VIDEO – Il corpo libero della Ferrari ai raggi X: sogno Mondiale?

La Leonessa è tornata! Vanessa Ferrari ha ruggito durante l’ottava rassegna del Trofeo Massucchi,test pre-Mondiale per la Nazionale italiana di ginnastica artistica.

La bresciana si è esibita al corpo libero con le classiche diagonali che l’hanno resa famosa. Questa volta sulle note di un tango, abbandonando il celeberrimo brano che l’ha accompagnata a Londra.

Il suo esercizio è stato a dir poco spettacolare. Sarà stata la musica che le calzava a pennello. Saranno state le urla di incoraggiamento e i continui applausi di un pubblico caloroso che ha capito che la magia era “tornata”. Saranno stati i suoi arrivi stoppati a rendere questa routine unica. Sta di fatto che la classe non è acqua. La campionessa mondiale 2006 ha dimostrato di essere ancora competitiva come un tempo.

 

Analizziamo più da vicino e in maniera tecnica gli elementi che costituiscono l’esercizio e le penalità che probabilmente i giudici le hanno assegnato. Ripetiamo che il 14.400 che le è stato assegnato ci sembra troppo inferiore rispetto a quanto visto in campo gara: un 14.800 sarebbe stato forse il punteggio più corretto per un esercizio davvero di rilievo. Cliccate qui per vedere l’esercizio della Ferrari.

In prima diagonale ha eseguito il suo elemento di punta, un magnifico Tsuhakara avvitato quasi stoppato di valore H (il più alto riconosciuto dal codice). Probabilmente le è stata data una penalità di 0.1 per la posizione raccolta. Le ginocchia non erano abbastanza vicine al petto. Un piccolo passettino per correggere l’arrivo che le sarà costato 0.1 di penalità.

 

Poi è partita subito per la seconda serie acrobatica. Questa volta un “semplice” Tsuhakara combinato con un salto indietro. I giudici potrebbero averle dato 0.3 di penalità per le gambe aperte (ma stiamo proprio esagerando) e 0.1 per il passettino indietro dopo il salto dietro.

A quanto pare non le sono stati riconosciuti i due decimi di abbuono nel D Score: avrebbe esitato un attimo di troppo prima di legare il salto dietro.

Il terzo elemento acrobatico è un fantastico doppio raccolto che rasenta la perfezione.

 

A quel punto è arrivato il durissimo momento degli elementi artistici, la parte più ostica per super Vany. Nell’enjambé cambio con un giro dovrebbe essere stata penalizzata di 0.1 decimi per l’arrivo a piedi aperti e di un altro decimo per la mancata precisione.

Penalizzato anche il suo elemento: hanno forse visto un Ferrari a gambe troppo aperte?

 

L’ultima diagonale si basa sul classico doppio carpiato. Qui le penalità sono maggiori e proprio in questo frangente potrebbe essere arrivata la stangata dal tavolo della giuria: 0.1 per l’apertura delle gambe durante la doppia rotazione indietro, probabilmente anche 0.1 per le punte non perfettamente tese, 0.1 o 0.3 per l’arrivo con le spalle all’altezza delle ginocchia e 0.3 per il lungo passo avanti.

Ripetiamo: stiamo facendo le pulci a un esercizio meraviglioso, che ha lasciato un’ottima impressione e che meritava di più.

 

Provando ad immedesimarsi nei giudici, questo il responso finale. 5.9 di D Score; al 10 di un’esecuzione perfetta vanno tolti 1.5 punti. Dunque: 5.9+8.5 = 14.400.

Il D-score è più basso di quanto previsto perché non le hanno riconosciuto degli elementi.

Ai Mondiali, però, con un riconoscimento corretto e con paio di correzioni sulle diagonali… Vanessa potrebbe benissimo rasentare il muro dei 15 punti e a quel punto sognare davvero qualcosa di incredibile…

 

Once Upon a Time in Wonderland, spoiler

La serie televisiva Once Upon a Time in Wonderland verrà trasmessa a partire dal due ottobre, ma nel frattempo, godiamoci qualche anticipazione, che vi proponiamo subito dopo il salto.

 

Lo show incrocerà molto presto la strada con la serie originale, Once Upon a Time, in una maniera totalmente inaspettata, che permetterà però la fruizione dello show in maniera indipendente rispetto alla serie originale.

Parlando invece di casting, Naveen Andrews interpreterà Jafar in un ruolo ricorrente eBarbara Hershey riprenderà il ruolo della Regina di Cuori, mentre sono ancora in corso i casting per Silvermist, un ragazzo dai lineamenti mediorientali alla ricerca di vendetta,Bearded Man/Farzeen Shahmed, un quarantenne venditore di sciarpe e Old Prisoner, un uomo di 60 anni che era stato imprigionato da Jafar dieci anni fa.

Infine, ancora non sappiamo chi interpreterà Lizard, un ragazzo sui vent’anni ed Amara, una potente strega di Agrabah: tutti personaggi molto interessanti, che non vediamo l’ora di vedere in azione nel nuovo show targato ABC.

 

Affiorano in rete i primi dettagli di The Sims 4

Prima della presentazione ufficiale prevista per la Gamescom, alcune informazioni su The Sims 4 sono trapelate in rete.

Le novità elencate nelle informazioni parlano di Sims più intelligenti ed emotivi, in grado di comportarsi in maniera più naturale ed eseguire anche compiti in multitasking.

Sembra poi che le emozioni dovrebbero giocare un ruolo più importante rispetto al passato, con i Sims regolati anche dalle proprie aspirazioni e da una serie di fattori come pensieri e memorie.

Nuovi strumenti dovrebbero permettere infine la creazione di Sims in maniera più dettagliata. Insomma una serie di migliorie che però non danno un’idea della bontà della somma delle parti, che dovremmo comunque avere modo di verificare più da vicino in occasione della presentazione ufficiale della Gamescom.

 

Mass Effect: le origini della saga nei primi bozzetti preparatori di Matt Rhodes

Dopo aver contribuito a dare forma alle ambientazioni e ai personaggi della saga di Mass Effect, il direttore artistico Matt Rhodes ha deciso di pubblicare sulle pagine del suo blog i bozzetti preparatori e gli artwork realizzati di suo pugno nei caldi mesi che lo hanno visto collaborare a stretto contatto con il team creativo di BioWare per occuparsi assieme a loro del primo, glorioso capitolo dell’epopea sci-fi del comandante Shepard.

Alcuni bozzetti testimoniano il grande lavoro di cesellatura digitale compiuto dai designer per perfezionare i modelli dei protagonisti del cast dei tre capitoli della saga, altri invece s’allontanano volutamente dalla visione artistica predominante per esplorare soluzioni più ardite e rifocillare di idee gli autori della trama della campagna in singolo e il team di sviluppo spesosi per garantire la miglior esperienza narrativa e videoludica possibile agli utenti che, a partire dal 2007, hanno voluto immergersi nella dimensione di gioco gravitante attorno alla figura del capitano della Normandy.

I lavori mostratici da Matt Rhodes coprono l’intero arco temporale della trilogia e offrono degli interessanti spunti di riflessione sulle forme che avrebbero potuto assumere determinati aspetti del plot narrativo e della componente grafica: scorrendo i bozzetti, infatti, possiamo scoprire la visione originaria degli artisti di BioWare in merito alle fattezze fisionomiche dei Prothean, agli atti finali dell’ultimo capitolo, alla conformazione delle corazze esoscheletriche delle truppe Cerberus e, soprattutto, all’aspetto di Tali, immaginato da Rhodes con gli occhi di un gatto, il volto glabro e la pelle scarlatta (un aspetto decisamente meno “attraente” di quello sognato dalla gran parte degli appassionati).

Prima di lasciarvi in compagnia delle restanti opere d’arte di Matt Rhodes, ricordiamo a chi ci segue che il prossimo capitolo della saga, conosciuto in maniera impropria come Mass Effect 4, è attualmente in fase di sviluppo. Stando alle frammentarie informazioni forniteci al riguardo da BioWare nel corso di questi mesi e alle risorse impiegate da questi ultimi per garantire a Dragon Age Inquisition il più ampio spazio mediatico e commerciale possibile, il primo episodio post-Shepard di Mass Effect dovrebbe vedere la luce dei negozi nel 2015 su PC, PlayStation 4 e Xbox One.

ioinviaggiodue

ci guadagno il colore del grano...

Mile Sweet Diary

diario semiserio di una aspirante pasticcera

Illustra.

magazine

ORME SVELATE

la condivisione del dolore è un dono di amore da parte di chi lo fa e di chi lo riceve

Wikinerd

NERD e dintorni ;)

ioinviaggio

Piego e ripiego la mappa del tuo Infinito in un origami d’amore

Evaporata

Non voglio sognare, voglio dormire.

Racconti ondivaghi che alla fine parlano sempre di amore

“Ships are safe in a harbour, but that’s not what ships are made for”

VOLO SOLO PER TE

Io e la mia vita...sul mio blog troverai parole che in questi angoli di paradiso potranno rasserenarti e regalarti se vorrai un momento di dolcezza..E se vorrai lasciarmi un commento sara' gradito da parte mia

Piccole Storie d'Amore

Vivo i giorni nella solitudine

NON SOLO MODA

La moda, uno strumento per essere positiva, negativa , simpatica, antipatica...semplicente TU

la musica è un luogo

Ogni pensiero risuona come una canzone.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: