Categorie
Amelia Strong Angela Marini Daphne Strange

Amelia Strong manipola Daphne Strange

Daphne quando conobbe la persona che le ha fatto fare queste cose orribili aveva 17 anni e Daphne aveva già fatto delle cose davvero molto brutte . Tra le varie cose aveva rubato uno skateboard e sotto c’ era un disegno bellissimo cioè delle onde nere e con dei teschi messicani . Quando Daphne aveva visto tale disegno sotto la tavola lo aveva visto in un negozio e quando lo aveva visto era apparso il sole su quell’ oggetto e quello era per lei il segno di una cosa bellissima . Daphne in quel momento sembrava una gazza ladra che vedeva qualcosa di luccicante e decise di rubarlo . Daphne era andata a New York per scappare dal suo passato se ne era andata via da Londra dove stava e aveva deciso di andare li per non vedere più i suoi genitori . Daphne era andata in un negozio sulla quinta strada e li alla fine della strada c’ era il negozio di skateboard e cosi decise di andare con passo lento e senza farsi vedere dalla proprietaria . La donna che lavorare li dentro aveva 28 anni , capelli neri lunghi ma la giusta quantità ed era davvero molto bella e quindi molte persone la volevano come fidanzata . Daphne era andata verso il suo negozio e dove stava la tavola con il teschio messicano e con calma lo prese e poi con quello scappo subito . Adalind che era la proprietaria di quel negozio provo a prendere la ragazza che aveva rubato uno dei suoi skateboard i più belli che aveva e voleva riprenderselo a tutti i costi . Daphne con lo skateboard inizio a scappare il più veloce possibile e alla fine Adalind vide che era andata nel traffico visto che erano vicine alla strada . Proprio in quel momento passo un autobus e Daphne cerco di prendere la rincorsa per fare un bel salto per poi andare su quell’ autobus . Dopo un primo tentativo riusci a farcela e ce la fece perché non sapeva avrebbe fatto Adalind e quindi ci era riuscita per salvare la sua vita visto che secondo la sua mente era in pericolo . Ma Daphne non sapeva che il vero pericolo non era a terra ma era su quell’ autobus visto che si mise vicino a una persona di nome Amelia Strong che era più giovane di quando era prima . Amelia aveva visto il grande salto fatto da questo nuovo passeggero e adesso doveva riposare un po’ visto che era scappata e aveva il fiatone . Una volta riposata Amelia la prese per mano e la tenne ferma il più possibile per non farla muovere e poi si fece guardare negli occhi e poi inizio a usare il suo potere di fare manipolazioni . Gli occhi di Daphne erano di colore blu ma non di un blu normale ma molte inteso quasi magico ed erano bellissimo visto che ti potevi perdere in quei occhi blu . Amelia aveva preso il volto di Daphne con le sue forti mani e lo teneva molto stretto per non farla muovere visto che adesso dentro i suoi occhi erano dentro questo potere che era iniziato . Daphne con le sue mani cercava di togliere le mani di Amelia che sembravano deboli ma non lo era affatto . Ma non ci riusciva visto che da dietro poi apparve Angela Marini che stava tenendo fermo le mani della donna con delle catena che aveva fatto lei , queste catene erano di una lega molte forte e quindi era davvero molto difficile da togliere . Angela aveva fatto scendere tutti dall’ autobus con una pistola calibro 9 mm , sparo in aria e gridando come una pazza – scendete tutti quanti oppure ficco un proiettile in testa a tutti . Tutti iniziarono a scendere e solo Daphne non lo poteva fare visto che era ferma da Angela e dall’ altra donna nota come Amelia Strong . Amelia la teneva per la sua mandibola un po’ forte ma non troppo forte cioè la giusta forza per non farle muovere la testa e Angela aveva preso i capelli bianchi di Daphne e li teneva molto stretti visto che Daphne poteva muovere la testa all’ indietro se aveva molto forza e per questo era la teneva molto stretta . Amelia manipolo Daphne e quando lo fece arrivo la polizia che aveva chiesto alla pazza Angela di buttare la pistola e di mettere le mani dietro la schiena . Angela decise di fare come diceva loro ma nel suo modo , carico la pistola di fiamme e poi la butto sopra la macchina della polizia . La macchina della polizia che era li vicino al autobus e poi esplose con un grande botto che fece male a molti poliziotti che morirono bruciati e alcuni rimasero molto bruciati . Nessuno poteva fare niente contro Angela e alla fine con l’ aiuto di Daphne la piccola ragazzina che adesso era nelle loro mani ma non sapevano quando sarebbe potuto resistere fino a quando farla di nuovo . Quello che aveva fatto Amelia nella mente di Daphne era una cosa che non era dovuta a una sola manipolazione a più manipolazione e quindi era una cosa molto brutta visto che aveva fatto un lavoro molto grande visto che aveva creato dentro la mente di Daphne una foresta oscura dove li dentro c’ erano i ricordi che li poi avrebbe vissuto . 

