La Dea Venere mi parla del piano per bloccare Nemesis

La Dea Venere non si sarebbe mai aspettava di vedere di nuovo Nemesis la Dea della Vendetta visto che lei era intrappolata dentro. Io so di questo fatto perchè la Dea Venere me lo ha detto un giorno quando ci siamo incontrati per parlare della situazione di Pandora. Noi dovevamo capire come liberarla dallo Scrigno di Pandora e le ho detto – prima di andare in avanti con questo nostro piano mi devi dire tutto quello che è successo prima che Pandora venisse messa dentro la Sala del Scrigno dentro al Monte Olimpo. Noi eravamo in un camerino visto che lei doveva partecipare a una sfilata visto che adesso nel mondo reale fa la modella e cosi lei può passare inosservata da tutti quanti e sembrare una persona del tutto normale. Io presi una sedia e decisi di sentire tutto il discorso di Venere- vedi Nemesis stava iniziando a fare cose veramente discutibili cioè stava punendo tutti quanti, ma non nel solito modo. Cioè stava punendo tutti quanti nel modo peggiore cioè non importa se avessero fatto un piccolo crimine lei lo voleva punire nel modo peggiore cioè subito alla morte senza nemmeno pensarci due volte. Oramai stando andando del tutto fuori controllo e non sapevo il motivo e fu allora che la Dea della Speranza mi chiese aiuto per mettere Nemesis dentro allo Scrigno. Grazie a un grande piano abbiamo chiuso Nemesis li dentro e cosi se qualcosa era intrappolata dentro di lei sarebbe rimasta per sempre bloccata dentro allo scrigno. Era un lungo piano e tutto per salvarla da lei stessa e da quello che aveva dentro di se ma qui arriva la parte peggiore nel fare tutto questo la Dea della Speranza resto bloccata li dentro e prima di andare via – prenditi cura di Pandora, adesso ci devi pensare te. Io prima di andare le ho dato una protezione magica, ma se vogliamo che sia al sicuro te e Atena la dovete proteggere.

Curiosità sulle azioni di Pandora

Pandora non ha per niente pensato alle conseguenze di quello che ha fatto e di cosa ha scatenato, io invece che ero li presente e potevo vedere tutto con i miei occhi. Pandora ci ha iniziato a raccontare i vari numerosi eventi che l’ ha portata a scappare in Egitto per poter almeno vivere una vita normale per un po e cosi non essere uccisa solo perchè voleva vedere il mondo. Ma Pandora non ha pensato che scappare e nascondersi usando un altro aspetto o andare in un luogo lontano o vicino che sia dal Monte Olimpo questo non avrebbe fermato per niente la furia di Destronema. Anzi tutto questo l’ ha fatta solo arrabbiare molto di più e adesso non la pagherà solo Pandora ma anche tutti quanti visto che Destronema non fa incantesimi o maledizioni leggere ma molto pesanti e che colpiscono tutti quanti e in ogni singola parte del mondo dove vanno e dove cercano di andare. Non importa se stai andando in un posto molto lontano la maledizioni Obscurus ti perseguita e alla fine c’ e solo un modo per distruggere tale maledizione cioè cercare la tua luce o una persona talmente potente che possa grandi incantesimi. Destronema ha deciso di fare del male a Pandora in un modo del tutto esemplare e facendo soffrire anche le persone che sarebbero potute diventare sue amiche.

