Categorie
1993 1995 1997 1999 2000 2013 Carlotta Ferlito Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Sport nel Mondo Vanessa Ferrari

Ginnastica, Assoluti -2: presentiamo tutte le ginnaste/2

Meno due giorni agli Assoluti di ginnastica artistica che andranno in scena nel weekend ad Ancona(cliccate qui per tutte le informazioni sull’evento http://www.olimpiazzurra.com/2013/05/ginnastica-assoluti-4-programma-dirette-partecipanti-assenti/). Dopo esserci soffermati nel dettaglio su dodici delle ginnaste in gara (cliccate qui per leggere l’articolo http://www.olimpiazzurra.com/2013/05/ginnastica-assoluti-3-presentiamo-tutte-le-ginnaste1/), oggi concludiamo la fase di presentazione con le altre dodici ginnaste iscritte alla competizione. L’ordine è assolutamente discrezionale.

 

Elisa Meneghini (24 luglio 1997, Gal Lissone). La brianzola è al primo Assoluto da senior e sbarca nelle Marche per coronare cinque grandissimi mesi: scudetto con la Gal da trascinatrice, settimo posto nel concorso generale agli Europei, partecipazione alla Coppa del Mondo, miglior italiana a Jesolo dietro alle statunitensi. La quindicenne è entrata in un nuova dimensione ed è la grande favorita per la conquista del titolo all-around insieme a Campana e Preziosa (l’anno scorso fu terza dietro solo a Ferrari e Ferlito). Rimane la grande favorita per il successo alla trave dove solo una Preziosa in forma potrebbe essere alla sua altezza (nel 2012 fu d’argento alle spalle della Ferlito).

 

Elisabetta Preziosa (21 settembre 1993, Esercito Italiano/Gal Lissone). La diciannovenne si presenta alla prima occasione di riscatto dopo la mancata convocazione agli Europei. Capiremo davvero se la “nuova” mentalità e la sicurezza psicologica che abbiamo ammirato in campionato hanno trovato una continuità nel corso del tempo. È una delle quattro ragazze olimpiche che ammireremo al Pala Rossini (tre di Londra 2012 più la Crisci che partecipò a Sidney 2000). L’attrezzo preferito è la trave su cui si giocherà le maggiori chance di medaglia. Quest’anno è stata molto positiva al corpo libero quindi potrebbe replicare (se non addirittura migliorare) il bronzo della passata edizione. Per quanto riguarda il concorso generale, nei pronostici della vigilia, parte un filino indietro rispetto a Campana e Meneghini.

 

Giulia Leni (4 maggio 1995, Mens Sana Siena). Togliendo un lievissimo infortunio che le ha fatto saltare una tappa di A1, fino ad ora è stato un 2013 positivo per la fresca maggiorenne contando anche l’eccellente prestazione di Jesolo. La senese deve difendere il bronzo alle parallele asimmetriche del 2012 e potrebbe avere le carte in regola per farlo. Per quanto riguarda gli altri attrezzi staremo a vedere. Il ritiro annunciato a settembre è ormai un lontano ricordo…

Alessia Leolini (3 febbraio 1997, Giglio Montevarchi). Anche la toscana è al primo Assoluto da seniores. La Serie A1 è stata un po’ sotto alle aspettative della vigilia. Proprio per questo motivo,l’appuntamento di Ancona è fondamentale per ben figurare e lanciare un segnale. Non dimentichiamoci mai che faceva parte della formazione che conquistò l’argento agli Europei juniores nel 2012.

 

Arianna Rocca (31 maggio 1996, Forza e Virtù). Campionessa italiana al volteggio in carica. Ad Ancona proverà a confezionarsi un regalo anticipato per i diciassette anni che compirà venerdì prossimo: la riconferma. L’avversaria sulla sua strada sarà Adriana Crisci, proprio come lo scorso anno. Reduce da un buon primo quadrimestre e da un campionato spettacolare con la formazione di Novi Ligure.

 

Pilar Rubagotti (4 agosto 2000, Brixia Brescia). Una delle promesse più limpide dell’artistica italiana. Reduce dal Trofeo Internazionale di Lugano chiuso al quinto posto. Attrezzo preferito è la trave. Seconda in campionato con la Brixia.

Sofia Busato (4 settembre 2000, Brixia Brescia). La più giovane atleta in gara. Anche lei è reduce dal superlativo quarto posto al Trofeo Internazionale di Lugano dietro solo alla stella Munteanu e alle russe. Ama la trave e le parallele. Seconda in campionato con la Brixia.

 

Martine Buro (28 novembre 1997, Pro Lissone). Primo assoluto da senior dopo delle buone prove in campionato e un successo di specialità.

Alessia Praz (14 maggio 1997, Gal Lissone). Anche per lei è il primo Assoluto da senior. Reduce dallo scudetto con la Gal e da una regolarità su tutti gli attrezzi.

 

Sofia Bonistalli (15 gennaio 1998, Polisportiva Casellina). Ottimo campionato di Serie A2. Adora il corpo libero.

Joana Caroline Favaretto (8 maggio 1999, S.G.A. Gymnasium). Ha appena ottenuto la promozione in A2 con la sua squadra. Ottimo prospetto. Ha partecipato al Trofeo di Jesolo di fronte al suo pubblico. Ama il corpo libero.

Chiara Imeraj (9 novembre 1999, Brixia Brescia). Prospetto della scuola Brixia, dalle grande potenzialità. L’abbiamo vista tante volte in A1 con ottimi risultati. Adora le parallele.

 

Categorie
2013 Carlotta Ferlito Ginnastica Artistica Mondi Fantastici Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Sport nel Mondo Vanessa Ferrari

Ginnastica, Assoluti -4: programma, tv, partecipanti, assenti…

Meno quattro all’appuntamento più importante per la ginnastica artistica sul suolo italiano. Il weekend del 25-26 maggio si avvicina e il Pala Rossini di Ancona, già sede della prima prova di Serie A, è pronto ad ospitare i Campionati Nazionali Assoluti sotto l’organizzazione della Ginnastica Giovanile.

L’evento di punta per il nostro Paese che assegna i titoli di Campione d’Italia a livello individuale. Il regolamento è molto semplice: sabato si disputa il concorso generale e si assegna il primo trofeo (sia maschile che femminile). Le otto ginnaste (vale anche al maschile ovviamente) che ottengono il punteggio più alto su ogni singolo attrezzo si qualificano per le finali di specialità di domenica pomeriggio.

 

Il programma è altrettanto semplice.

Venerdì 24 maggio:

15.30-18.30                Prova podio (a porte chiuse)

Sabato 25 maggio:

16.30-19.20 (circa)     Concorso generale e qualificazioni a finali di specialità (maschile e femminile)

Domenica 26 maggio:

15.30-18.30 (circa)     Finali di specialità (maschile e femminile)

 

Al momento NON è prevista alcuna copertura televisiva. Come ben sappiamo, la Rai detiene tutti i diritti sulla trasmissione di gare di ginnastica sul nostro territorio ma nel palinsesto del weekend della televisione pubblica NON c’è traccia degli Assoluti. Per quanto riguarda la giornata di sabato: su RaiSport1 spazio alla ventesima tappa del Giro d’Italia, mentre su RaiSport2 verrà trasmessa la finale del campionato di rugby; domenica tappa finale del Giro d’Italia su RaiSport1, mentre su RaiSport1 è il turno delle semifinali playoff della serie C di calcio. Per il momento è così, ma non è detto che nei prossimi giorni non ci siano notizie in positivo per gli amanti dell’artistica.

Stando così le cose, però, gli unici fortunati che potranno assistere in diretta allo spettacolo saranno gli appassionati presenti sugli spalti del palazzetto del Conero. Biglietti a prezzi accessibilissimi: per la giornata singola intero a dieci euro, ridotto cinque euro; per l’abbonamento al weekend, 15 euro l’intero e 8 euro il ridotto. I tagliandi si acquisteranno direttamente ai botteghini un paio d’ore prima dell’inizio delle gare. In caso di gruppi composti da dieci o più persone è possibile effettuare una prenotazione scrivendo a ginn.giovanilean@libero.it.

 

La rassegna ha visto man mano perdere i suoi pezzi più pregiati. Alla fine il conto assenti, specialmente tra le ragazze, è davvero pesante ed è purtroppo il leit motiv.

Mancherà Vanessa Ferrari, campionessa in carica, che ha preferito (giustamente) riposare e provare a recuperare al meglio dall’infortunio al piede patito a Jesolo e che l’ha limitata parecchio a Mosca.

