Categorie
2011 2012 2013 Azzurrina Daniel Saintcall Diana Neri Dominatore di Poteri Giornalista Guendalina Malatesta il messaggero Universi Universing

Curiosità su di me

Sins_of_NeonCity_by_OmeN2501

Tra il 2011 e il 2013 io sono stato allenato da una persona molto importante e lei fa un lavoro molto importante non solo per il mondo, lei fa la giornalista. Ma lei fa articoli di giornale molto diversi dagli altri nel senso lei cerca di capire dove è andata a finire la magia e sopratutto perchè solo un certo numero di persone l’ ha riavuta o l’ ha ottenuto. Oppure per quanto riguarda il terribile caso di Guendalina Malatesta nota come Azzurrina che è ancora aperto e nessuno le sa dare una spiegazione. Oppure di questa altra teoria che ha lei, le altre persone non ci credono ma lei ci crede visto che in un bar ha sentito questa parola che per lei sembra non avere nessun valore, ma per le persone con i poteri e per il mondo della magia c’ e l’ ha e questa parola ve l’ ho già detta diversa volte. La persona con cui mi sono allenato mi ha fatto capire in modo chiaro e preciso che la magia potrebbe essere andata in un nuovo mondo o in una nuova dimensione. Lei in quel bar ha sentito dire la parola Universing e poi ha visto queste persone scomparire dentro a un portale e non ci è entrata perchè non sapeva se sarebbe tornata oppure no. Grazie a questa donna di nome Diana Neri io con il tempo ho imparato a scrivere articoli visto che lei mi ha imparato a indagare sul campo, come parlare con calma con gli altri e cosi avere informazioni e sopratutto come agire nell’ oscurità per andare vicino alle persone che stanno parlando e cosi capire ogni informazioni da loro. Grazie a Diana Neri io ho imparato a capire come agire e sopratutto come prendere informazioni nell’ oscurità più totale. Ecco perchè nel passato io ho scritto quei articoli, alcuni erano dei test e alcuni erano citazioni di articoli molto importanti. Grazie a Diana Neri io ho imparato un sacco di cose utili e cosi io nel futuro sono divenuto quello che dovevo diventare. Tutto questo addestramento è iniziato con una corsa veloce di Diana e lei li sul tavolo ha lasciato il suo taccuino nero e io glielo ridato il giorno dopo senza farlo sapere a nessuno e da li è iniziata la mia avventura. Lei ha perso il suo block notes a Napoli visto che stava seguendo una storia qui e si era messa li da una parte a finirlo di scrivere e poi torno a Roma però nella fretta lo perse e lo dimenticò li. Io lo presi e decisi di andare a darglielo ma era troppo tardi e lei era già andata a Roma e cosi poteva scrivere il suo articolo, ma poi vide nella borsa e non c’ era. Lei si stava disperando e proprio in quel momento chiamai io e le dissi che il suo taccuino ce l’ ho avevo io e cosi ci mettemmo d’ accordo. Da li inizio la mia avventura con lei e nel grande mondo del Giornalismo.

Categorie
Lisa Londra Martha Mente Mostro Napoli Persona Persona con i Poteri Poteri Richard Sarah Saintcall

