Categorie
Ada Knight Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Foto Galleria Galleria Foto New York The Last Witch Hunter

The Last Witch Hunter

Le streghe ci sono sempre e sempre ci saranno . Vicino a queste persone crudeli e meschini e pronte a far del male a tutti ci sono loro . Le persone che hanno deciso di uccidere le streghe . Io e Ada siamo andati nell’ universo di The Last Witch Hunter . Siamo stati li per seguire la storia dell’ ultimo cacciatore di streghe . All’ inizio il suo aspetto è cosi . Quando a iniziato il suo viaggio ha questo aspetto

Quando inizia a dare la caccia a una grande strega . Deve fare una cosa davvero molto difficile e sarebbe a dire chiedere alla sua nemica di essere una sua alleata per fare un grande male . Non viene aiutato solo dalla strega ma anche da un prete . Eccoli uno vicino all’ altro

Dentro un posto molto buoi e senza farsi vedere da nessuno l’ ultimo cacciatore di streghe incontra la strega che odia e che ha dato la caccia per molto tempo . Ma adesso si devono unire per fermare un grande male

 

 

Categorie
Babbo Natale Bicicletta Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Mondo Spazio Tardis Tempo Universing Universo

Consegno a Babbo Natale la Sfera del Tempo

Centinaia di anni fa nell’ Universing esistevano degli oggetti , noti come Gli Oggetti del Tempo né erano moltissimi ed erano capaci di controllare il tempo e lo spazio . Visto che erano tanto pericolosi erano stati messi nella Camera del Tempo e messi li dentro erano al sicuro da mani avide e pronte a mettere sotto sopra il mondo intero . Quegli oggetti dovevano essere al sicuro dalle mani di ladri , alieni e creature oscure molto potenti e molto pericolose che si aggiravano per tutto l’ Universing . La Sfera del Tempo uno tra i molti oggetti che sono in giro , adesso c’ e l’ ha una persona molto buona e gentile , la più gentile che io abbia mai conosciuto cioè Babbo Natale . Come so che c’ e l’ ha lui perché io gliel’ho consegnata io stesso , prima di farlo lo scrutai nei suoi più profondi pensieri e lui era puro , non aveva malvagità nel suo cuore anzi una grandissima gentilezza e vidi che doveva consegnare moltissimi giocattoli il giorno di natale e visto che a me La Sfera del Tempo non serviva la diedi a lui e lui per tutto questo tempo la utilizzò per portare i giocattoli a tutti i bambini nel mondo . Prima di darla lui la dovetti riprendere perché uno degli oggetti che è stato rubato è proprio la Sfera del Tempo . Capì che era stato un ladro a rubare tale Sfera con i suoi poteri malefici , voleva essere lui a cambiare il mondo e trasformarlo nel suo mondo di terrore dove tutti avevano paura di lui . Lui era stato trattato da tutti come un mostro , lo picchiavano tutti i giorni e ogni giorno il suo odio aumentava . Visto che non aveva rispetto , rubando la Sfera del Tempo e imparando a utilizzare i suoi poteri magici , lui voleva essere temuto . Con i poteri che aveva poteva fare tutto e ogni giorno imparava nuovi trucchi e cosi lui poteva ottenere vendetta . Il nome di questo mago molto oscuro era Kiran Schultz un ragazzo di 22 anni e molto arrogante e molto vendicativo , visto che lui era ritenuto un mostro un giorno decise di diventarlo . Una volta che era riuscito a controllare i suoi poteri , andò da quelli che lo pestavano tutti i giorni e li uccise uno dopo tutti e li fece scoppiare in mille pezzi . Poi lascio quello che lo pestava di brutto per ultimo , cosi la sua vendetta sarebbe durato molto di più . Kiran si avvicinò a lui e disse – mostra un po’ di pietà e lui con una sfera di fuoco in mano , gli si avvicinò all’ orecchio e disse – no e poi lo colpi in pieno petto il suo nemico . Tutti avevano paura di lui e stava avendo successo nel mondo del crimine , ma tutto il mondo doveva avere paura di lui e aveva sentito parlare degli Oggetti del Tempo e tra i quali che gli interessava era la Sfera del Tempo . Lui la prese e io inizio a diventare un ladro nel tempo , aveva lasciato la sua firma dappertutto e quando scomparve la Sfera del Tempo ingaggiarono diverse persone e nessuno era riuscito a riprenderla . Alla fine decisi di farlo io senza essere ingaggiato da questa persona , dovetti aspettare la sera tardi e mi intrufolai in casa sua e li era pieno di cose che provenivano da ogni luogo storico e dovevano essere riportati ai suoi luoghi storici , ma prima di fare questo io dovevo riprendere la Sfera del Tempo . Ero entrato e la cercai dappertutto e poi visto che non la trovavo senza poteri provai con i poteri e la trovai subito , una volta presa me ne andai da li prima che lui si svegliasse dal letto . L’ avrei dovuta riportare indietro ma Babbo Natale aveva bisogno del mio aiuto , lui era molto preoccupato del fatto che forse non riusciva a portare i doni la sera di natale . Io lo avevo conosciuto l’ anno scorso e lui doveva consegnare una bicicletta rossa che gli elfi si erano dimenticati di mettere sulla slitta , io appari con il T.A.R.D.I.S e salutai Babbo Natale e dissi a lui – ci penso io a consegnare questo regalo . Per fare in modo che l’ ultimo regalo fosse consegnato , avrebbe fatto di tutto anche chiedere il mio aiuto e lo misi sotto l’ albero di natale . Quando ero dentro la casa vidi che l’ albero era piccolo ed era spoglio e dissi – faccio un ‘ altro bel regalo a questa bambina di 5 anni . Mi concentrai e feci diventare l’ albero di natale più grande e molto più bello di come era prima . Dopo me ne andai nel mio T.A.R.D.I.S e tornai da Babbo Natale a dire che avevo consegnato l’ ultimo regalo . Io conosco Babbo Natale dal suo primo viaggio e quel giorno pensava che non ce la faceva ,ma io arrivai con il mio T.A.R.D.I.S e dissi a lui – Non disperare Babbo Natale , adesso ti aiuto a fare in modo che tu possa consegnare i doni questo giorno e anche gli altri che verranno in futuro . Babbo Natale mi guardò e disse – come ? . Io presi dalla mia tasca destra del mio giubbotto e feci vedere la Sfera del Tempo e io dissi a lui – prendi questa a me non serve , io ho la mia macchina del tempo e a te serve più che a me . Io mi avvicinai a lui e la diedi alle sue grandi mani e dissi – Ho visto nel tuo futuro e grazie a questa sfera farai felice moltissimi bambini nel mondo . Lui mi abbraccio e disse – Grazie del tuo aiuto , ma comunque tu chi sei ? , io mentre mi avvicinai al T.A.R.D.I.S – io sono Daniel Saintcall , felice di esserti stato d’ aiuto , il T.A.R.D.I.S scompari davanti ai suoi occhi increduli e a lui non importava chi ero , l’ unica cosa che gli importava era quello di poter consegnare i doni quell’ anno . Quando il mio T.A.R.D.I.S scompari , Babbo Natale senti il rumore più bello che le sue orecchie avevano sentito , il suono che aveva sentito era il suono dell’ universo . 

Categorie
2013 Alieni Angela Ferrante Dominatore di Poteri Mondi Fantastici Mondo Nexus Parlare con Angela Racconto Storia Tempo

Angela Ferrante parte 3

Nel mondo di Nexus , un modo molto vasto pieno di creature fantastiche come lupi mannari , uomini pesce , giganti , vampiri e altre incredibili creature . In questo mondo non è tutto rosa e fiore come tutti credono è come Gotham City , molto oscura dove solo combattendo ogni giorno e vincendo puoi fare qualcosa . Non sempre è cosi , alcune volte in questa città puoi trovare dei barlumi di sperare e continuare a sperare , tra le varie persone c’ e Angela Ferrante e molte altre persone che cerano di portare un po’ di giustizia in questo mondo . Angela doveva diventare una grande guerriera , forte e impavida , cioè quel genere di persone che anche quando vede un pericolo non si lascia spaventare e cerca di affrontarlo in ogni modo . La prima che io e Angela era trovare un posto dove poterci allenare in pace , senza che nessuna creatura oscura potesse interrompere il nostro allenamento . Guardando Angela nei suoi occhi capì che con me era al sicuro da qualunque pericolo , lei si fidava di me perché io prima le avevo salvato la vita . Mi risolvi a lei – dobbiamo trovare un luogo per allenarci , un luogo giusto per allenarci e da li farti iniziare il tuo cammino . Lei si rivolse a me – cioè dobbiamo trovare il posto giusto da farlo diventare il mio quartier generale , cioè il luogo dove io e miei alleati o altre persone si potranno allenare . Angela aveva capito subito quello che volevo fare , dovevo capirlo che lei era una persona in gamba anche se lei non sapeva controllare bene i propri poteri , lei però era molto dotata in intelligenza e astuzia e se uno le voleva dire una cosa capiva subito . Lei non era come alcune persone che spesso si trovano sulla Terra , del tipo che tu parli di una cosa e non arrivi dove vuoi arrivare . Già da questa cosa potevo dire che lei era persona sveglia .

