Categorie
Ada Knight Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Foto Galleria Galleria Foto The Witcher 3 Witcher

The Witcher 3: Wild Hunt

Geralt di Rivia detto anche il Lupo Bianco deve sconfiggere mostri che uccidono persone , le rendono schiave e le uccidono in modo molto peggiori . Ci sono creature che solo per divertimento bruciano un intero paese . Per prendere possesso del posto lo hanno bruciato e sembra che hanno ucciso un sacco di persona che non hanno fatto niente . Geralt deve fermare un invasione con gli altri Witcher . Lui da solo ce la può fare ma per fermare una grande invasione hai bisogno di davvero molto aiuto . Hai bisogno di tutti gli Witcher possibili non solo uomini ma anche donne . Hai bisogno dell’ aiuto di tutti visto che queste persone sanno usare magie e altri invece sono dei mostri spaventosi che fanno davvero molto paura sono spaventosi e sono fortissimi . Geralt per fermare tutta questa invasione ha bisogno di tutti visto che ho visti i suoi nemici e sono molti , sono davvero numerosi . Sono davvero molto forti e sono pronti a uccidere tutti quanti .

Le porte dell’ universo di The Witcher 3 : La Caccia Grossa aprono il 24 Febbraio .

 

Categorie
2013 E3 E3 2013 Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo Pc Ps4 Xbox One

The Witcher 3: Wild Hunt – nuove informazioni dagli sviluppatori

Dopo aver fatto il pieno di premi all’E3 2013 ed aver dato ad Andrzej Kwiatkowski la possibilità di lavorare sulla mod Full Combat Rebalance 2 di The Witcher 2 per fare felici gli utenti PC di Assassins of Kings, i boss di CD Projekt RED riprendono la scaletta di marcia di The Witcher 3: Wild Hunt realizzando due splendidi sfondi per il desktop accompagnati dalla scheda informativa della prossima, attesissima epopea fantasy di Geralt di Rivia.

Suddivisa in diversi paragrafi per approfondire tutti i concetti espressi dai CD Projekt nelle dichiarazioni rilasciate alla stampa di settore, il ricco fact sheet propostoci dal team di Marcin Iwinski fissa su carta tutti i punti toccati dagli sviluppatori polacchi nel corso di questi mesi. Per evitare di riprendere argomenti già trattati ritornando inutilmente alle analisi delle interviste, dei video-diari e degli speciali prodotti fino ad oggi (a cui abbiamo già dedicato un ampio spazio), ci concentriamo così sugli elementi di novità rintracciabili tra le righe di questa preziosa scheda per evidenziarli attraverso la lista a seguire:

