Categorie
2016 Aesop Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Jade Black Mutaforme Presente The Flame in the Flood Universing

The Flame in The Flood – Aesop imparare a sopravvivere in mare

Dopo aver aiutato la piccola Aesop a capire cosa per restare viva, ma sopratutto l’ avevo aiutato con il lupo e con il vomito, lei mi chiese aiuto venendo vicino a me la mattina presto- non te ne andare. Resta qui con me mi devi aiutare a creare una nave. Tu sai la zona come me e sai che per andare in altre parti di questo mondo, io devo usare la nave. Mi devi dare una mano a farla e poi mi aiutare a capire come modificarla e cosi io posso sopravvivere qui. Lo dovevo fare visto che durante la notte avevo chiuso gli occhi e li avevo visto che sarebbe successo una cosa del genere o che la piccola Aesop era venuta accanto a me e però non avevo potuto vedere il resto della mia visione. Ma quello non mi stupì visto che capì che la persona che avevo davanti a me non era la piccola Aesop ma era la mutaforme Jade Black e che aveva deciso di andare in avanti visto che lei voleva uccidere l’ orso che aveva ucciso suo fratello. Io la notte ero andato a vedere se tutto era apposto che non mi sono accorto, ma adesso si visto che una piccola scout come lei sapeva anche creare e modificare una nave. Io la guardai negli occhi e non guardai da altre parte – tu sei la mutaforme che ha cercato di uccidere l’ orso e invece ha fatto finta di essere stata uccisa dall’ orso. Lo sento dall’ odore che porti e quindi ti dico che tu dovresti stare attenta a questa cosa che vuoi fare. Jade non si trasformo davanti a me, ma resto con quell’aspetto e poi si avvicino a me – allora mi vuoi dare una mano oppure devo supporre che tu sia qui solo per dirmi che questa cosa è solo una grande pazzia. Allora te ne puoi andare via. Io ero li fermo – veramente se mi lasci parlare ti dico di si. Dissi alla mutaforme Jade tutto quello che c’ era da sapere sulle navi , ma prima di dirle tutto la guardai dritto negli occhi – prima dimmi dove si trova la piccola Aesop. Jade mi portò da lei e io la vidi che stava dormendo vicino al suo cane e vicino a un albero  poi mi guardo in faccia – quando tu eri via io le ho versato un pò di aranciata e li dentro ci ho messo una pillola che l’ha fatta dormire. Si risveglia tra un ora e poi sarà tutto ok. Ora dimmi tutto quello che devo sapere sulle navi e anche come renderle migliori e sopratutto come sopravvivere alla rapidi. Io mi misi vicino a Jade che la feci da insegnante e lei capi tutto subito. Ma lei era solo concentrata sulla vendetta che non guardo un onda e quella la portò giù in mare e io andai li sotto a prenderla. La piccola Aesop sa molto bene come modificare una nave o crearla visto che in questo posto tanto tempo fa lo ha imparato e se lo ricorda a memoria. Mentre la piccola Aesop più tardi è andata dove doveva andare senza morire, invece Jade si trova dall’ altra parte con me e sta sputando molta acqua.

