Categorie
Angela Neri Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Inferno Kara King Mondo Tortura Infernale

Mostro a Kira King che succede se non vince contro Angela Neri

Prima di farla addestare dovevo farle capire cosa significa perdere tutto , io spensi un attimo gli occhi della fenice e mostrai i miei occhi neri . Usci con Kira e andammo verso quello che per i demoni chiamano La Tortura Infernale , li su un albero enorme e che non sarebbe mai caduto in nessuna circostanza li c’ era della gabbie e dentro questa gabbie c’ erano i demoni quelli che non avevano fatto del male a nessun umano e non lo volevano fare . Alcuni erano uomini e altri erano donne , le donne e gli uomini avevano le mani e i piedi legati ed erano nudi perchè secondo loro che li avevano messi li dentro non meritano nemmeno quello e sopratutto non li chiamano con i loro nomi fino a quando non cambiavano idea e facevano una morte e poi tante altre loro sarebbero stati li dentro e il loro nome era perduto e loro venivano chiamati nei mondi peggiori e sopratutto nomi per umiliarli e poi loro venivano frustati con fruste di fuoco e poi venivano marchiati a fuoco per far capire che era dei prigionieri e nessuno li avrebbe aiutato . Kira guardo quello spettaccolo cosi brutto e rimase senza parole e poi mi disse – Daniel mi puoi dire chi ha deciso questa tortura ? , io la guardai e le dissi – questa tortura è stata fatta da Angela Neri , peccato che a te non toccerà tale sorte ma una sorte peggiore di questa se perdi . Kira aveva paura di chiedere ma poi prese il coraggio e disse – cosa succede se perdo ? . Io le volevo mentire ma poi le dovetti dire la verita ,che avessi detto una bugia non avrebbe significato niente – Angela Neri di persona si occuperà della tortura e lei fara del suo peggio e soffrirai per tutto quello che lei ti farà e non avrai nessuna possibilità di non morire soffrendo come un cane . Kira mi guardo e disse – ho paura , ma anche se ho paura devo sconfiggere Angela e mettere fine al suo regno del terrore . Se non si fosse comportata da cattiva quando era sulla terra avrei detto che stavo parlando con un eroe che stava mostrando un coraggio da leoni in un mondo oscuro e tenebroso .

Categorie
Casa del Detective Daniel Saintcall Demoni I Sanguinari Londra Mondo Notizie Notizie dal Mondo Valentina Richardson Veronica Ferlito Visioni Zane Taylor

Scopro che i genitori di Valentina Richardson sono morti

Io da molto tempo mi occupo di Valentina , questa bellissima bambina che un giorno cosi era apparsa nella Casa del Detective , cosi dal nulla . Indagai su di lei , volevo essere sicuro se era buona oppure no e scopri che era gentile , altruista e sempre pronta ad aiutare tutti . Mentre indagavo un giorno vidi un articolo che interessava me , ma anche Valentina cioè la morte dei suoi genitori . Andai li e c’ era Zane Taylor e quando mi vide – che ci fai tu qui ? .

