Categorie
Ada Knight Angela Ferrante Daniel Saintcall Detective Dominatore di Poteri Polizia Internazionale Polizia Internazione del Mondo Fantastico Spazio Tempo Universing Universo

Angela Ferrante ci parla di alcune cose

Anche se io e Ada Knight eravamo fuori dalla Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi lei ci convoco e tutti ci salutarono come se non sapessero niente della nostra decisione . Decidemmo di non dire niente a tutti loro , ne io e ne Ada dicemmo che volevamo lasciare la Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi . Angela Ferrante ha chiamato me e Ada proprio quando stavamo mettendo la sua camera apposta e proprio in quel momento squillo il telefonino di Ada . Ada prese il telefonino e disse – Pronto , chi è ?

Angela disse – Ciao Ada puoi mettere il viva-voce se c’ e anche Daniel . Ada mise il viva-voce e Angela parlo- Tu e Daniel dovete venire un attimo qui e vi devo dire alcune cose sulla vostra decisione e io dissi ad Angela – Senti noi vogliamo fare che non vogliamo restare li , punto e basta . Angela ci disse – venite a parlare di questa cosa li nel mio ufficio . Io e Ada eravamo arrivati li nell’ ufficio di Angela Ferrante e disse – sedete se volete . Li c’ erano due poltrone molto comode , io e Ada ci accomodammo li e poi Angela disse – Avete preso la vostra decisione e la rispetto , ma quello che vi voglio dire che anche se non siete più agenti di questa unità voi lo sarete sempre . Perché voi  due siete degli agenti incredibili e non ho detto a nessuno della vostra decisione , perché anche se qui non ci sarete voi ci potete aiutare in casi molto importanti anche senza essere degli agenti . Ada aveva sentito e disse – quindi tu vuoi che anche se non siamo agenti ti aiutiamo lo stesso e io dissi a lei non per me ma anche per Ada Knight – certo , come dici tu non siamo veramente agenti però noi due siamo tuoi amici e amici di tutti i nostri colleghi quindi si ti aiutiamo molto in vari casi e se ci volevi dire questo lo potevi dire via telefonino . Dalla faccia di Angela c’ era una lacrima e io andai li e la tolsi , lei mi disse – il punto che è mentre vi vedevo tutti i giorni qui dentro , invece adesso non vi vedrò sempre e questo mi dispiace molto e Ada disse per rassicurarla – non ci vedrai molto spesso ma appena lavoriamo a un caso tu ci puoi chiedere aiuto oppure siamo noi a chiederti aiuto in un caso . Angela alla fine disse – Alla prossima Daniel e Ada e cercate di stare fuori dai guai , per favore ci sono già problemi nel tempo , nello spazio e nei mondi . Cercate di non fare niente di avventato voi .

Categorie
2013 Angela Ferrante Angelica J. Lincol Dialoghi Dominatore di Poteri Federica Nami Lincol Mondi Fantastici Mondo Nexus Persone Racconto Raven City Sarah la Fenice Rossa Shadow Black Universo

Angela Ferrante parte 6

Avere uno shock è molto brutto , davvero molto brutto quando hai uno shock ci vuole davvero molto tempo prima di riuscirlo a sconfiggerlo . Spesso però alcune volte lo shock lo si deve affrontare , se non affronti tale shock non potrai andare in avanti , più non l’ ho affronti più inizia dentro di te a pensare tali pensieri “ Non posso più andare in avanti , non ce la faccio “ Questi pensieri sono già dentro di noi ed escono fuori solo quando noi siamo in uno shock . Angela dopo molto tempo l’ ha superato o pensavo che era cosi , ma dopo il brutto incidente che è successo con il potere dell’ elettricità non lo credo più . Anzi penso più che lo shock è ancora dentro di lei , nella sua mente e se non faccio qualcosa con Angelica J . Lincol e Federica Nami Lincol non potrò mai far diventare Angela Ferrante capo della Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi . Sarah la Fenice Rossa che era dentro il luogo che avevo fatto per Angela Ferrante e vide che li dentro c’ era una infermeria ben attrezzata e pronta all’ uso . Angela vieni ti voglio fare un piccolo controllo e vedere se tu stai bene oppure – disse ad Angela in maniera molto amichevole , Angela disse a lei in maniera molto preoccupata – mi farà male questo controllo , Sarah la Fenice Rossa guardò in faccia Angela e le disse in maniera non molto agitata , ma calma e senza preoccupazione – non ti farò male , te lo prometto . Angela si fidò di Sarah la Fenice Rossa e come le aveva promesso lei non le fece nessun male , prese una piccola lume e la indirizzo negli occhi di Angela – guarda la luce e seguila con gli occhi . Angela inizio a seguire la luce con calma e poi fece tutti i controlli che Sarah la Fenice Rossa gli volle fare . Sarah la Fenice Rossa era una grande dottoressa , davvero molto brava , se tu eri malata lei cercava di curarti in tutti i modi , non solo malattie normali ma anche malattie non umane . Su Fenix ogni guerriero veniva addestrato anche a curare tutte le malattie umane e non umane , non solo per curare loro stessi ma anche le persone che avevano bisogno delle sue cure . Sarah la Fenice Rossa venne con lei nell’ altra stanza dove io , Angelica J . Lincol e Federica Nami Lincol stavamo parlando . Sentite tutti e due , se dobbiamo fare questa cosa , cioè entrare nella mente di Angela Ferrante dobbiamo stare molto attenti , seno lei potrebbe finire molto male e sopratutto lei potrebbe morire . Quindi quando noi stiamo li dentro dovremo faremo massima attenzione a tutto , basta una piccola cosa e potremmo perdere per sempre Angela Ferrante . Quando pronunciai perdere per sempre , Angela Ferrante e Angelica J . Lincol si fecero serie e molto preoccupate e dissero – faremo molto attenzione quando staremo li dentro , dentro la mente di Angela , cioè nostra sorella adottiva , l’ abbiamo conosciuta e noi la riteniamo già come nostra sorella . Io dissi a loro in maniera molto calma – sentite insieme ce la possiamo fare , uniamo le forze e possiamo fare tutto anche salvare la vita di vostra sorella . Sarah la Fenice Rossa portò Angela Ferrante li dentro , Angela Ferrante si avvicinò dietro di me e – Io sono pronta , quando vogliamo iniziare , sono pronta . A dire quella cosa ci volle molto coraggio e molto forza , se doveva andare male potevamo perdere tutto e non potevamo fare assolutamente niente se si perdeva . Tutto finiva , non solo il suo destino ma anche il mio , se non riuscivo ad addestrare Angela Ferrante , tutto il mondo mi sarebbe caduto addosso. Per entrare nella mente di Angela Ferrante dovevamo concentraci , iniziammo a farlo e dopo un po’ di tempo entrammo nella mente di Angela . La sua mente era rappresentata dalla sua vecchia , la casa in cui erano morti i suoi genitori che le volevano davvero molto bene , tanto che sua madre e sua madre la chiamavano principessa . Appena entrati in casa c’ era un piccolo tavolino vicino alla porta e li c’ era il telefono di casa , quel luogo era il luogo dove il padre e la madre di Angela insieme a lei vedevano molti film e molte cose . Li facevano giochi e moltissime cose , adesso invece per lei era solo una cosa brutta . Camera sua era dipinta con le stelle , con i pianeti e con le galassie , i suoi genitori avevano fatto questo perché il sogno più grande .

Dove siamo ? – chiedemmo alla mente di Angela Ferrante , Angela Ferrante era con noi e in modo un po’ di triste , come se non volesse dircelo , ma poi disse – questa è casa mia , la casa dove sono morti i miei genitori . Tra le varie che vedemmo nell mente di Angela Ferrante fu i corpi dei suoi genitori morti , stesi li a terra in una pozza di sangue . Il coltello con cui la donna li aveva uccisi proveniva dalla sua cucina , lei li aveva minacciati di darla loro figlia , quella non era sua figlia ma chi ha problemi mentali non se ne importa niente , con i suoi occhi vede soltanto quello che vuole vedere e lei vedeva la figlia morta 5 anni fa . Visto che loro non volevano dare la loro figlia a lei , lei li uccise e se ne andò , ma prima andò a cercare sua figlia dentro la casa . Non la trovò e se andò a casa sua a ripensare dove potesse trovare sua figlia e cosa potesse farlo per trovarla . In tutta la casa sentivamo il male , molto male e pure dentro i corpi dei suoi genitori sentivamo il male , prima lo senti solo io ma poi sentimmo la presenza del male anche gli altri . Quando poi il male si accorse di noi , prese tutte le sue parti e si trasformò in una copia identica ad Angela Ferrante , ma molto cattiva . Fece apparire una spada uguale a quella di Angela Ferrante e disse con tanta rabbia e con tutta la sua oscurità che la sua voce venne deformata ed era terrificante – vogliamo Angela Ferrante , ci dobbiamo battere contro di lei , se qualcuno si intromette lo uccideremo . Angela non sapeva cosa fare , se combatteva poteva andare , ma poteva andare anche bene . Io , Angelica e Federica guardammo con sguardo molto coraggioso ad Angela e dicemmo – adesso se ci ascolti con molta attenzione , ce la puoi fare . Angela decise di ascoltarci e disse – ok , cosa devo fare ? , io risposi – allora , quella è la tua parte malvagia non la puoi uccidere , né sconfiggere , ma ce un modo per farlo . Quando dissi quelle cose , Angela fu un po’ felice , perché c’ era un modo per sconfiggere il suo lato negativo , poi mi guardò e disse – come la sconfiggo ? , io con tutta sincerità le dissi – ti può sembrare pazzo , ma devi abbracciare la tua parte oscura . Angela mi guardò come se fossi impazzito o avessi detto una follia , ma lei si fidava di me e poi disse – ci proverò . Angela inizio a combattere , sfoderò la spada e la incrocio con la sua spada versione oscura , misero le spade uno contro l’ altra . Tutti e due utilizzavo tutte le loro forze per far togliere la spada dalla mano , chi ci riusciva aveva un grande vantaggio . Se ci riusciva la parte oscura di Angela , le avrebbe fatto cose terribili , l’ avrebbe presa per i capelli e poi dopo tutte le torture che gli poteva fare dentro la sua mente solo piena di morte , avrebbe preso la sua spada e gliela messa dentro il suo cuore . Anche se era morta , gli avrebbe rimasto la spada nel cuore e se ci riusciva , la parte oscura vinceva e Angela sarebbe divenuta molto cattiva e ci avrebbe ammazzato tutti e avrebbe distrutto Raven City e tutto il mondo di Nexus . Angela prese molto occasioni e dopo tentativi , alcuni vuoti e altri no lei riusci a togliere dalla mano la spada alla sua parte oscura . Poi la parte oscura di Angela disse a lei con quella voce che faceva paura – che vuoi farmi , uccidermi , tu non né hai il coraggio . Angela poi disse alla parte oscura con tutto la sua felicità – ucciderti non ci penso proprio . Poi fece come le avevo detto io , prese e andò ad abbarbicare la sua parte oscura , la parte oscura si disperse e disse con tutta la sua ira e tutta la sua furia e la voce gli venne ancora più spaventosa – tornerò e la prossima volta tu non mi batterai . Angela guardandola negli occhi e mentendo gli occhi fissi su di lei con tutta la calma che ha , le disse – ti aspetterò e quando ti incontrò ti sconfiggerò come ho fatto oggi . Dopo la parte oscura se ne andò a noi andammo ad abbracciare Angela e dissi a lei – adesso noi possiamo uscire dalla tua mente . Dopo ce andammo dalla mente di Angela Ferrante , noi andammo da lei l’ abbracciammo tutti insieme e dicemmo a lei – bravissima , sei riuscita a sconfiggere la tua parte oscura . Adesso che la sua parte oscura era tolta noi potevamo riprendere il nostro allenamento con i poteri che Shadow Black le aveva dato .   

Categorie
2013 Angela Ferrante Angelica J. Lincol Claire Petrelli Dominatore di Poteri Jane Powell Me Mondi Fantastici Mondo Nexus Omicidio Shadow Black

Angela Ferrante parte 1

Angela Ferrante nata il 23/12/90 da una famiglia benestante , molto ricca ed erano conosciuti in tutta Nexus per loro opere benefiche e per i loro contributi storici . Quando loro ebbero una figlia furono molto felici tanto che quel giorno fecero una festa e invitarono tutti i loro amici e i loro parenti più stretti e i suoi futuri cugini e cugine . Tra le varie persone che erano state invitate alla festa della nascita della figlia c’ era anche il sindaco di Nexus , Zack J . Lincol lui tra il suo albero genealogico aveva Abramo Lincol e forse molte persone importanti che adesso non ricordo . Comunque lui quel giorno non poté venire e cosi mando almeno sua figlia maggiore che molto spesso aiutava la famiglia Ferrara in molte cose . Quando alla festa della nascita di Angela videro Alice e non suo padre , gli chiesero – perché tuo padre non è potuto venire ? , Alice rispose – non è potuto venire perché doveva far iniziare i lavori della Scuola Materna e altre strutture che possono essere utili . I genitori di Angela abbracciarono Angelica e dissero in maniera molto felice – siamo contenti che tu sia potuta venire . Angelica pure lei era felice di stare li , perché si scocciava di stare a sua senza fare niente , sapendo che suo padre non poteva andarci , ci andò lei . Angelica sarà pure la figlia del presidente di Nexus , però suo padre non gli ha dato tutto subito lei come noi si è guadagnato quello che ha come il suo telefonino e molte altre cose . I genitori di Angela erano felici di vedere Angelica per un motivo perché volevano chiedere a suo padre o a lei se poteva diventare la madrina di Angela . Angelica era molto responsabile , aiutava tutti quanti con i suoi poteri e sopratutto non era viziata come alcune persone che stanno in questo mondo . I Genitori di Angela si misero sulle scale e dissero ad alta voce – potete prestare attenzione a una cosa importante , vorremo chiedere ad Angelica se vuole diventare la madrina di nostra figlia Angela . Angelica quando senti questo annuncio rimase un po’ sorpresa ma lei si avvicino a genitori di Angela e accetto questa cosa . Dopo tutti quanti iniziarono ad applaudire e si congratularono con Angelica per essere divenuta madrina di Angela . Negli anni quando Angela doveva andare a scuola e alcune volte i genitori non poteva prendere loro figlia , allora chiedevano ad Angelica di poter prendere Angela e di portarla a casa oppure se per caso loro si mettevano d’ accordo e andavano a casa di Angelica a fare le cose loro o a giocare tra loro .

Purtroppo nel mondo non esiste solo il bene ma anche il male , che in alcuni momenti è molto brutto e che può uccidere tutti e tutto . Molte persone utilizzano i loro poteri , coltelli e molto altre armi normali o armi magiche o altre cose .

Cose brutte succedono in ogni parte del mondo , ma spesso anche negli altri universi , era un giorno come un ‘ altro e i genitori di Angela non erano usciti , erano rimasti a casa perché volevano stare un po’ in pace e in tranquillità .

Una cosa voglio dire più una famiglia diventa importante e più dietro di se ha dei nemici , persone che all’ inizio non sembrano persone piene d’ odio , ma sotto odiano quelle persone con tutte loro stelle e farebbero di tutto per uccidere le persone che odiano tanto , anche fare una strage .

Quando lei aveva 11 anni lei era a scuola per un progetto scolastico che durava fino alle 16:30 di pomeriggio . I genitori di Angela erano rimasti a casa fino a quando non andavano a prendere la loro preziosa figlia da scuola . La famiglia Ferrante ha molti nemici , tra i quali criminali che alcune volte avevano fatto minacce a loro e alle persone ricche . Tra le varie persone pericolose c’ era Jane Powell , una donna di 27 anni , aveva una figlia dell’ età di Angela , lei aveva perso sua figlia quando lei non aveva prestato attenzione alla strade e ebbe un incidente stradale e cosi perse sua figlia . Inoltre lei ebbe dei problemi mentali e ogni bambina che vedeva , vedeva sua figlia di 11 .

