Categorie
Ada Knight Daniel Saintcall Dominatore di Poteri

Metal Gear Solid V: The Phantom Pain

Ero li a vedere insieme ad Ada quella grande devastazione come li fosse scoppiato un grande incendio . C’ erano molto morti e alcuni invece erano divenuti solo polvere . Un corvo era li vicino . Un uomo inizio a camminare dentro quell’ inferno come se fosse nulla , come se stare vicino a un cadavere per lui fosse una cosa normale . Un funerale e li c’ era Big Boss con una persona vedere quelle persone avere la cosiddetta pace eterna . Le ceneri di quegli uomini vennero buttati nel mare . Poi Big Boss fece una cosa strane prese le ceneri di quegli uomini e se li mise in faccia come per ottenere i loro ricordi e cosi portare avanti la loro missione . Poi ci trovammo in un inferno di fiamme e la faccia di Big Boss divento di fuoco . Big Boss si trovava in un complesso con un uomo e stanno parlando di una cosa . Big Boss combatte con molto forza contro un uomo che ha indosso una maschera . Un uomo ferito su un aereo parla con Big Boss di qualcosa ma sta per morire . Kelly Jean uccide tre uomini con un colpo solo e in una mossa soltanto . Un uomo con un fucile punta un mirino laser contro Big Boss . In quell’ inferno di fuoco e con la faccia macchiata di sangue lancia un profondo grido di dolore . Sulla fronte di Big Boss c’ e qualcosa , come se fosse stato ferito da una granata o qualcosa del genere . Big Boss deve essere pronto in questo universo visto che deve affrontare il peggio del peggio .

 

 

Categorie
Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Hotel Florence Marion Stride Metal Gear Solid V: The Phantom Pain

Marion Stride mi dice quando esce Metal Gear Solid V: The Phantom Pain

Marion Stride era libera dalle catene e grazie al mio aiuto non c’ erano più tracce di catene nel sui polsi e nemmeno sulle sue caviglie . Marion era sconvolta e decisi di andare in un bar per farla calmare un pò , ma lei se ne stava andando . Io la fermai e le chiesi – senti ti vorrei portare a casa ma prima di fare una cosa del genere ti va di venire a bere un pò d’ acqua e poi li con calma ti inizia a calmare visto che secondo me sei molto agitata . Marion si mise nella mia macchina e si mise la cintura di sicurezza e la portai in un bar non molto lontano da uno dei miei rifugi . Una volta entrati Marion bevendo molto acqua si calmo davvero molto e poi mi disse – Grazie . Io le tesi la mano e mi presentai dicendo – io sono Daniel Saintcall piacere di conoscerti Marion . Marion strinse la mia mano e poi una volta bevuto un ‘ altro sorso d’ acqua – io sono Marion Stride piacere di conoscerti . Ti voglio dare un ‘ altra informazione sull’ universo di Metal Gear Solid V: The Phantom Pain  . Io ero tutto orecchie e non vedovo l’ ora di sentire tale notizie , mentre lei stava iniziando a parlare con le mie orecchie potevo sentire il cuore di Marion che stava diventando più calmo  e poi mi disse – Metal Gear Solid V: The Phantom Pain esce tra due anni . Una volta che pagammo il conto Marion si andò a sedere nella mia macchina e mi chiese – non mi portare a casa , io voglio andare Hotel Florence . Marion Stride abitava li e cosi decisi di portarla li e prima di andarmene volevo vedere se tutto era sicuro .

Categorie
Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo Ps3 Ps4 Xbox 360 Xbox One

Metal Gear Solid V: The Phantom Pain – il fotorealismo della grafica in nuove immagini di gioco

Dopo aver fatto sfoggio del loro aplomb tipicamente giapponese evitando di rispondere allecritiche piovutegli addosso in occasione della pubblicazione dei primi render del succinto personaggio di Quiet, i ragazzi dei Kojima Productions riprendono ad aggiornarci su Metal Gear Solid V: The Phantom Pain aprendo un’importante finestra multimediale sul mondo del nuovo episodio dell’epopea di Solid Snake con delle immagini dedicate al Fox Engine.

Per testimoniare l’incredibile livello di fedeltà visiva raggiungibile con il loro nuovo motore grafico, i programmatori del team di Hideo Kojima evitano però di proporci dei nuovi bento digitali e, al contrario, preferiscono rimanere nella dimensione del loro prossimo action per mostrarci degli scatti panoramici ritraenti alcune delle mappe e delle ambientazioni che saremo chiamati a esplorare nel corso del prologo giocabile di Phantom Pain, Ground Zeroes.

L’esperienza di gioco offerta dal titolo, a cominciare proprio dai capitoli introduttivi legati al prologo di Ground Zeroes, sarà profondamente condizionata da questo nuovo engine grafico: a giudicare dalle dichiarazioni rilasciate a più riprese dai vertici di Konami e degli stessi Kojima Productions, sembra infatti che gli utenti avranno la possibilità di muoversi in uno spazio aperto e di scegliere in completa autonomia le operazioni da compiere, gli obiettivi da perseguire e persino “l’orario di lavoro” in cui entrare in azione (agendo di notte per cogliere di sorpresa i nemici di turno o, al contrario, intervenendo di gioco per avere una visuale d’insieme dell’area e dei possibili punti deboli della sorveglianza).

Vi lasciamo quindi in compagnia del poker di scatti di gioco odierni e, già che ci siamo, ricordiamo a chi ci segue che il lancio di Metal Gear Solid V: The Phantom Pain avverrà tra laprimavera e l’autunno del prossimo anno su PS3, X360, PlayStation 4 e Xbox One.