Quelli erano i genitori di Valentina Richardson e visto che lei sta con me , voglio vedere se è omicidio o suicidio – gli dissi al mio capitano . Poi si girò verso e con una espressione tipo per dire “ Speriamo che non sia omicidio o peggio “ . Non volevamo un pazzo o una pazza che avevano portato alla morte di due persone innocenti , ma spesso quello che sembra suicidio per la Polizia . Noi invece riusciamo a vedere cose che gli altri non riescono a vedere e sopratutto io con il mio potere di vedere cosa è successo sulla scena del crimine . Mi avesse chiamato Zane o non mi avesse chiamato ci fossi andato da solo e avrei fatto da solo le mie indagini li in quel luogo e anche se era effrazione con scasso o violazione di domicilio ,io volevo sapere la verità . Prima di dire questa cosa a Valentina volevo essere assolutamente sicuro di qualunque cosa avessi capito li . Durante uno dei miei addestramenti una donna di nome Laura mi disse – Prima Regola quando gli stai per dire qualcosa di negativo o positivo , prima cerca di capire se quello che gli stai dicendo è vero oppure . Cioè in parole povere indaga prima e poi una volta capita la situazione glielo puoi dire “ . Poi mi disse – Daniel ricorda questo non dare mai una falsa speranza a quella persona . Se sai che quella è una bugia allora stai attento , perché se gli dai anche una falsa speranza loro si aggrappano più a quella che a tutte le cose che dirai nel futuro . Quel giorno a Londra imparai molto su come dovevo comportarmi con le persone e cosa gli dovevo dire . Adesso toccava la parte più difficile cioè entrare e capire cosa era successo . Stavo per entrare e mi aspettavo tutto il muro pieno di sangue e i corpi dentro grandi pozzi di sangue . Ma quello che mi trovai li davanti fu una scienza senza traccie di sangue da nessuna parte , toccai a terra con la mia mano sinistra e scatto la visione . Alla porta c’ era una ragazza carina e molto bella e solare , una di quelle ragazze che hanno un bellissimo sorriso sulle labbra e tu vedendo quel sorriso dici di si a ogni cosa . Il nome di questa ragazza venticinquenne era Veronica Ferlito , capelli rossi e raccolti in uno cyghon e i suoi erano blu e sopratutto lei era una dottoressa . Si era spacciata per una dottoressa ma non lo era affatto , lei un demone di una specie rara che credevo fossero estinti eoni fa . Loro era conosciuti come i Sanguinari , questo era il loro nome di battaglia però dove loro arrivavano , due cose erano sicure che c’ erano morte e sangue . Li chiamavano cosi anche per un’ altra cosa in particolare , loro per vivere avevano bisogno di sangue umano fresco e non congelato . Lo volevano fresco e poi nude se lo spalavano su tutte le parti del corpo , se non lo facevano sarebbero morte entro 24 ore . La visione mi che ebbi mi fece vedere che la ragazza prese un coltello da cucina li e uccise i genitori di Valentina e poi chiuse le porte e le finestre a chiave con i suoi poteri demoniaci e poi la stanza si trasformò completamente e li ebbe inizio il suo bagno di sangue . La stanza era rossa come il sangue , un colore che piace ai demoni e il rosso , che non è il colore della passione ma anche il colore del sangue che ai demoni piaceva tanto vedere il sangue uscire dal loro corpo . Veronica prese il sangue di tutte e due le sue vittime e con calma si spoglio completamente e poi nel vaso con cui prima aveva raccolto il sangue se lo butto addosso e quando lo fece senti che lei era come rinata e si sentiva benissimo come non si sentiva da molto tempo . Poi li fece scomparire la stanza e il era rimasto soltanto i due corpi senza vita dei genitori di Valentina Richardson . Lei allora fece questo prese un coltello e lo mise nella mani dell’ uomo e spalmo sulla mano sinistra dell’ uomo il sangue della donna e poi prendono il coltello fece un taglio alla moglie per far sembrare che era omicidio e suicidio . Io usci e dissi al mio capo – Senta ho avuto una visione li dentro e non è omicidio e suicidio e molto peggio . Ho visto un demone che è entrata li e ha ucciso loro due e poi ha preso il loro sangue e se l’ e messo sul suo corpo totalmente nudo .

Zane Taylor voleva tanto che non fosse omicidio e disse – Daniel cerca di scoprire chi è questo mostro e catturarlo , speriamo che non ci siano altre vittime per colpa di questo demone .

Va bene e poi lo dobbiamo anche per la piccola Valentina Richardson – Zane poi mi disse – la piccola sa che i suoi genitori sono morti oppure no ?

No , non lo sa . Zane sapeva che era una cosa difficile e mi disse – Senti Daniel , lo so che non vuoi dirglielo perché è troppo piccola e sarà dura per lei ma glielo devi dire oppure lo farò io . Zane aveva ragione prima o poi glielo avrei dovuto dire e poi dissi a Zane – Ci penso a dirle questa cosa .

Stalle vicino questa cosa sarà molto dura . Povera piccola ha perso i genitori in un modo bruttissimo , spero che riusciamo a uccidere i mostro che ha fatto tutto questo . I corpi furono mandati dal patologo ma a me non serviva andare li per capire come erano stati uccisi . Avevo capito che era un demone perché li c’ era zolfo nella maggior parte della casa , non ci potevo credere che era successo una cosa del genere . Adesso toccava la parte più complessa cioè dire questa a Valentina e sopratutto farle forza per non farle un gesto bruttissimo che ha spezzato due vite solo per sopravvivere grazie al loro sangue che era caldo e buono da prendere . 

Categorie
2013 Abbigliamento Accappatoio Dominatrice di Poteri Dr Alyssa Saintcall Mondi Fantastici Mondo Racconto

Alyssa ferma il suicidio di Laura Russo

Laura Russo 23 anni , lei aveva tutta la vita davanti , si era diplomata all’ università e voleva lavorare come ingegnere informatica . Lei grazie all’ università si era fatta molte amiche , tra le quali Sasha e Tara . Tara e Sasha era pure loro laureate all’ università e tutte e due erano molto brave , tutti gli esami 30 e alcuni con la lode . Avendo questi voti , non solo loro due ma anche Laura loro avevano tutte ottime possibilità di diventare ingegneri informatici e Sasha ingegnere Aerospaziale dopo la laurea . Laura si riusci a laureare con le sue migliori amiche con il massimo dei voti , alla fine tutto il giorno andò a festeggiare con le amiche . Laura andò con la macchina di Tara , dopo molto tempo si fermarono a un negozio che vendeva liquori e molte altre cose . Scesero dall’ auto tutte e tre , Laura disse – cosa ci facciamo qui ? , Tara rispose – ci prendiamo un po’ di tequila , si vive una volta sola , divertiti un po’ , dopo questo giorno noi dovremo lavorare moltissimo e forse non avremo più il tempo per divertici come ci possiamo divertire oggi . Laura all’ inizio un po’ scettica , ma poi si fece prendere dall’ entusiasmo delle amiche e decisi di farlo , di prendere quelle bottiglie di tequila e divertirsi un po’ con le sue amiche . Entrarono nel negozio , presero tre bottiglie di tequila e le pagarono , una volta pagate entrarono nella macchina di Tara che era una Maxda Rx-8 , completamente rossa , con cerchioni molto belli e montati dal padre di Tara . Tara se ne prendeva molto cura e voleva stare che alla macchina non succedesse niente . Cosi decisero di andare in un albero che non costava neanche tanto , entrarono in camera si fecero portare dei bicchieri e iniziarono a bere . Il giorno dopo quando si risvegliano , Sasha non aveva bevuto molto ed era riuscita a dormire, invece quello che successe a Tara e alla sua amica Laura fu una cosa che loro non si aspettavano . Erano nel letto completamente nude ed erano una vicino l’ altra e avevano dormito insieme , Laura e Tara non si ricordavano quello che era successo , si ricordavano solo che avevano bevuto e poi non si ricordavano più niente . Laura si era alzata dal letto e vide che era completamente nuda e accanto a lei c’ era la sua migliore amica Tara anche lei nuda nello stesso letto . Laura andò nel bagno e inizio a vomitare nel water , poi più tardi verso le 9:30 si sveglio Tara e anche lei vide che era nuda e andò nel bagno dove era la sua amica Laura e pure lei vomito nel water dove aveva vomitato l’ amica . Quando tornarono al letto trovarono i loro vestiti e si vestirono , Laura ancora un po’ stordita – che è successo e perché noi eravamo nude ? . Laura e Tara cercarono di fare uno sforzo di memoria , ma non si ricordavano niente , tranne Sasha che poi un po’ più tardi inizio a ricordare qualcosa e alla fine si capì una cosa che le amiche non volevano ammettere . Loro avevano passato la notte insieme e avevano fatto sesso tra loro . Loro allora decisero di farsi prima una bella doccia , poi di rivestirsi e dissero in maniera molto seria tra di loro – di questa cosa non né dobbiamo parlare con nessuno . Negli ultimi anni , loro erano ancora imbarazzate per quello che era successo tra di loro , ma alla fine con il tempo riuscirono a superare tale cosa e a tornare solo amiche come lo erano un tempo .

