Categorie
Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Sport nel Mondo

Ginnastica, un mese ai Mondiali! Sorteggiate le rotazioni

Manca un mese esatto ai Mondiali di ginnastica artistica! Nel frattempo sono stati sorteggiati gli ordini di rotazione per i turni di qualificazione, che ammetteranno 24 ginnaste alla finale del concorso generale e otto a ciascuna delle varie finali di specialità.

 

Al femminile sono previste quattro suddivisioni. Ricordiamo che su ciascun attrezzo potranno salire massimo tre ginnaste per ciascuna Nazione e che le più importanti (Romania esclusa) avranno quattro atlete a disposizione. Dunque, per permettere a tutte di gareggiare almeno in una specialità, solo due ragazze della stessa formazione potranno cimentarsi nell’all-around.

L’ordine della salita agli attrezzi è il consueto olimpico: volteggio – parallele – trave – corpo libero.

 

L’Italia sarà presente nella seconda suddivisione e inizierà il proprio percorso dalla trave. Gireremo insieme a Porto Rico, Israele e Corea del Sud, quindi senza sostanziali punti di riferimento. Nella stessa suddivisione, però, saranno presenti una cinese (parte dal volteggio) e una russa (incomincia al corpo libero).

 

Nella terza suddivisione un’azzurra incomincerà alla trave in un rotazione davvero pessima con Singapore, Venezuela, Slovacchia, Portogallo, Svizzera e Trinidad & Tobago. Nello stesso gruppo vedremo una cinese che partirà dal suo tallone d’Achille: il corpo libero. La Russia inizierà dalle amate parallele proprio insieme agli Stati Uniti d’America.

 

Nella quarta suddivisione, l’ultimo posto riservato al Bel Paese. Si comincerà dalle parallele e questa volta le compagne di avventura saranno di spessore: Romania, Australia, Giappone, Austria, Brasile e Malesia. La Russia salirà sulla trave, mentre una statunitense si esibirà al corpo libero.

 

Nella prima suddivisione, invece, romperà il ghiaccio una statunitense che si esibirà al volteggio. Insieme non girerà nessuna big, a meno che la Svizzera non decida subito di schierare la carta Steingruber. La Romania scalderà i motori al corpo libero, mentre la Cina lo farà dalla trave.

 

Categorie
Microsoft Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo Ps4 Sony Xbox One

PlayStation 4 in 32 mercati entro il 2013, ennesima vittoria di Sony

Il debutto di PlayStation 4 poggerà su un’infrastruttura imponente che permetterà un lancio ravvicinato in ben 32 mercati sparsi per il mondo, e sopratutto tutti entro la fine del 2013. L’annuncio è arrivato poche ore fa dalla conferenza di Sony dalla GamesCom 2013 di Colonia, dove oltre a tanti nuovi dettagli riguardanti i giochi e le novità su tutto l’universo videoludico dal brand PlayStation ci è arrivata anche la data di debutto di PS4 per le regioni nord-americane (15 novembre) e del vecchio continente (29 novembre).

Ecco la lista completa dei paesi che riceveranno PlayStation 4 entro il 2013:

Stati Uniti, Canada, Messico, Brasile, Australia, Nuova Zelanda, Gran Bretagna, Francia, Germania, Spagna, Italia, Irlanda, Austria, Belgio, Danimarca, Lussemburgo, Olanda, Norvegia, Polonia, Portogallo, Russia, Svezia, Svizzera, Argentina, Cile, Colombia, Costa Rica, El Salvador, Guatemala, Panama e Peru.

Un lancio praticamente globale che coinvolge aree vastissime come Russia, gran parte di sud e centro America e il nord Europa, che nel periodo degli acquisti natalizi 2013 potranno contare solo su Sony ma non su Microsoft, che come annunciato a Ferragosto è stata costretta a ridurre il numero dei mercati di lancio a 13 dei 21 previsti.

