Categorie
Ada Knight Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Foto Galleria Galleria Foto Outlander

Outlander: 1.03 The Way Out

Claire è arrivata con tutti gli altri verso il Castello Leoch . Lei non ci vuole stare li visto che non sa cosa le potrà accadere . Claire non sa cosa le succederà li dentro . Potrebbe finire morta oppure in un modo peggiore . Lei sa molto sulla medicina moderna e per questo decide di usare tutta la sua astuzia per cercare di andare via da questo posto tanto infernale per lei . Anche se sta in compagnia si chiede se quando diventerà un peso non sarà uccisa e il suo corpo lasciato da qualche parte nella foresta o giù di li . Una volta andato dentro il castello resta sempre con Jamie . Li ho visto entrambi vedere qualcosa che li ha presi . 

Claire al palazzo incontra un uomo e sembra che l’ uomo sia interessata alla donna 

Claire lo guarda da lontano per vedere che intenzioni ha 

Oppure guarda una donna che ha incontrato nello stesso posto 

La sto seguendo passo dopo passo e adesso va con una donna forse per avere dei nuovi abiti o per qualcos’altro

Una volta arrivati al Castello di Loach , Claire e Jamie una volta scesi dai loro cavalli vedono qualcosa alla loro destra

Claire parla con Jamie di una cosa . Forse ha paura per quello che ha visto . Forse dopo aver visto quella cosa ha chiesto a Jamie di chiedere a lui perchè queste cose stanno succedendo o perchè le guardie lo fanno senza impedirlo

Non so cosa vogliono fare gli uomini che sono venuti con Jamie e con Claire . Forse stanno pensando di fare qualcosa con Claire .

Quando io e Ada abbiamo visto la faccia del prete abbiamo capito che doveva aver visto qualcosa di molto brutto . 

 

Categorie
Anna Conte Daniela Dr . Laura Rossi Francesco Rossi New York New York University

Anna Conte

 

Anna Conte 19 anni , originaria di New York , capelli rossi lunghi e bellissimi . Anna voleva diventare una patologa forense visto che quando vide il corpo della madre morta non vomito e non fece niente , ma rimase fredda e molto calma . Anna capiva da quell’ evento che quello era il suo destino e per questo decise di farlo . Non decise di farlo altro , visto che non voleva vedere i cadaveri saccheggiati . Anna quando vide il corpo della madre si avvicino a lei e anche se non doveva farlo , chiuse i suoi occhi e tutti videro che la ragazzina non era debole , ma era molto forte e che poteva diventare una patologa forense visto che aveva avuto la calma e la freddezza di andare vicino al corpo e di non vomitare per niente al mondo . Tutti capirono che lei era forte visto che un poliziotto che era alle prime armi avrebbe vomitato una volta visto un corpo e invece Anna non lo aveva fatto . Tutti pensavano che era strano e che aveva un problema , ma non era cosi . Lo era sempre stata cosi , anche quando vedeva un film di Horror non si spaventa , anzi rimaneva più calma di tutte le altre persone . Nel futuro Anna riusci a superare tutto questo e ad andare alla New York University . Quando trovarono i corpi senza vita di Aurora Neri , Chiara Sergi e Alessia Olivieri lei capì come erano morti . Anna capi che qualcosa non andava e decise di fare tutto il possibile per capirlo visto che tutte puntavano a un sospettato cioè Francesco . Daniela sapeva che non era stato lui , ma lei e cosi decise di fare una cosa che non voleva fare e sarebbe uccidere Anna . Anna non era fredda senza alcun motivo , ma perché era una persona che controllava il ghiaccio . Quando Daniela arrivo a a lei , sapeva che lei voleva fare qualcosa e si chiuse dentro una bolla di ghiaccio . Anna sopportava il freddo perché aveva capito che non doveva temere il ghiaccio , ma doveva possederlo e cosi poteva dominarlo e usarlo contro gli altri .

