Categorie
2013 Fumetti Marvel Marvel Comics Mondo Notizie Notizie dal Mondo

Spawn 126, Panini Comics festeggia lo storico ritorno di Todd McFarlane

Il numero di Spawn pubblicato ad agosto da Panini Comics è certamente speciale.

Infatti Spawn 126 è stato proposto in ben due versioni: oltre quella regolare, c’è una spettacolare variant edition cover metallizzata. Basta poco per capire che non è un albo qualsiasi e lo si intuisce dal disegno in copertina realizzato da una superstar del mondo dei comics, una mezza divinità che anche i lettori di Spider-Man conoscono molto bene: Todd McFarlane.

Il ritorno più atteso dai fan

Il creatore della serie è tornato su Spawn e lo ha fatto con tanta energia per ringraziare tutti coloro che dopo tanti anni credono ancora nel suo mistico personaggio. E’ il momento giusto per tornare a leggere Spawn. Probabilmente no! E’ il momento per recuperare una decina di numeri e iniziare proprio dalla grande rivoluzione che ha dato il via ad un nuovo corso narrativo, stravolgendo lo status quo della serie e facendola ripartire con un personaggio tutto nuovo, legato in maniera viscerale allo Spawn originale. Le nuove storie sono squisite e perfette per chi cerca un fumetto horror/thriller originale e coinvolgente.

Ennesima svolta narrativa senza precedenti

Spawn 126 è l’occasione giusta per farsi convincere dal nuovo Spawn, attraverso anche una spinta di un Todd McFarlane stilisticamente diverso dalle sue prime uscite, seppur unico nel suo esprimersi artisticamente, non soltanto nel disegno. La variant edition cover metallizzata(contenente i numeri originali 220 e 221, oltre ad ospitare il ventiduesimo episodio della serie Haunt) è disponibile al prezzo maggiorato di € 5.00. Una spesa che vale la pena esser fatta, visto che grazie a questo numero si va anche a festeggiare uno storico anniversario per il personaggio che ha rivoluzionato l’Industria Americana dei Comics! Il numero 126 ci offre Todd McFarlane nel doppio ruolo di sceneggiatore e cover artist, ma è imperdibile anche per la presenza di una svolta narrativa che facilmente verrà dimenticata dai fan di Spawn.

 

Categorie
2014 Cinema Film Marvel Marvel Comics Mondo Mondo del Cinema Notizie Notizie dal Mondo

X-Men: Days of Future Past – Dal virale, ecco Bolivar Trask più altre foto e video!

Un paio di settimane fa, in occasione del Comic-Con di San Diego, era stato lanciato il sito viraleTrask-Industries.com per X-Men: Days of Future Past, ossia il secondo capitolo della rinnovata saga dei mutanti Marvel iniziata nel 2011 con X-Men – L’inizio e diretta da Bryan Singer. Il sito – legato alle Trask Industries – era abbastanza scarno e minimale e così è rimasto fino a poche ore fa quando invece è stato popolato di contenuti molto intriganti.

Su Trask-Industries.com è infatti comparsa una descrizione dettagliata dell’attività dell’azienda e in particolare si sono celebrati i 50 anni del “programma Sentinelle”. Inoltre, navigando tra le pagine del sito, si trovano informazioni sui processi di mutazione genetica, lastoria e un paio di foto del fondatore della fabbrica Bolivar Trask (Peter Dinklage), e un prospetto-timeline che ripercorre la “vita” dell’azienda rivelando che il programma delle Sentinelle è iniziato nel 1973 e dovrebbe proseguire fino al 2020: date perfette anche per giustificare da un punto di vista narrativo l’ambientazione di parte del cinecomic negli ani ’70.

Ecco la descrizione delle Trask Industries:

Trask ha previsto sin da tempi non sospetti il pericolo dell’estinzione della razza umana. Le sue prime teorie erano schernite dai contemporanei e nessuno era interessato a finanziare le sue ricerche, ma Trask aveva così a cuore il futuro dell’umanità che decise di finanziarsi da solo fondando le Trask Industries nel 1967. Da allora, sin dalla nascita, le Trask Industries sono state all’avanguardia nel progresso umano, collaborando coi Governi nazionali ed organi internazionali sin dall’ammninistrazione Nixon. I primi ambizisi progetti di Trask nel progresso genetico continuano ad alimentare le innovazioni tecnologiche ancora oggi.