Sarah Saintcall osserva Lisa

Sins_of_NeonCity_by_OmeN2501

Sarah Saintcall era ancora lì su quello stesso tetto e non si era mossa mai visto che poteva resistere al cibo e all’ acqua per molti giorni. Sarah lo aveva imparato a fare per sorvegliare una persona o per rimanere concentrati su un obbiettivo e non farlo mai scappare da nessuna parte. Sarah aveva usato questa suo addestramento per tenere d’ occhio la piccola Lisa che li ferma su una panchina a disegnare senza freno. Sarah si era fermata un attimo perché si stava concentrando e pochi secondi dopo entro dentro la mente di Lisa. Sarah una volta entrata dentro la mente di Lisa con grande facilità, si mise a cercare i ricordi di quando lei aveva sette o otto anni e voleva capire in quel tempo cosa era successo, Sarah sapeva che i poteri di una persona si possono rivelare verso i sette o otto anni e quindi e in quel arso di tempo che deve vedere come mai i suoi genitori hanno preso la decisione di abbandonare Lisa in una casa famiglia di notte e quando lei sta dormendo molto profondamento. Prima di vedere cosa aveva affrontato Lisa nella sua dura vita a Londra, voleva vedere di più sui genitori che l’avevano lasciata per colpa di una cosa che potevano usare per aiutare un sacco di persone e un sacco di bambini. Ma invece loro furono spaventati a morte dal potere della loro figlia Lisa e cosi l’abbandonarono in una casa famiglia. Sarah sapeva che un potere proviene dal padre o dalla madre e cosi grazie ai ricordi di Lisa capì chi dei due aveva il potere. Sarah capì che era la madre Martha ad avere il potere di vedere il futuro e fare quello che sapeva fare Lisa ma aveva una grande paura. Sarah grazie ai ricordi di Lisa poté capire che Martha non era una donna forte e motivata a usare il suo potere per il bene o per il male. Martha aveva paura di tutto e del suo potere e cosi non lo uso mai e per questo Lisa si senti molto sola. Il padre di Richard era un avvocato di Londra di 29 anni, capelli rossi e vestiva sempre molto elegante. Sarah già da queste cose poteva capire quanto era sola Lisa a Londra. Ma adesso voleva vedere di più per capire il tutto. Lisa scopri di avere il potere dopo che sua nonna mori. Lisa era in camera sua e stava disegnando su un foglio. Li i suoi occhi si fecero bianchi e poi inizio a disegnare come se nessuna forza potesse fermarla. Una volta finito il suo disegno vide che li su una sedia c’ era sua nonna e stava li ferma senza dire niente e senza fare niente. Poi arrivo Martha in camera di sua figlia ed era molto triste, con calma si avvicino a sua figlia – non so come dirtelo, ma tua nonna è morta. Lisa e Martha erano molto tristi visto che era morta sua nonna, da quell’ evento capì di più il disegno e quello che sapeva fare. Lisa decise di nascondere tale segreto a sua madre e suo padre visto che non sapevano cosa avrebbero detto una volta visto tale potere all’ opera oppure avrebbero pensato subito al peggio. Sarah si spinse più in fondo per vedere come mai Lisa era stata abbandonata in una casa famiglia senza nessun biglietto o senza un bacio sulla fronte o almeno “Addio figlia mia”. Richard era molto bravo come avvocato ma un giorno fece un grave errore cioè pensava di aver fatto rilasciare un innocente ma invece era un criminale che aveva ucciso 28 donne in un modo molto brutto. Richard non lo sapeva e così decise di lasciare il suo lavoro da avvocato o per meglio dire lo perse visto che lo studio per cui lavorava non da aiuti ai criminali ma li mette in carcere. Richard e Martha passavano molto tempo a casa e per questo scoprirono il segreto di loro figlia Lisa. Lisa era lì in camera sua e stava cercando una bambina in pericolo in un parco giochi o qualcosa di facile visto che aveva solo sette anni. Richard e Martha entrarono dentro la stanza di Lisa per dirle che il padre aveva perso il lavoro. Richard e Martha la trovarono lì in mezzo alla stanza con un pennello in mano e una tela davanti a sé. Poco a poco si avvicinarono e per loro tutto era normale ma poi videro che Lisa lo stava facendo così in trance e lo capirono perché non stava toccando la pittura che lì vicino a lei. Ma lo capirono anche dai suoi occhi bianchi. Richard decise di prendere dì mano la situazione e in qualche modo riuscì a fermare Lisa. Martha sapeva cosa era successo ma fece finta di saperne qualcosa e poi ad alta voce – mia figlia è un mostro. Mia figlia non deve essere un mostro con dei poteri. Tu non sei mia figlia. Richard fece lo stesso e con tale rabbia distrussero i quadri fatti da Lisa. Sarah in quella esplorazione della mente aveva capito come mai Richard e Martha avevano abbandonato la loro figlia in una casa famiglia e perché Lisa c’ e l’aveva con i suoi genitori. Lisa era lì su quella panchina e dentro la sua mente disse una cosa a Sarah – spero ti sia piaciuto vedere dentro la mia mente. Adesso pure tu mi vedrai come un mostro. Sarah resto seria dentro la mente di Lisa e le mando un messaggio per farle capire che non è sola al mondo – signorina non lo penso proprio, perché io sono come te. Ho dei poteri e penso che quello che ti è successo e davvero molto brutto.

