carlos . Prima di andare avanti con la sua missione aveva chiesto a Lenny che se telefonava Carlos doveva modificare il suo timbro vocale e cosi pensava che Arya le aveva dato un numero falso . Se potevo avere qualche informazione su dove era Roberta non le potevo avere certo da lui . Una volta tornati vicino alla mia macchina e apri il portabagagli e li c’ era un sacco di mappe di tutti i luoghi . Mi ero procurato tutte quelle mappe visto che avevo bisogno di sapere dove fossero le persone . Li dentro avevo anche le puntine . Una volta prese la mappa di New York e una puntina , chiusi gli occhi e mi concentrai su Roberta Olivieri . I miei occhi erano divenuti bianchi e la mia mano si inizio a muovere da solo e centrai con la puntina il General Ospital di New York . Adesso sapevo dove era Roberta e ci andai subito visto che volevo aiutare Roberta e non mandarla in carcere per qualcosa che un demone le aveva spinto a farla .

 

 

Categorie
Angel Hayes Arya Strong Eva Strong

Eva controlla la stanza di Angel

 

Eva sapeva che non si poteva fidare di Angel , non solo per il fatto che poco fa le aveva detto una bugia , ma anche per il fatto che era amica intima di Serena e anche di Raina . Eva sapeva che Angel non avrebbe detto niente né su Serena e nemmeno su Raina e cosi decise di lasciarla andare a fare la doccia – fai a farti la doccia e mentre la fai , io controlla la tua stanza da cima a fondo e se vedo che c’ e traccia di Serena , te la faccio pagare per non avermi detto la verità . Angel era andata sotto la doccia e l’ acqua stava cadendo sul suo corpo tutto quanto nudo . Angel aveva un po’ paura ma aveva distrutto e aveva fatto in modo che non c’ era nessuna traccia di Serena dentro la sua stanza , ma Eva non lo sapeva . Anche se Arya lo sapeva non poteva dire niente a Eva visto che sua sorella gemella gli aveva detto di tapparsi quella bocca oppure l’ avrebbe buttata fuori dalla sua mente in modo molto brusco . Eva decise di controllare sotto il letto di Angel che era fatto molto bene , aveva le lenzuola con i cuori ed erano di colore rosso . Le piacevano davvero molto e per questo non le toglieva mai e anche per un altro motivo , questo era l’ ultimo ricordo di sua madre . Eva si era messa sopra le lenzuola e vide che li sopra non c’ era odori e nemmeno ciocche di capelli e capì che erano state lavate di recente . Eva non poteva andare dentro la doccia e prenderla – hai lavato di recente queste lenzuola ? . Angel non poteva vedere quelle lenzuola , mentre si metteva una crema sul corpo – quale lenzuola ? . Se dice quella con i cuori , allora si . Ci ho versato sopra della coca cola e le ho dovute lavare . Eva decise di vedere dentro l’ armadio ed era bello grande e vide che Angel aveva dei vestiti davvero molto belli . Non erano solo vestiti da sera , ma anche per altre occasioni . Eva inizio a vedere tutto centimetro per centimetro e vide che li non c’ era traccia di Serena . Prima di andare via decise di andare a controllare la stanza della sua compagna di stanza che era adiacente alla sua e il suo nome era Roberta . Roberta non faceva parte del piano e secondo Eva era il posto perfetto per nascondere Serena . Eva vide in tutta la stanza e vide che li non c’ era e prima di andare via da li – senti non voglio che tu diventi una traditrice . Quindi se trovi questa era dimmelo e io ti posso aiutare . Ti posso allenare personalmente e cosi tu potrai diventare forte come me . Roberta voleva fare il sentiero e grazie all’ allenamento personale con Eva ci sarebbe riuscita a superarlo . Eva decise di andare a controllare meglio la stanza di Roberta , perché voleva essere certa di quello che secondo la sua mente pensava . Eva vide le lenzuola della stanza di Roberta e vide che li sopra c’ erano solo i suoi capelli e quelli di nessuna altra persona . Eva vide sotto il suo letto visto che Serena si poteva nascondere li sotto e non era li sotto . Eva decise di andare a vedere dentro il suo armadio e prima che andò a vedere , si muoveva – cosa c’ e li dentro . Eva decise di andare a vedere prima che Roberta la fermasse . Eva si stupi di trovare un cane ferito con ustioni di tre gradi e anche peggio . Il cane era per terra e quasi non si muoveva e Eva decise di fare una molto carina e sarebbe a dire curare il cane . Eva lo aveva fatto perché il cane le aveva leccato la mano e dentro la sua mente – aiutami . Questa è una pazza piromane e se sto qui dentro posso morire . Eva decise di curare l’ animale e poi prese Roberta per i capelli – cosa hai fatto tu questo al cane ? . Roberta disse di dire – si , l’ ho fatto io e non me ne vergogno . Roberta pensava di essere in pericolo e invece non lo era – se trovi Serena , fai in modo che non possa usare le mani e le gambe per un po’ e se ci riesci otterrai il mio aiuto per completare il sentiero dell’ invocatore .