Categorie
Alex Aurora Holmes Foto Nox Universing Universo

Aurora Holmes si rifugio in un panificio

beyondtwosouls4

Aurora una volta lasciata la casa di corsa sotto una grande pioggia che non finiva mai . Il suo vestito era bagnato ma aveva paura e continuo a correre per arrivare al panificio dove li c’ era un suo amico che la poteva tenere al sicuro . Aurora e nemmeno Nox non se ne erano accorti ma un pò di sangue di Jodie Holmes era sul vestito a fiori di Aurora . Tutti gli altri fiori erano bianchi ma uno di quelli era rosso sangue . Una volta arrivata al panificio di Alex entro subito e si mise dietro la porta per vedere se Nox veniva la dentro oppure no . Alex conosceva Aurora da 1 anni ed erano amici come non mai e quando vide Aurora vicino alla porta con quella faccia preoccupata capì che doveva essere successo qualcosa di grave . Alex lascio un attimo il posto e andò verso Aurora – salve Aurora ti posso aiutare in qualche modo ? . Aurora si girò e vide il suo amico Alex – si posso stare qui per un pò . Ho paura di una persona . Alex vide che il suo vestito era bagnato e poi uno dei fiori era rosso e tutti gli altri erano bianchi . Alex prese per mano Aurora e la porto vicino al bancone e prima cerco di togliere il rosso ma subito capì che non era un pennarello ma era vero sangue . Alex vide che Aurora era spaventa a morte e ogni rumore la faceva scattare e lui la fece calmare – dimmi cosa è successo ? . Aurora era li seduta su una sedia vicino a lui – una donna ha ucciso mia madre a sangue freddo e difronte a me . Ho avuto paura e sono venuta qui da te perchè non sapevo dove altro andare . Alex prese Aurora e la porto a casa sua che era li vicino e la fece riposare in un letto caldo per un pò .

 

Categorie
Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Hotel Florence Marion Stride Metal Gear Solid V: The Phantom Pain

Marion Stride mi dice quando esce Metal Gear Solid V: The Phantom Pain

Marion Stride era libera dalle catene e grazie al mio aiuto non c’ erano più tracce di catene nel sui polsi e nemmeno sulle sue caviglie . Marion era sconvolta e decisi di andare in un bar per farla calmare un pò , ma lei se ne stava andando . Io la fermai e le chiesi – senti ti vorrei portare a casa ma prima di fare una cosa del genere ti va di venire a bere un pò d’ acqua e poi li con calma ti inizia a calmare visto che secondo me sei molto agitata . Marion si mise nella mia macchina e si mise la cintura di sicurezza e la portai in un bar non molto lontano da uno dei miei rifugi . Una volta entrati Marion bevendo molto acqua si calmo davvero molto e poi mi disse – Grazie . Io le tesi la mano e mi presentai dicendo – io sono Daniel Saintcall piacere di conoscerti Marion . Marion strinse la mia mano e poi una volta bevuto un ‘ altro sorso d’ acqua – io sono Marion Stride piacere di conoscerti . Ti voglio dare un ‘ altra informazione sull’ universo di Metal Gear Solid V: The Phantom Pain  . Io ero tutto orecchie e non vedovo l’ ora di sentire tale notizie , mentre lei stava iniziando a parlare con le mie orecchie potevo sentire il cuore di Marion che stava diventando più calmo  e poi mi disse – Metal Gear Solid V: The Phantom Pain esce tra due anni . Una volta che pagammo il conto Marion si andò a sedere nella mia macchina e mi chiese – non mi portare a casa , io voglio andare Hotel Florence . Marion Stride abitava li e cosi decisi di portarla li e prima di andarmene volevo vedere se tutto era sicuro .

