Categorie
Dana Daniel Saintcall Gazzetta dell' Universo Melissa Mcarthur New York

Dana parla con Melissa

1064679786625674434kF60lZBc

Melissa era li nel suo ufficio e si chiedeva come mai Dana se ne voleva andare ma le sue risposte potevano avere una risposta quando Dana busso alla porta di Melissa – sono io posso entrare . Melissa fece accomodare la sua segretaria e iniziarono a parlare . Dana era li sulla poltrona ed era molto agitata ma poco fece un respiro lungo – vedi tempo fa ho perso la mia famiglia ma non ti ho detto in che modo . Ho detto solo che l’ ho persa . Adesso lascia te lo dica . Li ho persi nel Word Trade Center . Questo palazzo è uguale a quello che c’ e a New York . Ero sul tetto a bere un caffè e li ho visto quei aerei che arrivavano . Sono volati sopra le nostre teste e poi li ha chiamato madre che ha visto gli aeri arrivare e voleva vedere se ero al sicuro oppure no  . La telefonata è durata mezzo secondo e poi tutto è esploso e li ho persi per sempre  . Li ho sentito l’ esplosione grazie alla telefonata e li ho perso la mia famiglia per sempre  . Melissa si alzo dalla sua sedia e andò ad abbracciare Dana che era scossa e molto triste e aveva bisogno di un amica e per quello c’ era Melissa  . Melissa la fece calmare – che ne dici se andiamo li nell’ altra parte del mio ufficio e io ti aiuto a calmarti mangiando del gelato e parlando di quello che ti è successo . Dana era felice di avere una cosi cara amica – si lo voglio . Andiamo . Ne ho davvero bisogno .

 

Categorie
Beatrice Ferrante Beatrix Daniela Pellegrini Gatti Speciali Gatto Strega Streghe Stregoneria

Beatrix

199846_10150107812242477_2910477_n

Beatrix la gatta nera di Beatrice era in cucina a mangiare e quando vide la strega Daniela Pellegrini non le fece nessuna paura anzi le si avvicino e le mostro subito affetto . Inizio a mettere la sua coda vicino alla gamba destra di Daniela che era coperta da una calza nera . Beatrice quando vide la sua gatta nera fare già le coccole alla strega Daniela Pellegrini non ci poteva – come mai a te prova già affetto e invece a me ci ha messo tre giorni . Daniela prese per in braccio Beatrix e la porto in cucina con Beatrice – ora te lo spiego subito amica mia . Le streghe e i gatti neri vanno sempre d’ accordo dalla notte in cui sono nate le streghe  . Da quando sono nate le streghe sono nati loro . Daniela inizio ad accarezzare il gatto con calma visto che aveva il pelo cosi morbido e dolce ma non capiva una cosa cioè perchè non parlava . Daniela dopo aver messo a terra Beatrix prese un pò di coca cola dal frigo non solo per lei . Daniela passo la coca cola a Beatrice e prima di fargliela bere – mi puoi dire una cosa . Beatrice voleva sapere tutto sul legame tra gatti neri e streghe e la lascio parlare mentre chiudeva il frigo – i gatti neri parlano mi puoi spiegare questo particolare gatto nero non parla . Davanti a me dovrebbe parlare e invece non ha detto mezza parola . Beatrice sapeva che una volta parlava . Beatrice inizio a bere un sorso – all’ inizio quando l’ ho comprato parlava ma dopo che è uscito una notte e poi è tornato non ha più parlato . Secondo te cosa è successo ? . Daniela riprese in mano Beatrix e la esamino e vide che attorno al collo non aveva il suo solito collare nero ma un collare da due soldi . Daniela glielo tolse con estrema calma e poi lo fece gettare da Beatrice . Una volta tornata in cucina Beatrix si lascio toccare da Daniela e da Beatrice con molta gentilezza . Daniela dopo aver bevuto la sua coca cola – adesso insieme ci mettiamo a toccare il suo collare nero e facciamo meglio a trovarlo oppure . Daniela fino la frase e la faccia di Beatrice si fece seria – non mi lasciare sulle spine . Daniela fini di bere un ultimo sorso – se non troviamo il suo collare nero questo gatto nero non parlerà più . Beatrice sapeva come fare – io posso sapere la storia di una cosa solo toccandolo . Se mi lasci toccare Beatrix e mi concentro io posso vedere dove è andato quella sera e cosi ritrovare il suo collare nero . Il primo passo per trovare il collare nero per far parlare Beatrix era iniziata e tutto stava andando bene .

