Categorie
2013 Carolina Kostner Foto Mondo Notizie Notizie dal Mondo Persone Sport Storia Tempo

Carolina Kostner difende Alex Schwazer: “E’ da ammirare per come sta gestendo la situazione”

Dopo aver confermato il titolo continentale, laureandosi campionessa d’Europa ai campionati di Zagabria che si sono svolti dal 25 al 27 gennaio scorso, Carolina Kostner si sta preparando per difendere anche il titolo mondiale, ai campionati mondiali di pattinaggio di figura che si svolgeranno a London, in Canada, dal 13 al 17 marzo prossimo.

La pattinatrice di Ortisei è stata intervistata dal Tg1 in occasione del suo 25esimo compleanno. Con una serie di brevi dichiarazioni, la campionessa ha parlato della sua vita privata, del rapporto con la sua famiglia e soprattutto ha espresso una nuova opinione riguardo il suo fidanzato, l’ex marciatore Alex Schwazer.

Come ben ricordiamo, Schwazer è stato trovato positivo ad un controllo antidoping effettuato prima delle Olimpiadi di Londra 2012. Carolina ha difeso ancora una volta il suo fidanzato, affermando che è un ragazzo da ammirare per come sta reagendo dinanzi ad un errore che ha commesso.

Queste sono state le sue dichiarazioni a riguardo:

Ci tengo a dire che è molto da ammirare tantissimo per come sta gestendo la sua situazione apertamente, ha fatto un grandissimo errore e sta pagando.

Nonostante la sofferenza che questa vicenda le ha causato, Carolina Kostner ha anche ribadito di sentirsi molto serena in questo periodo. Il merito è anche della famiglia che la pattinatrice ha voluto ringraziare con le seguenti dichiarazioni:

Posso solo ringraziare la mia famiglia per il sostegno che mi danno e per la pazienza che hanno per lasciarmi vivere le mie esperienze. Anche se dopo potrebbero dirmi: “Te l’avevo detto”, è importante per me poter sbattere la testa al muro ogni tanto e sono grata a loro per essermi vicino.

Carolina ha anche espresso il desiderio di sentirsi una ragazza del tutto normale e non solo una campionessa di pattinaggio:

Sempre di più, sento il bisogno di essere una ragazza 25enne normale, ogni tanto ho bisogno di stare a casa tutto il giorno in pigiama a mangiare caramelle e cioccolato.

Categorie
2013 Carolina Kostner Foto Mondo Notizie Notizie dal Mondo Pattinaggio sul Ghiaccio

Carolina Kostner: “All’undecisima stagione sono ancora competitiva”

Carolina Kostner

 

Seconda dopo il programma corto, la campionessa in carica stasera agli Europei cerca il quinto titolo. Contro una sedicenne in crescita.

 

Che effetto fa dover rincorrere una sedicenne?

“In realtà esaltante, io sono alla mia undicesima stagione e ogni volta trovo motivazioni diverse. Forse non ero del tutto concentrata all’inizio, ma paradossalmente la caduta che ha penalizzato il mio programma corto mi ha svegliata. Ora vediamo che so fare”.

 

Adelina Sotnikova fa parte della nouvelle vague russa che qui a Zagabria vince quasi tutto. Preoccupata?

“No, è divertente confrontarsi con un’altra generazione. Non guardo loro, guardo me perché io sono caduta per un errore stupido, in pratica mi sono seduta invece di tenere la muscolatura e sono arrabbiata con me stessa: un errore del genere con tutta la mia esperienza, ho pescato il cetriolo, in tedesco si dice così, significa passo falso”.

 

Ha detto: “io so che in gara sarò sempre troppo nervosa, devo saper contrastare possibili errori”. E’ successo?

“Lo vedremo in finale ma la reazione immediata alla gaffe è stata buona, i pensieri per fortuna vanno più veloci delle parole. Il finale del programma mi ha soddisfatto”.

 

Nel libero si presenta con un complicatissimo Bolero. Un rischio?

“Se non rischio da campionessa mondiale non lo faccio più. Inizio a metabolizzarlo, a trovare dei punti in cui respirare, a sentirmi in sintonia con il costume. E’ difficile, è bello: sta a me farlo funzionare”

 

Ha visto i podi degli altri italiani?

