Categorie
Alukard Saintcall Brighmore Daniel Saintcall Delilah Cooperspoon Maghi Magia Maraxus

Una Lettera interdimensionale per me

Alukard per aiutarmi aveva lasciato alcune lettere in vari posti , molto particolari e in posti che sicuramente grazie ai miei poteri ci potevo arrivare . In queste lettere interdimensionali parlavamo di varie cose , tra le quali cose chi mi doveva allenare . Non vi dico chi mi doveva insegnare a usare le arti magiche , una più pazza non mi poteva toccare . Tra lei avrei preferito qualcuno , anzi mi sarei bruciato che farmi allenare da lei . Quando apri la lettera che trovai a Londra in un appartamento abbandonato , il numero civico 90 . Era un appartamento abbandonato e ed era come se veramente non ci abitasse nessuno perché la cosa che distingueva quel posto dagli altri che c’ erano mobili , foto e molto altro . Ma li non c’ era niente , ma una cosa però era diverso dalle altre li agli occhi mortali non c’ era niente , ma ai miei occhi c’ era una lettera che era destinata a me . L’ apri e fu teletrasporto su Maraxus , nel giorno in cui la lettera fu scritta , Alukard fu molto felice di vedermi . Lui e io ci potevamo vedere e parlare solo cosi , anche se era un fantasma lui però come fantasma faceva molte cose e stava sempre in giro . Comunque lui disse – ti ho convocato qui , per parlarti di chi ti aiuterà a utilizzare la magia . Io ero pronto a imparare la magia , la magia mi piace moltissimo è la cosa più bella in assoluto . Io guardai mio padre negli occhi e dissi – chi è che mi deve allenare nella magia ? , ero davvero pronto lo dovevo fare , dovevo imparare la magia . Io ero ancora all’ oscuro di chi era mio parente e sopratutto mio padre e mia madre dove sono andati e cosa hanno fatto nell’ universo . Mio padre mi guardò e disse ad alta voce – la persone che ti allenerà è Delilah Cooperspoon . Delilah Cooperspoon è una strega molto potente e per questo è il capo delle Streghe di Brighmore . Negli ultimi anni pure io avevo sentito diverse storie su di lei , alcune belle e altre brutte . Io dissi a mio padre – mi devo allenare nella magia con lei per forza , Alukard mi chiese come mai non volevo allenarmi con lei e io – ho sentito delle voci che è cattiva , crudele con altri . Il momento peggiore arrivò dopo , perché mio padre senza dirmi niente nella lettera interdimensionale aveva invitato pure lei . Lei senti tutto quello che ho detto io e dietro di me – cosi io sarei cattiva , dove l’ hai sentito questa voce ? . Io mi girai e senza avere paura – ho girato per strade di Dunwall e ho sentito diverse storie che riguardavano te . Delilah mi squadrò e disse con molta presunzione – cosi saresti tu la persone che dovrei allenare . Poi fece lo sguardo che utilizzava per mettere paura agli altri e poi disse – non mi interessa chi sei o chi ti credi di essere , ti conviene non farmi perdere tempo . Ho parecchie cose da fare , quindi mettiti di impegno e impara in fretta . Mettiti sulla mia strada e la pagherai molto cara . Io la guardai negli occhi , per fargli vedere che non avevo paura di lei e le dissi con molta serietà – Non mi fai paura , io imparerò e poi mi toglierò dalla tua strada . Una cosa ti voglio avvertire Delilah prova a far del male a un solo innocente o altro e io ti faccio vedere io cosi significa morire di una morte molto violenta e dolorosa . Alukard vide già che io e Delilah avevamo le nostre discussioni , tra me e me dicevo “ Se già non andiamo d’ accordo , non potrai mai allenarmi con lei “ . Alukard mio padre disse ad alta voce – voi due andrete d’ accordo e tu Daniel imparerai da lei tutto quello che c’ e da sapere sulla magia . Poi si rivolse con Delilah con sguardo deciso , quello che sguardo che utilizza per mettere paura , sopratutto ai suoi nemici e poi disse ad alta voce – Delilah impara a mio figlio Daniel tutto quello che ce da sapere sulla magia . Delilah era una stata una nemica di mio padre , ma con il tempo e con tutti gli scontri che avevano fatto tra loro , loro erano nemici ma si rispettavano tra loro e con il tempo divennero amici . Alcune volte si facevano favori tra loro , certo Delilah ha fatto del male , ma quando stava con mio padre lei cercava di fare del suo meglio per non uccidere e fare dal male a nessuno . Alla fine Delilah mi guardò e disse – Daniel ti aspetto al Maniero di Brighmore , fa in fretta ti aspetto nel pomeriggio . Dirò ai miei uomini di farti passare , sta attento qualcuno proverà a rubarti la tua roba . Io feci comparire la mia spada e disse con lo stesso sguardo che aveva mio padre e dissi a lei – non ti preoccupare , so badare a me stesso e se qualcuno prova a rubarmi qualcosa io me la riprendo . Poi dissi a lei – a tra poco Delilah , io sono pronto a farmi insegnare e tu sei pronta a insegnarmi ? . Delilah mi guardò e disse – sono prontissima , ma come ti ho detto fammi perdere tempo e tu rimpiangere di non aver dimenticato il mio nome quando l’ hai sentito . Delilah se ne andò a inizio a preparare una stanza in cui io e lei ci potevamo allenare , Alukard mi disse – cerca di andarci d’ accordo e imparerai molto da lei . Si ok , proverò ad andarci d’ accordo – dopo me ne andai e iniziai a preparare tutto quello che serviva per andare a Brighmore .