Un giorno si era avvicinato alla casa della famiglia Ferrante e quando vide la loro figlia Angela giocare , non vide Angela ma vide sua figlia . Quando i genitori gli impedirono di toccare quella che pensasse sua figlia fu come una cosa come non si poteva descrivere . Però quella non era sua figlia , era la figlia della famiglia Ferrante , allora chiamarono la Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi per farla allontanare da casa loro . La polizia internazionale del tempo , dello spazio e dei mondi vederò che la donna aveva problemi mentali per aver perso sua figlia in un incidente stradale . Lei fino a quando la ragazzina non ebbe 11 anni , lei rimase in istituto psichiatrico , poi lei decise di andare a scusarsi per aver fatto questa cosa . Ma lei aveva un’ altra cosa in mente , di uccidere le persone che le avevano impedito di abbracciare sua figlia . Lei andò con una pistola a casa della famiglia Ferrante e prima gli sparo e poi con tutta la furia prese il coltello gli fece moltissime ferite . Quando fini il progetto , lei pensava di vedere i suoi genitori prenderla e portarla a casa sua , tutti quanti se ne erano andati a casa tranne lei . La professoressa di Matematica , che erano diventate amiche e cosi lei decise di accompagnarla a casa . Il suo portico era molto grande pieno di piante e vicino li un bel prato pieno di belle piante , ma quella era una giornata di sole , ma dopo usci la pioggia . Ad Angela non gli piaceva la pioggia , alcune volte mi diceva che quando pioveva il mondo diventata buio e quando piove succedevano cose molto brutte . Quel giorno successe una cosa molto brutta , quando Angela prese la chiave da sotto la pianta della rosa rossa amata dalla madre . Apri la porta con la chiave e davanti lei vide una scena che nessuna ragazzina dell’ età di 11 anni non dovrebbe mai vedere . I corpi dei genitori senza vita con molte ferite , Angela si mise vicino al corpo dei genitori e inizio a piangere tantissimo . La professoressa di matematica prese il telefono e chiamo la polizia internazionale del tempo , dello spazio e dei mondi per denunciare un crimine . Dopo aver chiamato la polizia internazionale del tempo , dello spazio e dei mondi , prese Angela a se , anche se con molta forza cercava di stare vicino al corpo di suoi padre . La professoressa di matematica la prese a se e la strinse a se e inizio a piangere sulla sua professoressa . La professoressa per far calmare Angela disse – va tutto bene , adesso ci sono e tra poco ci sarà la Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi . La Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi arrivò e con loro anche Angelica che alcune volte lavorava per loro . La Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi arrivò , si avvicino e bussarono alla porta . La professoressa li fece entrare e appena entrati videro una scena straziante , una di quelle scene che nessuno dovrebbe vedere nemmeno una ragazzina di 11 anni . Angelica entrò e disse alla professoressa – dov’è Angela cerco di farle passare questo bruttissimo momento . La Professoressa di Matematica cioè Jane Foster disse ad Angelica , lei sapeva che era amica di Angela varie volte veniva a prendere lei Angela se c’ erano problemi . Possiamo dire che Angela e Angelica erano come due sorelle , chi può risollevare il molare di una persona , la tua migliore amica . Jane disse ad Angelica – lei è in camera sua ed è sotto shock , Angelica arrivò in camera di Angela , busso alla sua porta e disse – Angela sono io posso entrare . Angela aprì la porta ad Angelica e poi Angela andò ad abbracciare la sua migliore che era quasi una sorella maggiore per lei . Angela inizio a piangere sulla sua migliore amica e Angelica disse per rassicurarla – adesso ci sono , non c’ e più niente di cui preoccuparsi . Angela molto triste – i miei genitori sono morti , non puoi fare niente proprio per salvarsi . Angelica sentendo quello che disse la sua amica – mi dispiace , ma non posso fare niente , Angela continuò a piangere . Angelica prese uno dei tovaglioli e tolse tutte le lacrime di Angela , poi con il cuore in mano disse – se vuoi puoi venire a casa mia e da li in poi sarà li casa tua e cosi se avrai problemi o altri problemi e molte altre cose io ci sarò sempre . La Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi cercarono Angelica e poi Jane disse a loro – Angelica è andata risollevare il morale che a terra di Angela . La Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi andarono in camera di Angela e li videro una scena molto bella sopratutto la poliziotta .

Una tra le varie poliziotte che rimasero commosse dalla scena che viderò quella scena , era Claire Petrelli . Un agente di polizia molto bella , molto atletica visto che va in palestra due volte a settimana , capelli rossi e molto lisci . Lei era una donna un po’ dura , però alcune volte era tanto gentile sopratutto con i ragazzi e lei con i ragazzi ci sa fare nel senso che lei sa come compitarsi , riesce a rassicurali e li ascolta e li protegge . Angelica insieme ad Angela usci da quella stanza , Angelica si fermo davanti a Claire Petrelli e disse con tono deciso – vorrei che Angela potesse abitare a casa mia e me ne prenderò cura io come se fosse mia sorella . Certo lo puoi fare , so che tu hai già trattato come Angela come se fosse tua sorella , quindi io dico che puoi farlo , ma prima che tu possa portare Angela a casa tua , devi firmare delle carte che dicono che adesso tu ti occuperai di Angela .

Claire sotto sotto era tanto che felice che Angela avesse trovato una persona che si poteva fidare e sopratutto un posto dove andare . Angelica è da sempre stata considerata da tutti nel mondo di Nexus una persona responsabile , lei molte cose se l’ e guadagnate facendo la babysitter e salvando moltissime persone in città grazie ai poteri che ottenne con il tempo . Angela anche si era trasferita a casa di Angelica e grazie a lei aveva trovato una figura di sorella maggiore in Angelica , lei molto triste ancora per il fatto dei suoi genitori morti . La persone che aveva ucciso i suoi genitori era ancora in libertà e chissà dove era in questo momento .