Venere apre un canale telepatico con Pandora

Pandora dopo un po di pressione da parte nostra decise di parlarci degli eventi che hanno riportato Destronema dentro la Sala dello Scrigno e quindi farla arrivare vicino alla morte e al salvataggio della Dea Atena e Dea Venere prima che fosse troppo tardi e non ci sarebbe stato più nulla da fare per salvare la piccola Pandora. Noi tutti lo vedevamo dallo sguardo e dalle mani che tremavano che lei non ci voleva parlare di tale evento, ma decise di prendere coraggio e parlarci di tale evento. Ma noi lo capivamo che aveva paura visto che la temperatura nella stanza si era abbassata, cioè inizio a fare molto freddo e Pandora non ci voleva vedere in volto per non farci capire cosa le aveva fatto Destronema. Pandora prima di parlarci di quello che le è successo con lei, decise di parlare di quello che aveva fatto la Dea Venere cioè aprire un canale telepatico. Pandora riusci a trovare il coraggio di parlare e di trovare le parole giuste e apri la bocca dopo aver bevuto un po’ d’ acqua – la Dea Venere decise di aprire un canale telepatico con me e lo fece sopratutto per capire come stavo e se avevo bisogno del suo aiuto. E quello fu l’ evento che diede inizio al ritorno di Destronema, mi sono pavoneggiata troppo del mio successo e lei è tornata e ha cercato di farmi fuori o almeno di mettermi fuori combattimento per molto tempo e cosi da farmi capire una volta per tutte che io non riuscirò mai ad andare li fuori e vedere il mondo. La Conversazione con Venere è andata in questa maniera – “Tutto a posto Pandora?. Ho visto Destronema venire in camera tua e l’ ho vista farti del male, non ho potuto fare niente perché Zeus me lo ha impedito e mi ha tenuto bloccata dentro il mio tempio e solo usando un mio potere sono riuscita a uscire”. Io non ci misi molto a rispondere “ Mi dispiace per quello che ti è successo, ma io sono riuscito a cavarmela e sono riuscita a fuggire dalle grinfie di Destronema facendo finta di prostrarmi a lei e mostrando onore a lei. Era l’ unico metodo per scappare da lei”. Venere capì che quello che aveva fatto Pandora ed era un enorme errore visto che lei non ha visto andare via lontano Destronema e quindi lei non si è accorta che si è allontanata di pochi passi dalla Sala dello Scrigno. Destronema aveva capito cosa sarebbe successo dopo che se ne sarebbe andata da quella Sala e cosi aveva aperto la sua mente per intercettare comunicazione telepatico e alla fine intervenne – “ cosi hai solo fatto finta. Se prima ci sono andata leggera con te, adesso ci andrò molto pesante con e rimpiangerai la tua mossa piccola mocciosa”. Venere e Pandora sentirono la voce di Destronema e Venere suggeri a Pandora “ vai dentro la Sala e cerca di non farla entrare, tu resisti io vado a chiamare aiuto”. Pandora voleva dire qualcosa ma prima lo potesse fare fu sorpresa da Destronema che la prese per i capelli e la trascino dentro alla Sala del Tesoro e Destronema fece chiudere la comunicazione telepatico con Venere facendo un urlo di dolore di Pandora.

Mia Zia Kyra chiede a Pandora come viveva nel Monte Olimpo

Noi avevamo molte domande a Pandora visto che lei era stata nel Monte Olimpo per molto tempo e quindi lei sapeva come era e quanto era grande e sopratutto come si viveva veramente li dentro. Se una persone legge le leggende pensa che vivere dentro al Monte Olimpo sia un sogno visto che li ci sono gli dei che vivono in perfetta armonia tra loro e non hanno dissapori. Ma invece se segui le parole di una persona che in un posto del genere ci ha vissuto giorno per giorno e ha visto che la situazione li dentro degenerava in attimo in attimo e quindi capisci che tutto quello che sapevi era farlo. Grazie a Pandora noi potevamo capire alcuni eventi importanti e forse alcuni di essi potevano entrare con la situazione attuale visto che lei non era morta dentro allo scrigno. Ma forse alcuni di questi eventi che lei ha visto forse avevano dato inizio alla distruzione della vita di Kratos e cosi lui è divenuto quello che noi conosciamo tutt’oggi il Fantasma di Sparta. Mia Zia Kyra aveva tante domande in mente, ma adesso lei si stava preoccupando della situazione di Pandora e cosi prima che gli altri aprissero la bocca e dare a una serie infinita di domande, mia zia Kyra ne fece solo una a Pandora per capire come aveva vissuto li dentro e se qualcuno l’ aveva veramente amata li dentro oppure no– in che modo vivevi dentro al Monte Olimpo. Pandora si mise comoda sul letto con le gambe incrociate e penso alla domanda di mia Zia Kyra e già dallo sguardo poteva capire che non era felice li dentro visto che da quello che ci aveva detto lei non poteva uscire da li dentro ma ogni giorno ci provava. Pandora non ci molto a ricordare come aveva vissuto dentro al Monte Olimpo – Zeus mi faceva stare dentro una grande sala fatta su due piani, il primo piano era tutto per me e cosi io potevo cantare o ballare o vedere dalle finestre il cielo e cosi farmi una idea di come era li sotto e come era l’ Antica Grecia. Sopra di me invece c’ era lo scrigno che io dovevo proteggere con la mia vita per fare in modo che i mali del mondo andassero in giro e portare il caos nel mondo. Io avevo capito che Zeus aveva fatto questa sala cosi grande non solo per farmi esprimere me stessa ma anche che ci fosse stato uno scontro io mi potevo nascondere e fare qualcuno per non fargli aprire lo scrigno.

