Categorie
2005 2006 2017 Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Erin Miller Jennifer Avery Vittoria Rossetti

Erin Miller ci racconta della sua nuova vita

Erin Miller seduta dentro uno dei tavoli del bar e li con e senza nessuna fretta inizio a bere la sua coca cola. Dopo tutto quel parlare aveva sete e un pò di spazio visto che lo potevo vedere dai suoi occhi che parlare del suo passato era molto doloso e non le piaceva per niente. Ma nella sua mente c’ e un solo unico pensiero ” Voglio giustizia per la Principessa Vittoria Rosetti che per me è stata una madre e un amica” . Una volta bevuta un pò di coca – cola lei decise di continuare il suo lungo racconto – una volta entrati lei mi ha cambiata dalla testa ai piedi. Nel senso che lei mi ha dato un nuovo taglio di capelli e lo porto ancora adesso per ricordarla nonostante lei sia morta per salvare la mia vita. Poi mi ha dato un bellissimo vestito blu che ho dentro il mio mono-spalla che è conversato in un posto segreto per fare in modo che se un giorno io voglio tornare nella Reggia Rosetti e tornare a essere degna di loro posso esserlo visto che adesso non merito di stare con loro visto che ho mentito a tutti loro. Le parole di Erin Miller mi facevano capire che lei ha fatto qualcosa che nessuno deve sapere, qualcosa di grosso e qualcosa di tanto potente ma non capivo ancora cosa. Per farlo dovevo sentire tutto il suo racconto e poi facendo un viaggio nel tempo e nello spazio dentro la vita di Erin Miller per lo più nella prima parte dell’ inizio del suo viaggio senza Vittoria Rossetti. Quando siamo andati dentro la Villa, ci siamo imbattuti in questa bellissima donna con i capelli gialli e con un lungo vestito verde e inizio a guardare noi due e venne verso Vittoria – chi è la dolce signorina che hai qui accanto a te ?. Vittoria si avvicino con passo lento e calmo a sua zia Paola per dirgli a bassa voce questa informazioni molto personale – lei è mia figlia Erin Miller. Dopo spiego a te e alla nostra famiglia di questo dettaglio, ma non l’ ho detto perchè ha il mio stesso potere e non sapevo come avreste reagito ad avere due persone con lo stesso potere. Paola si avvicino a me e mi diede un bacio sulla fronte e poi mi abbraccio – benvenuta nella famiglia Erin. Una volta arrivati dentro la stanza di Vittoria, li ci mettemmo d’ accordo sulla storia da dire e cosi io dai 9 ai 14 anni io potei essere considerata da tutti come la Principessa Erin Miller Rosetti. Dai 9 ai 14 la mia vita fu fantastica visto che li imparai molte cose come giocare a cricket,cavalcare cavalli e io gli davo pure da mangiare e poi quando ebbi compiuto 12 anni io diedi una mano a mia madre Vittoria a curare il suo grande Parco. Vedevo quel posto cosi grande e che le guardie andavano e venivano da ogni parte della città e cosi il 19 Novembre del 2005 io decisi di parlare con  Vittoria per creare un piano. Durante le nostre passeggiate in città noi potevamo vedere persone che avevano poteri ma non sapevano come usarli e cosi li sulla nostra auto mi venne di dirle una cosa. Io sempre con quel bellissimo vestito blu e lei con un bellissimo vestito rosso, la guardai negli occhi e le dissi senza alcun indugio. Li ci eravamo solo noi due e nessun ‘ altro della famiglia reale – che ne dici se noi usiamo il Parco della Vittoria per dare alle persone con i poteri un posto dove loro possono usare i loro poteri senza essere visti come dei mostri e cosi loro possono far vedere alle persone di Orion City che questi poteri possono essere usati sia per il bene e non solo per fare cose oscure e crudeli . Vittoria non la ritenne una cattiva idea – e come faccio a convocare queste persone ? . Io presi un foglio di carta che tenevo nascosto dentro il mio mono-spalla e lo feci vedere a Vittoria. Vittoria lo prese e vide che avevo guardato bene che giro fanno le sue guardie – quindi dici che io posso usare le mie guardie per portare queste persone con i poteri qui. Dici a queste guardie di dare loro degli inviti ufficiali cosi anche se vengono fermate o vengono visti come diversi, loro gli fanno vedere questo invito e loro possono arrivare qui senza alcun problema. Chi non ci può arrivare gli mettiamo dentro una mappa e cosi può arrivare qui senza alcun problema. Vittoria ritenne il mio piano ottimo e decise di farlo verso l’ inizio di dicembre cosi le persone con i poteri potevano avere una scusa per la loro scomparsa. Prima di andare in avanti fermai Erin Miller – lo devo ammettere hai creato un ottimo piano, ti sei integrata bene dentro una famiglia ricca e hai dato una mano alle persone con i poteri. Ora se vuoi che io ti aiuti a rendere giustizia a tua madre Vittoria Rosetti devi palarmi di quello che è successo dal 1 Dicembre del 2005 fino al 31 Gennaio del 2006 e cosi capirò tutto e poi da li posso far partire la mia indagine. Tu invece per tutto il tempo starai con Jennifer Avery e non mi segui per nessun motivo. Erin Miller invece di dire si, mi guardo in modo molto storto – perchè non ti posso seguire nella tua indagine?. Io decisi di andare dritto al sodo – c’ e qualcosa che tu non mi stai dicendo. Qualcosa che hai fatto dopo che hai perso Vittoria Rossetti, non me ne vuoi parlare perchè hai paura che io posso cambiare idea su di te. Erin Miller si agito e il suo cuore inizio a battere un pò più forte del normale. Già parlare del suo passato l’ aveva agitata ma quando avevo capito che lei aveva un segreto le aveva fatto battere il suo cuore in modo molto veloce.

