Categorie
Cheeleders Jessica Roberta Welma Stuart

Jessica parla con Roberta

Jessica era bellissima con mai . I suoi capelli erano lunghi e neri e il suo viso era quello di un angelo . Lei era una ragazza di 19 anni davvero gentile ma grazie alle Cheerlader fece uscire fuori il suo lato oscuro . Adesso aveva un problema e sarebbe a dire Welma Stuart . Jessica vedeva che lei era ovunque e interferiva in quello che facevano le Cheerlader . Il suo regno del terrore era in pericolo per colpa di Welma . Jessica e Roberta erano in mensa ed erano sedute una vicina all’ altra per cercare un piano e cosi togliere di mezzo tutta la popolarità di Welma e questo fatto che lei era il bene e loro il male . Jessica beveva coca cola con calma e pure Roberta lo faceva . Roberta si mise con le gambe una sopra l’ altra – che cosa facciamo per togliere di mezzo Welma . Lei ha un potere e noi nulla . Jessica inizio a mettere in azione la sua testa – noi non abbiamo bisogno di nulla . Roberta non capiva – mi puoi spiegare meglio il tuo piano . Jessica guardo Roberta – ti ho mentito . Io ho un potere e lo usare molto bene . Roberta apri occhi e orecchie ed era pronta a sentire il potere di Jessica – quale potere hai ? . Lo voglio sapere non tenermi sulle spine amica mia . Jessica non lascio la sua amica in sospeso – io ho il potere di curare le persone e noi per togliere di mezzo Welma Stuart usiamo questo . Roberta non capiva come Jessica poteva fermare Welma con il suo potere – mi spieghi come puoi fermare Welma con il tuo potere ?. Jessica inizio a vedere Roberta con i suoi occhi e Roberta inizio a fare – no , no . Non se ne parla . Io non la faccia infuriare . Roberta non capiva che quello era un ordine e non una opinione . Jessica prima di far iniziare tutto spiego tutto il piano a Roberta – chi ha il potere del fuoco si arrabbia molto facilmente . Cioè come un toro che vede il rosso . Tu la fai arrabbiare e lei ti colpirà con i suoi poteri in modo molto forte e io poi vengo a salvarti con i miei poteri . Cosi Welma Stuart sarà vista come un mostro e noi invece come delle eroine e tutti avranno di nuovo paura di noi .

Categorie
Kratos Luca Mercato Pandora Universing

Kratos e Pandora Black – Giovedì-13:59

Kratos e Pandora avevano seguito le indicazione datogli da quel mercante con cui Kratos aveva parlato . Aveva parlato con le manieri forti ma in un modo o nell’ altro aveva parlato , visto che Kratos ci stava andando pensante con la sua mano il mercante non disse nessuna bugia , era in repentaglio la sua mano e se lui non aveva più la mano non poteva né vendere né fare niente . Cosi lui inizio a cantare come un piccolo usignolo e disse a Kratos – Il messaggero che state cercando ha 18 anni , capelli neri lunghi , un taglio profondo sulla guancia sinistra e poi porta degli abiti neri e molto eleganti . Lui è molto veloce e sopratutto lui non vi dirà niente sui Collezionisti . Kratos guardò il mercante e lasciandogli la sua mano sinistra con calma – Lo farò parlare in un modo o nell’ altro . Iniziarono a mettersi in viaggio e dentro la mente di Pandora apparirono delle immagini di cosa avrebbe fatto Kratos a quel ragazzo .

Kratos ti voglio chiedere di andarci piano con quel ragazzo , lo so che lui lavora per i nostri nemici . Ma è pur sempre un ragazzo che forse lavora per il nemico perché è stato costretto a farlo . Kratos senti quello che disse sua nipote e disse – Cerco di non andarci troppo forte con lui , noi da lui dobbiamo prendere le informazioni che ha e forse lui scappa da noi e anche in quell’ occasione provo a non fargli del male . Il nome di questo ragazzo era Luca lui lavora per i Collezionisti per fare un po’ di soldi ma quando le cose si fecero molto serio loro mandarono un messaggio molto forte al ragazzo . In che modo si presentarono a casa sua e gli uccisero i genitori davanti a lui e poi sulla guancia sinistra li fecero una cicatrice per far capire che non doveva mai più dire a nessuno per chi lavorava e cosa faceva . Lo avevano fatto perché il padre del ragazzo era andato da loro e gli aveva detto di lasciarlo stare e di farlo smettere da lavoro da loro . Loro lo presero come una cosa personale, come se lui gli avesse ordinato a loro decisero di fargliela pagare e questa su la loro punizione . Luca tutti i giorni si alzava e vedeva la cicatrice sulla guancia sinistra e quella cicatrice non sarebbe più guarita e tutti giorni lui si ricordava quello che avevano fatto i Collezionisti ai suoi genitori . Anche se lui lavorava per loro lui li voleva uccidere e aspettava da molto tempo una persona che lo potesse aiutare ad avere vendetta . Kratos e Pandora alla fine andarono al luogo di incontro e trovarono il ragazzo Luca . Appena vide Kratos inizio a correre molto velocemente , ma Kratos era molto più veloce e lo prese su un tetto di un palazzo . Lui prese un coltellino dalla sua tasca sinistra e lo stava puntando contro Kratos ,ma Kratos lo prese la mano e glielo butto a terra e poi da quel tocco scopri la sua storia . Cosa gli avevano fatto i Collezionisti e Kratos alla fine disse – non ti farò del male , anzi ti chiedo aiutaci a sconfisse i Collezionisti . Tu hai le informazioni , sai tutto di loro dammi le informazioni su di loro e sopratutto aiutaci a sconfiggerli . Quello che hanno fatto a te e ai tuoi genitori è davvero molto brutto che ne dici di fargliela pagare . Luca voleva sentire quelle parole tempo fa e poi disse – certo vi aiuto e disse a Kratos e a Pandora tutto su di loro e per proteggerlo lo portarono con loro ma solo dopo che lui incontrasse uno dei Collezionisti e avere da lui delle informazione e sopratutto dopo aver fatto la missione per loro . Dopo quello lui smise di lavorare per loro e decise di aiutare Kratos e Pandora a sconfiggerli una volta per tutte . Alla fine lo portarono in un luogo sicuro e giusto per fare le prossima missione cioè sconfiggere i Collezionisti .