Categorie
Angela Ferrante Claire Petrelli Federica Jane Powell Xana Powell

Jane Powell prova a seminare Claire Petrelli

 

Claire grazie al localizzatore GPS messo nell’ auto dell’ agente Federica potevano seguire tutti i suoi movimenti . Anche se Claire aveva detto a Federica di restare al Dipartimento e di allenarsi un bel po’ e solo quando era convinta di essere forte poteva venire con se . Ma quando le disse del GPS che aveva messo nell’ auto si era ricreduta . Claire aveva pensato che Federica che era una tipa ingenua che non sapeva fare molto e invece con quella mossa gli aveva dato un vantaggio su Jane . Jane aveva un vantaggio su di loro visto che poteva usare la sua grande pazzia per fare cose che nessuna persona sana di mente verrebbe in mente di fare . Nessuna persona si sarebbe andata a gettare contro un altra auto per far finire l’ inseguimento che era in corso . Jane invece fece quella pazzia e cosi pensava di seminare Claire ma invece quella mossa la fece sono venire di più la voglia di catturare il suo nemico . Federica si mise la cintura visto che si giro e vide gli occhi di Claire che erano quelli di una persona determinata a prendere Jane anche se doveva fare la pazza . Jane stava correndo sempre di più e prendeva le curve alla larga e andava davvero molto bene e Claire le prendeva molto bene . Federica stava avendo paura ma non lo fece vedere visto che doveva essere una tipa dura e aveva letto che i tipi duri non mostravano le proprie emozioni quando stanno per fare qualcosa di molto folle . Jane vedeva che il suo nemico che era dietro era in gamba e cosi decise di fare una cosa che poteva essere quello di una vera e autentica pazza e sarebbe si andò a buttare mentre c’ era il semaforo rosso e dopo qualche minuto che era passata lei , scatto il semaforo verde . Claire adesso doveva aspettare che poteva passare . Federica decise di usare il suo potere e parlo con le macchine e fece scattare il verde . Anche se era giusto farlo però era l’unico modo per non perdere Jane che era lontano da loro . Jane stava cercando in tutti i modi di tornare indietro e cercare di capire dove abitavano Bethany e Derrick Ferrante . Jane non voleva andare li per scusarci per aver cercato di rapire Angela Ferrante . Jane Powell voleva andare li per ucciderli e cosi prendere Angela . Voleva portarla a casa sua e condizionarla per farle dire in ogni occasione che lei era Xana Powell e per colpa dell’ incidente si era dovuta fare una plastica facciale e aveva cambiato aspetto e proprio per questo che nessuno la riconosce . Jane non ci riusciva a superarla e nemmeno ad avvicinarsi alla macchina presa da Jane . Jane anche se era pazza per te , lei era sana e stava cercando di fare tutto il possibile per riprendersi sua figlia che era stata rapita e adesso doveva essere salvata . Jane decise di andare verso il porto di New York visto che voleva provare a fare un altra mossa da pazza . Jane voleva attirare Claire li e poi mettersi in macchina e farle buttare la macchina dentro l’ acqua e visto che doveva fermarsi per colpa della troppa accelerazione loro due morivano . Claire pensava di aver perso Jane ma dopo pochi minuti la ritrovo e tutte e due scattarono . Jane stava puntando verso la fine del porto e Claire la segui visto che pensava che avrebbe sterzato per non finire dentro l’ acqua e cosi non rivedere più sua figlia . Claire vedeva che era vicino alla fine del porto e vide che non si stava fermando . Claire allora decise di correre il rischio e di provare a fermare la sua auto e in quel momento Jane fermo la sua auto e Claire aveva accelerato troppo e non riusciva più a fermare la sua auto . Federica entro in azione con il suo potere e fermo l’ auto prima che potesse finire dentro l’ acqua e morire congelati e li dentro . Claire non capì come mai aveva fatto quel gesto e poi la vide andare via da li con la sua auto . Ma prima di andare – adesso mi vado a riprendere mia figlia . Se provate a fermarmi morirete per colpa della mia pazzia . Jane credeva di aver già vinto ma Claire prese la sua pistola e sparò alle gomme dell’ auto – adesso come pensi di andare senza nessuna auto . Federica stava mettendo fuori uso tutte le altre auto con il suo potere . Li nel porto Claire e Jane si scontravano e nessuna sapeva chi poteva vincere .