Categorie
Ada Knight Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Foto Osservatori Ottobre

Soul Calibur Lost Swords

Ero andato con Ada nell’ universo di Soul Calibur Lost Words visto che Ottobre mi aveva detto nel Parco Vittoria dentro Bright Falls – Oggi nell’ universo di Soul Calibur Lost Swords sta per arrivare un nuovo guerriero . Per il momento non so molto su di lui , ma so che il suo nome si chiama Patroklos . Andai nel T.A.R.D.I.S con Ada e prima di andare le dissi quello che Ottobre mi aveva detto . Una volta arrivati cercammo di vedere subito dove era questo nuovo guerriero . Non era nemmeno arrivato e già stava facendo un duello . Ci eravamo messi in un posto dove si poteva vedere il suo sguardo . Non era quello di una persona buona , ma una persona cattiva e che era pronta a uccidere il suo nemico . Ha una spada e uno scudo di colore rosso come il fuoco ma anche come il sangue e forse ce li ha di quel colore perchè vuole vedere tanto sangue colare sul suo scudo e sulla sua spada .

Categorie
Ada Knight Daniel Saintcall Kratos Mondo Pandora Spazio Tempo

Pandora cerca di capire perché vuole diventare Agente della Polizia Internazionale del Tempo , Dello Spazio e Dei Mondi

