Categorie
Foto Galleria Galleria Foto Mondo Notizie Notizie dal Mondo

Mob City 1×01 – 1×02: anticipazioni, foto e video

Esordio per Mob City la serie di TNT inizia questa sera negli USA. Primi due episodi per la serie TV di Frank Darabont, il creatore di The Walking Dead, nel cast Robert Keppner,Milo VentimigliaEdward Burns e Jon Bernthal. A seguire anticipazioni, foto promozionali e il promo.

Sei gli episodi per Mob City, la serie TV ambientata a Los Angeles a cavallo fra gli anni ’40 e ’50 e basata sul libro L.A. Noir: The Struggle for the Soul of America’s Most Seductive City. Al centro la vera storia della lotta lunga decenni del Los Angeles Police Department, guidato da William Parker, contro la criminalità organizzata guidata dal boss Mickey Cohen. A fare da contorno un mondo di divi, starlette e produttori cinematografici.

Nel primo episodio, la cui sceneggiatura è stata pubblicata su Twitter, A Guy Walks Into a BarHecky Nash (la guest star Simon Pegg) corrompe l’ufficiale di polizia Joe Teague(Jon Bernthal) per proteggerlo durante un pericoloso ricatto che coinvolge la mafia di Los Angeles. Vedendo l’opportunità imperdibile di fermare i peggiori criminali della città, Joe accetta l’offerta e la polizia segue le sue mosse per captare più informazioni possibili sulla rete del crimine organizzato della Città degli Angeli.

Nel secondo episodioReason to Kill a ManHal Morrison (Jeffrey DeMunn) e il capitanoWilliam Parker (Neal McDonough) interrogano interrogate Jasmine (Alexa Davalos) in un disperato tentativo di avere più informazioni sul ricatto che coinvolge Hecky Nash.Osservandola, Joe scopre che lei sta nascondendo un segreto che le può costare la vita. Intanto, Sid (Robert Knepper) e Terry (guest star Richard Brake) hanno una soffiata che porta a una vendetta sanguinosa.

 

Categorie
Cinema Film Mondo Mondo del Cinema Notizie Notizie dal Mondo

Grace di Monaco slitta al 2014 per volere della Weinstein: niente Oscar per Nicole Kidman?

Una presunta notizia da prendere con tutte le pinze del caso. Nei cinema italiani a fine dicembre e fino a poche ore fa in quelli americani a fine novembre, Grace di Monaco potrebbe slittare direttamente alla primavera del 2014 per volere della Weinstein Company.

Con altri 4/5 mesi di lavoro Olivier Dahan potrebbe rimettere mano al montato, in modo da partorire una pellicola più commerciale, e non solo pensata per vincere premi. Una scelta, se confermata, che eliminerebbe di fatto Nicole Kidman dalla corsa alla statuetta del 2014, dando anche fiato alla stessa Weinstein.

D’altronde di film ‘da Oscar’, quel volpone di Harvey, ne ha in gran quantità. Basti pensare a Filomena di Stephen Frears, uscito quasi a mani vuote da Venezia ma in odore di candidature a pioggia in casa Academy, con Judi Dench mattatrice, così come l’attesissimo August: Osage County, film che vedrà duettare Meryl Streep e Julia Roberts, o il già campione d’incassi Butler.

L’eventuale slittamento in primavera di Grace di Monaco rischierebbe di compromettere la corsa di Nicole ai Premi del 2015, causa uscita troppo anticipata, per una corsa contro il tempo che a detta dell’Hollywoor Reporter verrà ufficializzata a breve. Certo è che dopo aver visto il bel teaser trailer solo pochi giorni fa, uno stop alla release apparirebbe ‘curioso’. Al fianco di Nicole, lo ricordiamo, troveremo Paz Vega nei panni di Maria Callas; Milo Ventimiglia in quelli di Rupert Allan; Tim Roth sarà il Principe Ranieri III; Roger Ashton-Griffiths riporterà in vita Alfred Hitchcock e Robert Lindsay addirittura Aristotele Onassis.