– Se mi devi dire qualcosa , me la dici mentre sono qui dentro . Daniela aveva visto che non aveva nessuna paura di lei visto che tutta la sua pelle era toccata dal ghiaccio ma non soffriva il freddo . Daniela decise di alzare le temperature con il suo telefonino e la sfera di ghiaccio si sciolse . Adesso erano faccia a faccia e nessuno poteva fare niente visto che Francesco era li per vedere cosa stava succedendo . Francesco vide se stava bene oppure Anna – Stai bene . Oppure Daniela ti ha fatto male . Anna e Francesco erano in combutta e adesso avevano capito in che modo era coinvolta Daniela in questi omicidi . Francesco andò verso di lei e con la sua espressione di furia – tu le hai uccise solo per stare con me . Quello che stai facendo , mi sta facendo sempre allontanare da te . Adesso siamo molto lontani e non ci puoi fare niente . Daniela si arrabbio e decise per il momento di non fare niente visto che non voleva fare del male a Francesco . Appena se ne andarono , dentro la palestra scoppio tutta la sua rabbia . Le porte iniziarono a sbattere sempre più forte e ogni volta che sbattevano era più forte l’ impatto e poi si ruppero le finestre . Poi si distrusse le misure di sicurezza per spegnere le fiamme dentro la palestra . Inizio a piovere proprio su Daniela e lei divento ancora di più una furia e si ruppe l’ allarme visto che adesso dentro la sua mente stava usando il suo potere al massimo . L’ allarme stava scattando in tutta la scuola e poi decise di andarsene nel suo alloggio a calmarsi . Se prima era solo un po’ arrabbiata , adesso era in una grande furia ceca e nessuno si avvicinava a lei . Daniela si mise dei vestiti puliti e cerco di trovare quella stronza che le aveva fatto fare una brutta figura di merda . Daniela la trovo in palestra e questa volta se ne sarebbe fregata se c’ era qualcuno oppure no . Daniela vide che in palestra non c’ era nessuno apparte lei . Gli occhi di Daniela erano colmi di rabbia e si poteva vedere una grande scarica elettrica nei suoi occhi , come se tutta l’ energia fosse scoppiata da un momento all’altro . Le porte si chiusero dietro di lei e adesso era in uno stato di trance e colpi con una grande scarica elettrica il cuore di Anna . Anna era morta con un solo colpo e Daniela diede un calcio al suo stomaco . Anna prima di morire aveva dato delle prove a Francesco – Daniela e una pazza omicida . Queste sono le prove di tutte le cose brutte che ha fatto . Se sei in pericolo oppure una persona a te cara sta per morire , usale e cosi puoi avere una vita lontana da qui e forse avere un futuro . Anna era morta , ma adesso ava dato a Francesco un modo per restare vivo e fu grazie a quelli che salvo Laura sua moglie .

 

 

Categorie
Dr . Alessio Arcieri Dr . Erica Arcieri Dr Ilaria Fermi Foto Invocatore Invocatrice

Aspetto del Dr . Alessio Arcieri

full_left_column_BODYOFPROOF_Y1_GAL_005Dopo che Alessio era riuscito a scappare dai Figli della Notte con la sua falsa morte , adesso lui poteva andare a New York con Erica e farsi una nuova vita . Visto che i Figli della Notte non sapevano veramente che aspetto avevano visto che avevano cambiato volto e pure nome . Adesso per loro sarebbe stato davvero molto difficile trovare loro due a New York visto che è davvero grande questa città . Alessio visto che adesso aveva la possibilità di riventarsi , fece in modo di diventare dottore in tre specifiche campi della medicina . La prima la medicina , la seconda Pscicologia e la terza Chirurgia . Alessio sapeva che se fosse stato trovato dai Figli della Notte e doveva essere aiutato o salvato da uno dei suoi amici lo poteva fare lui con le qualità che aveva appreso nel tempo oppure sarebbe stata sua moglie Erica o uno dei suoi amici o amiche che avevano qui a New York . Alessio era anche un invocatore ma quando doveva fare qualcosa nel campo medico non li usava perchè sapeva che avrebbe attirato l’ attenzione su di se e su Erica e cosi doveva scappare e cosi trovare una nuova identità .