Nel 1973, le Trask Industries hanno avviato la produzione delle prime Sentinelle con il modello della Mark I. Lo straordinario lavori di ricerca condotto da Bolivar Trask nel campo dell’intelligenza artificiale, robotica e sistemi balistici autonomi è stato la base indispensabile per costruire questo sistema di difesa dai mutanti che è il più avanzato del mondo. Da allora quando il programma è nato, abbiamo continuato ad evolvere e sostenere la causa del nostro fondatore attraverso otto aggiornamenti generazionali.

Mentre celebriamo i nostri 50 anni di successi, diciamo addio alla produzione industriale della nostra Mark I e ci concentriamo invece sulla produzione a tempo pieno della Mark X: il nostro primo progetto di revisione completa della linea delle Sentinelle. Queste attesissime unità combineranno nanotecnologie di prossima generazione e novità nel campo delle bioarmi, promettendo di garantire un futuro ancora più roseo alla razza umana.

A seguire alcune foto in cui si vede lo scienziato Bolivar Trask (Peter Dinklage) e poi alcune immagini che testimoniano l’evoluzione della sua Trask Industries:

Qui sotto alcuni spot e altri video sulle Trask Industries:

Per scoprire altre curiosità e dettagli sulle  Trask-Industries, vi rimandiamo al sito Trask-Industries.com 

Vi ricordiamo che nel cast di X-Men: Days of Future Past troviamo diversi degli interpreti del primo episodio della saga (vedi James McAvoyMichael Fassbender e Jennifer Lawrence) nonché diversi personaggi della vecchia trilogia come Ian McKellanHugh Jackman. Oltre a Anna PaquinEllen Page e il già citato Peter Dinklage nei panni del villain.

Scritto da Simon KinbergX-Men: Days of Future Past si svolge nell’arco narrativo di Giorni di un futuro passato del 1981, ambientato in un futuro alternativo distopico in cui gli USA sono dominati dalla Sentinelle e i mutanti vivono in campi di concentramento, un’adulta Kitty Pryde torna indietro nel tempo e impedisce un assassinio causato dalla Fratellanza che scatenerà una catastrofica isteria anti-mutanti. La trama alterna scene nel futuro e nel presente.

Il film uscirà nelle nostre 18 luglio del 2014. Potrete seguire l’intera produzione cliccando su Mi Piace sul riquadro sottostante per rimanere aggiornati.

 

Categorie
android IOS Mac Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo Pc Ps3 Ps4 Xbox 360 Xbox One

The Walking Dead: Stagione 2 – nuove informazioni sul cast

Con ancora negli occhi le toccanti scene conclusive dell’epopea digitale di Lee Everett e le frenetiche azioni compiute dai protagonisti di 400 Days, ritorniamo con immenso piacere ad occuparci di The Walking Dead per riferirvi le dichiarazioni rilasciate di fresco dal presidente diTelltale Games, Dan Connors, in merito ai personaggi che andranno a comporre il cast dell’attesissima Stagione 2 della loro avventura grafica.

Durante un panel tenuto nelle scorse ore in quel di San Diego in occasione del Comic-Con, il boss degli studios americani di Telltale ha infatti rivelato che Clementine avrà una ruolo determinante nel canovaccio narrativo steso dagli autori per dare forma agli episodi della Stagione 2 e che, sempre nel corso della trama, avremo la possibilità di conoscere il destino di Kenny.

L’annuncio del ritorno della giovane Clem era praticamente dato per scontato dalla stragrande maggioranza degli appassionati sia per il ruolo di assoluta centralità giocato da questa tenace orfanella nelle vicende vissute da Lee lungo tutta l’avventura che per il coraggio dimostrato dalla stessa Clementine nel commovente finale del quinto episodio. Decisamente più spiazzanti sono però le dichiarazioni di Connors in merito al personaggio di Kenny, specie ripensando al modo in cui i Telltale hanno deciso di “congedarlo” dal cast dei protagonisti della Stagione 1 tra la fine del quarto episodio, “Around Every Corner”, e la prima parte del quinto, “No Time Left”.