Pandora ci racconta uno strano annettendo

Prima di venire picchiata da Destronema la Dea del Caos e dell’ Oscurità mi è successo una cosa molto particolare e strana e a che fare con la Dea Atena nel senso che lei mi guardava e ogni volta cercava di capire cosa avevo in mente. Lei ogni giorno cercava di capire dove volevo andare e sopratutto cosa volevo fare e vedeva che io avevo in mente di fare grandi cose ma anche piani abbastanza pericolosi e tutto per andare a vedere il mondo. Nel senso che lei di tanto in frugava nella mia mente e solo dopo lei mi ha spiegato perché aveva fatto una cosa del genere cioè proteggermi visto che io non so perché ma ero il prossimo obbiettivo di Destronema. Dopo che Destronema voleva capire in modo molto chiaro che non si scherza con una dea, loro mi hanno salvato e dopo mi hanno dato una lunga spiegazione perché mi tenevano d’occhio e cercavano di capire cosa volevo fare leggendo dentro la mia mente. Atena aveva percepito che qualcosa non andava nell’ Antica Grecia, alcune persone avevano smesso di credere in lei e nella giustizia e adesso credevano nella vedetta e nel caos e adesso quelle persone nella mente avevano un solo e unico pensiero cioè “ La vendetta è tutto per me “.Atena vedeva che questa frase girava nella testa delle persone che erano state abbandonate dalla giustizia e dalla speranza e che adesso erano del tutto avvolte all’ oscurità e che loro adesso si volevano prendere la loro vendetta. Atena allora si inizio a disperare perché pensava che lei aveva fatto cose orribili a queste persone, ma grazie all’ aiuto di Venere visto che gli occhi di Venere sono capaci di vedere passato, Presente e Futuro e anche se una persona proveniva da un altro universo oppure. Grazie ai poteri di Venere, la Dea Atena capì che qualcuno si stava spacciando per lei e che stava distruggendo tutte le persone che credevano in lei e in quello che portava nel mondo. Atena e Venere mi hanno protetta da Destronema e hanno fatto in modo che io avessi alcune protezioni magiche se un giorno io l’ avessi incontrata, però Atena mi sembrava distratta ogni volta che noi due la incontravamo e sopratutto vedevo che lei nascondeva qualcosa visto che lei non ci diceva tutto e spesso noi la trovavamo in posti diversi e in momenti diversi.

Aspetto di Destronema

Pandora da quella volta che era stata minacciata da Destronema ha iniziato ad avere molto paura di lei visto che in quel momento lei non aveva nessun potere e non era ancora una Dominatrice di Poteri. Pandora decise di raccontare quello che sapeva della Dea del Caos e dell’ Oscurità visto che da quel suo piccolo alterco con lei aveva imparato alcune cose su di lei. Pandora dopo aver ripreso fiato e dopo essersi calmata un pò visto che era molto duro ripensare ai quei fatti visto che è stato uno dei momenti peggiori della sua vita, ma allo stesso tempo sono stati gli attimi migliori visto che grazie a tale alterco lei ha potuto conoscere la Dea Venere e sopratutto la Gloriosa Atena la Potente Dea della Giustizia. Pandora non voleva ripensare a quei fatti ma noi dovevamo sapere come lei ha conosciuto i nostri genitori Alukard e Helena Saintcall. Dentro di me c’ era una grande rabbia visto che volevo fare del male a Destronema e cosi senza dire niente a nessuno feci una cosa di nascosto cioè lessi la mente di Pandora e vidi il vero di Destronema. Pandora se ne accorse subito e mi fece uno sguardo che faceva capire a tutti cosa avevo in mente – per favore non fare niente contro Destronema, so che mi ha fatto del male ma adesso lei mi crede morta e se tu agisci e mi cercherà e m farà del male. E anche se adesso io sono più forte e posso resistere ai suoi colpi non la voglio affrontare mai più. Cosi non feci nulla, ma decisi di mostrare a tutti attraverso il pensiero il vero aspetto di Destronema per farci capire che lei non era in grado solo di farti andare storta la tua vita ma anche chiamare animali provenienti dalle parti più oscure del Regno dell’ Oscurità e fare in modo che loro possano distruggere ogni briciolo di luce e speranza che tu abbia dentro di te.