Categorie
Angela Neri Daniel Saintcall Demone Demoni Dominatore di Poteri Il Seppellitore Kira King

Trasformo la casa distrutta in un rifugio

La casa in cui io e Kira era molto brutta visto che che quella non era una casa normale , visto che quella era la casa in cui tanto tempo fa era la casa di una persona nota come il Seppellitore . Il Seppellitore prima aveva un nome ma adesso per colpa di Angela Neri lui non aveva più una vita e quindi la sua vita era distrutta e per questo lui non aveva più niente visto che aveva perso tutto . Nella sua casa c’ era tutto quello che aveva nella sua vita visto che Il Seppellitore aveva preso tutto quello nella sua vita passata e adesso per colpa del demone Angela Neri aveva perso tutto . Angela Neri era divenuta un mostro di crudeltà e decise di distruggere la vita del Seppellitore per fare in modo che per lei fosse uno scarafaggio da pestare e cosi non era più una minaccia . La vita del Seppellitore era finita ma non fu cosi e decise di diventare una cosa semplice e davvero molto semplice . Una cosa che nessuno avrebbe pensato che fosse una persona che poteva combattere e cosi aveva deciso di diventare un uomo noto come il Seppellitore visto che aveva avuto una pala . Nei suoi scavi aveva trovato spade e molte altre cose e si era rifugiato nella caverna dove prima di farsi chiamare cosi lui andava . Il Seppellitore aveva deciso di rintanarsi dentro quella caverna , tutti avevano paura di andare li visto che c’ era un mostro noto a tutti come Dragon . Dragon era un drago molto forte e potente e si era affezionato alla persona che prima era Il Seppellitore . Dragon pensava che il suo padrone era morto ma poi il primo giorno in cui aveva deciso di rifugiarsi nella caverna dove era il drago . Dragon corse dal suo padrone visto che aveva sentito il suo odore e alla fine i due si ricontarono , i due erano davvero molto felici di rivedersi visto che Dragon pensava che il suo padrone era morto . Ma lui era vivo ed era ritornato dalle sue ceneri più forte di prima e adesso per tutti era il Seppellitore visto che lui seppelliva i morti ma lui di nascosto era una grande forza del bene . Quando c’ era Angela Neri faceva finta di essere un uomo zoppo e senza nessuna abilità a combattere ma appena non c’ era lui dimostrava di essere il bene in assoluto e cosi per tutti che voleva stare con la luce era con il Seppellitore . La casa del Seppellitore era distrutta dalle fiamme e quando io avevo deciso di andarci con Kira . Avevo deciso di farci dei cambiamenti ma molto grandi e che sarebbero stati utili non solo per me ma anche per Kira . Avevo deciso di trasformare quel rudere in un rifugio sicuro dove non solo io ma anche Kira era al sicuro . Prima quando stavamo in un altro posto Kira aveva paura visto che i demoni ci potevano attaccare ma in quel rifugio nascosto da tutti quanti potevamo essere al sicuro da tutti i demoni . Una volta entrati mi misi al centro della casa , chiusi gli occhi e poi utilizzai il palmo della mia mano sinistra per trasformare quel rudere ridotto in cenere in un posto molto sicuro e protetto dai demoni nemici che volevano indebolire molto Kira prima che potesse andare nello scontro contro il demone Angela Neri che era forte , crudele e spietata cioè da quando era negli inferi era divenuta una vero demone pronta a fare tutto per dimostrare di esserlo . Angela Neri anche prima di andare negli Inferi aveva scelto il male e aveva deciso di diventare una persona molta malvagia e crudele . Secondo lei la vita non doveva essere data ai deboli ma alle persone forti e quindi per questo lei visto che non è riuscita a diventarlo quando è viva , aveva deciso di diventare una carnefice lo sarebbe divenuta quando si sarebbe occupata del suo unico problema li dentro cioè Kira King che era un ostacolo al suo cammino e per questo aveva deciso che quando si sarebbero incontrati li nel Colosseo Infernale per il loro scontro . Angela non avrebbe risparmiato un solo colpo contro di lei e sopratutto le avrebbe distrutto le ossa e poi le avrebbe preso la testa e l’ avrebbe fatta vedere a tutti i demoni e avrebbe gridato con la testa della sua nemica – Kira King è morta , adesso il mio viaggio da carnefice può cominciare . Invece grazie a me questo non sarebbe successo e cosi Kira poteva diventare una grande forza del bene e cosi sconfiggere i demoni che vogliono uccidere gli umani per vendetta , per divertimento o per altri motivi . 

Categorie
Kratos Luca Mercato Pandora Universing

Kratos e Pandora Black – Giovedì-13:59

Kratos e Pandora avevano seguito le indicazione datogli da quel mercante con cui Kratos aveva parlato . Aveva parlato con le manieri forti ma in un modo o nell’ altro aveva parlato , visto che Kratos ci stava andando pensante con la sua mano il mercante non disse nessuna bugia , era in repentaglio la sua mano e se lui non aveva più la mano non poteva né vendere né fare niente . Cosi lui inizio a cantare come un piccolo usignolo e disse a Kratos – Il messaggero che state cercando ha 18 anni , capelli neri lunghi , un taglio profondo sulla guancia sinistra e poi porta degli abiti neri e molto eleganti . Lui è molto veloce e sopratutto lui non vi dirà niente sui Collezionisti . Kratos guardò il mercante e lasciandogli la sua mano sinistra con calma – Lo farò parlare in un modo o nell’ altro . Iniziarono a mettersi in viaggio e dentro la mente di Pandora apparirono delle immagini di cosa avrebbe fatto Kratos a quel ragazzo .

Kratos ti voglio chiedere di andarci piano con quel ragazzo , lo so che lui lavora per i nostri nemici . Ma è pur sempre un ragazzo che forse lavora per il nemico perché è stato costretto a farlo . Kratos senti quello che disse sua nipote e disse – Cerco di non andarci troppo forte con lui , noi da lui dobbiamo prendere le informazioni che ha e forse lui scappa da noi e anche in quell’ occasione provo a non fargli del male . Il nome di questo ragazzo era Luca lui lavora per i Collezionisti per fare un po’ di soldi ma quando le cose si fecero molto serio loro mandarono un messaggio molto forte al ragazzo . In che modo si presentarono a casa sua e gli uccisero i genitori davanti a lui e poi sulla guancia sinistra li fecero una cicatrice per far capire che non doveva mai più dire a nessuno per chi lavorava e cosa faceva . Lo avevano fatto perché il padre del ragazzo era andato da loro e gli aveva detto di lasciarlo stare e di farlo smettere da lavoro da loro . Loro lo presero come una cosa personale, come se lui gli avesse ordinato a loro decisero di fargliela pagare e questa su la loro punizione . Luca tutti i giorni si alzava e vedeva la cicatrice sulla guancia sinistra e quella cicatrice non sarebbe più guarita e tutti giorni lui si ricordava quello che avevano fatto i Collezionisti ai suoi genitori . Anche se lui lavorava per loro lui li voleva uccidere e aspettava da molto tempo una persona che lo potesse aiutare ad avere vendetta . Kratos e Pandora alla fine andarono al luogo di incontro e trovarono il ragazzo Luca . Appena vide Kratos inizio a correre molto velocemente , ma Kratos era molto più veloce e lo prese su un tetto di un palazzo . Lui prese un coltellino dalla sua tasca sinistra e lo stava puntando contro Kratos ,ma Kratos lo prese la mano e glielo butto a terra e poi da quel tocco scopri la sua storia . Cosa gli avevano fatto i Collezionisti e Kratos alla fine disse – non ti farò del male , anzi ti chiedo aiutaci a sconfisse i Collezionisti . Tu hai le informazioni , sai tutto di loro dammi le informazioni su di loro e sopratutto aiutaci a sconfiggerli . Quello che hanno fatto a te e ai tuoi genitori è davvero molto brutto che ne dici di fargliela pagare . Luca voleva sentire quelle parole tempo fa e poi disse – certo vi aiuto e disse a Kratos e a Pandora tutto su di loro e per proteggerlo lo portarono con loro ma solo dopo che lui incontrasse uno dei Collezionisti e avere da lui delle informazione e sopratutto dopo aver fatto la missione per loro . Dopo quello lui smise di lavorare per loro e decise di aiutare Kratos e Pandora a sconfiggerli una volta per tutte . Alla fine lo portarono in un luogo sicuro e giusto per fare le prossima missione cioè sconfiggere i Collezionisti .