Categorie
Ada Knight Dominatrice di Poteri Erica Kay Knight New York

Kay Knight dice ad Ada Knight quando si sono manifestati i suoi poteri

donna-con-una-spada,-guerriera-159366

Kay Knight aveva visto che sua figlia Ada Knight era molto felice di sapere queste e per renderla più felice le disse quale è stato l’ evento che ha dato inizio a tutto . Kay e Ada erano ancora sul divano e prima di parlare di questo evento Kay guardo sua figlia – prima che io ti dica questa cosa . Devi sapere che la storia che sto per dirti riguarda droga , alcol e purtroppo stupro . Ada era pronta a sentire la storia – sono pronta , parti quando vuoi . Kay si mise più comoda sul divano e poi si mise a raccontare la sua storia – A quell’ epoca avevo 19 anni , andavo a feste e bevevo non molto ma bevevo . Un giorno ero andata a bere con la mia migliore amica Erica in un locale a New York ed era molto famoso e molto popolale . Li dentro mi aveva trascinata Erica e diceva – tanto domani non dobbiamo fare nulla ci possiamo pure scolare qualche bicchiere e poi forse succede qualcosa di bello o di brutto e anche se succede ce ne dimentichiamo . Io ero li e decisi di entrare – e va bene però io non beve molto . Se succede qualcosa di bello o di brutto qualcuno deve riportare il tuo culo sano e salvo a casa e Erica non ci penso proprio a fare come dicevo io cioè bere solo due bicchieri . Io avevo bevuto solo due bicchieri e mi ero fermata li coso la poteva riaccompagnare a casa . Invece Erica si era scolata tutta la bottiglia di tequila e purtroppo non andò a finire bene . Un ragazzo aveva messo dentro la tequila che  Erica aveva bevuto una droga che le stava facendo chiudere gli occhi e non la faceva reggere in piedi . Grazie a questo la porto nel vicolo e la stava per violentare . Ma io li avevo visti andare li nel vicolo che era buoi , molto freddo . Io usci dalla porta sul retro ed ero nel vicolo . Mi girai e  vidi il ragazzo che stava bruciando i vestiti della mia migliore amica in un falò che aveva accesso e poi stava per fare del sesso con lei e non era consensuale . Io mi arrabbiai molto a vedere quella scena e non so come  riusci a controllare le fiamme ma solo per pochi minuti e poi tutto precipitò . L’ uomo per colpa mia aveva la faccia metà bruciata e invece Erica non aveva nulla di bruciato .  Una volta che la mia amica si riprese vide che l’ uomo aveva la faccia bruciata e lei era mezza nuda . Erica mi guardo – perchè gli hai fatto questo ? . Io le misi la mia giacca addosso – lui aveva messo una pillola dentro la tequila e voleva violentarti . Io non ci ho visto più e gli ho bruciato la faccia con le fiamme . L’ ho fatto per te se non mi più vedere mi va bene . Io me ne stavo andando e Erica mi fermo e mi abbraccio molto forte – grazie amica mia . Adesso andiamo via prima che si rialza e se la prende con tutti e due . Ecco come io ho scoperto i miei poteri .

 