Un giorno successe una cosa molto strana , non so perché successe ad Angela , però qualcuno vide che lei poteva prendere due strade . La strada del bene era molto lunga e quella del male anche quella molto lunga , Shadow Black aveva fatto molte cose nel mondo , aiutava le persone se non sapevano cosa fare e se vedeva che loro erano buone , forti e trovava grandi qualità in loro dava i poteri a loro e a farli diventare gli eroi che nel futuro lui poteva vedere . Shadow Black è un’ ombra nessuno sa chi è , come viaggia e altre cose , lui è uno dei grandi misteri dell’ universo , una volta ho provato a svelare la sua identità o a seguirlo . Dopo poco tempo lui mi ha scoperto che lo seguivo ed scomparso nelle tenebre e non l’ ho più visto , ho provato pure con tutti i miei poteri ma niente era totalmente scomparso nel nulla . Comunque lui entrò nella mente di Angela e disse – non ti preoccupare Angela , io ti voglio aiutare a superare il dolore della morte dei tuoi genitori e farti iniziare il cammino verso il tuo glorioso futuro . Angela era un po’ preoccupata per Shadow Black e disse – quindi se vuoi aiutarmi , fammi diventare più forte , voglio diventare una persona molto forte , con molti poteri . Voglio avere questi poteri per poter aiutare le persone come me e altre persone che non hanno difesa contro i criminali e contro persone terribili e senza scrupoli , mentre diceva questo discorso fatto con molto coraggio , cercava di guardarlo negli occhi . Shadow Black guardo Angela nei suoi occhi blu e quello che ci vide era la speranza , ma sopratutto un fuoco che non si spegne mai , lei era forte e decisa e pronta a fare tutto . Angela non sapeva se era riuscita a convincere Shadow Black a fare questa cosa , lo guardava nel tentativo di capire le sue intenzioni . Ti darò i poteri e ti darò anche una persona che ti permetterà di farti capire come devi utilizzare i tuoi poteri , come deve essere un eroe e sopratutto ti farò avere un grande addestramento . Angela era felice , e poi disse a Shadow Black – chi sarà la persona che mi aiuterà a diventare questo grande eroe ? , Shadow Black guardo Angela negli occhi e disse in maniera molto sincera – l’ hai già incontrata , la tua amica Angelica , è molto brava sia nel campo dell’ uso dei poteri e di molte altre cose . Quando ti sveglierai fai il mio nome ad Angelica e digli del nostro incontro e lei ti iniziare all’ addestramento sia dei poteri che di moltissime cose . Angela aveva un po’ timore per Shadow Black , ma si fidava anche di lui , Angela era cosi si fida e non si fida , però lei era pronta a tutto se per caso Shadow Black cercava di uccidere lei o persone a sua care . Perché quando Angelica era via o quando non c’ era nessuno a controllare Angela e lei si metteva a imparare da sola , alcune cose che potevano proteggere lei e la sua nuova famiglia .

Angela si era svegliata e si era ricordata quello che era successo nel suo sogno , il fatto che aveva parlato con Shadow Black e del fatto che gli avrebbe dato i poteri . Angela quando aveva parlato con Shadow Black lo aveva fatto nella sua mente e poi lui fece ritornare Angela al suo sogno e mentre lei sognava , i suoi iniziarono ad entrare dentro di lei dalla sua mente fino alla più piccola parte del suo corpo e renderla una persona con super-poteri. Angela dopo essersi svegliata alle 6 di mattina , entro in camera di Angelica e racconto quello che le era successo , del suo incontro con Shadow Black e quello che gli aveva detto .

Dopo aver pensato un po’ , Angelica decise di allenare Angela con i poteri che gli aveva dato Shadow Black , posso capire Angelica doveva sia aiutare la città ma doveva anche allenare Angela . Angelica aiutò con moltissimo impegno ad Angela , come se fosse sua sorella , come prima cose era capire quali poteri aveva ottenuto da Shadow Black .

 

Shadow Black aveva dato ad Angela poteri come viaggiare nel tempo e nello spazio , il potere dell’ elettricità , il potere di controllare gli elementi e altri poteri che per il momento non sapeva di usare e non sapeva di avere . Angela aveva capito queste cosa e poi capì che era divenuta una persona con moltissimi poteri come un po’ Peter Petrelli . Angelica allora inizio ad allenare Angela con i poteri che lei sapeva utilizzare , tipo elettricità , piegare il tempo e lo spazio e altri poteri . Ma Angelica non voglio dire proprio che non sa fare queste cose , cioè se la cava con molti poteri , io invece sono molto più bravo non solo nell’ allenare i poteri e sopratutto a far evolvere questi poteri . Shadow Black aveva scelto Angelica per aiutare Angela a diventare una grande eroina che aveva visto , perché Angelica è molto brava in moltissime cose , non solo a controllare i poteri ma anche di altre cose come vari sport e moltissime cose che Angela deve imparare . Tra le varie cose che Angela deve imparare a prendersi cura di se e moltissime cose .

 

Categorie
2013 Abbigliamento Accappatoio Ada Knight Alieni Dialoghi Dominatore di Poteri Dr Alyssa Saintcall Lingue Lingue Aliene Me Mio Capo Mondi Fantastici Mondo Pandora Parlare con Ada Knight Parlare con Angela Parlare con Pandora Polizia Internazionale Polizia Internazione del Mondo Fantastico Presentazione Racconto Spazio Storia Tempo

