Categorie
Criminologa Criminologia Nexus Serena Rossi The District Universing Universo Zane Taylor

Zane Taylor

reddick-lance-fringe-season-2

Zane Taylor quando era in auto con Serena Rossi e ascoltava un pò di musica inizio a pensare a quel tatuaggio e cercava di ricordarsi dove lo aveva visto . Zane aveva viaggiato molto nel tempo , nello spazio , nei mondi e negli universi e aveva visitato anche posti molto strani come il Nexus . Alla fine se lo ricordo cosa era . Cioè un simbolo di protezione di Arella . Per la precisione il simbolo perduto di Arella . Arella nella lotta contro Abbadon aveva perso il suo simbolo di speranza e per trovarlo ci aveva messo un sacco di tempo ma lo trovo solo grazie ad Abbadon . Zane se lo ricordava molto bene perchè il giorno in cui Arella stava quasi per vincere contro Abbadon era li ad aiutarla ma non ce la fece perchè lui a quel tempo non era cosi forte e Abbadon aveva attorno a se un sacco di tenebra e questo gli dava un sacco di potere . Zane abbasso la voce della radio – vedo che pure tu sei stata al Nexus . Come sta Arella ? . Serena spense la radio e l’ aria dentro l’ auto si fece fredda – come sai che sono arrivata da li ? . Zane supero un auto – l’ ho capito dal tatuaggio . Il giorno in cui Arella ha perso quel simbolo di speranza c’ ero pure io . Ho cercato di aiutarla a fermare il piano di Abbadon ma lui era troppo forte . Ma poi ho saputo che il Nexus e tornato a essere grande come prima e pieno di luci . Serena sapeva che Zane aveva ragione – si hai ragione vengo da li e Arella sta bene . Sprizza di energia da tutti i pori . Serena aveva capito che Zane stava scoprendo un pò di cose su di lei – per il momento non voglio parlare di me . Per il momento voglio cercare un lavoro ben retribuito e che mi aiuti ad avere sicurezza in me e nei miei poteri . Zane non le fece la proposta di lavorare per lui perchè prima le doveva fare il Test e poi vedere di che questa è fatta questa Criminologa .

 

Categorie
Foto Galleria Galleria Foto Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo Ps3

Ratchet & Clank: Into the Nexus ha una data – nuove immagini sulle ambientazioni

I ragazzi di Insomniac Games ci comunicano che i lavori su Ratchet & Clank: Into the Nexusstanno ormai avviandosi alla conclusione e che, in ragione di questo, hanno deciso di sciogliere le loro riserve sulla data di lancio accompagnando questo importante annuncio con una nuova, succulenda infornata di scatti di gioco.

In queste immagini, lo storico team di sviluppo diretto da Ted Price immortala alcuni dei variopinti scenari che saremo chiamati ad esplorare nei panni di Ratchet e del suo inseparabile robottino: ciascuno dei livelli che andrà a comporre la campagna principale sarà contraddistinto da uno specifico set di “modificatori ambientali” che assumeranno la forma di insoliti dispositivi ipertecnologici in grado di produrre dei campi gravitazionali così forti da stravolgere la natura delle sessioni platform, la complessità degli enigmi da risolvere e la velocità di adattamento richiesta all’utente per rispondere efficacemente ai pericoli e agli ostacoli che gli si pareranno dinanzi lungo tutta la storia.

A chi si fosse perso i nostri precedenti articoli al riguardo, ricordiamo brevemente che con Into the Nexus gli studios americani di Insomniac andranno a riallacciarsi alla storia di Tools of Destruction, di Quest for Booty e di A Crack in Time per concludere nel migliore dei modi la saga spin-off di Ratchet & Clank Future attraverso una storia dal tenore ancora più ironico e un’avventura estremamente ricca di contenuti.

In ragione delle ultime informazioni offerteci dagli Insomniac, quindi, possiamo finalmente fissare sul calendario il 13 novembre come data di lancio europea di Ratchet & Clank: Into the Nexus in esclusiva su PlayStation 3.

 

Categorie
2260 Angela Ferrante Angelica J. Lincol Mondo Nexus

Angela Ferrante parte 8

The East è il noto nome di un grande gruppo terroristico , proviene dall’ anno 2260 . Loro sono davvero molti noti non solo qui a Nexus ,ma sono noti davvero in molti posti come Milano , Napoli , Roma , Afganistan e molti altri paesi . Nel futuro questi posti sono in pericolo , da questi gruppi perché loro hanno appoggiato il fatto che ci possono alieni nei loro paesi . Ma The East non gli piacciano gli alieni e farebbero di tutto per fare in modo che tale cosa non succeda . Il nemico più grande è La Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi , ogni volta che di The East hanno fatto qualcosa la polizia è sempre stata li per fermarli . Ma prima che la polizia li potesse arrestare loro scomparivano nell’ oscurità più totale , era una delle loro caratteristiche principali . Una cosa che The East aveva deciso di fare era nascondere la propria identità , dicevano a tutti i loro membri “ Dovete dimenticare il vostro nome e cognome , e dovete scegliere dei nuovi nomi e sopratutto voi no dovete avere un volto . Dovunque andate metterete questo cappuccio nero per non far vedere il vostro volto . Se qualcuno vede il vostro volto , voi lo dovete uccidere senza alcuna esitazione “ . Io e gli altri della mia squadra ci siamo battuti molte volte con il gruppo terroristico The East , non solo qui nel Nexus , ma anche nelle varie città . Loro sapevano che se il mondo in cui vivevano era pieno di gioia e felicità non era solo colpa mia , ma era colpa anche di Zane Taylor , il capo attuale della Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi . Cosi decisero di fare questo , cioè un viaggio nel tempo a quando io stavo ancora nel Nexus non ero fortissimo come lo era nel ventiduesimo secolo . Volevo morto non solo me , ma anche Zane Taylor e Angela Ferrante , queste due persone nel futuro erano quelle che mi avrebbero aiutato a diventare il grande supereroe che tutti conoscevano nel futuro . La sera precedente avevo avuto tre visioni , una in cui The East uccidevano quasi tutti nella Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi e poi con un colpo in fronte uccidono Zane Taylor . E poi nella visione scritto con il sangue di Zane Taylor e degli altri agenti “ Noi siamo ovunque , noi distruggeremo tutto il bene che avete creato . Noi siamo The East fermateci se ci riuscite oppure morite provandoci “ . La seconda visione fu più terribile , vidi il corpo nudo di Angela Ferrante con con una spada conficcata in una spada lunga e profonda , era tanto dentro il suo corpo che aveva perforato il suo cuore e per essere sicuri che lei fosse veramente morta il capo degli The East prese la sua spada lunga e profonda e ficco la seconda spada nel secondo cuore di Angela . Già da quando lui e gli altri erano arrivati li e avevano davanti agli occhi Angela viderò e sentirono che lei aveva due cuori . Il luogo dove era il Covo dove la stavo allenando , quello era un messaggio per me e lasciarono un messaggio per me dietro il corpo sanguinante di Angela e diceva “ Noi siamo The East , uccideremo chi conosci , uccideremo chi ti aiuta , uccideremo chi ti vuole bene . Nessuno è al sicuro , nessuno . Se non sei d’accordo cercaci e fermarci , ma nel farlo tutte le persone che conosci moriranno nello stesso modo di questa puttanella “ . La terza visione fu davvero molto brutta più delle due , Angelica J . Lincol era al centro di Nexus , il suo corpo era nudo e utilizzarono i loro poteri per bruciare completamente il suo corpo e per non farla guarire le conficcarono le spade nei suoi cuori . Nel futuro Angelica e Angela Ferrante sono le persone che hanno dato più filo da torcere a The East , per questo motivo nelle mie visioni ho visto che loro morivano in questo modo cosi crudele e meschino , con la loro morte volevano avvertirmi e come previsto ci erano riusciti benissimo . Non mi aveva spaventato , ma mi avevano allertato su questo pericolo imminente . Il tempo era contro di me , guardavo ovunque e vedevo il tempo scorrere . Mi svegliai e mi vesti subito in pochi minuti , presi il biglietto da visita di Zane Taylor e dissi a lui – ci dobbiamo incontrare , sei in pericolo , in grave pericolo . Non diedi neanche il tempo di dire ciao o altro , non c’ era tempo , lui disse – Daniel , calmati e spiegati meglio la situazione . Mi teletrasportai davanti a lui e spiegai la situazione e lui un po’ colpito disse – quindi mi questo gruppo noto come The East mi vuole morto , come mai ? . Io dissi a lui – quello che so , è che non provengo da questo tempo , provengono dal futuro . Il punto che non solo tu sei in pericolo , sono in pericolo anche Angelica e Angela , in un modo o nell’ altro le dobbiamo avvertire del pericolo . Poi lo guardai in faccia e dissi – adesso chiamo Sarah la Fenice Rossa per proteggerti , mentre io vado a avvertire Angelica e Angela e se non riesco ad avvertirle in tempo , proverò a salvarle da The East . Chiamai telepaticamente Sarah la Fenice Rossa e le dissi con estrema serietà – devi venire subito alla Dipartimento di Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi , ho bisogno del tuo aiuto per salvare Zane Taylor . Tu arriva qui e Zane ti spiega tutta la situazione , io adesso devo andare a salvare Angelica e Angela . Non avevo tempo o per meglio dire il tempo era contro di me , per salvare Angelica e Angela Ferrante avevo solo 7 ore di tempo . Non so come , forse era un potere dell’ occhio della fenice o no , ma in ogni palazzo , ogni specchio pure sul braccio vedevo un conto alla rovescia . Sette ore , trentacinque minuti e quindici secondi , questo era il tempo , tutto il tempo che avevo per salvare le mie amiche . Nel mio passato ho già perso persone molto importati come il mio intero popolo , dovevo fare qualcosa per salvare loro due . Avevo tutto il tempo per salvare loro due , ma avevo paura di non farcela , io ero da solo , loro invece erano sette . Tre ragazze e tre ragazzi , tutti quanti erano molto potenti , loro erano divenuti grazie a un grande allenamento fisico . Loro nel resto della loro vita , erano nati e vissuti nella strada , aveva sofferto in maniera incredibile . Loro con il tempo divennero malvagi , decisero che era il tempo di reagire e non farsi più sfruttare da tutte quelle persone che lo volevano fare . Un giorno mentre stavano dormendo tutti insieme , nella loro mente venne il Guerriero Oscuro che diede loro i poteri e disse – adesso vi ho dato i poteri , utilizzate per rendere il mondo vostro . Nessuno deve fermare la vostra supremazia , nessuno e chi cerca di fermarvi uccidetelo oppure fare il peggio che sapete fare . Dentro loro c’ era il seme del male e quello che fece Il Guerriero Oscuro fu solo dargli una spinta a uscire e a renderlo vivo e ancora più oscuro . Il tempo scorreva , con la mia supervelocita mi bastava pochissimo per arrivare da Angelica e avvertirla . Arrivai da lei e vidi che lei indossa un giacchetto rosso sopra una maglietta leggera , insieme a lei c’ erano dei bambini . Angelica stava facendo capire a loro , cosa significa stare attenti per le strade , be possiamo dire che quello era il minore dei problemi per Angelica . La volevano morta ad ogni costo e pure Angela , quello che stavo facendo era qualcosa che ogni Osservatore mi avrebbe detto che ero un pazzo a provare a modificare la realtà . Mi avrebbero detto che io non avrei potuto cambiare il mio destino , io però non li avrei ascoltati , anzi avrei fatto di tutto per salvarle loro . Allora feci la cosa più ovvia , cioè se nella visione erano divise , io avrei fatto di tutto per unirle e fare in modo che tali visioni non succedevano , io andai da Angelica e dissi in modo serio e guardandola negli occhi – devi venire con me , tu e Angela siete in grave pericolo , abbiamo solo 7 ore . Angelica teletrasporto i ragazzi a scuola e disse a loro – fatevi portare a casa da una delle professoresse . Io e Angelica insieme andammo da Angela che era a casa sua e stava allerta di qualche nemico . Pure lei aveva visto la visione in cui lei moriva in modo violento e voleva impedirlo in ogni modo , cosi era rintanata in casa . Le nostre sette ore passarono in fretta , ma noi le abbiamo passate ad allenarci e fare tutto l’ occorrente per salvarci la vita . Loro arrivarono , il primo Gabriel Antares , 36 anni un soldato pronto a uccidere . Lui era un soldato , ma aveva disertato perché lui si riteneva superiore all’ esercito . Era stato addestrato a uccidere talmente bene , che adesso lo faceva sorridendo , quando iniziava ad uccidere diventare un essere umano senza nessun modo per essere fermato . L’ unico modo per essere fermato era ucciderlo . Se lui era cosi senza i poteri , con i superpoteri che aveva era inarrestabile. Ethan Smith , 26 anni , lui nonostante la giovane età lui era un hacker informatico . Senza poteri e molto bravo , con i poteri è bravissimo . Insieme a lui come ingegnerie informatico c’ e sua sorella di 29 anni Sophia Smith , bravissima ingegnere informatica , con i poteri e divenuta incredibile . In pochi minuti capisce subito cosa fare , tipo vede una arma o qualunque altra cosa e lei grazie alla sua vista e grazie alle sue abilità migliorate grazie ai superpoteri , lei te lo rimandare indietro . Poi c’ e Alexander Williams 37 anni , lui è un ex agente CIA , lui ha mollato perché non ce la faceva con tutte le regole assurde che c’ erano li . Lui però davvero molto bravo a localizzare i nemici , gli agenti che facevo il doppio-gioco e molto altri . Da quando aveva i poteri , lui divenuto ancora meglio , visto che riusciva a leggere il pensiero ed era bravissimo ad arti marziali , inoltre lui era capace di vedere le attraverso gli oggetti . Isabella Slyder , 29 anni non si sa molto di lei , ma l’ unica cosa che posso dire di lei è che è molto violenta . La sua firma in ogni uccisione e prendere le spade dei suoi amici e ficcargliele nei loro cuori . Ma se invece loro non hanno spade , lei utilizza i suoi poteri di fiamme e brucia il suo nemico . Emma White , 26 anni , professione costruzioni armi , fabbricare munizioni . Lei è uno specialista di armi , talmente brava che la chiamano nel futuro “La Fabbricante “ , tu chiedi un ‘ arma e lei in pochi minuti te la fa . Lei grazie ai superpoteri che ha ottenuta è divenuta molto brava nel trovare gli oggetti da trovare per fare tutto quello che le serve . Le basta un oggetto o una cosa è lei e capace di trasformarla in un’ arma . Questi sono The East , il gruppo che viene dal futuro , questo dissi ad Angelica , Angela e al mio capo . Per Angelica e Angela per voce visto che stavamo a casa loro , invece per Zane tramite video-telefonata . Non appena arrivarono si piazzarono davanti casa di Angelica e il Capo Gabriel Antares – se voleva vivere , uscite seno tutte le persone che non solo in questa casa , ma anche in tutto questo quartiere moriranno molto violentemente . Se non uscite queste persone moriranno per mano vostra e il sangue di tutte queste persone innocente saranno sulle vostre mani .

 

Continua 

Categorie
2013 Acqua Dialoghi Dominatore di Poteri Kratos Me Mondi Fantastici Mondo Nexus Notizie Notizie dal Mondo Pandora Parlare con Kratos Parlare con Pandora Raven City

Compro un costume da bagno a Pandora

Una delle varie cose che Pandora voleva imparare , era nuotare , voleva imparare a nuotare non solo perché volevo io ma sopratutto perché voleva . Pandora vedeva la televisione e sentiva di persone morte affogate nell’ acqua che era ed è molto profonda e sopratutto il posto più brutto dove morire . Inoltre l’ acqua e uno dei nemici dei detective e dei poliziotti , l’ acqua cancella tutto . Per tutto intendo traccie e indizi importati per risolvere un crimine . Pandora voleva imparare a nuotare perché voleva fare qualcosa , invece di stare li a guardare senza fare niente . Io e Pandora quel giorni ci svegliammo verso le 7 , facemmo colazione , dopo un po’ io andai in camera di Pandora dove lei stava guardando sul suo tablet il nuoto e come imparare a nuotare . Io bussai alla sua porta e le dissi – posso entrare ? . Certo entra pure , cosa vuoi ? . So che da un po’ di tempo vuoi imparare a nuotare , se ti vesti un attimo ti porto a comprare un bellissimo costume da bagno del colore che piace a te e come lo vuoi tu . Grazie – Pandora mi guardò negli occhi e pure io lo stesso e vide che lei era molto felice di questa scelta . Poi mi disse – puoi uscire e mi aspetti giù , io feci come le mi avevo detto e sopratutto perché non volevo guardare una ragazzina che si cambiava d’ abito , se mi avesse visto mia sorella o altro avrebbero pensato che volevo fare qualcosa di brutto contro Pandora . Ma io a Pandora non fare niente di male , anche se non lo è ma è come se fosse mia sorella , una piccola sorellina a cui voglio . Pandora decise di mettersi una bella camicia nera , pantaloni neri e scarpe leggere della nike , tutte queste cose non gliele avevo comprato , Pandora era uscita ed era andata a lavorare in una libreria , voleva guadagnare soldi da sola e sopratutto si voleva comprare le cose da sola . Scese con molta calma dalle scale e poi entrò nella mia macchina la Shelby Mustang Gt500 Kr che avevo dal mio diciannovesimo compleanno . Mesi in moto l’ auto e poi dissi a Pandora – mettiti la cintura di sicurezza , Pandora fece come le avevo detto io , il luogo dove stavamo andando era Raven City . Li a Raven City c’ era molti negozio , tra i quali negozi di costumi da bagno , dopo aver visto un po’ di cose insieme una volta arrivati li entrammo in questo bellissimo . Sopra al negozio c’ era scritto “ Intimissimi – Scegli la tua taglia “ molto grande , dentro c’ era una bellissima commessa . Il nome di questa commessa era Rita , il cognome non lo conoscevo e non mi interessava tanto , Rita aveva capelli rossi e i suoi capelli era raccolti in una coda di cavallo , i suoi occhi erano blu come il vestito che indossava e gli stava davvero molto bene . Si avvicino a noi e disse in maniera molto felice – in cosa posso aiutarvi ? , io la guardai negli occhi e le dissi – cerchiamo un bellissimo costume da bagno interno per lei . Rita guardò Pandora disse – vieni che adesso troviamo il costume da bagno giusto per te , Pandora inizio a seguire la commessa , io dietro che li seguivo . Rita inizio a misurare Pandora e poi si mise a cercare il costume da bagno intero avendo le misure di Pandora . Una volta preso , porto a Pandora il costume da bagno , la commessa ci indicò – guardate li c’ e un camerino se vuole far provare a lei questa costume , glielo può far provare li dentro . Io e Pandora insieme andammo li verso il camerino , Pandora entrò io invece rimasi fuori , poi mi chiese – cosa devo fare qui dentro ? , io le dissi – adesso ti devi togliere quello che indossi e metterti quel costume da bagno intero rosso . Pandora si vergogno un po’ e poi dissi a lei in maniera molto gentile – senti Pandora nessuno può entrare qui dentro visto che ci sei tu , qui sta tranquilla , che se c’ e qualcuno che vuole provare un vestito io gli dico che è occupato e che deve aspettare . Pandora allora si inizio a togliere con calma tutto , ci mise pochi minuti e poi si infilo molto bene il costume da bagno intero . Usci da li e poi mi disse in maniera molto felice perché aveva trovato un costume che gli stava molto bene – come mi sta ? , io le risposi ti sta benissimo, la guardai avanti e indietro  . Dopo la guardai e gli dissi – adesso torna dentro , rimettiti quello che ti sei tolta e metti il costume da bagno nella scatola che ha dentro e poi lo paghiamo . Pandora decise di fare come le aveva detto , si mise quello che si era tolto nel camerino , rimise con molta calma il costume da bagno intero dentro il cartone che lo conteneva , lo prese in mano e insieme andammo alla cassa a pagare . Dopo aver pagato , uscimmo dal negozio e io dissi a lei in maniera molto orgogliosa – ti sei comportata molto bene , però devi ancora superare molte paure , ma con il tempo ce la fai . Pandora ascoltò il mio discorso , poi ci dirigemmo verso la macchina , sali e io misi la busta che conteneva lo scatolo che conteneva il costume da bagno intero di Pandora . Quando tornammo Kratos ci vide e chiese a me ad Aqua – dove siete stati ? , io lo guardai – visto che devo insegnare a Pandora a nuotare , aveva bisogno di un costume da bagno intero e siamo andati a comprarlo . Kratos mi guardò e disse – quando insegnerai a Pandora a nuotare , ci devo stare pure io , cosi se ci sono problemi , tu o io possiamo aiutare Pandora . Certamente te lo volevo chiedere , anche se lo facciamo nella stanza delle simulazioni , però potrebbe andare male , quindi se ci sono problemi tu o io possiamo aiutare Pandora . Pandora sapendo che vicino ci sarebbe stato anche Kratos si senti subito meglio , era preoccupata ma poi si più calma , non più agitata , lei aveva paura di sbagliare . 

Categorie
2013 Angela Ferrante Angelica J. Lincol Dialoghi Dominatore di Poteri Federica Nami Lincol Mondi Fantastici Mondo Nexus Persone Racconto Raven City Sarah la Fenice Rossa Shadow Black Universo

Angela Ferrante parte 6

Avere uno shock è molto brutto , davvero molto brutto quando hai uno shock ci vuole davvero molto tempo prima di riuscirlo a sconfiggerlo . Spesso però alcune volte lo shock lo si deve affrontare , se non affronti tale shock non potrai andare in avanti , più non l’ ho affronti più inizia dentro di te a pensare tali pensieri “ Non posso più andare in avanti , non ce la faccio “ Questi pensieri sono già dentro di noi ed escono fuori solo quando noi siamo in uno shock . Angela dopo molto tempo l’ ha superato o pensavo che era cosi , ma dopo il brutto incidente che è successo con il potere dell’ elettricità non lo credo più . Anzi penso più che lo shock è ancora dentro di lei , nella sua mente e se non faccio qualcosa con Angelica J . Lincol e Federica Nami Lincol non potrò mai far diventare Angela Ferrante capo della Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi . Sarah la Fenice Rossa che era dentro il luogo che avevo fatto per Angela Ferrante e vide che li dentro c’ era una infermeria ben attrezzata e pronta all’ uso . Angela vieni ti voglio fare un piccolo controllo e vedere se tu stai bene oppure – disse ad Angela in maniera molto amichevole , Angela disse a lei in maniera molto preoccupata – mi farà male questo controllo , Sarah la Fenice Rossa guardò in faccia Angela e le disse in maniera non molto agitata , ma calma e senza preoccupazione – non ti farò male , te lo prometto . Angela si fidò di Sarah la Fenice Rossa e come le aveva promesso lei non le fece nessun male , prese una piccola lume e la indirizzo negli occhi di Angela – guarda la luce e seguila con gli occhi . Angela inizio a seguire la luce con calma e poi fece tutti i controlli che Sarah la Fenice Rossa gli volle fare . Sarah la Fenice Rossa era una grande dottoressa , davvero molto brava , se tu eri malata lei cercava di curarti in tutti i modi , non solo malattie normali ma anche malattie non umane . Su Fenix ogni guerriero veniva addestrato anche a curare tutte le malattie umane e non umane , non solo per curare loro stessi ma anche le persone che avevano bisogno delle sue cure . Sarah la Fenice Rossa venne con lei nell’ altra stanza dove io , Angelica J . Lincol e Federica Nami Lincol stavamo parlando . Sentite tutti e due , se dobbiamo fare questa cosa , cioè entrare nella mente di Angela Ferrante dobbiamo stare molto attenti , seno lei potrebbe finire molto male e sopratutto lei potrebbe morire . Quindi quando noi stiamo li dentro dovremo faremo massima attenzione a tutto , basta una piccola cosa e potremmo perdere per sempre Angela Ferrante . Quando pronunciai perdere per sempre , Angela Ferrante e Angelica J . Lincol si fecero serie e molto preoccupate e dissero – faremo molto attenzione quando staremo li dentro , dentro la mente di Angela , cioè nostra sorella adottiva , l’ abbiamo conosciuta e noi la riteniamo già come nostra sorella . Io dissi a loro in maniera molto calma – sentite insieme ce la possiamo fare , uniamo le forze e possiamo fare tutto anche salvare la vita di vostra sorella . Sarah la Fenice Rossa portò Angela Ferrante li dentro , Angela Ferrante si avvicinò dietro di me e – Io sono pronta , quando vogliamo iniziare , sono pronta . A dire quella cosa ci volle molto coraggio e molto forza , se doveva andare male potevamo perdere tutto e non potevamo fare assolutamente niente se si perdeva . Tutto finiva , non solo il suo destino ma anche il mio , se non riuscivo ad addestrare Angela Ferrante , tutto il mondo mi sarebbe caduto addosso. Per entrare nella mente di Angela Ferrante dovevamo concentraci , iniziammo a farlo e dopo un po’ di tempo entrammo nella mente di Angela . La sua mente era rappresentata dalla sua vecchia , la casa in cui erano morti i suoi genitori che le volevano davvero molto bene , tanto che sua madre e sua madre la chiamavano principessa . Appena entrati in casa c’ era un piccolo tavolino vicino alla porta e li c’ era il telefono di casa , quel luogo era il luogo dove il padre e la madre di Angela insieme a lei vedevano molti film e molte cose . Li facevano giochi e moltissime cose , adesso invece per lei era solo una cosa brutta . Camera sua era dipinta con le stelle , con i pianeti e con le galassie , i suoi genitori avevano fatto questo perché il sogno più grande .

Dove siamo ? – chiedemmo alla mente di Angela Ferrante , Angela Ferrante era con noi e in modo un po’ di triste , come se non volesse dircelo , ma poi disse – questa è casa mia , la casa dove sono morti i miei genitori . Tra le varie che vedemmo nell mente di Angela Ferrante fu i corpi dei suoi genitori morti , stesi li a terra in una pozza di sangue . Il coltello con cui la donna li aveva uccisi proveniva dalla sua cucina , lei li aveva minacciati di darla loro figlia , quella non era sua figlia ma chi ha problemi mentali non se ne importa niente , con i suoi occhi vede soltanto quello che vuole vedere e lei vedeva la figlia morta 5 anni fa . Visto che loro non volevano dare la loro figlia a lei , lei li uccise e se ne andò , ma prima andò a cercare sua figlia dentro la casa . Non la trovò e se andò a casa sua a ripensare dove potesse trovare sua figlia e cosa potesse farlo per trovarla . In tutta la casa sentivamo il male , molto male e pure dentro i corpi dei suoi genitori sentivamo il male , prima lo senti solo io ma poi sentimmo la presenza del male anche gli altri . Quando poi il male si accorse di noi , prese tutte le sue parti e si trasformò in una copia identica ad Angela Ferrante , ma molto cattiva . Fece apparire una spada uguale a quella di Angela Ferrante e disse con tanta rabbia e con tutta la sua oscurità che la sua voce venne deformata ed era terrificante – vogliamo Angela Ferrante , ci dobbiamo battere contro di lei , se qualcuno si intromette lo uccideremo . Angela non sapeva cosa fare , se combatteva poteva andare , ma poteva andare anche bene . Io , Angelica e Federica guardammo con sguardo molto coraggioso ad Angela e dicemmo – adesso se ci ascolti con molta attenzione , ce la puoi fare . Angela decise di ascoltarci e disse – ok , cosa devo fare ? , io risposi – allora , quella è la tua parte malvagia non la puoi uccidere , né sconfiggere , ma ce un modo per farlo . Quando dissi quelle cose , Angela fu un po’ felice , perché c’ era un modo per sconfiggere il suo lato negativo , poi mi guardò e disse – come la sconfiggo ? , io con tutta sincerità le dissi – ti può sembrare pazzo , ma devi abbracciare la tua parte oscura . Angela mi guardò come se fossi impazzito o avessi detto una follia , ma lei si fidava di me e poi disse – ci proverò . Angela inizio a combattere , sfoderò la spada e la incrocio con la sua spada versione oscura , misero le spade uno contro l’ altra . Tutti e due utilizzavo tutte le loro forze per far togliere la spada dalla mano , chi ci riusciva aveva un grande vantaggio . Se ci riusciva la parte oscura di Angela , le avrebbe fatto cose terribili , l’ avrebbe presa per i capelli e poi dopo tutte le torture che gli poteva fare dentro la sua mente solo piena di morte , avrebbe preso la sua spada e gliela messa dentro il suo cuore . Anche se era morta , gli avrebbe rimasto la spada nel cuore e se ci riusciva , la parte oscura vinceva e Angela sarebbe divenuta molto cattiva e ci avrebbe ammazzato tutti e avrebbe distrutto Raven City e tutto il mondo di Nexus . Angela prese molto occasioni e dopo tentativi , alcuni vuoti e altri no lei riusci a togliere dalla mano la spada alla sua parte oscura . Poi la parte oscura di Angela disse a lei con quella voce che faceva paura – che vuoi farmi , uccidermi , tu non né hai il coraggio . Angela poi disse alla parte oscura con tutto la sua felicità – ucciderti non ci penso proprio . Poi fece come le avevo detto io , prese e andò ad abbarbicare la sua parte oscura , la parte oscura si disperse e disse con tutta la sua ira e tutta la sua furia e la voce gli venne ancora più spaventosa – tornerò e la prossima volta tu non mi batterai . Angela guardandola negli occhi e mentendo gli occhi fissi su di lei con tutta la calma che ha , le disse – ti aspetterò e quando ti incontrò ti sconfiggerò come ho fatto oggi . Dopo la parte oscura se ne andò a noi andammo ad abbracciare Angela e dissi a lei – adesso noi possiamo uscire dalla tua mente . Dopo ce andammo dalla mente di Angela Ferrante , noi andammo da lei l’ abbracciammo tutti insieme e dicemmo a lei – bravissima , sei riuscita a sconfiggere la tua parte oscura . Adesso che la sua parte oscura era tolta noi potevamo riprendere il nostro allenamento con i poteri che Shadow Black le aveva dato .   

Categorie
2013 Angela Ferrante Angelica J. Lincol Federica Nami Lincol Foto Mondi Fantastici Mondo Nexus Notizie Notizie dal Mondo Universo

Volto di Federica Nami Lincol

Eccovi il volto di Federica Nami Lincol , sorelle di Angelica J . Lincol e  sorella di Angela Ferrante . Eccovi il suo aspetto. Prima di scegliere questo aspetto , era un pò indecisa e poi prese la decisione finale quale che giorno fa .

Categorie
1996 2013 Mondi Fantastici Mondo Nexus Racconto Raven City

Una lettera per me e mia sorella Alyssa

Alcune volte quando non ho niente da fare vado a nel mondo di Nexus , sopratutto nella città di Raven City . Come vi ho già detto Raven City è un luogo pericoloso e spesso maggior parte delle persone vengono aggredite oppure uccise . Questa gente vive nella paura e per questo loro fanno finta di non aver visto niente e non dicono niente , perché hanno paura e come dargli torto . Se parlano per loro è peggio , perché vengono trovate da criminali con superpoteri e li uccidono in modi che preferisco non dire . Io spesso vado nella Sala degli Eroi che si trova nella parte alta di Raven City , li tra le varie statue c’ e quella dei miei genitori . Un giorno più precisamente il 25 novembre 1996 io e mia sorella andammo a vedere la statua dei nostri genitori Alukard e Helena Saintcall , Dominatore e Dominatrice di Poteri e degli Elementi , Eroi degli Eroi di Nexus . I nostri genitori erano geniali e come ultima disposizione avevano deciso di fare una cosa , cioè mettere un messaggio sotto la loro statua . Noi non l’ avevamo mai notata , ma poi io guardai con la vista a raggi x e notai che sotto la statua c’ era un messaggio , era un foglio vuoto . Comunque io guardai mia sorella negli occhi e le dissi in modo serio – senti ho visto che sotto la statua dei nostri genitori , c’ e qualcosa . Alyssa mi guardò in modo molto serio e disse – dici davvero , io la guardai nei suoi occhi che erano colmi di speranza , forse in quella cosa sotto la statua dei nostri genitori potevamo avere qualche risposta o altro ancora . Io volevo prenderla , cosi mi concentrai e cosi con la mia mano potevo attraversare le pareti , iniziai con calma e presi il foglio che era sotto la statua dei nostri genitori . Quando le persone mi guardarono fare questa cosa non rimasero stupiti , ma quando videro che avevo trovato un foglio sotto la statua dei genitori miei e di mia sorella Alyssa rimasero un po’ sorpresi . Il Direttore della Stanza degli Eroi si avvicino a me , il Direttore era una persona alta , pochi capelli in testa , un vestito molto elegante non aveva neanche un po’ di sporco su quel vestito . Si avvicino a me , mi guardò negli occhi e con sguardo serio – dove hai preso quel foglio ? , io lo guardai negli occhi e dissi – l’ ho preso sotto la statua dei miei genitori . Il Direttore all’ inizio non capì chi ero , ma poi riconobbe alcune somiglianze , i capelli neri , gli occhi rossi , stesso vestito di Alukard , poi guardò mia sorella Alyssa . In lei vide tutte le somiglianze di mia madre Helena , capelli rossi , occhi rossi e la sua bellezza, il direttore aveva capito chi era , invece di gridare ai quattro venti chi eravamo noi due . Si avvicinò a noi e disse in modo serio e guardandoci tutte e due negli occhi – venite con me , con molta calma e senza attirare l’attenzione di nessuno . Noi eravamo molto bravi a non farci vedere ad attirare l’ attenzione su di noi , seguimmo il Direttore , il nome del direttore era Francesco aveva 27 anni . Francesco ci portò nella stanza degli studi , li voleva vedere il foglio che avevamo preso sotto la statua di Alukard e Helena Saintcall . Una volta arrivati , li era grandissimo e c’ erano infiniti documenti e moltissime cose , li c’ era anche un grande tavolo in cui accanto c’ erano gli Studiosi che studiavano e traducevano ogni documento . Io e Alyssa ci avvicinammo al tavolo e diedi il documento a Francesco , appena vide quel foglio capì tutto . C’ e una cosa vi devo di Alukard e Helena , loro non comunicavano con lettere normali , loro comunicavano con lettere interdimensionali , erano lettere con un segnale che poteva essere toccato da una persona o due persone e dentro c’ era un messaggio . In questo particolare caso il messaggio poteva essere aperto solo da me e da mia sorella Alyssa . Francesco aveva visto in noi i dettagli dei nostri genitori , perché era il suo compito analizzare e osservare , capire se un oggetto era vero oppure un falso e se vedeva dei dettagli uguali a quelle delle statue nelle persone che incontrava capiva subito chi era . Francesco appena vide la lettera capi cosa era subito , anche se tale cosa non lo vedeva da tantissimo tempo , vide subito che era una lettera interdimensionale . Francesco con sguardo incredulo disse – questa è una lettera interdimensionale ed è destinata a voi due ? . Noi lo guardammo con uno sguardo tipo per dire che cosa sono queste lettere interdimensionali . Francesco allora ci guardò e disse – queste lettere sono state create dai vostri genitori , un modo per comunicare con le altre persone in qualunque parte del mondo o altre parti . Queste lettere possono essere lette soltanto a cui destinata la lettera , in questo caso particolare questa è destinata a voi due e soltanto voi potete aprirla . Noi lo guardammo e dicemmo insieme – come si attiva ? , Francesco disse – si attiva mettendo la mano sul foglio , visto che destinata a voi due , la dovete mettere insieme e dovete essere sincronizzati . Francesco mise il foglio sul lungo tavolo , io e mia sorella Alyssa mettemmo la mano nello stesso momento , il foglio che sembrava un semplice foglio si trasformò in un portale che si portava chissà dove . L’ unico modo per saperlo era entrare e capire da soli dove eravamo , entrammo nel portale . Il mondo in cui entrammo era come un mondo vuoto e inizialmente senza nessuno , ma poi apparirono i nostri genitori . Alukard alto 1.85 , capelli lunghi neri e un aspetto bellissimo , i suoi occhi erano rossi , lui portava degli abiti davvero bellissimi . Invece mia madre Helena alta 1.65 , capelli rossi e molto lunghi , lei li aveva cosi perché lei li utilizzava come armi , i suoi occhi erano rossi . Subito ci riconobbero e inizio mio padre e con sguardo serio disse a noi – Benvenuti figli nostri , avete trovato la nostra lettera che abbiamo lasciato sotto la nostra statua , ci dispiace non essere li a vedere tutto quello che vi succede ed aiutarvi a risolvere tali problemi e situazioni , però noi siamo qui per dirvi una cosa . Noi siamo stati uccisi da una razza che si chiamano i Distruttori , sono molto potenti e cercheranno di uccidervi tutti e due . Poi si avvicino a me e mi disse guardandomi negli occhi – Quindi tu e tua sorella cercate di fare attenzione , possono essere in qualunque parte del mondo o altro , quindi prestate molto attenzione . Alyssa andò ad abbracciare mia madre e disse in molto felice – quanta ti sei fatta grande , mia sorella si imbarazzo un po’ e disse in maniera molto felice – sono molto felice di vederti . Mia madre disse a lei , mentre la teneva abbracciata – Ti sarò sempre accanto , figlia mia , anche nei momenti più brutti pensa a me e io verrò a te . Ora però ti dico ti stare attenta , la fuori ci sono molto pericoli , ma ci sono i Distruttori e tu e tuo fratello dovete stare molto attenti . Dopo aver parlato con mio padre , andai da mia madre anche se ero cosi cambiato lei mi guardava ancora come se fossi quel piccolo bambino che si allenava con i suoi poteri .Mi avvicinai a mia madre e mi abbraccio con tutto il suo affetto e disse – Sono tanto contenta di incontrati Daniel , è da tantissimo tempo che non ci vediamo , ci dispiace che non siamo stati con te . Io poi dissi a lei – vedervi adesso già è una grande soddisfazione . Poi Alukard mi guardò e disse – ora dovete andare , tornate nel vostro mondo e continuate a fare del bene . Dopo tornammo nella stanza e raccontammo tutto a Francesco , quello esperienza fu talmente tanto bella e ci rese felice , avevamo incontrati i nostri genitori , anche solo per qualche minuto , ma ci bastava . 

Categorie
2013 Angela Ferrante Angelica J. Lincol Dominatore di Poteri Me Mondi Fantastici Mondo Parlare con Angela Parlare con Sarah Racconto Sarah la Fenice Rossa supereroi Superpoteri

Angela Ferrante parte 5

Mi ero messo il biglietto da visita dell’ agente Zane Taylor nei tasca sinistra dei miei pantaloni , cosi se un giorno mi serviva per parlare con lui di qualcosa o se avevo problemi . Io guardai Angela e dissi – continuiamo il nostro allenamento , Angela era pronta a ricominciare il nostro allenamento , iniziammo a utilizzare le spade . Feci vedere ad Angela come combattere con la spada , come contrattaccare e poi iniziammo il nostro allenamento con l’ elettricità . Angela da quando avevamo iniziato a utilizzare le spade , era come un manichino che non sapeva combattere , invece adesso lei sapeva utilizzare la spada e poteva combattere perfettamente ed era pronta in ogni occasione . Io la guardai negli occhi e dissi a lei – adesso ti devo imparare a utilizzare i tuoi poteri dell’ elettricità , Angela disse – sarà difficile controllare questo potere ? . Io sempre guardando Angela le dissi – si e no , dipende da quanto ti concentri e sopratutto dipende da te . Se ne utilizzi troppo potrebbe succedere una cosa molto brutta e se ti concentri troppo poco non succede niente . Angela sentendo il mio discorso si senti un po’ spaventata e ricordò quello che successe con il potere del fuoco . Non lo voglio fare , ho paura – Angela aveva paura e io andai verso di lei , presi la mano e cercai di calmarla il più possibile . So che è difficile e forse sarà doloroso e duro , però io sto qui e se succede qualcosa ti aiuterò in tutti i modi possibili e se ti ferisci in qualche modo ti guarisco io . Adesso fai come ti dico e riuscirai a fare le cose bene – Angela mi guardò e disse – ok . Chiudi gli occhi , inizia a concentrarti e cerca dentro di te il potere dell’ elettricità dentro di te , adesso continua a concentrarti e pensa di risvegliarlo . Angela lo fece con molta calma e dalle sue mani iniziarono a uscire scariche elettriche di bassa intensità , ma dentro lei successe qualcosa e perse il controllo e l’ elettricità che stava controllando , inizio a perderne il controllo . Angela senza saperlo fece un’ onda elettrica , io con i miei poteri fermai l’ onda d urto elettrica e poi per il troppo uso dei suoi poteri perse conoscenza . Io la presi subito prima che potesse cadere per terra e la portai in infermeria , Sarah la Fenice Rossa entrò nel campo base che ho creato per Angela Ferrante . Sarah la Fenice Rossa vide me , intorno al corpo svenuto di Angela e mi chiese – cosa è successo ? , io risposi – stavamo iniziando a utilizzare i poteri dell’ elettricità , poi però non cosa gli è successo e ha creato un ‘ onda d’urto molto potente , io fermai con i miei poteri e poi è svenuta e poi la presi prima possa cadere a terra . Feci apparire una barella , mi feci aiutare da Sarah la Fenice Rossa , lei prese una piccola luce , apri le palperebbe , prima e poi l’ altra e la punto prima nel occhio dentro e poi sinistro e Sarah la Fenice Rossa capì che era solo svenuta . Sarah la Fenice Rossa mi guardò in faccia e disse – non ti preoccupare è solo svenuta , nel campo base arrivano Angelica J . Lincol e Federica , le sorelle di Angela che stavano sorvegliando questo posto dall’ alto e pure loro da lontano avevano visto che era successo ed erano andate a vedere . Appena viderò che Angela era svenuta , mi guardarono e all’ unisono – cosa è successo ? , io le guardi tutti e due – Stavo allenando Angela con i poteri elettrici però poi forse ha pensato a un incubo o un evento passato molto doloroso e lei ha perso il controllo del potere che era riuscita a controllare . Dopo aver dato spiegazione ad Angelica J . Lincol e Federica , tutti e tre insieme restammo con lei in infermeria fino a quando lei riprese conoscenza . Mentre aspettavo che lei rispese conoscenza , chiesi ad Angelica J . Lincol – devo sapere se Angela ha avuto un evento traumatico nella sua vita o no . Angelica J . Lincol non poteva dire no , visto che c’ era lei quando ha dovuto far uscire Angela dallo stato di shock in cui era . Alla fine disse a me – si e adesso che farai con lei ? , io risposi a lei con molta serietà e risoluto – prima di procedere con i suoi allenamenti devo far affrontare a lei questa cosa , cioè con il vostro aiuto dobbiamo entrare nella mente di Angela Ferrante e cercare di aiutarla dall’ interno a superare l’ evento traumatico che gli è successo tempo fa . Angelica J . Lincol sapeva che entrare nella mente di qualcuno è molto difficile e complesso e se succedeva qualcosa li dentro avremmo perso per sempre Angela Ferrante , un po’ preoccupata – ok ci verrò , ma stiamo attenti quando stiamo li dentro , perché basta un passo falso e noi abbiamo perso Angela Ferrante per sempre. Federica – dovremmo prestare la massima attenzione , pure Federica voleva venirci . Prima di poter far questa cosa noi dovevamo aspettare che Angela Ferrante si svegli il più presto possibile e cosi iniziare questa nostra avventura dentro la mente di Angela Ferrante e poi liberarla da questo avvenimento che le impedisce di utilizzare i propri poteri . Angela Ferrante si era ripresa dopo due ore e vicino al suo letto con la mano nella sua c’ era quella di sua sorella Federica , la sua sorellina alla quale voleva molto bene e poi c’ era sua sorella più grande Angelica J . Lincol . Cosa è successo ? – chiese un po’ disorientata e un po’ confusa , Federica si sveglio – Angela ti sei svegliata , finalmente , sei stata svenuta due ore di fila e tutti eravamo preoccupati per te . Angela inizio a scendere dal letto con molta calma e piano , dopo pochi minuti si senti meglio , il suo fattore rigenerante era entrato in funzione e l’ aveva fatta sentire meglio . Sto bene – disse in modo molto gentile a Federica , arrivò dove si stava allenando con me , mi vide di spalle che ero un po’ preoccupata . Io senti dei passi dietro di te , avevo passato molto tempo con Angela Ferrante e potevo capire che era lei dal suo paio di scarpe ,giuste per lei . Io mi avvicinai a lei – stai bene , Angela ? , Angela risposi – si , sto bene , mi puoi dire cosa mi è successo , l’ unica cosa che mi ricordo è che stavo provando a utilizzare l’ elettricità che era dentro di me e facevo come dicevi tu , poi ho perso il controllo o è successo qualcosa e poi non ricordo niente , voglio sapere veramente cosa è successo e non voglio nessuna scusa . Angela inizio a parlare in modo serio , aveva uno sguardo cosi serio , che decisi di dirgli la gravita – Senti tu sei svenuta , so che hai passato uno shock , cioè la morte dei tuoi genitori a cui eri molto legati e hai avuto uno shock , so anche che tu hai affrontato quello shock , però c’ e una brutta notizia . Angela mi guardo ancora con quello sguardo serio e voleva la verità – qual’ e la brutta notizia ? , io non volevo dirlo e Angela gridò – dimmi la verità . Alla fine io dovetti dirglielo – lo shock che hai affrontato , lo hai affrontato fisicamente in modo incredibile , però è ancora dentro di te e adesso io , Federica e Angelica dobbiamo entrare nella tua mente e liberarti dall’ interno del male che ti impedisce di utilizzare i tuoi poteri , questa cosa che devo fare con loro è molto pericolosa e potresti morire se non la facciamo bene . Angela rimase un po’ spaventata dalle mie parole , ma poi disse con uno sguardo serio- basta che state attenti e tutto andrà bene , io mi fido di voi . Abbraccia Angela e le disse – quando sei pronta per questa cosa diccelo e noi procediamo , se ci dobbiamo fermare ce lo dici sempre tu e noi usciamo dalla tua mente . Lo so che è dolorosa questa cosa , ma la dobbiamo fare seno non potrai utilizzare i tuoi poteri né adesso né in futuro .

 

Continua …

 

Categorie
2013 Dominatore di Poteri eroi Fenice Fenix Mondi Fantastici Mondo Notizie Notizie dal Mondo Parlare con Sarah Racconto

Sarah la Fenice Rossa mi porta nel mondo di Nexus .

Nel mondo di Nexus ci sono venuto la prima volta con Sarah la Fenice Rossa , i miei poteri si erano rivelati e io non le avevo detto niente , volevo provare da solo a controllare i miei poteri . Vi chiedete come Sarah la Fenice Rossa abbia scoperto questa cosa , devo ringraziare un Osservatore di nome Ottobre , che senza che io lo sapessi mi stava osservando già da un bel po’ di tempo . Ottobre andò cercare Sarah la Fenice Rossa che era in un posto molto lontano , per essere più precisi a Nexus . Ottobre la trovò li mentre era un po’ in giro a vedere se poteva trovare qualcosa da fare . L’ osservatore si avvicino a lei e Sarah lo guardò e disse – cosa posso fare per te Osservatore ? , Ottobre mantenendo il suo sangue freddo e non facendo uscire nemmeno una emozione – Daniel Saintcall , cioè L’ Ultimo Dominatore di Poteri , sta cercando di controllare da solo i suoi poteri , senza dirti niente . Sarah rimase un po’ stupita da questa cosa e guardò l’ Ottobre e gli chiese – puoi dirmi dove si trova . Ottobre sapeva che sarebbe dovuta andare , prima di prendere quella decisione , aveva visto tutto quello succedeva negli altri universi e poi gli diede il luogo . Dove mi stavo allenando io era un capanno abbandonato , un luogo completamente abbandonato , un luogo dove io non potevo far del male a nessuno . Sarah la Fenice Rossa arrivò dietro le mie spalle – Daniel perché non mi hai detto niente di quello che stai facendo qui dentro ? , io risposi – volevo provare da solo , cercare di controllare da solo i miei poteri , cercare di fare da solo . Certo lo so che tu sei qui e c’ e pure mia sorella Alyssa , però volevo provare a fare da solo . Sarah la Fenice Rossa mi guardo e disse – non sono arrabbiata , però volevo solo sapere dove eri andato e cosa stavi facendo , non lo dovevo sapere da un Osservatore . Dopo Sarah mi disse – se vuoi puoi continuare con me allenamento in un posto migliore, io la guarda in faccia e dissi – si , vengo con te . Quel posto abbandonato dove ero andato era il posto giusto come dicevo , però li era pericoloso , perché se le persone avrebbero scoperto che io mi allenavo li , mi avrebbero potuto scambiare per un mutante o qualcosa di peggio . Prendimi la mano- io feci come diceva lei e ci teletrasportammo nel mondo di Nexus , proprio nella città di Raven City . Questa città è molto grande e molto bella , le case per ognuno che ci abitava era diversa ed molto bella e alcune facevano venire i brividi e alcune erano talmente fatte bene che facevano veramente paura . Maghi e Streghe vivano li pacificamente , ma in quella città che era molto grande non c’ erano solo maghi , streghe , ma c’ erano anche moltissime creature . Sarah mi disse – Daniel , benvenuto in Raven City , questa città ospita tantissime persone come maghi , streghe , lupi mannari , Wendigo , Hexenbiest , Alieni e molte altre creature . Raven City è vicino a una montagna , che era davvero molto paurosa è alta 7 metri e 20 . Il nome di questa montagna si chiama ancora tuttora La Montagna del Terrore , si chiama cosi perché quando porti i tuoi occhi a vedere tale montagna , il cielo diventa nero e arrivano fulmini e tuoni e sembra quasi che la montagna si anima e da lei inizia a uscire una faccia malefica , tanto che ti fa davvero venire paura . Raven City è una città davvero molto bella e molto popolare , Sarah la Fenice Rossa si girò verso di me e mi disse – ora ascoltami, ti dirò un po’ di cose su Raven City , tiene le orecchie aperte . Io ero pronto ad ascoltarla visto che lei né sapeva molto di più di questa città – Raven City è città molto grande e molto popolare , molte persone famose sono venuti qui anche alieni . Io chiesi a lei perché ero curioso di sapere qualcosa sui i miei veri genitori – Pure i miei genitori venivano qui , ed erano famosi in questa città oppure no . Sarah la Fenice Rossa si volto e mi guardò nei miei occhi che volevano sapere se i miei genitori che erano morti su Maraxus erano noti qui oppure no . Sarah alla fine disse – si , loro erano molto conosciuti in questa città , ma non solo in questa ma anche nel tempo , nello spazio e nei mondi . Adesso ti faccio vedere una cosa , la Stanza degli Eroi dove vengono fatte statue di cera degli eroi che sono ancora vivi , ma anche di eroi che sono deceduti nel tempo , nello spazio e nei mondi . Sarah la Fenice Rossa mi portò nella stanza degli eroi che era accanto al Museo Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi dove li c’ erano tutte le storie passate degli eroi passati e degli eroi che sono venuti nel mondo e sopratutto delle invenzioni tecnologiche . Sarah la Fenice Rossa mi portò li dentro e andammo verso le statue degli eroi caduti e tra le persone più importanti c’ erano i miei genitori che erano morti sul pianeta Maraxus , sotto la loro statua c’ era scritto Alukard e Helena Saintcall , Dominatore e Dominatrice di Poteri e degli Elementi , Eroi degli Eroi di Nexus . Vederli da cosi lontano mi fece un po’ soffrire , ma dovevo pur conoscere la verità sui miei veri genitori e se erano noti li oppure . Dopo avermi fatto vedere quel posto , noi uscimmo con molta calma e ci dirigemmo dove eravamo diretti , cioè il campo base di Sarah la Fenice Rossa . Sarah la Fenice Rossa aveva creato quel posto per essere al sicuro , un posto da chiamare casa anche se non lo era , però se era in pericolo o doveva fare altre cose andava li . Prima di andare nel suo campo base , si girò verso di me e mi parlò delle due cose che si occupano di portare giustizia e leggi nel mondo di Nexus e in altre parti dell’ Universo – Qui a Raven City ci sono due cose che portano giustizia e leggi nel mondo di Nexus e in altre parti del mondo , del tempo e dello Spazio , cioè il Ministero della Magia e La Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi . Adesso ti spiego la differenza tra questa due . La Differenza tra queste due e che Il Mistero della Magia non può attuare leggi ad alieni e altre creature invece , io intervenni io – Invece la Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi può intervenire sia su maghi , streghe , lupi mannari e altre creature e dare leggi pure a loro . Prima di portarmi nella sua casa che lei aveva l’ aveva decorata come il suo pianeta natale Fenix , su questo pianeta lei era la regina del suo popolo . Ma i Distruttori vennero li e distrussero interamente il suo pianeta , tutti quanti combatterono e cercavano di mettere al sicuro i più piccoli , ma niente solo Sarah la Fenice Rossa sopravvisse a questa terribile tragedia . Come stavo dicendo lei mi portò nel Bar Luna Rossa , li ci potevano stare 200 o 300 persone al massimo . In quel bar si poteva bere , si poteva mangiare , si poteva giocare a diversi sport e fare scommesse sportive su qualsiasi gioco anche poker . Dopo lei mi portò a casa sua che era davvero molto grande , lei in verità ci stava molto poco , visto che li dentro era da sola anche se in diverse occasioni veniva qualcuno li sia per allenarsi , sia perché aveva causato qualche problema e li aiutava . Adesso Sarah la Fenice Rossa doveva aiutare me a diventare il Dominatore di Poteri e degli Elementi , cioè l’ eroe che avrebbe sostituito i miei genitori . Loro non famosi e conosciuti solo nel mondo di Nexus , loro erano conosciuti in tutti gli universi , i tutti i mondi e conoscevano moltissime persone . Quando morirono , tutti quanti nella città di Raven City , chi riusciva a vedere il bene , adesso vedeva solo il male , non tantissimo ma poco . Alcuni eroi resistevano , ma i puoi forti erano i miei genitori , adesso toccava a me fare qualcosa , diventare il Dominatore di Poteri e degli Elementi e essere un grande eroe . Alla fine Sarah la Fenice Rossa mi portò a casa sua , mi fece fare un giro , iniziammo prima dalla cucina e poi dalle altre parti e poi ci dirigemmo verso la Stanza degli Allenamenti , dove li mi potevo allenare sia con i miei poteri che senza e potevo usarla quando volevo . Visto che ero li in quel posto , decisi di iniziare ad allenarmi con la superforza e altri superpoteri , Sarah la Fenice Rossa vide che io mi ero già messo a fare allenamento per controllare tutti i miei poteri e tutti gli elementi .