Categorie
Demone Dr Ilaria Fermi Erica Figli della Notte Vanessa Arcieri

Vanessa Arcieri viene violentata

Vanessa era in camera sua a studiare psicologia e stava cercando di capire cosa diceva il testo visto che era in inglese e poi li parlava di come condizionare le persone . Erica vedeva che Vanessa si stava impegnando al massimo e prima di studiare sapeva che prima beveva un po’ d’ acqua . Erica verso un po’ d’ acqua nel bicchiere vicino ai libri di Vanessa . Nella mano aveva una piccola pillola di colore bianca e la mise nel bicchiere . Non fece nessun rumore e questo non insospettì Vanessa . Prima di darlo a Vanessa voleva vedere se la pillola era tutta quanta sciolta oppure si doveva sciogliere . Vanessa non ci fece caso visto che era stata Erica a farla quella pillola e aveva fatto in modo che una volta messa nel bicchiere la pillola diventava come il colore dell’ acqua pura e limpida . Ma questa pillola faceva venire sonno anche a una persona che dice di non avere sonno . Per quanto provasse a resistere la pillola che era dentro l’ acqua di Vanessa , l’ avrebbe fatta svenire per 5 ore di fila . Vanessa inizio a bere con l’ acqua e senza nessuna fretta di Erica . Erica sapeva che Vanessa aveva un iq di 150 e quindi se gli diceva subito di bere , lei non lo avrebbe fatto e avesse detto “ Se hai cosi tanta sete perché non lo bevi tu “ . Se fosse successa una cosa del genere , Erica aveva già un piano e sarebbe prendere per i capelli Vanessa , tenerla ferma e poi mettergli dentro la bocca l’ acqua e quindi con le buone e con le cattiva sarebbe svenuta sui libri . Vanessa dopo aver bevuto riprese a studiare , ma subito capì che Erica la sua compagna di stanza aveva fatto qualcosa . Vanessa era su una sedia girevole e la giro verso Erica che era sul letto che era preparato per farla violentare . Vanessa vide negli occhi Erica e non vide neppure una piccola parte di luce , ma solo una grande e profonda oscurità – cosa mi hai dato ? .
Erica decise di rispondere visto che da li a poco sarebbe svenuta – Ti vedo sempre studiare e non vieni con me alle feste . Ho deciso di fare la stronza e farti violentare e quando avrà finito con te piangerà a dirotto . E io non me ne andrò sarò qui a vederti piangere . Erica era un demone , ma Vanessa non poteva saperlo visto che non aveva sentito tracce di zolfo e nessuno gli aveva detto tutto sui demoni . Nessuno gli aveva detto che i demoni possono nascondersi in corpi umani e nessuno gli aveva detto che era impossibile capire chi era un demone oppure no . Vanessa svenne a terra e Xander entro nella stanza . Erica prese la chiave una volta chiusa a chiave e prima di far procedere Xander con questa cosa , le tolse i vestiti da dosso . Adesso Vanessa era nuda e non poteva fare niente per fermare la violenza che stava succedendo sul suo corpo . Vanessa era inerme visto che Erica aveva legato in modo molto forte mani e braccia di Vanessa . Xander quando ebbe finito vide che il demone era felice e poi insieme prima che Vanessa si sveglio andarono in camera di Xander . Erica con un bel sorriso sul volto strappo il cuore di Xander . Erica si mangio li nella stanza il cuore di Xander . Erica torno in camera di Vanessa e si sveglio nel vederla capire quello che le era successa . Vanessa prima aveva un aria molto disorientata e non sapeva cosa stava succedendo e quando vide che sul suo corpo c’ erano molte traccie di sperma capì che era stata violentata . Erica la lascio stare visto che l’ espressione di sofferenza sul suo viso era già una cosa di cui godere .

 

Categorie
Alice Olivieri Carmilla Carmilla Olivieri Diana Dr Ilaria Fermi New York

Alice cerca di capire cosa le sta succedendo

 

Alice non sapeva ancora come venivano fatti i bambini e non sapeva cosa succedeva se I Figli della Notte sapevano se lei era incinta oppure no . Alice decise di non dirlo a nessuno cosa le era successo quella notte . Ma anche se lei non parlava , qualcuno aveva capito e come possiamo dire qualcuno la aiuto . Quando Alice era ritornata alla New York University , Francesco era ridotto molto male e nessuno capiva chi poteva essere stato a farlo . Alice decise di non farci molto caso e di lasciare che la cosa le scivolasse addosso . Alice da molto tempo non si sentiva bene visto che ogni tanto vomitava e si sentiva sempre da far schifo . Alice non sapeva cosa fare e cosi senza farsi vedere da nessuno , andò in infermiera . Alice era li che vedeva la Dr . Ilaria Fermi 27 anni , capelli neri e molto sveglia . Ilaria quando vide Alice negli occhi capì subito cosa le era successo . Ilaria si avvicino ad Alice con calma – so cosa ti è successo . Ma non lo vuoi dire perché hai paura . Alice fece finta di non sapere cosa aveva detto Ilaria – non so cosa a lei si sta riferendo . Ilaria si mise di fronte a lei e la guardo negli occhi che erano molto belli , ma anche erano anche quelli di una persona ferita – lo so hai paura . Hai paura di ammetterlo . Hai paura che se lo dici , capisce che questa cosa brutta ti è accaduta veramente e non tu non sai come affrontare una situazione del genere . Alice capì che Ilaria sapeva molto cose sull’ argomento e decise di ammetterlo – mi hanno violentata . Prima lo disse con un tono che non si sentiva perché aveva ancora paura , ma alla fine decise di dirlo più forte per farlo sentire anche a Ilaria – Mi hanno violentata . Alice andò verso Ilaria e una volta vicina a lei – come ha fatto a capirlo . Ilaria prese Alice e la mise su una sedia – vedi piccolina c’ e una cosa che è successa pure a me . Alice non ci poteva credere – e successo pure a lei . Come ha fatto a superarlo ? . Ilaria decise di dirlo visto che era una cosa fiera per lei visto che adesso aveva una figlia molto bella . Ilaria si mise a raccontare tutto – avevo 15 anni come te e una mia amica mi mise una pillola nella mia acqua e da li non mi ricordai più niente . So solo che mi sono trovata nuda e che la mia compagna di stanza era li davanti a me e mi ha minacciata . Alice non voleva essere troppo curiosa – mi puoi dire chi era questa sua compagna di stanza ? . Ilaria non se lo scordo mai visto che era una cosa che ricordava ancora – il suo nome è Diana . Quando Alice senti il nome di Diana si paralizzo e disse – questa cosa che ha raccontato e andato tutto quanto cosi . Tutto quello che è successo a lei e successo a me tale e quale . Ilaria si avvicino ad Alice – impossibile . Diana e morta 15 anni fa . L’ ho visto io stesso . Alice si mise la mano sul cuore e disse – ve lo giuro non sto mentendo . Ilaria sapeva cosa era successo e sapeva che Alice faceva parte dei Figli della Notte e cosi decise di dire tutto ad Alice – mi dispiace che lo devi sapere in questo modo , ma i Figli della Notte hanno pagato un demone perché ti facessero questo . Alice non ci poteva credere e disse in modo molto brutto – no , non ci posso credere . Ilaria allora decise di far vedere una cosa ad Alice – adesso ti faccio vedere il suo corpo . Alice era forte e poteva resistere a tale cosa e quando vide il corpo si inizio a fidare di lei . Ilaria decise di aiutare Alice in questa brutta situazione . Alice era nel panico e Ilaria la fece calmare – adesso devi fare solo una cosa per proteggere il tuo bambino ? . Alice non sapeva cosa fare e quando senti che Ilaria aveva un piano decise di ascoltarlo – una volta che avrai partorito , tu dovrai dare il bambino in affidamento e poi da li me ne occupo io . Alice decise di fidarsi di Ilaria visto che era l’ unica persona di cui si poteva fidare li dentro .

 

Categorie
Alice Olivieri Diana Figli della Notte Francesco New York

Alice Olivieri viene violentata

 