 

Categorie
2012 Allenamento Dominatore di Poteri Ispezioni Mondi Fantastici Mondo Pandora Parlare con Pandora Persone Polizia Internazionale Polizia Internazione del Mondo Fantastico Racconto Signori del Tempo Storia Tempo

Insegno a Pandora come investigare

Una cosa che Pandora non mi aveva detto non solo per quale motivo forse perché era aveva un paura a chiedermelo o per altre motivazioni . Pandora sapeva già da molto tempo che io faccio parte della Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi . Questa polizia è sempre collegata alle altre polizia che ci sono sulla Terra e quindi questa polizia è un po’ come quella sulla Terra , però le persone che né fanno parte sono molto brave a investigare e sopratutto ognuno di loro o è un alieno oppure è una persona che ha poteri magici oppure è una creatura magica . Pandora alla fine prese il coraggio , usci dalla sua stanza ed entro in camera mia e mi chiese – Marcello vorrei entrare nella Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi . Io dissi a Pandora – certo , ma prima di fare questa cosa io ti devo allenare su una cosa o per meglio dire ti devo insegnare a investigare , a guardare le piste da seguire e molto altro . Pandora si avvicino a me e chiese – insegnami queste cose che dici tu e io – certo Pandora , adesso ti insegno queste cose . Pandora era molto contenta di essere insegnato qualcosa da me o da qualcuno , perché lei voleva sempre vedere o fare qualcosa . Andammo insieme al Campo delle Simulazione che era dentro la biblioteca in camera mia . Misi la mano e il computer riconobbe le mie impronte digitale e fece entrare me e Pandora . Entrammo e io dissi a P.R.O.F.E.T – simulazione per diventare agente di polizia internazionale del tempo , dello spazio e dei mondi . La stanza inizio a cambiare è si trasformò in una stradina buia con tutte le cose che c’ erano tutti i giorni . I barboni che chiedevano i soldi , bidoni della spazzatura e carte per terra come era normale , Pandora vide la scena con i suoi occhi , poi guardò me e disse – è davvero cosi il mondo . Io dissi a Pandora – il punto che il mondo non è tutto rosa e fiori , il mondo è un posto molto brutto , pregare non serve a niente . L’ unico modo per cambiare le cose in questo brutto mondo è lottare con tutte le forze . Poi Pandora mi fece la domanda che voleva farmi già da un po’ – che cosa ci facciamo qui in questo posto e io indicai a Pandora un palazzo che era qui vicino e dissi a lei – qui in questo posto e in quel condominio ti insegno a investigare . Il posto dove si svolgeva la simulazione era un vicolo della 18° strada di New York , il posto in cui dovevo insegnare a Pandora a investigare in un appartamento di un criminale molto cattivo e credule . Però questa era solo una simulazione e lui per scappare dalla polizia lascio tutto li dentro senza potersi portare via tutte le sue prove o altre prove che potevano incastrarlo in omicidio . La sua stanza era la 305 una stanza né molto accogliente visto che era di un assassino , una persona non molto sana di mente . Ci dirigemmo verso il suo appartamento , io in mano avevo il mio kit di analisi , li avevo tutto l’ occorrente per analizzare la scena del crimine e sopratutto per non contaminarla . Pandora mentre ci stavamo avvicinando al’ appartamento vide che io nella mano sinistra avevo una scatola metallica e mi chiese – cosa c’ e li dentro e a cosa ti serve ? , io risposi – li dentro ci saranno impronte digitali e prove che ha lasciato il serial killer e qui in questo kit io ho tutto l’ occorrente per non contaminare la scena del crimine . Appena ti insegno l’ investigazione e appena sarai entrata nella Polizia Internazionale del Tempo , Dello Spazio e dei Mondi io ti farò dare un kit del genere e Pandora in modo molto triste , perché lei lo voleva subito . Lo so che lei lo voleva subito però ho fatto bene a non darglielo subito perché prima deve imparare a usare ogni oggetto e sopratutto deve fare ancora molta pratica . Con molta calma eravamo arrivati all’ appartamento , dopo entrammo e io presi dal mio kit due paia di guanti una per me e una per Pandora . Glieli diedi e dissi -indossali e Pandora mentre li inizio a mettere con molta calma e quasi subito – perché li devo mettere e io – te li devi mettere perché questa è la casa del killer , quindi qui ci possiamo trovare impronte digitali e prove per dimostrare la sua colpevolezza e poi sopratutto noi cosi non possiamo contaminare la scena . Pandora capì subito quello che avevo detto , io l’ ho sempre detto che Pandora è molto brava e se messa sulla strada giusta sarebbe diventata una grande Signora del Tempo . I guanti se li era messi subito e io dissi a lei – investigare significa cercare ovunque , in qualunque parte della casa e trovare tutte le prove che ti servono e Pandora voleva essere spiegata questa cosa – in che senso prove ? , io allora – prove nel senso un coltello insanguinato , una lettera o un ‘ altre cose che provano sia stato lui a fare queste cose brutte . Io dissi a Pandora – ora siedi un attimo sulla sedia e io adesso ti dirò tutto quello che c’ e in un kit di analisi , Pandora si inizio a sedere e mise le gamba accavalcate . Io a Pandora che avevo quasi vicinia – nel kit di analisi ci sono vari oggetti che ti possono servire per trovare le impronte digitali , una pinzetta perché diciamo che non puoi usare i tuoi guanti perché sono macchiati di sangue o altro , tu puoi utilizzare la pinzetta li dentro e poi metti quello che hai trovato dentro uno dei sacchetti . Né presi uno dal kit per mostrarlo a Pandora e lei aveva capito . Dopo aver mostrato a Pandora qualche altro strumento di analisi , io dissi a lei – dividiamoci io cerco nella sua stanza e tu cerca in bagno . Pandora inizio ad entrare in bagno e seguendo i miei consigli si mise subito a cercare nei cassetti e tra le varie ante , ma tutto quello che riusci a trovare furono delle medicine . Era un flacone nuovo e senza etichetta , Pandora prese uno dei vari strumenti nel kit di analisi e vide che c’ era un impronta . Pandora mise il flacone centro una delle buste perché io non gli ho ancora mostrato come far vedere le impronte digitali . Prima di andare a cercare in un altra stanza cioè in salotto , forse nei cassetti ci sarebbe stata qualche lettera . Pandora si inizio a dirigere verso un piccolo tavolino dove c’ erano due cassetti , inizio ad aprire il primo e vide che c’ erano molte lettere e tutte quante erano della moglie . Pandora aprì la prima lettera e inizio a leggerla e diceva :