Categorie
Città Disegno Famiglia Genitori Lisa Londra Mondo Moderno Napoli Paura Pericoli Rabbia Sarah Saintcall Solitudine

Disegno di Lisa

Sins_of_NeonCity_by_OmeN2501

Sarah Saintcall quando era sul tetto di quel palazzo, aveva visto che Lisa con la sua mano delicata e molto calma aveva creato quel bel disegno. Sarah era lì e non si era mossa di un millimetro visto che voleva vedere il disegno finito e se era bello forse lo avrebbe preso come spunto per avere un nuovo aspetto. Sarah mentre vedeva Lisa fare il disegno li sul foglio e senza essere disturbata da nessuno e nemmeno dal vento o dal suono di un autobus che stava arrivando. Sarah vide grazie agli occhi della fenice che in Lisa c’era qualcosa di speciale e non era il disegno e il fatto che era brava, ma che dentro di lei c’era un potere molto speciale e molto particolare. Sarah aveva percepito il potere di vedere e di dipingere il futuro dentro Lisa e questo le fece capire che forse era questo il motivo per i suoi genitori l’avevano abbandonata in una casa famiglia di notte quando lei stava dormendo. Ma Sarah non senti solo il potere dentro al corpo di Lisa, ma senti anche una profonda solitudine e grande rabbia. La solitudine perché nessuno la voleva per colpa del suo potere di vedere il futuro o di dipingerlo su una tela o su un foglio. La rabbia invece era per i suoi genitori visto che senza scrivere un biglietto la lasciarono dentro una casa famiglia senza nessuna spiegazione. Sarah era per le strade per cercare un nuovo aspetto, ma non trovo solo quello ma anche una persona molto simile a lei. Sarah aveva trovato una ragazzina molto carina e molto gentile, ma dentro di lei c’ erano quelle emozioni che distruggevano ogni rapporto e ogni possibilità di avere una famiglia o di essere affidati a una famiglia. Sarah vedeva li Lisa e non ci poteva credere che dei genitori avevano abbandonato un grande tesoro come questo. Sarah non torno subito ma decise di vedere come mai Lisa era stata abbandonata e che gente erano i suoi genitori. Sarah prima di tornare indietro voleva vedere il passato di Lisa e capire come era arrivata a questo punto. Prima di prendere il suo nuovo aspetto davanti a me, mio fratello Damon, mia sorella Alyssa e i miei zii Kira e Oliver si voleva occupare di questa dolce signorina che era da sola. Sarah era lì sul tetto e una parte del suo corpo diceva “fai qualcosa a questa signorina. Non può stare lì da sola in un mondo così pericoloso e cosi oscuro. I suoi genitori non le hanno insegnato i pericoli del mondo moderno e così può finire in ogni situazione pericolosa. Sarah Saintcall era lì sul tetto di un palazzo e decise di dare un futuro a Lisa e non farla vagare per le strade di Napoli tutta da sola e cosi essere vista come un mostro o come un rifiuto dagli. Sarah aveva già capito che non era cosi visto che adesso era una simpatica signorina e fino a quando era considerata cosi dagli altri, il suo futuro poteva cambiare e cosi diventare importante per questo grande e imponente mondo.

