Categorie
Beatrix Lastrange Dorian Lastrange

Beatrix Lastrange

 

Beatrix Lastrange era molto cattiva e davvero molto pazza e non era un angelo ma era un vero demonio e se qualcuno le dava fastidio non aspettava prima , ma uccideva subito la persona che gli dava fastidio . Beatrix quando aveva 10 anni non andava a scuola o stava in una casa di adozione ma era per la strada . Ma a lei non importava se era pericoloso oppure visto che pure lei era davvero molto pericolosa . Quando uno dei loro amici seppe che la madre di Beatrix era una squillo la porto in un vicolo e provo a farsi leccare il cazzo . Beatrix gli diede un pugno li e poi gli strappo l’ orecchio e poi lo butto a terra per dire non valete un cazzo . Quando il poliziotto arrivo vide Beatrix che stava andando via e poi vide qualcosa che gli fece vomitare visto che era sangue e sopratutto un orecchio di un ragazzo di 13 anni . Beatrix era andata via da li e in quel momento vide suo fratello Dorian che finalmente l’ aveva trovata . Dorian per capire dove era sua sorella gemella ci mise un po’ visto che si muoveva moltissimo e quando i genitori gli chiesero dove andava . Dorian rispose che stava andando a riprendere sua sorella che era scappata dalla polizia e la doveva prendere prima di loro . Dorian la porto a casa sua e le diede una sistemata e poi lei decise di crearsi un look molto oscuro e davvero molto dark visto che le piaceva cosi . Beatrix sapeva il fatto suo e quando era in questa casa di lusso in cui poteva vedere tutti dall’ alto in basso lo inizio a fare da subito e ci prese subito la mano a fare la ragazzina viziata e con un sacco di soldi . Beatrix odiava la prostituzione e quando suo fratello Dorian gli disse – vorrei mettere fine alla prostituzione . Beatrix rimase molto interessata e voleva sentire da suo fratello come poteva fare questa cosa che era molto folle – sentiamo come vorresti fare ? . Dorian vide che sua sorella stava mangiando un bel gelato visto che avevano deciso di andare fuori a parlare e di non farlo dentro casa visto che qualcuno li poteva ascoltare – ora ti spiego , io esco con le prostitute e se fanno qualcosa di male o qualcosa che noi riteniamo giusto le puniamo e facciamo in modo che la loro vita diventi davvero molto brutta e in modo tale da non fare più questo lavoro che ne pensi . Beatrix sapeva che il piano di suo fratello gemello era davvero molto bello e ben fatto e prima di voler iniziare a fare questa cosa disse a suo fratello – allora ascoltami se punisco queste donne e tu ti metti di mezzo e non importa se tu sei mio fratello o mio cugino . Finisci come una di queste puttane a terra e con i vestiti vicino a loro sono stata chiara . Beatrix fini di mangiare il gelato e poi vide il volto di suo fratello che era un po’ preoccupato visto che lo aveva spaventato con quello che aveva detto e disse – era uno scherzo quello che hai detto prima su di me . Beatrix fece lo sguardo serio e anche molto oscuro e il suo volto era come coperto dalle tenebre – no stavo dicendo sul serio su di te , fratello mettiti sulla mia strada quando faccio una cosa a una di queste prostitute e non saranno loro a pagare ma sarai tu e ti farò molto male e quello sarà solo un piccolo avvertimento e poi farò di peggio se mi ostacoli e sarebbe a dire ti strapperò l’ orecchio . Se prima aveva paura adesso era sicuro che era la sua paura era davvero una cosa da avere quando si stava vicino a Beatrix .

 

Categorie
Avvertimento Beatrix Lastrange Dorian Lastrange Dottoressa Karen Stuart Foto Serena Morelli