Ecco i paesi coinvolti nel lancio di Xbox One previsto per novembre 2013:

Australia, Austria, Brasile, Canada, Francia, Germania, Irlanda, Italia, Messico, Spagna, Regno Unito, Stati Uniti e Nuova Zelanda

E infine quelli esclusi, dove la Day One Edition verrà ritardata e gonfiata di un gioco aggiuntivo a costo zero:

Belgio, Danimarca, Finlandia, Olanda, Norvegia, Russia, Svezia e Svizzera

Come fa notare Destructoid la conferenza Sony di ieri sera ha tralasciato la data di lancio per il Giappone, il mercato domestico di Sony, che con molta probabilità riceverà la console con qualche giorno (una settimana?) d’anticipo rispetto alla regione nord-americana. Una data precisa che potrebbe arrivare solo a settembre dal Tokyo Game Show.

 

Categorie
2013 2014 Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo Ps3 Ps4 Sony Sony Computer Entertainemnt

Gran Turismo 6 disponibile in demo, al via la GT Academy 2013

 

Con l’uscita della demo di Gran Turismo 6, avvenuta nelle scorse ore su PlayStation Network, è partita anche la quinta edizione di GT Academy, appuntamento atteso dai fan di PlayStation e dagli appassionati di gare automobilistiche, frutto della collaborazione tra Nissan e Sony Computer Entertainment.

Si tratta di un’iniziativa che dalla sua prima edizione nel 2008 ha raccolto oltre due milioni di iscritti, sfornando più di un pilota che è riuscito con successo a vivere la transizione fra virtuale e reale: alcuni di questi come ad esempio il famoso Lucas Ordonez, gareggiano per Nissan a livello internazionale.

Per partecipare alle fasi preliminari della GT Academy andrà utilizzata proprio la demo di Gran Turismo 6, che è già disponibile su PlayStation Store con dimensioni di poco più di 1GB. La fase di qualificazione è partita nella giornata di ieri, e le sfide resteranno aperte fino alle ore 00:59 di lunedì 29 luglio. La demo resterà disponibile extra-GT Academy fino al 31 agosto. Di seguito alcune delucidazioni direttamente da Sony:

«La demo di GT6 prenderà il via con una serie di guide introduttive ispirate a GT Academy, a cui seguirà la sessione di qualificazione vera e propria nel Silverstone Grand Prix Circuit. La registrazione e l’invio di un tempo di qualificazione daranno diritto a ricevere contenuti bonus gratuiti. I 16 migliori giocatori italiani emersi da questa competizione online avranno accesso alle finali nazionali in cui si cimenteranno al volante di vere auto da corsa. Anche quest’anno altri 8 posti saranno assegnati nel corso di 2 elettrizzanti eventi dal vivo, nati dalla collaborazione con Media World, che si svolgeranno secondo il seguente calendario:

– 6-7 Luglio, presso il Centro Commerciale “Porta di Roma” (all’interno di Media World) a Roma;
– 20-21 Luglio, presso il Centro Commerciale “Fiordaliso” ” (all’interno di Media World) a Rozzano, Milano.

Alle finali nazionali approderanno 24 aspiranti piloti, che si sfideranno in prove virtuali su PS3 presso il Centro Commerciale “Porta di Roma” (all’interno di Media World) a Roma e poi in prove fisiche e in pista.
Da ciascun territorio emergeranno 4 vincitori, che frequenteranno il GT Academy “Race Camp” a Silverstone, un “centro di avviamento” per aspiranti piloti da gara. Il campione di GT Academy 2013 sarà quindi sottoposto a uno dei più avanzati programmi di preparazione alla guida di tutto il mondo, che lo metterà in condizione di gareggiare nel campionato automobilistico GT3, dove il vincitore avrà la possibilità di unirsi all’élite degli atleti Nismo.»

I paesi partecipanti all’edizione 2013 di GT Academy Europe includono Italia, Francia, Regno Unito, Spagna, Portogallo, Benelux, Scandinavia (Danimarca, Svezia, Finlandia e Norvegia) ed Europa centro-orientale (Polonia, Repubblica Ceca, Ungheria e Slovacchia). Per Stati Uniti, Russia e Germania sono previste competizioni GT Academy specifiche.