Il Linguaggio dei Dominatore di Poteri

Il mio popolo o meglio la mia razza è vissuta per secoli all’ inizio del tempo stesso e lungo tutta la storia abbiamo conosciuto migliaia di lingue e tutte molte utili sia per i nostri incantesimi. Noi abbiamo utilizzato le lingue conosciute e sconosciute per fare i nostri riti e fare in modo che le persone giuste potessero avere dei poteri o che potessero diventare dei Dominatori di Poteri o Dominatrici di Poteri. Grazie ad alcuni linguaggi noi abbiamo creato incantesimi molto potenti che ci hanno permesso di fare cose veramente uniche e incredibili come tipo andare nel Mondo dei Morti o in altri universi. Se tu conosci i vari linguaggi sai come creare in modo perfetto incantesimi che ti fanno creare portali che ti possono portare in ogni tempo, spazio o dimensione. Noi per i nostri scopi abbiamo utilizzato il linguaggio runico Elder Futhark e cosi grazie a tale linguaggio antico quasi come il tempo stesso noi abbiamo potuto tenere le nostre informazioni al sicuro. Solo poche persone al mondo sanno che noi Dominatori di Poteri utilizziamo tale linguaggio per i nostri portali, incantesimi o per altro. Mia madre Helena e mio padre Alukard sanno bene molto questo linguaggio e lo hanno utilizzato per trasformare la piccola Pandora in una Dominatrice di Poteri e hanno usato queste parole in runico Elder Futhark :

Pᛟᛏᛖᚱᛖ ᛞᛖᛚᛚᚨ fᛖᚾᛁᚲᛖ ᚹᛁᛖᚾᛁ ᚨ ᚾᛟᛁ, ᚾᛟᛁ ᛏᛁ ᛖᚹᛟᚲᚺᛁᚨᛗᛟ ᛖ ᛏᛁ ᚹᛖᚾᛖᚱᛁᚨᛗᛟ. Rᛖᚾᛞᛁ pᚨᚾᛞᛟᚱᚨ ᚢᚾᚨ dᛟᛗᛁᚾᚨᛏᚱᛁᚲᛖ ᛞᛁ pᛟᛏᛖᚱᛁ ᚲᛟᚾ ᛏᚢᛏᛏᚨ ᛚᚨ ᛏᚢᚨ ᛗᚨᚷᚾᛁᚠᛁᚲᛖᚾᛉᚨ.

Questo è il rituale in runico antico per evocare il potere della Fenice Rossa e dare inizio al processo per rendere Pandora una Dominatrice di Poteri in modo permanente seno lei sarebbe morta per mano di Zeus visto che da quando aveva saputo che Kratos stava venendo li lui era ossessionato dall’ ottenere il potere dello Scrigno di Pandora tutto per se e cosi poteva uccidere Kratos senza nessun problema. Zeus ogni giorno aveva paura che Kratos sarebbe arrivato al Monte Olimpo e avrebbe preso il potere della speranza per fare in modo di uccidere tutti gli dei e cosi avere la sua vendetta contro Zeus.