Faccio conoscere il mio capo a Pandora

Pandora vuole grandi cose , scoprire cose nuove e fare molto altro , ma tra le varie cose che vuole fare è diventare un agente di Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio . Le ho fatto vedere dal vivo com’è fare il mio mestiere , togliendo dalla cattiva strada Zane , il ragazzo che rubava grazie al potere di attraversare le pareti . Durante una simulazione le ho fatto vedere la durezza del mondo , che il mondo può essere un mondo sia bello sia brutto e se prendi la decisione sbagliata la vita ti schiaccia e può mandare all’ aria tutti i tuoi piani .Io so che Pandora vuole fare tutte queste cose e l’ aiuto , lei vuole diventare agente della Polizia Internazionale del Tempo , Spazio e dei Mondi e per questo oggi ho deciso di farle conoscere il mio capo . Io andai da Pandora , bussai alla sua porta con calma . Pandora mi aprì e disse – cosa c’ e Marcello ? , io risposi – fammi entrare e te lo dico , Pandora mi fece entrare e vidi che le era in pigiama molto bello con delle stelle . Io dissi a lei – se ti fai una doccia e ti vesti come ti sei vestita ieri , ti voglio far conoscere il mio capo , Pandora disse – perché mi vuoi far conoscere il tuo capo ? , io risposi – ti voglio far conoscere il mio capo cosi tu potrai conoscerlo e sopratutto gli puoi fare tutte le domande che vuoi sul lavoro e sopratutto potrai dire direttamente a lui che vuoi diventare un agente del suo dipartimento . Pandora mi disse in maniera molto sincera e gentile – va bene , se mi aspetti in camera mia ci metto cinque minuti e sono da te . Pandora inizio a farsi la doccia calda , dopo poco torno in camera sua con l’ asciugamano rosso , io mi girai e non sbirciai e lei si inizio a vestire con reggiseno , mutandine , camicia e pantaloni . Dopo poco era pronta , ma prima di dire pronta voleva fare una cosa ai capelli , lunghi gli piacevano ma alcune volte andavano sopra gli occhi e a lei questo non piaceva . Allora prese dal suo cassetto sinistro delle forcine per capelli e un elastico e inizio a mettersi mettersele . Poi inizio con l’ elastico e cosi le aveva i capelli a coda di cavallo , questa cosa l’ha imparata da mia sorella Alyssa che molte volte pure lei li tiene in questo modo . Io e Pandora salimmo sulla mia BMW , io iniziai a guidare dove lavoro e Pandora mi chiese – quando mi insegnerai a guidare la macchina ? . Adesso no , perché oggi devi chiedere questa cosa al mio capo e poi sopratutto oggi devo vedere alcune cose come del tipo se ci sono casi aperti che posso risolvere oppure andare su qualche pianeta o altro . Pandora disse in maniera un po’ imbronciata – quindi oggi pomeriggio se non hai niente da fare , mi puoi insegnare a guidare l’ auto . Io guardando Pandora – si , se non niente da fare , io stavo facendo il trucco guardo Pandora negli occhi e guidavo . Con calma arrivammo al commissariato di Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi , superammo quelli della sicurezza e ci dirigemmo verso l’ ufficio del mio capo di nome Angela Ferrara , lei non aveva mai conosciuta Pandora . Pandora guardò il mio capo che quel giorno porta una bella camicia bianca , molto bianca visto che l’ aveva lavata molto bene , pantaloni blu e molto elettrici e quello che indossa quel giorno gli sta molto bene . Pandora disse al mio capo – io sono Pandora , piacere di conoscerla , piacere di conoscerti Pandora . Loro si strinsero la mano e poi Pandora guardando il mio capo negli occhi – voglio diventare un agente del Tempo , dello Spazio e dei Mondi , Marcello mi ha fatto vedere un po’ in cosa consiste il vostro lavoro e l’ altra volta ho aiutato Marcello in un caso . Il mio capo Angelica vide che Pandora ha un grande coraggio e nei suoi occhi vide quel fuoco che serve per lavorare qui dentro . Angela vide che Pandora era convinta , decisa e nelle sue vide quello che vide in me , cioè una persona che non si sarebbe fermata davanti a niente e che avrebbe fatto di tutto per aiutare chiunque anche infrangere leggi o altro . Angela guardò negli occhi Pandora e – sei vuoi diventarlo devi solo fare un colloquio con Ada Knight . Io dissi al mio capo – non posso farlo io visto che ho aiutato Pandora in tutto questo tempo , Pandora pensava me lo fa Marcello mi potrebbe aiutare per alcune cose .Il mio capo mi guardò e disse – no , Marcello tu domani segui un caso di omicidio invece Pandora si fa il colloquio con Ada . Angela fece venire Ada dentro il suo ufficio e dice – tu farai il colloquio a Pandora e non potrai aiutare Marcello a seguire il caso di omicidio . Ada vide Pandora un po’ preoccupata e per rassicurarla disse – ti devo chiedere solo poche cose , tipo il nome , il cognome , se hai problemi di salute o altro . Pandora sapendo queste cose si rassicurò un po’ e decise con molta convinzione di voler superare il colloquio di lavoro con Ada Knight . Angela il mio capo disse a Pandora – non oggi , domani lo farai , Pandora disse – non vedo l’ ora di farlo .

Categorie
2013 Ada Knight Detective Dialoghi Distintivo Dominatore di Poteri Mondi Fantastici Mondo Mutanti Parlare con Ada Knight Parlare con Pandora Parlare con Tempesta Presentazione Racconto Sopralluoghi Storia supereroi Superpoteri

Dico a Pandora cosa fa un agente e un detective della Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi .

Mi piace tanto lavorare per la Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi anche se come posso dire è un po’ una rottura di scatole , perché tra scartoffie che devi compilare e fare rapporti ai superiori . Ma anche se ci sono queste scocciature è davvero bello lavorare per loro , perché puoi viaggiare nel tempo , nello spazio e nei mondi .Certo quello lo faccio già grazie al T.A.R.D.I.S e viaggio nel tempo e nello spazio e nei mondi quando voglio io e dove svoglio io . Ma lavorare per loro e bello , perché puoi rendere l’ universo , i pianeti e un posto migliore per vivere per tutti . Una cosa che mi colpi fu il fatto che Pandora aveva mostrato questo nuovo carattere , ma sopratutto la cosa che mi piacque di Pandora che lei un giorno venne verso di me e mi disse che voleva entrare a far parte della Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi . Quando Pandora mi disse tale cosa lo devo ammettere rimasi un po’ stupito ma poi decisi di fare tutto il possibile per far in modo che questa cosa possa essere realizzata . Quindi io feci imparare diverse cose a Pandora , come prendere le impronte digitali e altro .

