Categorie
Alessandra Neri Daphne Strange Guerriera Oscura L' Ombra Livia Santoro Roberto Auditore Serena Rafferty

Roberto chiede aiuto a Livia Santoro

Livia Santoro è la nostra professoressa che ci insegna a leggere nel pensiero visto che non tutti riescono a capire come leggere nella mente delle persone e come utilizzare tutti i poteri legati a questo potere . Questo potere si evolve nel mettere un pensiero nella testa , poi creare un illusione e anche altro visto che se uno vuole può rendere reale una cosa ma di questo potere vi parlo più tardi quando Roberto e dentro la mente di Daphne Strange . Livia ha 25 anni , hai dei capelli neri lunghi ed è molto bella e sopratutto sa fare tutti i poteri legati ai poteri della mente e per questo lo sapeva cosa stavamo pensando e quindi lei sapeva questa cosa visto che ci riusciva a leggere come un libro . Roberto sapeva che era molto pericolosa andare nella mente di una persona che era stata manipolata e quindi prima di andarci voleva sapere se ci doveva andare da sola oppure no visto che era una cosa molto pericolosa da sola . Già era riuscita a stento a fare quello che aveva fatto senza morire e senza essere scoperto e già quello era difficile visto che c’ erano un sacco di nemici e adesso non sapeva cosa avrebbe trovato nella parti più oscure e per questo decise di chiedere aiuto alla sua professoressa Livia . Livia non era ancora uscita dalla sua aula visto che stava prendendo tutto quello che le serviva e Roberto decise di entrare nella sua aula . Una volta entrato chiuse la porta dopo essere entrato e decise di fare una domanda alla professoressa Livia che stava prendendo tutto e poi quando vide Roberto voleva capire cosa stava facendo li . Roberto si mise vicino a Livia e decise di fare la domanda che era molto importante visto che se serviva il suo aiuto per riprendere i ricordi perduti di Daphne . Roberto era pronto a chiedere visto che era una cosa molto importante e non riguardava sole le ragazzine rapite ma anche la sua vita – Professoressa Livia vorrei sapere se so che c’ e una persona che è stata manipolata e io devo entrare nella parte oscura della sua mente ci devo andare da solo oppure no . Livia sapeva che era una cosa molto pericolosa da sola visto che quando doveva fare queste cose ci andava con il suo gruppo di persone e alla fine decise di dire al suo alunno Roberto – se devi entrare nella parte più oscura della mente di una persona che è stata manipolata ci devi andare con un ‘ altra persona . Roberto se ne stava andando dall’ aula della professoressa Livia e in quel momento lo fermo mettendo la mano sulla porta e la chiuse – Roberto se devi farlo e hai qualche problema con questa tua operazione mi devi subito chiedere aiuto perché quello che stai per fare è molto pericolo e per questo ti chiedo fai attenzione quando stai dentro la mente visto che li dentro il posto sarà pieno di mostri e molte altre cose che li dentro ci sono . Roberto prima di andare a parlare con Alessandra Neri e con la Guerriera Oscura decise di stare un po’ con la professoressa Livia . Roberto chiuse la porta e si fermo sulla porta e si giro con la faccia verso la professoressa Livia e gli chiese in molto molto cordiale e anche un po’ preoccupato e decise di chiedere a lei tutto quello che sapeva visto che era vera esperta – Professoressa mi può dire tutto quello che posso incontrare li dentro . Livia sapeva dell’ Ombra e l’ unica che sapeva su di lui e che aveva un teschio nero sulla mano destra e quando li vide sul braccio di Roberto capì chi era . Dopo che la professoressa Livia aveva finito di dire a Roberto tutto quello che c’ era da sapere sulla parte oscura della mente e quando se ne stava andando gli disse – Buona Fortuna Ombra . Roberto si fermo dalla porta e guardo verso la professoressa Livia che aveva scoperto il suo segreto e gli disse per rassicurarlo – non ti preoccupare sono una tomba , non dirò niente e nessuno mi puoi entrare nella mente visto che ho fatto una protezione mentale davvero molto forte . Se hai bisogno chiedi pure a me . Roberto adesso sapeva cosa fare visto che grazie alla professoressa Livia adesso sapeva su tutti i pericoli nella parte oscura di una mente che era stata manipolata . 