 

 

Categorie
Daniel Saintcall Distruttori Dominatore di Poteri Dominatrice di Poteri Dr Alyssa Saintcall Gazzetta dell' Universo Helena Saintcall

La Dottoressa Amelia Neri chiede a mia sorella se è una Dominatrice di Poteri

Quando La Dottoressa Amelia Neri vide mia sorella Alyssa non vide mia sorella ma le sembro di vedere mia madre Helena Saintcall . Dopo aver visitato Gabriella Roccaforte andò verso mia sorella davanti a lei e come un falco che vede la sua preda non le toglie gli occhi di dosso . Amelia vide gli occhi di mia sorella , il suo volto , il suo corpo e vide che era uguale a sua madre Helena e cosi per aver conferma le chiese in modo diretto – tu sei la figlia di Helena . Mia sorella Alyssa decise di non rispondere alla domanda che la Dottoressa Amelia Neri le aveva fatto con garbo e senza nessuna fretta , lo voleva sapere . Amelia prese quello che aveva deciso mia sorella come un si e le dissi mettendole una mano sulla spalla – non ti devi preoccupare non lo dico a nessuno . Io sono una vecchia amica di tua madre di me ti puoi fidare . Alyssa non sapeva se credere o no a tale cosa , una persona poteva dire tale cosa per avere la sua fiducia prese dal suo cassetto il suo libretto delle foto e li c’ era una foto con lei e nostra madre che si era appena laureata in medicina . Alyssa era felice di avere affianco una vecchia amica di sua madre e le disse – senti non lo devi dire a nessuno che io sono viva e che io sono una Dominatrice di Poteri . Se una persona sapesse che io sono viva e che sono una Dominatrice di Poteri delle persone molto cattive note come i Distruttori vengono qui e il liceo con tutti gli studenti potrebbero bruciare vivi e io non voglio questo . Amelia Neri sapeva dei Distruttori e cosi di dire alla figlia della sua vecchia amica – certo che non lo dico tesoro . Io sono una amica dei tuoi genitori e quindi non lo dirò cosa sei a nessuno , te lo prometto .

Amelia era felice di conoscere Alyssa la figlia di Helena che era la sua migliore amica e fu lei a dare il potere di vivere per tanto tempo ad Amelia . Alyssa era anche lei felice di conoscere la migliore amica di sua madre cioè la Dottoressa Amelia Neri . Amelia Neri per mia sorella Alyssa divenne una amica molto speciale , unica e davvero molto ben felice di aiutarla a tenere il suo segreto nell’ intero Liceo che era grande e se solo l’ avesse saputo uno tutto era in pericolo e nessuno doveva sapere che noi eravamo vivi e vegeti , nessuno lo doveva sapere visto che chi lo avrebbe saputo avrebbero questo alla Gazzetta dell’ Universo , noi scoperti e tutto il nostro piano di stare in segreto , imparare a usare i nostri poteri per diventare più forti e cosi sconfiggere tutte le minacce che ci sono nel tempo , nello spazio e nei mondi . Ma meno male che quella era una amica di nostra madre e quindi lei ci avrebbe aiutati a proteggere il nostro segreto anche nella tomba . 

Categorie
Ada Knight Aqua Damon Saintcall Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Dominatrice di Poteri Dr Alyssa Saintcall Spazio T.A.R.D.I.S Tempo Universo

Ada Knight si trasferisce nel mio T.A.R.D.I.S

Ada Knight con la sua moto era andata a casa sua e inizio a piegare i suoi vestiti e tutto quello che aveva li dentro . Dentro la casa di Ada Knight c’ erano poster della sua cantante preferita Avril Lavigne ma non aveva solo quello , aveva anche poster dei Paramore , Linkin Park , Rihanna e molte altre cantanti . Nel suo appartamento c’ erano le sue lauree , Ada si era laureata in filosofia , psicologia e medicina . Ada si era laureata in queste tre occupazioni perché le voleva utilizzare nel mestiere che avrebbe fatto li e quindi lei facendo qualche lavoro lei riesci a ottenere i soldi per fare tale cosa . Ada prese delle valigie e mise tutto li dentro , io feci apparire il mio T.A.R.D.I.S. in mezzo al suo appartamento e da quando al T.A.R.D.I,S usci Pandora e le disse – dammi a me quello che hai in mano e te lo porto in camera tua .