Aspetto di Dorian Lastrange

penny-dreadful-dorian-gray

Anche se Dorian odiava la prostituzione non era come sua sorella e non voleva fare troppo male a loro . Dorian vedeva sua sorella Beatrix fare del male a quelle donne e vedeva che era troppo malvagia e la prossima volta a Serena voleva mettere dentro la schiena un simbolo che non si sarebbe mai più dimenticato . Serena appena lo avrebbe visto avrebbe pianto visto che secondo Beatrix questo era il suo destino . Dorian le voleva impedire di fare una cosa del genere e quando ci provo vide che sua sorella cambio faccia e andò verso di lui e lo butto a terra e gli disse mentre gli teneva i capelli in modo molto forte – che hai detto femminuccia . Io faccio quello che voglio e tu non mi dai ordini e se ci riprovi ti strappo una delle tue  orecchie e poi vediamo se sarai cosi bello da farti vedere dalle ragazze . Dorian aveva visto che sua sorella Beatrix era una vera pazza sadica e in confronto a lei nulla l’ avrebbe fermata e nemmeno lui . Dorian aveva un pò paura di sua sorella visto che da quando aveva ucciso quella donna che era venuta per uccidere suo fratello aveva iniziato a vedere il suo lato oscuro che era sepolto dentro di se . Dorian da quel momento aveva paura di Beatrix ma non lo dava a vedere e capiva che fino a quando era con lei non c’ era da preoccuparsi e cosi non lo faceva ma vide che sua sorella Beatrix lo minaccio di strappargli un orecchio allora da quel momento aveva iniziato ad avere paura .

 

Categorie
Alice Alice Miller Katrine Chandler Kora Universing Universo Zombi

Katrine Chandler riprende il suo vero aspetto

 

Katrine non vedeva l’ ora che poteva riprendere il suo vero aspetto visto che si era scocciata di avere quel aspetto da ragazzina che aveva preso per sbaglio . Secondo i suoi calcoli tra tre ore doveva riprendere il suo vero aspetto visto che prima di abbandonare il libro dentro un suo rifugio dentro l’ Universing . Katrine dentro l’ Universing c’ era da alcune settimane e per ripararsi dalla pioggia e delle enormi quantità di zombie che c’ erano li per le strade aveva trovato un posto abbandonato . Il posto che Katrine aveva trovato era una casa che in precedenza era abitata da una famiglia di cinque persone e adesso erano divenute zombie . Non appena entro vide sangue a terra e un orecchio per terra . Katrine aveva visto di peggio nei posti che aveva visitato visto che le persone pensavano che tagliarsi un braccio o un orecchio e l’ infezione non entrava in circolo . L’ uomo era stato attaccato per primo quando era andato da solo senza alcuna arma a uccidere quello zombie . Lui non sapeva che era un vero zombie ma una persona che aveva bevuto troppo e pensava di buttarla fuori di casa con un calcio ben assestato per proteggere la sua famiglia . John aveva una bellissima moglie e avevano tre figlie tutte quanti maggiorenne e tutte quante per non essere uccise si erano rintanate dentro le loro stanza bloccandole con tutto quello che avevano li dentro . Ma niente fermo l’ avanzata degli zombie , volevano sangue e nuovi membri per far diventare umani degli zombie e ci erano riusciti . Katrine vide il corpo del padre in cucina e visto che sapeva che prima o poi si sarebbe rialzato prese la sua arma che era una trivella e distrusse il cervello del padre . Il sangue inizio a colare non solo per terra ma anche dalla sua arma e poi andò nella camera da letto dove dormivano questa coppia e li c’ era il corpo senza vita della moglie . Katrine sapeva che pure lei si sarebbe alzata da un momento o l’ altro e l’ avrebbe cercato di mangiarla per farle diventare una di loro . Katrine stava vedendo se li c’ era qualcosa che si poteva portare per se visto che non sapeva quando si sarebbe dovuta fermare per bere un po’ d’ acqua oppure farsi un bagno caldo . Ma niente , non trovo niente apparte le tre sorelle zombie che erano dietro di se e prese subito la sua arma e con un colpo le fece cadere a terra e poi le colpi tutte tre al cervello . La madre si rialzo dal letto e inizio a fare i tipici rumori degli zombie e poi andò verso Katrine che stava per dare un ultimo colpo al cervello delle sue figlie . Mentre lo stava per dare Katrine vide il riflesso della persona dietro di se e si giro subito con l’arma in mano per colpirla dentro allo stomaco . Alla fine colpi il cervello dell’ ultima delle sue figlie che era viva anche se possiamo dire che quella non era vita visto che non sai nemmeno quello che fai . Katrine la uccise e poi senza alcun problema di zombie ispeziono la casa e poi si fece una bella doccia calda visto che aveva un po’ il viso coperto di sangue e pure i suoi vestiti . Accanto alla doccia aveva la sua lancia versione trivella visto che aveva visto Zombieland e sapeva che uno delle varie regole quando ti fai la doccia o quando vai in bagno e ti puoi togliere tutto ma non le tue armi .Alla fine dopo tre ore Katrine davanti ad Alice riprese il suo aspetto originale – finalmente posso vedere come e la vera Katrine Chandler l’ Ammazza Zombie .

