Categorie
2012 Chris Brown Foto Rihanna Storia

Rihanna e Chris Brown insieme arrivano allo Staples Center in Los Angeles

Rihanna e Chris Brown arrivano inisime allo allo Staples Center in Los Angeles

Categorie
2012 Aqua Dominatore di Poteri Dominatrice di Poteri Dr Alyssa Saintcall Lingue Lingue Aliene Lucidalabbra Maestro Keyblade Maghi Me Mondi Fantastici Mondo Morte Morti che camminano Moto Occhiali da Sole Oggetti Pandora Panorama Persone Presentazione Racconto Sorella Sport Storia Streghe Tatuaggio Tempo Tv Universo

Scheda per le cose che piacciono a me , a Kratos , a Pandora ed Aqua e di mia sorella Alyssa

Adesso  per farvi capire cosa mi piace , a Kratos , a Pandora ed Aqua , sto creando uno schema .

Lo Schema è cosi :

Nome dello sport o della cosa che piace a me : Indico il nome dello sport o cosa mi piace

Come sono venuto a conoscenza dello sport o altro : Dico come sono venuto a conoscenza dello sport o altro

Amici che ho in quello sport o altro : Dico quali amici sanno fare questo sport o altro .

Categorie
2012 Dominatrice di Poteri Dr Alyssa Saintcall Foto Me Mondo Oggetti Persone Presentazione Racconto

Foto del pallone da pallacanestro di mia sorella Alyssa

Pallone da Pallacanestro NBA.

Questo è il pallone da pallacanestro di mia sorella Alyssa .

Categorie
Computer Database Foto Mondo Oggetti Panorama Presentazione Sport Storia

Foto dell’ Arena Coperta visto da Kratos e da Pandora

Categorie
Computer Database Foto Mondo Oggetti Panorama Parlare con Kratos Parlare con Pandora Presentazione Racconto Sport Storia

Spiego a Kratos e a Pandora i Tempi Supplementari

Dopo aver detto sia a Kratos sia a Pandora tutto sull’ Ala Pura , io dissi a loro – adesso vi spiego tutto sul Tempo Supplementare e Kratos disse – comincia quando vuoi . Dopo pochi minuti io dissi a loro tutto sul Tempo Supplementare – I tempi supplementari (overtime in inglese) sono un ulteriore periodo di gioco aggiunto alla partita di alcuni sport (come il basket, la pallanuoto, il calcio ecc.) nella quale i tempi regolamentari si sono chiusi in parità.

 nel calcio e nel calcio a 5: sono due della durata di 15 minuti ciascuno (di 5 minuti effettivi ciascuno nel calcio a 5). Dopo il primo si ha l’inversione dei campi di gioco senza alcuna pausa intermedia. Si giocano nelle competizioni ad eliminazione diretta in cui si debba stabilire un vincitore. Dopo i tempi supplementari, in caso di ulteriore parità, ciascuna squadra calcia una serie di 5 rigori, procedendo eventualmente ad oltranza.

 

Nel 1994 per le squadre under 21 e nel 1996 per tutte le altre squadre, è stato introdotto nei due tempi supplementari del calcio con lo scopo di renderli più “combattuti” e “divertenti” il Golden Goal che assegnava direttamente la vittoria alla squadra che faceva per prima un gol durante i due tempi, la regola però fin dall’inizio fu ritenuta eccessivamente severa e per questo nel 2002 fu introdotto anche il Silver Goal che a differenza del primo faceva proseguire uno dei due tempi anche dopo il gol. Il tentativo di rendere più “combattuti” e “divertenti” i tempi supplementari non fu però raggiunti ma anzi le squadre erano portate a non giocare bene per il timore che una delle due squadre segnasse un gol. Nel 2004 entrambe le regole sono state abolite.

 nella pallacanestro: si disputa un tempo supplementare di 5 minuti effettivi ogni qual volta le squadre terminino quello regolamentare (o il precedente supplementare) in parità. Nel caso la parità persistesse si procederebbe con un altro tempo supplementare e così via fino a che, alla fine di un tempo supplementare, una delle due squadre non si trovi in vantaggio.

 nella pallanuoto: sono due della durata di 3 minuti effettivi ciascuno e si giocano nelle competizioni ad eliminazione diretta in cui si debba comunque stabilire un vincitore. Dopo i tempi supplementari, in caso di persistente parità, ciascuna squadra tira una serie di 5 rigori, procedendo eventualmente ad oltranza.

 

La dicitura usata per indicare un risultato al termine dei tempi supplementari è dts in italiano e aet (after extra time), oppure ot (overtime), in inglese.

Categorie
Computer Database Mondo Panorama Parlare con Kratos Parlare con Pandora Presentazione Racconto Sport Storia

Spiego a Kratos e a Pandora l’ Ala Centro

Dopo aver detto sia a Kratos sia a Pandora tutto sul Tweener , io dissi a loro – adesso vi spiego tutto sull’ Ala Centro e Pandora disse – comincio quando vuoi . Dopo pochi minuti io dissi a loro tutto sull’ Ala Centro – L’ala-centro (in inglese: forward-center) è una posizione della pallacanestro per i giocatori che giocano o hanno giocato entrambi i ruoli con buone basi. Tipicamente, per ala si intende l’ala grande, dato che l’ala grande e il centro sono solitamente i ruoli di maggiore stazza in ogni squadra di pallacanestro, e spesso si sovrappongono. Solitamente, un’ala-centro è un’ala di talento che spesso gioca dei minuti come centro nelle squadre che hanno bisogno d’aiuto in quella posizione. Il centro e l’ala hanno solitamente caratteristiche differenti; comuni ad entrambi sono la capacità realizzativa, di passaggio e di catturare rimbalzi. Un’ala grande che è anche un’ala-centro è anche un forte difensore, caratteristica tipica dei pivot. Dato che un’ala-centro può non essere altissima, necessita di buona capacità di tirare dal perimetro, per compensare il divario di altezza e peso vicino a canestro.

