Categorie
Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Gazzetta dell' Universo Melissa Mcarthur New York

Parlo con Dana

250px-AidenRender

Io sapevo come mai Dana aveva tanti problemi a stare in questo edificio e voleva lasciare l lavoro di segretaria di Melissa . Usci dall’ ufficio di Melissa e andai li affianco a vedere l’ ufficio di Dana . Una volta entrato vidi che Dana stava mettendo tutte le sue cose dentro le borse e se ne stava andando via . Io mi misi davanti e la fermai – fermati . Io lo so perchè te ne vuoi andare da questo ufficio e da questo posto di lavoro . Riguarda il World Trade Center . Quando dissi quelle parole Dana si fermo e scoppio in lacrime e quelle lacrime erano per la sua famiglia che era morta li dentro . Dana lascio le borse e si fermo – si e per quello . Questo palazzo è di New York e da qui ho visto gli aerei arrivare verso le torri . Io andai verso Dana – lo so che è dura . Tutte quelle morti . E dura per te stare qui ma se non lo affronti perderai un buon lavoro per nulla . Se te ne vai puoi perdere non solo un lavoro ma anche un amica . Io credo che prima di scappare e andare via devi dare delle spiegazioni a Melissa . Sarà molto dura ma se ce la fai allora potrai continuare a lavorare qui e vedrai il futuro realizzarsi e lo vedi con i tuoi occhi . Oppure starai in un posto di lavoro normale e non vedrai niente . Dana non prese le sue borse ma mi passo vicino e andò a parlare con Melissa per salvare la loro amicizia ma anche per superare quel momento cosi cupo e oscuro .

 

Categorie
Ada Knight Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Foto Galleria Galleria Foto New York

Tom Clancy’s The Division

Una volta tornati alla New York di Tom Clancy’s The Division abbiamo visto la città cambiare sotto i nostro occhi momento dopo momento . Abbiamo visto una casa che prima era bella e piena di speranza . Li abbiamo visto che si era trasformata in un vero covo per restare vivi . Abbiamo visto sbarre di legno alla porta per fare in modo che la porta non venga aperta da persone che vogliono venire li e ucciderli . Abbiamo visto scorte di cibo e di acqua . Una finestra dava sulle scale anticendio e li abbiamo visto del sangue . La città dal giorno alla notte si era trasformata in quello che tutti temiamo di non stare li e sarebbe a dire un grande e grosso cimitero . Tutti hanno paura di stare li visto che pensano che li ci possa essere una persona cara a lui . Quella notte a New York si era scatenato l’ inferno in terra e nessuno ha potuto fare niente per fermare tale orrore . Un uomo ferito viene salvato dalle persone che cercano di riprendersi New York . Alcuni uomini armati sono pronti ma pure la The Division sono pronti a fare il culo a questi due con il fucile in mano . Per andare in ogni parte della città usano un camion dove mettere la spattura e attirano l’ attenzione su di non facendo un piccolo incendio . Loro sono pronti allo scontro e adesso tocca a noi fare qualcosa per riavere indietro New York .

New York adesso è solo un grosso cimitero dove non ci sono persone ma solo un grande freddo e quindi un posto dove non trovi persone ad aspettare Babbo Natale ma persone che sono pronte a uccidere per salvarsi .

 

Categorie
Demone Demoni Dr Ilaria Fermi Emily Wells Erica Figli della Notte Invocatore Invocatrice Vanessa Arcieri

I Figli della Notte vedono un problema

 

Il piano detto dal demone Erica era perfetto , ma davanti a loro e alla realizzazione del piano di Erica , c’ era un grosso problema e sarebbe a dire la compagna di stanza di Vanessa Arcieri . Daniela Rossi era il problema non solo per i Figli della Notte ma anche per Erica e per Emily . Anche se loro non avevano approvato il fatto che Erica facesse coppia con un umana , però loro ci passarono sopra visto che adesso dovevano distruggere questo enorme problema . Se c’ era Daniela li nella stanza con Vanessa , Erica non poteva entrare nella stanza , non avrebbe mai avuto la totale fiducia completa di Vanessa e cosi nel suo bicchiere non ci avrebbe mai potuto mettere la droga che avrebbe comprato da una persona che sapeva lei . Con Daniela di mezzo non poteva far violentare Vanessa Arcieri visto che era un problema molto grosso e se ne dovevano liberare visto che lei era un peso che bloccava tutto . Vanessa e Daniela erano molto legate e quindi tutto quello che avrebbero fatto , li avrebbe fatti avvicinare sempre più . Daniela era come una sorella maggiore per Vanessa e quindi non ci sarebbero riusciti a fare qualunque cosa con lei presente . Sapete come sono le sorelle maggiore . Anche se non ci vai d’ accordo , però quando hai bisogno del loro aiuto , sanno fare delle cose incredibili e cosi puoi essere sicuro che questa sorella ti aiuterà sempre . Daniela non avrebbe mai lasciato le spalle di Vanessa scoperte . Daniela e Vanessa si erano salvate diverse volte quando erano in difficoltà . Non lo avevano detto a nessuno , ma si erano salvate la vite in un incendio . Era successo 2 mesi fa Vanessa e Daniela stavano vedendo un incendio e Daniela era stata molto curiosa da vedere se li dentro c’ era qualcosa . Vanessa non aspetto e quando vide che il posto stava crollando , andò dentro e porto fuori Daniela . Daniela una volta uscita grazie a Vanessa , andò verso di lei – grazie per avermi salvato . Vanessa invece era arrabbiata ed era vicina a Daniela con quello sguardo di rabbia , ma duro poco visto che dai suoi occhi stavano uscendo lacrime – non ci riprovare più . Non ti voglio perdere . Tu per me sei una sorella grande che non ho mai avuto . Per favore non rifarlo più . Daniela abbraccio Vanessa e le accarezzo i capelli – certo sorellina . Non lo farà più . Mi dispiace di averti fatto preoccupare . Però volevo vedere se li dentro c’ era qualcuno oppure no . Grazie a quell’ evento , il loro rapporto si era evoluto e adesso non erano solo amiche ma erano sorelle . Adesso erano sorelle per la vita che rischiavano il tutto per tutto per salvare l’ una l’ altra . Danila prese dal suo giubbotto di pelle un fazzoletto e asciugo le lacrime di Vanessa che aveva tanta paura di perdere non solo la sua amica , ma adesso aveva paura di perdere la sua sorella maggiore . I Figli della Notte avevano saputo queste cose visto che Vanessa Arcieri e Daniela Rossi erano state fermate da un agente di polizia e loro dovettero raccontare tutto . Il poliziotto non era un semplice poliziotto ma anche un invocatore e grazie alle sue doti lesse nella mente di Vanessa e di Daniela senza alcun problema . Grazie a lui seppe tutto questo e anche altro .

 

 

Categorie
Demone Demoni Dr . Fiona Griffiths Dr Ilaria Fermi Emily Wells Erica Vanessa Arcieri

Dr . Fiona Griffiths visita Vanessa Arcieri

Quando Emily aveva portato Vanessa dalla Dottoressa Fiona , aveva capito che era una persona molto in gamba . Fiona prese subito Vanessa tra le sue braccia e la mise su un lettino vicino alla finestra . Fiona prese una torcia e apri con calma gli occhi di Vanessa e vide che erano normali . Prese il suo stetoscopio che aveva vicino al collo per vedere se la frequenza cardiaca stava per calare oppure no . Fiona in pochi minuti capì che Vanessa era solo svenuta e per questo non c’ era niente di cui preoccuparsi . Emily non se ne era andata visto che voleva stare vicino a Vanessa per vedere se stava bene oppure no . Emily non era li veramente per questo , ma non poteva dire in modo esplicito “ Sono qui per leggere la mente di Vanessa . Voglio vedere se si ricorda del nostro scontro e se so lo ricorda lo devo cancellare “ . Se Emily avesse detto una cosa del genere Fiona non ci avrebbe creduto per niente al mondo o se ci avesse creduto avrebbe chiamato subito la vigilanza . Ma anche se lo avesse , era lei che avrebbe fatto la figura della scema perché aveva fermata Emily Wells la ragazza che aveva fatto diventare questa scuola , una scuola che aveva grandi voti in ogni materia . Fiona prima di chiedere qualunque cosa a Emily , voleva vedere se Vanessa aveva qualche contusione oppure no . Fiona inizio dalle gambe e videro che li sopra non c’ era niente e poi andò sulla parte superiore e vide che dietro al collo c’ era una piccola contusione come se qualcuno le avesse dato uno schiaffo li sopra . Fiona prima di far andare Emily vicino al letto di Vanessa , voleva dirle alcune cose visto che se aveva fatto del male a una cosi piccola creatura avrebbe chiamato la sicurezza senza alcun problema . Fiona fece entrare Emily e la prese per un braccio – mi sta facendo male , mi lasci . Fiona era furibonda e voleva tanto chiudere la porta e ucciderla con i suoi bisturi , ma non lo fece visto che doveva salvare la vita di Vanessa e non diventare un assassina . Fiona ancora con la mano stretta al braccio di Emily e la porto vicino al corpo di Vanessa e le fece vedere la contusione sul collo – se non mi da una spiegazione su quella contusione subito chiamo la sicurezza e ti faccio vedere come ti faccio arrestare per aggressione e visto che sono un medico e la mia parola vale più della tua faccio in modo che tu venga accusata anche per violenza sessuale . Emily e Erica sapevano cosa significa e cosi Emily decise di dire la verità – mi dispiace non volevo . Eravamo li in palestra per allenarci un po’ visto che sapevo che lei era segno di scherni e molte persone la volevano far male e io allora ho deciso di darle qualche lezione di difese personale e cosi lei si poteva difendere contro ogni persona . Fiona credette alla storia di Emily visto che non le aveva dato prova del contrario e le lascio il braccio – adesso puoi vedere Vanessa . Ma la prossima volta non dire bugie . Se dicevi la verità sin da subito questo terzo grado con me te lo potevo risparmiare . Emily guardo in volto Fiona visto che adesso era felice e non più arrabbiata come prima – mi dispiace avevo paura . Non sapevo cosa mi succedeva se dicevo la verità e cosi ho detto una bugia . Emily aveva fatto teatro ed era la migliore in recitazione , sapeva piangere quando voleva e questo rese ancora più forte la sua teoria .

Categorie
Alex Chendler Compleanni Compleanno Foto Katrine Chandler

Foto della borsa a tracolla di Katrine Chandler

il_340x270.542572074_3l7s

Katrine Chandler nel giorno del suo 24 compleanno ha ottenuto questa borsa a tracolla tra il nero e il rosso . Una volta ottenuta ha messo le chiavi di casa vicino alla borsa a tracolla per fare in modo che non fossero dentro e cosi se le perdeva se ne accorgeva subito visto che a una rapida occhiata erano visibili . Quando casa sua era stata distrutta da suo fratello Alex Chandler per darle la possibilità di scappare e cosi salvare i suoi amici della Speed Run Company . Prima di andare strappo dalla sua borsa le chiavi di casa sua che adesso era solo fumo e cenere e le butto dentro un tombino . Quando lo fece era in lacrime visto che il giorno del suo compleanno era divenuto il giorno più brutto di tutta la sua vita . Aveva ottenuto un nuovo fucile ma aveva perso la sua famiglia in un solo colpo .

Categorie
Adrenalis Angelica Wood Angelina Collezionisti Domino Harvey Elektra Shadow Black