  • Wild Hunt sarà il capitolo finale della saga di Geralt di Rivia. Diversamente dalle voci di corridoio rincorsesi in questi mesi sui forum e sui siti di settore, quindi, con The Witcher 3 si la storia del Lupo Bianco si avvierà definitivamente alla conclusione
  • Il mondo di gioco sarà 35 volte più grande di quello di The Witcher 2 (e il 20% più di Skyrim, dungeon e DLC inclusi)
  • Quasi ogni azione dell’utente avrà riflessi diretti e indiretti sulla storia principale, sulle quest secondarie e più in generale sulla vita di tutti i PNG
  • La campagna principale potrà portare a tre distinti Epiloghi (gli ultimi capitoli della storia con scene in cinematica alternate a sessioni ingame) ambientati in 12 diversi “stati” del mondo (ciascuno “stato” verrà determinato dalle scelte compiute dal giocatore nel corso dell’avventura. Viene inoltre confermata la presenza dei finali multipli con 36 diverse scene conclusive
  • Non ci sarà alcun caricamento tra una zona e l’altra o tra un ambiente interno e uno esterno: tutto verrà gestito attraverso dei caricamenti in streaming
  • Per andare da un estremo all’altro della mappa di gioco ci vorranno non meno di 40 minuti, che però diventano più di 150 se si decide di viaggiare a piedi senza avvalersi del cavallo
  • L’intero gioco sarà ambientato tra le isole maggiori dell’arcipelago Skellige. Ciascuna isola potrà essere raggiunta solcando i mari con la propria nave, con vascelli di fortuna o con imbarcazioni governate da PNG
  • Le Skellige avranno decine di biomi naturali e di aree completamente diverse le une dalle altre: si passerà dalle foreste di conifere ai ghiacciai d’alta montagna, dalle paludi salmastre alle steppe.
  • Il meteo dinamico influenzerà l’intero mondo di gioco, sia per ciò che riguarda il gameplay che per tutto quello che ha a che fare con l’aspetto stesso delle ambientazioni: con il bel tempo i mercanti e i contadini lavorano di più e garantiscono più prodotti a un minor prezzo, con l’arrivo dell’inverno si assiste alla migrazione degli animali e all’emigrazione degli abitanti dei villaggi più sperduti, con la pioggia e con le tempeste i trasporti marittimi diventano estremamente più pericolosi, con il vento forte le creature, i briganti e i mostri cercano riparo nelle grotte o nelle foreste, eccetera eccetera…
  • Il sistema di combattimento sarà sensibilmente migliorato con l’adozione di una nuova serie di attacchi, di parate e di mosse elusive. Geralt di Rivia potrà contare su 96 diverse animazioni (in The Witcher 2 erano appena 20). Ciascuna animazione, inoltre, cambierà in relazione allo stile di gioco dell’utente e alle abilità sbloccabili aumentando il proprio livello personaggio: gli incantesimi di segno Igni, ad esempio, produrranno effetti visivi e “ludici” completamente diversi se lanciati da un eroe con un alto livello di abilità con le armi da taglio rispetto a un personaggio focalizzato sulla magia
  • Ci saranno tre diversi livelli di specializzazioni – Spadaccino, Alchimista e Mago – ognuna delle quali potrà essere sviluppata su più livelli per combinarne gli effetti e dare forma a un eroe “ibrido”
  • Confermata l’assenza degli eventi quick-time e delle sequenze d’attacco scriptate (anche negli scontri con le creature più grandi e i nemici più arcigni)
  • L’ambientazione sarà un fattore determinante del nuovo sistema di combattimento: durante uno scontro, ad esempio, potremo disorientare il nemico colpendo un alveare o incendiando un barile
  • I nuovi Segni legati agli incantesimi saranno cinque, ognuno con due differenti “tipi di lancio”. L’effetto dei Segni e dei relativi incantesimi non dipenderà solo dal livello di Magia ma sarà strettamente collegato al livello di tutte e tre le specializzazioni dell’eroe
  • Il sistema di crafting ci permetterà di creare pozioni in maniera ancora più intuitiva. Sarà inoltre possibile forgiare armi e armature personalizzate
  • I menù di pausa verranno modificati per rendere più semplice la lettura delle statistiche, l’organizzazione dell’inventario, la gestione dell’equipaggiamento e la fruizione dei dati relativi alle abilità, al crafting e alle specializzazioni.

The Witcher 3: Wild Hunt è previsto in uscita nel 2014 su PC, PlayStation 4 e Xbox One.

 

Categorie
2013 Foto Galleria Galleria Foto Mondi Fantastici Mondo Notizie Notizie dal Mondo Pc Ps4

The Witcher 3: Wild Hunt – nuovi sfondi per il desktop

A meno di ventiquattr’ore dalla pubblicazione dell’ultima infornata di scatti di gioco di The Witcher 3: Wild Hunt, gli sviluppatori di CD Projekt RED ritornano al centro della scena aggiornando il sito ufficiale del loro atteso GDR fantasy per inserirvi dei nuovi sfondi per il desktop.

I wallpapers propostici dagli autori del famoso team di sviluppo polacco ritraggono una versione rivista e corretta dell’ormai celebre logo stilizzato del Lupo Bianco (il simbolo di Geralt di Rivia), dei bozzetti preparatori sulle ambientazioni dell’arcipelago Skellige e il primo piano di un troll di caverna non particolarmente propenso al dialogo.

Il titolo, lo ricordiamo, andrà a collocarsi temporalmente subito dopo gli eventi del capitolo precedente e ci porterà a reindossare i panni di Geralt di Rivia per compiere una spedizione nelle isole più settentrionali dei Regni del Nord: lo scopo del viaggio sarà quello di cercare Triss Merigold, finita tra le grinfie degli spettri al seguito del Re della Caccia.

Spinto dal REDengine 3, il gioco proporrà un sistema di combattimento ancora più accurato e un canovaccio narrativo aperto, basato come sempre sullo straordinario sistema di moralità che ha contribuito a rendere celebre questa saga: le azioni che decideremo di compiere avranno riflessi diretti e immediati nella trama e nella struttura stessa delle ambientazioni. Gli stessi CD Projekt descrivono il mondo di gioco come un ecosistema vivente che reagirà agli eventi della storia modificando la flora, la fauna, il comportamento dei PNG e l’accoglienza che questi ultimi decideranno di concedere al nostro impavido alter-ego all’entrata di una taverna o di un villaggio di montagna.

The Witcher 3: Wild Hunt arriverà nel 2014 su PC, PlayStation 4 e “Xbox Next”.