 

 

Categorie
Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Dottoressa Zara Levin Kyra Pioners Litigio Oberon Pioners 5 Sorella

Kyra Pioners

250px-AidenRender

Io e Zara eravamo li a vedere che Oberon era li a parlare con i suoi soldati ma poi arrivo da dietro con una grande furia sua sorella Kyra . Io e Zara vedevamo che i suoi occhi erano pieni di rabbia . Io ero li lontana da loro e girai la testa verso Zara che era li vicino a me e stavamo aspettando il momento giusto per parlare con Oberon e con la sua famiglia – secondo te che cosa farà Kyra a suo fratello Oberon per averla fatta preoccupare .Io e Zara eravamo dentro la palestra per andare a parlare con Oberon e la sua famiglia  . Però poteva vedere che Kyra stringere il suo pugno molto forte  . Si avvicino a suo fratello Oberon gli punzecchio la spalla destra e gli diede uno schiaffo molto forte in faccia ma lui non si fece molto e non si arrabbio visto che se lo meritava per aver fatto preoccupare  sua sorella  . Poi Kyra lo abbraccio ancora con molta rabbia dentro al cuore – tu prova soltanto a fare una stronzata del genere ti prendo per i capelli e ti riporto qui . Oberon vedeva che sua sorella era parecchio arrabbiata – scusami sorella ma volevo vedere se ero capace di fare missione in solitaria oppure avevo perso il tocco magico . Kyra sentendo quelle parole si fece più nervosa . Zara giro lo sguardo verso di me – secondo te adesso che ha fatto arrabbiare Kyra davvero molto che farà . Io vedevo che Kyra era arrabbiata ma decise di stare calma dopo tutto era fratello . Se ne andò a fare kickboxing e a vedere dalla forza dei colpi tutti erano diretti contro suo fratello .

Categorie
Ada Knight Beatrice Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Fantasmi Polizia Internazionale

Ragazzina Bruciata Viva parte 1

Ero andato nel Quartier Generale della Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi e sulla mia scrivania trovai un fascicolo di una ragazzina che era stata bruciata viva . Sfoglai il fascicolo e decisi accettare il caso , sono d’ accordo a un pò di violenta ma sui bambini non si fa del male , chi lo per me è feccia , non un uomo è solo un mostro . Andai li dove avevano trovato il corpo della ragazzina , cioè sulla quinta strada ma sopratutto in una casa abbandonata . La casa era stata abbandonata nel 1898 e da li nessuno più ci ha vissuto , ma poi la mia radio quasi esplodeva di segnalazioni . Ma non si avvistamenti di una persona viva e vegata ma di un fantasma e cosi mi diressi li , il fantasma era quella della ragazzina morta ma nessuno poteva dire con certezza chi era , nemmeno io ma per un motivo perchè se io l’ avessi toccata la sua mano sarebbe divenuta polvere perchè era talmente carbonizzata che se uno la toccava il corpo nè poteva perdere un pezzo . Grazie ai poteri di Ada Knight la miserò sulla barella tramite il potere della telecinesi e cosi il medico legale la poteva mettere li . Io ero andato con la mia macchina , presi tutto quello che mi poteva servire cioè la mia spada e le mie pistole e mi diressi dentro . La ragazzina era morta nel centro della casa e quandai andai li , io vidi il suo spretto e lei disse – Ciao . La ragazzina stava giocorellando con il piede e poi si avvicino a me e le dissi – Tu sei la ragazina che è stata bruciata qui ? . La ragazzina però non si ricordava come era morta e disse – io non mi ricordo come sono morta e cose è successo qui dentro . Io capì che la ragazzina prima di essere uccisa le era successo qualcosa di brutto , qualcosa che non voleva ricorda e cosi anche essendo un fantasma lei non voleva ricordare . Io segnai sul mio diario quello che avevo capito li e poi dissi a lei – ti aiuto a ricordare quello che è successo . La ragazzina smise di giocare con il suo piede , lei aveva 8 anni e indossava un vestito bianco e un cerchietto bianco in testa e le sue scarpette erano bianche . Era vestita cosi perchè doveva andare a una comunione , ma li non ci arrivò mai e il suo nome era Beatrice ed era molto carina nonostante l’ età . Per capire quello che le era successo tocca il punto preciso dove era stata bruciata e vidi quello che le era successo . Lei non vide mai in faccia il suo aggrssore perchè portava una maschera , quello che le era successo è stato orribile e disumano . Dico cosi perchè quello l’ uomo era un mostro , prima le fece togliere i vestiti e poi la violento e poi la brucio con i suoi poteri . Non aveva mostrato nessuna pietà , nessuna anche se era piccola lui l’ ha uccisa e non ha mostrato rimorso . Una volta che aveva fatto togliere i vestiti a Beatrice prese un bidone della spazzatura , prese i suoi vestiti e li butto li dentro e poi brucio i suoi vestiti e cosi lei era li nuda e indifesa . Una volta visto decisi di non raccontarlo al suo fantasma , ma lei mi vide e disse – se è successo qualcosa ti brutto a me , lo voglio sapere . Alla fine decisi di dirlo e dissi – Senti tu sei stava violentata e poi l’uomo che ti ha rapito ti ha bruciato i vestiti e poi ti ha ucciso senza mostrare nessuna pietà . Beatrice mi chiese – come mai non ne lo ricordo ? , io la guardai nei suoi bellissimi occhi blu – non te lo ricordo perchè quando tu hai subbito questo bruttisimo trauma , il cervello ha erroto questa difesa e ti ha fatto dimenticare cosa ti è successo . Io inizai a guardare Beatrice e sulla sua mano c’ era un tatuaggio con scritto Beatrice e cosi dissi a lei – Beatrice e lei si girò verso e disse – si che c’ e . Beatrice mi guardò e disse – come mai ho reagito quando mi hai chiamato Beatrice ? . Perchè Beatrice e il tuo nome e adesso siamo già a una cosa importante . La ragazzina mi guardò e disse – Grazie a te ho riscoperto il mio nome , adesso però mi aiuti a scoprire anche il resto . Certo ti aiuto – le misi una mano sulla spalla e capì che io ero diverso da chi poteva parlare e vedere i fantasmi , io li potevo anche toccare e fare cose che gli altri non riuscivano a fare . Visto che avevo scoperto questa cosa io provai ad abbracciare Beatrice , non sapevo se ci sarei riuscito oppure no ma ci dovevo provare e alla fine ci riusci e Beatrice disse – io sono un fantasma , tu come mai mi puoi toccare e abbracciare . Lo vorrei sapere anche io Beatrice – le dissi , non lo sapevo nemmeno io . Ero sorpreso proprio quanto Beatrice , pure io pensavo che io non potevo fare niente con loro . Io invece capì era grazie ai miei poteri io li potevo toccare e sopratutto io potevo fare cose che gli altri non potevano fare .

Fine Parte 1

Categorie
Arrow Mondo Notizie Notizie dal Mondo

Arrow 2, American Horror Story 3, Sons of Anarchy 6: spoiler CW e FX

Arrow per CW, American Horror Story: Coven e Sons of Anarchy per FX: sono queste le tre serie che chiudono la ricca giornata di anticipazioni, che dopo il salto riveleremo come il nostro solito per permettervi di decidere se siete in cerca di spoiler o preferite evitare.

Arrow | Arriverà presto un nuovo cattivo, Clock King (aka William Tockman) che sarà introdotto entro la seconda stagione, per il momento c’è un altro problema relativo all’acceleratore di particelle che viene menzionato al telegiornale.

Sons of Anarchy | Il penultimo episodio di questa settimana è stato il più mortale della stagione e pone le basi per un finale esplosivo.

American Horror Story: Coven | Lo zombie Kyle non parla ancora bene, sta migliorando anche se Madison non è esattamente entusiasta di quello che ha detto nell’ultima puntata.

 

Categorie
2013 Doccia Ginnastica Artistica Mirror's Edge Mondi Fantastici Mondo Parlare con Pandora Pensieri Persone Racconto Storia T-shirt

Pandora inizia a fare Ginnastica Artistica

Io avevo detto a Pandora di fare qualche sport tipo ginnastica artistica o altri sport che erano alla sua portata . Tra tutte le scelte , lei decise di praticare la ginnastica artistica , prima di praticarla decise di prendere informazioni sulle varie attrezzi si usano nella ginnastica artistica . L’ abbigliamento che doveva utilizzare in una gara o nella palestra e sopratutto le varie acrobazie . Nel mondo della ginnastica artistica ci sono molte acrobazie che si posso fare . Per esempio nel corpo libero , si possono fare salti all’ indietro , sulla trave di equilibrio si possono fare salti anche li fare salti , salti all’ indietro . Cioè in generale possiamo dire che la ginnastica artistica è molto bello come sport , sopratutto perché li incontri ragazze della tua età che ti aiutano a svolgere esercizi . Pandora aveva visto qualche video su come fare esercizi e aveva preso informazioni , io però con molta calma e dolcezza – non puoi imparare le cose da internet , come tutte le cose si impara facendo . Pandora dalle mie parole capì che se lei voleva fare ginnastica artistica doveva farla , per esempio prendiamo un attimo il parkour , Pandora lo imparò facendo con me e con Faith Connors di Mirror’s Edge . Allora lei inizio a cercare su internet una palestra dove poteva imparare queste cose , trovo molte palestre qui a Giugliano in Campania . Allora lei inizio ad andare tutti i giorni in quella palestra , si iniziava da sola a preparare una borsa dove metteva tutte le sue cose come asciugamani . La prima volta andai con Pandora nella palestra , perché dovevo inscrivere Pandora nella palestra . Quando andai io a parlare con il proprietario Pandora inizio a parlare un po’ con le altre persone che facevano pratica li dentro , voleva sapere un po’ se gli insegnati erano bravi e altro . Tra le varie ragazze Pandora fece subito amicizia con una ragazza che si chiama Federica Auditore una donna di 22 anni , molto bella e atletica . Quel giorno Federica aveva i capelli tutti tirati indietro in una forma di una coda di cavallo , e teneva ferma i capelli con alcune forcine per capelli e indossava una maglietta nera e dei pantaloni neri ed era a piedi nudi si avvicino a Pandora e disse – gli allenatori sono molto bravi e pazienti , ci aiutano nell’ eseguire i vari esercizi e si preoccupano di noi se ci facciamo male , comunque io sono Federica , piacere di conoscerti e Pandora strinse la mano e disse – io sono Pandora , piacere di conoscerti Federica , non sono tanto brava in ginnastica artistica se ho bisogno di aiuto ti posso chiedere aiuto a te . Federica disse a Pandora – certo , se hai bisogno aiuto puoi chiedere aiuto a me , agli allenatori o altre ragazze . Io che ero li a iscrivere Pandora nella palestra e li c’ era il capo della palestra un tipo molto atletico che da come mi strinse la mano capì subito che era un pugile . Quando lui mi strinse la mano io dissi – bella stretta , che è stato un pugile nel passato e Dante mi guardo e quando io gli strinsi la mano , gliela strinsi forte e penso lo stesso e quando io gli dissi quello , lui dissi – non ho afferrato il vostro nome e io dissi a lui – io mi chiamo Marcello e sono venuto per iscrivere una mia amica di nome Pandora qui , perché lei vuole fare ginnastica artistica . Dante mi domandò – dove è la ragazza ? , io risposi – è giù a parlare con alcune persone . Uscimmo dal suo ufficio e indicai Pandora e tutti e due insieme andammo verso Pandora e Dante disse a Pandora – piacere di conoscerti io sono Dante e sono il capo della palestra , benvenuta . Pandora diede la mano a Dante e disse – piacere di conoscerla io sono Pandora . Quando avevo portato Pandora alla palestra erano le 16:30 di pomeriggio , una bella giornata di sole , un sole tipo che spaccava le pietre . Il proprietario Dante si era presentato a Pandora e dopo prese Pandora e disse – adesso ti voglio far incontrare la tua allenatrice . Pandora andò con lui con passo lento e deciso e dal suo passo si vedeva che non si sarebbe fermata li , lei voleva fare qualsiasi cosa e tra le prime cose era la Ginnastica Artistica . La sua allenatrice una donna di 27 anni con i capelli molto lunghi ma spesso se li tirava indietro perché gli ostruivano la visuale . Pandora li vide ed era molto bella , atletica e stava vicino a delle ragazze vicino alla trave a dire come dovevano fare i vari esercizi e sopratutto se qualcuno non li faceva bene lei diceva cosa sbagliava e gli diceva il modo giusto per eseguire l’ esercizio . La donna di 27 anni si chiama Dana Mercer sapeva parlare inglese perfettamente visto che si aveva viaggiato molto e si era preparata da sola . Aveva studiato a scuola tutto sulla ginnastica artistica e poi quando all’ università per scienze motorie lei pote diventare un allenatrice dell’ università . Avendo la qualifica lei poteva operare da tutte le parti e decisi di operare sia all’ università sia in una palestra e da li inizio ad allenare le varie ragazze che andavano da lei . Lei con loro era un po’ dura ma quando serviva sapeva essere gentile e le sapeva ascoltare e consigliare alla grande . Pandora andò verso di lei e disse a lei – Piacere di conoscerla io sono Pandora e voglio imparare a fare ginnastica artistica e lei strinse la mano a Pandora e disse – Piacere di conoscerti Pandora , io sono Dana e sarò la tua allenatrice , so che sei alle prime armi io ti aiuterò a capire come fare i primi esercizi e ti farò diventare molto brava . Dopo un po’ Pandora venne verso di me e dissi – adesso io devo fare un po’ di esercizi , se ho bisogno di aiuto sarai qui . Io dissi a Pandora guardandola negli occhi – certo Pandora io staro qui e ce ne andiamo insieme . Pandora entrò negli spogliatoi insieme alla altre ragazze e si mise maglietta e pantaloncini che erano nella sua borsa. Pandora non aveva bisogno di mettersi i capelli dietro con una coda di cavallo , perché lei aveva i capelli corti . Dopo un po’ Dana fece allenare un po’ Pandora sulla trave , i primi tentativi andarono male , ma poi Pandora si mise di impegno e cerco di trovare il metodo giusto per non perdere l’ equilibrio sulla trave e sempre con molta calma lei inizio a fare gli esercizi sulla trave senza cadere . Dopo inizio a fargli fare qualche esercizio di corpo libero e inizio a fare come gli aveva detto l’ insegnate e tutto andò bene . Quando il primo giorno di allenamento fini , Dana andò verso Pandora e – Pandora se ti alleni tutti i giorni , tu potrai diventare brava , ma solo con molta pratica e molta pazienza potrai diventare brava in questo sport , ora va a fare la doccia e domani alle 15:00 ti spetto a fare l’ allenamento . Pandora senti l’ incoraggiamento di Dana e disse tra se e se “ se mi alleno tutti i giorni come mi ha detto la mia allenatrice potrò diventare brava “ . Pandora si fece la doccia e si vesti e poi andò verso di me come se gli fosse caduto il mondo a terra e io dissi a Pandora – niente si ottiene facilmente , ci vuole molta pazienze e bisogna faticare ogni giorno . Quindi sicuramente nei giorni a seguire se ti allenerai nel modo giusto e sicuramente seguirai gli insegnamenti della tua insegnate tu potrai diventare brava in ginnastica artistica . Pandora grazie alle mie parole si era tirata su di morale e disse – grazie Marcello , adesso mi impegnerò e diventerò brava in ginnastica artistica . 

Categorie
2012 Dominatore di Poteri Dominatrice di Poteri Dr Alyssa Saintcall Foto Frutta Madre Parlare con Alyssa Parlare con mia madre Presentazione Racconto Storia supereroi Tempo

Come mia sorella ha conosciuta la mela

Mela

Mela Rossa

Un giorno mia sorella che era in pigiama  andò in sala da pranzo e vide mia madre sbucciarsi una mela e poi mangiarsela , mia madre allora disse a mia sorella – perché non provi pure tu a sbucciarti la mela e a mangiarla . Allora mia sorella entrò in cucina prese coltello e una mela molto bella e rossa  , si mise sul tavolo e inizio a sbucciarsi la mela da sola e poi inizio a mangiarla ed era molto buona .

 

Categorie
Dominatrice di Poteri Dr Alyssa Saintcall Pandora Pandora Black

Alyssa insegna a Pandora le porte

Pandora aveva visto questa porta cosi strana e cosi particolare visto che era senza maniglia e non come le aveva visto – quanto è strana questa porta , mi puoi dire dove conduce . Alyssa si mise vicino alla porta e con una mano sola fece scivolare una delle ante della porta dall’ altra parte e Pandora vide che portava alla stanza armadio che aveva visto prima . Alyssa sapeva che Pandora nella sua vita aveva visto delle porte e sapeva come entrare e uscire e quindi non aveva bisogno di molte informazione – se vuoi restare calda devi tenere chiusa la porta . Certo non ottieni molto caldo ma almeno impedisce al freddo di venire in camera tua e almeno per un pò stai calda e non fredda . Pandora vide che la porta era chiusa e come aveva detto mia sorella Alyssa sentiva calda e stava molto bene li dentro – hai ragione . Ce la porta chiusa e io sento caldo e non freddo come prima . Ma una stanza chiusa non serve solo per quello ma anche per restare tra te e te . Visto che una stanza tua non ce l’ hai puoi usare come mia per stare tra te e te e cercare di capire cosa fare qui visto che adesso che sei qui dovrai prima o poi iniziare a crearti una vita e magari qui sarai felice come non mai .