Categorie
Alessandra Neri Daphne Strange Dottoressa Amelia Neri Guerriera Oscura L' Ombra Roberto Auditore Serena Rafferty

Daphne Strange chiede aiuto all’ Ombra

Adesso che Daphne aveva superato quello che per tutte le persone è la cosa più difficile visto che non tutti sono brave ad accettare quello che uno fa e quindi per questo scatta il rifiuto . Adesso che dentro la mente di Daphne era scattato l’ accettazione adesso era possibile dirle tutte e cosi lei con calma e senza ritornare al suicidio . Daphne era stata messa sotto le coperte per farla dormire un po’ ma prima di farlo , si giro verso l’ Ombra che era seduto su una sedia che era vicino al suo letto . Una volta girata disse con un tono molto gentile e molto calmo – grazie per avermi salvata , stavo per fare una scemenza e se tu non me lo avessi impedito non sarei qui ad aiutarti nel salvare quelle ragazze . Dopo aver detto quelle cose all’ Ombra , Daphne inizio a dormire molto profondamente e come darle torto lei negli ultimi non aveva mai dormito e adesso era la sua prima unica occasione per farsi un sonno vero . L’ Ombra decise di farla dormire visto se voleva aiuto nel ricordare quello che aveva fatto doveva riposare non solo il corpo ma anche la mente visto che se la sua mente era molto oscura significava una cosa sola incubi molto orrendi ben peggiori di quelli che aveva visto nella sua mente . L’ Ombra mentre andava nella sua stanza per togliersi da dosso tutto quello che aveva per farsi una bella doccia calda e farsi una bella dormita visto che ne aveva bisogno . Se voleva aiutare Daphne a riprendere i suoi ricordi che era nella parte più oscura nella sua mente aveva bisogno di riposo e non essere stanco visto che se muori nella mente di un’ altra persona non muori solo tu ma succede qualcosa di molto brutto dentro la mente dell’ altra persona cioè una lotta tra queste due personalità e solo una avrebbe preso il sopravvento sull’altra . Tutto questo sarebbe successo se non si stava attento nel fare qualcosa nella mente dell’ altra persona . L’ Ombra lo sapeva visto che in segreto quando era in camera studiava cose di un livello maggiore e cosi era più in gamba degli altri e se qualcuno era in pericolo lui poteva aiutarlo . Il giorno dopo L’ Ombra andò a vedere dove stava Daphne e la trovo in infermeria mentre si stava mettendo qualcosa di bello da mettersi . Aveva chiesto alla Dottoressa Amelia che anche se si stava suicidando era stata gentile con lei e le aveva permesso di fare una buona doccia calda visto che dopo un sacco di anni non se la faceva e poi si era messa dei nuovi vestiti di Amelia . Una volta aspettato fuori in modo che lei avesse la sua privacy visto che seno sarebbe stato scambiato per un pervertito e questo l’ Ombra non voleva . Dopo entro e fu Daphne a venire verso di lui con molto coraggio visto che voleva chiedere una cosa molto pericolosa non solo per lei ma anche per lui cioè entrare di nuovo nella sua mente ma questa volta in quelle zone che aveva deciso di evitare . Daphne era molto coraggioso e gli disse con le mani vicino ai fianchi e gli disse sena avere nessuna paura – Ombra sei vuoi che io aiuti te e le tue amiche in questa operazione tu devi tornare dentro la mia mente e andare nelle parti più oscure e farmi riprendere quei ricordi che sono dentro di me ma che io non mi ricordo . L’ Ombra che aveva faccia a faccia Daphne le disse in modo molto preoccupato – senti se la dobbiamo fare , lo facciamo domani e con molta calma visto che questa cosa è molto pericolosa e quindi una volta fatta tu potresti riprendere abitudini che hai preso durante questi anni come fumare e molte altre cose e se dovesse andare male la tua stessa identità potrebbe andare male . Daphne seppe dei rischi e decise di correrli , avrebbe fatto di tutto per togliersi quel peso dal cuore . Anche se avrebbero distrutto la sua stessa identità ma almeno sarebbe stata libera da tutto il peso che aveva . Sul cuore né aveva uno molto grande e per questo durante la notte non dormi molto e si mise a vedere cosa aveva nello zaino che aveva con se . Daphne vide che aveva i mezzi per scassinare una serratura , un diario ma non era come gli altri visto che aveva un meccanismo molto ben progettato visto che se sbagliavi 7 volte tutto quello che c’ era scritto poteva essere perduto per sempre . Non lo disse all’ Ombra visto che voleva sapere prima dei ricordi e se la persona di cui si stava fidando glieli poteva far ottenere e cosi avrebbe avuto la totale conferma della sua fiducia . Voleva una prova della fiducia e questo lo sapeva anche L’ Ombra visto che aveva letto i suoi pensieri senza volerlo . Per ottenere la sua fiducia decise di fare finta di niente e fare questa cosa per ottenere la sua fiducia e cosi avrebbe avuto la possibilità di vedere quel diario con il suo consenso e non complottando dietro le sue spalle . Secondo lui era l’ unico modo per fare in modo per ottenere la sua totale fiducia visto che nei pochi ricordi che aveva visto aveva perso la totale fiducia nelle persone e forse cosi grazie a questo suo modo gli avrebbe fatto riottenere la fiducia che da tempo immemore aveva perso .