Andammo con molta calma e senza procedere troppo in fretta , iniziammo a setacciare tutti i posti giusti che poteva essere utilizzati a propri scopri . Nel nostro viaggio per trovare tale posto fu arduo , perché sembrava che nessun posto era giusto . Alla fine dopo molto tempo di ricerca , all’ incirca dopo tre ore di ricerca trovammo una palestra abbandonata , molto grande e quello era il posto giusto per Angela Ferrante per iniziare il proprio destino . La palestra era molto grande , il pavimento era pieno di polvere e la polvere non era solo sul pavimento era anche sui vari attrezzi per allenarsi . Mi risolvi ad Angela – se mi dici quanto grande lo vuoi questo posto ti aiuto a farlo diventare molto grande , non esternamente ma internamente . Posso fare in modo che dentro questo ci possono andare cinquanta stanze o molte di più .

Angela non credeva alle proprie orecchie se si poteva fare tale cosa , lei poteva avere un posto grandissimo dove mettere moltissime stanze e moltissime cose . Lei mi guardò e disse – questa cosa che hai detto si può fare , cioè rendere questo posto internamente molto grande . Io guardando sempre Angela in faccia – si questa cosa si può fare , inoltre io ti posso far apparire tutte le vari oggetti e le varie cose che servono nelle stanze che devi fare , tu dimmi solo cosa serve in ogni stanza dopo che ho ampliato questo internamente e io lo faccio . Iniziai a cercare il punto giusto per fare l’ incantesimo che volevo fare , trovarlo e abbastanza difficile e se lo fai nel punto sbagliato l’ incantesimo ti può venire sbagliato e si manda tutt all’ aria . Dopo un po’ di ricerca , trovai il punto giusto e iniziare a dire l’ incantesimo e poi con la mano forte e piena di magia colpì il punto prestabilito e l’ incantesimo inizio a fare effetto e a rendere più grande l’ edificio dall’ interno un po’ come il mio T.A.R.D.I.S . Angela inizio a esplorare l’ edificio e vide che c’ erano moltissime stante e cosi avevamo più spazio , dopo mi guardò e disse – Grazie Marcello . Io dissi a lei – ci sono alcune cose che devi sapere , prima io non mi chiamo Marcello ma io mi chiamo Daniel Saintcall , prima ti ho detto che mi chiamavo Marcello perché volevo vedere se essere al sicuro oppure no . Angela fu un po’ scioccata di questa cosa e disse con uno sguardo un po’ disgustato – non ti fidavi di me ? . Io risposi a lei – non è che non mi fidavo di te , è solo che volevo vedere se ero al sicuro , essendo il Dominatore di Poteri io ho moltissimi nemici e quindi volevo essere sicuro prima di fidarmi completamente di te . Lo so che questo non si fa con le persone , però se hai molti nemici alcune volte devi fare queste cose per essere al sicuro e sopratutto per vedere se ti puoi fidare di una persona oppure no . Perché spesso la persone di cui ti stai fidando potrebbe essere una spia o altro . Non dovevo utilizzare questo stratagemma con Angela , però dovevo vedere se potevo fidarmi di lei . Angela mi guardò non più con quello sguardo più storto , ma uno sguardo diverso cioè uno sguardo che aveva compreso – Quindi alcune volte hai utilizzato questo stratagemma per capire se potevi fidarmi di te , io le dissi – si , ma volevo farti capire anche una cosa molto importante , hai pure i tuoi poteri ma alcune volte i tuoi poteri non possono funzionare o alcune volte non li utilizzare e spesso la persona che hai accanto potrebbe essere una spia o potrebbe essere una persona che vuole fermare i tuoi piano . Cioè quello di farti capire e che alcune volte devi dubitare degli altri , perché non puoi mai sapere cosa voglia fare una persona .

Angelica si stava domandando chi ero io , cosa stavo facendo con Angela e si stava facendo moltissime domande . Quando ero apparso io e avevo salvato Angela dal fuoco che lei stesso ha creato , quella c’ erano anche Angelica e sua sorella minore Federica . Quando mi viderò e della barriera protettiva che avevo fatto per salvare Angela , rimasero molto sorpresi . Non si fecero vedere né da me , né da Angela , volevano vedere cosa facevamo io e Angela e sopratutto erano un po’ preoccupati per questo avvenimento . Ci iniziarono a seguire dai tetti e poi si fermarono su un tetto e iniziarono a vedere con calma che stavamo facendo e se Angela era al sicuro . Secondo te cosa stanno cercando ? . Sembra che stanno cercando un posto per qualcosa – Angelica disse a sua sorella minore , chissà cosa ci vogliono fare in questo posto ? . Angelica disse a Federica – forse vogliono allenarsi o forse vogliono fare qualcosa di peggiore . Federica non so come mai pensava al peggio , forse perché lei aveva visto lo stato di shock in cui era piombata Angelica e sopratutto per lei era come una sorella maggiore . Quando Angela era uscita dallo stato di shock , lei inizio ad aiutare Federica con i compiti e a fare moltissime cose ed erano davvero molto unite non come amiche , ma come sorelle . Federica stava sempre attenta a quello che succedeva ad Angela , perché non voleva che quello che era successo ad Angela potesse succedere di nuovo oppure che le potesse succedere qualcosa di peggiore . Il rapporto pure tra Angelica era molto migliorato da amiche e lei madrina erano divenute per sorelle per la vita e si aiutavano in moltissime cose . Angelica senza dire niente a nessuna delle sue sorelle , che lei aveva trovato un posto desolato dove nessuno si allenava e nessuno veniva . Allora Angela decise di andare li e di allenarsi , lo voleva fare da sola perché le sue sorelle , certo per Angela averle accanto era bellissimo , ma alcune volte erano un po’ troppo pensanti e per Angelica allenarsi da sola era bello e sopratutto era libera . Ma lei sapeva che era abbastanza pericolo e se si faceva male nessuna la poteva proteggere , ma dal suo stato di shock aveva imparato che il dolore faceva parte della vita e alcune volte per ottenere dei risultati anche i più piccoli bisogna fare qualunque e bisogna affrontarla anche soffrendo . Allora lei decise di allenarsi da sola , tipo con il potere della telecinesi , cerco di sollevare qualcosa ma non ci riusci subito ma dopo molti tentativi ed era riuscita a sollevare una sedia . Poi con molto tempo riusci a sollevare le cose più grandi . Poi provò con il fuoco e sappiamo come è andata e se non ci fossi stato io sarebbe andata a finire molto male per lei e per il suo adorato viso . Torniamo al presente , io e Angela iniziammo a fare il giro per vedere quali cambiamenti aveva portato l’ incantesimo che avevo fatto io , vedemmo che c’ erano moltissime stanze e io decisi di far apparire due cose cioè un quaderno e un foglio A4 grande e tutte le varie cose che servivano . Quando Angela mi vide in mano quelle cose , si chiese – perché hai quelle cose in mano ? , io risposi guardandola negli occhi – sul block notes segniamo cosa vogliamo fare in ognuna delle varie stanza e questo foglio A4 serve per fare il disegno di questo posto . Dopo molte settimane avevamo deciso moltissime cose , i vari posti e nelle varie stanze e avevamo posizionato tutti i vari oggetti e le varie cose per decorare il posto . Il posto che era divenuto molto più grande e sopratutto in cui noi ci avevamo messo cose tecnologiche per fare allenamenti di ogni tipo e in ogni ambiente tipo foresta , un bosco o altri ambienti tutti quelli che potevano essere utilizzati per allenarsi . Avevo fatto questo , perché Angela se doveva risolvere casi per la Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi , lei poteva scontrarsi contro chiunque e in qualunque posto . E se lei doveva scontrarsi in ogni luogo , lei doveva imparare a controllare i suoi i poteri e capire come utilizzare i suoi poteri in quel particolare ambiente .

 

Continua .