Categorie
Cinema Film Mondo Mondo del Cinema Notizie Notizie dal Mondo

Anchorman 2: nuovi trailer e promo per il sequel-comedy con Will Ferrell

Paramount ha reso disponibili due nuovi trailer e alcuni promo per Anchorman 2: The Legend Continues. Il mitico team di Channel 4 News composto da Ron (Will Ferrell), Brian (Paul Rudd), Champ (David Kochner) e Brick (Steve Carell) si è trasferito in quel di New York per lavorare alla GNN, una rete che trasmette news 24 ore su 24 e dove la competizione è pane quotidiano.

La Paramount per questo sequel ha messo su un battage pubblicitario di altissimo profilo, oltre all’autobiografia di Ron Burgundy “Let Me off at the Top!: My Classy Life and Other Musings” in arrivo a novembre e già in pre-ordine su Amazon, sarà allestita una mostra presso il Newseumdi Washington, sono stati realizzati spot per la Dodge Durango e creato un nuovo gusto di gelato, il Ben & Jerry.

Il cast di questo sequel include anche Kristen Wiig, James Marsden, Dylan Baker, Greg Kinnear e Harrison Ford.

Trailer davvero spassosi e all’altezza per il ritorno di Will Ferrell nei panni del leggendario Ron Burgundy, il primo Anchorman è in cima alla lista dei nostri cult demenziali preferiti (non c’è ne vogliano i fan di Jim Carrey e di “Scemo & più scemo”, ma qui siamo su un altro livello).

Quello che speriamo è che questo sequel fruisca di un trattamento  migliore di quello avuto dall’originale, letteralmente snobbato dalla distribuzione italiana che ha optato per un’uscita direttamente in home-video, a nostro avviso oltremodo inadeguata.

 

Categorie
Cinema Film Mondo Mondo del Cinema Notizie Notizie dal Mondo

World War Z 2: Brad Pitt apre al sequel

Sembrava dovesse essere uno dei flop ‘certi’ dell’estate, e invece si è tramutato in un clamoroso ed impensabile successo. World War Z di Marc Foster ha infatti incassato la bellezza di 536,344,000 euro, dopo esserne costati poco meno di 200. Un’enormità, a causa di problemi produttivi, scene rigirate, post-produzione infinita e a quanto pare non pochi ‘litigi’ con il regista, ma Brad Pitt, suo protagonista nonché produttore, ci aveva visto giusto.

Perché il titolo Paramount, inizialmente pensato come una trilogia, potrà continuare a vivere, sfornando almeno un sequel. Intercettato al Festival di Toronto da Variety, il divo ha sottolineato che…

“Stiamo certamente parlando di questo, è vero. Abbiamo tante idee sul tavolo da quando abbiamo iniziare a sviluppare questa cosa, cercando di capire come lavorare su un mondo di zombie. Abbiamo così tante idee e tante informazioni, pensiamo di avere davvero un sacco di roba. Stiamo facendo del nostro meglio e vedremo cosa tireremo fuori da tutto questo”.

Tralasciando tempistiche, annunci più o meno ufficiali, casting e cabina di regia, che al 99% cambierà, World War Z 2 si farà. Questo è poco ma sicuro. La speranza, a detta di uno che non ha particolarmente amato il primo capitolo, è che Pitt si ricordi del genere che andrà nuovamente a trattare, puntando con serenità a quel R-Rated in questo caso volutamente evitato, tanto da non mostrare una goccia di sangue nell’arco dell’intera opera. Meno demenzialità e più ‘horror’, anche per ‘rispetto’ nei confronti dei ‘povero zombie’, sarebbe cosa gradita.

 

Categorie
2013 2014 2015 Cinema Film Mondo Mondo del Cinema Notizie Notizie dal Mondo Star Wars

Paramount pianifica due Paranormal Activity per il 2014, smentito dalla Pixar film di Star Wars in CG

I due film in uscita saranno Paranormal Activity: The Marked Ones, lo spin-off latino-americano del regista Christopher Landon (uscita fissata al 3 gennaio 2014) e Paranormal Activity 5 che debutterà il 24 ottobre 2014.

Nessun dettaglio su storia, membri del cast o registi confermati per Paranormal Activity 5, ma Jason Blum e Oren Peli sono di nuovo a bordo in veste di produttori. Il sequel uscirà in concomitanza con l’action-thriller della Sony Pictures a The Kitchen Sink.

John Lasseter presidente di Pixar e Walt Disney Animation Studios in occasione del D23, la prestigiosa expo della Disney (9-11 agosto), ha smentito che ci siano piani per un lungometraggio d’animazione in CG targato Pixar dedicato alla saga di Star Wars.