Categorie
Computer Database Foto Mondo Panorama Parlare con Kratos Parlare con Pandora Presentazione Racconto Sport Storia

Spiego a Kratos e a Pandora il Point Foward

Dopo aver detto sia a Kratos sia a Pandora tutto sullo Swingman , io dissi a loro – adesso vi spiego tutto sul Point Foward e Kratos disse – comincia quando vuoi . Dopo pochi minuti io dissi a loro tutto sul Point Foward – Il Point forward (play-ala) è un ruolo non ufficiale della pallacanestro, più comune in NBA, che indica i giocatori che posseggono gli attributi sia di un playmaker che di un’ala. Un point forward è solitamente indicato come un’ala (piccola o grande); può portare la palla e condurre il gioco, e le sue dimensioni causano problemi di mismatch dato che ali di maggiore stazza potrebbero non voler marcare un point forward attorno al perimetro costantemente. I point forward sono solitamente i principali portatori di palla della squadra. Esempi di point forward sono LeBron James, Hidayet Türkoğlu, Paul Pierce, Lamar Odom, Stephen Jackson e Scottie Pippen, che è stato probabilmente il migliore in questo ruolo.

Categorie
Computer Database Foto Mondo Oggetti Panorama Parlare con Kratos Parlare con Pandora Presentazione Racconto Sport Storia

Spiego a Kratos e a Pandora lo Swingman

Dopo aver detto sia a Kratos sia a Pandora tutto sull’ Ala Grande e dopo avergli fatto vedere una foto su tale argomento , io dissi a loro – adesso vi spiego tutto sullo Swingman e Kratos disse – comincia quando vuoi . Dopo pochi minuti io dissi a loro tutto sullo Swingman – Lo Swingman (o guardia-ala) è un ruolo della pallacanestro che indica un giocatore in grado di coprire i ruoli di guardia tiratrice e ala piccola. Il ruolo fu “inventato” tra gli anni ’70 e gli anni ’80. Di altezza intermedia, gli swingmen usano il loro atletismo per sfruttare i mismatch difensivi: superano in corsa i giocatori più alti, e tirano sopra i giocatori più piccoli. A volte gli swingmen hanno giocato anche da ala piccola, pur mantenendo la capacità di tiro e la velocità di una guardia tiratrice. Questo tipo di giocatori causa problemi di match-up ed è molto difficile da marcare. Un esempio di Swingman può essere Kevin Durant.

Categorie
Computer Database Foto Mondo Panorama Presentazione Sport Storia

Foto dell’ Ala Grande visto da Kratos e da Pandora

Categorie
Computer Database Foto Mondo Panorama Parlare con Kratos Parlare con Pandora Presentazione Racconto Storia

Spiego a Kratos e a Pandora l’ Ala Grande

Dopo aver detto sia a Kratos sia a Pandora tutto sull’ Ala Piccola , io dissi a loro – adesso vi spiego tutto sull’ Ala Grande e Kratos disse – comincia quando vuoi . Dopo pochi minuti io dissi a loro tutto sull’ Ala Grande – L’ala grande o ala forte (in inglese power forward) è uno dei ruoli standard della pallacanestro. Viene chiamata “4″ secondo la numerazione dei ruoli del basket, o ala grande, in contrapposizione all’altra ala detta ala piccola.

 

È un ruolo molto fisico, simile a quello del centro, un ruolo nel quale può capitare anche di dover giocare se mancano giocatori più alti. L’ala forte spesso gioca spalle al canestro in attacco, mentre in difesa si posiziona sul fondo insieme proprio al centro.

 

Generalmente l’ala forte è uno dei giocatori più alti e massicci della squadra, anche se non quanto il centro. A rimbalzo deve essere aggressiva e segnare la maggior parte dei punti in post basso.

 

Negli ultimi anni il ruolo dell’ala forte è però assai cambiato rispetto al basket anni ’70/’80 ed in parte ’90: al giorno d’oggi molti “4″ sono più che altro ali piccole “sovradimensionate”, provviste spesso di un tiro da fuori quasi più micidiale di molte guardie.

 

Inoltre capita spesso che per molti minuti a partita giochino da “4″ anche ali piccole naturali, giocatori che 20 anni fa avrebbero quasi esclusivamente giocato da “3″.

 

Gli esempi più eclatanti di ali forti “moderne” viste in Italia sono giocatori come Andrea Bargnani (ora in NBA ai Toronto Raptors), Stefano Mancinelli, Roberto Gabini, Shaun Stonerook, Ansu Sesay, Sven Schultze o Jumaine Jones, solo per fare alcuni esempi; altri giocatori come Danilo Gallinari o Luigi Datome giocano solo a sprazzi da ali forti, ma spesso con ottimi risultati.

 

Tra i giocatori più famosi, andando al di là dell’oceano, esempi di ala forte sono Karl Malone, Kevin McHale, Charles Barkley e Dennis Rodman. Tra i giocatori in attività i più rappresentativi per il ruolo sono Dirk Nowitzki, Rasheed Wallace, Kevin Garnett, Elton Brand, Chris Bosh e lo spagnolo Pau Gasol oltre al caraibico Tim Duncan; ma come in Italia, alcuni di questi giocatori giocano spesso se non quasi esclusivamente da centro (ad esempio Gasol, Duncan e Wallace).

 

Naturalmente il “cambio di ruolo” dipende molto dall’allenatore e dal suo stile di gioco.