Pandora aveva deciso lei di diventarlo , non glielo avevo obbligato o l’ avevo spinta io . Era stata lei a voler fare questa cosa , prima di voler fare il colloquio voleva capire perché voleva farlo , questa era una domanda che riguardava solo Pandora e noi l’ unica cosa che potevamo fare era aiutarla a capire perché voleva farlo . Io avevo detto a Pandora , alcune domande che Ada Knight le avrebbe fatto durate il colloquio di lavoro . Per farvi un esempio , Ada Knight le avrebbe chiesto il suo nome e cognome , dove è nata , la sua data di nascita , poi Ada le avrebbe chiesto la cosa più difficile , cioè la domanda che doveva provenire da lei stessa e non da me o da Kratos . Pandora doveva capire da sola , la razza aliena a cui lei appartiene e perché voleva diventare una Poliziotta della Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi . Era davvero sotto-pressione , cosi decise di uscire di casa per farsi una bella camminata cosi nel vedere cosa succede a Bright Falls , lei avrebbe capito perché lei vuole farlo . Inizio a camminare e andò nelle varie strade e vide le persone che erano felici e contenti , proprio mentre stava camminando per le strade vide un ragazzo di 16 anni che rubò la borsa a una persona anziana . Pandora inizio a rincorre il ragazzo e dopo molto correre , lei lo prese e riporto la borsa alla signora anziana . Lei ringrazio Pandora e poi lei continuo a viaggiare , alla fine raggiunse il Parco Vittoria , un luogo davvero molto bello e dove una possa stare tranquillo a pensare . Pandora si mise seduta su una della varie panchine e scelse quella sotto un albero che faceva ombra sia a Pandora sia alla panca . Quando Pandora era nel vaso di Pandora , aveva subito un sacco di torti , li dentro era una prigione buia e dove li poteva sentire solo il dolore . Pandora avrebbe fatto di tutto per non tornarci li dentro , in quel buco pieno di oscurità e pieno di demoni assetati di sangue e morte . Li per tutto il tempo era stata coraggiosa e anche quando usci dal vaso divenne molto più coraggiosa quando era li dentro . Anche quando Zeus l’ aveva rinchiusa dentro la sua gabbia , lei aveva trovato il coraggio grazie a Kratos , anche se li c’ era Kratos lei voleva fare da sola , voleva trovare da sola la risposta giusta perché voleva nella Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi . Poi Pandora ci arrivò da sola , in tutto il tempo in cui aveva passato al parco , aveva pensato al suo passato brutto e terribile e alla fine capì che lei voleva diventare Poliziotta della Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi perché voleva impedire alle persone malvagie di fare del male agli altri come avevano fatto a lei non solo nel suo vaso , ma anche prima di entrarci . Pandora prima non aveva nessuna speranza contro il male , ma grazie alle parole di Kratos dalle quali lei ha trovato il coraggio di affrontare tutte le paure , lei poteva fare tutto e affrontare tutto anche le prove più difficili . Pandora aveva scelto tale lavoro per un motivo , perché lei con quel lavoro poteva vedere il male , affrontarlo e sbatterlo dentro le gabbie per fare in modo che persone terribili non potessero fare del male ad altri . Pandora era affamata , ore a pensare e non mangiare nulla non è proprio buono , meno male che in quel momento c’ e un venditore di hotdog . Pandora sul suo hotdog ci mise senape e se lo mangio con calma e poi con l’ un euro che aveva nella tasca sinistra dei pantaloni neri pagò hotdog pieno di senape e poi torno a casa pronta ad affrontare il colloquio . Non ci volle molto per Pandora per tornare a casa visto che Parco Vittoria , era proprio vicino a casa mia , non proprio vicino ma ci voleva davvero poco ad arrivarci . In quel luogo io ci sono stato ed è un luogo davvero molto bello , un bel luogo per stare calmi e tranquilli e divertirsi , inoltre li c’ erano gli uccellini e tanti alberi . Pandora quando torno a casa davvero molto felice , in quell’ occasione non ci fu bisogno di dire niente , lo sguardo che aveva Pandora diceva tutto , cioè che lei aveva trovato la risposta alla domanda che gli farà Ada Knight . Per far diventare Pandora un agente della Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi era la carta di identità e il suo curriculum vite dove diceva tutta la storia . Visto che non era la polizia normale m, lei in questa tipo di polizia poteva dire tutta la sua storia senza tralasciare niente , se l’ avesse fatto non sarebbe stata entrata .