 

Categorie
Ada Knight Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Dottor Hannibal Lecter Foto Jack Crawford Will Graham

Hannibal – Hassun

Il processo contro Will Graham e iniziato e tutte le persone che sono collegate a lui devono decidere cosa fare se accusare Will oppure no . Il Processo di Will non è un processo normale visto che secondo me e un processo forzato e che nessuno può fare niente per togliere Will da questa situazione . Visto che durante il processo un ufficiale giudiziario viene ucciso nello stesso modo dell’ Emulatore e tutti quanti si chiedono ma abbiamo fatto uno sbaglio oppure abbiamo fatto la cosa giusta . Nessuno sa cosa sta succedendo ed è come un enorme gioco folle e nessuno sa se aiutare Will oppure sentire quello che dice il Dottor Hannibal Lecter visto che lui avrà la sua opinione su questa cosa . Tutto va in ancora più in malora quando l’ unico testimone oculare che può aiutare Will muore per colpa di questo Emulatore . Dopo questa cosa nessuno può più aiutare Will a uscire da questa faccenda oppure qualcuno lo farà o chissà cosa succederà in questo universo . Pure  Jack Crawford decide di aiutare Will facendo analizzare l’ orecchio che era stato trovato dentro la bocca di Will ma nonostante quello non può aiutare Will visto che poi Hannibal Lecter testimonio come ultimo testimone e purtroppo non lo farà per aiutare Will ma per dire che lui è colpevole .

 

Categorie
1996 Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Me Parlare con la Rete Racconto Sarah la Fenice Rossa Tecnologie Telefonini

La Rete mi dice che non ci possiamo mai incontrare faccia a faccia

Nel tardo pomeriggio veso le 16:45 del giorno in cui io , Sarah la Fenice Rossa e la Rete avevamo finito l’ auricolare per parlare con lei con tutte le persone con con volevo parlare senza avere il telefonino vicino all’ orecchio ogni volta . Sarah la Fenice Rossa se ne era andata e io dissi a lei – Rete , ma questo è il tuo vero oppure no e lei rispose – no , questo non è il mio vero nome , il mio vero è Rebecca Leone . Non potevo sapere se questo era il suo vero nome oppure se lo era inventato al momento , La Rete disse in maniera molto curiosa – perchè vuoi sapere il mio nome o altre informazioni ? , io le risposi – io di te mi fido , però non voglio scoprire che tu mi utilizzi solo per avere informazioni su di me e poi tradirmi . La Rete mi disse – te lo giuro Daniel , non ti voglio tradire nè ora nè mai , i tuoi genitori erano miei amici e quindi loro mi hanno detto di aiutarti nel tuo addestramento e se hai bisogno di aiuto io ci sono . Poi io dissi a lei – non ci possiamo incontrare faccia a faccia ? e La Rete rispose – mi diospiace no , perchè i miei nemici sanno che io sono morta e tutti devono continuare a pensarlo , se uscissi allo scoperto mi scoprono e io e te saremmo morti . Quindi te lo chiedo come amica non cercarmi e sopratutto non dobbiamo mai incontrarci . Io capì questa faccenda , pure io ho molti nemici e con amarezza dissi a lei – va bene , ma a una condizione  e La Rete disse – quale ? , io le risposi – se la tua identità fosse in pericolo , tu verrai da me e io ti proteggero come posso e La Rete nel posto dove stava , inizio a piangere e disse -lo faresti davvero ? e io le dissi – noi siamo amici e gli amici si aiutano quando sono in pericolo .

Categorie
1995 2013 Dominatore di Poteri Parlare con la Rete Parlare con Sarah Racconto Rete Sarah la Fenice Rossa Scheda Stella Stemma