Ada guardo Pandora e disse – che ci fai tu qui ? , Pandora disse in maniera gentile – tu mi hai aiutato in alcune cose e sono venuta qui per darti un aiuto nel tuo trasloco nel T.A.R.D.I.S e sono felice che tu ti trasferisca qui . Ada inizio a dare le sue lauree in mano a Pandora e poi da li usci pure Aqua e inizio a prendere i bagagli di Ada . Ada era un po sorpresa di vedere Aqua e le disse – Aqua tu non eri nel Mare Oscuro ? . Aqua le disse – si c’ ero ma Daniel , Pandora e Kratos mi hanno salvato da li . Aqua con calma prese le borse di Ada e le porto nel T.A.R.D.I.S e poi usci io e Ada mi chiese – Perché non mi hai detto che hai salvato Kratos e Aqua e io le dissi – dovevo capire se mi potevo fidare di te oppure no . Come sai ci sono nemici e dovevo vedere se tu eri mia amica oppure eri mia nemica , adesso che so che sei mia amica io ti faccio vedere chi ho salvato . Ada mi disse – va bene , ma non mi nascondere niente e io la guardai e le dissi – non te lo posso promettere di dirti tutto , ma maggior parte delle cose te le dico . Ada mi disse e lo fece con uno sguardo un po scocciato – vedo che dovrò abituarmi al fatto che non mi dirai tutto . Ada una volta preso tutto entro nel T.A.R.D.I.S e le porte si chiusero dietro di noi e Ada vide che vicino ai comandi della console c’ ero io , Kratos , Aqua , Alyssa Saintcall e Damon Saintcall . Ada mi disse – chi sono quei due che partono con noi ? .

Io le dissi – quei due sono mia sorella Alyssa e mio fratello Damon e quei due come li chiami partono con noi nei nostri  viaggi nel tempo ,nello spazio e nei mondi e dovunque noi andiamo ti va bene e Ada mi guardo e disse – certo che mi va bene . Poi Ada mi chiese in modo gentile – Daniel quale è la nostra prossima destinazione? , io risposi guardando loro – ovunque . Io feci comparire il T.A.R.D.I.S giù e dissi ad Ada – Ada prendi la tua moto e mettila dentro al T.A.R.D.I.S .

Ada usci dal T.A.R.D.I.S prese le chiavi dalla tasca sinistra dei suoi pantaloni e la mise in moto e con calma lei entro con la sua moto e io la feci strada fino al T.A.R.D.i.S garage , dove noi mettevamo ogni veicolo e quando ci serviva un veicolo andavamo li .

Categorie
Mondo Notizie Notizie dal Mondo

Grey’s Anatomy 10×08: anticipazioni e video

Two Against One è il titolo dell’ottava puntata della decima stagione di Grey’s Anatomy. Ritroviamo il team del Grey Sloane Memorial Hospital alle prese con operazioni, flirt e drammi quotidiani. Riusciranno Meredith e Cristina a tornare amiche dopo il loro litigio di qualche settimana fa? Scopritelo con le anticipazioni della prossima puntata corredate da foto e video.

I problemi fra Meredith (Ellen Pompeo) e Cristina (Sandra Oh) esplodono quando una delle due tradisce l’altra all’interno delle mura dello stesso ospedale. Derek (Patrick Dempsey) dice a Jackson (Jesse Williams) che deve lasciar lavorare gli interni del secondo anno sui pazienti. Mentre April (Sarah Drew) e Matthew (la guest star Justin Bruening) prendono una decisione molto importante per la loro storia d’amore. La Bailey(Chandra Wilson) ha qualche problema per il ritorno di Ben (Jason George).

 

Categorie
Foto Galleria Galleria Foto Mondo Notizie Notizie dal Mondo Serie Tv

Grey’s Anatomy 10×07: anticipazioni, foto e video

Thriller è il titolo del settimo episodio della decima stagione di Grey’s Anatomy, vi preannunciamo che all’ospedale più amato della TV Hollywood non viene preso sotto gamba e ne vedremo delle belle. Inoltre, tornerà un personaggio delle passate stagioni, ma vi sveliamo chi è solo dopo il salto.

