Categorie
Alessandra Neri Daphne Strange Guerriera Oscura L' Ombra Pistolera Oscura Roberto Auditore Serena Rafferty

L’ Ombra si fa aiutare dalla Guerriera Oscura e dall’ Ombra

Dopo che aveva sentito dalla sua professoressa Livia che lei non avrebbero detto a nessuno del suo alter ego visto che sapeva cosa sarebbe successo se avrebbe detto a qualcuno cosa fare cioè sarebbe morto . Adesso che la vita era sicura visto che Livia aveva una mente davvero molto sicura visto che se uno provava ad entrare nella mente della professoressa uno non sarebbe riuscito a trovare niente visto che il modo di proteggerla era come un labirinto senza nessuna via di uscita . Ci aveva messo tre mesi per fare questa protezione visto che prima doveva impararlo a fare senza alcun pericolo. La secondo volta lo doveva fare in movimento e poi la terza volta quando più persona provavano a cercare di entrare dentro la sua mente e senza questa protezione visto che doveva fare due cose cioè proteggere la sua mente e sconfiggere i nemici che erano dentro la sua mente . Ci aveva messo un sacco di tempo ma dopo diverse volte ci è riuscita e adesso la sua mente ha una grande protezione . Roberto se ne andò dall’ aula e con calma stava pensando a chi la poteva aiutarlo e poi si ricordo che aveva una persona che sapeva leggere la mente delle persona ma per il momento non sapeva a che livello era e quindi non sapeva se sapeva entrare dentro la mente di una persona . La Guerriera Oscura era dentro l’ ufficio della preside e stava vedendo le pistole nere che erano sulla scrivania della preside . Le pistole nere erano bellissime e molto potenti e quando le toccavi potevi sentire il loro potere che era molto grande . L’Ombra era tornato nell’ ufficio della preside e aveva chiuso a chiave la porta e poi si mise seduta con La Guerriera Oscura sulle poltrone . L’ Ombra era curioso di sapere a che punto era nel leggere la mente e disse con un tono calmo e anche un po’ serio – Guerriera Oscura sai entrare dentro la mente delle persone si o no ? . La Guerriera Oscura lo sapeva fare e anche molto visto che come sapeva fare L’ Ombra poteva far apparire il suo equipaggiamento dentro la mente di un ‘ altra persona . La Guerriera Oscura vide gli occhi dell’ Ombra che erano seri e poi tornarono ad essere meno seri quando la ragazza le disse – si lo so fare . Perché lo volevi sapere ? . L’ Ombra decise di dire all’ Ombra e alla Pistolera Nera i pericoli che doveva affrontare li dentro – Allora ho parlato con la professoressa Livia e mi ha detto che li dentro ci saranno mostri e molte persone che vogliono far del male a tutti quelli che entrano nella parte più oscura della mente di Daphne . Ho chiesto alla Guerriera Oscura questa cosa perché lei viene con me visto che dobbiamo fare una cosa molto pericolosa e non ce la posso fare tutto da solo e ho bisogno del suo aiuto . La Pistolera Nera sapeva che questa era molto pericolosa e decise di far fare a loro due questa cosa e disse – allora se dovete fare questa cosa , non importa a che punto state ma dovete andarvene subito appena c’ e un pericolo sono stata chiara . Se no non ci andate e non se ne fa niente perché voi siete due miei alleati e amici e non vi voglio perdere visto che li dentro ci sono pericoli come non mai . L’ Ombra e la Guerriera Oscura decisero di accettare questa condizione e mentre la Guerriera Oscura era andata a riposarsi un po’ visto che era stanca e quindi per far funzionare il potere di leggere nel pensiero era meglio dormire visto se uno non dormiva bene si poteva morire . L’ Ombra era rimasta nella stessa stanza con la preside e sapeva già cosa voleva fare cioè dire a lui di proteggere la vita della sua amica che forse se con gli anni sarebbe stata in vita sarebbe potuta diventare la nuova Pistolera Oscura e cosi in modo da passare alla prossima generazione . La Pistolera Oscura si avvicino all’ Ombra e lui stava indietreggiando passo dopo passo e con uno sguardo molto serio visto che aveva le sue pistole in mano e aveva quasi la voglia di usarle e disse – La Guerriera Oscura è una persona molto importante per me quindi fa attenzione alla sua vita . L’ Ombra non aveva nessuna paura delle minacce fatte a lui visto che negli anni ne avevano fatte molte e decise di dire – la proteggerò molto bene quindi non ti preoccupare . 

Categorie
Alessandra Neri Armi Foto Guerriera Oscura Machete Serena Rafferty

Aspetto Alessandra Neri versione ” Pistolera Nera ”

Alessandra Neri prima di diventare La Pistolera Nera ha dovuta scegliere un look adatto per questa persona che dal nome aveva questo look tutto nero che poteva far mettere un pò di persona sotto dalla paura visto che aveva tutto questo aspetto nero e uno si poteva pensare che era dalla parte del male ma all’ ultimo secondo uccideva tutte le persone che facevano parte di quel grande male che combatte . Una scelto il look e aveva rubato qualche oggetto qua o la era pronta a fare tutto il necessario per essere una grande eroina nota come il nome di ” Pistolera Nera ” . Grazie alla sua enorme reputazione si è fatta un sacco di amici che combattono dalla sua parte e nel passato c’ era pure Serena Rafferty che grazie alla reputazione della sua più grande eroina divenne la nota Guerriera Oscura pronta ad aiutare le persone che non solo nella scuola ma anche in tutta Bright Falls e tutte le altre parti del mondo . Adesso vi faccio vedere come era il suo costume da Pistolera Nera che aveva visto Serena Rafferty e appena aveva visto le pistole capì che era lei in carne e ossa ma sopratutto un’ altra cosa per cui l’ aveva riconosciuta erano i machete che aveva dietro di se e utilizza se le pistole come mezzi di comunicazione per dire sloggiate oppure vi sparo in fronte . Se le pistole non funzionavano un machete in fronte non glielo toglieva nessuno .

Resident-Evil-Afterlife

Categorie
Alessandra Neri Alice Miller Azzurra Alfieri Guerriera Oscura Lazarus Hawking Luce Miller Pistolera Oscura Serena Rafferty

Alessandra Neri cerca in tutta la scuola le ragazze scomparse

Alessandra Neri solo in rare occasioni opera lei in modo personale ma solo quando si tratta di difendere i suoi studenti visto che per lei sono molto preziosi . Grazie a Serena Rafferty sapeva che tre sue studentesse erano state rapite non si sapeva da chi ma erano state rapite visto che a scuola non c’ erano e neanche nella città . Cosi decise di uscire un attimo dalla parte di preside e di riprendere per un po’ il suo ruolo da “ Pistolera Nera “ . Molto tempo fa prima di essere la preside di questa scuola Alessandra non aveva un nome o se ce lo aveva non lo diceva a nessuno e si faceva chiamare “ La Pistolera Oscura “ . Visto che viaggiava con un capotto nero e aveva delle pistole nero pronte a uccidere chiunque si mettesse sul suo cammino . Alessandra decise di operare da sola e andò nella porta destra dove teneva le sue pistole nere e il suo abbigliamento nero . Li c’era tutto quello che gli serviva per essere di nuovo la pistole nera , non aveva mai nascosto il suo volto per far capire a tutti che era lei .Andava di notte e di giorno per aiutare tutte le persone che avevano bisogno di aiuto contro le persone che facevano del male agli altri . Quando usci dalla stanza aveva tutto pistole nere e il suo fucile nero ed era pronto a cercare le ragazze che erano state rapite nella sua scuola sotto i suoi occhi . Una volta uscita dal suo ufficio entro in ogni posto e in ogni angolo della sua scuola e cerco anche nei posti segreti che sono qualcuno sa dove sono . Questi passaggi segreti vengono usati per entrare o uscire dalla scuola senza essere visti da nessuno e non si sa come ma Lazarus Hawking li conosce tutti quanti questi passaggi segreti . Lazarus quando ha rapito le ragazzine non li ha utilizzati visto che lui era uscito dalla scuola dal portone principale . Alessandra non poteva dire che era stato lui o qualcuno dei suoi studenti doveva avere prove certe e nessuno c’ e l’ aveva . Alessandra sapeva che il potere di Serena Rafferty era quello di leggere la mente e cosi decise di farsi aiutare da lei . Serena chiamata dalla preside torno nel suo ufficio e voleva sapere come mai l’ aveva chiamata e una volta che lei si era seduta sulla poltrona sulla destra . Alessandra che aveva ancora addosso il competo da Pistole Nera e quando Serena Rafferty la vide rimase davvero molto stupita visto che quella era la sua eroina . Serena Rafferty non ci poteva credere che stava facendo un piano con la sua eroina preferita e che adorava tantissimo e poi le disse – Non vedo l’ ora di lavorare con la mia eroina preferita . Alessandra era felice di sapere che c’ era qualcuno che la aiutava e le disse in modo molto felice visto che il rapporto tra loro era buono – allora il compito che ti do è facile e ce la puoi fare pure te Guerriera Oscura . Serena Rafferty aveva scelto di chiamarsi cosi in onore della Pistolera Oscura che si era persa ogni traccia di lei e aveva deciso di aiutare gli altri come faceva lei . Alessandra era felice di sapere che una persona aveva preso il suo posto ma adesso dovevano operare insieme e gli dissi – allora tu di nascosto e nel cuore della notte devi leggere la mente di tutti gli studenti e cercare di capire se uno dei nostri studenti ha rapito oppure no le nostre amiche . Il piano che aveva fatto Alessandra era perfetto e andava molto bene per Serena Rafferty visto che era pronta a fare come diceva lei . Prima che potesse andare Alessandra andò vicino alla sua aiutante e le disse in modo molto fiero – non dire a nessuno chi sono , te lo chiedo come un grande piacere io sono una leggenda e come leggenda devo apparire oggi e poi sparisco . Alessandra e Serena erano d’ accordi su questa cosa e alla fine con questo patto decisero di iniziare la loro missione e se sarebbe venuto fuori uno dei suoi nemici che la credeva morta sarebbe potuto tornare e cosi la situazione sarebbe potuta peggiorare .