Categorie
Cinema Film Mondo Mondo del Cinema Notizie Notizie dal Mondo

Beetlejuice 2 – ci sarà anche Winona Ryder

Secondo film da regista di Tim Burton, Beetlejuice – Spiritello porcello lanciò definitivamente la sua carriera, tanto da portarlo tra le braccia di Batman un anno dopo. 73,707,461 i dollari incassati solo negli Usa, per una pellicola di culto che dopo 25 anni di attesa avrà un sequel. Ormai è praticamente certo. Seth Grahame-Smith da tempo è al lavoro sullo script, con Burton pronto a tornare dietro la macchina da presa una volta concluse le riprese e il montaggio di Big Eyes, suo prossimo titolo attualmente in lavorazione.

Michael Keaton, ovviamente, tornerà ad indossare gli sporchi panni del folle Beetlejuice, ma non sarà l’unico attore del cast originale a farsi rivedere sul set. Perché Winona Ryder, nel 1988 17enne chiamata ad interpretare la cupa Lydia Deetz, ha per la prima volta parlato dell’ormai certo sequel, annunciando che…

“Dovrebbe essere un segreto, ma ci sono buone probabilità che accada. Non sarà un remake, ma un sequel che si svolge 27 anni dopo l’originale. Adoro Lydia, è stata una grande parte di me. Sono curiosa di sapere cosa fa adesso. Non ne avrei mai preso parte se non ci fossero stati Tim e Michael. Li amo”.

Oggi 42enne, un anno fa doppiatrice proprio per Burton nello splendido Frankenweenie, vista ne Il Cigno Nero di Darren Aronofsky nel 2010 in una breve e fugace comparsata, due volte nominata agli Oscar e 10 anni fa ‘rovinata’ da una triste storia di cleptomania, la Ryder potrebbe così risorgere dalle ceneri in cui è da tempo finita proprio grazie a colui che un quarto di secolo fa la scoprì ed ebbe la forza di tramutarla in star. Prima con Beetlejuice, per l’appunto, e a seguire con Edward Mani di Forbice.

 

Categorie
Cinema Film Foto Galleria Galleria Foto Mondo Mondo del Cinema Notizie Notizie dal Mondo

Robocop: nuove immagini del cast e clip preview del nuovo trailer

In attesa del nuovo trailer che sarà disponibile tra poche ore, eccone un piccolo antipasto in una clip preview a cui abbiamo aggiunto anche un set di nuove immagini del cast che arrivano da Facebook e che ritraggono il dottor Dennett Norton (Gary Oldman); il militare tattico Maddox (Jackie Earle Haley); Liz Kline (Jennifer Ehle) capo delle sezione legale della OmniCorp; Pat Novak (Samuel L. Jackson) conduttore della trasmissione tv Novak Element; Raymond Sellars (Michael Keaton) amministratore delegato della OmniCorp; Clara Murphy (Abbie Cornish) moglie del poliziotto Alex Murphy e naturalmente Joel Kinnaman nei panni di Alex Murphy / RoboCop.

Se volete vedere il nuovo trailer di Robocop : http://www.cineblog.it/post/78249/robocop-nuove-immagini-del-cast-e-clip-preview-del-nuovo-trailer

 

Categorie
Cinema Film Mondo Mondo del Cinema Notizie Notizie dal Mondo

Robocop: primo trailer italiano per il remake di Josè Padilha

Cast stellare per il riavvio di franchise operato dal regista Josè Padilha sulla serie di action fantascientifici che hanno già fruito di due sequel, due serie d’animazione, una serie tv oltre a svariati videogames e fumetti (Terminator vs. Robocop).

Il look del nuovo Robocop è meno “corazzato” e più cyborg, tanto che anche il colore chiaro tipico della corazza originale in titanio e kevlar è stato sostituito da un nero “tattico” in stileSWAT, anche se Padilha consapevole del cambiamento piuttosto drastico ci mostra unRobocop simile all’originale nelle fasi in cui l’OCP testa il suo nuovo “giocattolo”.

Dal trailer è chiaro che vedremo molto spesso il volto dell’attore Joel Kinnaman visto che il film punta tutto sul lato umano più che su quello dell’applicazione della legge, la personalità e i ricordi di Murphy con il tempo diventeranno d’intralcio tanto che la parte umana ad un certo punto viene paragonata ad una sorta di virus capace di destabilizzare la parte “macchina”.

L’unico modo per Padilha di non creare una sbiadita e ipertecnologizzata fotocopia dell’originale era contribuire al film con sostanziali cambiamenti, ma siamo dell’idea che operazioni come questa non fanno altro che nobilitare ancor di più le versioni originali e fornire intrattenimento alle nuove generazioni di spettatori, senza dubbio capaci di metabolizzare con più facilità questo reiterato abuso di un immaginario cinematografico ormai utilizzato come un magazzino di idee, dal quale attingere senza controllo per coprire lacune creative e una evidente incapacità di rischiare su idee originali.

Il film è interpretato anche da Gary Oldman, Michael Keaton, Abbie Cornish, Jackie Earl Haley, Michael K. Williams, Jennifer Ehle, Jay Baruchel e Samuel L. Jackson.

 

Categorie
Cinema Film Foto Galleria Foto Mondo Mondo del Cinema Notizie Notizie dal Mondo

Need for Speed – primo trailer, locandina e immagini dell’action di Scott Waugh

DreamWorks ha reso disponibili un primo trailer, una locandina e alcune immagini ufficiali perNeed for Speed, l’adattamento del regista Scott Waugh (Act of Valor) dell’omonima serie di videogames di corse automobilistiche.

Il film racconta di una gara contro il tempo attraverso gli States di un meccanico (Aaron Paul) che incastrato per omicidio colposo da un ricco e arrogante pilota ex NASCAR (Dominic Cooper) cercherà vendetta in un torneo di corse clandestine.

Il trailer è piuttosto sorprendente, il regista Scott Waugh invece di presentare una versione modificata e ancor più appariscente di “Fast and Furious”, punta invece sul lato drammatico, omaggia a più riprese il videogame originale prediligendo l’elemento pilota singolo contro tutti, gli inseguimenti con la polizia, le ambientazioni di ampio respiro e aggiungendo un gradevole un look a mezza via tra reminiscenze di alcuni classici anni ‘60 e ‘70 come Bullitt e Driver l’imprendibile e il primo Fast and Furious di Rob Cohen.

Insomma il primo impatto ci ha oltremodo incuriosito e conosciamo bene il talento del giovane protagonista Aaron Paul, volto noto della serie tv Breaking Bad visto anche nel sequel Mission Impossible 3 e nel remake L’ultima casa a sinistra.

Il film è interpretato anche da Imogen Poots, Kid Cudi, Ramon Rodriguez, Rami Malek, Harrison Gilbertson, Dakota Johnson e Michael Keaton.

Basato sul franchise di videogiochi di corse di maggior successo mai realizzato, con oltre 140 milioni di copie vendute,”Need for Speed” della DreamWorks Pictures cattura le emozioni del gioco in un ambiente reale. Un ritorno emozionante per i grandi film di corse in auto degli anni ‘60 e ‘70, quando l’autenticità ha portato l’azione ad un nuovo livello di intensità, “Need for Speed” attinge da ciò che ha reso seducente il mito delle strade americane.

La storia racconta di una gara quasi impossibile contro il tempo attraverso il paese in quella che inizia come una missione di vendetta e che invece si trasformerà in redenzione. In un ultimo tentativo di salvare la sua officina, il meccanico Tobey Marshall (Aaron Paul), che con il suo team modifica e potenzia vetture per corse su strada è costretto a malincuore ad entrare in società con il ricco, arrogante ex pilota NASCAR Dino Brewster (Dominic Cooper). Proprio quando una grossa vendita di auto alla broker Julia Bonet (Imogen Poots) potrebbe salvare l’azienda, il risultato disastroso di una gara clandestina di Dino farà accusare Tobey di omicidio colposo.

Due anni più tardi, appena uscito di prigione, Tobey in cerca di vendetta ha l’intenzione di sfidare Dino in un torneo di corse clandestine, ma per arrivare in tempo, Tobey dovrà lanciarsi in una sfrenata corsa contro il tempo, lanciando un guanto di sfida ricco di azione, schivando i poliziotti da costa a costa e sfuggendo a chi è interessato alla taglia che Dino ha messo sulla sua auto. Con l’aiuto del suo fedele team e con alleata una Julia che si rivelerà sorprendentemente piena di risorse, Tobey sfida ogni probabilità di successo ad ogni svolta e dimostra che anche nel mondo appariscente delle supercar esotiche, il perdente può ancora arrivare primo.