Sembra che Gary Rydstrom (Toy Story: Hawaiian Vacation) sia collegato ad un nuovo film d’animazione per la Lucasfilm, ma non ci sono conferme ufficiali se Rydstrom lavorerà su un progetto collegato alla saga.

John Lasseter a proposito delle voci su uno Star Wars targato Pixar:

Questo [film] rimane sotto la guida di Lucasfilm. [C’è potenziale per un film di Star Wars Pixar?] Non propriamente, se non che la Pixar ha sempre usato lo Skywalker Sound per tutte le nostre produzioni. Sono i migliori e siamo amici, quindi proseguiamo la nostra collaborazione con loro, così come con gli [effetti speciali della Industrial Light and Magic], ma oltre ad essere amici non abbiamo mai avuto bisogno di fare qualcosa con loro. Ma siamo anche enormi fan di Star Wars così siamo tutti molto eccitati, come tutti in tutto il mondo, per i nuovi film di Star Wars, ma non so nulla di diverso che vada oltre l’essere un fan.

Ricordiamo che Star Wars: Episodio 7 arriverà nelle sale nel 2015 diretto da JJ Abrams interpretato da Harrison Ford, Mark Hamill, Carrie Fisher, Billy Dee Williams ed Anthony Daniels

 

Categorie
2013 2014 Cinema Film Mondo Mondo del Cinema Notizie Notizie dal Mondo

Voyage Of Time: i produttori denunciano Terrence Malick per non aver rispettato gli accordi

Erano gli anni 70 quando Terrence Malick pensava ad un film intitolato Q, che doveva essere basato sul cosmo e sulla creazione dell’universo. La Paramount aveva finanziato il progetto, tutto sembrava indirizzato verso le riprese, poi non se n’è fatto più nulla. Alcune idee sono poi state rielaborate dal regista in The Tree of Life.

Ovviamente Voyage Of Time sembra una costola di quel progetto, la cui gestazione inizia una quarantina d’anni fa. Si tratta di un misterioso documentario che esplora la creazione dell’universo e della vita, con due voci narranti di Brad Pitt ed Emma Thompson. Del film si sapeva poco o nulla: fino ad oggi, in cui è successo l’inverosimile.

Si è sempre parlato dei lunghissimi tempi che Malick si prende in fase di post-produzione per montare e limare i suoi prodotti. Questo anche nell’ultimo periodo, in cui si sta dedicando ad almeno tre film contemporaneamente. Fa quindi sorridere che alcuni produttori lo abbiano denunciato proprio perché ci sta mettendo troppo tempo a fare una pellicola…

La compagnia di produzione inglese Seven Seas ha denunciato Malick e la sua casa di produzione (la Sycamore Pictures) per non aver portato a termine Voyage Of Time nei tempi pattuiti e per “aver dedicato le sue energie ad altri quattro film negli ultimi cinque anni”. Parliamo di The Tree of LifeTo the WonderKnight of Cups e l’ex-Lawless. Avendo investito 3.3 milioni di dollari (su un totale di 12 milioni), la Seven Seas è convinta che quei soldi siano finiti dritti dritti nel budget di questi quattro film. Wow.

Dan K. Webb, tra gli avvocati della Seven Seas, ha dichiarato che Malick doveva creare tre versioni dell’opera (ecco perché Ryan Gosling diceva che Malick stava preparando cinque film e non tre!). Si conferma l’idea che tutti avevano di Voyage Of Time, ovvero che fosse qualcosa molto più complessa di un semplice film: si tratta infatti di un progetto che comprende due pellicole IMAX da 45 minuti e un lungometraggio della durata di 90-150 minuti.

Indiewire scrive pure che Mike Fink, supervisore degli effetti speciali di The Tree Of Life, sarebbe uscito dalla lavorazione dei tre film perché, in fondo, questi tre film non esistevano proprio. Eppure le pellicole dovevano essere pronte l’1 maggio 2013! Webb aggiunge che la Seven Seas ha terminato il contratto con Malick e la Sycamore il 15 febbraio, quando “era ormai chiaro che nei film c’era stato poco progresso, le scadenze non erano state rispettate, e le giustificazioni della Sycamore non erano chiare”.

Questa è invece la risposta degli avvocato di Terrence Malick:

Il film era giusto nel budget, nei tempi, tutti i finzanziamenti sono stati utilizzati nel modo giusto.

La cosa più curiosa? Il 2 maggio 2013, ovvero un giorno dopo la presunta data in cui i tre film diVoyage of Time dovevano essere pronti secondo Webb, Billy Weber, uno dei montatori di Malick, dichiarava:

Si suppone che Voyage of Time debba uscire, penso, nel 2014. Tutto è pronto, ha una distribuzione. Si tratta di un grande film in IMAX, penso che abbia una data d’uscita e tutto quanto. Il film si concentra sui primi segni della vita, i batteri, le prime cellule, i primi amori, la coscienza, l’ascesa dell’umanità, e poi la vita e la morte e la fine dell’universo.