È Halloween e i dottori del Grey Sloan Memorial hanno a che fare con una serie di spaventosi pazienti che rovinano i loro piani di festeggiarlo e metteranno la vita di uno dei medici a rischio. Mentre Derek (Patrick Dempsey) collabora con il marito di Bailey, Ben (Jason George), a una nuova tecnica chirurgica. Richard (Henry J. Pickens), invece, se la prende con la Bailey (Chandra Wilson) quando le chiede che un residente del secondo anno gli esegua un’operazione.

 

Categorie
2014 Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo Ps3 RPG

Tales of Xillia in un nuovo trailer sui personaggi

In questo trailer nuovo di zecca per Tales of Xillia possiamo godere di una piccola anticipazione sui due protagonisti del gioco, che combattono fianco a fianco e che sono accomunati da più di qualcosa…

Si tratta di Milla, una donna misteriosa che ha in sé il potere di quattro spiriti, e di Jude, uno studente in medicina. I due fanno squadra per cercare di fermare le forze malvage che stanno risucchiando tutta la forza vitale del mondo. Entrambi i personaggi avranno il proprio arco narrativo che sovente si sovrapporrà con l’altro, ma il giocatore avrà parecchia voce in capitolo per decidere come la condotta e la morale dei due protagonisti verrà sviluppata con l’avanzare dell’avventura.

La saga “Tales of” può contare altri esponenti illustri come Tales of Vesperia per Xbox 360, Tales of the Abyss per Nintendo 3DS, Tales of Symphonia Dawn of the New World per Nintendo Wii e Tales of Graces per PlayStation 3.

Tales of Xillia arriverà in territorio americano domani, 6 agosto, e in Europa nelle settimane successive. Namco Bandai ha annunciato qualche tempo fa via Facebook che il tanto atteso Tales of Xillia 2, seguito diretto del primo Tales of Xillia, arriverà nei territori occidentali nel 2014.

 

Categorie
2012 Design Tecnologie

Innovazioni sostenibili al WT Award

Qualche faccia già vista, diverse novità originali e molte idee… di cui Focus vi ha dato qualche anticipazione in passato. Cosa hanno in comune? Vogliono migliorare la qualità della vita  – nei Paesi già “ricchi” come in quelli emergenti – cercando vie per uno sviluppo sostenibile e, perché no, strizzando un occhio al design. E sono candidati al Well Tech Award, il premio che ogni anno sceglie le migliori innovazioni nel campo della tecnologia. Per vederli dal vivo, e scoprire chi sarà il vincitore assoluto, l’appuntamento è a Milano, al palazzo della Provincia, dal 17 al 22 aprile prossimi.