Angelica Wood parte 38

Angelica Wood quando era con Angelica aveva deciso di farsi chiamare Elektra , quello era un modo per sconfiggere il male , la paura e tutte le forze oscure che si muovevano dentro di lei . Da quando era morta Angelina e Angelica non era riuscita a fare niente e da quel giorno non si vedeva più come Elektra ma come una persona che ha avuto paura che non ha fatto niente per salvare la sua amica da Domino Harvey . Aveva avuto paura e non aveva fatto niente , ogni giorno stava sempre più male e un giorno provo a prendere in mano i suoi Kai e le sue mani stavano tremando dalla paura e i kai erano caduti a terra e si era conficcati nel terreno . Angelica aveva paura e sopratutto era triste dentro il suo corpo e nell’ anima e per questo Angelica aveva paura ma tutto questo lo dovette dentro e tutto questo si trasformo in una rabbia molto brutta . Shadow Black poteva sentire e poteva vedere che Angelica Wood era arrabbiata ma non poteva dare corda alla rabbia . Shadow Black un giorno venne da Angelica Wood che era arrabbiata e stava per rompere la scrivania e Shadow Black la fermo prima di distruggerla e poi la abbraccio e le disse con calma e mentre Angelica stava piangendo – se devi piangere fallo , non ti trattenere . Se non lo fai nel tuo cuore ci sarà un vuoto enorme e non potrai più essere felice come vuoi .

Angelica Wood che era tra le braccia forti di Shadow Black erano coperte da una maglietta nera e un giubbotto nero – hai ragione io sto soffrendo molto . Per tutto questo tempo non ho avuto il tempo di parlare di Angelina e questo mi fa soffrire moltissimo e quindi aiutami a superare questo dolore che ho nel cuore .

Shadow Black si mise seduto sulla sedia e poi fece apparire una sedia nella quale si mise seduta Angelica Wood con le gambe accavalcate e vide che Shadow Black non stava soffrendo come stava facendo Angelica Wood .

Shadow Black sapeva che Angelica Wood stava soffrendo moltissimo e mettendo le mano sulla sua guancia sinistra per togliere la lacrima che le era uscita dal suo occhio sinistro e poi disse – So che tu sei legata al passato , ma adesso devi smettere di guardare al passato e devi vedere il presente . Anche se questa è una cosa brutta smettere di pensare al passato , alle persone che sono morte ma devi pensare al presente e sopratutto devi pensare a quello che devi affrontare adesso che c’ e nel tuo presente come Domino Harvey oppure i Collezionisti . Angelica Wood si era sfogata piangendo molto e sentendo le parole di conforto di Shadow Black ,capì che era una cosa davvero molto brutta ma poi ci mise un po’ ma alla fine capì che era una cosa davvero molto utile per affrontare tutto e tutti .

Angelica alla fine decise di ricordarsi di Angelina ma alla fine decise di guardare al presente e facendo questo Shadow Black e Angelica Wood si poterono concentrare sui piani che servivano per sconfiggere Domino Harvey e poi quello finale che aveva ideato Shadow Black per far entrare Angelica Wood nel covo dei Collezionisti come ostaggio . 

Categorie
Befana Kara Universing

La Befana prova a uccidersi per la morte di Serena

La Befana non aveva ascoltato nessuno e per colpa sua era morta una persona . Per colpa della sua arroganza a troppa sicurezza di fare tutto da sola una ragazzina di 10 anni era morta . Da quando quella porta era stata chiusa davanti a lei e dentro di lei era entrata una cosa che lei non voleva e che adesso gli faceva da dentro e partiva dal cuore . Il dolore era molto forte e gli faceva male moltissimo e quella cosa che gli faceva male era il suo senso di colpa che entrava in moto . Tutti i bambini di Whitechappel vedevano che la Befana stava soffrendo e uno volta la videro piangere in un angolo buio . Aveva piano li per non far vedere agli altri che stava soffrendo e nessuno ci poteva fare niente , la colpa era sua e sua soltanto . Dopo la sofferenza della morte della sua amica Serena era partita la rabbia e lei decise che non ce la faceva più a stare con questa sofferenza dentro e andò a scontrasi contro il ragazzo più forte del quartiere e gli iniziava a dare fastidio e per farla stare zitta gli diede un pugno in faccia alla Befana . La Befana si rialzo e vedendo che aveva un occhio nero gli disse – che c’ e tutto qui quello che sai fare . Non sai fare di meglio , avanti . Il ragazzo più grande del quartiere aveva 18 anni ed era molto più forte di tutto e il suo nome era Kane e quando vide che la Befana stava piangendo quando gli stava per dare un ‘ altro pugno si fermo e disse – io non colpisco chi sta piangendo . Tu stai soffrendo per Serena e non ti colpisco , mi dispiace ma non lo faccio .