Categorie
Alieni Disegno Dominatore di Poteri Dominatrice di Poteri Kira Saintcall Lisa Londra Napoli Oliver Saintcall Sarah la Fenice Rossa Sarah Saintcall

Sarah Saintcall trova un aspetto definitivo

Sins_of_NeonCity_by_OmeN2501

Kira e Oliver avevano detto in modo molto chiaro a Sarah la Fenice Rossa che se voleva vivere qui nel Rifugio dell’Infinito e se voleva stare qui sulla Terra aveva bisogno di un altro aspetto. Kira e Oliver avevano visto quell’ aspetto e come si poteva vedere sembrava quello di un alieno o di una donna che era in cerca di vendetta, ma il suo strano aspetto si poteva vedere dalle piume e dall’ essere mezza nuda o la sua armatura molto strana. Sarah sapeva che quello che diceva Kira e Oliver era molto giusto visto che se si presentava cosi a un umano scattava subito l’allarme di aliene oppure di pazza che pensa di essere un vero alieno e invece è soltanto umana che è pazza e che non ci sta con la testa. Sarah sapeva che non poteva tenersi questo aspetto qui sulla Terra visto che se i Distruttori si sarebbero messi a cercare la Regina delle Fenici grazie alle loro analisi termiche. Loro avrebbero seguito quel calore che era simile al sole e poi avrebbero visto che portava alla Terra e non al Sole. Se Sarah non avesse cambiato aspetto il piano di Kira e Oliver di mettere al sicuro me, Damon Saintcall e mia sorella Alyssa sarebbe stato solo un passo falso e quindi io nel futuro non sarei potuto tornare indietro nel tempo e cosi salvare un sacco di persone. Ma Sarah decise di fare come dicevano i miei zii visto che Alukard e Helena le avevano dato il compito di sorvegliare i loro figli e aiutarli nelle loro avventure nel tempo, nello spazio e nei mondi. Sarah per non farsi vedere uso i tetti di Napoli e da lì si mise a vedere la gente dall’ alto. Grazie agli occhi della fenice che aveva ottenuto da mia madre poteva vedere anche da lì sopra i volti delle persone senza essere vista da nessuno e senza farsi riconoscere. Sarah dal palazzo di un bar vide che gli umani avevano un sacco di usanze strane e mangiavano cibi davvero molto buoni e gustosi. Sarah non guardava solo le persone, ma anche cartelli e poster visto che in poco tempo aveva visto che i volti delle persone si trovavano anche lì sopra. Sarah passava da tetto in tetto e poi su una panchina vide una giovane signorina di nome Lisa con un foglio in mano e una matita nella mano destra. Era vestita con una maglietta rossa in cui c’era scritto “I love London “, una gonna non molto lunga e dei leggins neri e delle scarpe di colore nere e con un teschio tra il nero e l’argento. Sarah aveva puntato la ragazzina perché voleva vedere cosa disegnava sul foglio e anche se aveva 8 anni era capace di fare un bel disegno oppure un brutto disegno. Lisa prese la matita e con calma chiuse gli occhi e si concentro e vide una immagine dentro la sua mente. Lisa lo ricordava molto bene perché lo aveva sognato ieri sera e non le faceva paura, anzi per lei era il suo guardiano cioè una persona che la protegge dagli incubi. Lisa una volta aperti i suoi occhi blu come il cielo si ricordava ogni singolo dettaglio del suo guardiano e lo inizio a disegnare sul foglio che aveva tra le mani. Lisa lo vedeva lì davanti a lei con i suoi occhi come se fossero ricolmi di magia. Poi si ricordo il suo volto che era bellissimo come non mai, ma nel vederla davanti a lei non capiva perché aveva il volto nascosto da un cappuccio nero in testa. Lisa notò che il suo guardiano aveva un tatuaggio che iniziava da una parte del viso e poi finiva dall’ altra parte dell’occhio destro. Poi aveva una croce nera attorno al collo e vicino come di un piccolo tatuaggio c’era scritto Helena Saintcall. Lisa si mise a disegnare la sua guardiana con grande precisione e non fece nessun errore. Lisa lo aveva fatto con calma e senza nessuna fretta e vide che il disegno era molto simile a una foto. Sarah vide quel disegno tanto bello da sopra il tetto e grazie agli occhi della fenice. Grazie alla memoria eidetica che aveva ricordo il disegno e quindi aveva trovato un nuovo aspetto e cosi poteva vivere in pace qui sulla Terra e senza essere vista come un’aliena o una pazza psicopatica. Kira e Oliver avevano detto a Sarah di trovare un nuovo aspetto un’ora fa e in un’ora era riuscita a trovarlo, non subito ma ci era riuscita. Sarah prima di prendere un aspetto, voleva vederne alcuni visto che voleva trovare un aspetto adatto per ogni occasione e per missioni sotto coperture.