Il 22 Gennaio io avevo deciso a Pandora di farle capire cosa significava essere un agente di Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi . Entrai in camera sua e vide Pandora che era sul suo letto con una maglietta e pantaloni neri e con le gambe incrociate e si stava concentrando per vedere il passato o il futuro . Dopo tanti tentativi lei riusci a vedere l’ evento prolungato che era riuscita a vedere nelle settimane precedenti , cioè il piccolo Connor mentre era nel suo villaggio in fiamme . Io bussai alla sua porta e Pandora mi fece entrare e io dissi a lei – oggi ti faccio vedere cosa significa essere un agente di Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi .Possiamo dire che Pandora stava aspettando tale momento da un bel po’ di tempo , Pandora si era iniziata a mettere una maglietta qualsiasi e dei pantaloni cosi . Io però fermai Pandora e le dissi – senti Pandora , visto che tu vuoi diventare un agente di Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi non ti puoi vestire con una maglietta normale o dei pantaloni . Ti devi vestire bene , cioè una camicia e dei pantaloni . Pandora mi disse – ma io non ho queste cose , dove le prendiamo e io dissi a lei – però queste cose c’ e l’ ha mia sorella Alyssa . Io e Pandora con molta calma in camera di Alyssa e bussai alla sua porta e – Alyssa puoi aprire la porta . Mia sorella Alyssa ci apri la porta con molta calma , vide me e Pandora insieme e disse in maniera molto calma e gentile – cosa volete ? . Io guardandola in faccia – posso avere una camicia e dei pantaloni della misura di Pandora , le voglio mostrare come è essere un agente di Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi . Alyssa fece provare alcune camicie e alcuni pantaloni . Dopo poco tempo trovò i pantaloni e la camicia perfetta per Pandora e quando la vidi con queste cose messe bene , io dissi – che gli stavano bellissimo . Dopo un po’ di tempo io e Pandora andammo nella grande mela cioè New York , dove si trova la nostra base . Una volta entrati incontri quella della sicurezza e dissero vedendo me e Pandora – Ciao Marcello , chi è la tua amica ? . Io risposi a loro stringendo la mano – lei è Pandora vorrebbe diventare un agente della Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi . Uno della sicurezza guardo Pandora vestita con la camicia e con i pantaloni e stringendogli la mano a Pandora e lei strinse la sua molto forte – spero tu potrai diventare una noi . Io e Pandora salimmo le scale e subito incontrai la mia collega Ada Knight con una bella camicia nera , pantaloni blu e soprabito nero . Io insieme a Pandora andammo verso di lei e dissi in maniera molto gentile – come te la passi ? , Ada mi guardò e vide me e Pandora – bene , me la passo bene ho solo bisogno di un po’ di caffè . Poi guardò dietro di me e vide Pandora tutta vestita bene e mi disse – che ci fa Pandora qui ? . Pandora senti quello che aveva chiesto Ada e disse – vorrei diventare un agente di Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e Marcello mi sta facendo vedere cosa significa esserlo . Ada sentendo le parole di Pandora , le disse – spero tu possa diventarlo e se hai bisogno di aiuto questo è il mio biglietto da visita . Ada prese dalla sua tasca sinistra dei pantaloni il biglietto da visita dove ci stava scritto “Ada Knight Polizia Internazionale del Tempo dello Spazio e dei Mondi . N° Telefonico 0817955171 , 225 A,M Streat .” Pandora in modo molto cordiale – certo se ho qualche problema ti chiamo , mentre Pandora iniziò a parlare con la mia collega di alcune io ero andato a fare un po’ di caffè sia per me e per Ada . Con molta calma li portai insieme e poi lo diedi ad Ada . Ada lo prese e disse- grazie Marcello . Poi lo inizio a bere con molta calma , io iniziai a far visitare il posto a Pandora , il primo posto fu quello degli uffici e sopratutto il mio ufficio . Pandora inizio a farmi tipo tremila domande tipo come una macchina che spara a raffica proiettili ma invece lei sparava domande . Io iniziai a rispondere a Pandora , visto che Pandora si stava scocciando andammo fuori per le strade a risolvere un caso .Il primo caso che era passato sulla mia scrivania era un furto , ma non furto normale , ma una persona non era entrato un potere . Non aveva scassinato né porte , né finestra e sopratutto non era scassinato niente . Allora questa persona ha un potere , cioè il potere di attraversare le pareti , leggendo il rapporto che mi ero portato appresso capì che la persona aveva il potere di attraversare le pareti e io dissi a Pandora – Ascoltami bene noi cerchiamo una persona che ha 12 o 13 anni , capelli corti , maglietta nera e pantaloni neri . Facciamo cosi dividiamoci , cosi copriamo più zone , iniziammo subito le ricerche , io andavo di posto in posto e non trovavo nessuna traccia del ragazzino . Pandora inizio pure lei a cercare e dopo un po’ di vie , riusci a trovare il ragazzino , Pandora si avvicino a lui e disse – ti ho preso , fermati non ti voglio far del male . Il ragazzino disse a Pandora – lasciami , Pandora prese il telefono e mi chiamo e mi disse dove eravamo , io arrivai subito e dissi a Pandora – brava l’hai trovato . Pandora mi chiese – adesso che ne facciamo di lui ? , io risposi – adesso non andrà in un posto normale , cioè in galera ma se vuole può andare in un posto dove ci sono persone speciali con i suoi stessi poteri . Lui è un mutante e adesso lo portiamo in posto dove lui imparerà il controllo dei suoi poteri e un giorno utilizzarli per il bene . Il ragazzino di nome Zane sentendo le mie parole – quindi adesso mi porterai in un posto dove ci sono persone che hanno i miei stessi poteri e dove posso imparare a prenderne il controllo e io dissi – si . Poi io dissi a loro – datemi la mano , mi concentrai e ci teletrasportammo nella scuola di Xavier , che ora viene gestita da Wolverine , molti ragazzi mi videro apparire e si stavano domando se io ero un mutante o ero qualcosa’ altro . Insieme a Pandora e a Zane andammo alla ricerca di Wolverine , ma non c’ era da nessuna parte , poi dietro le mie spalle sulla scale apparì Tempesta e disse in maniera molto gentile – chi sei ? , io risposi – Sono Marcello il Dominatore di Poteri , questa è Pandora è questo è Zane , volevo parlare con Wolverine . Tempesta disse – non c’ e , comunque che cosa gli volevi dire , io dissi a Tempesta – ho trovato questo ragazzino che già da qualche giorno rubava grazie ai suoi poteri , mi chiedevo se per caso lui si poteva unire alla vostra scuola . Tempesta si avvicino a Zane che si era messo dietro me e Pandora , non lo so forse per proteggersi , Tempesta si avvicino e disse a Zane – calmati qui non ti verrà fatto nessun male . Zane andò con Tempesta e io dissi a lei – io e Pandora ce ne andiamo , forse ci rivediamo Tempesta . Tempesta ci saluto e disse – Ciao Marcello . Tornammo alla stazione di Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi e Pandora – grazie per questa giornata , adesso sempre più voglio diventare un agente . Pandora grazie a questa giornata aveva capito cosa significa essere un agente di Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi . 