Alice la madre di Carmilla aveva un sogno molto bello e sarebbe a dire essere una vera psicologa molto brava . Alice lo voleva diventare per il fatto che non sapeva se fidarsi oppure no delle persone . Nel mondo esistono delle persone di cui fidarsi e altre di cui non ti puoi proprio fidare . Alice lo voleva diventare per capire di chi si poteva fidare e cosi vivere per davvero molto tempo . Già a età di 15 anni Alice era una invocatrice e faceva parte dei Figli della Notte . Alice sapeva benissimo che se aveva un figlio o una figlia lo doveva dirlo a loro . Se non lo faceva la sua testa veniva tagliata e nessuno l’ avrebbe più riconosciuta . Se si sarebbe messa contro i Figli della Notte non avrebbe avuto un solo posto sulla terra dove nascondersi . Se nel futuro vi siete chiesti perché molti invocatori si sono uccisi per proteggere un figlio e perché i Figli della Notte chiamano dei demoni e uccidono queste persone e cosi decidono di uccidersi . Alice non andava a molto feste e stava tutto il tempo a preparasi per esami che si facevano alla New York University . Alice avrebbe fatto di tutto per fare questa cosa visto che era una questione non solo normale , ma era una quelle questione di vita o di morte . Se avesse detto cosa stava passando a una persona , nessuno ci avrebbe creduto e avrebbe fatto solo una cosa una volta finito di raccontare la sua storia e sarebbe ridere come un imbecille senza cervello . Alice non poteva contare su nessuno e nemmeno sulla sua compagna di stanza Diana . Diana era una ragazza molto bella , anzi era bellissima e tutti quanti volevano uscire con lei . Ogni volta provava a far uscire Alice ma non ci riusciva e Alice le diceva sempre – devo studiare . Diana decise di fare la stronza visto che ce lo aveva nel sangue e decise di fare un piccolo scherzo alla sua amica . Diana prese l’ acqua della sua amica e ci mise una pillola . Alice prima di studiare si mise a bere . La pillola non fece effetto subito , ma poi Alice non riusciva a tenere gli occhi aperti . Prima di svenire a terra , si giro verso l’ amica e disse – cosa mi hai dato ? . Diana prima di farla mettere a letto nuda – solo qualcosa per renderti un po’ più collaborativa al divertimento . Stai sempre a studiare e adesso amica mia ti faccio divertire un po’ . Diana fece entrare Francesco e inizio a violentare Alice . Diana una volta fatto entrare Francesco , chiuse la porta a chiave . Francesco prima di farlo si giro verso Diana – quanto dura l’ effetto ? . Diana teneva in mano la chiave e se la mise nel reggiseno e poi disse a Francesco – dura 5 ora . Spero che ti piaccia fare questo ad Alice la puttanella . Erano le sei del mattino e Alice era tutta quanta nuda e vide che sul corpo aveva dello sperma e si sentiva da schifo . Diana era sulla sedia dove era prima a studiare – spero che ti sia piaciuto quello che ti ho fatto . Quando ti dico che devi uscire con me per andare a una festa , non ti dico che tu hai la possibilità di scegliere . Tu ci devi venire e basta . Alice prese il secchio che aveva vicino e inizio a vomitare e poi dopo aver finito un po’ – non ci verrò alle feste che dici tu . Io non sono una puttana con i capelli gialli . Faccio quello che voglio io e non quello che dici tu e puoi farmi quello che vuoi ma tu non mi dirai quello che devo fare . Diana vide Alice in faccia e vide che per quello che era e sarebbe una piccola stronza – se fai cosa non avrai amici . Tra poco me ne vado da questo posto e di te non mi ricorderò per niente . Da quel giorno Alice non vide più Diana . Alice sapeva che su di lei era stata fatta della violenza sessuale e decise di andarsi a fare la doccia e dimenticare tutto quanto .

 

Categorie
Angela Ferrante Beatrice Beatrice Ferrante Bright Falls Daniel Distretto 12 Francesca Guerra Moon 77

Beatrice Ferrante salva Francesca Guerra

Francesca Guerra era una ragazzina di 16 anni come tutti ed era un amica di Beatrice Ferrante ed erano molto amiche e per colpa di un incidente che stava per succedere questo poteva essere la fine della loro amicizia . Francesca all’ inizio andava a scuola in modo normale ma poi dentro di lei c’ era qualcosa che diceva mi scoccio di stare dentro questa scuola e non ce la faccio più . Era una bella giornata di sole , una di quelle giornate in cui il sole ti scalda il corpo con calma quando i raggi del sole vengono su di te . Francesca si alzata con un bel calore visto che i raggi di quel caldo sole erano sul suo letto che era soffice e davvero molto e come al solito si vesti come faceva le altri giorni . Dentro il suo zaino aveva messo i suoi libri e poi aveva messo dei vestiti per andare in discoteca Moon 77 . Francesca non disse niente a sua madre di questa storia e non disse niente nemmeno alla sua amica Beatrice . Prima di entrare a scuola Beatrice era andata nella discoteca Moon 77 e si era inscritta per esibirsi come ballerina . Questa discoteca era al Distretto12 ed era nello stesso Distretto della scuola ma solo molto più lontana visto che la madre si fidava di Francesca le permetteva di fare delle cose senza la sua supervisione . Francesca dopo che le lezioni erano finite se ne andò dentro la discoteca Moon 77 , senza saperlo era seguita dalla sua amica Beatrice che non capiva come mai la sua amica stava andando li dentro . Beatrice arrivo all’ entrata della discoteca e vide due enormi bestioni tutti quanti vestiti di nero . Beatrice si rivolse verso il primo che era molto grande e molto imponente e decise di parlare – devo entrare qui dentro , c’ e una mia amica che mi sta aspettando e ci devo andare . Daniel che era molto grande e con la sua grande statura vide che Beatrice era una ragazzina di 16 anni e quindi lui non ci doveva entrare li dentro e in modo molto cortese – non puoi entrare qui dentro . Beatrice prese dalla tasca destra dei suoi pantaloni neri e diede 120 euro all’ uomo che gli aveva detto di non entrare e gli disse – per favore la mia amica potrebbe mettersi nei guai con il bere e forse potrebbe prendere qualche droga ma per favore fatemi entrare . Daniel vide dai suoi che stava dicendo la verità e decise di farla entrare senza fermarla ma prima di farla entrare gli diedi i soldi indietro . Una volta entrata cerco la sua amica che era vestita in modo molto sconcio e stava bevendo davvero molto e vicino a lei c’ era un uomo davvero molto bello . Senza saperlo quest’ uomo aveva messo una pillola bianca dentro al drink che stava bevendo Francesca ed era un modo per renderla più sociale . Il Moon 77 era un locale davvero molto bello visto che l’ insegna era fatta con un drink sotto una luna e poi c’ era scritto Moon 77 . Una volta entrato vide che pure dentro c’ era una ambientazione lunare visto che su tutte le pareti ci sono pianeti e tra i quali la luna . I pali di lap dance erano dipinti di un bianco come la Luna e tutto era bellissimo e per questo venivano un sacco di persone . Beatrice vide che l’ amico di Francesca aveva messo qualcosa dentro il suo drink e decise che era arrivato il momento di fare qualcosa cioè prese per la mano la sua amica e iniziarono a correre . Non appena era lontani da quel luogo Francesca si inizio a sentire male e Beatrice decise di fare una cosa che all’ amica non sarebbe piaciuta ma non sapeva cosa fare – Ciao mamma sono io Beatrice ci devi venire a prendere nel Distretto 15 . Francesca si sta iniziando a sentire molto male e non so cosa fare . Angela lascio tutto e andò da sua figlia e vide che Francesca era in pericolo e chiamo un ambulanza e poi andarono insieme nell’ Ospedale Saint Maria che era nel Distretto 15 e non molto lontano da li . Angela era davvero molto orgogliosa della figlia visto che aveva deciso una cosa molto responsabile cioè chiamarla quando c’era un emergenza . Angela vide che sua figlia stava andando in crisi visto che da un po’ di tempo stava andando avanti e indietro e non sapeva cosa fare e decise di fermarla e le diede un bel bacio sulla fronte e poi la abbraccio e poi le disse – sei stata bravissima e sono molto orgogliosa di te . Secondo me tu con questo senso di giustizia puoi diventare una grande detective , grazie a te la tua amica Francesca sarà al sicuro . Beatrice era davvero molto felice di sapere che la sua amica sarebbe stata al sicuro grazie al fatto che aveva chiesto aiuto a sua madre Angela anche se la sua amica prima collassasse vicino a lei le aveva detto di non farlo e Beatrice le aveva detto che eravamo in una brutta situazione che dovevamo chiamarla . Anche se dopo avrebbe avuto il disprezzo dell’ amica ma almeno era sana e salva dalla droga che aveva ingerito senza saperlo .