Curiosità sullo Scrigno di Pandora

Durante il mio viaggio in Grecia con Sarah la Fenice Rossa per vedere se lo scrigno di Pandora era pericoloso per tutti e sopratutto per la piccola Pandora noi abbiamo scoperto una cosa molto importante cioè simboli del mio popolo li sopra. Grazie a Sarah la Fenice Rossa che era conosciuta da tutti quanti nel tempo e nello spazio e quando Zeus la vide in lontananza la fece subito entrare visto che loro si erano già incontrati tanto tempo. Io e Sarah la Fenice Rossa ci eravamo teletrasportati all’ ingresso del Monte Olimpo e quando Zeus senti la nostra presenza ci teletrasporto dentro al Monte Olimpo . Zeus stava pensando a cosa fare per il problema di Kratos visto che lui aveva ucciso Ares il Dio della Guerra e stava pensando a cosa fare e noi all’ improvviso ci siamo teletrasportati dentro al Monte Olimpo in mezzo agli altri dei. Zeus appena ci vide capì subito chi era la donna che aveva davanti agli occhi cioè Sarah la Fenice Rossa Regina di Fenix e adesso lei è madrina di Daniel Saintcall. Io conoscevo Zeus dalle leggende e lui di fronte era altissimo e imponente e guardando Sarah la Fenice Rossa – quindi questo è il figlio di Alukard e Helena. Poi la guardo in modo serio – posso sapere cosa siete venuti a fare qui adesso ?. Io senza problemi guardai Zeus negli occhi – ho sentito dello scrigno di Pandora e sono venuto qui perchè voglio salvare Pandora perchè ho paura che possa essere in pericolo nonostante qui sembra tutto apposta. Zeus mi guardo in molto storto e mi parlo come se fossi uno sciocco – Tu vorresti salvare Pandora. Lascia perdere dopotutto lei è solo un ramo di legno che non serve a niente. Prima di andare a parlare con Zeus noi senza farci vedere abbiamo visto lo scrigno e Pandora e poi siamo andati a parlare con Zeus dentro al Monte Olimpo. In quella stanza tutti la pensavano come Zeus tranne Venere che appena Zeus aveva detto quelle parole se ne era andata per sentire altre cattiverie su una ragazzina innocente. Ma prima di andare senti io che mi rivolsi a Zeus – non mi frega se tu la vedi come un piccolo legnetto o come una ragazzina, io la voglio salvare e non me ne frega di quello che dici o gli altri dei. Mentre parlavo con Zeus già potevo notare qualcosa di cattivo al loro interno, come se loro avessero deciso di attuare il piano che avevano deciso di non fare ma erano in grave pericolo. Sarah la Fenice Rossa mi porto fuori dal Monte Olimpo e mi guardo in modo un pò arrabbiato – ti avevo detto che io avrei parlato solo io con Zeus e invece tu hai fatto a modo. Posso sapere cosa avevi in mente. Io vidi a destra e sinistra e poi usai il mio senso per vedere se nessuno che ci potesse sentire – appena sono entrato li dentro il mio senso della fenice si è attivato e ho percepito dentro agli Dei tranne in una di loro una grande oscurità. Ho sentito dentro Zeus che volevano attivare un piano che prima avevano deciso di non attivare. Ma adesso hanno deciso di farlo e quindi io voglio stare qui per dare una mano a Pandora. Sarah la Fenice Rossa non aveva usata i sensi visto che conosceva Zeus e quindi secondo lei non avrebbe mai fatto nulla di male, ma se quello che dicevo io ero giusto allora quello che non doveva succedere è già successo cioè Zeus ha aperto lo scrigno di Pandora e ha inondato il corpo, la mente e l’ anima degli altri dei con una grande oscurità tranne con la Dea Venere e il Dio Morfeo. Zeus prima di lasciarci andare via mi guardo – vedo che Daniel Saintcall ha lo stesso spirito del padre e non si fa mettere i piedi in testa da nessuno.

Viaggio a New York con Pandora

New York è una città veramente favolosa con i suoi grandi palazzi e sopratutto per il palazzo più importante che ha l’ Empire State Building. Tutti la conoscono come la Grande Mela ma noi tutti persone magiche o creature magiche la conosciamo come il quartier generale dell’ Olimpo. Nessuno sa come ha fatto Zeus ma lui ha reso l’ Empire State Building la nuova base operativa del Monte Olimpo. Io avevo deciso di portare Pandora non a visitare quel palazzo ma un bar che è stato creato come rifugio per persone con poteri in pericolo e il nome di questo bar è noto come Visions. Pandora sapeva verso le 9 noi dovevamo andare e cosi andò da mia sorella Alyssa con un bel sorriso in faccia. Mia sorella Alyssa la vide cosi felice e si avvicino a lei per vedere cosa la rendeva cosi felice – Daniel mi vuole portare a New York e farmi vedere uno dei rifugi delle persone con i poteri. Alyssa e tutta la comunità magica sapeva di questi bar noti con questo nome cosi strano e atipico, nessuno sapeva perchè aveva tale nomi ma tutti erano felici di avere un posto dove stare tranquilli e usare i loro poteri. Alyssa creo un look adatto a Pandora e vestita in quel modo era bellissima. Pandora venne da me vestita con una maglietta rossa arancione con scritto ” Australia” e vicino a esso c’ erano delle palme e poi una gonna rosa non molto corta. Io ero già vestito visto che mi informato per capire se tutto era sicuro oppure no. Pandora venne vicino a me e noi ci mettemmo al centro della stanza e io presi la mano sinistra di mia cugina – adesso non lasciare la mia mano oppure finiamo in posti differenti e in una città come quella trovare una persona è davvero molto difficile. Pandora allora non lascio per nessun motivo e io mi teletrasportai senza alcun problema dentro a un vicolo secondario di New York proprio vicino al bar Visions. Questo è stato il mio primo viaggio nel tempo senza alcun problema, le altre volte mi è andata male e sono arrivato in posti dove non volevo andare. Pandora insieme si avvicino al grande bar e vidi che era enorme e grazie alla sua curiosità vedeva che si poteva mangiare sia dentro e che fuori visto che c’ erano i tavolini sia fuori che dentro. Pandora si mise seduta di fuori ma io mi avvicinai con calma – sediamoci all’ interno perchè li dentro ti devo parlare con tutta la calma e noi dobbiamo entrare in un altro posto. Io e Pandora ci sedemmo al terzo tavolo e poi io guardai Pandora con grande attenzione per farle capire che in quel momento doveva fare tutto quello che dicevo io ma era anche un altre modo per farle capire che adesso doveva prendere la mia mano e fare quello che dicevo io. Pandora mimo i miei movimenti alla grande e cosi noi due senza alcun minimo problema entrammo dentro l’ Universing. Mi ero portato appreso un gessetto e disegni il simbolo dell’ Universing e poi presi le due mani di Pandora e poi con il medio assieme al medio di Pandora noi entrammo dentro L’ Universing. Pandora una volta lasciate le mie mani vide che li c’ erano persone diverse con un aspetto del tutto diverso e tutto attorno a lei era strano, nuovo e diverso. Pandora aveva l’ aria veramente molto sorpresa e cosi rivolse lo sguardo verso di me – dove siamo ?. Pure io avevo lo stesso sguardo arrivai qui dentro per la prima volta e cosi le svelai dove noi ci troviamo – noi adesso ci troviamo nell’ Universing, una nuova dimensione creata per dare un rifugio alle persone con i poteri come te o fare in modo che qui possono avere un nuovo inizio e cosi riuscire a fare grandi cose. Ma io e te siamo qui dentro per farti capire cosa hai perso nel senso che tu non hai perso solo una parte dei tuoi ricordi ma anche altre due cose importanti. Pandora una volta sentito tale mie parole si rivolse verso di me con uno sguardo molto serio visto che non voleva che io ci girassi intorno o che dicessi una cosa per non dirlo – voglio cosa ho perso adesso ?. Io allora senza mezzi termini parlai a Pandora di quello che aveva perso – tu hai perso gli Occhi della Fenice, il Tuo vero aspetto e la possibilità di diventare una dea. Adesso noi stiamo seduti qui e affrontiamo questo discorso visto che queste cose sono molto importanti per te e per la tua storia.

