Categorie
Ada Knight Daniel Saintcall Demone Dominatore di Poteri Foto

The Possession of Michael King

Micheal King non ci credeva al supernaturale pensava che era una scemenza da non prendere in considerazione . Io credo che la moglie ci credeva a queste cose e cosi dopo la morte improvvisa della moglie decise di fare una cosa davvero molto folle . Una cosa che nessuna persona sana di mente farebbe . Decise di fare un film per vedere se questa storia del sopranaturale era tutta una follia oppure erano solo fandonie e quindi da non prendere più in considerazione . Micheal decise di mettersi sotto le mani di demonologi , negromanti e tutte le varie persone che credono in queste cose .  Quando provi a fare delle cose folle come ha fatto Micheal King non torni più indietro e tu non puoi fare nulla per tornare ad essere quello che eri un tempo . Micheal per colpa di questi esperti si è trasformato in un vero demone pronto a uccidere tutti e tutti senza un motivo valido . Già essere posseduto da un demone e dura visto che provi a non farlo succedere ma quello che ha fatto Micheal King va oltre l’ umano visto che per colpa di questi esperimenti ha permesso al demone di fare una cosa che non avevo mai visto . Questo demone ha fatto una cosa che nessun demone ha fatto e non voglio pensare a cosa può fare .

Categorie
Alice Olivieri Carmilla Carmilla Olivieri Foto Roberta Olivieri

Aspetto di Roberta Olivieri

Anche se i suoi genitori avevano i capelli neri , Roberta nel futuro decise di cambiare il colore dei suoi capelli da neri a marrone chiaro . Nel futuro divenne bellissima proprio come sua madre Alice . Alice non poteva vederla crescere , ma qualcuno altro si e sarebbe Carmilla . Carmilla non era il suo demone ma era qualcosa di peggio e sarebbe una sorella maggiore . Anche se era morta e risorta come un demone , era pur sempre sua sorella e quindi adesso si prendeva cura di Roberta . Fino a quando un giorno non litigarono molto furiosamente perchè si era scocciata di prendere ordini da Carmilla . Carmilla uccise Roberta e decise di prendere possesso del suo corpo . Carmilla anche quando era in ospedale aveva sentito in sua sorella un grande potere e voleva prenderlo e oggi lo aveva preso una volta per tutte . Quando Eva aveva chiamata Roberta , non aveva chiamato lei ma aveva chiamato il demone Carmilla . Ma il demone aveva deciso che quando era entrata nel corpo di Roberta , il suo vecchio nome se lo dimentico e da quel giorno si fece chiamare Roberta Olivieri . Prima di andare a fare colazione si andò a fare la doccia nuda e vide che il corpo di sua sorella minore non era male e disse – adesso si che si ragiona . Da quel giorno non era più Carmilla , ma adesso era Roberta Olivieri .

Official_tris

Categorie
Alice Olivieri Arya Strong Carlos Demone Demoni New York Roberta Olivieri Roberto Olivieri

Arya chiede a Lenny di trovare Roberta

 

Tatuaggi-Donne-Video-Games-Capelli-Blu-Fantasy-Art-Wet-Videogiochi-768x1024

Arya aveva già visto quei tipi di pneumatici e aveva capito cosa era . Pure Carlos sapeva che tipi di pneumatici erano quelli in mezzo alla strada ed erano quelli di un ambulanza . La cosa più brutta e che a New York di ambulanza ce ne sono un sacco e quindi non si poteva sapere con certezza quale era quella cercavano . Arya e Carlos avevano bisogno di aiuto per trovare questa ragazzina di 11 anni . Arya era sicura della sua età visto che aveva misurato le impronte che erano per terra della piccola ragazzina . Arya non sapeva come trovarla e la cosa più brutta e che non poteva usare i suoi poteri e cosi si chiese chi poteva aiutarla . Alla fine penso a Lenny e decise di dire una cosa a lui visto che solo lui li poteva aiutare in questo caso – senti solo tu puoi trovare Roberta . Lenny sapeva che grazie al suo portatile poteva trovare tutti quanti in un solo minuto e capì perché Arya non poteva fare niente li . Arya capì che Roberta non poteva fare niente visto che aveva gli occhi di tutto su di lei e altri invece sulla scena del crimine . Se avesse fatto qualcosa di strano tutti quanti se ne sarebbero accorti e avrebbe dovuto dare delle spiegazioni o peggio e cosi sarebbe stata accusata di omicidio e cosi tutti avrebbero pensato che era stata lei a uccidere la famiglia di Roberta . Roberta visto che poi aveva un demone molto potente e che entrava nella sua mente e prendeva il possesso del suo corpo e quindi grazie a quel modo per togliere Arya di mezzo sarebbe stata una cosa molto facile . Arya doveva giocare le sue carte con molto attenzione visto che se faceva la mossa sbagliata tutto sarebbe andato a pezzi e tutto quello che stava provando a fare per Roberta non valeva più niente . Arya si avvicino a Carlos e prese dalla tasca destra dei suoi pantaloni il suo telefonino e mise in vivavoce Carlos – Salve Carlos . Io sono Lenny e sono il supporto tecnico di Arya .Ho sentito che state cercando una ragazza . Se volete posso usare le mie abilità per cercare questa ragazzina . Carlos non pote fare altrimenti visto che dentro la casa non c’era un immagine buona da usare per vedere come era fatta Roberta . Lenny decise di farlo visto che era una bambina e non voleva vederla soffrire sotto le più profonde torture mentali di un demone o peggio che il demone prendesse possesso del suo corpo . Lenny sapeva che quella era una bambina con dei poteri e se veniva trovata poteva essere aiutata e cosi non stare più con quel demone che le poteva fare del male in un qualunque momento . Alla fine dopo due ore di ricerche trovo che una bambina era stata ricoverata al General Ospital . Arya decise di andare li a vedere come stava la bambina e se poteva liberarla dal demone oppure sarebbe arrivata quando il demone aveva preso il controllo su di lei .

 

 

Categorie
Alice Silverstrike Demone Demoni Destronema Jenna Silverstrike Stephen Silverstrike Strega del Sangue

Alice racconta tutto a Jenna

 

Jenna si era alzata dal letto con calma e senza fare movimenti veloci visto che aveva ancora un po’ lo sguardo addormentata . Ma un po’ di acqua buttata sulla faccia si sveglio e poi si fece una veloce doccia calda e si mise i suoi soliti vestiti e torno da sua madre che era alla ricerca di informazioni per capire se aveva ragione lei oppure no . Alice stava vedendo la voce Strega del Sangue e vide che poteva manipolare il sangue e farlo muovere e anche per fargli fare anche un arresto cardiaco . Jenna inizio a bere molto d’ acqua e poi si mise seduta su una sedia e disse – mamma ora voglio sapere tutta la verità su come sia morto mio padre . Alice capì che era arrivato il momento e prima di dirlo vide quello che sapeva fare la strega del sangue e alla fine capì che aveva proprio ragione su di lei e capì come aveva ucciso Stephen , Jenna andò verso sua madre e vide strega del sangue scritto sul libro – c’ entra con la morte di Stephen , se è cosi lo voglio sapere ? . Alice vide sua figlia – si , riguarda la morte di tuo padre . Adesso se ti siede ti spiego tutto quanto . Alice e Jenna si misero sedute uno vicino all’altro – Stephen è andato in un bar e secondo me lui ha incontrato Destronema e da li lo ha ucciso con un bacio .

Con un bacio ? . Come è possibile che sia morto per un bacio ? – Alice vedeva che Jenna si stava faceva delle domande e cosi prese il foglio in cui ci stava scritto tutto sulla strega del sangue . Jenna inizio a leggere – La Strega del Sangue con un bacio può controllare il sangue della sua vittima e può anche ucciderlo . Jenna capì che era morto per questo motivo suo padre Stephen , ma adesso si faceva un altra domanda – perché lo ha fatto ? . Jenna decise di chiedere questa cosa a sua madre – perché lo ha fatto ? . Alice non sapeva se dirlo oppure no visto che il motivo per cui suo padre era stato ucciso , era per lei – ora ti spiego tesoro . Tuo padre e morto per te . Nel senso Destronema ha ucciso tuo padre per entrare dentro il suo corpo e poi arrivare qui dentro e cercare di entrare dentro il tuo corpo .

Perché voleva entrare dentro il mio corpo ? – Alice lo sapeva visto che il demone prima di andare via glielo aveva detto il motivo – voleva entrare dentro di te . Per farti fare delle cose molto malvagie . Voleva entrare dentro il tuo corpo per prendere possesso dei tuoi poteri da druida e cosi uccidere non solo me ma anche tutti quanti gli altri druidi della zona . Jenna capì che quella sera aveva corso davvero un grande rischio e se sua madre non l’ avesse fatta rinchiudere in casa e non l’ avesse fatta svenire sarebbe divenuta un mostro o un assassina pronta a uccidere tutti quanti . Jenna voleva chiedere una cosa a sua madre e riguardava il sale che quella sera le aveva fatto mettere su tutte le finestre e vicino alla porta – perché mi hai fatto mettere del sale su tutte le finestre e vicino alla porta ? . Alice a quello rispose senza alcun problema e quella era una di quella cose che Jenna doveva sapere se c’ era qualche demone nella vicinanze – ora ti spiego , il sale è uno dei punti deboli dei demoni . Se lo metti vicino alle finestre o vicino alle porte non possono entrare fino a quando non viene tolto . Anche se c’ e solo un piccolo spiraglio nella scia di sale e li arrivano i problemi visto che ci saranno un sacco di demoni . Jenna non voleva più correre dei rischi del genere e cosi chiese a sua madre – ho visto che ci sono dei simboli sul libro non me li posso mettere sul corpo e cosi nessun demone mi può entrare dentro al corpo . Alice aveva pensato alla stessa cosa e disse – adesso riposati un attimo e poi dopo con calma ti metto sul corpo questi simboli .

 

Categorie
Brighmore Damon Saintcall Daniel Saintcall Delilah Cooperspoon Dominatore di Poteri Dr Alyssa Saintcall

Una Lettera per Delilah Cooperspoon

La lettera che avevo scritto per Delilah Cooperspoon , l’ avevo scritta qualche giorno prima che succedesse tutta la storia dello scontro tra noi due . Mi ero messo in camera mia e l’ avevo iniziata a scrivere , volevo essere sicura che c’ ero solo io nella stanza e nessun ‘ altro .Era una cosa privata per il momento e che poi sarebbe divenuta una cosa pubblica solo per Delilah Cooperspoon . Dopo il nostro scontro lei si risveglio nel suo letto e senti un forte dolore al collo , da uno dei suoi uomini si fece portare del ghiaccio e lo mise sul collo . Mentre stava andando via da camera sua , vide una lettera sulla porta di camera sua ed era scritta da me . Lei prese la lettera e la mise sulla sua scrivania , non sapeva se leggerla oppure incendiarla . Ma dopo averci pensato un po’ apri la lettera . “ Mi dispiace per il dolore al collo , anche tu e i tuoi uomini avete cercato di uccidermi , io non ti ho voluto uccidere solo perché non volevo diventare come te , ma anche per un altro motivo e questo te lo dire assolutamente . Questo fa parte della storia , io so chi ti ucciderà nel futuro . Prima che tu mi facessi attaccare dai tuoi uomini ho avuto una visione di un uomo noto come Daud che ti uccideva . Forse conosci già questo nome e non mi sorprende , lui è il responsabile della morte dell’ imperatrice di Dunwall . Non so se leggerai la lettera o no , anche se tu hai provato a uccidermi e a prendere i miei occhi della fenice per entrare nell’ Universing per uccidere un sacco di persone e portare il male in quel mondo . Ti voglio dire stai molto attenta , anche se sei molto potente , cerca di non farti uccidere da lui . Cerca di sopravvivere in un modo o nell’ altro , tu sei forte . Mentre ero li ti ho studiata e sei molto potente e se vuoi puoi fare , quindi anche cercare di riscrivere il tuo destino . Cordiali saluti da Daniel Saintcall Il Dominatore di Poteri .” Sotto avevo scritto “ PS grazie per avermi aiutato a diventare un grande mago e cerca d sopravvivere , cosi forse un giorno potremmo aggiustare il nostro rapporto e da nemici ad amici “ . Delilah prese la lettera e la mise tra le sue missive , voleva che quella lettera non doveva essere letta da nessuno neanche dalle sue guardie . Delilah pensò molto a quello che le avevo detto e non sapeva cosa fare , ma per il momento quello che lei doveva fare era essere pronta a incontrare il suo prossimo nemico cioè Daud l’ assassino dell ‘ Imperatrice di Dunwall . Non sapeva quando sarebbe arrivato , non sapeva cosa avrebbe fatto , ma se in pochi giorni ho conosciuto Delilah Cooperspoon lei era pronta a fare di tutto per sopravvivere contro di lui . Il dolore al collo che le avevo fatto io duro tre giorni , il colpo era molto forte , ma ho dovuto fare cosi invece di ucciderla pugnalandola al cuore con un coltello o con la mia spada . Ma se l’ avessi uccisa ci sarebbe stato un pezzo mancante nella storia di una persona cioè Daud . Io guardo e osservo il tempo , lo spazio e i mondi e vedo attraverso le mie visioni del futuro cosa possa succedere a loro . Nella mia visione del futuro su Daud avevo visto che lui uccideva Delilah Cooperspoon , quindi se l’ avessi uccisa io , avrei fatto un grave danno non solo al tempo ma anche allo spazio . Cioè si sarebbe creata una realtà alternativa e questo non era nei miei piani , il mio piano era li e imparare a utilizzare la magia , anche lo scontro c’ era ma ucciderla non faceva parte del mio piano . Delilah decise di fare questo un piano malvagio , molto malvagio con me è stata buona e forse un po’ dura . Ma con Daud non si sarebbe risparmiata , avrebbe utilizzato tutte le sue streghe , avrebbe messo trappole e le sue statue che nel mondo reale potevano solo parlare , ma nell’ Oblio potevano fare tutto e quindi diventavano da cose quasi inutili a potenti risorse . Delilah con me non aveva fatto nessun male a nessuno , perché sapeva che io mi sarei intromesso , ma adesso visto che non c’ ero io o nessun’ altro a fermare il suo piano . Lei decise di agire con il suo grande piano malvagio . Anche io quando ero la vidi che Villa Brighmore era un rudere e tutte le persone li dentro si lamentavano di stare qui , pure io mi lamentavo che questo posto era bruttissimo . Delilah pure lei voleva stare bene , vivere in un posto migliore e avere tutto il potere per se . Il suo grande piano era quello di prendere possesso della giovane Emily Kaldwin , la figlia dell’ Imperatrice Jessamine Kaldwin . Lo voleva a ogni costo e ci sarebbe riuscita . Delilah voleva utilizzare Emily per diventare Imperatrice Delilah I , se ci sarebbe riuscita lei avrebbe fatto diventare Dunwall un posto molto più brutto e terrificante . Dunwall era riuscita a riprendesi non solo dalla peste , ma anche dalla morte della sua amata Imperatrice . Se il piano di Delilah fosse riuscito , Dunwall forse non sarebbe mai più un posto bello da vivere , ma sarebbe divenuto un posto dove né gli Aristocratici e persone normali dovevano guardarsi le spalle e vedere davanti se una delle Streghe di Brighmore avesse ucciso loro o avesse fatto qualcosa di peggio . 

Categorie
2013 Foto Galleria Galleria Foto Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo Pc

Gifts of the Outsider: i modder portano i poteri di Dishonored nel mondo di gioco di Skyrim

Nonostante sia passato ormai un anno e mezzo dalla commercializzazione di The Elder Scrolls V: Skyrim, la nutrita comunità di modder sorta all’ombra del capolavoro ruolistico di Bethesdanon smette di sorprenderci e continua imperterrita ad estendere gli orizzonti digitali dell’universo videoludico del Sangue di Drago.

Decidendo di immergersi nello sterminato oceano di mod pubblicate giornalmente dagli sviluppatori amatoriali iscritti al portale Skyrim Nexus per dare il giusto risalto ai lavori più meritevoli, i colleghi di Kotaku si sono così imbattuti in Gifts of the Outsider, una conversione totale ispirata a Dishonored e alle ambientazioni dell’iconico action-stealth dato alle stampe dagli studi Arkane alla fine dello scorso anno.

Realizzata dal modder Robin Scott, l’avventura di Gifts of the Outsider apre uno squarcio dimensionale tra il mondo di Dishonored e quello di Skyrim per permettere a Dovahkiin di incontrare l’Esterno e di fregiarsi del suo marchio: una volta superata la breve fase di tutorial necessaria per acquisire esperienza con i poteri dell’Esterno, il Sangue di Drago sarà in grado di sfruttare le medesime abilità soprannaturali utilizzate da Corvo Attano (e successivamente da Daud nei contenuti aggiuntivi a lui dedicati) tra i palazzi della decadente e umida città di Dunwall.

Per intraprendere la quest e acquisire i poteri di Corvo superando le diverse missioni secondarie scritte da Scott basterà installare la mod e recarsi nei pressi del lago Honrich, situato a est di Riften, e aprire la porta fatiscente della casetta abbarbicata sulla collina che domina il lago. In maniera non troppo dissimile dal sistema necessario per sbloccare gli Urli “dragheschi” nella versione originaria di Skyrim, per apprendere le abilità dell’Esterno bisognerà interagire con le rune poste sugli altari rintracciabili nelle aree delle quest: il ventaglio di poteri comprenderà Traslazione (per teletraspotarci quasi istantaneamente tra due punti vicini della mappa), Visione Oscura (per determinare la posizione dei nemici visualizzandone l’aura anche attraverso le pareti), Possessione (per controllare i nemici entrando nella mente e nel corpo degli esseri umani e degli animali per pochi secondi), Distorsione (per rallentare il tempo e attaccare indisturbati il proprio avversario), Branco Famelico (per evocare un brando di ratti famelici) e Ciclone (per spazzare via i nemici lanciandogli addosso delle folate di vento gelido).

A tutti gli utenti PC di The Elder Scrolls V desiderosi di aggiungere un pizzico di azione stealth alle dinamiche di gioco del loro GDR fantasy preferito, perciò, consigliamo vivamente di scaricare dal portale di Skyrim Nexus la mod gratuita Gifts of the Outsider.