Categorie
Mondo Notizie Notizie dal Mondo Serie Tv

Dexter 8 finale, Jennifer Carpenter: “Ho avuto il mio lieto fine”

Jennifer Carpenter ha rilasciato una serie di dichiarazioni sul finale di Dexter, che vi proponiamo subito dopo il salto.

 

Sulla morte di Deb, dice:

Ho scoperto che Deb sarebbe morta pochi giorni prima di girare il finale di stagione, c’erano in ballo tre differenti scenari e l’unica cosa che non avrei voluto era che Dexter avesse dovuto ucciderla; penso che la fine del mio personaggio sia stata organica e girare le ultime scene è stato davvero emozionante, quando Dexter ha lasciato andare il mio corpo nell’acqua avevo la sensazione di andare alla deriva.

L’attrice ha inoltre commentato sul finale:

Penso che Deb abbia ottenuto in questa maniera il suo lieto fine, dato che l’ombra di Dexter avrebbe sempre gravato sulla felicità della ragazza e di Quinn.

Sul futuro, l’attrice dice:

Posso dire di aver interpretato il mio personaggio fino alla fine, ma per quanto riguarda Dexter, c’è troppo intrigo perchè il suo mistero venisse risolto nel finale e penso che Michael C. Hall meriti una pausa per recuperare le energie e anche se non so se possiamo aspettarci qualcosa dal futuro in questa direzione, non è uno scenario da escludere.

E proprio sul potenziale spin off, infine, l’attrice dichiara:

David Zayas è molto interessato a questo progetto e penso che altri produttori siano molto interessati a dare vita a questo progetto.

 

Categorie
2013 Comic-Con San Diego Comicon Mondo Notizie Notizie dal Mondo

Comic-Con 2013, Dexter: il panel d’addio. Michael C. Hall: “Tra 25 anni ci sarà una serie chiamata Harrison”

Durante la prima giornata del Comic-Con 2013 di San Diego si è tenuto il panel dedicato aDexter. Ad incontrare i fan della serie per l’ultima volta c’erano i protagonisti Michael C. Hall, Jennifer Carpenter, David Zayas e Desmond Harrington, i produttori esecutivi Sara Colleton, Scott Buck e Manny Coto, l’ex showrunner Clyde Phillips, e altri attori che hanno fatto la storia passata e recente della serie Showtime, come Julie Benz, Yvonne Strahovski, Lauren Vélez, Aimee Garcia e Erik King.

I presenti hanno evitato di rivelare qualsiasi dettaglio sulla fine della storia (l’ultimo episodio è stato girato la settimana scorsa), ma Michael C. Hall ha ironizzato:

Tra 25 anni ci sarà una nuova serie che si chiamerà Harrison. Dexter sarà morto e io interpreterò il ruolo di suo padre interiorizzato.

Il panel è stato una sorta di veglia funebre della serie, con un video d’addio (un mix di scene storiche e di saluti dei protagonisti), con gli attori che hanno spiegato cosa ha significato per loro lavorare in una produzione come Dexter e con la produttrice esecutiva Sara Collecton che ha parlato di elaborazione del lutto, riferendosi alla fine della serie:

Non credo che tutti quelli che ci lavorano abbiano ancora elaborato il lutto. Non credo che ci sia qualcuno tra noi che pensi che sia veramente finita: c’è una parte inconscia di noi che non accetterà che sia finita ancora per cinque o sei mesi; ci ritroveremo a bussare alla porta per chiedere perché non stiamo più lavorando a Dexter.

A sorpresa è stato proposto anche un video messaggio di John Lithgow: l’indimenticabile Trinity Killer della quarta stagione della serie ha detto di non aver mai recitato in una serie più bella di Dexter e scherzando ha aggiunto:

Vorrei poter essere lì con voi oggi, ma come sapete io sono morto. Non c’è giorno che qualcuno non mi riconosca come uno psicopatico e per questo devo ringraziare tutti voi.

L’apice dell’emozione c’è stata quando Jennifer Carpenter si è rivolta al pubblico quasi in lacrime:

La cosa più autentica dello show è il nostro rapporto con voi spettatori. Vi meritate un lavoro fatto bene. Non è finita finché ci siete voi. E’ finito ora che ci siete voi.

Michael C. Hall ha aggiunto, rivolgendosi agli spettatori:

Così come voi avete aspettato in fila per noi e siete qua per noi, noi siamo qua per voi, siamo qua grazie a voi.

Categorie
2006 2013 Mondi Fantastici Mondo Notizie Notizie dal Mondo

Da attore ad autore: nuova serie tv per Michael “Dexter” C. Hall

30 giugno, Stati Uniti: sul canale Showtime andrà in onda il primo episodio dell’ottava e (ahinoi) ultima stagione di Dexter, la serie tv partita nel 2006 che ci ha regalato uno dei personaggi più memorabili della storia recente del piccolo schermo (oltre a quella che noi di Best Movie abbiamo voluto eleggere “miglior sigla di sempre” per un serial americano). Sarà la fine di una corsa durata sette anni e che ha segnato non solo la storia della fiction in tv, ma anche il cuore di milioni di appassionati che si ritroveranno da un giorno all’altro a dover fare a meno delle avventure del serial killer di serial killer e dell’intero corpo di polizia di Miami. I fan di Michael C. Hall, alias colui che ha dato vita a Dexter, non devono però disperare: l’attore non ha intenzione di stare lontano dalla tv, anche se il suo prossimo progetto lo vedrà coinvolto – ancora con Showtime – in un ruolo creativo più che interpretativo. Hall sarà infatti produttore esecutivo diAmerican Dream Machine, serie tratta dall’omonimo romanzo di Matthew Specktor che racconta – alternando tra gli anni Settanta e il presente – la storia di un agente delle star e della sua problematica prole. La serie sarà scritta da Scott Buck (showrunner proprio di Dexter) con la supervisione di Michael C. Hall, che non esclude di ritagliarsi anche un piccolo ruolo nella serie – e noi ci speriamo, perché la serie non è ancora finita ma Dex ci manca già molto.