Curiosità sullo scrigno di Pandora

Grazie al nostro viaggio in Grecia abbiamo saputo tante cose non solo sul vaso di Pandora ma anche su Pandora stessa, ma solo leggendo alcuni libri io ho capito tutta la storia visto che mia Zia Kyra e mio Zio Oliver non mi avevano ancora detto che loro prima di andare sulla Terra avevano creato un collegamento tra la Biblioteca Stellare che si trova li su Maraxus e questa nostra casa e solo dopo il mio viaggio hanno capito che era arrivato il momento di farmi vedere quei libri. Dopo il mio viaggio era da giorni che mi stavo concentrando con tutte le mie forze per capire cosa volevano dire quei simboli e perchè erano stati messi sullo scrigno di Pandora visto che non erano stati messi li cosi a caso, ma in parti specifiche dello scrigno. Io e Sarah la Fenice Rossa abbiamo capito che in quella stanza dove c’ era il vaso c’ erano tanti eventi e li abbiamo visto i Primi Dominatori di Poteri dare una mano a Zeus a creare la trappola perfetta per i primi demoni che a quel tempo erano in giro e stavano distruggendo maggior parte della Grecia e i tempi degli dei. Zeus vedendo questo enorme problema ha deciso di creare uno scrigno dove mettere questi pericolosi nemici e fare in modo che loro non potessero fare del male a nessuno ma avevano bisogno di aiuto per fare in modo che tali mostri non andassero da nessuna parte. Pure gli dei sanno che uno scrigno non può contenere tali mali e quindi hanno chiesto aiuto ai Dominatori di Poteri e loro senza alcun problema hanno messo li sopra simboli antichi che simboleggiando ” Terra, Aria, Fulmine, Luce, Oscurità”. Io e Sarah la Fenice abbiamo visto questi simboli sullo scrigno di Pandora visto che prima di essere messo sullo schiena del Dio Crono, esso era al centro del Monte Olimpo e poi Zeus lo mise li sopra per fare in modo che nessuno lo potesse toccare. Dai diari dei vecchi Dominatori di Poteri abbiamo capito che loro volevano già dare una mano agli dei dell’ olimpo visto che pure loro erano preoccupati dei Mali. I primi demoni non venivamo chiamato demoni ma i Mali ed erano un pericolo per tutti e sia gli Dei dell’ Olimpo e sia i Dominatori di Poteri cercavano un modo per distruggere tali pericolo e Zeus fece creare a Efesto lo scrigno di Pandora e cosi li i mali non potevano fare del male più a nessuno. Per fare in modo che loro non provassero a scappare lui ci mise parte della sua speranza e cosi li dietro ebbe inizio al più grande conflitto di tutti i secoli e cosi nessuno poteva scappare da li dentro e cosi la Grecia e il mondo intero era sano e salvo fino a quando non arrivo il piano di Ares cioè utilizzare le furie per rendere pazzo di follia Kratos e farlo scatenare contro gli dei dell’ Olimpo e cosi Zeus fu costretto a fare un patto con i mali che erano li dentro. Tutto questo l’ ho scoperto dal diario di un mio antenato Zachary detto anche Zick Saintcall I e lui era li per dare una mano agli dei ma per fermare questo folle piano non poteva anche se ci ha provato con tutte le sue forze e grazie a tale piano che lui ha capito cosa significa punto fisso nel tempo e nello spazio. Fermare Kratos è stato il suo modo di capire che lui tali eventi non li poteva cambiare e lo ha capito nel modo più brutto vedendo questi eventi accadere senza che lui potesse fare qualcosa per salvare queste persone.

ioinviaggiodue

ci guadagno il colore del grano...

Mile Sweet Diary

diario semiserio di una aspirante pasticcera

Illustra.

magazine

ORME SVELATE

la condivisione del dolore è un dono di amore da parte di chi lo fa e di chi lo riceve

Wikinerd

NERD e dintorni ;)

ioinviaggio

Piego e ripiego la mappa del tuo Infinito in un origami d’amore

Evaporata

Non voglio sognare, voglio dormire.

Racconti ondivaghi che alla fine parlano sempre di amore

“Ships are safe in a harbour, but that’s not what ships are made for”

VOLO SOLO PER TE

Io e la mia vita...sul mio blog troverai parole che in questi angoli di paradiso potranno rasserenarti e regalarti se vorrai un momento di dolcezza..E se vorrai lasciarmi un commento sara' gradito da parte mia

Piccole Storie d'Amore

Vivo i giorni nella solitudine

NON SOLO MODA

La moda, uno strumento per essere positiva, negativa , simpatica, antipatica...semplicente TU

la musica è un luogo

Ogni pensiero risuona come una canzone.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: