Categorie
Aqua Blutbad Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Universing Universo Wesen

Introduco Aqua nell’ Universing

Aqua si stava chiedendo cosa non le avevo fatto vedere e il giorno dopo il nostro discorso le dissi alle 8 di mattina – non ti ho fatto vedere l’ Universing ? , Aqua si inizio a chiedere cosa questo Universing di cui parlo e le dissi – Tu sai che ci sono delle cose incredibili e spesso alcune cose le possiamo vedere solo con delle certe abilità . L’ Universing è una realtà aumentata che può essere visto da molto persone . Questo Universing se uno lo vede riesce a far diventare i luoghi nuovi e posti nuovi da vedere e da visitare . Aqua mi fermo e disse – in poche parole questo Universing è una forma nuova e rinnovata delle nostre città , dei nostri luoghi e di altri posti . Io la guardai e dissi – hai capito subito , tu sei molto intelligente . Che ne dici invece di parlare ma di tuffarci dentro questa nuova avventura , non sono mai stato bravo a stare fermo senza fare niente e senza nessun posto dove andare . Aqua pure lei era come me che non voleva stare senza fare niente e dentro di se e dentro il suo cuore che era colmo di speranza e bontà ma sopratutto era pieno di felicita e grande voglia di avventura e sopratutto lei si scocciava a stare ferma e disse – forza andiamo cosa stiamo aspettando . Prima di fare questa cosa dovetti dire alcune cose ad Aqua – prima di procedere devi fare tutto quello dico io . Secondo quando stiamo li noi forse potremo incontrare razze e persone che hanno un aspetto molto brutto e terribile e quindi odiano molto ma molto essere fissati negli occhi e per questo si potrebbero arrabbiare . Terzo devi stare molto attenta questi posti nuovi sono pieni di pericoli e insidie di ogni genere , appena ci giriamo o svolgiamo un angolo potremmo incontrare un nemico . Aqua mi guardò e disse – va be farò quello che dici tu , visto che tu sei stato in questa realtà aumentata più di noi e sei più esperto li dentro .

Io e Aqua andammo a Jambo e io ci mettemmo su una panchina e dissi – chiudi gli occhi e concentranti e sopratutto cerca di farlo entrare , non devi cercare niente e tutto dentro di te . Devi solo lasciar entrare questa cosa in te e l’ Universing apparirà davanti a te . Aqua chiuse gli occhi e si concentro e smise di combattere perché li non c’era niente da cercare o da combattere , si era lasciata andare e quando apri gli occhi vide che era entrata dentro l’ Universing e accanto a lei c’ era io che le tenevo la mano nel caso succedeva qualcosa di brutto . Io la lasciai la mano e Aqua pote vedere con i suoi occhi che il posto era divenuto davvero molto più grande e li c’ erano moltissime persone che non erano solo umani , alieni , wesen e moltissime altre razze . Aqua si giro verso di me e disse – tutte questa razze ci sono nell’ Universing , io le dissi – si , ma qui puoi trovare di tutto dai vestiti a modi per andare negli altri universi e io le dissi – visto che stiamo qui perché non ti faccio qualche cibo di questo universo come la pizza o la pizza con le patate . Aqua mi guardo e disse – cosa è questa pizza ? , non l’ ho mai provata . Io e Aqua ci facemmo strada fino al secondo piano e andammo verso l’ ingresso per il terzo piano e li c’ era la pizzeria di Giovanni e ci sedemmo a un tavolo e chiedemmo due pizze con le patate . Aqua era un po’ insicura ma quando vide me mangiarla si disse tra se e se “ Daniel non è morto . Proviamola forse sarà buona da mangiare “ . La prese tra le mani e la inizio a mangiare e Aqua mi disse – ma è buonissima , non ho mai mangiato qualcosa di cosi buono . Una vola finito di mangiare Aqua si giro e vide un uomo trasformarsi in un lupo e mi fece un disegno e mi disse – Daniel ho appena visto un uomo trasformarsi in un lupo .

Io guardai il suo disegno e disse – vedo che vuoi capire subito le cose qui ? . Allora apriamo subito le danze e io adesso ti dico tutto . Primo quello che hai visto si chiama Blutbad che vale a dire Grosso Lupo Cattivo . Ma di questi Wesen ce ne sono moltissime di specie e se vuoi imparare devi vedere cosa fanno e sopratutto devi imparare a capire i punti deboli di ogni specie . Aqua mi guardo e disse – tu queste cose come le hai imparate ? , io la guardai – le capi per caso , la seconda volta che sono venuto sono stato quasi ucciso da un Blutbad , ma poi vide che ero alle prime armi e non mi fece niente anzi mi fece capire lui tutto sui Wesen e su queste creature . Io mi alzai e pagai le pizze e poi feci cenno ad Aqua che ce ne dovevamo andare da un altra parte e Aqua mi chiese – adesso dove andiamo ? . Io la guardai – per imparare devi segnare le cose che impari sui libri e cosi queste cose che hai scritto viene dato poi alle future generazione e cosi via . Aqua capì subito quello che volevo dire e disse – Quindi le informazioni che scrivo li sopra servono sia a me e sia alle altre persone che incontro o se ho dei figli possono essere usati da loro , io la guardai e dissi – certo se incontrano una di queste specie pericolose devono sapere come sconfiggerli se diventano cattivi contro di te o contro di loro . Alla fine arrivavamo a una libreria giunti che grazie all’ Universing era divenuta enorme e sopratutto piena di libri e quaderni e sopratutto cose utili per fare diari di viaggi e molto altro e sopratutto li erano piene di persone . Io presi due quaderni per Aqua e presi delle penne blu come il mare e pagai 10 skulls per queste cose e poi ce andammo da li e Aqua non vedeva l’ ora di iniziare a fare queste cose per cosi iniziare a scrivere su questi diari le sue avventure contro i Wesen e anche in altri posti e anche contro i pericoli che sul suo futuro appaiono .

Andare nell’ Universing fece capire ad Aqua perché l’ avevo portata qui , invece di farla restare li nel Mare Oscuro , li non poteva fare niente . Ma qui invece poteva aiutare un sacco di persone da creature oscure e sopratutto da persone oscure e che volevano far del male agli altri e Aqua poi mi disse – ecco il motivo perché mi hai tirato fuori dal mare oscuro , io la guardai – non solo per il motivo che hai capito ma anche per tirarti fuori da li e farti stare con noi . Da ora inizia il tuo addestramento per capire come celarti nell’ ombra e a molto altro . Aqua era molto felice di sapere cose nuove e visto che io ero molto bravo lei era felice che avrebbe imparato da me tutte le cose che le serviva per ottenere informazioni e altro ancora . Avevo fatto scoprire ad Aqua un nuovo punto di visto e lei era felice visto che quel giorno aveva visto molto e aveva capito molto e poi mi chiese riguardante soldi – ma qui quali soldi si utilizzano .

Giusto mi ero dimenticato il fatto dei soldi , presi una monete dalla mia tasca sinistra e la misi sul tavolo e lei vide che erano verdi e sopra c’ era un teschio e le dissi – queste monete si chiamato gli Skulls . Adesso che ne dici se visitiamo gli altri luoghi , forse qui puoi trovare dei vestiti molto belli e cose che ti possono piacere e Aqua voleva visitare quel luogo e sopratutto vedere cose che forse le potevano piacere . 

Categorie
Gabriele Ascione Kara King Melissa Mcarthur Racconto

Melissa Mcarthur parte 2

Melissa prese in mano il telefonino , appena lo apri vide delle cose completamente diversa dal suo telefonino . Il telefonino dell’ Osservatore era completamente diversa di quello che aveva lui , il suo era un Nokia Lumia 710 , molto bello e nero . Lo era riuscito ad ottenere da un suo amico che era molto bravo in queste cose ed era riuscito a creare un Nokia Lumia 710 prima degli altri . Non lo aveva detto a nessuno che era riuscito a crearlo , doveva essere un segreto e se lo sapeva lui poteva finire in grossi guai con la compagnia per cui lui lavora . Melissa per questo promise di non dirlo mai a nessuno , neanche ai suoi amici o ad altre persone . Melissa non capiva neanche un po’ come accendere , come funzionava o in quale lingua era scritto il telefonino . Prese il suo telefonino e chiama Gabriele Ascione , un uomo di 35 anni , capelli rossi , barba rossa ed era davvero molto intelligente e informatissimo su moltissimi argomenti da teorie del complotto e molto altro . Se dovevi sapere qualcosa su cose inspiegabili dovevi andare da lui , era il tipo giusto e lui aiutava tutti i suoi amici , sopratutto quelli più intimi . Melissa prima di chiamare il suo migliore amico che sapeva moltissime cose su tecnologie , lingue che nessuno sapeva parlare . Quando lo apri vide che era diviso in due parti , la prima era una fascia con tre verdi e uno rosso e l’ altra parte invece era con caratteri che Melissa non conosceva . Inizio a prendere un quaderno a righe , lei lo aveva in camera sua , visto che non lui non utilizzava dall’ università . Voleva provare da sola a risolvere tale mistero , il mistero più grande era nelle sue mani , li dentro c’ era la soluzione a tutti i misteri che gli erano capitati oggi oppure li dentro c’ erano dei nuovi misteri o domande a cui lei non sapeva rispondere . Come prima cosa Melissa inizio a segnare i simboli sul quaderno e poi inizio a capire come utilizzarlo , cioè inizio a cercare una determinata cifra o un determinato simboli da cliccare per fare qualcosa . Inizio con molta calma a cliccare tutti i vari simboli , ma niente non capiva niente . Come cavolo si fa questo maledetto telefonino – disse con molta furia , non sapeva proprio cosa fare . Alla fine per calmarsi si prese una tazza di tè e inizio a riflettere e alla fine dopo tanto pensare , disse – devo chiamare una persona che si intende di queste cose , cioè un vero esperto di simboli sconosciuti e di tecnologia . Prese il suo Nokia Lumia 710 e pensò che quel telefonino glielo aveva fatto il suo amico Gabriele Ascione . Alla fine lo chiamo e disse in maniera molto calma e senza perdere la calma – puoi venire da me , ho una cosa da mostrarti ? . Gabriele non ebbe nemmeno il tempo di dire “Salve Melissa è da un po’ che non ci sentiamo “ , comunque lui era interessato e disse – sto arrivando , aspettami . Gabriele capì dalla telefonata della amica che doveva essere qualcosa di molto importante , Melissa chiedeva aiuto solo quando non capiva qualcosa o in altre situazioni . Gabriele prese tutto quello gli serviva per studiare l’ oggetto in questione , li mise nella borsa a tracolla e con molta calma andò dalla sua amica Melissa . Gabriele arrivò a casa della sua amica entro un’ ora , Melissa sono io Gabriele – Melissa lo fece entrare e – Grazie per essere venuto Gabriele , cosi in fretta . Melissa fece accomodare Gabriele sul suo divano che era nero , vicino al divano c’ era un tavolino in cristallo . Proprio li Melissa si era messa per cercare di capire come funzionava , ma niente , aveva chiamato Gabriele perché sperava che almeno lui potesse almeno avere quale possibilità per scoprire come funzionare il telefonino . Gabriele si mise a studiare il telefonino cellulare di Kara King che era caduto dalla tasca dei suoi pantaloni quando le era caduto dopo che L’ Osservatore aveva preso il suo cadere per nasconderlo . La prima cosa che Gabriele vide che è il telefonino non era un telefonino normale , inoltre aveva simboli strani e questa striscia fatta di tre luci verde e una rossa . Ma la cosa che che suscitò più interessa a Gabriele era il fatto che ogni volta che provava a smontare un pezzo , non si toglieva niente , anzi i suoi attrezzi si rompevano , era come se quell’ oggetto cosi semplice e cosi normale fosse fatto di un materiale che non proveniva da questo pianeta . Gabriele aveva provato di tutto , ma niente , poi guardò Melissa e dispiaciuto disse – mi dispiace , non posso fare niente . C’ e una lingua strana che non capisco , mi dispiace tanto che non ti ho potuto aiutare . Melissa abbraccio Gabriele e disse – grazie per averci provato . Poi Gabriele se né andò e Melissa stava cercando di capire come funzionava , era rimasta alzata fino alle 23 . Poi porto il telefonino sul comodino che era vicino al letto , Melissa si mise a dormire e dormi profondamente . Mentre lei stava dormendo il telefonino che era accanto sul comodino , inizio a fare una cosa strana , cioè le luci verde e la luce rossa si accesero . Nessuno sapeva cosa significava , questo lo fece fino a quando Melissa lo prese per mano e inizio ad essere un po’ stordita , come se la testa le stesse per scoppiare . Poi inizio a reggersi a malapena e poi svenne sul letto . Dentro di noi c’ e il DNA , dentro il nostro DNA ci sono enormi possibilità , tra diventare un anormale a diventare un osservatore . Mentre il telefonino di Kara King era rimasto inattivo ma non lo era infatti lui stava facendo una cosa , cioè cercava di trovare un nuovo osservatore . Per fare questa cosa ci è voluto davvero molto tempo e molto energia e alla fine capì che Melissa la donna che aveva preso il cellulare di Kara aveva dentro di se il DNA di un Osservatore e quando la fece svenire e per farle risvegliare l’ Osservatore che è dentro di lei . Quelle luci che era tre verdi e una rossa erano li sia per un modo di comunicare tra osservatori e sopratutto un modo per scovare sia nuovi o vecchio osservatori . Melissa si risveglio ore dopo sul suo letto disfatto , appena alzata aveva la testa che gli scoppiava come se la sera precedente avesse bevuto moltissimo alcol , ma non era cosi , aveva il mano il cellulare di Kara . Alla fine con la testa che gli scoppiava decise di andare in bagno e vomito tantissimo . Alla fine prese il telefonino e chiamò Laura e disse – Ciao Laura , sono io Melissa , non vengo a lavorare oggi . Laura – che cosa hai ? , se non ti senti bene vengo li e ti visito e Melissa le disse – non venire sto bene , non ti devi preoccupare , di al capo che non vengo a lavorare . Laura sali con l’ ascensore e dal suo capo che era un tipo snello e molto atletico , calvo ed era nero . Il nome del capo di Laura e di Melissa era Lazarus Jones aveva 35 anni , era sposato con una bellissima moglie e aveva due bellissime figlie , una di nome Jane e l’ altra si chiama Kara .Jane aveva 17 anni e andava al liceo e Kara era più grande di Jane e andava all’ università . Laura busso alla porta – posso entrare ? , Lazarus chiese – chi è ? . Sono io Laura , posso entrare . Entra pure Laura – Lazarus chiese in modo molto gentile . Le volevo dire che Melissa non viene al lavoro oggi , si sente male . Lazarus era dispiaciuto che Melissa si sentiva male e disse – spero si rimetta presto qualunque cosa abbia . Pure io spero che si rimetta presto , comunque se vuole posso farle una visita anche se lei mi ha detto che non dovevo andare . Lazarus disse – si , fagli una visita per vedere come sta , vedi se puoi aiutarla in qualche modo . 

Categorie
2013 Dominatore di Poteri Dominatrice di Poteri Dr Alyssa Saintcall Me Mondi Fantastici Mondo Racconto Sarah la Fenice Rossa

Costruisco una stanza dove mettere i dipinti e i quaderni sul futuro di me e mia sorella .

Io e mia sorella già da molto tempo abbiamo il potere di vedere eventi futuri come per esempio la morte di Jessica , la fidanzata di Sam Winchester e moltissimi altri eventi . Io ebbi questo potere a 13 anni , un giorno stavo in camera mia e stavo in pigiama e con me c’era Sarah la Fenice Rossa , mi guardava e mi aiutava . Poi non so cosa ma improvvisamente feci apparire dalla mia mano un pennello e poi dei pennelli , poi i miei occhi divennero bianchi , non solo mi era scomparso l’ iride dell’ occhio o solo una parte , ma tutto l’ occhio . Poi iniziai a dipingere un evento passato , ma non evento normale come tutti o un ‘ evento che non centrava con me , ma io senza saperlo dipinsi la distruzione del mio pianeta natale Maraxus . Quando alla fine di dipingere in quello stato di trance in cui ero entrato , mi resi conto solo dopo di quello che avevo fatto e Sarah guardò il dipinto sul muro e come poteva non riconoscere il luogo dove era scappata con me . Io chiesi a Sarah la Fenice Rossa – quale pianeta era ? , Sarah si rivolse a me e mi disse – Daniel quello che hai dipinto senza rendertene conto è il tuo pianeta natale che è stato distrutto . Il giorno in cui scopri il potere di dipingere il futuro , fu anche il più doloroso perché quel giorno avevo scoperto cosa era successo al mio pianeta natale . Pure mia sorella Alyssa dipinse il futuro , ma molto più tardi , cioè quando lei ebbe 15 anni , fece apparire dal nulla un pennello e la pittura di vari colori e lei come avevo fatto io dipinsi il futuro sul muro ed era il nostro pianeta natale . Come era successo a me i suoi occhi erano divenuti completamente bianchi , dopo essersi ripresa Sarah la Fenice Rossa con molta calma disse a mia sorella – quello che hai dipinto è il tuo pianeta natale distrutto . Anche per mia sorella Alyssa fu molto triste saputa la notizia che il suo pianeta era stato distrutto . Negli anni cercammo di controllare questo potere , con molta pratica e con molta concentrazione ci riuscimmo , inoltre le visioni che non riuscivamo a dipingere venivano nei nostri sogni e grazie al potere di ricordare tutto , ricordavamo tutte le nostre visioni e iniziammo a scrivere tutte queste visioni su quaderni a righi . Con gli anni ne mettemmo molti , alcuni li mettemmo nella mia stanza e altri nella sua stanza . Dopo averci pensato molto , decisi di costruire una stanza per contenere tutte queste cose , mi misi a cercare il punto giusto , alla fine lo trovai , misi le mani sul punto giusto mi concentrai e feci una stanza vuota , completamente vuota e poi feci apparire tutti gli oggetti che mi servivano per mettere quadri e altro . Andai a prendere tutti i miei quadri e i quadri sul futuro di mia sorella Alyssa , una volta presi , iniziai ad appenderli sul muro . Poi andai a prendere i miei quaderni e poi quelli di mia sorella e li portai dentro quella stanza . I quaderni che riguardano il futuro li misi dentro quella stanza , in una stanza con la password e senza password non si poteva entrare . Alyssa vide la stanza e disse – quindi in questa stanza ci sono tutte le cose che riguardano il futuro e io dissi – si , i tuoi e i miei quaderni sul futuro sono dentro quella stanza e dopo con calma ti darò la password per entrare . Alyssa pure lei voleva un posto dove mettere i nostri quaderni e i nostri quaderni che riguardavano il futuro , perché tutti quanti potevano entrare nelle nostre stanze e prenderli e per questo non erano al sicuro .