La Befana era arrabbiata e decise di trovare un ‘ altro modo per morire e vide che un uomo aveva gettato un coltello molto ben affilato e migliore di quello che aveva prima la Befana e stava per fare una cosa che secondo il momento in cui stava le avrebbe risparmiato ogni sofferenza . Con calma si stava ficcando il coltello nel cuore ma Kara un amica di Serena la fermo e gli diede uno schiaffo alla Befana e la abbraccio e disse – Lo so che stai soffrendo ma non metterai fine alla sofferenza morendo . Se muori Serena sarà morta inutilmente , adesso tu devi fare quello che aveva detto Serena e non ucciderti . Se ti uccidi tutti i bambini che hai aiutato perdono la speranza e una volta che l’ hai persa tu tutti gli altri bambini si uccidono . Quindi per favore non lo fare .

La Befana inizio a piangere tra le braccia di Kara che aveva 17 anni ed era molto più grande della Befana e disse – adesso va tutto bene , ci sono io con te . Ne possiamo parlare insieme e io ti aiuto a superare questo brutto momento che stai passando .

La Befana era davvero molto disperata per la morta di Serena e disse a Kara – grazie del tuo aiuto , sto soffrendo moltissimo per la morte di Serena . Mi aiuti tu a superarla .

Kara guardo negli occhi La Befana e disse – passare un momento difficile è pieno di difficoltà e quindi non ti pensare che lo puoi superare subito e quindi ci vorrà molto tempo . La Befana la guardo negli occhi e disse – voglio andare in avanti e diventare un simbolo per tutti i bambini ma con la morte di Serena sul cuore non ci riesco . 

Categorie
Damon Saintcall Distruttori Dominatore di Poteri Dominatrice di Poteri Maraxus Osservatore Osservatori Pianeti Settembre Spazio Tempo Universo

Torno nel T.A,R.D.I.S dopo aver vinto la Guerra dell’ Universo

Dopo aver vinto la Guerra dell’ Universo e aver parlato con Settembre , tornai nel mio T.A.R.D.I.S e chiusi e mi allontanai da li , chiusi le porte e non mi guardai indietro . Chiusi le porte e mi accascia li e iniziai a piangere e poi dal pianto mi appari una rabbia tale . Una rabbia profonda e oscura , dentro di me era apparso un lato di me che prima non c’ era cioè la porte oscura . Negli anni avevo fatto di tutto per tenere lontano da me la parte oscura e fare in modo che dentro di me il più lontano possibile si attivasse la Furia Nera . Quella Furia Nera che se attivata mi avrebbe portato a fare una carneficina e se qualcuno non mi avesse fermato avrei ucciso tutto e tutti sul mio cammino . Ora mai quella parte era dentro e non potevo fare niente per togliermi tale cosa era dentro di me e anche avendo tutti i miei poteri non potevo liberarmene . Quando subbisci una cosa brutta ti porti indietro il diavolo e non puoi più liberatene o per meglio dire c’ e un modo per farlo cioè liberarti dal peso di quello che hai fatto . Quel giorno che durato moltissimo ho fatto cose imperdonabili ma non solo io anche il mio popolo e non ne vado fiero . Per quello che è successo durante la Guerra tutti hanno avuto paura dei Dominatore di Poteri , ho fatto un ‘ altra cosi li cioè dovevo morire quel giorno . Quel giorno ho fatto finta di morire e cosi tutti sanno che sono morto quel giorno e io e tutti gli altri della mia famiglia si possono creare una nuova reputazione e cosi seppellire quella del nostro popolo . Per quello che ho fatto io non dormo più e non ne vado fiero in nessun modo e non dormo e appena chiudo gli occhi vedo tutto quello che è successo li .