La Rete mi aiuta a costruire un auricolare

Il Posto in cui ero andato per parlare con la Rete era un vecchio magazzino , li c’ erano tantissime cose . Cose che a persone non servivono cosi dicevamo ma se uno vedeva bene ed era bravo a cercare i pezzi giusti tali potevano essere utilizzati per rendere migliori le cose avevano gettato li per fare spazio a nuove cose che con il tempo avrebbero avuto . Io andai li e parlai mentalmente con la Rete – Rete mi puoi aiutare a fare un progetto ? . La Rete curiosa di sapere – voglio che mi aiuti a creare un auricolare per il mio nokia lumia 920 . La Rete disse – perché lo vuoi creare ? , io risposi – ascoltami attentamente , se io mi trovassi in un mondo magico , sarebbe completamente diverso uno non mi guarderebbe come una persona stramba o una persona pazza . Invece io mi trovo sulla Terra e se le persone vedono che muovo la testa o faccio altre cose come comunicare con te , pensano che io sia pazzo . Invece se tu mi aiuti a creare un auricolare per il mio nokia lumia 920 . Io posso comunicare con te e tutti quanti invece guardano che nell’ orecchio ho un auricolare e noi due possiamo comunicare senza nessuna preoccupazione . La Rete capì la situazione e disse – hai ragione , poi inizio a scrivere sul mio telefonino tutti i pezzi di cui avevo bisogno per fare tale cosa . Io iniziai a vedere la lista e dissi a lei – non so dove procurarmi tali cose . C’ e una cosa che non sapevo Sarah la Fenice Rossa aveva imparato da Aiden Pearce come clonare il cellulare , poi entrò dentro la fabbrica e disse – tu non lo sai , ma lo so Daniel . Io dissi a lei – che ci fai tu ? e Sarah la Fenice Rossa mi disse – ti potrei fare la stessa domanda , ma a vedere dalla lista dei componenti , stai cercando di creare un auricolare per il tuo nokia lumia 920 per poter parlare con la Rete senza che la gente ti prenda per pazzo , giusto. Io la guardai negli occhi e dissi a lei – si , voglio fare questo , puoi aiutare me e la Rete a fare questa cosa . Sarah la Fenice Rossa mi guardò negli occhi e disse – certo , dopo andammo in giro per i vari paesi come Tokyo , New York , Parigi e altre città . Ci volle molto tempo per cercare tutte le varie cose , perché non dovevamo trovare solo i pezzi che mi avevo detto La Rete ma avete un martello , una fiamma ossidrica , u cacciavite e altri oggetti utili per fare tale progetto . Una volta presi tutti i vari oggetti e li Sarah la Fenice Rossa mi portò un monospalla nero con lo stemma dei Dominatori di Poteri -tieni Daniel questo è per te , cosi se ci devi mettere qualcosa , la metti qui dentro . Io la ringrai e le dissi – mi aiuti , cosi mettiamo i pezzi qui dentro , Sarah la Fenice Rossa lo tenne aperto e io misi tutti i vari pezzi e attrezzi li dentro , tra le varie cose avevamo preso anche una maschera per proteggere il mio volto quando utilizzavo la fiamma ossidrica . Tornammo al magazzino e con l’ aiuto sia di Sarah la Fenice Rossa che inizio a far apparire un tavolo grande dove io potessi lavorare e un ‘ altro dove io mettevo i vari attrezzi . Invece la Rete mi guidava nel costruire l’ auricolare colore giallo per il nokia lumia 920 , quello mi serviva sia per comunicare con la Rete , ma anche per comunicare con gli altri senza che io dovessi mettere il telefonino vicino all’ orecchio . Una volta preso lo misi nell’ orecchio sinistro , io feci una chiamata alla Rete , perchè una volta aveva comunicato con il mio telefinino e io avevo il suo numero . Mi senti Rete – Rete rispose – ci sei riuscito , bravo Daniel . La Rete disse – quindi adesso se ti chiamo dal tuo nokia , tu mi rispondi e possiamo comunicare in qualunque luogo e io risposi – si è cosi .

Categorie
2012 Equipaggiamento Foto Informazioni Me Mondo Notizie dal Mondo Oggetti Panorama

il mio stetoscopio

lo Stetoscopio.

Questo è il mio stetoscopio , lo utilizzo per capire se per caso le persone che porto con me stanno bene o male o se per caso sono alieni .

Categorie
Computer Database Foto Mondo Oggetti Panorama Parlare con Kratos Presentazione Storia

Foto dell’ Orecchio visto da Kratos

Categorie
Computer Database Foto Mondo Oggetti Panorama Parlare con Kratos Presentazione Racconto Storia

Spiego a Kratos l’ orecchio

Dopo aver detto a Kratos tutto sulla colonna vertebrale , gli dissi – adesso ti spiego tutto sull’ orecchio e Kratos disse – comincia quando vuoi . Dopo pochi minuti gli dissi tutto sull’ orecchio – L’orecchio è l’organo dell’udito.

 

 

 

Il ruolo del cervello

 

 

 

Gli impulsi nervosi provenienti dalle cellule cigliate e diretti al cervello viaggiano all’interno di fasci di fibre nervose. Ne esistono decine di migliaia e sono sempre in funzione, sia di giorno che di notte. Anche durante il sonno il cervello riceve segnali acustici, ma decide di ignorarli.

 

 

 

Il cervello ha il compito di interpretare i segnali che gli pervengono. Ciò consente di dare un significato al messaggio sonoro. Infatti esiste una memoria uditiva che ci permette di riconoscere un rumore o una musica. Ma abbiamo anche la capacità di cancellare segnali superflui, ad esempio dopo un po’ non sentiamo più il rumore di una cascata o il frastuono del traffico.

 

 

 

Anatomia umana

 

 L’orecchio umano si compone di tre parti:

 

 Orecchio esterno, il collegamento con l’esterno, da cui entrano i suoni.

 

 Orecchio medio, il tramite tra l’esterno e l’interno.

 

 Orecchio interno, l’elemento organizzatore e recettore dei suoni.

 

 

 

Orecchio esterno

 

 

 

L’orecchio esterno è formato dal padiglione auricolare e dal condotto uditivo esterno. Il padiglione auricolare è costituito da cartilagine rivestita dalla pelle strettamente adesa ad una sottostante membrana di tessuto connettivo, il pericondrio. La sua funzione è quella di raccogliere i suoni per inviarli all’interno del condotto uditivo. Il condotto uditivo è una galleria dalle pareti lisce provvista di peli e di ghiandole sebacee e ghiandole ceruminose, il cui secreto ricco di cere ha una funzione protettiva..

 

 

 

Orecchio medio

 

 

 

Al termine del condotto uditivo si trova la membrana del timpano, che è una sottile membrana sensibile alle onde sonore che vengono a infrangersi su di essa. Le vibrazioni così raccolte vengono trasmesse a tre ossicini, i più piccoli del corpo umano: il martello, direttamente a contatto con la membrana del timpano, l’incudine e la staffa. Questa prende contatto col labirinto. I tre ossicini dell’udito sono contenuti in una cavità, la cassa del timpano, che comunica all’esterno attraverso un piccolo canale lungo 3-4 cm, la Tromba di Eustachio, che sbocca nella faringe. In questo modo l’orecchio è collegato con la gola. Ciò permette di mantenere in equilibrio la pressione dell’aria al di là e al di qua del timpano..

 

 

 

Orecchio interno

 

 L’orecchio interno è la parte interna dell’apparato stato-acustico, divisibile in due porzioni, definite “labirinti”:

 

 Labirinto osseo (o parte ossea), la cavità interna presenta una parete ossea.

 

 Labirinto membranoso, presente internamente al labirinto osseo; in esso sono individuabili organi a parete connettivale.

 

 

 

Tra le due porzioni di labirinto è presente un liquido, definito perilinfa, mentre internamente agli organi del labirinto membranoso è presente l’endolinfa.

 

 

 

Circuito osseo

 

 Il Circuito osseo presenta una parte centrale cava, detta scala vestibolare, comunicante anteriormente con la coclea e posteriormente con i tre canali semicircolari (anteriore, superiore e laterale) in cui trovano alloggio i recettori dell’equilibrio, chiamati recettori stato-cinetici. La scala vestibolare, inoltre, presenta due aperture:

 

 foro o finestra ovale;

 

 finestra rotonda.

 

 

 

Coclea

 

 La coclea presenta due strutture, una ossea ed una membranacea:

 

 Canale cocleare

 

 Lamina spirale ossea, legata ad un asse centrale definito modiolo.

 

 

 

Labirinto membranoso

 

 Il labirinto membranoso è costituito da tre componenti:

 

 utricolo e sacculo, al livello della scala vestibolare;

 

 canali semicircolari membranosi;

 

 condotto cocleare membranoso, applicato al margine libero della lamina spirale ossea.

 

 

 

Recettori

 

 

 

Recettori dell’equilibrio o stato-cinetici

 

 L’apparato stato-cinetico è costituito da cinque organi presenti al livello dell’orecchio interno:

 

 utricolo e sacculo;

 

 i tre canali semicircolari membranosi.

 

 

 

L’epitelio dell’orecchio transita da epitelio di rivestimento a epitelio recettivo-sensoriale di II tipo.

 

 

 

Sulle ciglia dei recettori è presente un gel, la cupola, che, sotto il flusso dell’endolinfa provocato dal movimento corporeo, percepisce il movimento del corpo. I prolungamenti dentritici del ganglio dello Scarpa innervano i recettori. A livello dell’utricolo e nel sacculo si ha una struttura analoga, in cui sono presenti anche sali di calcio, definiti otoliti, sulla sommità della cupola, capaci di percepire le accelerazioni a cui il corpo è soggetto. Dalla scala vestibolare emergono i gangli vestibolari che convogliano l’impulso alla branca vestibolare.