 

Il Nostro Matrimonio non funziona più , da quando è morta nostra figlia Sandy di 18 anni , io non ce la faccio più ad andare in avanti . Da quando nostra figlia è morta tu non sei più a casa , non ce la fai ad accettare che lei è morta quel giorno e io devo andare in avanti .

 

Tua moglie Sandra

 

Pandora inizio a capire perché aveva iniziato a rapire le persone , perché per lui sembravano sua figlia , la sua figlia perduta e lui non poteva andare in avanti e sopratutto la morte della figlia aveva distrutto il loro matrimonio e non funzionava più . Pandora vide che c’ erano tante altre lettere , tra le quali una in cui c’ era scritto Carte del Divorzio . Vedendo quello Pandora capii ancora di più , già lui non riusciva ad andare in avanti per la morte della figlia e lui era divenuto un po’ pazzo perché lui non pensava ancora che la loro figlia era lì fuori ancora da qualche parte e ogni persona femminile le sembrava lei , poi il suo matrimonio distrutto e sua moglie che lo lascio . Lui allora divento disperato e si rifugio sempre più nella sua follia . Io avevo iniziato a controllare camera sua , lui aveva nascosto tutti i suoi attrezzi del mestiere come coltelli e altre cose . Io iniziai a cercare ovunque e alla fine le trovai nel suo ripostiglio , per non far vedere i suoi artigli lui aveva una stanza segreta da cui si poteva accedere dietro la libreria in camera sua un come Batman . Appena entrai vidi il suo tavolo da lavoro , i suoi armi e molte cose , con il mio kit di analisi presi tutti gli attrezzi e li misi nelle buste perché forse li avremmo trovato almeno una impronta digitale o una schizzo di sangue della vittima o dell’ assassino ancora fresco e vedere se era la persona che avevamo catturato . Io e Pandora tornammo in salotto e mettemmo tutto quello che c’ era dentro le buste nel kit di analisi . Poi dissi a Pandora – brava , adesso questa simulazione è finita , però più tardi ti faccio vedere come si prendono le impronte e altro .