C’è decisamente un bel po’ di confusione…

 

Categorie
2013 Cinema Film Mondo Mondo del Cinema Notizie Notizie dal Mondo

World War Z, sequel confermato dalla Paramount

World War Z è uscito nelle sale americane questo week-end (da noi arriverà ai cinema questo giovedì) e i risultati al box-office sono stati decisamente sorprendenti: lo zombie-movie ispirato all’omonimo romanzo di Max Brooks e con protagonista assoluto la star Brad Pitt (QUI trovate la nostra recensione in anteprima) ha infatti incassato 66 milioni di dollari in patria e quasi 112 milioni nel mondo (ottimi i risultati di Corea, 10 milioni, e Regno Unito, oltre 7 milioni).

World War Z è stato il miglior esordio della carriera di Brad Pitt (superato Mrs & Mr Smith, anche se non in numero di biglietti a causa di inflazione e 3D), nonché il miglior esordio di sempre per uno zombie-movie. Se poi si tiene conto che la pellicola è costata ben 190 milioni di dollari (anche a causa degli imponenti reshot della scorsa primavera), quello di World War Z sta diventando un bel successo.

Dati i numeri, il sequel, già nell’aria, è ora ancora più che confermato. E infatti, come si su THR, forte  degli incassi e anche dell’opinione favorevole della critica, la Paromount ha deciso di «procedere attivamente allo sviluppo di un secondo capitolo». Il regista Marc Forster si è espresso favorevolmente all’idea di tornare dietro la macchina da presa così come Brad Pitt è ben disponibile a rivestire i panni del protagonista. E naturalmente c’è chi già ipotizza una trilogia… Vi terremo aggiornati.

 

Categorie
2013 Cinema Film Foto Mondi Fantastici Mondo Notizie Notizie dal Mondo

Interstellar potrebbe avere una nuova star: Christopher Nolan vuole Jessica Chastain

L’ultima fatica di Christopher NolanInterstellar, promette di avere un cast (perdonateci il gioco di parole) davvero stellare: potrebbe infatti salire a bordo anche Jessica Chastain. Come rivelato da Mike Fleming Jr. di Deadline, l’attrice di Operazione Zero Dark Thirty (film che le è valso un Golden Globe comeMiglior attrice in un film drammatico e una nomination agli Oscar come Miglior attrice protagonista) sarebbe in trattative per una parte rilevante nel nuovo sci-fi del regista di Il Cavaliere Oscuro. Se tutto andasse a buon fine, la bella Jessica (tra le favorite ad interpretare Jane nel prossimo adattamento diTarzan) affiancherebbe Anne Hathaway e Matthew McConaugheygià confermati nel ruolo di protagonisti.
Interstellar, co-prodotto da Paramount e Warner Bros., prende spunto dalle teorie scientifiche di Kip Thorne, esperto di relatività, che ha affermato l’esistenza di condotti spazio temporali (nel linguaggio tecnicowormholes) in grado di consentire lo spostamento in altre dimensioni. La trama, sviluppata da Jonah Nolan (fratello del regista), è incentrata su un gruppo di esploratori galattici che viaggia nel tempo e ai confini più remoti della conoscenza umana.

 

Categorie
2013 Cinema Film Foto Mondi Fantastici Mondo Notizie Notizie dal Mondo Storia

Robert De Niro e Shia LaBeouf saranno padre e figlio per il thriller Spy’s Kid

Da quel che riporta Heat VisionRobert De Niro e Shia LaBeouf potrebbero dividere presto il grande schermo e vestire i panni di padre e figlio in un thriller spionistico “old fashioned”, come lo descriveCollider. La pellicola in questione è intitolata Spy’s Kid e la Paramount che produce la descrive come una storia in stile Prova a prendermi ambientata nel mondo delle indagini segrete ispirandosi liberamente a una serie di articoli pubblicati da Bryan Denson su The Oregonian. Articoli che racconterebbero la storia vera di un veterano della CIA che avrebbe poi assoldato il figlio per continuare il suo lavoro quando lui finisce dietro le sbarre con l’accusa di passare informazioni riversate ai Russi.

Alla regia potrebbe essere chiamato D.J. Caruso (ultima sua prova: Sono il numero quattro) che tra l’altro ha già diretto LaBeouf in Disturbia e Eagle Eye. Deve ancora esser trovato uno sceneggiatore; vi terremo aggiornati sull’evoluzione del progetto.