 

 

 

La via vestibolare origina da neuroni bipolari presenti nel ganglio dello Scarpa. I prolungamenti centrali di tali neuroni raggiungono i nuclei vestibolari posti nel midollo allungato.

 

 

 

Recettori acustici

 

 

 

I recettori acustici sono posti nella parte membranosa ossea e presentano una morfologia identica ai recettori dell’equilibrio. Presentano superiormente una membrana che, sotto la pressione dell’endolinfa, stimola i recettori. La via acustica origina dal ganglio del Corti, formato da neuroni bipolari. I prolungamenti centrali di tali neuroni raggiungono i nuclei cocleari ventrale e dorsale posti nel midollo allungato e nel ponte di Varolio.

Categorie
Computer Database Foto Mondo Oggetti Panorama Parlare con Pandora Presentazione Racconto Storia

Spiego a Pandora l’ orecchino

Dopo aver detto a Pandora tutto quello che c’ era da sapere sulle pistole Ebony e Ivory e avergli fatto vedere delle foto di questa pistola , io dissi a Pandora – adesso ti spiego tutto quello che c’ e da sapere sull’ orecchino e Pandora disse – ok , inizia quando vuoi . Dopo pochi minuti io dissi a Pandora tutto quello che c’ era da sapere sull’ orecchino – Un orecchino è un pezzo di gioielleria che è indossato sull’orecchio. È indossato sia dai maschi che dalle femmine, anche se, fino a poco tempo fa, l’uso di orecchini costituiva un tratto distintivo culturale tipicamente femminile. Successivamente è invalso l’uso saltuario, per i maschi, di portare l’orecchino a un solo lobo, ma non sono esattamente rari i casi di uomini che indossano uno o più orecchini su entrambe le orecchie, nelle culture occidentali. Esistono varie tipologie di orecchino: a perno, a baule, a cerchio, a goccia, a palla.Gli orecchini sono generalmente attaccati alle orecchie tramite fori nei lobi, oppure mediante l’uso di clips che consentono di evitare di forare il lobo. Gli orecchini possono essere fatti di molti materiali, come metallo, plastica, vetro, pietre preziose, etc.; è tuttavia essenziale che il materiale sia anallergico, per evitare irritazioni della pelle.

 

Ne esistono di tutti i tipi e dimensioni, limitate unicamente dalla capacità del lobo dell’orecchio di sostenere l’orecchino senza lacerarsi; infatti le persone che indossano orecchini particolarmente pesanti potrebbero incorrere, progressivamente, nella tendenza alla dilatazione e alla lacerazione del foro del lobo o nell’allungamento antiestetico del lobo stesso.Ne esistono di tutti i tipi e dimensioni, limitate unicamente dalla capacità del lobo dell’orecchio di sostenere l’orecchino senza lacerarsi; infatti le persone che indossano orecchini particolarmente pesanti potrebbero incorrere, progressivamente, nella tendenza alla dilatazione e alla lacerazione del foro del lobo o nell’allungamento antiestetico del lobo stesso.

 

Gli orecchini sono indossati in tutto il mondo, in molte culture differenti; è spesso considerata una pratica comune, a volte quasi un rito di iniziazione sociale (simile, a livello simbolico, alla circoncisione o alla infibulazione), praticare fori alle orecchie delle femmine poco dopo la nascita. Anche se non comuni come per le donne, piercing all’orecchio sono diventati piuttosto comuni nel Nord America e in Europa.

 

Gli orecchini da uomo invece si mettevano all’orecchio sinistro, seguendo una tradizione già presente nel XIX secolo nella marina mercantile inglese, mentre si mettevano nell’orecchio destro nella marina da guerra, sempre in Inghilterra. Pare che portarlo all’orecchio sinistro sia un simbolo anarchico.

 

I pirati mettevano l’orecchino per “catturare la luce”. Nei luoghi con scarsa visibilità, per esempio sotto coperta, l’orecchino d’oro rifletteva la luce di una qualsiasi fonte e il pirata poteva essere localizzato. Altri dicono che lo mettevano come simbolo di riconoscimento, una specie di uniforme. Altre fonti sostengono invece che l’orecchino d’oro per i marinai aveva una valenza pratica, esso sarebbe servito a pagare le spese funerarie nel caso in cui il marinaio fosse morto lontano da casa.