“Sì c’è una bella atmosfera, sono felice di questi risultati. Siamo una bella squadra”

 

CLASSIFICA PROGRAMMA CORTO FEMMINILE

01) 67,61 – (RUS) Adelina SOTNIKOVA (PB)

02) 64,19 – (ITA) Carolina KOSTNER

03) 58,22 – (ITA) Valentina MARCHEI (PB)

04) 57,18 – (RUS) Elizaveta TUKTAMYSHEVA

05) 55,04 – (SWE) Joshi HELGESSON

06) 54,77 – (SWE) Viktoria HELGESSON

07) 53,32 – (FRA) Lenaelle GILLERON-GORRY (PB)

08) 52,28 – (GER) Nathalie WEINZIERL (PB)

09) 51,90 – (EST) Elena GLEBOVA

10) 51,47 – (FIN) Juulia TURKKILA (PB)

11) 51,07 – (ESP) Sonia LAFUENTE (PB)

12) 50,92 – (RUS) Nikol GOSVIANI (PB)

13) 50,79 – (FRA) Mae Berenice MEITE

14) 50.27 – (SVK) Monika SIMANCIKOVA (PB)

15) 49,60 – (AUT) Kerstin FRANK (PB)

16) 48,75 – (GEO) Elene GEDEVANISHVILI

17) 47,97 – (DEN) Anita MADSEN (PB)

18) 47,18 – (BEL) Kaat VAN DAELE (PB)

19) 47,17 – (GBR) Jenna MCCORKELL

20) 46,66 – (LUX) Fleur MAXWELL (PB)

21) 46,17 – (TUR) Sila SAYGI (PB)

22) 45,73 – (SUI) Tina STUERZINGER (PB)

23) 45,72 – (NOR) Anne Line GJERSEM (PB)

24) 45,60 – (UKR) Natalia POPOVA

25) 44,89 – (BUL) Anna AFONKINA (PB)

26) 44,87 – (LAT) Alina FJODOROVA (PB)

27) 44,71 – (ITA) Roberta RODEGHIERO (PB)

28) 43,36 – (SLO) Patricia GLESCIC

29) 41,34 – (FIN) Alisa MIKONSAARI

30) 40,98 – (CZE) Eliska BREZINOVA (PB)

31) 35,53 – (LTU) Inga JANULEVICIUTE

32) 35,28 – (NED) Michelle COUWENBERG (PB)

33) 35,09 – (GRE) Isabella SCHUSTER-VELISSARIOU (PB)

34) 33,89 – (ROU) Sabina MARIUTA (PB)

35) 33,73 – (CRO) Mirna LIBRIC

36) 31,73 – (BLR) Kristina ZAKHARANKA

 

Categorie
2013 2014 Carolina Kostner Foto Mondo Notizie dal Mondo Pattinaggio sul Ghiaccio

Carolina Kostner sfida le russe per il quinto titolo

Firenze, 25 gennaio 2013 – Solo chi era a Vancouver, nella notte in cui Carolina Kostner precipitava in continuazione sul ghiaccio, forse può comprendere appieno il senso di una resurrezione sportiva che poi è anche realizzazione di un sogno umano e professionale.

Perché tre anni fa, in Canada, la carriera della pattinatrice sembrava mestamente consegnata all’album delle illusioni: sì, d’accordo, da ragazzina aveva alimentato speranze, però poi aveva mantenuto ben poco… A distanza di nemmeno trentasei mesi, la Kostner è la campionessa mondiale in carica e da oggi a Zagabria si esibisce per conquistare quello che sarebbe il quinto titolo europeo. Da Incompiuta a Fata vincente, passando (anzi, danzando) attraverso il deserto dell’anima, perché nulla come la sconfitta assicura la solitudine. Adesso, Carolina è scampata alla sindrome dell’isolamento.

‘Per me’. Nella capitale della Croazia si gareggia a livello continentale, ma la competizione può ben essere considerata una sorta di prologo della Olimpiade bianca del 2014. Anche perché arrivano dalla Russia le nuove sfidanti della azzurra. «Tuktamisheva e Sotnikova — racconta Carolina — hanno quasi dieci anni meno di me, sono ancora minorenni. Un po’ mi rivedo in loro, nel loro entusiasmo. Poi , da avversaria, mi auguro che avvertano la tensione…».

La Kostner ha vinto molto, vorrebbe aggiungere altre perle alla collana dei successi, ma non è più schiava della ossessione. «Ho trovato un equilibrio interiore da quando ho capito che pattino per me stessa, non debbo dimostrare nulla a nessuno. Sono serena, non sarà una medaglia in più o in meno a cambiarmi la vita».

Oggi, nel programma corto, Carolina si esibirà sulle note della colonna sonora di ‘Frankenstein junior’. Domani, gran finale con il ritmo del ‘Bolero’. Ieri frattanto storico bronzo per Stefania Berton ed Ondrej Hotarek che hanno conquistato la prima medaglia italiana nelle coppie d’artistico ad una rassegna continentale.

Categorie
2012 2013 Carolina Kostner Foto Mondo Notizie dal Mondo

Ice Gala 2013, Carolina Kostner ‘Befana’ per Italia 1

Salto triplo per Carolina Kostner nel palinsesto natalizio di Mediaset: dopo averla vista a Natale su Canale 5 con Opera on Ice, il 1° gennaio su Italia 1 per Capodanno on Ice la ritroviamo sulla rete giovane del Biscione anche alla Befana per l’Ice Gala 2013, ennesimo ‘evento sui pattini’ che fa tanto ’strenna’. Col suo sorriso da fatina e la sua grazia da principessa difficile definirla Befana, ma in fondo è proprio la Kostner il principale ‘regalo’ cheItalia 1 fa agli amanti del pattinaggio in tv per questa Epifania 2013. In realtà, quello che va in onda questo pomeriggio è l‘Ice Gala 2012, registrato lo scorso 29 dicembre al Palaonda di Bolzano. Vabbè, diciamo che Italia 1 ha tenuto in ghiacciaia la Kostner per offrirla nel dì di festa.

Durante le feste natalizie non manca mai nel menu un qualche appuntamento sul ghiaccio: quest’anno anche X Factor ha avuto una sua versione on Ice, ma la tradizione dei gala di pattinaggio è tutta di Mediaset, così come per la Rai le Feste sono sinonimo di Circo. A ciascuno il suo, dunque: e così mentre RaiTre rispolvera e riedita tutte le edizioni del Festival del Circo di Montecarlo (e affini), il Biscione si affida ai tanti eventi che vengono organizzati nei principali PalaGhiaccio (et similia) d’Italia per le sue strenne.

Inevitabile, quindi, un gala per la Befana, dopo quelli di Natale e Capodanno. E anche in questo terzo evento, la stella è Carolina Kostner: è lei, la campionessa del Mondo e per sette volte campionessa nazionale, la protagonista dell’Ice Gala 2012 (su Italia 1 promosso al 2013).

Con lei altre star del pattinaggio internazionale: sul ghiaccio di Bolzano, infatti, si sono esibiti il francese Brian Joubert (Campione del Mondo 2007 e Vice-Campione del Mondo nel 2006 e 2008, oltre ad essere stato Medaglia di Bronzo ai Mondiali del 2009 e 2010, quindi Campione Europeo 2004, 2007 e 2009, Vice Campione Europeo 2011 e 5 volte campione nazionale in Francia), la giapponese Fumi Suguri (Vice Campionessa del Mondo 2006 e Quarta alle Olimpiadi di Torino 2006, la connazionale Akiko Suzuki (Bronzo ai Mondiali 2012, 2 volte Vice-Campionessa nazionale in Giappone), l’americano Adam Rippon(Campione del Mondo Junior 2008 e 2009, Vice Campione Nazionale negli Stati Uniti 2012, il giapponese Tatsuki Machida (Vincitore del Grand Prix Cup of China 2012, Medaglia di bronzo al Grand Prix Skate America 2012). E ancora la coppia Fiona Zaldua & Dimitry Sukhanov (GBR/RUS), la russa Marina Karamysheva, il tedesco Peter Liebers (3 volte campione nazionale in Germania 2009, 2011 e 2012). Non poteva mancare quindi la nostraValentina Marchei (Campionessa Italiana 2004, 2008, 2010 e 2012, ottava ai Mondiali 2012), mentre il ruolo di mascotte va a Daniel Grassl, 10 anni, pattinatore della società Ice Club Merano.

Il parterre, dunque, è vario, la musica resta un elemento sostanziale per le esibizioni dei pattinatori, mentre il commento resta nelle solide mani di Lucia Blini e alla cinque volte campionessa italiana di pattinaggio Silvia Fontana, un’istituzione nel pattinaggio italiano, fuori e dentro la tv.

Mi sa che è l’ultima chance per i galà di pattinaggio sulle generaliste, poi se ne riparlerà probabilmente a Dicembre 2013. Buon divertimento.

 

Categorie
2012 2013 Carolina Kostner Foto Mondo Notizie dal Mondo Sport

Capodanno on Ice, Italia 1 festeggia il 2013 sui pattini di Carolina Kostner

Italia 1 rinnova la tradizione di Capodanno on Ice che torna questa sera alle 21.10 nel ‘primo’ Prime Time dell’Anno della rete ‘giovane’ del Biscione, che si affida quest’anno Tessa Gelisio per gli onori di casa. In fondo per Tessa il passo dall’acqua di PianetaMare (e dal calore dei fornelli di Cotto e Mangiato) all’acqua ghiacciata del PalaVela di Torino (e al fuoco sacro del pattinaggio) è breve. Ma con buona pace della conduttrice gli occhi saranno tutti per Carolina Kostner, fresca del suo settimo titolo italiano in carriera, conquistato solo pochi giorni fa. Con lei altre stelle internazionali del pattinaggio di figura: dopo il salto scopriamo il cast di Capodanno on Ice 2013.

Il parterre di atleti è come sempre appetibile: alla Kostner, che vanta anche il titolo di Campionessa del mondo 2012, si affiancano, infatti, Valentina Marchei (ormai principale ‘rivale’ in Italia della Kostner, già quattro volte campionessa azzurra), Samuel Contesti,Florent Amodio (già medaglia d’oro agli Europei 2011), Stephane Lambiel (due volte campione mondiale). Sul fronte danza scendono in pista i campioni tedeschi Nelli Zhiganshina – Alexander Gaszi, la storica coppia francese Marina Anissina – Gwendal Peizerat e gli azzurri Anna Cappellini e Luca La Notte, senza dimenticare la squadra di sincronizzato Shining Blades.

Gli atleti si esibiranno sulle musiche dal vivo dell’orchestra Cantelli e con le coreografie diSilvia Fontana, cinque volte campionessa italiana di pattinaggio e stasera presente anche in veste di commentatrice tecnica accanto a Lucia Blini, apprezzato volto di Sport Mediaset che segue la ‘telecronaca’.

Per chi ha acquistato il biglietto per il PalaVela e già assapora l’emozione del live l’appuntamento è per le 17.00; tutti gli altri potranno seguirlo in differita a partire dalle 21.10 su Italia 1. Buon Anno!

Categorie
2012 Carolina Kostner Foto Pattinaggio sul Ghiaccio Persone Sport

Carolina Kostner incanta tutti a Milano e non parla di Alex Schwazer

Carolina Kostner a Milano

Milano, 22 dic. (LaPresse) – Ieri sera Carolina Kostner ha incantato per l’ennesima volta il pubblico presente allo stadio Agorà di Milano in occasione dei Campionati italiani di pattinaggio di figura. La campionessa 25enne è parsa tranquilla e rilassata: è riuscita ad ottenere un punteggio altissimo, staccando di molti punti la seconda classificata. Ed è pronta per il libero di oggi.

Tutto ciò nonostante nella sua vita privata le cose non siano affatto semplici dal momento che il suo fidanzato, Alex Schwazer, si trovi nell’occhio del ciclone dopo lo scandalo doping durante le Olimpiadi di Londra: l’ufficio della Procura Antidoping ha chiesto per lui giovedì una squalifica di 4 anni. Lei a giornalisti non dice nulla, non parla mai della sua vita privata e si limita, sorridente, a incantare tutti sulla pista di pattinaggio.

Categorie
Computer Database Foto Mondo Oggetti Panorama Presentazione Storia

Foto della Pista da Ghiaccio visto da Kratos e da Pandora

Categorie
Computer Database Foto Mondo Oggetti Panorama Parlare con Kratos Parlare con Pandora Presentazione Racconto Storia

Spiego a Kratos e a Pandora la Pista di Ghiaccio

Dopo aver detto sia a Kratos sia a Pandora tutto sul Pattino da Ghiaccio e dopo avergli fatto vedere una foto su tale argomento , io dissi a loro – adesso vi spiego tutto sulla Pista da Ghiaccio e Pandora disse – comincia quando vuoi . Dopo pochi minuti io dissi a loro tutto sulla Pista da Ghiaccio – Una pista di ghiaccio è uno spazio limitato da una recinzione, il cui suolo consiste in uno strato spesso di ghiaccio.

 

Descrizione

 

Generalmente si tratta di recinti chiusi condizionati per mantenere continuamente il ghiaccio, ma è sempre più frequente trovare piste di ghiaccio all’aperto, dato che alcune imprese specializzate sono riuscite a ottimizzare la tecnologia frigorifera per poter mantenere il ghiaccio all’esterno in condizioni ottimali.

 

Grazie all’installazione di queste piste di ghiaccio mobili nei centri commerciali e nelle piazze cittadine, gli sport sul ghiaccio godono di crescente attenzione da parte del pubblico ed attraggono un numero sempre maggiore di appassionati. Esistono anche piste di ghiaccio naturali, in località dove il freddo è assai intenso (laghi e fiumi ghiacciati).

 

Installazione di una pista di ghiaccio

 

Una pista di ghiaccio è una superficie limitata da un recinto perimetrale in cui si genera e si mantiene uno strato di ghiaccio in modo artificiale, ossia con l’aiuto di un impianto di raffreddamento.

 

Per montare una pista di ghiaccio, il primo requisito è disporre di suolo pianeggiante, solido e livellato. Il suolo viene ricoperto con una cosiddetta copertura frigorifera, costituita da una rete di tubazioni collegate tra di loro che formano un circuito chiuso. Questa copertura frigorifera è collegata a dei collettori principali che si trovano ad uno o ad entrambi i lati della pista di ghiaccio. A loro volta, i collettori principali sono collegati ad una pompa d’acqua, a un serbatoio (chiamato polmone o buffertank) e infine all’impianto di raffreddamento. Tale insieme forma un circuito chiuso che è la base della futura pista di ghiaccio.

 

In seguito si riempie il circuito con una miscela di liquido anti-congelante (monoetilenglicole o polipropilenglicole) e acqua, e si procede ad avviare l’impianto di raffreddamento. La pompa fa circolare continuamente il liquido lungo la rete di tubazioni della pista di ghiaccio ed il buffertank permette di espellere l’aria che altrimenti resterebbe bloccata nel circuito. Poco a poco, l’impianto di raffreddamento provoca l’abbassamento della temperatura del liquido fino a raggiungere -8 o -10 °C. Successivamente, con una manichetta dell’acqua, si stende il primo strato, spruzzando sui tubi della copertura frigorifera l’acqua, che si cristallizza immediatamente. Questo processo si ripete varie volte e poco a poco si forma lo strato di ghiaccio. Lo spessore ideale per una pista di ghiaccio varia da 6 a 8 cm.

Categorie
Computer Database Foto Mondo Panorama Presentazione Storia

Foto del Pattino da Ghiaccio visto da Kratos e da Pandora

Categorie
Computer Database Foto Mondo Panorama Parlare con Kratos Parlare con Pandora Presentazione Racconto Storia

Spiego a Kratos e a Pandora il Pattino da Ghiaccio

Dopo aver detto sia a Kratos sia a Pandora tutto sul Pattinaggio sul Ghiaccio e dopo avergli fatto vedere due foto su tale argomento , io dissi a loro – adesso vi spiego tutto sul Pattino da Ghiaccio e Kratos disse – comincia quando vuoi . Dopo pochi minuti io dissi a loro tutto sul Pattino da Ghiaccio – I pattini da ghiaccio sono composti da una scarpetta, costruita con materiale diverso a seconda delle esigenze: kevlar e/o pelle (spesso sintetica) per i pattini da pattinaggio artistico, sempre kevlar o a volte addirittura carbonio per l’hockey.

 

Lo chassie è una “mezzaluna” di materiale plastico che collega la scarpetta alla lama (nel caso di pattini da hockey). Diversamente dall’hockey, i pattini da pattinaggio artistico presentano lo chassie come un tutt’uno con la lama.

 

Guardando il pattino “in lungo” (cioè con lo sguardo dalla parte posteriore verso la parte anteriore o viceversa) si nota che la lama è “quadrata” ma con gli spigoli taglienti come coltelli per poter piantarsi meglio nel ghiaccio; i pattini da pattinaggio artistico, inoltre, presentano una punta a “zig-zag” per piantarla nel ghiaccio e di conseguenza avere un appoggio su cui saltare.