Categorie
Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Sport nel Mondo

Ginnastica, Giorgia Campana si rompe un gomito! Addio Mondiali!

Una brutta tegola si abbatte sulla ginnastica artistica italiana. Giorgia Campana si è rotta un gomito durante un allenamento e non potrà partecipare agli imminenti Mondiali di Anversa.

La 18enne romana stava provando lo Jaeger alle parallele asimmetriche, uno dei suoi elementi preferiti sul suo attrezzo di punta, quando è caduta. Purtroppo il gomito sinistro le ha presentato il conto.

 

L’olimpica di Londra 2012, quinta nella finale di specialità agli ultimi Europei, si è subito recata in ospedale. Indispensabile l’ingessatura che, in questi casi, si tiene solitamente per 2-3 settimane abbondanti. L’addio alla rassegna iridata, in programma dal 30 settembre al 6 ottobre prossimi, è quindi matematico.

Un vero peccato perché la Campana aveva disputato fin qui una grandissima stagione, rivelandosi addirittura l’italiana più in forma in questo 2013. Un grandissimo in bocca al lupo e speriamo di rivederla in Serie A: appuntamento l’8 febbraio 2014 a Firenze.

Ora le scelte di Enrico Casella si complicano ulteriormente in vista della rassegna iridata: è venuta a mancare una delle pedine più importanti e ora la formazione sarà tutta da riscrivere. Dopo l’incontro di Vigevano contro la Germania (14 settembre) ne sapremo di più.

 

Categorie
2013 Carlotta Ferlito Foto Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Vanessa Ferrari

Serie A1, le nostre olimpiche dopo la prova di Ancona

Ad Ancona, c’erano solo tre delle nostre fantastiche cinque ragazze che a Londra sono entrate nella storia (per rivivere quelle fantastiche emozioni guardate il montaggio ad opera di Ester Vicentelli cliccando qui).

Soffermiamoci allora sulla situazione delle nostre olimpiche, valutando la prova di sabato e la loro condizione attuale.

 

Di Vanessa Ferrari abbiamo già parlato ieri analizzando il suo nuovo esercizio alla trave (cliccate qui per leggere l’articolo). La bresciana sta recuperando la condizione fisica e si sta preparando alle grandi sfide internazionali che l’attendono nel mese di marzo.

Carlotta Ferlito non ha gareggiato al Pala Rossini causa un attacco febbrile dell’ultimo momento, ma negli ultimi giorni ha ricevuto una bella notizia dalla Federazione Internazionale: è stata invitata apartecipare alla tappa di Coppa del Mondo di La Roche Sur Yon (previste finali ad ogni attrezzo, niente all-around). In Francia, la siciliana dovrebbe concorrere al corpo libero; per rispondere presente all’appuntamento, però, dovrà saltare la terza prova di Serie A1 (quella di Bari, prevista il 16 marzo, proprio in concomitanza con l’uscita transalpina).

Erika Fasana sta lentamente riprendendosi dall’infortunio alle tibie. Non l’abbiamo vista ad Ancona, pare che non la potremo ammirare nemmeno a Padova tra dieci giorni, ma chissà che non si faccia vedere in Puglia. In quel weekend Vanessa sarà in Francia insieme a Carlotta, quindi si spera che la comasca possa guidare l’assalto della Brixia alle campionesse in carica della Gal Lissone.

 

Hanno gareggiato, invece, Elisabetta Preziosa e Giorgia Campana. La diciannovenne è stata la vera trascinatrice della Gal Lissone. Dopo un volteggio con nota di partenza bassa (4.4), si è riscattata pienamente alla trave e al corpo libero, risultando la migliore su entrambi gli attrezzi e portando le brianzole alla vittoria. Sui 10cm si è fatta valere (cliccate qui per vederla all’opera): salita con un D Score buono (5.7, solo un decimo in meno rispetto al nuovo esercizio della Ferrari), si è espressa bene non sporcando eccessivamente l’esecuzione e prevalendo con 14.550. Al quadrato ha sorpreso in positivo (cliccate qui per vederla): D Score basso (solo 4.90), ma esecuzione praticamente perfetta che le ha consentito di primeggiare con 13.900 dando due decimi e mezzo a Vanessa (eccessivamente penalizzata). Si è quindi seguita la strada di non presentare difficoltà estreme e puntando tutto sulla pulizia in gara; una scelta su cui si può discutere, ma che nelle Marche ha dato il risultato sperato: rimontare sulla Brixia dopo due rotazioni non favorevoli. È chiaro che se si vorrà mettersi in luce anche a livello internazionale servirà proporre qualcosa in più, come ha sottolineato lo stesso Enrico Casella, nuovo Direttore Tecnico.

 

Giorgia Campana, invece, era vicina a salire sul podio con la sua Olos Gym 2000. Sarebbe stato un evento storico per la giovane società romana, protagonista di una perentoria scalata dalla serie B alla A1. La diciassettenne ha, però, pagato troppo una brutta trave, da cui è caduta due volte. Uscita dal palco visibilmente amareggiata, non deve farsi fermare da questi eventi. Certo, dispiace che solo due decimi abbiamo impedito l’aggancio alla Pro Lissone di Enus Mariani, ma la campionessa nazionale alle parallele ha diversi assi nella manica e non si deve far influenzare da un incidente di gara. Gli staggi sono stati buoni (13.600), ma può andare molto oltre. Cliccate qui, invece, per il suo corpo libero.

C’è ancora spazio per togliersi soddisfazioni, sia personali che con la squadra. Il team guidato da Ilaria Bombelli ha già in mente grandi cose per l’uscita in Veneto.

 

Categorie
2012 Colorado Federica Pellegrini Foto Mondo

Federica Pellegrini dalla vasca alla conduzione di Colorado

Dopo la delusione alle Olimpiadi di Londra 2012, Federica Pellegrini rilancia e si avvicina al mondo dello spettacolo. Pronta con il suo eccentrico ciuffo rosa anche a nuove esperienze, la fidanzata di Filippo Magnini sarà conduttrice per una sera, all’ultima puntata di Colorado. Difficile immaginarla a suo agio con il microfono in mano, dopo che ospite a Sanremo 2012 sembrava più che mai impacciata davanti alle telecamere. La nuotatrice esce fuori vasca e proverà a prendere confidenza con il mezzo televisivo, fianco a fianco con Paolino Ruffini all’ultima puntata di Colorado, prevista in primavera. Con tutta probabilità la presenza di Federica servirà a sostituire Belen che andrà in maternità proprio nel periodo primaverile. Intanto Colorado si avvia alla conduzione a 5 per la prossima stagione, e chissà che dopo l’esperimento a chiusura di stagione la Pellegrini non venga confermata con gli altri colleghi.

Categorie
2012 Elisa Riguardo Foto Me Mondo Notizie dal Mondo Olimpiadi Persone Racconto Spiriti Storia Vanessa Ferrari

Obiettivo Londra, Vanessa ed Elisa regine dei Giochi

Vanessa Ferrari

Come tutti i giovedì, anche oggi appuntamento con Obiettivo Londra 2012, una lunga prima serata (dalle 21 su Sky Sport 2 HD) che porterà i telespettatori dentro l’Olimpiade, con il punto sullo stato dei lavori, tutte le news sugli atleti, con particolare attenzione alla spedizione Azzurra. Interviste esclusive ai protagonisti di ieri e di oggi, raccontate da Giovanni Bruno e dai suoi ospiti.

Questa sera in studio ci saranno Vanessa Ferrari, che nel 2006 è entrata nella storia della ginnastica con l’oro al concorso generale individuale dei Mondiali di Aarhus, in Danimarca, e la marciatrice Elisa Rigaudo, bronzo a Pechino 2008. Alle 22, spazio alla rubrica Social Games, con tutte le curiosità dal web legate ai Giochi a cinque cerchi di Londra 2012. Questa settimana, in programma uno speciale dedicato all’alimentazione, con gli atleti olimpici alle prese con cibi e bevande.

A seguire, alle 22.30, l’appuntamento con Share your dream, di Gian Luca Donato: i tre atleti del Barilla Blu Team Alessandro Zanardi, Fabrizio Macchi e Vittorio Podestà inseguono il loro sogno verso le Paralimpiadi di Londra 2012. Un viaggio d’immagini e racconti, frammenti di un percorso di sfide, dove il coraggio, la grinta, la disciplina e la curiosità portano gli uomini a superare il loro limite. E alle 22.45, H2O Experience, un breve viaggio in sei racconti per spiegare le discipline olimpiche dell’acqua (nuoto, tuffi, sincronizzato e pallanuoto), realizzato in collaborazione con la Federazione Italiana Nuoto e uno dei suoi partner principali, Unipol. I ragazzi della nazionale italiana, in preparazione per i Giochi Olimpici di Londra 2012, sono la voce narrante, il corpo dal quale partono i sogni, il motore dinamico di un percorso condiviso: offrire ai telespettatori stimoli, curiosità e punti di vista per godersi in maniera più consapevole il programma olimpico dei quattro sport cosiddetti “swimming”.

Quattro le novità assolute per le Olimpiadi di Londra 2012: 13 canali dedicati, 12 in  HD  e uno in tre dimensioni (Sky 3D), oltre 2000 ore di gare in diretta, live tutte le medaglie e tutte le gare degli azzurri, la possibilità di scegliere, in ogni minuto, quale gara e quali atleti vedere in diretta, anche su tablet, smartphone e pc grazie a Sky Go.