Categorie
Federica Pellegrini Nuoto Sport Sport nel Mondo

Nuoto: Italia con vista su Herning, Viareggio regala ottimismo

Sulla carta avrebbe dovuto avere poco da dire il Gran Premio Italia di Viareggio, ma i due giorni della kermesse toscana sono stati intensi e ricchi di sorprese ed emozioni. Ci si aspettava un super Matteo Rivolta, che macina record italiani sui 100 farfalla ormai da un mese, ma il milanese (anche a causa dell’aver gareggiato al mattino) si è ‘limitato’ a vincere senza primato nazionale.

A rapire la scena, come molto spesso avvenuto nel nuoto italiano degli ultimi anni, ci ha però pensato Federica Pellegrini. Assente nei 200 sl, la Divina ha dominato i 400 sl ma soprattutto i 100 sl e i 200 dorso, competizioni nelle quali ha infranto i precedenti record italiani. In ottica 2014, ma soprattutto Rio 2016è iniziata una nuova carriera per la fuoriclasse veneta? Solo il tempo potrà rispondere, certo è che la cura Philippe Lucas pare regalare benefici incredibili e a tratti impensabili dopo l’estate londinese datata 2012.

La finalità del meeting viareggino, però, era quella di preparare ulteriormente gli atleti in vista del primo grande appuntamento della stagione, vale a dire gli Europei in vasca corta in programma a Herning (Danimarca) dal 12 al 15 dicembre. In palio anche gli ultimi pass qualificazione: li hanno ottenuti Federico Bocchia nei 50 stile libero (21”49) ed Alessia Polieri nei 200 farfalla (2’07”10). La squadra per la rassegna continentale, dunque, è ormai completata e all’Italia non mancano le stelle: Pellegrini, Bianchi, Rivolta, Dotto e Paltrinieri in primis, in attesa del rientro dell’infortunato Fabio Scozzoli. Ma non solo, perché infatti non vanno dimenticati i giovani promettenti come Diletta Carli, Luca Mencarini e Andrea Mitchell D’Arrigo (dal week-end primo nel ranking Ncaa). L’anno scorso a Chartes le medaglie furono nove, tra poco meno di un mese il numero potrebbe anche aumentare.