«Questa modalità di partecipazione a GT Academy è la più entusiasmante che abbiamo mai allestito” afferma Usama Al-Qassab, vicepresidente marketing di Sony Computer Entertainment Europe. “La community PlayStation® avrà il privilegio di gustare in anteprima le fantastiche novità di GT6, in uscita a fine anno. Le sfide previste saranno un notevole incentivo a partecipare. Tutto questo risponde perfettamente allo spirito di GT Academy, una scuola di guida intensiva e aperta a tutti, in simbiosi con i mondi PlayStation e Gran Turismo, che si prefigge di scoprire nuovi talenti. Anche chi non riuscirà a qualificarsi alle fasi successive di GT Academy potrà comunque vivere un’esperienza indimenticabile e mettere alla prova il proprio talento».

Fateci sapere cosa ne pensate della demo di Gran Turismo 6, e se magari riuscite a fare tempi degni di nota sulla GT Academy! Di certo la concorrenza è molto agguerrita, ma chissà che proprio un nostro lettore riesca a distinguersi fra gli italici partecipanti?

Gran Turismo 6 sarà disponibile a partire da fine 2013 su PlayStation 3 e, indicativamente,inizio 2014 sulla nuova PlaySation 4.

 

Categorie
1712 1713 1715 2013 Assassin's Creed 3 Assassin's Creed 4 Assassinare Assassino Edward Kenway Foto Galleria Galleria Foto Mondi Fantastici Mondo Notizie Notizie dal Mondo Pc Ps3 Ps4 Storia Tempo Ubisof Uccidere Uscite Future Videogiochi Wiiu Xbox 360

Assassin’s Creed 4: Black Flag, valanga di dettagli su protagonista e gameplay

Assassin’s Creed 4: Black Flag sarà un titolo mastodontico. Questo è il messaggio che Ubisoft vuole veicolare: ormai il franchise è caratterizzato dall’uscita annuale, alla stregua di un qualsiasi FIFA, ma questo non compromette, almeno secondo il publisher francese, né l’esperienza di gioco né la complessità dei nuovi capitoli.

Insomma ogni nuovo Assassin’s Creed non è solo un’espansione di quello precedente, ma vuole rappresentare un’esperienza totalmente nuova.  Ubsioft ha diramato le Question & Answer (comunemente dette Q&A) che riguardano Jean Guesdon, Creative Director di Ubisoft Montreal.

Nello sviluppo di questo quarto capitolo sono coinvolti ben 8 studio sparsi in tutto il mondo: a guidarli c’è Ubisoft Montreal, ma sono coinvolti anche Ubisoft Singapore, Ubisoft Sofia, Ubisoft Québec per il Single Player e Ubisoft Annecy e Bucharest per il Multiplayer.

Un processo di sviluppo molto efficiente, che consente quindi di far uscire annualmente un nuovo capitolo della serie. C’è addirittura un team dedicato che si occupa della comunicazione tra tutte le squadre al lavoro.

La storia narrerà di Edward Kenway, un giovane inglese che abbraccia la pirateria durante l’ultima decade della “golden age” dei pirati e la storia sarà ambientata tra le isole dei Caraibi. Ovviamente Kenway, padre di Haytham  e nonno di Connor, il protagonista di Assassin’s Creed 3, sarà tirato in mezzo nella antica guerra tra Templari e Assassini, diventando di fatto il primo Kenway a far parte dell’ordine degli assassini.

Edward Kenway è un giovane ed esuberante gallese nato da padre inglese e madre gallese. Carismatico, intelligente e temerario, è generalmente gentile ma anche egoista.

Durante l’adolescenza la famiglia si trasferisce a Bristol, nel sud-est dell’Inghilterra, dove conosce e sposa una donna due anni più grande di lui, Caroline Scott. Le mire di espansione di Edward, salpare per le Indie Occidentali alla ricerca di oro, portano Caroline a lasciarlo. Lei torna nella sua casa natia, Edward invece si imbarca nel 1712 per la Giamaica sotto un corsaro famoso, Benjamin Hornigold, fin quando sorge un’altra complicazione: scoppia la pace.

Per “Golden Age” della pirateria si intende un periodo preciso tra i tanti che hanno caratterizzato questo fenomeno. Il priodo d’oro epr i pirati parte intorno al 1715. Negli anni precedenti, precisamente nel 1713, c’è stato il trattato di Utrecht che sancì la conclusione della guerra tra le principali potenze europee, cioè Spagna, Gran Bretagna, Francia, Portogallo e Repubblica olandese.

In quel periodo la maggior parte dei marinai di quei paesi persero il lavoro e molti di questi diventarono dei fuorilegge, insomma dei pirati. I mari dei Caraibi erano navigati da enormi vascelli pieni di metalli preziosi e merci.

Come al solito la storia si inserirà in un contesto realmente accaduto, inserendo però degli elementi finzionali. I Templari sono alla ricerca di un luogo misterioso che potrebbe donare un vantaggio nella guerra contro gli Assassini, l’obiettivo ovviamente è dominare il mondo. Gli Assassini non possono permettere tutto questo e Edward sarà la loro carta da giocare.

Per quanto riguarda l’ambientazione piratesca, Assassin’s Creed 4: Black Flag si discosterà dai clichè e non avrà elementi fantasy: insomma sarà molto diverso dal franchise de I Pirati dei Caraibi. Sasrà una storia di uomini e donne che cercano di sopravvivere in precarie condizioni, con una flebile speranza per il domani.

All’inizio del gioco Edward Kenway è “solo” un pirata con il gusto del pericolo e dell’avventura. Non ha una causa precisa per cui combattere, ha capacità sia da marinaio che da guerriero e si troverà suo malgrado a recitare un ruolo fondamentale nell’eterna battaglia tra Assassini e Templari.

Le armi sono sempre stato un elemento fondamentale della serie: Edward porta con sé due spade e quattro pistole. Queste ultime possono essere combinate con altre armi per effettuare delle kill combo, oltre alla famosa lama celata. Un altro elemento importante è la Jackdaw, la nave con cui Edward conquisterà i mari, che potrà essere aggiornata durante il corso del gioco con nuove armi come cannoni aggiuntivi, mortai, mine.

Il mondo di gioco sarà grande quanto quello di Assassin’s Creed 3, ci saranno ben 50 ambientazioni da visitare, anche se fondamentalmente sono due giochi differenti.  La componente navale avrà un ruolo fondamentale, il 40% del gioco, ma non rappresenterà, fortunatamente, tutto il gioco. La parte “core” del gioco saranno ancora una volta le uccisioni stealth, che saranno incoraggiate da un level design apposito.

Guesdon parla anche del nuovo “Horizon System“:  in ogni momento del gioco quando si è a bordo della propria nave si potrà prendere il proprio canocchiale per osservare i luoghi o le opportunità con cui interagire. Questo potrebbe essere un convoglio mercantile da derubare, una balena da cacciare e molto altro. Insomma si dovranno solcare i mari alla ricerca di nuove avventure.

La Jackdaw sarà davvero il secondo protagonista della vicenda, che consentirà, attraverso I progressi del giocatore, di avere accesso a nuove aree di gioco con nemici sempre più forti. Se la nave non viene potenziata anche Edward è più debole. Il protagonista potrà inoltre potrà anche saltare da una nave all’altra all’arrembaggio, oltre a tuffarsi in acqua e nuotare ed esplorare le profondità marine

L’esperienza del gameplay “navale” sarà potenziata: la fisica dell’oceano è stata migliorata, quindi la navigazione risulterà più realistica e di maggior impatto. La nave porterà con se cinque nuove armi ed è stata migliorata anche l’intelligenza artificiale dei nemici.

Come è avvenuto per Assassin’s Creed 3, in Black Flag Saranno presenti anche diversi personaggi storicamente esistiti come i pirati Barbanera, Charles Vane, Benjamin Hornigold e Anne Bonney e non tutti faranno parte dei “cattivi”.

Per quanto riguarda l’uscita su console next-gen, per ora è stata annunciate solo quella per PlayStation 4, dato che la nuova Xbox non è stata ancora annunciate da Microsoft. La differenza principale sarà una grafica e una fisica migliore ma soprattutto il classico single player si trasformerà in “single connected player”, dato che le prossime console si concentreranno molto sull’online e su grosse community.

Desmond questa volta non sarà il protagonista della serie, anche se sarà citato come personaggio importantissimo nella storia di Assassin’s Creed. Assassin’s Creed 4: Black Flag arriverà su PC, PS3, Xbox 360 e Wii U il 31 ottobre 2013, oltre che su PS4.