Non vedremo nemmeno Carlotta Ferlito che, dopo l’amaro Europeo, ha (giustamente) preferito tuffarsi nello studio e concentrarsi al meglio in vista degli Esami di Stato che l’aspettano a metà giugno.

Non ci sarà neanche Enus Mariani, campionessa europea juniores e nostra grande promessa, non inserita nelle liste d’ammissione: si è parlato molto in merito, ma ricordiamo che solo la diretta interessata o la Federazione hanno diritto ad esprimersi con ufficialità.

Salta l’appuntamento tricolore anche Francesca Deagostini: dopo aver riacquistato l’idoneità sportiva, si è preferito optare per un recupero lento e ben ponderato. Stesso discorso per Lara Mori, anche se l’avevamo vista nelle finali di campionato a Firenze per dare la mano decisiva alla salvezza della sua Giglio. Out come da previsione Jessica Mattoni. Assente anche la veterana Federica Macrì.

 

Dunque queste le ventiquattro ginnaste che saranno presenti (per i ragazzi non è ancora uscito il documento con le rotazioni). In rigoroso ordine alfabetico: Iosra Abdelaziz, Sofia Bonistalli, Serena Bugani, Martine Buro, Sofia Busato, Giorgia Campana, Adriana Crisci, Erika Fasana, Joana Favaretto, Chiara Gandolfi, Chiara Imeraj, Giulia Leni, Alessia Leolini, Alice Linguerri, Elisa Meneghini, Giorgia Morera, Giulia Paglia, Alessia Praz, Elisabetta Preziosa, Martina Rizzelli, Arianna Rocca, Pilar Rubagotti, Nicole Terlenghi, Tea Ugrin.

 

Cliccate qui per vedere l’ordine di rotazione. A domani per un ulteriore approfondimento: vi terremo compagnia fino a sabato per arrivare preparati all’evento.

 

Categorie
2013 Carlotta Ferlito Foto Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Sport nel Mondo Vanessa Ferrari

Ginnastica Artistica, tutte le partecipanti degli Assoluti

I campionati italiani Assoluti di ginnastica artistica si avvicinano sempre più. Mancano meno di tre settimane al weekend del 25-26 maggio che assegnerà i tricolori individuali, ed ecco che è uscita la lista con tutti i nomi delle partecipanti che vedremo al Pala Rossini di Ancona. Ovviamente in attesa della circolare della Federazione.

 

Iosra Abdelaziz (junior)

Sofia Bonistalli (junior)

Martine Buro (senior)

Sofia Busato (junior)

Giorgia Campana (senior)

Adriana Crisci (senior)

Erika Fasana (senior)

Joana Favaretto (junior)

Chiara Gandolfi (senior)

Giulia Leni (senior)

Alessia Leolini (senior)

Alice Linguerri (junior)

Federica Macrì (senior)

Enus Mariani (junior)

Elisa Meneghini (senior)

Giorgia Morera (junior)

Alessia Praz (senior)

Elisabetta Preziosa (senior)

Martina Rizzelli (junior)

Arianna Rocca (senior)

Pilar Rubagotti (junior)

Nicole Terlenghi (junior)

Tea Ugrin (junior)

 

Da annotare, ovviamente, delle assenze importanti. Su tutte spicca quella di Vanessa Ferrari, che ha preferito osservare un riposo dopo gli Europei per riprendersi al meglio dall’infortunio patito a Jesolo e che a Mosca è costato caro. Manca anche Carlotta Ferlito, che ha staccato un attimo per concentrarsi sui libri e prepararsi in vista degli Esami di Stato che la aspettano a giugno. Deve rinunciare anche LaraMori: dopo l’operazione di dicembre, l’abbiamo vista in A1 a Firenze ma gli esercizi sono ancora troppo facilitati per ambire a qualcosa di concreto agli Assoluti. Speravamo di ammirare anche Francesca Deagostini, ma il recupero dall’operazione di ottobre non è ancora completo. Perdura l’infortunio della Mattoni. Assente anche Serena Bugani.

Per delle analisi più approfondite rimandiamo all’articolo di domani e a quelli che pubblicheremo nell’imminenza dell’evento.