Categorie
Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Garret Me Racconto Roberto Serena The City

Cerco di riprendere un quadro da una guardia

Ero in The City la città natale di Garret il grande maestro ladro , ma la città non si doveva solo preoccupare di lui anche di guardie che spesso utilizzavano il loro lavoro per prendere soldi , quadri e spesso la virtù dalle figlie delle persone che dalle quali rubavano loro e se uno diceva loro qualcosa finiva molto male . Mentre nel mio universo c’ era l’ ospedale con le tue tecniche per aiutare i malati , qui c’era l’ ospedale ma era lontano anni luce alle conoscenze che abbiamo nel nostro universo . Andai vicino a delle guardie che avevano benuto e stavano per picchiare a morte un uomo che voleva riprendersi il quadro di sua moglia . Arrivai li e li fermai , la guardia sulla destra mi stava per dare un pugno lo bloccai e poi gli diedi un pugno nello stomaco e lui si accascio a terra . Poi tocco all’ altro , era lui che aveva preso il quadro e lui che mi poteva dare informazioni . Cosi lo presi e dissi – dove si trova il quadro ? , lui mi guardò e disse – si trova a 360 metri da te , lui non mi poteva mentire aveva la mia spada puntata alla gola . Mi occupai prima del signore e lo curai con i miei poteri e poi dissi a lui – sta bene signore ? .

Si sto bene , grazie per avermi aiutato . Adesso se lei resta in casa io le prendo il quadro che è tanto importate per lei . Se ha rischiato di perdere una mano , quel quadro deve raffigurare una persona molto cara per lei . Roberto mi disse – si , raffigura mia moglie che è morte tre anni fa . Dopo andai a prendere il quadro e li c’ erano moltissime guardie , prendere il quadro sarebbe stata una impresa se non avessi fatto piano . Se avessi fatto solo un pò di rumore o mi avesserò visto le guardie tutte sarebbero scattate li . Decisi di fare con calma , mi misi nell’ ombra , l’ ombra della notte e con calma sconfiggevo le guardie una dopo l’ altro senza ucciderle . Se lo potevo lo evitavo e portare cadeveri non mi avrebbe fatto che portare guai , alla fine su un carro c’ era il quadro che raffigurava una bellissima donna . Io la riportai a Roberto e lui fu molto contento di vedere il quadro , quando lo vide vidi nei suoi occhi che il quadro era più importante della sua vita . Roberto aveva pure una figlia , purtroppo per lei era arrivato troppo tardi e non potevo fare nienre per te neanche tornare indietro nel tempo . Andai dalla ragazza e mi misi accanto a lei stava piangendo sul suo letto , io la abbraccai e dissi – ora è passato tutto , calmati . Serena non era più felice come lo era prima le era stata privata la propria virtù da un mostro e non si poteva riporre rimedio , nessun rimedio poteva fare qualcosa . Anche io che avevo i miei poteri o la mia macchina nel tempo poteva fare niente , io però per lei potevo fare una cosa sola cioè portare via Serena da li .Serena non se ne voleva andare e dissi – Senti Serena qui non sei al sicuro e tuo padre è stato più preoccupato di un quadro a te , quindi non è meglio che vieni con me e forse ti daranno a una famiglia più generosa e tu li possa rendere orgliosi oppure stare qui e farti fare le cose peggiori e senza che tuo padre faccia niente . Devi essere coraggosa , la scelta è tua soltanto , io fino a quando non  decidi tu non posso fare niente . Serena capì che era una sua responsabiltà vivere una vita felice e cosi mi diede la mano e io la portai via da li , da quell’ inferno che lei chiamava casa . Tutti giorni solo lei lavorava , possiamo dire che suo padre da quando era morta sua madre lui era morto . Nel mondo non c’era più niente per lei e lui tutti i giorni stava li a guardare il quadro . Per me è stato brutto portare via Serena al padre , ma Serena invece di un padre che era vivo , il suo possiamo dire che era morto lo stesso giorno in cui era morta sua moglie . Roberto aveva provato due o tre volte a togliersi la vita ma per il bene di sua figlia non l’ aveva fatto ma adesso che a sua figlia le avevano tolto la sua virtù e cosi secondo lui non poteva avere un erede lui con o senza Serena tra due o tre giorni si sarebbe tolto la vità .

Categorie
Dominatore di Poteri Dominatrice di Poteri Dr Alyssa Saintcall Kratos Maraxus Pandora

Pandora vuole dare la caccia ai Collezionisti

Dopo il funerale tornammo a casa e Pandora si rinchiuse un ‘ altra volta in camera sua , Kratos vedeva che era molto disperata e davvero molto triste . Lei aveva passato molto tempo nel vaso con la paura che qualcuno voleva ucciderla , ma li dentro nessuno poteva morire , era una cosa legata alla speranza . Pandora quando stava per morire si aggrappava a quella forza e lei tornava in vita ma anche le altre persone nel vaso . Pandora aveva visto qualcuno morire li dentro ma poi era tornati in vita , li c’ erano regole diverse e pure sulla Terra c’ erano regole diverse . Questa era la prima vera esperienza sulla morte che aveva Pandora , anche se li nel vaso moriva qualcuno lui tornava in vita e quindi lei non doveva passare quel momento brutto in cui lei si dannava perché non era riuscita a fare qualcosa o era triste . Qui lei si sentiva davvero molto triste e le amiche non sarebbero tornate in vita cosi o aggrappandosi alla speranza o a qualche forza e loro sarebbero tornate in vita cosi . Pandora si sentiva in colpa perché anche se aveva tutti quei poteri lei non riuscita a muoversi in tempo e a fare qualcosa per salvare le sue amiche , era rimasta impotente . Alyssa era tornata a casa dopo che aveva fatto alcune cose con le sue amiche e senti piangere nella camera di Pandora , andò a vedere e busso – Pandora posso entrare ?

Adesso no è un brutto momento – Alyssa entrò lo stesso e andò ad abbracciare Pandora e si fece spiegare il motivo di tale pianto e Alyssa poteva capire meglio di chiunque o per meglio dire io , Damon e Alyssa sapevamo cosa significa perdere qualcosa . Noi abbiamo perso tutto e non lo possiamo più riottenere , lo stesso valeva per Pandora lei aveva perso le sue amiche e lei non ci poteva fare niente . Nemmeno io potevo fare qualcosa , sarò pure il Dominatore di Poteri ma non posso controllare la vita e la morte ,ma anche se lo potessi fare ho imparato la lezione che non si deve fare questa cosa e se uno prova a farlo può rischiare di perdere la vita . Alyssa che era abbracciata a Pandora , le accarezzo la fronte con calma e poi disse – lo so che stai soffrendo , io lo so meglio di chiunque altro . Nel giorno del mio compleanno morirono un sacco di persone e nessuno pote fare niente per salvare le persone su Maraxus . So cosa si prova a perdere tutto e so quello che sto per dire può essere brutto ma devi accettare il fatto che le tue amiche sono morte e non torneranno più . Perché mi dici questo – Alyssa guardò negli occhi sofferenti di Pandora e disse – lo faccio perché voglio che tu accetti la cosa il più presto possibile e cosi potrai tornare a pensare al presente e non più al passato . Quindi vuoi che accetti la loro morte ?