Queste ultime anticipazioni in salsa Comic-Con del CEO di Telltale Games si ricollegano inevitabilmente alle parole proferite dallo stesso Connors all’inizio dell’anno per comunicarci l’intenzione della compagnia di voler trovare un modo per consentire ai propri fan di importare i salvataggi: se dovesse concretizzarsi questa eventualità, la presenza stessa del sistema di importazione dei salvataggi darebbe ulteriore peso alle voci di corridoio rincorsesi in queste settimane in merito alla possibilità di utilizzare ingame il personaggio di Clementine e un altro “misterioso” attore del cast originario.

Senza perderci in rumor, chiudiamo perciò il pezzo ricordando a chi ci segue che i primi episodi della Stagione 2 di The Walking Dead usciranno alla fine dell’anno in concomitanza – o quasi – con i primi capitoli interattivi di The Wolf Among Us, l’altra avventura punta e clicca che i Telltale contano di pubblicare nel medesimo periodo su PC, Mac, iOS, Android e, forse, su Xbox 360, PlayStation 3, Xbox One e PlayStation 4.

Prima di allora, e per la precisione per il 20 agosto prossimo, i Telltale devono però preoccuparsi di ampliare ulteriormente il proprio bacino di utenza pubblicando su PS Vita l’intera prima stagione, comprensiva dell’episodio conclusivo 400 Days e di funzionalità inedite legate all’utilizzo del touchscreen e del pannello sensibile al tocco posto sul retro della console, al prezzo di 24,99 €.

 

Categorie
2013 E3 E3 2013 Foto Galleria Galleria Foto Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo Ps4 Sony supereroi Superpoteri

inFamous: Second Son – nuove immagini di gioco

Galvanizzati dalla calorosa accoglienza ricevuta nei giorni dell’E3 2013 da tutti gli appassionati della saga di inFamous e dai cultori degli action/adventure a mondo aperto, i ragazzi del team di sviluppo americano di Sucker Punch riaprono le porte dei loro studi per mostrarci delle nuove immagini di gioco di Second Son e dimostrarci, in questo modo, l’impegno profuso dall’intero gruppo di lavoro per soddisfare le esigenti richieste dell’utenza futura di PlayStation 4.

Il canovaccio narrativo steso dai Sucker Punch per allontanarci dalla storia di Cole McGrath ci porterà a sette anni di distanza dagli eventi conclusivi del secondo capitolo della serie: il protagonista di questa nuova avventura sarà Delsin Rowe, un giovane graffitaro di Seattle che, interpellato da un gruppo di misteriosi personaggi a conoscenza dei suoi superpoteri latenti, si ritroverà a combattere i dispotici soldati governativi del Dipartimento della Protezione Unificata per riportare la pace tra gli abitanti della sua città.

Pur senza poter “domare l’elettricità” come il suo illustre “collega” Cole McGrath, l’irrequieto e irriverente Delsin sarà comunque in grado di agire in vario modo sull’ambientazione circostante grazie al potere che gli permette di modificare la struttura cellulare del suo corpo fino ad assumere la forma di una “nebbia intelligente”. Dalle scene di gioco osservate nel video ingame proiettato sul maxischermo dell’ultima conferenza E3 di Sony abbiamo potuto intuire la portata dei cambiamenti apportati dagli sviluppatori alle meccaniche di gameplay degli episodi precedenti per ampliare la varietà, il numero e i tipi di “azioni speciali” che saremo in grado di portare a compimento indossando i panni di Delsin: il nostro alter-ego, ad esempio, potrà trasformarsi in una nebbia venefica per bruciare la pelle e i polmoni dei soldati, sarà in grado di materializzare delle vere e proprie sfere di plasma incandescente da sferrare contro l’avversario di turno, riuscirà a spostarsi agilmente da un punto all’altro della mappa utilizzando le condutture dell’aria e saprà cogliere di sorpresa i nemici superando silenziosamente le porte e le recinzioni dei loro campi base assumendo per pochi secondi la forma etera di una tenue nebbiolina quasi impossibile da notare ad occhio nudo.

