Categorie
2013 E3 E3 2013 Mondo Mondo dei Videogiochi Nintendo 3DS Notizie Notizie dal Mondo

The Legend of Zelda : A Link to Past 2 – Tutti i romur

L’E3 si avvicina e tra i titoli che vedremo sullo showfloor ci sarà anche il sequel diretto del leggendario A Link to the Past. Di seguito trovate i rumor relativi a The Legend of Zelda: A Link to the Past 2, in arrivo su 3DS nel corso del 2013.

– Secondo i rumor il titolo è ambientato nello stesso mondo di A Link to the Past ed è passato aprecchio tempo dalla sconfitta di Ganon. Hyrule è in piena ricostruzione e sta rifiorendo quand’ecco sorgere una nuova minaccia.
– Il cattivo è completamente nuovo e capitana una fazione inedita.
– Il gioco è molto più ampio rispetto ai precedenti capitoli mobile della serie con almeno 6 dungeon.
– La formula del titolo è più tradizionale e non ricalca quella di Skyward Sword.
– A Link to the Past 2 concede più spazio alle razze con città e luoghi dedicati.
– Il Dark World esiste anche nel nuovo titolo ma è diverso. I desideri di Link alla fine del primo capitolo hanno cambiato molte cose.
Nel gioco Link è maledetto ed è per questo che possiede alcune strane abilità.
– Zelda ha un ruolo marginale.
– C’è una modalità multigiocatore.

Se volete vedere il trailer andate qui : http://multiplayer.it/video/the-legend-of-zelda-a-link-to-the-past-2-per-3ds/the-legend-of-zelda-a-link-to-the-past-2-trailer-di-presentazione.hi/

 

Categorie
2013 Foto Foto del Giono Mondo

Foto del Giorno : Champagne ad alta gradazione

Se nuotare in una piscina piena di Champagne è il sogno di molti, non fatevi illusioni: anche se questa meraviglia esiste davvero, è assolutamente inavvicinabile. Il motivo però non è di tipo economico, quanto piuttosto legato alla sua… gradazione! Stiamo parlando della Champagne Pool, un lago origine vulcanica che si trova nel nord della Nuova Zelanda, all’interno dell’area geotermica di Waiotapu (che in maori significa “acque sacre”), vicino alla città di Rotorua.
Questa grande pozza del diametro di 60 metri ribolle di infinite bollicine di CO2 che insieme ai suoi colori variopinti in continua mutazione costituiscono un vero spettacolo della natura. I minerali disciolti nell’acqua caldissima – la temperatura a volte sfiora i 74°C – la rendono infatti di un colore indefinito che muta al variare del vento: dal giallo-zolfo al bianco-silice, dal rosso-ossido di ferro al nero-zolfo/carbonio, e ancora oro, argento, mercurio, arsenico e via dicendo.