Categorie
Ada Knight Artworks Console di Comando Daniel Saintcall Galassie No Man's Sky Pianeti Spazio Stelle T.A.R.D.I.S Universing

No Man’s Sky

Sins_of_NeonCity_by_OmeN2501

Oggi in questo giorno ci sono molte novità e negli ultimi giorni e forse in tutto questo mese ce ne saranno un sacco . Da oggi un sacco di mondi come No Man’s Sky , Assassin’s Creed Sindacate , Battlefiel Hardline e molti altri mondi si sono chiusi per fare in modo che i Creativi potessero mettere nuovi oggetti , nuove informazioni e nuovi luoghi ma sopratutto nuove storie che tutti non vedono l’ ora di sentire e di vedere e cercare di capire se sono belle o se sono brutte e non devono essere viste da nessuno. Uno dei mondi che è stato chiuso per tre ore è stato il mondo di No Man’s Sky . Questo mondo non piace solo a me ma anche ad Ada Knight e a molte persone . Questo mondo piace perchè non ci sono limiti in questo mondo . In questo mondo ci sono infiniti pianeti , stelle , galassie e alieni . I Creativi hanno visto nelle loro visione del futuro e hanno visto nei loro sogni un sacco di informazione e hanno creato questo mondo . Io e Ada siamo qui per vedere come è cambiato questo mondo . Per il momento dobbiamo scoprire tutti i nomi dei vari pianeti e delle varie specie aliene che sono in questo grande e infinito mondo . Ma possiamo dire che i mondi sono davvero molto belli e ben fatti . Sono mondi incredibili e ci sono cose che non ho mai visto . Ci sono cose che devo scoprire e non vedo l’ ora di vederle e scoprirle tutte . Io avevo preso Ada Knight e con il mio T.A.R.D.I.S l’ avevo portata su uno dei vari pianeti e dentro a questa grotta c’ erano delle piccole navi che sembravano dei piccoli localizzatori o delle spie per capire se questo pianeta è abitabile oppure no

Il secondo pianeta che visitai con Ada Knight era molto simile al Deserto del Westland vicino all’ Universing. Li era tutta sabbia e li vicino a una bandiera c’ era il corpo di un mostro . Non facemmo niente visto che non sapevamo se era viva oppure no e noi non volevamo rischiare di far risvegliare quel mostro

Io e Ada stavamo visitando i mondi che erano stati visti in precedenza da un altro astronauta . Lui adesso stava visitando con un pianeta con il mare e lui si era nascosto dietro a uno scoglio con delle alghe per non farsi prendere da uno squalo

Questo terzo pianeta non era come la Terra cioè un pò mare e un pò terra . No , era tutto mare . Noi ce ne andammo visto che dovevamo ancora vedere molto e quando uscimmo da li vedemmo altre due navi uscire da li

Una volta usciti dal pianeta vedemmo una grande nave spaziale andare verso un pianeta molto bello . La seguimmo con calma e si era diretta verso un pianeta che era un sogno o sembrava un mondo fantastico

Prima di scendere sulla superficie del pianeta noi trovammo vicino alla postazione di comando due artworks . Non sapevamo chi ce li aveva messi , erano comparsi cosi nel nulla . Questi due artworks ci facevano capire come era all’ inizio questo mondo . Noi vedevamo che non erano tanto sviluppato questo mondo e che aveva fatti passi da gigante . Era passato da una grafica non molto bella a una grafica che lascia senza parole tutti quanti

Ada vicino a se ne trovo un altro e questo era molto scuro e molto meglio degli altri . Questo era l’ artworks che ci faceva capire come era il mondo di No Man’s Sky senza colori e prima che fosse con una grafica migliore

Una volta scesi dal pianeta noi vedemmo degli alberi bellissimi e uccelli molto carini che stavano volando . Noi restammo un pò li per vedere se c’ era qualcosa altro di bello da vedere e da fotografare . Il mondo di No Man’s Sky era divenuto uno di quei mondi da vedere e andarci ogni volta visto che è un mondo infinito e sempre nuovo visto che li ci sono un sacco di cose da vedere ogni giorno .

Categorie
2014 2015 Ada Knight Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Foto Gazzetta dell' Universo Melissa Mcarthur No Man's Sky Spazio Universing Universo

No Man’s Sky

Io e Ada eravamo andati verso le porta del mondo di No Man’s Sky e non per entrare in quel mondo per vedere qualcosa di nuovo ma per toccare le porte di quel mondo per avere una visione che ci facesse capire qualcosa sul futuro di questo mondo . Io e Ada la toccammo insieme e avemmo insieme una visione . Era nel mese di giugno e vedemmo che le porte di questo mondo si aprivano in quel mese . Sapendo questa notizia da una visione e non da qualcuno era sicura oppure poteva cambiare ma per il momento sapevamo che questa era una cosa sicura di giugno . Presi il mio telefonino e feci il numero di Melissa . Melissa era li sul ufficio e stava vedendo in quale universo andare per avere notizie su di essi . Melissa senti il suo telefonino squillare e vide che ero io – Daniel che posso fare per te ? . Io ero li che stavo li fermo su una panchina che era a cinque minuti dalla porta di quel mondo – veramente ce una cosa che posso per te . So di una notizia certa sul mondo No Man’s Sky . Melissa era felice e non vedeva l’ ora di sentirla – avanti dimmela voglio saperla . Io ero li e con calma che iniziavo a dire a Melissa la notizia visto che lei era felice di sentire che questo mondo in che li dentro ci sono moltissimi pianeti pronti ad aspettare per essere visti e visitati – oggi ho avuto una visione in cui il mondo di No Man’s Sky aprirà le sue porte verso giugno 2015 . Per il momento io e Ada sappiamo questo se so qualcosa altro ti avviso . Melissa inizio a lavorare su questa notizia .

Categorie
Ada Knight Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Foto Galleria Galleria Foto No Man's Sky Spazio

No Man’s Sky

La nostra avventura inizia da una grotta dove stiamo e poi iniziamo a vedere la grande foresta davvero molto bella e piena di animali strani e altri che dovrebbero essere morti . In questa grande terra ci sono i dinosauri che dovrebbero essere morti da molto tempo . Ce ne sono alcuni grandi e altri piccoli e mentre stavo li con Ada mi chiedevo come era possibile una cosa del genere . Per colpa di un grosso triceratopo inferocito ce ne dobbiamo andare via da li prima che distrugga la nostra nave spaziale . Quando andiamo nella spazio vediamo non solo due navicelle davanti a noi ma anche una grande pioggia di meteoriti come se questo fosse il giorno in cui i dinosauri spariscono per sempre . Ci sono anche navi spaziale e vengono colpite da queste tre navi e non dalla nostra . Queste tre sono attorno alle nostre e ci difendono o qualcosa del genere . Stiamo andando sul pianeta chiamato Soleth Prime . Sembra un grande deserto fatto di alcune terre che volano . Sembra che noi stavamo andando in un posto lontano da tutti per distruggere queste navicelle spaziali . Non so cosa abbiamo fatto quelle navicelle ma sembra che il nostro compito sia trovarle e ucciderle tutte quanti .

 

 

Categorie
Foto Galleria Galleria Foto MMO Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo Pc Ps4 Xbox One

No Man’s Sky: nuove immagini e informazioni dagli sviluppatori

La premiere mondiale di No Man’s Sky mandata in onda durante i VGX 2013 è stata senza ombra di dubbio una delle trovate più riuscite della manifestazione: per questo, e perchè il progetto presentato sembra essere così avveniristico e ambizioso da “giustificare” l’avvento delle console next-gen, gli addetti al settore stanno facendo a gara per strappare un’intervista ai ragazzi di Hello Games.

Tra i pochi giornalisti che in queste ore sono riusciti nell’impresa figurano i colleghi di Polygon, ai quali dobbiamo la pubblicazione delle prime tre immagini di gioco “ufficiali” e, soprattutto, la condivisione delle prime informazioni riguardanti la giocabilità, la progressione dei livelli e la natura stessa del titolo.

Stando alle parole pronunciate per l’occasione dal direttore creativo Sean Murray, ogni utente assumerà le sembianze di un conquistatore spaziale chiamato ad esplorare mondi alieni e sistemi stellari sconosciuti per catalogarne le forme di vita, i biomi e l’ubicazione dei giacimenti minerari più abbondanti. Ogni giocatore avrà un proprio pianeta di origine posto ai margini della galassia: stelle, pianeti e asteroidi saranno generati casualmente, ma una volta scoperti saranno “fissati sul server” in maniera definitiva per consentire agli altri esploratori di visitarli per approfondirne ulteriormente la conoscenza.

La scoperta di un luogo alieno inesplorato, di conseguenza, sarà un vero e proprio “atto di creazione”: l’universo di gioco sarà condiviso da tutti gli utenti ed assumerà la forma videoludica di un MMO a server unico. Le nostre azioni avranno un impatto diretto e immediato sull’equilibrio ecologico di un pianeta: decidendo di sfruttarne in maniera intensiva le risorse minerarie, ad esempio, potremmo spezzare la catena alimentare di una determinata specie vegetale o di una razza animale. Come in ogni titolo sci-fi generato proceduralmente e dalla forte impronta sandbox, oltretutto, anche in No Man’s Sky ci sarà spazio per i combattimenti spaziali (scusate il gioco di parole) , anche se questi ultimi avranno un ruolo marginale rispetto agli elementi prettamente esplorativi dato che il nostro alter-ego, morendo, andrà incontro a un processo di clonazione forzata e alla privazione di tutto ciò che aveva acquisito fino a quel momento (astronave inclusa).

Sperando quindi di tornare al più presto ad occuparci di questo “Starbound tridimensionale”, vi lasciamo al terzetto di immagini odierne e informiamo chi ci segue che la data di lancio No Man’s Sky è prevista indicativamente tra la primavera e l’autunno del prossimo anno su PC e, con ogni probabilità, su PlayStation 4 e Xbox One.

 

Categorie
Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo Pc Ps4 Xbox One

No Man’s Sky: ecco il video d’annuncio dai VGX 2013

Volati a Los Angeles per assistere ai VGX 2013, gli sviluppatori inglesi di Hello Games hanno fatto la felicità degli appassionati di videogiochi fantascientifici e di avventure a mondo aperto con l’annuncio in video di No Man’s Sky, un action in prima persona ambientato in un universo completamente esplorabile e pieno di enigmi da risolvere.

In maniera non troppo dissimile da Minecraft, da Terraria o, per rimanere nell’attualità e fare un esempio ancora più calzante, da Starbound, la dimensione virtuale di No Man’s Sky sarà plasmata “sul momento” da un motore a generazione randomica dei livelli.

Fatti salvi alcuni elementi di gameplay prederminati (come per il sistema di movimento e combattimento o come per il modello di guida delle astronavi), tutto ciò che vedremo a schermo sarà creato nell’istante stesso in cui decideremo di atterrare sul pianeta che catturerà le nostre attenzioni: dai biomi alla conformazione del territorio, dagli effetti particellari all’illuminazione, qualsiasi aspetto del titolo sarà plasmato da un engine procedurale con un numero di variabili tanto elevato quanto quello delle stelle e dei sistemi planetari che saremo chiamati a visitare.

Dal punto di vista della trama e degli obiettivi da perseguire, le uniche informazioni estrapolabili dal filmato d’annuncio dei VGX sono quelle relative alle “conquiste” che gli utenti potranno compiere: le aree già esplorate, infatti, recheranno impressa la memoria digitale di chi ha avuto modo di scoprire quella determinata area, da qui la possibilità di piantare la propria bandiera su di un continente alieno o di battezzare animali, piante, zone geografiche ed eventi atmosferici insoliti con il nome che più ci aggrada.

La data di commercializzazione di No Man’s Sky, però, non è stata ancora annunciata, così come non sappiamo quali saranno le piattaforme su cui vedrà la luce questo progetto: nell’attesa di ricevere lumi al riguardo da parte dei ragazzi di Hello Games, quindi, meglio rilassarci godendoci questo interessante video di gioco.