 

Categorie
2013 Foto Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Storia Tempo

Jesolo, l’Italia ufficiale vince tra le juniores. Grande Enus dietro a Key

Iniziata la festa a Jesolo, per la classicissima di primavera della ginnastica artistica. Mattinata dedicata alle juniores. Facile successo per l’Italia ufficiale (.) che regola il Giappone (.), l’Italia sperimentale (.) e la Svizzera.

La migliore è stata ovviamente Enus Mariani che si è resa protagonista di una routine lineare, cadendo però dalla trave. Importante 14.300 alle amate parallele, ritorna sopra i 14 punti al corpo libero e li conferma al volteggio. Il totale di 55.200 le vale un bellissimo secondo posto nel concorso individuale generale, dietro solo a una pazzesca Bailie Key. La statunitense è sbarcata in Veneto per fare il bello e il cattivo tempo e nessuna è riuscita a trattenerla: è la migliore su tutti gli attrezzi e il 58.100 finale è un punteggio da piccolo mostro di bravura, quasi da campionessa fatta e finita. L’abbiamo apprezzata particolarmente in due specialità: 14.800 al volteggio per mettere le cose in chiaro, replica da 14.750 alla trave. Sugli altri due attrezzi, invece, Enus è riuscita a tenerle testa arrivandole a mezzo decimo al corpo libero.

La convinzione, sempre maggiore, che la campionessa europea juniores sia davvero sulla strada giusta addirittura a livello mondiale. Nonostante la caduta alla trave (che quindi le avrebbe permesso di rimanere più vicina alla Key), la brianzola è riuscita comunque a sopravanzare l’altra statunitenseHundley, terza nell’all-around (55.050). Le due erano le uniche rappresentanti della compagine a stelle e strisce, che solo per questo motivo non ha conquistato il titolo a squadre.

 

Bravissima Martina Rizzelli che ormai ci ha abituato a grandi prestazioni al volteggio (14.300). Trave bellissima di Lavinia Marongiu (14.100), che si è ben comportata per tutta la mattinata.

Pilar Rubagotti tornava da un infortunio, ma nella formazione sperimentale è riuscita a farsi largo, vista anche la sua giovane età (classe 2000). Tra le “sperimentali” la migliore è Giorgia Morera (52.050) che supera di tre decimi Nicole Terlenghi: la bresciana paga tantissimo delle brutte parallele e il suo corpo libero di spessore non le consente il pieno recupero. In gara anche la stellina di casa Joana Favaretto.

 

Di seguito i punteggi di tutte le italiane e delle due americane:

Enus Mariani              v. 14.000         t. 12.850         p. 14.300         cl. 14.050        TOT: 55.200

Tea Ugrin                    v.                     t. ——–          p. 13.250         cl. 13.650

Sofia Busato               v.                     t. 13.500         p. 13.200         cl. 12.350

Martina Rizzelli          v. 14.300         t. 11.950         p. ——–          cl. 12.700

Lavinia Marongiu        v.                     t. 14.100         p. 12.600         cl. 13.500

Sofia Bonistalli                       v.                     t. 11.950         p. 12.150         cl. 13.800

 

Joana Favaretto          v. 13.950         t. ——–          p. 11.250         cl.

Giorgia Morera           v. 13.300         t. 12.400         p. 13.400         cl. 12.950        TOT: 52.050

Pilar Rubagotti                       v. 13.200         t. 12.050         p. ——–          cl. 12.300

Alice Linguerri                        v. 12.500         t. 12.250         p. 12.500         cl.

Nicole Terlenghi         v. 13.850         t. 12.300         p. 11.850         cl. 13.750        TOT: 51.750

Chiara Imeraj              v. 12.850         t. 13.100         p. 13.400         cl.

 

Bailie Key                   v. 14.800         t. 14.750          p. 14.450         cl. 14.100         TOT: 58.100

Amelia Hundley          v. 14.600         t. 13.300         p. 13.400         cl. 13.750        TOT: 55.050

 

Categorie
2013 Carlotta Ferlito Foto Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Vanessa Ferrari

Ginnastica, Jesolo: abbiamo le Nazionali!

Nella mattinata di ieri (venerdì) si è svolto il primo allenamento a Jesolo. Giovedì il Direttore Tecnico Federale Enrico Casella aveva diramato le convocazioni per la classicissima che si disputerà nel weekend (quadrangolare con Stati Uniti d’America, Giappone e Svizzera).