Categorie
Ada Knight Angela Ferrante Aqua Saintcall Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Dominatrice di Poteri Dr Alyssa Saintcall Kratos Black Kyra Saintcall Marshal' Bar Pandora Black

Avverto Ada Knight della riunione al Rifugio dell’ Infinito

Sins_of_NeonCity_by_OmeN2501

Una volta ripreso il mio vero aspetto usci con la mia auto e andai al bar Marshal’ Bar che era li dove lavora alcune volte come barista Ada Knight e oggi era uno di questi giorni . Io posteggiai l’ auto vicino all’ ingresso del bar . Non la misi sul marciapiede ma in un posto vuoto dove non si metteva mai nessuno . Chiusi l’ auto con le chiavi ed entrai nel bar . Andai diretto verso il bancone e arrivo Ada Knight senza il suo giaccone nero ma con una maglietta nera a maniche lunghe e con dei pantaloni neri – che cosa ti posso offrire ? . Io alzai lo sguardo con calma e senza nessuna fretta e guardai in faccia Ada Knight che era li calma ma era pronta a darmi un bel ceffone faccia o mi avrebbe arrestato se le avessi messo una mano sul culo – mi puoi offrire un abbraccio amica mia . Ma Ada Knight non fece niente del genere , anzi riconobbe la mia voce anche se era tra due anni che non la sentiva più in quel modo – certo , adesso te lo offro . Arrivo vicino a me , io ero pronto per il suo grande abbraccio ma rimasi deluso visto che mi diede un pugno molto forte sulla spalla destra – questo è per non avermi detto che cambiavi aspetto in Aiden Pierce . Poi mi diede un pugno sull’ altra spalla molto forte – questo è per non avermi detto che ritornavi al tuo aspetto originale . Tu devi dire sempre tutto alla tua collega . La prossima segnatelo da qualche parte oppure te lo segno in fronte . Io guarì in fretta dai colpi di Ada Knight e mi misi a ridere quando lei torno dietro al bancone – lo so che ti dovevo dire questa cosa però dovevo fare una cosa molto importante . Adesso che l’ ho fatta te l’ ho potuta dire . Ada mi passo una pinta di birra – questa la offre la casa . Ma questa è l’ ultima volta e non mi piace quanto tu non mi dici i tuoi segreti . Io bevvi la birra e guardai in faccia Ada Knight – calmati amica mia . Nel pomeriggio verso le 16: 20 e li dirò a tutti cosa nascondo . Li nel Rifugio dell’ Infinito tutti sapranno come mai ho cambiato e cosa nascondo , adesso è meglio che vada .

Categorie
Ada Knight Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Dominatrice di Poteri Marshal Knight Napoli Ronny

Ronny vs Sue Miller

250px-AidenRender

Ronny decise di andare da Sue Miller e parlare di tutto quello che sapeva su Marshal Knight . Ma quando andò in quel bar non la trovo li . Ronny si mise a cercare Sue Miller in tutta la città di Napoli e la trovo dentro una palestra . Li ci stava solo Sue Miller . Sue Miller era vestita con una maglietta a maniche corte e dei pantaloni da tuta neri . Il look di Sue Miller era nero , invece quello di Ronny era rosso come il fuoco visto che era pronto a colpire senza sapere nulla sulla sua avversaria . Ronny si avvicino a lei e fece finta di non sapere chi lei fosse – vuoi fare uno scontro con me ? . Sue Miller indossava gli auricolari e se li tolse per un minuto e vide Ronny . Invece di fare finta di non sapere chi lui fosse decise di andare subito al sodo – cosi il topolino ha deciso di farsi vedere e finirla di nascondersi sopra il tetto di un palazzo . Ronny aveva capito cosa voleva dire Sue Miller – quando te ne sei accorta ? . Sue Miller si tolse gli auricolari e li mise nelle sue tasche – me ne sono accorta quando eri dietro a un angolo di strada . Io ero li vicino a una bancarella con Marshal Knight . Ci siamo fermati li vicino a uno specchio e abbiamo visto per pochi minuto il riflesso di una persona . Ecco come ti abbiamo visto . Pensi che io ti abbia fatto venire qui inutilmente . Qui ci sarà uno scontro tra noi due chi vince lascia stare per sempre Ada Knight e chi perde può fare tutto quello che vuole . Ronny fece un piccolo sorriso per dire “ ho vinto io “ . Ma poi Sue Miller fece una cosa che Ronny non si aspettava cioè diede un calcio voltante a girare contro il sacco molto forte e quello cadde a terra con un foro , tutta la sabbia inizio a girare e Ronny penso che non aveva più la vittoria in tasca . Ronny e Sue si misero una davanti all’ altro . Inizio Ronny e cerco di dare un pugno in faccia a Sue ma lei lo parò e fu lei a dare un pugno molto forte a Ronny . Ronny si fermo un attimo e cerco di bloccare Sue con un calcio al petto ma lei uso le sue belle gambe e molto allenate per bloccare il colpo . Ronny provava a muovere la gamba ma non pote fare nulla e Sue con la mano aperta fece tanto male a Ronny . Ronny aveva una gamba messa male e un braccio rotto . Ronny fece comparire un suo clone per avvantaggiarsi ma pure il clone era ridotto male . Sue vide il clone ridotto male e capì che non doveva colpire per forza Ronny e per fargli del male . Allora Sue inizio a correre e poi fece un salto e diede un forte calcio allo stomaco di Ronny . Con quel colpo il clone scomparve nel nulla e Ronny senti il colpo e cadde a terra svenuto . Sue lo rialzo da terra e lo guardo con una faccia molto seria – ora tu prova solo a fare del male ad Ada Knight e io ti uccido seduta stante . Sono stata chiara . Ronny con un filo di voce – cristallina . Ronny svenne a terra e nessuno sapeva se si sarebbe ripreso . Comunque adesso l’ obbiettivo di Ronny non era più Ada Knight ma era Sue Miller . Ronny non la voleva solo uccidere ma anche romperle ogni costola del corpo .

Categorie
Ada Knight Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Foto

E fuori Nevica

Enzo Righi è stato molto tempo lontano dalla sua famiglia e vivi sulle navi da crociera tutto il tempo . Non ha mai visto la madre e la famiglia e adesso quando arriva la notizia che sua madre è morta deve tornare a Napoli e incontra i suoi fratelli Stefano e Ciro . Come in tutte le altre famiglie non vanno subito con il piede giusto e devono trovare un modo per andare d’ accordo . Sarà un ardua impresa che solo Ciro può risolvere e solo cosi possono stare in famiglia . Solo Ciro può far finire i litigi tra loro tre e cosi essere una vera famiglia come tutte le altre famiglie . Enzo si paga da vivere cantando sulle navi da crociere ma quando arriva il testamento della madre dice che lui deve vivere con i suoi fratelli Ciro e Stefano a Napoli . Solo Ciro trova una idea per farli vivere insieme .

 

Categorie
Ada Knight Crow Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Foto Galleria Galleria Foto Milano Napoli Orfani Roma

Orfani

Da quando tutto e andato in rovina e molte persone sono morte e sono divenute polvere in questo mondo cosi oscuro e cosi cupo . Ma se adesso questo mondo era poco cupo , adesso tutto diventa ancora più brutto e che ti fa venire paura visto che non sai quanti nemici ci sono , ma ci sono in questa grande oscurità . Questa oscurità che si è alzata , li ha aiutati ha nascondersi e adesso sono arrivati qui da noi . Eccoli quello che si chiamano Crow . Secondo me e secondo Ada si chiamano cosi visto che quando arrivano in queste città portano morte , dolore , sofferenza . Adesso si deve andare a Roma , Napoli e Milano e forse questi nemici hanno portato morte e dolore li e noi siamo stati dentro altri posti e loro hanno ucciso un sacco di persone . Se lo hanno fatto , non lo posso sapere con preciso ma di sicuro sono dei mostri visto che sotto queste armature non mostrano nessuna emozione e secondo me non c’ e le hanno e per questo possono portare morte , dolore , sofferenza nel mondo .