 

Categorie
Anna Conte Aurora Neri Daniela Ferrari Francesco Rossi Universing Universo

Anna Conte dice a Roberta di proteggere Francesco e di darle alcune prove

 

Anna fu accompagnata da Roberta vicino alla sua scrivania . Anna la guardava negli occhi – mi dispiace . Non volevo rubarti il telefonino , però l’ ho visto cosi bello e ne volevo uno uguale . Roberta capì e decise di non arrabbiarsi con Anna visto che adesso il suo compito era proteggerla da Daniela . Daniela non sapeva dell’ Universing e questo era un grande vantaggio per loro e fino a quando erano li potevano essere al sicuro . Anna sapeva che molte persone non solo adesso ma anche nel futuro potevano soffrire e cosi quando si stava allenando con Roberta pensava a un modo per fermare le future azioni di questa pazza omicida nota come Daniela Ferrari . Anna aveva delle prove e aveva quelle prove e diceva a Daniela che ha scoperto che è stata lei e ha registrato questa cosa , non poteva fare più del male a nessuno . Anna ci aveva pensato e pensato e alla fine aveva trovato la cosa giusta da fare e sarebbe dare delle prove a Francesco . Anna sapeva che Francesco non correva nessun pericolo visto che Daniela vuole solo lui e nessun altro . Anna sapeva che fare quella mossa era pericolosa e decise di dirlo a Roberta – senti ho trovato un idea per fermare Daniela , ma può essere pericolosa non solo per me ma anche per Francesco . Roberta aveva capito cosa voleva fare Anna – no , non lo puoi fare . No tu sei una giovane ragazzina e non ti faccio fare un piano folle come quello che ti è venuto in mente . Anna si alzo dalla sedia e inizio a vedere Roberta nei suoi occhi – senti lo so che può sembrare folle questa mia idea , ma è l’ unico modo per fermare Daniela . Anche se viene rinchiusa dentro la vostra cella , lei non ha bisogno di un telefono lo può fare anche senza . Quindi se le persone devono restare vive e vegete e meglio se rimane dentro la New York University . Lo so che può sembrare una grande follia ma lei può uccidere anche a distanza e poi visto che non avete nessuna prova dei suoi prossimi omicidi la dovrete rilasciare . Lo so che non sono un agente di polizia , ma per favore fa come ti dico oppure tutto andrà male . Roberta decise di ascoltare quello che aveva da dire la sua amica – ti ascolto . Ma se trovo il tuo piano troppo folle non te lo lascio fare , ti faccio rimanere qui dentro e non ti muovo fino a quando non lo dico io . Anna vide che Roberta era seria , si mise a sedere sulla sedia vicino alla scrivania di Roberta – ora ti spiego cosa voglio fare . Tu mi dai alcune prove che hai su Daniela e io le do a Francesco Rossi . Cosi se noi vediamo che Daniela sta per fare qualcosa di male contro una di queste ragazze la possiamo fermare visto che abbiamo delle prove . Poi tu devi proteggere Francesco se io posso morire durante lo scontro contro Daniela Ferrari . Lei per uccidermi farà di tutto e cosi se io muoia durante lo scontro contro Daniela , voi due insieme e uniti potete mettere dentro Daniela oppure fermare le sue future azioni . Roberta non credeva alle sue orecchie – ti devo lasciar morire per dare un futuro a Francesco , perché ? . Lo sguardo di Roberta era curioso di sapere perché di questo piano cosi pericoloso – non glielo mai detto , ma io lo amo . Ma adesso c’ e Aurora nel suo cuore , ha trovato il vero amore . Ma non lo sa che lo amo con tutto il mio cuore .Ho paura a dirglielo e non lo deve sapere . Lui deve sapere che io mi faccio da parte per dare non solo a lui ma anche ad Aurora un futuro roseo . Se lo merita visto che lei è innamorata di Francesco e stanno bene insieme . Io sto facendo da parte il mio amore per lui , per dargli una vita e cosi può essere felice con qualcuno . Roberta decise di farlo ma a una condizione di aiutarla a vivere – lo farò , ma tu devi restare viva . Credo che se tu muoia Francesco cadrà in una oscurità visto che tu sei una sua grande amica . Anna accetto ma dietro la sua schiena aveva incrociato le mani per sapeva che non avrebbe mantenuto quella promessa .