Ecco Nau, il camper verde
Si tratta di un camper elettrico, che "fa il pieno" in stazioni di ricarica a 240V ma che - quando è a riposo- può accumulare energia attraverso i pannelli solari. La struttura portante è in alluminio, il design a goccia per rendere minima la resistenza all'avanzamento. A bordo ha anche un sistema per riciclare l'acqua e ridurre gli sprechi.
Embrace, l'incubatrice portatile
Se ne parla da un po', ha l'aspetto di uno di quei "sacchi-nanna" che ospitano i bebè nelle uscite invernali e invece si tratta di una incubatrice destinata ai neonati dei Paesi in via di sviluppo. L'interno contiene un particolare tipo di cera che, una volta riscaldata, mantiene la temperatura intorno ai 37 °C per circa 4 ore. Molto più economica di una tradizionale incubatrice, Embrace è pensata principalmente per quei Paesi dove sono frequenti le realtà rurali, povere e difficilmente raggiunte dall'energia elettrica.
Aeroclay, la plastica che viene dal latte
Si chiama Aeroclay, i suoi "ingredienti" sono proteine ricavate dal latte e dall'argilla, e si tratta di un materiale simile al polistirolo che potrebbe sostituire le comuni plastiche derivate dal petrolio. Mantiene inalterate le sue caratteristiche fino a 200° C e per le sue caratteristiche di isolamento termico e acustico potrebbe avere applicazioni nel campo dell'edilizia, oltre che nei trasporti e negli imballaggi.
The Aid, la stampella digitale
Avete presente la classica stampella usata da chi ha una gamba ingessata o qualunque altro problema di deambulazione? Immaginate che abbia una manciata di sensori sul polso, che misurano la frequenza cardiaca e la temperatura, un pulsante di emergenza sull'impugnatura per chiedere aiuto con un clic e un display per avere sotto controllo tutte le funzioni vitali. È quanto promette The Aid, la stampella hi-tech ideata dalla designer lituana Egle Ugintaite.
E-Bike, la Smart a 2 ruote
Tra i problemi delle bici a pedalata assistita (ovvero, quelle dotate di un motore elettrico sempre pronto a farsi carico di una parte della fatica) sono il look, di solito non proprio entusiasmante, e l'autonomia della batteria, che non è mai abbastanza. E-Bike sembra averli risolti entrambi: nel suo aspetto tutto sommato gradevole, concentra un motore elettrico, che si attiva quando si inizia a pedalare e si "stacca" quando si superano i 25 km/h, alimentato da una batteria agli ioni di litio che garantisce circa 100 km di autonomia. Un risultato notevole, raggiunto anche per merito del sistema che "ricicla" l'energia dissipata in fase di frenata.
Royal Light, la vela che illumina
Sono lampioni a basso consumo e a lunga durata, destinati all'illuminazione di parchi, percorsi pedonali e giardini panoramici. Il sistema sfrutta una serie di led la cui luce viene reindirizzata verso il basso da una "vela" di sommità, limitando sia l'inquinamento visivo del paesaggio sia il consumo di energia elettrica (ridotto fino al 75% rispetto ai "normali" lampioni).
Poetree, una pianta è per sempre
A metà tra una tomba-monumento e un'installazione, Poetree affronta in modo originale il tema della morte. È un'urna funeraria realizzata in materiale biodegradabile e destinata a contenere le ceneri del defunto. Volendo può contenere anche della terra e trasformarsi in un vaso per far crescere una pianta: quando quest'ultima è abbastanza grande, il tutto viene interrato in giardino, l'urna "scompare" e resta solo il disco di ceramica col nome del defunto ai piedi dell'albero.
Biolight, la luce "viva"
Biolight sfrutta il fenomeno della bioluminescenza: illumina grazie a colture di batteri che, a certe condizioni, emettono luce in ambienti saturi di metano. I microorganismi si trovano all'interno di recipienti di vetro (che nell'insieme hanno l'aspetto di una grande cellula) collegati a contenitori di compostaggio che ricava il metano a partire dai rifiuti organici domestici. La luce così ottenuta ha intensità e tempi di produzione imprevedibili, ma non ha bisogno di alimentazione elettrica.
Treepod, la plastica che respira
Pulire l'anidride carbonica dall'aria potrebbe essere più conveniente che ridurre le emissioni. E chi, meglio di un albero, può assorbire CO2 dall'aria che ci circonda? In questo caso, però, si tratta di un albero di artificiale: Treepod ha il tronco in plastica riciclata ed è dotato di 126 bulbi che funzionano da filtri per l'aria. Questi elementi, ispirati a una tecnologia sviluppata dalla Columbia University, sono costituiti da una resina alcalina: a contatto con l'aria, trattengono l'anidride carbonica e rilasciano prodotti più innocui.
KiteGen, l'energia dagli aquiloni
