Categorie
Foto Galleria Galleria Foto Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo Pc Ps4 Xbox One

The Witcher 3: Wild Hunt – spuntano in rete nuove immagini di gioco

Alcuni utenti del celebre forum videoludico di NeoGAF hanno ben pensato di festeggiare i sei anni di vita (e i sei milioni di copie vendute) della serie di The Witcher rendendo pubbliche tantissime nuove immagini di gioco di Wild Hunt, l’attesissimo capitolo della saga fantasy di CD Projekt che, con ogni probabilità, sancirà la fine delle avventure di Geralt di Rivia.

L’altalenante qualità grafica di alcuni di questi scatti (ma non di tutti) ci induce a credere che questa galleria provenga direttamente dalla scrivania di un designer di CD Projekt RED: tra un magnifico scorcio ambientale e un’intensa sessione di combattimenti all’arma bianca, le scene immortalate sono la dimotrazione plastica degli sforzi profusi dagli artisti del team di Varsavia per evolvere la saga abbattendo i muri invisibili che delimitavano le ben più ristrette aree di gioco dei due capitoli originari.

Dal punto di vista narrativo, il titolo andrà a collocandosi temporalmente subito dopo gli eventi conclusivi di Assassins of Kings e ci permetterà di reindossare i panni di quell’irriducibile donnaiolo di Geralt di Rivia per aiutarlo a portare a termine una pericolosa spedizione tra le isole più settentrionali dei Regni del Nord: lo scopo principale del viaggio sarà quello di cercare Triss Merigold, la rossa compagna di Geralt che, per un motivo o per l’altro, finirà tra le tra le grinfie del Re della Caccia e verrà tenuta prigioniera dai suoi inseparabili spettri e dalla folta progenie di mostri e di creature che, volenti o nolenti, dovremo affrontare lungo tutto l’arco di una campagna principale votata all’esplorazione che promette di essere estremamente longeva (a voler dar retta agli sviluppatori, serviranno 50 ore per completare la main quest e altre 50 per finire le missioni secondarie).

Il periodo di commercializzazione di The Witcher 3: Wild Hunt indicatoci dai CD Projekt è la primavera del 2014, anche se diverse voci di corridoio rincorsesi in questi giorni sui più importanti e seguiti forum del settore sembrano suggerire settembre (sempre del 2014) come mese di lancio su tanto su PC quanto su PlayStation 4 e Xbox One. Staremo a vedere: nel frattempo, godiamoci le immagini odierne.

 

Categorie
Microsoft Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo Pc Ps3 Ps4 Sony Wiiu Xbox 360 Xbox One

Watch Dogs: trapelano in rete i requisiti di sistema della versione PC

I sempre vigili utenti del celebre forum videoludico di NeoGAF sono riusciti a scovare tra le righe di codice della pagina dell’Uplay Shop dedicata ai preordini di Watch Dogs la lista dei requisiti di sistema di base, minimi, raccomandati e “ultra” dell’atteso action sandbox di Ubisoft Montreal.

Pur con tutti i dubbi del caso derivanti dalla veridicità di questi dati e dal modo in cui si è riusciti a carpirli, da questa lista si evince comunque la grande duttilità del motore grafico e dell’impianto tecnico eretto dai programmatori della sussidiaria canadese di Ubisoft in ragione della natura intergenerazionale di un titolo che, come quasi tutti gli altri videogiochi multipiattaforma che vedranno la luce nei prossimi mesi, dovrà essere necessariamente proposto agli utenti di questa e della prossima generazione di console (e di hardware PC, in questo caso specifico).

Senza indugiare oltre, quindi, vi lasciamo sfogliare la lista semi-ufficiale dei requisiti di sistema della versione PC di Watch Dogs e approfittiamo spudoratamente dell’occasione per ricordare a chi ci segue che il titolo sarà disponibile a partire dal 21 novembre prossimo su PlayStation 3, Xbox 360, Wii U e, appunto, PC. Per quanto riguarda la doppia edizione next-gen da destinare all’utenza futura di Xbox One e PlayStation 4, invece, la data di commercializzazione è stata fissata rispettivamente per il 22 e 29 novembre, ossia per il lancio delle due piattaforme targate Sony e Microsoft.

Requisiti di base

 

Sistema Operativo: Windows Vista (SP2), Windows 7 (SP1) o Windows 8
(Nota: gli unici sistemi operativi supportati sono quelli a 64bit)
Lettore DVD: DVD-ROM Dual Layer
Hard Disk: 20 GB
Audio: schede compatibili DirectX 9.0c con gli ultimi driver installati
Altro: richiesta una connessione internet veloce per le partite multiplayer

Requisiti minimi

 

GPU: scheda grafica DirectX 11 con 1 GB di memoria RAM dedicata
CPU: processore Quad core
RAM: 4 GB

esempio configurazione 1
GPU: NVidia GTX 460
CPU: Intel Core2 Quad Q6600

esempio configurazione 2
GPU: AMD Radeon HD 5770
CPU: AMD Phenom X4 9750

Requisiti raccomandati

 

GPU: scheda grafica DirectX 11 con 2 GB di memoria RAM dedicata
CPU: processore con otto core
RAM: 8 GB.

esempio configurazione 1
GPU: NVidia GTX 560 ti
CPU: Intel Core i7-3770

esempio configurazione 2
GPU: AMD Radeon HD 7850
CPU: AMD FX-8350 Eight-Core

Requisiti “Ultra”

 

GPU: scheda grafica DirectX 11 di ultima generazione con 2 GB di memoria RAM dedicata
CPU: processore con otto o più core di ultima generazione
RAM: 8 GB o più

esempio configurazione 1
GPU: Nvidia GTX 670
CPU: Intel Core i7-3930K

esempio configurazione 2
GPU: AMD Radeon HD 7970
CPU: AMD FX-9370 otto core

 

Categorie
Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo Ps4

DriveClub PS Plus Edition: cosa manca rispetto alla versione completa del gioco

Quali sono le differenze tra la versione retail e completa di DriveClub e la sua edizione PlayStation Plus, scaricabile gratuitamente per tutti gli abbonati al servizio online di Sony? In molti, moltissimi hanno cominciato a porsi questa domanda, e per allontanare ogni dubbio è intervenuto Paul Rustchynsky, direttore del design di Evolution Studios. Dalle pagine di NeoGAF, Rustchynsky ha spiegato che essenzialmente DriveClub PlayStation Plus Edition sarà del tutto identico alla sua controparte retail tranne che per la mancanza di alcune auto e circuiti (hai detto cotica, direbbe qualcuno…).

Nonostante queste mancanze, la versione PlayStation Plus permette ugualmente di ottenere il trofeo Platino, e in qualsiasi momento il giocatore potrà decidere di fare l’aggiornamento da versione PS Plus a versione completa, qualora volesse l’esperienza di gioco completa o intendesse non rinnovare l’abbonamento a Plus ma allo stesso tempo non abbandonare DriveClub.

«Ci sarà uno sconto per quelli che vorranno aggiornare la versione PS+ Edition alla versione digitale completa, ma i dettagli non verranno svelati per qualche settimana ancora»

In ogni caso non ci sarà fretta, perchè mentre la versione completa di DriveClub sarà un gioco di lancio che accompagnerà PlayStation 4 nei negozi il prossimo 29 novembre, DriveClub PlayStation Plus Edition non sarà disponibile prima del 2014 inoltrato.

Il designer ha inoltre fornito altre brevi informazioni: nel gioco verrà implementata (forse come contenuto aggiuntivo gratuito) una modalità fotografica, e che non è invece previsto alcun tipo di split-screen.

 

Categorie
2013 2014 Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo Pc Ps3 Ps4 Xbox 360 Xbox One

Dragon Age: Inquisition – nuove informazioni dagli sviluppatori

Dopo averci regalato delle interessanti anticipazioni sulla prossima ondata di espansioni diBorderlands 2, l’ultima edizione australiana del PAX ci offre una nuova e altrettanto importante infornata di dettagli riguardanti lo sviluppo del canovaccio narrativo, della componente tecnica e delle dinamiche di gioco di Dragon Age: Inquisition.

Durante il panel organizzato da BioWare per scambiare quattro chiacchiere con una ristretta cerchia di fortunati giornalisti scelti per presenziare all’evento, i vertici della rinomata sussidiaria canadese di Electronic Arts hanno spiegato ai presenti che il titolo presenterà un nuovo sistema di dialoghi: tale decisione, a giudicare dai rumor ventilati in queste ore sulle pagine del forum ufficiale e su quelle del forum di NeoGAF, sarebbe stata resa necessaria dalla consapevolezza di dover elevare il tenore qualitativo della trama principale sganciando quest’ultima dal semplicistico meccanismo su binari che ha contraddistinto i dialoghi tra l’eroe e i PNG nei due precedenti episodi di questa epopea fantasy.

Sempre dal panel a porte chiuse tenuto in occasione del PAX australiano e dalle conseguenti anticipazioni della stampa scopriamo poi che il sistema di combattimento di Inquisition, esattamente come il sistema di dialogo, verrà svecchiato per coniugare gli elementi gli elementi tattici di Origins alla fluidità del gameplay del secondo capitolo della saga attraverso una completa rimodulazione delle animazioni a corredo delle mosse difensive e offensive (queste ultime, sia dalla lunga che dalla corta distanza).

Per quanto riguarda le novità di natura squisitamente grafica e artistica, invece, le uniche informazioni offerte ai partecipanti al panel sono state quelle estrapolabili dai bozzetti preparatori e dagli artwork proiettati in sala, attraverso i quali sarebbero state mostrate delle ambientazioni così varie e sterminate da dimostrare, pur senza ritrarre delle scene di gioco propriamente dette, le buone intenzioni del team creativo impegnato a dare al titolo una forte impronta sandbox: dal proiettore di BioWare sarebbero infatti scaturite le immagini di deserti estesi per decine di chilometri quadrati, di aree paludose disseminate di creature anfibie non particolarmente inclini al dialogo, di zone montagnose costellate di grotte, di pianure verdeggianti estese fino all’orizzonte, di rovine ancestrali e di bucolici villaggi innevati.

Nell’attesa di una conferma e di un’eventuale smentita da parte delle alte sfere di Electronic Arts e/o dei boss di BioWare, chiudiamo il pezzo ricordandovi che Dragon Age: Inquisition è atteso in uscita alla fine del 2014 su PC, PlayStation 3, Xbox 360, PlayStation 4 e Xbox One.

 

Categorie
2013 2014 Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo Wiiu

Mario Kark 8 uscirà nell’ aprile del prossimo anno

Sapevamo già che Mario Kart 8 non sarebbe uscito in tempo per il periodo natalizio di quest’anno, e che Nintendo aveva fissato la finestra di lancio del gioco per la “primavera 2014”. Ebbene, il mese di uscita potrebbe essere aprile 2014, almeno stando a quanto riferito da un utente del forum NeoGAF, che ha scovato su Twitter un messaggio promozionale della casa di Kyoto che fa appunto riferimento a quella data.

 

Categorie
2013 E3 E3 2013 Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo

SEGA Spectrum sarà l’erede del Dreamcast?

SEGA potrebbe annunciare Spectrum, qualunque cosa sia, all’E3 2013.

La notizia proviene dal forum NeoGAF, dove l’utente shaowebb ha postato la foto che vedete in basso: la scritta in giappone equivale al nostro “un nuovo mondo di intrattenimento”.

Su due piedi potrebbe sembrare il teaser di una nuova console, ma la situazione della SEGA esclusivamente publisher non fa certo ben sperare. Più probabile che si tratti, anziché di un erede del Dreamcast, di una nuova tecnologia per i cabinati o una piattaforma di servizi e titoli online.

La locandina di cui sopra rimanda a giugno, giusto in tempo per l’E3 2013: ne sapremo di più a giorni?