 

Categorie
Daniela Ferrari Foto New York New York University Telefonini

Aspetto del Telefonino di Daniela Ferrari

Quando hai il potere di parlare con le macchine puoi fare di tutto . Quando hai quel potere che è dentro di te , nel tuo corpo e anche nella tua mente puoi fare di tutto . Puoi trasformare il tuo telefonino in una cosa incredibile . Daniela si lascio condizionare da quel potere e riusci a trovare tutti i pezzi e tutti gli attrezzi necessari per dare vita al suo nuovo telefonino . Fu grazie a questo nuovo telefonino che Daniela usava il potere di parlare con le macchine per distruggere i computer o per chiudere la saracinesca della piscina dove era affogata Chiara Sergi . Nessuno aveva il telefonino che aveva Daniela e lei non lo avrebbe detto cosi facilmente dove lo aveva preso visto che era un suo segreto e non lo voleva dire a nessuno nemmeno alla sua migliore Dana . Nessuno lo seppe mai e nessuna poteva usarlo visto che grazie a quel potere aveva fatto in modo che si potesse aprire solo con le sue impronte digitali .

96694140849066

Categorie
Ada Knight Aqua Bright Falls Daniel Saintcall Foto Kratos Pandora Spazioporto di Bright Falls

Aspetto di Lady Yuna

Lady Yuna non è una persona che viene dalla Terra o da qualche nazione straniera come il Giappone visto il nome . Ma lei proviene dal meraviglioso mondo noto come Spira e grazie a un portale interdimensionale e arrivata qui sulla Terra . Grazie alla navicella guidata da Fratello e Compagno che una volta visto il portale cercarono in tutti i modi di non entrare ma furono risucchiati li dentro e si trovano a Bright Falls . Stavano per precipitare e alla fine sono intervenuto io e pure Ada e siamo riusciti a far atterrare la nave spaziale allo spazioporto di  Bright Falls .

cover_l

Per farli atterrare li abbiamo dovuto usare il potere della telecinesi e in due ci siamo riusciti e io ho dovuto usare due poteri visto che ho dovuto sgombrare lo spazioporto visto che era pieno di aerei e li ho dovuti tenere il più in alto in volo e cosi far atterrare la nave spaziale insieme ad Ada e poi arrivarono ad aiutarmi pure Kratos , Pandora e Acqua che vedevano che io ero la e decisero di aiutarmi nel controllare che tutto andasse bene e che non ci fosse nessun ferito nè sullo spazioporto e sia dentro la nave .

Categorie
Amelia Strong Felicia Griffiths Parlare con le Macchine Tecnopate Willard

Felicia Griffiths

Felicia Griffiths aveva due poteri che per chi ama la tecnologia tutti quanti vorrebbero avere cioè il potere di parlare con le macchine e il potere di essere una tecnopate . Questi due poteri erano davvero molto utili visto che grazie a Felicia le molte cose tecnologiche a Londra che spesso si rompono lei le riparava . Per queste sue doti nessuno la chiamava mostro o gli diceva di tornare a casa visto che grazie a lei ogni cosa che non funzionava tornava in vita e alcune cose con le sue mani delicate ma piene di magia poteva rendere quell’oggetto migliore di come era prima e per questa era stimata da tutti quanti tranne le persone che distruggevano tale oggetti . Spesso bisogno guardarsi le spalle perché il nemico viene da dietro e per Felicia questo colpi molto forte e dritto al cuore visto che secondo loro se vuoi far soffrire una persona la devi colpire al cuore . Felicia stava tornando a casa dopo che aveva aiutato una dolce ragazzina ad aggiustare il suo telefonino e quando torno gli venne un colpo che la fece quasi svenire di colpo . Felicia vide casa sua tutta bruciata e li c’ era la signora Black che quando vide entrare Felicia la cerco di fermare visto che voleva entrare dentro la sua casa che non c’ era più niente da salvare e nemmeno i suoi genitori e la sua dolce sorellina . Erano morti tutti quanti e tutti decisero che per lei era arrivata il momento di andarsene da li e lo stavano facendo per salvare la sua vita . Ma lei non fece niente del genere visto che andò in un negozio e prese una cosa per cambiare il colore dei suoi capelli visto che lei ce li aveva neri e adesso grazie a quelle tiene li fece tra il rosa e il nero e poi se cerco un posto in cui nessuno poteva trovarla voleva fargliela pagare a quelle persone . Avevano distrutto la sua vita visto che grazie ai soldi della sua famiglia che oramai era perduta poteva aprire un negozio per riparare le cose elettrice ma adesso non lo poteva fare più visto che nella sua mente c’era un solo pensiero vendetta . La vendetta è una cosa molto brutta ti dilania l’ anima dall’ interno e alla fine una volta che l’ hai ottenuta dentro di rimane una cosa che non sa cosa è ma c’ e e quello è il vuoto che è dentro di te e fino a quando qualcuno non ti aiuta non puoi tornare indietro . Una volta passato il limite dici a tutti stai bene ma non stai bene affatto visto non è rimasto più nulla dentro di te e quindi non sai cosa fare per andare in avanti con la tua vita . Ma Felicia non era a quel passo e le persone che avevano ucciso i genitori di Felicia lo avevano fatto per un buon motivo che se lo avrebbe saputo Felicia si sarebbe ricoperta il corpo di benzina e si sarebbe bruciata viva visto che era una cosa molto brutta e loro non volevano fargli sapere niente . I nemici di Felicia volevano sbarazzarsi di lei ma senza ucciderla e cosi chiamarono Willard per farla rapire da lui . Non volevano ucciderla visto che secondo loro la stavano proteggendo da un mostro visto che il padre di Felicia era una persona malvagia e aveva visto che sua figlia se le faceva capire che quello che stava facendo era il male e che adesso doveva fare come diceva lui cioè il bene nel senso utilizzare i suoi poteri per fare del male a tutta questa gente . Ma Felicia non lo sapeva ancora che il padre voleva fare questa visto che quando aveva deciso di fare questa cosa era morto . Felicia era molto triste di sapere che i suoi genitori erano morti e una volta si stava provando a uccidere ma quando vide una ragazzina che stava perdendo la speranza decise di andare da lei per riaccendere dentro il cuore di quella ragazzina il fuoco della speranza che aveva dentro al suo piccolo cuore . Lei era una giovane ragazzina che aveva ancora tutto e quindi non poteva mollare tutto per un non nulla . Willard aveva ingaggiato una persona che poteva diventare un altra persona cioè una mutaforme e le aveva detto di prendere le sembianze di una ragazzina e cosi pote rapire in modo molto facile Felicia . Una volta messe le catene sulle sue braccia e sulle sue caviglie gli fece bere un po’ d’ acqua con la stesso cocktail che aveva fatto bere alle altre ragazzine e poi la porto da Amelia Strong per rovinare la sua vita e renderla una schiava . 

Categorie
Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Gabriella Roccaforte Mondo Sarah la Fenice Rossa Sarah Saintcall

Lazarus Hawking e l’ Informatico scoprono chi sono io

Lazarus Hawking aveva deciso di assoldare il suo più caro amico per cercare informazioni sul mio conto . Lazarus voleva sapere tutto sul mio conto , i miei amici ,le persone a cui tenevo e molto altro . Lazarus era davvero molto il collera e si poteva vedere visto che quando era nell’ ufficio dell’ Informatico butto a terra un cestino della spazzatura . Lazarus era in collera perché aveva dato a tutti l’ impressione di essere un buono a nulla , una persona che non riuscita nemmeno a violentare una del primo anno . Doveva porre rimedio a questa cosa , doveva rimettere il onore a posto nella lega dei cattivi . Da quando lui non era riuscito a fare quelle due cose contro Gabriella Roccaforte , la lega dei cattivi lo stava osservando avevano puntato i loro occhi cattivi su Lazarus Hawking e non erano molto felici di vedere che lui non era riuscito a fare quello che gli avevano ordinato di fare . Lazarus Hawking lo doveva fare oppure per avere onore , rispetto e sopratutto quello che lo distingue dalla massa cioè la gloria che lo faceva innalzare davanti a tutti e cosi essere il migliore di tutti nel Liceo Scientifico A.M De Carlo . L’ Informatico si era messo subito in moto , quando vide entrare il suo amico Lazarus Hawking si giro con la sedia e guardandolo con una espressione di curiosità ma senza farlo vedere al suo amico visto che lui si nascondeva sotto un cappuccio nero su tutta la sua testa e cosi non faceva il volto dell’ Informatico . L’ Informatico era un vero genio del male dagli un materiale per un arma cattiva e un progetto e lui in cinque minuti te la crea visto che lui non solo parla con le macchine ma lui è anche un tecnopate nel senso che con la sola mano ti crea un arma davvero niente male – cosa vuoi da me Lazarus ? . Lazarus era li con quell’ espressione davvero molto cattiva tipo per dire “ non ho nessuna buona intenzione “ e cosi lui si mise accanto all’ amico e disse – mi devi aiutare a scoprire tutto su Daniel Saintcall voglio sapere tutto di lui e non tralasciare niente . L’ Informatico capì subito che c’ entrava la Lega dei Cattivi e quindi decise di aiutare l’ amico , se non lo avesse aiutato avrebbe perso tutto quello che aveva e purtroppo avrebbe perso anche i suoi poteri ma non perché glieli avrei tolti io ma glieli tolti la Lega dei Cattivi e non lo avrebbero fatto nel mondo di gentile , ma nel modo più crudele e in modo molto malvagio . L’ Informatico con i suoi poteri cerco di clonare il mio cellulare ma Sarah Saintcall che era li sul tetto della scuola aveva percepito una trasmissione elettromagnetica e cosi lei si mise a terra , chiuse gli occhi e inizio a contrastare tale trasmissione . Adesso era nelle mani di Sarah Saintcall e inizio la lotta tra loro due , era una lotta senza esclusione di colpi e alla fine Sarah Saintcall lancio un ultimo attacco visto che era nella mente del suo nemico si trasformo in una fenice rossa fuoco e lo sconfisse buttandolo fuori sia dal mio telefonino e sia dalla sua mente .L’ informatico alla fine decise di usare delle piccole telecamere tanto piccole da essere irrintracciabili . Nei primi momenti non scopri niente ma poi scopri una cosa che sconvolse sia L’ Informatico e sia Lazarus Hawking cioè che io ero un Dominatore di Poteri . Quando lo scoprirono deciso di uccidermi e di non dirlo agli atri della scuola , sapevano che io ero la e quindi ero una speranza contro il male che c’ era non solo nella scuola ma anche nel tempo , nello spazio e nei mondi e alla fine avevano deciso di uccidermi , poi rivelare chi ero io all’ intera scuola e cosi loro potevano vedere la loro unica speranza di salvezza morire davanti ai loro occhi . 

Categorie
Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Dominatrice di Poteri Dr Alyssa Saintcall Gabriella Roccaforte L' Informatico Lazarus Hawking Liceo Sarah la Fenice Rossa Sarah Saintcall

Gabriella Roccaforte scopre che Lazarus Hawking ha assoldato L’ Informatico

Lazarus Hawking non era uno sciocco , era molto intelligente e capiva subito le cose ma non tramite poteri visto che lui ne aveva solo uno ma a lui bastava per mostrare tutta la sua crudeltà e malvagità verso gli altri e sopratutto verso Gabriella Roccaforte . Ieri aveva provato già due volte a ucciderla e non capiva come mai non ci era riuscito e poi riguardo la scena nella sua mente e capì che qualcuno aveva fatto qualcosa ma chi . Lazarus se lo chiedeva nella sua mente malvagia ed era pronta a fare tutto il male possibile per scoprire chi aveva parlato o chi aveva detto dei suoi piani . Gabriella era mia amica e non so come ma Lazarus sospettava di me visto che nel bagno c’ era mia sorella e quindi il suo dito puntava verso di me ma lo voleva sapere di preciso se ero io o no e cosi lui chiese aiuto a una persona dal grande talento informatico e tutti lo chiamano dentro il Liceo Scientifico A.M De Carlo “ I’ Informatico “ . Cosi lui era chiamato , il suo nome era perduto nella scuola e lui adesso veniva chiamato da tutti come L’ Informatico , lui aveva due poteri cioè lui era un tecnopate e sopratutto lui aveva il potere di parlare con le macchine . Un suo gesto , un suo comando e le macchine gli dicevano tutto ma non lo faceva per il bene ma per il male e per mia sfortuna L’ Informatico era malvagio , crudele e un ‘ altra brutta notizia per me era amico intimo di Lazarus Hawking . Gabriella che era mia amica noto che Lazarus stava andando dall’ Informatico e cercava di capire cosa si dicevano ma l’ Informatico sapeva che in quella camera poteva essere spiati e quindi aveva fatto un modificatore molto particolare cioè un modificatore alieno e cosi lei non capì quello che dicevano. Gabriella decise di andare in classe mia , io stavo parlando con mia sorella Alyssa di alcune cose che con Sarah Saintcall avremmo fatto dopo la scuola . Gabriella arrivo in fretta e furia e blocco la mia chiacchierata con mia sorella e mi disse mentre stava prendendo fiato – Lazarus Hawking per scoprire chi ha interferito nelle sue missioni , per scoprirlo ha ingaggiato L’ Informatico .

Avevo saputo della fama dell’ Informatico e sapevo che se lui era sulle mie tracce mi avrebbe trovato ovunque e sopratutto ero in pericolo non solo la mia vita ma anche quella di Gabriella Roccaforte . Mia sorella Alyssa sapeva pure lei dell’ Informatico e aveva paura di lui visto che sapeva fare qualunque arma e per questo la mia vita era seriamente in pericolo . Sarah Saintcall aveva sentito tutto , mi chiamo sul mio telefonino – Daniel esci fuori io e te dobbiamo parlare di questa situazione . Io usci e incontrai Sarah Saintcall fuori dalla scuola , lei disattivo il mio cellulare per fare in modo che l’ Informatico sapesse delle mie mosse e mi disse – Daniel devi stare molto attento contro l’ Informatico , per favore cerca di non sottovalutare la situazione . 

Categorie
Acqua Gabriella Griffiths I.A K.A.R.E.N Shadow Black

Gabriella Griffiths conosce K.A.R.E.N

Gabriella in vita sua non aveva mai parlato con una intelligenza artificiale e quindi per lei sarebbe stata una cosa davvero molto strana . Gabriella quando dopo tre ore di sonno si sveglio , aveva la testa che gli scoppiava e poi inizio a vomitare all’improvviso e meno che li c’ era un secchio che Shadow Black gli aveva preparato vicino al letto . Appena Gabriella ebbe finito di vomitare andò nel bagno che era nella porta accanto alla sua camera da letto e inizio a bere un po’ d’ acqua per sentirsi meglio dopo tutti i litri di vomito che aveva buttato nel secchio . K.A.R.E.N aspettava prima che Gabriella si vesti e per salutarla voleva aspettare almeno che lei fosse vestita e voleva dare alla ragazza la sua privacy . Una volta che la ragazza si era fatta una bella doccia calda e si era messo qualcosa di pulito il computer – Buon pomeriggio Gabriella. Gabriella si era svegliata verso le 15:40 del pomeriggio e rimase sorpresa che qualcuno parlasse ma sapeva che non era Shadow Black visto che lui aveva una voce più forte e davvero molto profonda . Gabriella mentre era li a capire cosa era successo , non se lo ricordava e I.A – ti stai chiedendo cosa ti è successo se vuoi te lo posso dire ? . Gabriella voleva sapere cosa era successo dopo tutto faceva parte della sua vita e lo voleva sapere cosa era successo visto che riguardava anche il suo stato di salute – Non so come ti chiami ma voglio sapere cosa mi è successo ? .

Il computer mentre osservava Gabriella che adesso i suoi segni vitali erano buoni – io sono Karen , ti ho chiamata attraverso una mia opzione . Tu hai guidato Shadow Black dove eri io e poi sei svenuta e sei rimasta nel letto tre ore . Gabriella lo voleva sapere a tutti i costi e disse al computer – mi puoi dire come mai sono svenuta e non voglio sentire bugie . Karen vedeva negli occhi che Karen la voleva sentire la verità e non voleva sentire bugie o una storia scritta cosi , ma voleva sapere la verità pure e semplice . Shadow Black aveva detto a Karen prima di farla parlare con Gabriella – allora Karen presta attenzione se vuoi andare d’ accordo con Gabriella non le devi dire bugie oppure si arrabbia e non ti parla per molto tempo . Karen alla fine dovette dire tutta la verità a Gabriella – allora dentro di te ci sono dei poteri molto particolare e io per farti sentire da te ho usato uno di loro attraverso un modo non molto convenzionale . E stata colpa mia se ti sei sentita male ma se non lo avessi fatta sarei morta e tutto quello che avevo e la Cattedrale sarebbero state distrutte .

Gabriella sentendo queste cose non se la prese con Karen molto , anche se per colpa sua era svenuta però era meglio di morta . Poteva capire lo stato in cui era Karen dopotutto pure Gabriella quando era nella strade di Whitechappel era nella stessa situazione di Karen cioè che per il freddo , la fame o la sete sarebbe morta da un momento all’ altro . Karen non capiva come mai Gabriella non era arrabbiata dopotutto era quasi morta per colpa sua – Perché non sei arrabbiata con me ? Ti ho quasi fatta morire .Gabriella mise la mano sul suo cuore e diresse a Karen delle belle parole che se fosse stata umana avrebbe pianto – Io ero nella tua stessa situazione e forse nella strada sarei morta per mancanza di fame , di acqua o di altre cose che mi servivano e come te sarei potuta morire in ogni situazione particolare . Karen e Gabriella erano tutti e due nella stessa situazione ma adesso erano insieme e sopratutto non più in fin di vita . 

Categorie
Cortana Daniel Saintcall Dominatore di Poteri John-117 Me

Ricostruisco la I.A Cortana

John-117 era molto legato alla I.A Cortana , quando lei era morta lui fu molto disperata . Cortana aveva fatto di tutto per salvarlo e adesso se ne era andata , dentro la sua testa c’ erano ancora lei sue ultime parole cioè – Bentornato a Casa e poi era scomparsa . Visto che ora mai non poteva più essere usata lui lascio da qualche il disco dato di Cortana , io da settimana dentro la mia testa senti dei lamenti , mi stava scoppiando la testa . Alla fine misi al computer e grazie ai miei poteri cercai di trovare il segnale e capì che proveniva dallo spazio infinito nell’ anno 2557 . Mi diressi verso il T.A.R.D.I.S e utilizzai il mio telefonino per ricevere tutti i dati di Cortana , erano pochissimi che era quasi morta . Per rimetterla in sesto mi ci vollero tre giorni visto che ci dovevo mettere dati pere far scansionare pianeti , dati e moltissimi . Alla fine io inizai a parlare con Cortana e lei mi disse tutto , io le chiesi – mi puoi dire dove si trova in questo momento John-117 , mi ci volle davvero molto visto che stavo 150 mila anni luce dalla mia posizione ma con il mio T.A.R.D.I.S ci mettemmo cinque minuti . Apparvi dietro John-117, lui si giro e stava cercando di capire che nave era , quando io apri non parlai io ma inizio a parlare  Cortana – Salve John . John era davvero molto felice di rivedere Cortana e poi mi guardò e disse – tu chi sei ? . Io sono Daniel Saintcall e ti ho riportato Cortana , non voglio essere ringraziato l’ unica cosa che mi importa e che Cortana ti sia riuscita a trovare . Io dalla mia giacca tirai fuori il vecchio comunicatore di Cortana e io la misi li dentro fino all’ ultimo dato e poi io dissi a Cortana – ti ho fatto pure un upgrade adesso tu vivrai per sempre e non morirai mai e quindi non succederà come è successo prima . Cortana che era li , non sapeva cosa dire e poi mi dissi – grazie , io tornai alla mia nave e me ne andai . John-117 mi guardò e vide che sul giubbotto c’ era il tesserino del laborarrio dove lui aveva lasciato il vecchio comunicatore di Cortana e cosi lui capì come lo avevo preso . L’ ho rubato però mi serviva per fare questa cosa .

 

Categorie
1996 2013 Dominatore di Poteri Macchina Mondo Parlare con la Rete Polizia Internazionale Polizia Internazione del Mondo Fantastico Racconto Rete supereroi Superpoteri Telefonini

Allenamenti per controllare il potere di parlare con le macchine

Non significa niente se ero o no riuscito a parlare con la Rete , la persone che mi ha aiutato in diverse cose . Per esempio a creare un auricolore di colore giallo come il mio telefonino , lei mi ha detto quali schede dovevo prendere e sopratutto lei mi ha guidato passo dopo passo a collegare i fili senza farmi del male o bruciarmi . Per questo le sono debitrice , ma adesso io dovevo mettermi di impegno , cioè da solo e senza l’ aiuto di nessuno volevo provare a spegnere la città per 5 minuti . 5 minuti mi poteva dare l’ oppurtintà di scomparire in qualunque parte del mondo . Ma non perchè era ricercato dalla polizia , io faccio parte della Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi e quindi io potevo andare in ogni posto e potevo fare tutte le investigazioni che volevo , ma anche se io  non avevo quel distinitivo facevo comunque indagini . Io sono il Dominatore di Poteri e quindi come compito ho il diritto di progettere le persone non solo dal male normale ma anche dal male più potente , quello che nessuno riesce a vedere , entra dentro di te , si nutre di te e alla fine cerca di prendere il totale controllo del tuo corpo e della tua mente . Lo fa perchè cosi può uccidere chiunque lei vuole fare del male , anche per un nulla lei uccide , lo fa perchè è scritto nel suo DNA . Comunque io era nel magazzino con la Rete che mi osservava da lontano , lei di nascosto aveva messo delle telecamere , però le aveva messe per vedere se ero al sicuro o no . Inizia a esercitarmi a spegnere la città per 5 minuti , il primo tentativo non face nulla , il secondo riusci a spegnere solo una barca a tre chilometri , il terzo nè spensi due . La Rete vide che mi stavo arrendendo e disse – Daniel , tutti quanti facciamo degli errori , ma sono proprio i nostri errori che ci portano a grandi risultati , non ti arrendere continua a provare fino a quando non ci riesci . Cosi mi misi di impegno e provai ogni giorni , fino a quando dopo molto tempo riusci a spegnere la città per 5 minuti . La Rete mi disse – bravo Daniel . Dopo 5 minuti la corrente tornò a tutti quanti e La Rete mi disse – utilizza questa cosa solo in casi estremi , solo quando sei braccato da qualcuno di pericolo , qualcuno di molto pericoloso . Dopo io dissi alla Rete – io vado a fare un pò di jogging , per una persone che ha dei poteri si deve fare anche allenamento se no di potrebbe uscire del sangue se sforzi troppo i tuoi poteri o li usi troppo a lungo . Mi misi un felpa nera con un capuccio che copriva la testa , misi il cellulare nella mia tasca destra e poi l’ auricolare dentro l’ orecchio dentro e iniziai a farlo .