Categorie
Angelica Wood Angelina Collezionisti Foto Shadow Black

Angelica Wood parte 30

Shadow Black stava soffrendo moltissimo per non aiutare Angelica Wood sconfiggere Domino Harvey cioè l’ Adrenalis che la stava cacciando . Shadow Black aveva fatto una scelta molto difficile e davvero molto utile e lo aveva fatto per salvare la vita di una persona a lui caro . Per salvare una persona cara tutti fanno tantissime cose e Shadow Black per salvare la vita di Angelica Wood a cui era molto legata doveva fare una cosa molto brutta e che gli sarebbe rimasta sul cuore e la doveva far catturare dai Collezionisti .

Shadow Black era nella camera da letto di Angelica e la vedeva li nel suo letto a dormire come un piccolo angioletto e in quell’ occasione Shadow Black era come un demone visto che lui non poteva aiutare Angelica . Angelica era nelle sue coperte rosse ed erano belle , calde e sopratutto un luogo sicuro dove lei per il momento era al sicuro dalle grinfie di tutti i suoi nemici sopratutto della Adrenalis Domino Harvey .Mentre era in quel rifugio fortificato nessuna la poteva toccare tranne i suoi amici per proteggerla da eventuali nemici .

Angelica Wood di nascosto aveva portato via dalla casa di Angelina un poster molto bello e che le piaceva moltissimo . Quello non era un poster di un cantante famoso o di una diva famosa ma era quello di Angelina Smith che era vestita in un bellissimo vestito rosso come il fuoco e ed era raffigurata li visto che era il poster di uno spettacolo del teatro . Angelica aveva imparato da Angelina a rubare e un giorno mentre era a casa di Angelina lei con calma e con passo molto lento e senza fare nessun minimo rumore prese uno dei poster di Angelina in cui era molto bella . Quando Angelica lo vide rimase davvero senza parole e aveva deciso di non rubarlo più e poi Angelina accese la luce dalla baciurra che era in salotto e sorprese Angelica che era davvero molto sorpresa di vederla li sul divano e non a dormire come aveva visto e poi disse guardando negli occhi di Angelica per cercare la risposta alla sua domanda che poco dopo gli avrebbe fatto – sono bellissima in questo poster ? .

Angelica non poteva dire di no perché Angelina poteva leggere la risposta di Angelica nei suoi bellissimi occhi che nel vedere tale poster era rimasta senza parole e poi mentre osservava Angelina che era seduta li – si sei bellissima in questo poster . Anche se rubare è peccato lo volevo prendere per appenderlo in camera mia .

Angelina era commossa che Angelica le avesse detto la verità , per tutto il tempo che aveva per rispondere poteva dire una bugia ma lei preferì dire la verità visto che da lei ha ottenuto tutto e per questo ha decise di non rubare più quel quadro .

Angelina fece una cosa che sorprese Angelica visto che aveva paura che le poteva fare uno schiaffo o molto altro per questa cosa che aveva fatto nel cuore della notte . Angelica non l’ aveva chiesto ad Angelina perché aveva pensato che se l’ avrebbe chiesto lei avrebbe detto di no e lei non poteva avere nella sua stanza addobbata da Angelina per lei .

La cosa che fece sorprendere Angelica fu che lei si alzo tolse con calma il poster e lo mise in camera da letto di Angelica con tanta cura e senza spazzarlo . Angelica lo voleva sulla sua porta cosi ogni volta che entrava o usciva dalla stanza la poteva vedere in tutto il suo splendore e sopratutto la poteva vedere come l’ aveva visto quel primo giorno in teatro e fare in modo che lei la potesse vedere recitare davanti a tutte quelle persone .

Secondo Angelica era il suo idolo da ammirare da ricordare tutti i giorni e anche se era li nella oscurità a vedere lo spettacolo nella sua mente pensava “ quanto vorrei essere li sopra ad esibirmi con Angelina e con tutte le altre ballerine “ . 

Categorie
Angelica Wood Governatore Mondo Mutaforme The District Universing

Angelica Wood parte 2

Angelica Wood dovette iniziare a scappare e a cercare un riparo ma questa cosa le sarebbe stata abbastanza difficile perché Il Governatore dell’ Universing aveva detto a tutto che la piccola Angelica era un muta-forme e aveva ucciso un sacco di persone . Trovare un rifugio o qualcosa da mangiare o bere sarebbe stato impossibile per lei visto che adesso il Governatore Robby aveva fatto una conferenza stampa . Ci era andato ben vestito elegante , una cravatta abbinata al vestito scuso e parlo al microfono – chiunque veda Angelica Wood lo devo dire a The District e nessuno gli deve dare un rifugio o niente . Lei è una pericolosa fuggitiva chissà trovato ad aiutare questo mostro che ha brutalmente ucciso alcuni ragazzini , non gli verrà tolto solo il lavoro ma fare in modo che lui abbia una macchia sulla sua reputazione e cosi non potrà lavorare mai più per nessuno . Alexander e Tamara erano davvero molto preoccupati per Angelica e adesso per colpa di questa conferenza stampa tutti saranno contro di lei e nessuno le darà niente da mangiare e da bere . Angelica stava iniziando a girare in cerca di qualcosa da mangiare e verso la fine delle settima strada trovo il negozio dove lei prendeva le mele buone per le sua famiglia . Angelica aveva qualche soldo e il proprietario non ci credeva a questa cosa che dicevano che lei aveva fatto , non ci poteva credere in nessuno modo . Angelica prese la male con la delicata mano sinistra e poi chiuse gli occhi perché pensava “ adesso Angelo mi darà uno schiaffo sulla mano e io non mangio niente “ . Angelo vide Angelica prendere con la sua mano sinistra la mela e poi venne verso di lei e la porto all’ interno e le dissi in maniera dolce e gentile – stai bene Angelica ? . Angelica aveva una faccia stupefatta e anche un po’ incredula e disse – Angelo perché mi aiuti , hai sentito quello che ha detto il Governatore , se mi aiuti muori e non potrai più lavorare da nessuna parte . Angelica se ne stava andando e lui la prese per la mano e disse – preferisco aiutarti e morire aiutando una amica che farti morire su una strada senza mangiare o bere niente per giorni . Visto che il Governatore ti ha messo contro l’ intera città per te sarà difficile trovare le tre cose che ti servono a sopravvivere qui in questa città . Per favore fatti aiutare in nome della nostra amicizia . Angelica sentendo le parole di Angelo si mise a piangere , Angelo le tolse le lacrime dal suo dolce viso ed era sporco e pieno di lividi e anche il suo corpo era pieno di lividi . Angelo vide che i lividi che erano sul corpo di Angelica non erano molto brutti . Angelica alla fine si senti stremata e senza forze e il suo corpo provato da cercare un rifugio per la notte e qualcosa da mangiare e da bere e cosi rimanere in vita ancora per molto tempo . Angelo la prese e la mise sul suo letto e poi arrivo un’ altra persona che conosceva Angelica , cioè Francesca che era amica intima di Angelo e lei faceva due lavori uno fioraia e l’ altro dottoressa . Francesca vide Angelica sul letto di Angelo e poi vide che il corpo di Angelica era pieno di lividi e poi capi che era molto disidratata ed era molto affamata . Francesca disse ad Angelo di portare bende e tutto l’ occorrente per salvare Angelica , Francesca aveva tolto l’ unica che teneva al caldo il corpo di Angelica e poi prese una pezza di stoffa la bagno con l’ acqua che aveva portato Angelo e inizio a tamponare le ferite sulla schiena di Angelica e poi sul petto . I punti in cui lei fece qualcosa furono i suoi avambracci visto che aveva segni di legatura su polsi e sulle caviglie . Angelica si sveglio e riconobbe Federica e disse – che ci fai tu qui ? , te ne devi andare se mi aiuti muori  . Federica invece rimase e disse – tesoro io ti curo e non me ne frega niente delle conseguenze , morirò ma almeno l’ ho fatto perché ho aiutato una mia amica . Poi Angelica svenne visto che era molto disidratata e Federica lo poteva vedere dalle labbra che erano secche . Federica alzo la testa di Angelica e mentre Angelo le teneva la bocca aperta Federica le dava dell’ acqua e dopo pochi minuti le sue labbra era ritornate come quella dio Federica e di Angelo e si poteva vedere , dopo 12 ore di sonno Angelica era sveglia e sotto la sorveglianza costante di Federica lei mangio sano e torno in forze e poi disse ad Federica ed Angelo – grazie a tutti e due , ma adesso me ne devo andare . Federica guardo in faccia Angelica e poi le diede uno schiaffo e disse – tu non te ne vai , se lo fai muori . Angelica arrabbiata disse a loro due – non capite che se il Governatore ha messo la città contro di me , puoi metterla contro di voi e sopratutto potete morire . Federica la guardo e disse – ce ne rendiamo conto ,ma preferiamo sacrificare la nostra vita alla tua . Tu hai ancora tutta la vita davanti e noi invece abbiamo solo questo . Angelo e Federica erano stati categorici sul fatto che Angelica doveva rimanere li e non se ne doveva andare . Angelica aveva trovato un rifugio e aveva ancora degli amici nella città e questo le dava una speranza di sopravvivenza . 

Categorie
Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo Pc Ps3 Ps4 Xbox 360 Xbox One

Vado a vedere come è terrificante la versione notturna di Dying Light

Ore 8:14

Tra i posti in cui io potevo essere mandato a prendere le informazioni , dovevo per forza andare a Dying Light , il cui è infestato di zombie e ogni momento della giornata potresti essere attaccato dagli zombie che voglio o ucciderti o farti diventare uno come loro . Le informazioni che dovevo prendere erano riprese della notte  . Angela Ferrante mi aveva detto con esattezza dove potevo trovare il disco e  meno male che io ero andato con la mia macchina e li avevo tutto quello che mi serviva per sopravvivere a una invasione di zombie . Ci misi davvero molto tempo per trovare il disco era protetto da un orda di zombie e io feci comparire la mia spada e li uccisi tutti quanti e poi presi il disco e adesso vi faccio vedere le riprese .

Categorie
Computer Database Foto Mondo Oggetti Panorama Parlare con Pandora Presentazione Racconto Storia

Faccio conoscere a Pandora il giorno

Dopo aver spiegato a Pandora il tempo gli dissi – adesso ti posso spiegare il giorno e Pandora – voglio sapere cos’ e il giorno e se c’ e una foto fammela vedere e io dissi – certamente . Dopo iniziai a spiegare a Pandora tutto quello che c’ era sul giorno – Il giorno (anche chiamato dì), come unità di misura del tempo, ha diverse accezioni.

Il giorno siderale o giorno sidereo è il tempo che intercorre tra due passaggi consecutivi della medesima stella al meridiano di un determinato luogo terrestre e ha una durata di 23 ore 56 minuti e 4,0905 secondi. Esso è il periodo del moto diurno di rotazione della sfera celeste, nonché del moto di rotazione della terra rispetto alla posizione media delle stelle visibili. È quindi influenzato nella sua durata solo da due fattori:

 un lentissimo allungamento dovuto all’interazione mareale con la Luna;

 oscillazioni irregolari dovute a variazioni del momento d’inerzia della Terra, ad esempio per lo scioglimento stagionale di masse di ghiaccio alle alte latitudini

Il giorno è convenzionalmente diviso in 4 fasi:

 00.00 – 06.00: notte

 06.00 – 12.00: mattina

 12.00 – 18.00: pomeriggio

 18.00 – 24.00(/00.00): sera

Il giorno solare vero è il tempo che intercorre tra due culminazioni consecutive del sole su di un determinato meridiano. È leggermente più lungo di un giorno sidereo perché la Terra, mentre gira su sé stessa, orbita attorno al Sole nello stesso senso della rotazione. Ne consegue che, dopo una rotazione “assoluta”, il meridiano considerato non è più rivolto esattamente verso il Sole, ma lo sarà dopo che la Terra avrà ruotato su sé stessa di un angolo uguale a quello percorso sull’orbita. Il giorno solare non è costante di durata perché la velocità (anche angolare) sull’orbita ellittica varia, in base alla seconda legge di Keplero: il giorno ha quindi durata massima al perielio, attualmente in gennaio, e minima all’afelio, in luglio.

Il giorno solare medio, durata media dei giorni solari durante l’anno, è usato per fini civili. Il giorno solare è pari a 24 ore ovvero 86 400 secondi. Il giorno solare medio vale 24h. Nel linguaggio comune spesso si chiama giorno il dì, ossia il periodo di illuminazione contrapposto alla notte. A causa del lentissimo rallentamento della rotazione terrestre (circa 1,7 ms al secolo), sopra citato, la durata media del giorno solare vero è oggi lievemente superiore a 86 400 secondi, per cui molto lentamente il giorno astronomico “rimane indietro” rispetto a quello civile: negli ultimi decenni, in media di poco meno di un secondo all’anno. Per questo motivo, dal 1972 è stato talvolta aggiunto un secondo al termine del 30 giugno o, più spesso, del 31 dicembre, in modo da compensare questo ritardo. Questo secondo aggiuntivo è chiamato secondo bisestile, per analogia con il giorno aggiunto all’anno bisestile. Fino al 2005 incluso vi sono stati 23 secondi bisestili.

Fin da quando l’uomo cominciò ad usare la meridiana, la durata del giorno venne suddivisa in quelle che noi ora chiamiamo ore. Quindi già Babilonesi ed Egizi usavano questo sistema, che però non era uguale a quello da noi oggi conosciuto.

Greci e Romani usarono le “ore temporali”: il giorno e la notte venivano ambedue suddivisi in dodici parti, cominciando rispettivamente dall’alba e dal tramonto. Così la prima ora del giorno corrispondeva all’alba, la sesta ora più o meno a mezzogiorno, la dodicesima al tramonto ed altrettanto, ma partendo dal tramonto, avveniva per la notte. Questa suddivisione basata sulle ore di luce e quelle di buio faceva sì che la durata delle ore estive non fosse uguale a quelle invernali e quella delle ore di luce era diversa dalle ore di buio. Tanto per fare un esempio, d’estate un’ora di luce poteva durare 80 minuti e 40 invece quella di buio.

I Romani usavano anche suddividere giorno e notte in quattro parti di tre ore ciascuno. La Chiesa abbinò varie ore della giornata (ore canoniche) a determinati momenti di preghiera, per cui si avevano:

 Mattutino o Lodi: all’alba

 Prima: al levar del sole

 Terza: a metà del mattino

 Sesta: a mezzogiorno

 Nona: alla nona ora a metà del pomeriggio

 Vespri: al tramonto

 Compieta: un’ora dopo il tramonto

 Notturno: trascorsi gli otto dodicesimi della notte

Tutte queste ore, a parte quella del Notturno, venivano annunciate dal suono delle campane che, con l’andar del tempo, assunsero proprio la funzione di orologio pubblico.