A chi si fosse perso i nostri precedenti articoli al riguardo, ricordiamo infine che inFamous: Second Son non sarà disponibile per il giorno di commercializzazione ufficiale di PlayStation 4 (quest’ultimo, previsto indicativamente tra la fine di ottobre e l’inizio di dicembre) ma rientrerà nella corposa lista dei titoli che, come Destiny, The Witcher 3, Thief o Dying Light, vedranno la luce dei negozi nella cosiddetta “finestra di lancio”, ossia nel periodo compreso tra il day one e i primi quattro mesi di vita della console (in questo caso, dalla fine del 2013 a marzo 2014).

 

Categorie
2013 Mondi Fantastici Mondo Notizie Notizie dal Mondo

White Collar, il commento alla 4^ stagione

Più apprezzata per la valenza fisica del suo protagonista Matt BomerWhite Collar ha saputo conquistarsi una sua credibilità nel corso degli anni grazie alla simpatia degli script, all’alchimia degli interpreti e alla leggerezza delle storie che non cade mai nella farsa. E proprio sul rapporto tra i protagonisti si basa la 4^ stagione, in onda in questi giorni su Fox con gli ultimi episodi.

Neal Mozzie sono riusciti a fuggire da New York, nel finale della 3^ stagione, ma l’FBI li sta cercando. Peter, grazie ad Ellen, riesce ad inviare un messaggio a Neal e una volta individuato lo raggiunge a Capo Verde. Purtroppo parte lasciando dietro di sé una mappa con la posizione del nascondiglio cerchiata. Quando Collins, l’agente incaricato di trovare il truffatore, ottiene un mandato per perquisire casa sua, trova la mappa e prende il primo volo per Capo Verde dove comunica alla popolazione locale che c’è una taglia di 500 mila dollari sulla testa di Neal, senza menzionare se bisogna riportarlo vivo o morto.

Creato da Jeff Eastin – che scrive anche la première di stagione -, White Collar approfondisce le sue carte da crime drama ironico, venato di thriller, concentrandosi sul difficile rapporto tra un truffatore e ladro d’arte e un agente dell’FBI raccontando la loro amicizia quasi come un rapporto fallito da far ricominciare.

La fuga di Neal è il collante dell’intera stagione: la doppia caccia, con fini diversi, di Peter e Collins, e le conseguenze da pagare una volta tornati a New York seguono i 16 episodi della stagione che, soprattutto nella linea orizzontale, mostrano un incremento della suspense, a dimostrazione del maggior spessore narrativo che va acquisendo la serie. Ma è anche interessante notare la crescita, ben gestita dagli autori, del rapporto tra i 4 personaggi principale: il triangolo ironico tra Neal, Peter e Mozzie, soprattutto una sorta di dualismo tra il compagno di truffe e l’agente, la moglie e l’amante, i rimpianti e le opportunità, tra cui è impossibile scegliere. E quindi ancora più curioso il ruolo che acquista Elizabeth, interpretata da Tiffani Amber Thiessen della quale si vuole sfruttare il fascino del revival anni ’90, che diventa il poliziotto buono, l’aiutante di Peter, sempre più connotata come amica anziché moglie.

Oltre alle questioni di genere che possono venirne fuori, White Collar si dimostra passatempo di buona fattura che, al netto dei tipici semplicismi scientifici di ogni serie che voglia pasticciare con scienza e tecnologia, sa offrire buone trame e discreta scrittura, oltre che un gruppo di attori ormai calati nei ruoli come in paia di guanti fatti a mano, con predilezione per il Mozzie di Willie Garson, che non sbaglia mai un tono.

 

Categorie
2013 Foto Galleria Galleria Foto God of War Ascension Mondi Fantastici Mondo Notizie Notizie dal Mondo Ps3 Videogiochi

God of War: Ascension – immagini dalla modalità single-player

Dopo il filmato che mostrava ben trenta minuti di gioco della campagna single-player, ecco che God of War: Ascension rimane sulla cresta dell’onda con questa galleria immagini, sempre relativa alla modalità per giocatore singolo.

Ancora una volta si tratta di screenshot che ingolosiranno tutti gli appassionati che aspettano con ansia il nuovo capitolo della saga targata Sony.

Sviluppato da Sony Computer Entertainment Santa Monica Studio e pubblicato da Sony Computer Entertainment, God of War: Ascension è il quarto capitolo della serie principale di God of War. La caratteristica peculiare del gioco è che si tratta del primo in assoluto a supportare multiplayer online e 3D stereoscopico. Nel multiplayer cooperativo potranno partecipare fino a otto giocatori in contemporanea, e ci sarà anche in questo caso un lieve filo conduttore narrativo.

L’uscita nei negozi di God of War: Ascension è prevista per il 12 marzo del 2013 in esclusiva su PlayStation 3.

 

Categorie
2013 Final Fantasy Foto Galleria Galleria Foto Mondi Fantastici Mondo Ps3 Videogiochi Xbox 360

Lightning Returns: Final Fantasy XIII – personaggi e ambientazioni in nuove immagini

Motomu Toriyama e gli instancabili sviluppatori del 1st Production Department di Square Enix al suo seguito attentano nuovamente alle coronariche degli appassionati della saga di Final Fantasy attraverso una ricca galleria immagini dedicata ai personaggi, alle creature, alle ambientazioni e alle caratteristiche di gioco salienti dell’ultima iterazione di FFXIII.

In Lightning Returns: Final Fantasy XIII l’eroina della trilogia verrà investita dal dio Bhunivelze del non agevole incarico di salvare l’umanità compiendo per lui tutta una serie di incarichi volti a ricondurre alla ragione gli abitanti di Luxerion prima che sopraggiunga il Caos, e con esso la fine del mondo. Nei panni di Salvatrice, la bella Lightning avrà a disposizione solo 13 giorni (ognuno rappresentato da 2 ore di gioco effettive) per fare in modo che il Caos non inghiotta il suo mondo: l’universo di gioco, di conseguenza, sarà in costante evoluzione e reagirà dinamicamente in base alle scelte compiute nel prosieguo dell’avventura (alcune di esse avvicineranno la fine del mondo, altre invece la ritarderanno).

Attorno a questo sagace espediente narrativo delle scelte multiple, il team di Toriyama ha eretto un’impalcatura di gioco simile più complessa e “libera” rispetto a quella offerta nei precedenti due capitoli di FFXIII: l’assenza di altri personaggi interpretabili, ad esempio, ha indotto gli sviluppatori a rimodulare il sistema di combattimento ATB in funzione di una maggiore mobilità (le “arene” saranno più ampie e Lightning potrà sfruttare le piattaforme, i ripari, le trappole e gli oggetti in esse presenti) e di una più ampia scelta negli elementi di personalizzazione dell’equipaggiamento, degli attacchi e dei potenziamenti.

L’uscita di Lightning Returns: Final Fantasy XIII è prevista a fine anno su PlayStation 3 e Xbox 360.

 

Categorie
2013 Dettagli Informazioni Mondi Fantastici Mondo Notizie dal Mondo Pc Ps3 Xbox 360

inSANE: Guillermo del Toro in trattative con una “grande società”

Guillermo del Toro è uno che non scherza, in qualsiasi cosa faccia: dopo aver visto il trailer di Pacific Rim sarà forse anche aumentato il vostro rimpianto per inSANE, videogioco sul quale il regista stava lavorando cancellato poi da THQ a causa dei problemi finanziari che hanno investito la società.

Ma lo stesso del Toro non si è dato per vinto, e inSANE potrebbe vedere la luce anche senza THQ:

“Stiamo parlando con una società molto, molto grande. Non posso dire chi, ma è una delle più grandi. Hanno dimostrato coinvolgimento per il gioco e per quello che stavamo cercando di fare.

Dovrei aggiornare alcuni dispositivi visti nel gioco, perché li ho già visti in alcuni giochi che sono usciti nel frattempo. Questo accade sempre. Ma quello che stiamo cercando di fare col gioco è un’esperienza totalmente immersiva dal punto di vista narrativo. È ancora un progetto molto impegnativo.”

Nel suddetto trailer di Pacific Rim, qualcuno avrà riconosciuto in lingua originale la presenza della voce di GlaDOS di Portal, appartenente alla doppiatrice Ellen McLain. Lo stesso regista del resto aveva già parlato qualche mese fa del proprio apprezzamento per Valve, il quale coinvolgimento per inSANE potrebbe a questo punto essere ritenuto non più tanto un segreto.

A ogni modo, in assenza di notizie ufficiali tutto ciò continua a rientrare nella sfera delle semplici supposizioni: la speranza comunque è che inSANE possa arrivare sul mercato, dando così all’industria videoludica un prodotto sfornato dalla mente di Guillermo del Toro.