Categorie
Amelia Strong Guerriera Oscura L' Ombra Lavoro Lazarus Hawking Roberto Auditore

Roberto Auditore entra di nuovo nella mente di Lazarus Hawking

Roberto sapeva che le risposte che stava cercando erano dentro la mente malvagia di Lazarus Hawking e c’ era un solo unico modo per capire dove Azzurra Alfieri e le sorelle Miller dove erano cioè entrare nella sua mente per capirlo . Era una cosa davvero molto rischiosa da fare visto che sapeva i rischi di quello che sarebbe accaduto se fosse stato preso dalla sicurezza e dalla preside . Secondo loro tutto deve essere fatto alla luce del sole e in piena vista ma invece spesso le cose non si devono far vedere visto che i migliori per non far scoprire le brutte cose che fanno le fanno nella notte più intensa e grazie all’ ombra alcune persone sono al sicuro e quindi possono fare maggiori cose che nella luce non possono fare . Questo è il caso di Roberto che nella notte più profonda si trasforma nell’ Ombra e va a fare quello che serve per capire chi ha rapito queste ragazzine . Roberto l’ ha scoperto ma non può provare niente e la sua parola contro quella di Lazarus e poi il suo nemico aveva una linea difensiva assoluta visto che il padre era un grande avvocato che avrebbe reso non servibili nessuna delle prove presenti che la difesa avrebbe reso . Roberto sapeva che era molto pericoloso non solo per il fatto della preside ma del fatto di Lazarus visto che nella scuola girava una voce che faceva accapponare la pelle a tutti quanti . La voce che girava nella scuola e chi era stato tanto scemo da mettersi contro Lazarus Hawking non tornava vivo e vegeto visto che lui manipola le persone e le fa suicidare e nessuno può fare niente visto che lui all’ ultimo secondo le sveglia e poi nessuno può fare niente e nessuno può provare che sono state uccise da lui . Anche se Roberto sapeva questa voce doveva correre il rischio visto che sapeva quando durano le schiave che non lavorano e che non ubbidiscono e quindi sapeva dentro di se che si doveva muovere in fretta . Appena fece notte Roberto si travesti nell’Ombra e passo da una colonna all’ altra e quando c’erano le mani delle guardie con il loro lumen acceso per fare luce L’ Ombra andava nell’ ombra della seconda colonna . Aspettava che la luce svaniva per entrare nella sua zona sicura cioè l’ ombra dove lui era al sicuro e alla fine arrivo alla camera di Lazarus . Prese i suoi ferri del mestiere e con calma e senza fare nessun rumore troppo forte scassino la porta e poi si mise a leggere la mente di Lazarus Hawking e alla fine scopri che erano nel Distretto 18 . Anche se Roberto l’ aveva scoperto non sapeva che fare visto che se ci andava da solo poteva finire male per tutte le schiave li presenti . Dentro il negozio di Amelia Strong di 28 anni , capelli neri raccolti con uno cyghon e vedeva vestiti e il suo negozio si chiamava “ Strong Clotes “ , era bello grande e molto utile per far lavorare delle ragazzine ma dovevano solo lavorare e solo in alcuni momenti si potevano riposare . Li dentro ci lavorano poche ragazzine per la precisione 11 e se doveva essere scoperte Amelia utilizza i suoi poteri di veleno per uccidere le ragazzine , lo faceva per coprire le sue tracce e poi li non c’ era più niente da fare per li e come era comparsa li se ne andava e nessuno sapeva dove sarebbe ricomparsa . Roberto aveva bisogno di un grande aiuto visto che da solo non ce l’ avrebbe mai fatta e non poteva dire niente alla polizia perché forse loro non avrebbero chiuso un occhio per aver infranto molte leggi della nostra scuola oppure di aver letto la mente degli studenti dell’intera scuola . Roberto doveva agire con qualcuno ma lui si chiedeva chi era tanto pazzo da fare una cosa del genere nel cuore della notte . Mentre ci stava pensando senti la conversazione di due ragazze che parlavano della Guerriera Oscura che aveva aiutato loro contro un mostro che mi impediva di sognare . Roberto decise di farsi aiutare da lei visto che come lui voleva fare del bene e quale miglior modo di fare del bene se non salvare delle ragazzine che per colpa di mostri erano divenute schiave .