 

Tre Anni Dopo

 

Laura , Sasha e Tara lavoravano da molto tempo nella stesso posto e dopo essere state promosse Capo dei loro reparti . Laura era stata nominata Capo Ingegnere Informatica , Tara Co Capo Ingegnere Informatica e Sasha Capo dell’ Ingegneria Aerospaziale . Avevano deciso di andare a festeggiare e quello che successe quella sera , distrusse non la vita delle amiche , ma quella di Laura per sempre. Laura inizio a bere non tequila , ma alcool ma non troppo , inizio a restare nel bancone ancora per poco . Poi fu avvicinata da una persona che voleva darle un passaggio per casa un uomo di 27 anni , molto bello , gentile e altruista e inizio a fare conversazione con lei vide che le sue amiche se ne erano andare visto che lei era in un buona compagnia . Lei disse – chi mi accompagna a casa e l’ uomo molto gentile disse – ti accompagno . Laura accetto , arrivarono al vicolo dove doveva essere la sua macchina , ma non c’ era nessuna macchina . Lui solo voleva violentare la ragazza , Alyssa arrivò li e li fermo in tempo , portò a casa la ragazza e cerco di farla calmare nel modo che sapeva fare L’ uomo che aveva violentato la donna era scappato , ma ad Alyssa non importava di lui , adesso doveva occuparsi della salute della ragazza . Per farla calmare mia sorella gli fece un tè , la fece calmare un po’ , ma poi inizio ad avere ansia , poi confusione e non riusciva a muovere le mani . Alyssa aveva deciso di rimanere con lei finché non si fosse calmata , mia sorella sapeva che se tale situazione non andava bene poteva andare in un solo, unico modo cioè la ragazza si sarebbe tolta la vita e mia sorella non avrebbe potuto fare niente . Laura disse a mia sorella – io vado di sopra , se ho bisogno di aiuto ti chiamo , inizio a salire le scale con molta calma e con molta preoccupazione , ma alla fine riusci a salire le scale e decise di fare una bella doccia calda . Un dottore quando perde un paziente , può reagire in due modi , uno riesce a risollevarsi da tale cosa oppure cade in depressione . Laura anche se sapeva che c’ era la Dottoressa Alyssa Saintcall , non né sarebbe potuta uscire da tale situazione , allora anche se non voleva decise di fare questo . Andò a prendere un foglio e una penna e scrisse un biglietto , piangendo “ Mi Dispiace , per quello che sto per fare , vorrei poter affrontare tale situazione , ma penso di non potercela fare a fare questa cosa . Quindi io adesso , mi tolgo la vita “ . Alyssa sentiva tutto di sotto , grazie al super udito e senti che lei stava aprendo la fontana al massimo , aveva riempito la fontana al massimo e stava per mettere la testa dentro l’ acqua e uccidersi . Lei prese il biglietto e lo getto per terra , Alyssa senti qualcosa di strano di sopra e con molta velocità si precipitò di sopra . Entro nel bagno ed entrò appena in tempo per cercare di fermare e disse a lei – Laura , fermati , ci sono qua io , io ti posso aiutare a tornare alla tua vita di prima , Laura guardò mia sorella negli occhi e disse – davvero mi puoi aiutare , davvero mi puoi far tornare alla mia vita di prima . Alyssa disse in maniera molto seria – te lo giuro , non solo come dottoressa , ma anche come una persona che ti vuole aiutare . Alyssa fece mettere un accappatoio a lei e poi la fece vestire e dopo fece tutto quello che lei sapeva fare per non farle fare più questo gesto insensato , cioè quello di togliersi la vita .