Categorie
Cinema Film Mondo Mondo del Cinema Notizie Notizie dal Mondo

Robocop: nuovo poster per il remake di Josè Padilha

Sony Pictures ha reso disponibile un nuovo poster per il RoboCop del regista José Padilha che ha la peculiarità di porre in primo piano il casco della nuova armatura, che è l’unica parte del nuovo look cyborg dell’attore Joel Kinnaman riconducibile all’originale del 1987.

Questa locandina è un chiaro e palese riferimento al cult di Paul Verhoeven e all’intenzione di Padilha di affrontare questo nuovo film restando a mezzavia tra reboot e remake.

Anche il primo trailer ci ha mostrato l’approccio accorto di Padilha a questo rifacimento che pur consapevole di dover portare al cinema una nuova platea di spettatori per un riavvio di franchise, non ha però dimenticato per strada l’originale con tutta una serie di elementi familiari indirizzati ai fan del cult anni ‘80, che resta un imprescindibile punto di riferimento con due sequel, una serie d’animazione e una serie tv live-action.

Ricordiamo anche il solido cast di supporto che include Michael Keaton (Batman), Samuel L. Jackson (The Avengers), Gary Oldman (Il quinto elemento), Abbie Cornish (Sucker Punch),Jay Baruchel (Fanvboys) e Jackie Earle Haley (Watchmen).

 

Categorie
Cinema Film Foto Mondo Mondo del Cinema Notizie Notizie dal Mondo

Robocop: primo trailer, poster e immagini per il remake di Josè Padilha

Finalmente ci siamo, dopo una corposa dose di foto e video dal set, Sony Pictures ha reso finalmente disponibile un primo trailer e alcune immagini ufficiali per l’atteso remake di Josè Padilha che riporta su grande schermo un classico action fantascientifico degli anni ‘80.

Il trailer al primo impatto non ha creato in noi troppi scompensi, siamo come molti estimatori del film di Verhoeven, ma qui il look hi-tech si avvicina più alla fantascienza odierna in stile Total Recall, anche se le strizzatine d’occhio all’originale non mancano, a partire dalla parte anteriore del casco dell’armatura che resta l’unico elemento legato al design originale, il resto è un cyborg next generation di cui non amiamo particolarmente la colorazione nera (Padilha ha ovviato a ciò mostrandocelo anche nella versione classica “silver”).

il cast sembra pronto a darci grandi soddisfazioni: Joel Kinnaman vestirà i panni del poliziotto Alex Murphy supportato dai veterani Samuel L. Jackson magnate dei media, Michael Keatonboss OCP e Gary Oldman versione scienziato in conflitto tra scienza e coscienza.

Insomma il terreno su cui si muove Padilha è inevitabilmente minato, ma l’approccio a mezza via tra remake e reboot, passato e futuro prossimo, sembra l’unica via percorribile e visto che ci siamo e vista l’assonanza tra i due film saremmo lieti se qualcuno avesse il buon senso di distribuire anche il nuovo e ottimo Dredd finito nel frattempo nella lunga lista dei “caduti”.

In RoboCop, l’anno è il 2028 e la multinazionale OmniCorp è leader nella tecnologia robotica. All’estero i suoi droni sono stati utilizzatiper anni  dai militari ed hanno significato miliardi per la OmniCorp. Ora la OmniCorp vuol portare la sua controversa tecnologia all’interno dei confini nazionali e vede un’occasione d’oro per farlo. Quando Alex Murphy (Joel Kinnaman), marito amorevole, padre e buon poliziotto che fa del suo meglio per arginare l’ondata di crimine e corruzione a Detroit, viene gravemente ferito nel compimento del su dovere, la OmniCorp vede la possibilità di farne parte macchina e parte poliziotto. La OmniCorp immagina un RoboCop in ogni città e ancora più miliardi per i suoi azionisti, ma non ha preso in considerazione un fattore determinante: c’è ancora un uomo dentro la macchina che sta perseguendo la giustizia.