L'idea è semplice: sfruttare grandi aquiloni da alta quota per trasformarne, in modo "pulito", l'energia cinetica in energia elettrica. Gli aquiloni KiteGen volano a una quota compresa tra 800 e 1.000 metri, fascia dove sono in grado di catturare venti di grande intensità. Vengono manovrati, attraverso cavi, da un sistema automatico che, sulla base delle indicazioni provenienti dai sensori, disegnano le traiottorie in modo da rendere massima la produzione di energia.
Shweeb, la monorotaia a pedali
Ecco un'altra star che ha già fatto il giro del web. Shweeb si propone come mezzo di trasporto cittadino, divertente e a zero emissioni. È formato da una rotaia a cui sono agganciate "cabine" che si muovono spinte dalla pedalata dei passeggeri. La posizione si ispira alle bici "recumbment", le reclinate in modo da sfruttare in modo più efficiente la pedalata. Shweeb è stato progettato per durare tra i 50 e i 100 anni, è costruito in materiale riciclabile e quindi può essere facilmente smaltito.
Lotus, la foglia che dà la carica
Come saranno le aree di servizio del futuro? Forse avranno l'aspetto di Lotus, un sistema modulare capace di trasformarsi da semplice area di sosta con posti a sedere a stazione di rifornimento per vetture elettriche o stazione high-tech per i mezzi pubblici. La “foglia” fotovoltaica montata nella parte superiore funziona non solo da pensilina anti pioggia, ma può anche generare l'energia elettrica necessaria per far funzionare i display informativi e l'illuminazione.
Wetropolis, la città sull'acqua
Wetropolis è un progetto di insediamento urbano sostenibile sull’acqua. È pensato per le zone rurali di Bankok, spesso soggette a fenomeni alluvionali. In questo modo le catastrofi vengono "convertite" in opportunità di miglioraramento e usate come occasione per scegliere un modo di vivere alternativo, compatibile con la natura e con i suoi fenomeni.
La pellicola fotovoltaica trasparente
Di sicuro è tra le novità meno... visibili. Sviluppato dal Brookhaven National Laboratory e dal Los Alamos National Laboratory (entrambi americani), la pellicola – che esposta al sole immagazzina energia – è costituita da un polimero semiconduttore a base di carbonio, con una struttura microscopica a nido d'ape. Il risultato è un materiale "conduttivo" ma relativamente trasparente. In futuro potrebbe essere impiegato su vetri tradizionali, per esempio nelle finestre delle case, che così non richiederanno eccessive modifiche.
Ctrus, il pallone del futuro
Probabilmente questo pallone "intelligente" è ancora un po' acerbo perché la Fifa, la federazione internzazionale che gestisce il gioco del calcio, lo prenda in considerazione. Ma forse lo vedremo tra i piedi dei Totti e dei Del Piero del futuro. Ctrus, così si chiama, è un pallone che, in comune con quelli tradizionali, ha solo la forma e il peso (regolamentari). Non contiene aria, ma una serie di sensori di moviemento, di microchip e di trasmettitori che saranno utlli a tutti i protagonisti del gioco: gli arbitri, che così non avranno più dubbi in caso di... gol-non-gol, gli allenatori, che potranno così controllare in modo scientifico le performance dei loro atleti, e le tv, che dai dati memorizzati ricaveranno una miniera di informazioni e di statistiche da mostrare durante le telecronache.
Lo scuolabus a pedali
È un mezzo di trasporto originale, ecologico e "sano", che offre anche la possibilità di sensibilizzare i bambini a uno stile di vita meno sedentario. Lo scuolabus, ideato dall'azienda olandese Tolkamp, può trasportare fino a dieci bambini e un autista (meglio se adulto!) e viene spinto - oltre che dal movimento della pedalata - da un motorino elettrico ausiliario. Un adeguato livello di sicurezza è garantito da freni, indicatori di direzione, retromarcia e griglia protettiva. Vanta una velocità media di 13 km/h, mentre il motore elettrico offre un'autonomia di circa 35 km.
Smart Bendages, le bende intelligenti
Viene dall'Australia un'innovazione che potremmo ritrovare negli ospedali di domani. Smart Bendages è un tipo di benda intelligente, realizzato con una fibra che reagisce - cambiando colore - alle variazioni anche minime di temperatura. I possibili impieghi saranno la cura di ferite croniche e il monitoraggio delle ferite che presentano un particolare rischio di infezione. L'uso è semplice e immediato: sarà sufficiente confrontare la tonalità del bendaggio con un "catalogo" archviato di colori (e corrispondenti temperature).

 

Categorie
2012 Equipaggiamento Foto Informazioni Me Mondo Notizie dal Mondo Oggetti Panorama

il mio stetoscopio

lo Stetoscopio.

Questo è il mio stetoscopio , lo utilizzo per capire se per caso le persone che porto con me stanno bene o male o se per caso sono alieni .