Si , io voglio questo . Anche se è doloroso e triste è anche molto difficile fare questa cosa , cerca di farla al più presto seno prima o poi i nemici ti vedono inerme e tu non ti potrai difendere contro di loro . Non voglio dire che le devi dimenticare , ma quando né avrai bisogno tu potrai parlare con loro . Pandora voleva sapere come , se c’ era un modo per parlare con loro , lei lo voleva sapere . Alyssa non sapeva quando si sarebbe risvegliato il potere di parlare con i morti che aveva ottenuto tramite la trasformazione in Switched . Puoi parlare con le tue amiche tramite il potere di parlare con i morti , questo potere non so quando si risveglierà in te e sopratutto in quale circostanza . Quindi prima di fare progetti o altro , devi farti questa domanda . Voglio veramente parlare con le mie amiche oppure no ? . Pandora prima ancora di parlare con i morti si doveva fare questa domanda , che era alquanto facile ma difficile allo stesso tempo e questo avrebbe portato via del tempo a Pandora . Alyssa bacio sulla fronte Pandora e poi disse – se vuoi sfogarti con qualcuno o vuoi parlare di questa cosa io starò qui per tutto il tempo e ti aiuto a passare questo bruttissimo momento che ti affligge. Pandora abbraccio Alyssa e disse – se ho bisogno ti chiamo e cosi grazie al tuo aiuto mi passa questo bruttissimo che sto passando . Alyssa era riuscita a far arrivare al cuore di Pandora sia un po’ di felicità ma anche un ‘ altra cosa che aveva perso quel giorno cioè la speranza , ma grazie a mia sorella Alyssa lei era riuscita a ritrovare tutti e due . Adesso dovevamo capire come si svolgeva questa situazione , ci facevamo moltissime domande . Pandora avrebbe superato il momento oppure no , questo per l’ intera vita di Pandora può cambiare tutto . Dovevamo solo attendere e capire se questo evento avrebbe fatto in modo che la vita di Pandora si distruggesse oppure avrebbe fatto in modo che questo evento lo avrebbe utilizzato per diventare una persona importate . Un uomo saggio mi disse “ Non è importante quanto sia grande la caduta , ma quanto sforzi fai per risalire la vetta “ . Io e gli altri dovevamo capire se Pandora avrebbe utilizzo questa cosa per capire come va il mondo cioè che non ci solo persone buone ma anche persone cattive e grazie a questa cosa lei si trasformata nella grande eroina che l’ intero universo avevano bisogno di lei . Per uscire dalla stato in cui era , cioè lo stato emotivo in cui ero lei parlo con i fantasmi delle sue amiche , era successo per caso che il suo potere si era risvegliato e le sue amiche apparirono vicino al letto di Pandora . Tutte le sue amiche erano li e Ada disse – Salve Pandora , Pandora quando senti la voce di Ada e vide le sue amiche di istinto scese dal letto e andò ad abbracciare le sue amiche ma le attraverso soltanto e questa cosa fece molto triste lei e pure le amiche . Le amiche dovevano farle sollevare il morale anche se erano morte però loro erano in grado di farlo .

So che sei sconvolta dalla nostra morte , lo sappiamo benissimo . Non dico che lo devi superare subito , ma cerca di utilizzare questa esperienza che ti è successa come un modo per capire come va il mondo . Non tutto va per il verso giusto , noi siamo morte ma almeno tu sei viva e forse grazie al tuo aiuto noi possiamo avere la pace che tanto speriamo . Pandora non capiva – per favore spiegatemi meglio la situazione , Pandora non era ancora abituata al fatto di fantasmi intrappolati sulla Terra e quindi lo chiese alle amiche . Noi siamo morte ma i nostri spiriti sono intrappolati qui sulla Terra fino a quando non verrò fatta giustizia i nostri spiriti resteranno intrappolati.

Pandora allora fece come Batman quando aveva perso i suoi genitore ma fece anche come me quando avevo perso i miei genitori e il mio intero popolo cioè facevo finta di stare bene ma invece dentro di me c’ era una rabbia immensa infinita . Nascondevo pure quella e lo stesso faceva Pandora alla fine lei venne verso di me e con uno sguardo serio – voglio aiutarti a cacciare queste nemico che ha ucciso le mie amiche oppure lo farò da solo . Alla fine decisi di unirla al caso , non potevo fare altrimenti anche se secondo le regole del mio Dipartimento se sei coinvolto non puoi intervenire nelle indagini . Ma questo non avrebbe fermato Pandora anzi come una sfida lei avrebbe fatto di tutto per entrare nel caso , lo so perché avrei fatto lo stesso se qualcuno si doveva occupare del caso della Distruzione di Maraxus . Anche se Angela Ferrante mi avrebbe detto di non partecipare al caso , io lo avrei fatto lo stesso perché era una questione di onore e di rispetto e sopratutto era anche per fare giustizia per il mio popolo . Lo stesso voleva fare Pandora e purtroppo anche se io ero più grande lei avrebbe fatto di tutto per partecipare al caso .