Categorie
2013 Allenamento Dialoghi Dominatore di Poteri Mondi Fantastici Mondo Pandora Parlare con IA Profet Parlare con Pandora Polizia Internazionale Polizia Internazione del Mondo Fantastico Poteri dei Signori del Tempo Racconto Signori del Tempo Storia Tempo

Faccio vedere a Pandora come si prendono le impronte digitali

Avevo deciso di rimandare la nostra lezione su come si prendono le impronte digitali e altre cose dentro la nostra camera delle simulazione . Certo tutto li dentro non è reale però tu li dentro puoi imparare di tutto . Io e Pandora nel pomeriggio iniziammo ad andare li , entrammo con molta calma e stavolta lui aveva simulato un laboratorio scientifico con tutto l’ occorrente per prendere le impronte digitali sia delle dita che dei piedi , scanner per identificare subito il sospetto . Era tutto allestito e tutto pronto per il mio corso per Pandora su come si prendono le impronte digitali . Io tutto pronto dissi a Pandora – allora ci sono vari modi in cui si possono prendere le impronte digitali . Il modo più tradizionale è usare la polvere da sparo e utilizzi un pennello . Diciamo che devi trovare le impronte digitali su una superficie lisca tipo una bottiglia o un piccolo flacone di pillole , tu prendi il pennello con quello prendi la polvere da sparo e lo metti sulla superficie della bottiglia o altro . Pandora prima di sentire le mie parole aveva trovato un quaderno in camera mia e se le era preso per prendere appunti e quando io iniziai a parlare di questo primo metodo lei si era segnata tutta , perché lei sapeva che questa era una simulazione però voleva essere pronta a quando dovevamo andare sul vero campo , cioè il mondo reale piano di insidie e pericoli e dove li stare attento e sopratutto dove mentre lei lo adesso con me le facevo usare il quaderno , ma quando lavorerà a un caso reale Pandora dovrà sapere queste cose senza leggere niente da nessuna parte , lo deve sapere è basta . Poi io dissi a Pandora – c’ e un altro metodo per prendere le impronte e questo metodo si può utilizzare su un foglio e Pandora curiosa di sapere – quindi grazie a questo metodo io posso prendere le impronte digitali su un foglio ? , io risposi a Pandora – si , prendi per esempio che tu trovi un foglio compromettente o altro . Per utilizzare questo metodo hai bisogno di un magnete e una sostanza miscelando una sostanza siliconica e polvere da sparo o di alluminio e viene fuori il Mikrosil . Poi utilizzi il magnete e inizi a cospargere il foglio con poca della sostanza , una volta fatto seccare le impronte digitali appariranno sul foglio . Se utilizzi uno o l’ altro modo o l’ altro modo che ti farò vedere per prendere le impronte digitali o per prendere le impronte dei piedi devi utilizzare i guanti . Pandora si inizio a segnare tutto con calma e con una scrittura leggibile e molto bella , tanto bella che tutti quanti potevano capire cosa ci stava scritto sul foglio . Dopo aver fatto vedere il primo e il secondo modo per prendere le impronte digitali , io dissi a Pandora – adesso ti faccio vedere qual’ e il terzo metodo per prendere le impronte digitali . Il terzo metodo si può fare su una bottigliaia d’ acqua . Allora si fa cosi cospargi la bottiglia d’ acqua con la polvere da sparo in piccole quantità , poi prendi un piccolo pezzo di legno uguale a un gessino e dove hai visto l’ impronta digitale , con quello cospargi in quel punto il Mikrosil e e lasci seccare . Una volta solidificata la sostanza tieni stretta la bottiglia d’ acqua e togli con molta calma la sostanza che si è saccata ormai da un po’ la potrai prendere le impronte digitali dalla bottiglia d’ acqua . Pandora si era segnata tutto quello che avevo detto io sul quaderno . Poi P.R.O.F.E.T per mio ordine mi fece apparire tutti gli accessori necessari per far provare a Pandora i tre metodi per prendere le impronte digitali . Io dissi a Pandora – rileggiti quello che hai scritto e cerca di memorizzarlo , perché dopo senza nessun aiuto del tuo quaderno tu dovrai fare questi tre metodi senza leggere da nessuna parte . Pandora dal viso era un po’ giù , perché lei non poteva leggere e fare con quello . Io allora andai vicino a Pandora e dissi a lei in modo molto convincente e sopratutto per cercare di motivarla – tu puoi farcela , se ti concentri e ti ricordi tutto quello scritto li sul tuo quaderno e se ti ricordi come ti ho fatto vedere io ce la puoi fare . Ti faccio provare senza quaderno non perché io ti voglio punire , ma perché nel mondo reale quando tu dovrai lavorare a un caso vero e proprio tu non avrai nessun quaderno accanto a te , ci sarai soltanto tu e la tua mente . Pandora capì la mia scelta cioè volevo metterla alla prova li dentro per vedere se poteva farcela nel mondo reale . Alla fine Pandora decise di fare come le avevo detto e inizio a rileggere quello che avevo scritto e si concentro nel cercare di rivedere nella sua mente quello che io avevo fatto prima . Dopo un po’ di tempo lei ricordo e inizio a provare e a riprovare e dopo molto tentativi , lei riusci a fare queste cose . Pandora aveva imparato a prendere le impronte digitali senza vedere da nessuna parte e io con sguardo fiero verso di lei , le – brava Pandora hai superato questa cosa , adesso l’ unica cosa che devi fare è imparare quello che fa una persona che appartiene alla Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi .