Categorie
Alice Silverstrike Demone Demoni Destronema Druido Jenna Silverstrike Stephen Silverstrike

Alice toglie l’ incantesimo a Jenna

 

Alice si mise subito a cercare il libro di incantesimi che era bello grosso e sopra era di colore nero . Se qualcuno lo avesse preso non ci avrebbe capito niente e avrebbe pensato che era una cosa stupida ed era una cosa scritta in latino . Ad alcuni il latino non piace e per questo lo avrebbe buttato in un lago o lo avrebbe bruciato . Mi puoi aiutare , tesoro . Quello che stiamo cercando e un libro nero e bello grosso – Alice visto che era l’ unico modo per ricordare quella notte , aiuto sua madre a trovarlo e inizio le ricerche prima in cucina e visto che li non c’ era niente , andò a vedere in camera di sua madre . Una volta entrata vide sotto il suo letto che era bello comodo e li sotto c’era un sacco di libri e decise di prenderli tutti quanti . Tutti i libri erano davvero molto grandi e neri e Jenna non sapeva se uno di quelli era il libro che stava cercando Alice . Torno di sotto con tutti i libri e lei era nascosta da dietro tutti quei libri . Alice vide che Jenna stava facendo crollare tutti i libri e andò a prendere alcuni dei suoi libri e li mise sul tavolo che erano molti . Una volta messi li sul tavolo e Alice chiese aiuto a sua figlia Jenna visto che era molto brava con il latino e in due facevano prima . I libri erano tanti e c’ erano un sacco di incantesimi e non solo quelli su quei libri ma anche informazioni su demoni e suoi loro punti deboli e anche i simboli druidici per proteggere una persona dalle forze del male . Jenna quando vide tutti quei incantesimi , si giro verso sua madre che era vicino a un libro e con un foglio e con una penna in mano – tu hai imparato tutti questi incantesimi . Allora sarai fortissima . Alice vide che Jenna era felice di sentire che sua madre era davvero una grande druida e sapeva davvero fare un sacco di incantesimi – si li so fare tutti quanti e una volta che avrai me come insegnante li saprai pure tu questi incantesimi e quello di far cadere le persone in un sonno profondo . Jenna vide che c’ erano molti demoni su quei libri e alcuni era molto potenti e forse più potenti di Destronema e da li capì che quello che aveva fatto Alice era per proteggerla – senti mamma mi dispiace per quello che ti ho detto prima , non volevo dirtelo e so che tu hai fatto questo . Nascondermi la verità e il fatto dei demoni per proteggermi ma adesso sono pronta a sapere la verità e grazie a te sarò pronta a saperla . Alice andò verso Jenna la abbraccio e poi dopo lungo cercare , trovo l’incantesimo giusto . Alice fece mettere Jenna al centro della stanza e poi pronuncio l’ incantesimo con una voce molto chiara e forte . Se avesse detto male le parole sarebbe successo una cosa davvero molto brutta e sarebbe a dire la memoria di Jenna sarebbe stata cancellata del tutto e non avrebbe riconosciuto Alice . Alice vide Jenna negli occhi e vide che era tutto apposta e dentro la sua mente stava per scomparire la nube che Alice aveva fatto mettere dentro la mente dentro la sua mente . Dentro la mente di Jenna , i ricordi stavano tornando con calma e vide lei che entrava in casa e metteva del sale vicino alle finestre dopo che Alice le aveva detto di entrare dentro casa . Jenna fece come le aveva detto Alice visto che si fidava ciecamente di sua madre e alla fine lei svenne a terra . Jenna guardo negli occhi Alice e le fece capire che tutto stava andando bene e che adesso lei ricordava tutto di quella sera . Jenna si mise seduta visto che le girava un po’ la testa e Alice le diede un po’ d’ acqua fresca visto che dopo ogni incantesimo c’ e sempre un effetto collaterale . Quell’ incantesimo aveva solo l’ effetto di far avere un mal di testa enorme sulla persona che lo utilizzava . Alice prima di dire a Jenna tutta la verità su quella sera e anche alcune domande che aveva sul conto del sale e di alcune cose . Alice porto Jenna in camera sua e la fece stendere e la fece dormire per un po’ visto che gli effetti duravano un ora e per tutto quel tempo Jenna aveva bisogno di dormire un po’ . Una volta che Jenna non aveva più quel mal di testa davvero molto doloroso , Alice le avrebbe detto tutto sulla morte di suo padre e delle sue domande sul sale .

 

Categorie
Dana Sherman Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Dominatrice di Poteri Dottoressa Amelia Neri Dr Alyssa Saintcall Rain Sheppard Ronny Watson Sarah la Fenice Rossa Sarah Saintcall

Fermo Ronny Watson prima che uccida Dana Sherman

Ronny Watson per trovare la sua collega chiese a molti studenti e tutti gli dissero che era in mensa e aveva riportato la mensa come era prima per fare in modo che tutti possano mangiare come gli altri ma potevano mangiare li e non sui banchi e nelle loro classi . Io ero li con Dana Sherman per vedere se potevo trovare un oggetto che era scappato e poi li vidi che c’ era un orecchio di Serena Rafferty , lo indicai a Dana Sherman e lei lo pote prendere visto che io avevo le impronte digitali e quindi non lo potevo toccare senza manomettere la prova invece Dana non aveva impronte e quindi la poteva prendere per mano senza manomettere la prova che io avevo trovato li per terra . Dana la stava prendendo con le mani quando da dietro arrivo Ronny che la prese per i capelli e glieli inizio a tirare in modo molto forte . Dana inizio a dare un pugno nello stomaco a Ronny ma lui aveva ancora uno stomaco molto forte e quindi il pugno di Dana non le fece niente . Mentre lui teneva i capelli di Dana tra le sue forti mani da dietro io gli diedi un pugno da dietro che era forte ma lui era molto forte di me e il suo pugno mi fece cadere a terra e svenni . Quando svenni a terra e il mio corpo era crollato come un pezzo di terra ,mentre cadevo a terra vedevo che Dana aveva la testa che era sul terreno della mensa e mi dissi dentro di me “ devo fare qualcosa “ . Qualcosa dentro me senti il mio richiamo di aiutare e di fare qualcosa per Dana in quella occasione e cosi io mi ripresi ma i miei occhi era bianchi come quelli di un cadavere . Mi alzai proprio quando Ronny stava per prendere il cuore di Dana con le sue forti mani . Ronny aveva alzato la sua forte mano e l’ aveva puntata sul petto di Dana e non in un punto vitale ma proprio dove stava il suo cuore . Io bloccai la sua forte mano con la mia superforza e poi gli assestai un forte pugno dritto in faccia ma lui lo parò . Ronny si tolse da dosso di Dana e punto verso di me , mi stava per sferrare un pugno nello stomaco ma lo bloccai e glielo diedi io molto forte e stava per crollare a terra ma lui si alzo di nuovo era una macchina senza freni e quindi era quasi irrefrenabile . Tutti gli studenti vedevano lo scontro e io stavo alla pari con lei ma lui sapeva il pugilato e quindi lui sapeva i miei punti deboli li vedeva e li sentiva e io aveva bisogno di aiuto in quella occasione molto particolare . Sarah Saintcall aveva avuto precise istruzioni dagli Osservatori di non intervenire visto che da li arrivo il nostro professoressa di combattimento che era molto forte , molto ben allenato e il suo nome era Rain . Rain Sheppard era una donna di 29 anni , capelli legati neri con una coda di cavallo e quel giorno portava una tuta nera . Una volta arrivata in palestra vide che il suo avversario era stato manipolato , ma prima vide il pugno che era dritto al mio stomaco e lo parò lei al posto mio . Rain aveva studiamo davvero molto e quindi sapeva anche come fermare uno che era stato manipolato . Dentro al nostro collo c’ e un punto che si attiva quando vieni collegato e si chiama punto di collegamento . Rain vide che io avevo gli occhi bianchi ma con gli occhi mi fece capire cosa voleva cioè mentre io bloccavo le sue forti mani e lei invece fermava la manipolazione . Feci come aveva detto Rain con gli occhi , bloccando le forti mani di Ronny e lui stava provando a liberarsi da tale morsa che io gli avevo fatto . Rain vide che era il momento giusto e le due dita della sua mani sinistra punto quel punto e Ronny svenne . Dopo che tutto era finito svenni pure io , Rain mi prese in tempo e poi noi tutti fummo portati in infermeria . Noi tutti quel giorno aveva corso un grande rischio ma quello più grande lo aveva corso Dana Sherman che adesso stava bene grazie all’ aiuto della Dottoressa Amelia Neri .