Categorie
Cinema Film Mondo Mondo del Cinema Notizie Notizie dal Mondo

Proxy: trailer e poster per il thriller-horror indipendente di Zack Parker

Il regista Zack Parker ha reso disponibile un trailer ufficiale del suo thriller-horror indipendente selezionato tra le anteprime del Toronto International Film Festival che si terrà a settembre.

Parker ha già diretto Scalene, un thriller molto apprezzato dalla critica narrato da tre punti di vista e che ruotava attorno alla violenza perpetrata su una studentessa di college da parte di un uomo mentalmente disturbato e la successiva vendetta della  madre dopo l’incarcerazione dell’uomo.

Proxy è interpretato da Alexia Rasmussen (protagonista di “Mary Not Seen” il cortometraggio divenuto poi il film “La fuga di Martha”), Alexa Havins (vista nella serie tv “Torchwood”),Kristina Klebe (apparsa nell’Halloween di Rob Zombie) e Joe Swanberg (V/H/S, A Horrible Way to Die, You’re Next).

Il trailer ci mostra come i risvolti psicologici della violenza subita dalla protagonista siano al centro della trama e di come il trauma subito inneschi una serie di reazioni che la cambieranno per sempre.

Esther Woodhouse (Rasmussen) in attesa di un bambino, sta tornando a casa a piedi dopo il suo ultimo appuntamento per un controllo prenatale, quando viene brutalmente aggredita e sfigurata da un aggressore incappucciato. Quando Esther cerca consolazione e supporto in un gruppo di sostegno, trova amicizia ed empatia in Melanie (Havins), un’altra madre segnata da una tragedia. Esther inizia presto a credere che l’orribile evento che l’ha colpita possa essere un segno del destino. Tuttavia l’amicizia e l’empatia possono essere cose molto pericolose quando indirizzate alle persone sbagliate.

Se volete vedere il trailer di Proxy di Zack Parker : http://www.cineblog.it/post/299717/proxy-trailer-e-poster-per-il-thriller-horror-indipendente-di-zack-parker

 

Categorie
2013 Foto Microsoft Mondi Fantastici Mondo Notizie Notizie dal Mondo Storia Tempo Universo Videogiochi Xbox 360 Xbox 720

Nuova Xbox: gli insulti di Adam Orth gli costano il posto

A volte, certi pareri e certe esternazioni è meglio tenerseli per sé. È quanto avrà probabilmente imparato Adam Orth, lanciatosi qualche giorno fa in un’accanita difesa nei confronti del presunto sistema “always on” della nuova Xbox, con toni abbastanza accesi da offendere i suoi follower su Twitter, e spingere Microsoft (suo datore di lavoro) a chiedere scusa al posto suo.

Immaginavamo qualche giorno fa che il parere non richiesto di Orth potesse costargli la propria posizione all’interno di Microsoft Game Studios, e a quanto pare purtroppo così è stato: lo riportaGame Informer, citando quelle che sarebbero fonti anonime provenienti dall’interno della società di Redmond. Adam Orth avrebbe dato le dimissioni la scorsa settimana, dopo il fattaccio accaduto via Twitter, ma resta ovviamente tutto da capire se tale gesto sia stato spontaneo o in qualche modo “propiziato” da parte di Microsoft.

Nel frattempo, anche gli account LinkedIn e Twitter di Orth sembrano essere stati modificati: il primo completamente scomparso, mentre il secondo ha abilitato la protezione dei tweet, per cui solo i follower accettati dal possessore dell’account possono visualizzare i suoi messaggi. Nel frattempo, pur chiedendo scusa per le parole del suo (ex) dipendente, Microsoft non ha ancora commentato ufficialmente le voci sulla presunta connessione sempre necessaria per la sua nuova console. Queste le parole della società risalenti a qualche giorno fa:

«Ci scusiamo per i commenti inappropriati fatti ieri su Twitter da un nostro dipendente. Questa persona non è un portavoce di Microsoft e i suoi personali punti di vista non riflettono il l’approccio incentrato sui clienti che adottiamo per i nostri prodotti, né riflette il nostro modo di comunicare direttamente con i nostri fedeli clienti. Siamo molto spiaciuti se tutto questo ha offeso qualcuno, ma in ogni caso non abbiamo mai fatto alcun annuncio sulla roadmap del nostro prodotto, né abbiamo ulteriori commenti in materia»

 

Categorie
2013 Mondi Fantastici Mondo Notizie Notizie dal Mondo Pc Ps3 Ps4 Ubisof Videogiochi Wiiu Xbox 360 Xbox 720

Watch Dogs: un nuovo video mostra la recente demo dal punto di vista del sistema ctOS

Dopo essersi mostrato nel mese scorso in una nuova video dimostrazione, il promettenteWatch Dogs torna sulle pagine di Gamesblog con un nuovo filmato che offre un diverso punto di vista della recente demo.

Ubisoft ha infatti pubblicato nelle ultime ore un video accompagnato dalla voce narrante di una donna che analizza le notevoli doti di Aiden Pearce nell’hackerare qualsiasi apparato elettronico collegato alla potente rete informatica di Chicago denominata ctOS.

Continua dopo la pausa.

Il filmato, sottotitolato completamente in italiano, offre le stesse sequenze di gioco della demo originale mostrate però sotto diversi punti di vista, ma non solo per quanto riguarda le visuali. Infatti, oltre a mostrare differenti inquadrature del protagonista in azione, il video spiega nel dettaglio il potenziale di hackeraggio che possiede Pierce, mettendo in guardia l’intero “sistema” sui possibili pericoli delle sue intrusioni. Inoltre, lungo l’approfondita analisi, la narratrice suggerisce la presenza di una seconda minaccia per il sistema ctOS che sembrerebbe aiutare, o ostacolare, il protagonista.

Lasciando anche voi con questo inaspettato mistero, ricordiamo che Watch Dogs sarà disponibile per fine 2013 su PS3, PS4, X360, Xbox 720, PC e Wii U.