Con Ada ho visto Napoli , Milano , Roma e tutte e tre sono cadute sono la forza incrostata di questi mostri noti come Crow . Quando abbiamo visto quelle città , abbiamo sentito una grande sensazione di freddo e poi arrivo quella che tutti chiamano come il senso della solitudine . Non ci potevamo credere che era successo tutto questo per colpa loro , per il momento non potevamo fare niente visto che noi eravamo li solo per fare immagini e poi non sapevamo quando erano forti sotto queste armature .

 

Categorie
Ada Knight Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Foto Mondo Universo Zombi

Ada fa nell’ universo di Walking Dead Season 2: Episode 2

Adesso era possibile entrare nell’ universo di  Walking Dead Season 2: Episode 2 e decisi di andarci con Ada Knight visto che voleva andare li per vedere qualche nuovo luogo che poteva essere bello . Voleva andare li per vedere se in questo nuovo universo c’ era qualcosa che le poteva interessare . Salimmo in macchina e andammo in questo universo con una grande velocità e una volta arrivati iniziammo a cercare cose davvero molto belle . Una tra le cose che vedemmo fu una ragazzina con un martello in mano che stava per uccidere uno zombie . Ci mettemmo li vicino e Ada prese la mia macchina fotografica che era nel cruscotto della mia macchina e vide che io ci tenevo un sacco di cose li dentro per esempio una foto in cui c’era il Napoli che aveva vinto contro la Roma l’ altra volta e c’ erano molte altre cose che adesso non vi dico . Ada aveva in mano la mia macchina fotografica e mise lo zoom adatto e fece la foto in modo perfetto . Prima di andare Ada Knight voleva vedere se la ragazzina che stava facendo tale pazzia ce la faceva . Clementine aveva colpito lo zombie ma non era ancora morto e stava per colpire la ragazzina . Ada in fretta e furia prese la pistola che aveva vicino al suo seno sinistro e fece un foro enorme nella testa dello zombie . Noi lo potevamo fare visto che dovevamo proteggere chiunque e anche una ragazzina da uno zombie .

 

Categorie
Cinema Film Mondo Mondo del Cinema Notizie Notizie dal Mondo

Pompeii: primo trailer e un’immagine ufficiale per il nuovo film di Paul W.S. Anderson

FilmDistrict ha rilasciato una prima immagine ufficiale e un primo teaser trailer per il nuovo film del regista Paul WS Anderson (Resident Evil, I tre moschettieri). Il film è interpretato da Kit Harington (Il trono di spade) nei panni di uno schiavo celtico di nome Milo che si innamora di una nobildonna (interpretata dalla Emily Browning di Sucker Punch) alla vigilia della massiccia eruzione vulcanica che distruggerà Pompei, un evento che lo porterà anche faccia a faccia con l’uomo che anni prima ha massacrato la sua famiglia.

Il primo trailer ci mostra qualche stralcio di Harrington e la Browning, alcune suggestioni action/epiche che ammiccano a Troy e 300 e qualche frame da disaster-movie alla Dante’s Peak. Conoscendo il precedente lavoro del regista, quello che di certo non mancherà a questo film sarà una corposa dose di azione (vedi I tre moschettieri).

Il film è interpretato anche da Kiefer Sutherland (in tv 24), Jared Harris (Sherlock Holmes – Gico di ombre), Carrie-Anne Moss (Matrix), Adewale Akinnuoye-Agbaje (in tv Lost), Jessica Lucas (Evil Dead) e Paz Vega (The Spirit).

Pompeii è ambientato nei giorni che precedono l’eruzione del Vesuvio e segue uno schiavo su una nave per Napoli che lotta per tornare a casa, salvare la donna che ama e il suo migliore amico, un gladiatore intrappolato all’interno del colosseo della città.