E nella notte tra venerdì e sabato (ben oltre la mezzanotte) sono arrivati ufficialmente i nomi delle atlete che comporranno la Nazionale “ufficiale” e la Nazionale “sperimentale” (discorso valido sia per le juniores che per le seniores, quindi l’Italia schiererà ben quattro squadre). La prima gareggerà col body azzurro, nella seconda ogni singola ginnasta vestirà gli indumenti della rispettiva società di appartenenza. In questo modo si potranno valutare ben dodici atlete, praticamente tutte le migliori a livello italiano (escluse Carlotta Ferlito, impegnata a Los Angeles; Alessia Leolini e Lara Mori, infortunate; Chiara Gandolfi). Siamo al primo crocevia della stagione, quello che porta direttamente agli Europei di Mosca (17-21 aprile).

 

NAZIONALE UFFICIALE (seniores): Vanessa Ferrari, Giorgia Campana, Erika Fasana, Elisabetta Preziosa, Elisa Meneghini, Federica Macrì.

NAZIONALE SPERIMENTALE (seniores): Adriana Crisci, Giulia Paglia, Giulia Leni, Serena Bugani, Martine Buro, Arianna Rocca.

 

NAZIONALE UFFICIALE (juniores): Enus Mariani, Tea Ugrin, Martina Rizzelli, Lavinia Marongiu, Sofia Busato, Sofia Bonistalli.

NAZIONALE SPERIMENTALE (juniores): Joana Favaretto, Chiara Imeraj, Pilar Rubagotti, Alice Linguerri, Giorgia Morera, Nicole Terlenghi.

 

REGOLAMENTO. Nelle gare a squadre di sabato, tutte le ginnaste di una formazione possono salire su ogni attrezzo ma, ai fini della classifica, verranno considerati solo i quattro punteggi più alti. Si qualificano alle finali di specialità di domenica pomeriggio: la miglior ginnasta in assoluto ad ogni attrezzo più la miglior atleta di ciascuna squadra.

Categorie
2013 Carlotta Ferlito Foto Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Vanessa Ferrari

Ginnastica Artistica, ecco le convocate per Jesolo!

Il Direttore Tecnico Casella ha diramato le convocazioni per il Trofeo Internazionale di Jesolo. Solo domani, però, sapremo chi farà parte della Nazionale “titolare” e chi di quella “sperimentale”.

 

SENIORES: Vanessa Ferrari, Elisabetta Preziosa, Erika Fasana, Serena Bugani, Martine Buro, Giorgia Campana, Adriana Crisci, Giulia Leni, Federica Macrì, Elisa Meneghini, Giulia Paglia, Arianna Rocca.

 

Gli ultimi due nomi sono totalmente nuovi rispetto a quelli che si sono vociferati in queste settimane. Grande felicità per Arianna Rocca, campionessa italiana al volteggio. Rientra alla grande in Nazionale Adriana Crisci dopo più di dieci anni (Europei di Patrasso) e dopo prestazioni sonanti negli ultimi mesi.Federica Macrì si rimerita il body, viste le belle prestazioni fornite in Serie A1, dopo lo storico oro agli Europei di Volos e le Olimpiadi di Pechino. Rimangono fuori Chiara Gandolfi e Alessia Leolini, che si stavano allenando al collegiale di Brescia.

 

JUNIORES: Sofia Busato, Chiara Imeraj, Martina Rizzelli, Pilar Rubagotti, Joana Caroline Favaretto, Enus Mariani, Lavinia Marongiu, Giorgia Morera, Nicole Terlenghi, Tea Ugrin, Alice Linguerri, Sofia Bonistalli.

 

Ricordiamo l’assenza di Carlotta Ferlito. La siciliana è volata a Los Angeles per fare da madrina ai Kids’ Choice Awards 2013 di Nickelodeon.

Jesolo sarà un crocevia fondamentale in vista degli Europei di Mosca (17-21 aprile). La Federazione ha accolto l’invito del Presidente del CONI Giovanni Malagò e ha giustamente stabilito che verrà osservato un minuto di silenzio per onorare la scomparsa del grande Pietro Mennea.

 

Categorie
2012 2013 Foto Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport

Ginnastica, via al collegiale pre-Jesolo: presentiamo le juniores

Al PalAlgeco di Brescia si è aperto il collegiale in preparazione al Trofeo Internazionale di Jesolo(quadrangolare con Stati Uniti d’America, Svizzera e Giappone). Dopo aver presentato le seniores che si stanno allenando agli ordini di Enrico Casella (cliccate qui per leggere l’articolo), passiamo in rassegna le juniores che si esibiranno nella mattinata di sabato 23 marzo (alle grandi è dedicato il pomeriggio, mentre domenica si disputeranno le finali di specialità). Il Direttore Tecnico ha già fatto sapere che schiererà due squadre (da sei elementi) per ciascuna categoria.

 

ENUS MARIANI (Pro Lissone, 4 marzo 1998). La più attesa, la grande promessa della ginnastica artistica italiana. Torna su un palcoscenico internazionale dopo il favoloso e storico oro nel concorso generale agli Europei juniores di Bruxelles 2012. Questi mesi sono stati di intenso studio, fatti di uno sviluppo continuo degli esercizi, nel tentativo di presentare in gara elementi sempre più difficili e che possano essere sempre più interessanti a livello mondiale. La crescita sta avvenendo nel migliore dei modi, come testimonia il 14.750 alle parallele ottenuto a Bari. È solo il primo step, ma ricordiamoci che a Padova aveva presentato addirittura un 6.1 di D Score. Ora la fresca quindicenne ci farà vedere tutto il suo valore contro avversarie di caratura importante (ne parleremo domani).

 

TEA UGRIN (Artistica ’81, 12 giugno 1998). Eleganza cristallina per la timida triestina. L’anno passato conquistò l’argento a squadre agli Europei insieme ad Enus, Elisa Meneghini, Alessia Leolini e Lara Mori (bello averla rivista senza stampelle a Bari). A Padova è stata davvero bravissima, rimasta in scia per tutto il concorso alla sua grande capitana Federica Macrì (vedremo anche lei a Jesolo), portando la sua formazione a un eccellente quarto posto. Punteremo molto sulla sua amata trave.

 

MARTINA RIZZELLI (Brixia Brescia, 24 marzo 1998). La comasca, cresciuta alla Polisportiva Carnini di Fino Mornasco (la stessa di Erika Fasana, allenata da Laura Rizzoli), vorrebbe festeggiare alla grande le sue quindici candeline proprio. Si è fatta conoscere al grande pubblico quando a Padova ottenne il miglior punteggio al volteggio grazie a un bellissimo Yurchenko con un avvitamento e mezzo che ha dato il là alla vittoria della Brixia.

 

LAVINIA MARONGIU (La Fenice Roma, 26 settembre 1998). Da diverse stagioni si allena al Centro Tecnico Federale di Roma. Ha nelle sue corde una trave molto promettente. Da due mesi la stiamo ammirando con la Ginnastica Romana, dominatrice della Serie A2 e praticamente promossa nella massima serie.

GIORGIA MORERA (Olos Gym 2000, 25 dicembre 1998). La sorpresa di questo inizio 2013. Buttata nella mischia in Serie A1, ha contribuito ai due terzi posti consecutivi conquistati dalla Olos Gym 2000. Per lei delle buone parallele, caratteristiche da all-arounder e tanta voglia di fare.

 

NICOLE TERLENGHI (Estate ’83, 17 luglio 1998). Abbiamo apprezzato il suo bel avvio di stagione col body della neopromossa formazione di Travigliato. In possesso di un buon volteggio, si fa notare al corpo libero dove presenta difficoltà molto interessanti (a Bari aveva un D Score di 5.20, secondo solo a quello di Giulia Leni).

SOFIA BONISTALLI (Casellina Scandicci, 15 gennaio 1998). La ragazza di franchigia per la formazione toscana, bella polivalente ma con uno Yurchenko al volteggio che farebbe bella figura anche in Serie A1 (a Bari, 14.250).

 

CHIARA IMERAJ (Brixia Brescia, 9 novembre 1999). Elemento della grande scuola di Enrico Casella.Viene da anni di dominio nelle categorie per “allieve”. L’abbiamo vista a Bari dove ha pagato una caduta alle parallele.

JOSRA ABDELAZIZ (ASA Cinisello Balsamo, 7 dicembre 1999). Di origini egiziane, ha i suoi punti di forza al volteggio e al corpo libero. Proprio al quadrato ha preso un interessante 9 di esecuzione durantel’ultima uscita agli Interregionali di Serie B.

ALICE LINGUERRI (Edera Forlì, 7 aprile 1999). Si sta esprimendo su un discreto livello col body della Renato Serra in A2, team a metà classifica.

 

PILAR RUBAGOTTI (Brixia Brescia, 4 agosto 2000). La punta di diamante della nuovissima generazione. Ha ancora dodici anni (!) ma un talento davvero molto interessante. Doveva essere in Serie A1, ma qualche problemino fisico l’ha frenata. Domenica è ripartita da Mortara con una trave molto interessante: 4.60 come nota di partenza (proprio come Adriana Crisci, vedremo anche l’olimpica di Sidney a Jesolo) per un totale di 13.45 (miglior punteggio di giornata). Interessante per la grande polivalenza.

 

SOFIA BUSATO (Brixia Brescia, 4 settembre 2000). La più piccola. Cresciuta alla Polisportiva Carnini, è ormai diventata una sicurezza col body Brixia. Ginnasta convincente, molto brava alla trave e sugli staggi.

DESIREE CAROFIGLIO (Brixia Brescia). La sua ultima apparizione in gara è di domenica scorsa a Mortara per gli Interregionali di Serie B chiusi al terzo posto con la squadra. Polivalente interessante, con ampi margini di miglioramento.

Categorie
2013 Carlotta Ferlito Foto Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Vanessa Ferrari

Ginnastica, le convocate per il collegiale pre-Jesolo

Enrico Casella nei giorni scorsi aveva detto che era nelle sue intenzioni convocare un collegiale in preparazione del Trofeo di Jesolo (23-24 marzo). Il tutto si svolgerà al PalAlgeco di Brescia da martedì 16 a venerdì 22, poi le convocate in Nazionale partiranno direttamente per la località veneta.Questi i nomi delle interessate. Ufficiali, ovviamente, visto che sono stati comunicati da una circolare della Federazione (ricordando, ancora una volta, che i nomi delle scorsa settimana erano solo delle indiscrezioni pubblicate dalla Gymnasium, società organizzatrice dell’evento).

 

SENIORES: Giorgia Campana (Nova Tor Sapienza), Erika Fasana (Brixia Brescia), Vanessa Ferrari (Brixia), Chiara Gandolfi (Olos Gym 2000), Elisabetta Preziosa (Gal Lissone), Giulia Leni (Brixia), Elisa Meneghini (Gal Lissone), Martine Buro (Pro Lissone), Serena Bugani (Brixia), Alessia Leolini (Giglio Montevarchi).

JUNIORES: Enus Mariani (Pro Lissone), Tea Ugrin (Artistica ’81), Martina Rizzelli (Brixia), Lavinia Marongiu (La Fenice), Giorgia Morera (Olos Gym 2000), Nicole Terlenghi (Estate ’83), Sofia Bonistalli (Casellina), Chiara Imeraj (Brixia), Josra Abdelaziz (ASA), Alice Linguerri (Edera), Pilar Rubagotti (Brixia), Sofia Busato (Brixia), Desiree Carofiglio (Brixia).

 

Da notare l’assenza di Carlotta Ferlito. Primo collegiale da seniores per Elisa Meneghini, Alessia Leolini, Serena Bugani e Martine Buro. Tra le juniores tanti nomi interessanti: oltre ovviamente ad Enus Mariani, campionessa europea di categoria, spicca Pilar Rubagotti.

Categorie
2013 Foto Ginnastica Artistica Notizie dal Mondo

Enrico Casella e il ruolo da Direttore: cosa cambierà?

Nel 2008 Enrico Casella, guru indiscusso della ginnastica artistica italiana, veniva designato come Direttore Tecnico Nazionale del settore femminile. Era l’anno delle Olimpiadi di Pechino e il nostro ingegnere nucleare era fresco dei grandi successi ottenuti dalla sua Vanessa Ferrari: l’oro mondiale ad Aarhus 2006, il bronzo di Stoccarda 2007 condito dal titolo europeo conquistato nello stesso anno. Quella stagione doveva rappresentare la definitiva consacrazione della nostra Campionessa che però sbarcò in Cina acciaccata e con un brutto infortunio che non le dava tregua. I Giochi non andarono come alcuni esponenti si aspettavano (o meglio sognava, visto che era difficile pretendere qualcosa in più dalla bresciana in quelle situazioni) e si tornò a casa a mani vuote e con gli Europei casalinghi di Milano da preparare nel 2009. Qualche mese prima dell’appuntamento meneghino Casella venne sollevato dall’incarico per alcune divergenze con i piani alti della Federazione che volevano approcciare un “cambio di filosofia” nel sistema.

A quattro anni di distanza il super allenatore (parola riduttiva per il suo caso) torna in sella. La prima assemblea federale post elezioni di dicembre ha riaffidato l’incarico al fondatore del sistema Brixia. In mezzo quattro lunghe stagioni, spesso difficili. Con la consapevolezza di esser riuscito a riportare Vanessa ai livelli che le competono (il quarto posto di Londra, col bronzo rubato, è la testimonianza principe); la certezza di aver continuato a crescere altre ottime ginnaste (Erika Fasana si allena al PalAlgeco per tre volte a settimana, Giulia Leni è una sua allieva); l’abilità di aver iniziato a formare alcune ragazzine che rappresenteranno il nostro futuro (Pilar Rubagotti, Sofia Busato e compagnia); i consigli dati alla nostra grandissima promessa Enus Mariani che, quando non si esercita a Lissone con Massimo Gallina e Federica Gatti, lavora a Brescia; l’invenzione di fondare una squadra e di portarla al vertice della disciplina in Italia; l’impresa di esser riuscito a farsi costruire una palestra spettacolare; e tanto altro. Può incutere timore a guardarlo (solo per la sua stazza da grande rugbysta, sia chiaro) maogni atleta che l’ha incontrato riconosce il cuore d’oro e le doti del 55enne.

Ad ottobre l’Australia gli aveva offerto la possibilità di assumere la guida della Nazionale femminile.Una proposta assolutamente allettante, soprattutto dal punto di vista economico (il valore preciso dell’ingaggio non è mai stato reso noto). Casella, in un’intervista rilasciata ad Ilaria Leccardi perTuttosport, ha dichiarato di averci pensato profondamente e che “ero pronto a partire. L’ho comunicato al Presidente Agabio che però mi ha chiesto di rimanere e assumere la direzione tecnica. Ho sentito riconosciuto il valore del mio lavoro in queste stagioni”. Per fortuna non ce lo siamo fatti scappare: una personalità del genere nasce una volta ogni cent’anni. A trattenerlo sicuramente l’amore per Vanessa e la consapevolezza di poter dare ancora tanto al nostro Paese.

Quali sono le sue idee? Cosa cambierà concretamente? Nell’intervista sopracitata ha posto come paletto principale quello di basare il sistema sulla meritocrazia. Dovrebbe essere una cosa scontata ma evidentemente in precedenza non funzionava così. Quindi un monitoraggio costante delle top 20 (una cerchia ipotizzata dal sottoscritto) per poi arrivare a convocare in body azzurro le migliori sul “campo” senza valutare fattori estranei alla prestazione ginnica. A nostro parere sarà un Direttore che entrerà costantemente in contatto con tutti gli allenatori, che collaborerà e consiglierà, vagliando attentamente passo a passo il lavoro delle sportive e proponendo magari anche alcune difficoltà specifiche. Si potrebbero vedere (ma questa è solo un’ipotesi) anche dei collegiali in più per confrontarsi e migliorarsi ulteriormente. In sostanza un Direttore più presente, più coinvolto nella vita di tutti i giorni, più preparatore, più stimolatore.

La prima ricetta è già stata presentata: alle tre Accademie Nazionali (ex Centri Federali, di Milano, Roma e Brescia) saranno affiancate anche altre accademie periferiche più piccole per tenere sott’occhio i nuovi talenti e le nuove promesse.

Ora tutti al lavoro che abbiamo di fronte un quadriennio in cui riuscire a dare il massimo.

Chiudiamo confermando la presenza di Vanessa Ferrari all’American Cup (quarta tappa della Coppa del Mondo 2012/2013) di marzo (notizia che si sapeva già da un mesetto, ma è sempre bene ricordarlo).